...

CURE DENTARIE: SORRIDERE RILASSATI CASSA UNICA: LE

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

CURE DENTARIE: SORRIDERE RILASSATI CASSA UNICA: LE
PRONTO
NEWS E CONSIGLI DALLA SUA ASSICURAZIONE 3/2014
CURE DENTARIE:
SORRIDERE RILASSATI
CASSA UNICA:
LE OPINIONI DEI CLIENTI
COSTI DELLA SALUTE:
COME RISPARMIARE
2 EDITORIALE
Marcello Brunett,
Responsabile
Area Grigioni centrale
CARA LETTRICE, CARO LETTORE Ai tempi in cui andavo a scuola, non erano molti i bimbi che portava-
no l’apparecchio. Ricordo che venivano regolarmente presi in giro. Questo, ai giorni nostri, non succede più. Oggi sono
tanti i bambini che indossano l’apparecchio, per motivi medici o anche solo estetici. Anche i miei tre figli lo portano. Per
fortuna, ho stipulato le assicurazioni complementari per cure dentarie a tempo debito, altrimenti i costi si sarebbero
rivelati davvero esosi. Questo è stato lo stesso pensiero che ha fatto tirare un sospiro di sollievo anche alla famiglia
Spitz, protagonista del nostro primo piano. Ed è tornato, come ogni anno, l’autunno: è la stagione che amo di più assieme
all’inverno. Già non vedo l’ora di divertirmi ai numerosi eventi tipici come il rientro dall’alpeggio o la premiazione dei
formaggi, dove spiccano i formaggi d’alpe della nostra regione. E poiché abito in un vero e proprio paradiso delle escursioni, cerco di trascorrere più tempo possibile con la mia famiglia nella natura.
Quest’autunno inoltre si presenta interessante anche per il voto sull’introduzione della cassa unica. Legga su questo
numero quello che i clienti ÖKK hanno da dire sull’attuale sistema assicurativo in materia di sanità.
Le auguro di trascorrere un bell’autunno e buon divertimento nello sfogliare la nostra rivista.
INDICE DEI CONTENUTI
Denti: sorridere rilassati con l’assicurazione giusta
pagina 3
Cassa unica: sondaggio tra i clienti
pagina 6
Dialogo: Stefan Schena a tu per tu con i clienti
pagina 7
Consigli: risparmiare sui costi della sanità
pagina 8
Start up: decisioni che aprono nuove strade
pagina 10
Clienti ÖKK: 5 domande a Gian Sonder
pagina 12
IMPRESSUM
In copertina: Johanna Spitz
porta l’apparecchio dal 2011.
«PRONTO» News e consigli dalla sua assicurazione. 26° anno, 3/2014.
EDITORE ÖKK, Bahnhofstrasse 13, 7302 Landquart. Telefono 058 456 10 10. Mail [email protected] CAPOREDATTORE Bruno Schatz. RESPONSABILE DI REDAZIONE Patrick Eisenhut.
REDAZIONE/GRAFICA/PRODUZIONE Denon Allmedia Corporate Publishing, 8640 Rapperswil-Jona. Julia Dieziger,
Daliah Kremer, Corinne Lüthi, Fabrizio Milano. COLLABORAZIONE Paolo D’Avino, Sonja Keller. TRADUZIONE E REVISIONE Luisiana Luzii. IMMAGINI Markus Bertschi (Cover), Pierre Oettli. LITOGRAFIA Christoph
Küenzi/Mediacheck, 8135 Langnau ZH. STAMPA Südostschweiz Print, 7007 Coira.
PRONTO
3
XXXXXX
L’ortodontista Marcel Cucu, dopo aver visitato Johanna Spitz,
spiega a mamma e figlia il proseguimento della cura per una sana
crescita dell’osso mascellare.
SENZA PREZZO
SORRIDERE RILASSATI CON
L’ASSICURAZIONE GIUSTA
La posizione viziosa dei denti non è una novità per la famiglia Spitz:
mamma Daniela, da piccola, portava l’apparecchio; Johanna (11), sua figlia,
è attualmente in cura da un ortodontista; nemmeno la sorellina Lisa
riuscirà a sfuggire alla morsa del filo metallico. Grazie alle assicurazioni
complementari, la famiglia non deve sostenere tutte le spese da sola.
D
al 2011, Johanna Spitz si reca rego­
larmente nello studio del dott. Mar­
cel Cucu a Sciaffusa, per sottoporsi ai
suoi trattamenti ortodontici. Durante lo
sviluppo, la mandibola della ragazza è
scivolata all’indietro, la mascella superio­
re si è assottigliata e gli incisivi si sono
inclinati in avanti. Una cura ortodontica
si è pertanto rivelata necessaria non solo
dal punto di vista estetico. «Senza un in­
tervento mirato, lo sviluppo della denta­
tura sarebbe risultato compromesso», af­
ferma l’ortodontista Cucu. Dopo diversi
apparecchi mobili, da circa un anno le è
stato applicato sia nell’arcata superiore,
sia in quella inferiore, un apparecchio or­
4 PRONTO
«Cambio spesso il colore
del mio apparecchio. La prossima
volta proverò il rosa.»
Johanna Spitz
todontico fisso: ogni singolo dente è sor­
montato da un attacco (bracket) e tutti
gli attacchi sono tenuti assieme da un filo
metallico. Potrà toglierlo nell’estate
2015.
UN ACCESSORIO ALLA MODA Ogni sei setti­
mane, Johanna si sottopone alla visita di
controllo; in tale occasione l’ortodontista
le «stringe» l’apparecchio. Ogni volta, per
due o tre giorni, Johanna avverte una
pressione sui denti, soprattutto durante i
PRESTAZIONI DELLE ASSICURAZIONI
COMPLEMENTARI ÖKK
ÖKK FAMILY copre il 70 percento dei
costi di trattamento ortodontici su bambini
e giovani fino a 25 anni; sempre per loro
sono previsti 60 franchi l’anno per visite di
controllo e profilassi. Informazioni su
www.oekk.ch/familyit.
ÖKK DENTAL partecipa alle spese di cure
dentarie e protesiche – vale a dire impianti
di corone, ponti e correzione di posizione
viziosa di denti e mascelle – su bambini,
giovani e adulti fino al tetto massimo
previsto dalla variante di copertura scelta.
Quindi versa fino a 100 franchi per la
profilassi e le visite di controllo. Bambini
fino a tre anni non pagano nessun premio.
Informazioni su www.oekk.ch/assicurazione_dentaria.
roso con tre figli», ammette Daniela Spi­
tz. «Anche Lisa, l’altra mia figlia di 9
anni, non sfuggirà all’apparecchio.» E
l’ometto di casa, Mika, 6 anni, ha già
avuto modo di avere a che fare con il
dentista: due otturazioni e la riparazione
di un dente scheggiato. In caso di inci­
denti che provocano scheggiature o rot­
ture bisogna fare attenzione: i denti, a
causa dell’urto, potrebbero subire uno
spostamento magari anche non visibile.
Per questo va interpellato comunque un
dentista e l’incidente va sempre docu­
mentato. In caso contrario e di disturbi
TRATTAMENTO EFFICACE Quando toglierà successivi generati da tale evento, l’assi­
l’apparecchio, sul retro dei denti le sarà curazione non riconosce le cure e dunque
applicato, per una maggiore stabilità, un non le rimborsa.
sottile filo metallico che dovrà portare
almeno fino a 25 anni. In teoria dovreb­ VANTAGGI GRAZIE ALLE ASSICURAZIONI COMPLEbe tenerlo tutta la vita, per garantire la MENTARI Con le coperture complementari
completa immobilità dei denti. «Su que­ ÖKK FAMILY e ÖKK DENTAL la
sto decide poi la famiglia», dice Marcel famiglia Spitz è ben assicurata (consulta la
Cucu. Affinché un trattamento ortodon­ scheda). Entrambe le assicurazioni com­
tico si riveli efficace, bisogna seguire tutte plementari coprono, oltre a una parte del­
le istruzioni della cura e non dimenticarsi le spese delle cure ortodontiche, anche i
dell’igiene. Per chi porta l’apparecchio c’è costi di profilassi e visite di controllo.
uno speciale spazzolino e diversi tipi di Tutta la famiglia si reca almeno una volta
collutori. Vanno inoltre evitati cibi troppo all’anno anche da un altro dentista. «Tutti
duri e collosi.
e due i dentisti ci sanno fare con i bambi­
ni, questo è un aspetto da non sottovalu­
LE CURE DENTARIE COSTANO Le cure ai den­ tare», racconta Daniela Spitz. «Siamo
ti di Johanna costano. E tanto: circa consigliati in modo competente e ci tro­
12’000 franchi. «Per fortuna, abbiamo viamo bene con loro. E anche con ÖKK:
stipulato a tempo debito le assicurazioni il disbrigo delle pratiche procede sempre
complementari ÖKK FAMILY e ÖKK senza intoppi. Inoltre, il nostro consulen­
DENTAL. Se avessimo dovuto pagare te ci conosce e ci aiuta senza farci aspetta­
tutto da soli, sarebbe stato davvero one­ re e senza complicazioni.»
pasti. Altrimenti non ha nessun fastidio.
Al contrario di quanto ci rivela mamma
Daniela che, da ragazzina, ha sofferto non
poco per correggere la posizione viziosa
dei suoi denti: «Oggi i bambini trovano di
tendenza portare l’apparecchio». Sembra
essere diventato anzi un accessorio alla
moda, con le sue nuove legature in gom­
ma colorata. Anche Johanna ha un appa­
recchio «a colori», per l’esattezza color
turchese. «Ho già provato diversi colori»,
dice e ci svela: «La prossima volta sce­
glierò il rosa.»
PRONTO
Il piccolo Mika di 6 anni (a sinistra) ha
già dovuto farsi otturare due buchi e un
dente scheggiato. Johanna, 11 anni,
deve portare l’apparecchio per correggere
la posizione viziosa dei denti.
5
L’ASSICURAZIONE PER CURE DENTARIE PUÒ
RIVELARSI UNA SCELTA MOLTO INTELLIGENTE
Il dott. Marco Tribò è ortodontista specializzato. In base alla sua
esperienza, prima si correggono le posizioni viziose, meglio è.
5 CONSIGLI PER LA SALUTE DEI DENTI
Dalla prevenzione alla cura: prenda nota
dei consigli seguenti e avrà sempre un
valido motivo per sorridere.
1.Si lavi i denti almeno due volte al
giorno, per tre minuti, e non dimentichi
di passare tra i denti il filo interdentale.
Dopo i pasti consumati fuori casa opti
per gomme da masticare senza
zucchero.
2. Si rechi almeno una volta l’anno dal
dentista per una visita di controllo.
3. Prima di una cura, richieda più
preventivi da dentisti diversi e controlli
il valore del punto applicato. ÖKK
rimborsa la tariffa LAMal, pari a un
valore del punto di CHF 3.10: se il suo
dentista fattura una tariffa maggiore,
dovrà provvedere a saldare autonomamente la differenza.
4. Stipuli per i suoi figli un’assicurazione
per cure dentarie già alla nascita. In
questo modo potrà approfittare, in
caso di necessità, di una prestazione
completa senza periodi di carenza.
ÖKK inoltre assicura suo figlio
gratuitamente fino al terzo anno di vita.
5. Si faccia spiegare chi sostiene quali
costi. L’assicurazione invalidità
rimborsa le cure dentarie fino a
20 anni di età se i trattamenti odontoiatrici sono riconducibili a un’infermità
congenita; l’assicurazione di base, in
caso di patologie al sistema masticatorio e se i danni ai denti sono
provocati da infortunio. Trattamenti
odontoiatrici, impianti di protesi e
correzioni di posizioni viziose di denti
e mascelle vengono di norma rimborsati solo in parte dalle assicurazioni
complementari.
Il dott. med. dent. Marco Tribò
lavora come ortodontista dal 1980
nel suo studio a Zurigo.
Quali problemi ai denti possono verificarsi correzione di una posizione viziosa è
possibile anche con apparecchi che non
e come possono essere curati?
In caso di carie, è necessario un tratta­
mento per non perdere il dente interes­
sato. La sostanza dentale cariata viene
pertanto asportata e sostituita con
un’otturazione. Se non si riesce a salvare
il dente, si può optare per impianti pro­
tesici, corone e ponti. L’odontoiatria
conosce diversi ambiti specialistici
come la chirurgia orale, la medicina
dentale ricostruttiva o la parodontolo­
gia. La mia specialità è l’ortodonzia, che
corregge la posizione viziosa di denti e
mascelle con l’aiuto di apparecchi pro­
tesici.
si notano, sempre più adulti si decidono
per un trattamento.
A che età è consigliabile sottoporsi a
questi trattamenti correttivi?
Quanto viene a costare più o meno un
trattamento ortodontico?
Idealmente quando si è molto giovani.
Nei bambini si può tenere d’occhio lo
sviluppo e si procede quindi in modo
mirato. Tuttavia, le correzioni possono
essere eseguite a qualsiasi età. Alcuni
miei pazienti hanno già festeggiato il
loro 70esimo anno.
Di recente sempre più adulti si sottopongono a trattamenti correttivi. Non avrebbero fatto meglio ad andare dal dentista
da bambini o da giovanissimi?
Tale decisione è di natura più estetica
che medica?
I pazienti adducono principalmente una
ragione estetica. Dal punto di vista della
medicina dentale tuttavia, una posizio­
ne viziosa può spesso rappresentare a
lungo termine una minaccia alla salute
dei denti. È più difficile infatti pulire
per bene denti accavallati, e questo au­
menta il rischio di carie e problemi alle
gengive.
In casi semplici, i trattamenti ortodon­
tici si aggirano attorno ai 5’000 franchi;
in quelli più complicati circa 12’000
franchi.
Cosa consiglia a una famiglia soggetta a
frequenti problemi ai denti?
Optare per un’assicurazione per cure
dentarie potrebbe rivelarsi una scelta
molto intelligente. È importante tutta­
via che i genitori la stipulino quando il
bambino è ancora piccolissimo. E poi:
bisogna avere a cuore la salute dei pro­
pri denti, quindi lavarseli tutti i giorni e
recarsi regolarmente dal dentista fanno
risparmiare trattamenti dolorosi e co­
stosi.
Naturalmente, ma bisogna considerare
due aspetti. Il primo: in Svizzera, la
specializzazione in ortodonzia è stata
riconosciuta solo dal 1972. Il secondo:
non bisogna sottovalutare l’aspetto fi­
nanziario. Molti non possono assoluta­
mente permetterselo. Poiché oggi la Ulteriori informazioni: www.tribo.ch
6 PRONTO
CASSA UNICA
SONDAGGIO
TRA I CLIENTI
Una sola assicurazione malattie statale al posto degli
assicuratori malattie privati? Il 28 settembre 2014 sarà
il popolo a decidere. Tre clienti di ÖKK esprimono il
loro parere.
L’
iniziativa popolare federale «Per una cassa malati
pubblica» prevede un cambiamento radicale del
sistema dell’assicurazione di base: l’introduzione di
una cassa malati unica di tipo statale. Questo nono­
stante il sistema sanitario svizzero sia annoverato tra i
migliori al mondo e l’assicurazione malattie obbligato­
ria abbia dimostrato la sua validità proprio grazie al
fattore concorrenza. Consiglio federale, Consiglio de­
gli Stati e Consiglio nazionale raccomandano di re­
spingere l’iniziativa «Per una cassa malati pubblica».
Secondo il Consigliere federale Alain Berset (PS) la
cassa malati pubblica «non farebbe risparmiare nean­
che un centesimo». Berset è convinto della validità del
sistema attuale. Qual è invece l’opinione dei clienti di
ÖKK sull’attuale sistema di assicurazione malattie?
I CLIENTI DI ÖKK SI ESPRIMONO SULLA CASSA MALATI PUBBLICA:
Caroline Stäger-Oettli, madre di
due ragazzi, fotografa e visagista,
Felsberg GR
Daniel Beyeler,
consulente aziendale,
Wil SG
Beatrice Flory,
ex educatrice dell’infanzia,
Bienne, BE
«Per me è importante poter
scegliere da chi assicurare la
mia famiglia. Con una cassa
malati pubblica mi sentirei
inerme e abbandonata a me
stessa. Inoltre, una delle con­
seguenze sarebbe la divulga­
zione dei propri dati personali
allo Stato. Ciò mi disturbe­
rebbe. Inoltre, non amo l’idea
di dovermi assicurare da due
casse diverse per l’assicurazio­
ne di base e per la comple­
mentare: la corrispondenza
cartacea aumenterebbe a di­
smisura. Preferisco – come
succede oggi – avere un inter­
locutore di fiducia per tutte le
questioni relative alla cassa
malati».
«Anche in ambito di assicura­
zioni malattie apprezzo molto i
processi semplici ed efficienti.
In questo caso i piccoli assicu­
ratori hanno il vantaggio di po­
tersi occupare a fondo dei pro­
pri clienti. Per esempio, sono
parecchi anni ormai che vengo
assistito dalla mia consulente
clienti, e quindi mi chiama per
nome. Dell’introduzione di
una cassa malati pubblica temo
il rischio di un «moloch stata­
le» capace di generare costi
amministrativi enormi. Inoltre,
come dimostrato in passato, le
statalizzazioni portano con sé
prestazioni più costose e minor
qualità, anche a causa della to­
tale assenza di innovazioni».
«Ho 68 anni e sono assicurata
da ÖKK praticamente dalla
nascita: mi sento sicura e con­
siderata. In caso di domande i
miei interlocutori dell’agenzia
di Berna sono sempre molto
disponibili e inoltre non mi
hanno mai rifiutato l’assunzio­
ne dei costi di una prestazione
sanitaria. Questa considera­
zione del cliente verrebbe
meno con una cassa pubblica
gestita centralmente. Sono so­
stanzialmente soddisfatta di
come funziona il sistema sani­
tario in Svizzera, soprattutto
in confronto alla Francia, dove
ho vissuto a lungo. Avrei co­
munque delle proposte per
migliorarlo, ad esempio inve­
stendo di più nella preven­
zione».
ARGOMENTI A
FAVORE E CONTRO
OBIETTIVI DEI PROMOTORI DELL’INIZIATIVA:
Porre fine alla pseudo
concorrenza
Tagliare le spese di
marketing
romuovere la
P
trasparenza
Introdurre un modello
come per l’AVS e la
Suva con l’intenzione
di risparmiare sui costi
Contrastare la
selezione dei rischi
Per maggiori
informazioni:
www.cassamalatipubblica.ch
OBIETTIVI DEGLI OPPOSITORI ALL’INIZIATIVA:
E
vitare che l’assicurato sia in balia di una
sola assicurazione e
non abbia più
possibilità di scelta
Impedire l’abolizione
di un sistema ormai
affermato
C
ontrastare l’aumento dei prezzi – piuttosto che la riduzione
degli stessi – dovuto
al cambiamento di
sistema
Evitare la stagnazione
in termini di sviluppo
innovativo a causa
della mancanza di
concorrenza (p. es.
premi più convenienti
grazie al modello del
medico di famiglia),
a scapito degli
assicurati
Ostacolare il razionamento delle prestazioni mediche in nome
del risparmio
Ulteriori informazioni:
www.nocassaunica.ch
PRONTO
7
Stefan Schena, Presidente
della Direzione di ÖKK, desidera
conoscere in prima persona
gli interessi dei clienti.
DIALOGO
STEFAN SCHENA
DISCUTE CON I CLIENTI
Nel CEO Forum, al sito www.oekk.ch, gli
assicurati possono dialogare in modo semplice e
diretto con Stefan Schena. Il Presidente della
Direzione risponde alle domande che stanno loro
più a cuore.
Signor Schena, per quale ragione avete
allestito la sezione CEO Forum sul sito
www.oekk.ch, un ulteriore canale social
media su cui ÖKK è presente? Ha così
tanto da raccontare?
CEO FORUM:
PARTECIPI ANCHE LEI
Si lasci coinvolgere nella
discussione sul CEO Forum.
Stefan Schena risponde
alle sue domande su
www.oekk.ch/forum.
Stefan Schena: (sorride) in effetti il tema
delle assicurazioni malattie presenta
molte sfaccettature. La materia di cui di­
scutere non viene certo a mancare. Da
un lato si tratta di una parte della nostra
vita non sempre semplice da capire. Tut­
ti siamo obbligati ad assicurarci contro
malattie e infortuni. Tuttavia, l’assicura­
zione è ormai diventata un settore carat­
terizzato da numerose disposizioni giuri­
diche. Ne derivano temi appassionanti,
ma al contempo anche complessi.
Dall’altro lato, l’assicurazione malattie
tocca una tematica profondamente per­
sonale: la propria salute e la salute dei
propri cari. Come può notare, le fonti
per porre eventuali domande al CEO
sono piuttosto ricche.
ÖKK è molto attiva su Facebook. Qual è la
grande differenza tra comunicare via
Facebook o tramite il CEO Forum?
Su Facebook, in base al numero dei
«Likes», ÖKK registra in effetti il mag­
gior numero di visite tra le assicurazioni
malattie. Facebook è per natura un cana­
le di comunicazione breve ed efficace per
lo scambio d’opinioni con clienti e fan.
Sul CEO Forum gli assicurati hanno in­
vece la possibilità di discutere un proble­
ma in modo più approfondito. Il tutto in
maniera semplice e diretta e proprio con
la direzione come interlocutrice.
Quali temi vengono affrontati nel
CEO Forum? Nessuno esporrebbe domande
intime al vasto pubblico tramite il
CEO Forum.
Il CEO Forum è pensato per temi che
interessano un vasto numero di assicu­
rati. Ad esempio domande sui cosiddet­
ti intermediari equivoci, che telefonano
agli assicurati cercando di convincerli in
modo subdolo a stipulare delle polizze.
E come se non bastasse si spacciano per
incaricati di ÖKK. A prescindere da
questi temi particolarmente «scottanti»:
gli assicurati possono utilizzare senz’al­
tro il CEO Forum anche per porre do­
mande che non hanno direttamente a
che fare con l’assicurazione malattie.
Mi piace lo scambio e il confronto con
gli assicurati.
8 PRONTO
RISPARMIARE
SUI COSTI DELLA
SALUTE
I costi della salute rappresentano una voce di costo importante per il
budget di una famiglia. Come mostra l’esempio della famiglia Lupschina,
esistono tuttavia delle possibilità di risparmio.
I
n occasione della Suisse Toy, una grande
fiera dedicata ai giocattoli organizzata a
Berna, l’offerta per le famiglie di ÖKK ha
catturato il nostro interesse», spiega Rolf
Lupschina di Utzenstorf. La moglie Da­
niela aggiunge: «Finora abbiamo provato
diverse assicurazioni. Come famiglia vole­
vamo però essere tutti assicurati presso la
stessa cassa malati.» Il colloquio di consu­
lenza presso ÖKK li ha convinti, proprio
come l’interessante offerta. «I costi della
salute sono piuttosto elevati», afferma la
31enne. «Siamo quindi lieti che ÖKK pro­
ponga diverse possibilità di risparmio». È
ad esempio il caso del modello assicurazio­
ne di base. La famiglia Lupschina ha opta­
to per la variante del medico di famiglia:
per ogni nuovo problema sanitario che si
presenta, si rivolge dapprima al medico di
famiglia. A seconda del modello, l’interlo­
cutore di riferimento può essere anche il
servizio di telemedicina o il centro HMO.
Assicurazione ottimale, stile di vita sano:
la famiglia Lupschina sa come si può risparmiare
sui costi della salute.
2’500 franchi è possibile risparmiare fino
al 40 percento dei costi. La franchigia
non andrebbe tuttavia mai adeguata sen­
za attenta riflessione, poiché in caso di
malattia i costi possono essere elevati. La
famiglia Lupschina ha optato per la via di
mezzo. «Finora abbiamo sempre goduto
di ottima salute, abbiamo perciò optato
per noi adulti per la franchigia di 1’500
franchi. Non volevamo però rischiare di
più, in caso di costi più elevati.»
INTERESSANTI SCONTI FAMIGLIA Grazie all’as­ EVITARE LA DOPPIA COPERTURA
sicurazione complementare ÖKK FA­
MILY, per il piccolo Levent la famiglia
Lupschina paga solo il 50 percento del
premio per l’assicurazione complementa­
re fino al raggiungimento dei 18 anni. I
giovani ottengono il 20 percento di scon­
to famiglia sull’assicurazione complemen­
tare se con almeno un genitore hanno sti­
pulato presso ÖKK l’assicurazione di base
e un’assicurazione complementare della
linea FAMILY. A seconda dell’assicura­
zione dei genitori e dei fratelli, il terzo fi­
glio è tra l’altro assicurato gratuitamente.
Esistono inoltre uno sconto combinato,
un ribasso per assenza di prestazioni e
uno sconto per contratti pluriennali. Di
quest’ultimo beneficia anche la famiglia
Lupschina. «Abbiamo optato per un con­
tratto triennale e riceviamo perciò il tre
percento di sconto su tutte le assicurazio­
ni complementari.»
ADEGUARE LA FRANCHIGIA Può anche essere
sensato adeguare la franchigia. Infatti,
più elevata è la franchigia e più basso è il
premio. Con una franchigia massima di
È inoltre
possibile risparmiare escludendo l’assicu­
razione infortuni dall’assicurazione di
base. Chi è assunto da un datore di lavo­
ro per più di otto ore a settimana oppure
esercita un’attività lucrativa indipenden­
te con un’assicurazione contro gli infor­
tuni è assicurato contro le conseguenze
finanziarie di un infortunio. Di conse­
guenza non è necessaria la copertura
nell’assicurazione di base. Inoltre, chiun­
que presta servizio militare per più di 60
giorni consecutivi è assicurato dalla
Confederazione per le prestazioni
dell’assicurazione di base.
MEDICINALI PIÙ CONVENIENTI Non vanno
inoltre sottovalutati i costi dei medici­
nali. Per questo i farmaci generici sono
una buona scelta: contengono lo stesso
principio attivo del preparato originale,
in media sono però fino al 30 percento
più convenienti, in alcuni casi addirittu­
ra fino al 70 percento. Di conseguenza
anche la partecipazione individuale nel
conteggio con ÖKK si riduce. I clienti
ÖKK risparmiano anche se approfitta­
no dei servizi della farmacia per corri­
spondenza «Zur Rose». In questo caso
vi è il 10 percento di sconto fisso su tutti
i farmaci generici prescritti dal medico e
il 3 percento su tutti i preparati originali
prescritti dal medico. La spedizione è
gratuita e avviene in imballo sicuro e
neutro. Il conteggio si svolge diretta­
mente con ÖKK.
PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE Non da ul­
timo aiutano le misure preventive. Un’a­
limentazione equilibrata fornisce all’or­
ganismo le necessarie sostanze nutritive
e protettive e mantiene il corpo efficiente
e resistente agli influssi esterni. Almeno
30 minuti al giorno di movimento ridu­
cono il rischio di numerose malattie cro­
niche e accrescono il benessere psicofisi­
co. Anche Daniela e Rolf Lupschina
puntano sulla prevenzione. «Abbiamo
smesso entrambi di fumare, la nostra ali­
mentazione è più sana e facciamo più
movimento», afferma il 45enne, e ag­
giunge: «Faccio inoltre regolarmente un
check-up. La diagnosi precoce non solo
può salvare la vita, ma permette anche di
risparmiare sui costi.»
NON È TUTTO ORO
QUELLO CHE LUCCICA
Sempre più spesso agenti intermediari
equivoci cercano di spingere i clienti a
cambiare cassa malati utilizzando delle
offerte apparentemente allettanti. Gli
agenti intermediari di ÖKK possono
dimostrare di collaborare con ÖKK
grazie al certificato di legittimazione.
Prenda nota in ogni caso del nome
dell’agente intermediario a lei sconosciuto e non sottoscriva mai niente se si
sente sotto pressione o se avverte
qualcosa di strano. I nostri consulenti alla
clientela sono volentieri a sua disposizione. Comunichi i nominativi degli intermediari equivoci alla sua agenzia o direttamente all’associazione santésuisse:
www.santesuisse.ch/de/meldeformular.
PRONTO
BUDGET PER UN’ECONOMIA DOMESTICA: ECCO COME LE FAMIGLIE POSSONO RISPARMIARE SULL’ASSICURAZIONE MALATTIE
Rete fissa/internet/TV/Billag
120 franchi
Spese di viaggio
130 franchi
Giornali/riviste/adesioni
30 franchi
Assicurazione mobilia domestica
e responsabilità civile privata
30 franchi
BUDGET DI UNA FAMIGLIA
CON DUE FIGLI
Elettricità
70 franchi
Per esperienza, le voci di spesa
nel budget di una famiglia con
due figli e un reddito netto di
5’500 franchi sono le seguenti.
I premi per la cassa malati
ammontano a circa 900 franchi.
La famiglia beneficia già di
riduzioni dei premi.
www.oekk.ch/riduzionepremi
Affitto
1’400 franchi
Accantonamenti
410 franchi
Spese personali
540 franchi
RISPARMIARE È SEMPLICE
È di nuovo giunto il momento
di verificare le polizze
assicurative e, se necessario,
di adeguarle. Non sempre
un cambiamento è la variante
più economica.
Economia domestica
1’200 franchi
Imposte
360 franchi
Esistono possibilità di
risparmio sia per l’assicurazione base che per
l’assicurazione
complementare.
Importo disponibile
310 franchi
POTENZIALE DI RISPARMIO
ASSICURAZIONE DI BASE
Assicurazione
malattie
900 franchi
– fino al 40 percento
aumentando la franchigia.
Attenzione: considerare i
costi a proprio carico
– fino al 15 percento su modelli
assicurativi alternativi quali
ÖKK CASAMED MEDICO DI
FAMIGLIA, ÖKK CASAMED 24
e ÖKK CASAMED HMO
POTENZIALE DI
RISPARMIO ASSICURAZIONE
COMPLEMENTARE
Assicurazione base
675 franchi
– 3 percento per un
contratto triennale
– Sconti per bambini e
adolescenti
Il suo consulente alla clientela
sarà lieto di mostrarle delle
possibilità di ottimizzazione e di
risparmio oppure trova ulteriori
informazioni su www.oekk.ch/
risparmiare.
Assicurazione
complementare
225 franchi
Assicurazione
malattie
900 franchi
Fonte: www.budgetberatung.ch
PROTEZIONE IN CASO DI INVALIDITÀ: PRESTAZIONI MIGLIORI CON ÖKK CAPITALE RISCHIO MALATTIA
Chi resta invalido a seguito di
malattia deve spesso accontentarsi delle rendite minime previste
per legge. Non è così con ÖKK
CAPITALE RISCHIO MALAT-
TIA. L’assicurazione di capitale
offre protezione da lacune
assicurative grazie a prestazioni
in capitale per la sicurezza
economica, ora a partire da un
grado d’invalidità del 40 percento. Con l’adeguamento del
prodotto sono state anche
aumentate nettamente le somme
assicurate per bambini e il premio
è stato ridotto per i giovani. Approfitti
di questa offerta migliorata e stipuli
ora un’assicurazione per lei e i
suoi familiari. Il suo consulente alla
clientela sarà lieto di aiutarla.
9
10 PRONTO
Guardando all’obiettivo: Yauheniya
e Yuri Melnichek con la loro impresa
MapsWithMe hanno avuto il coraggio di
compiere il passo verso l’indipendenza.
START UP
DECISIONI CHE
APRONO NUOVE STRADE
In Svizzera sempre più persone decidono di creare un’impresa propria.
È quanto hanno fatto anche i coniugi Yauheniya e Yury Melnichek, che a
Zurigo hanno avviato la loro impresa MapsWithMe. Per l’assicurazione
si sono affidati a ÖKK.
F
ondare un’impresa richiede coraggio
e una buona porzione di propensione
al rischio. Yauheniya e Yury Melnichek
hanno entrambi i presupposti e offrono
un prodotto esemplare. «Mettiamo a di­
sposizione delle mappe che l’utente può
scaricare dal sito www.maps.me per poi
usarle offline durante i suoi viaggi», spie­
ga Yury Melnichek, originario della Bie­
lorussia che vive con la moglie e i figli a
Zurigo, dove lavora.
Mentre la coppia di imprenditori e i loro
partner commerciali di Minsk all’inizio
avevano puntato la loro attenzione sullo
sviluppo e sulla programmazione del
loro promettente prodotto, con la costi­
tuzione, due anni fa, dell’impresa
Maps-WithMe GmbH sono emerse
nuove questioni, ad esempio relative al
tema delle assicurazioni. Cosa accade ad
esempio se per motivi di salute una per­
sona non può lavorare per più tempo?
PRONTO
11
Idea innovativa: l’impresa MapsWithMe offre mappe che l’utente può scaricare per usarle poi offline durante il suo viaggio.
Oppure in che modo i coniugi possono
proteggere se stessi e la loro famiglia da
perdite di guadagno?
CHIARIRE LA SITUAZIONE INDIVIDUALE.
Per
chiarire questioni di questo tipo, su sug­
gerimento di un conoscente Yauheniya
Melnichek si è rivolta a ÖKK. Durante
diversi colloqui, insieme al marito e al
consulente alla clientela ÖKK Gerold
Leuthold ha chiarito la situazione indi­
viduale e i bisogni. «Quando si costitui­
sce un’impresa occorre riflettere su come
si deve o si vuole proteggere se stessi e i
collaboratori da perdite finanziarie al
momento del pensionamento, in caso di
infortunio, malattia, invalidità o deces­
so», spiega Leuthold. La soluzione assi­
curativa indicata per la start-up dipende
dalla forma giuridica dell’impresa e in
«Siamo lieti di aver ricevuto una consulenza completa. In fin dei conti siamo
ingegneri e non esperti assicurativi».
invece assicurati. «Siamo molto
contenti di aver ricevuto una
consulenza competente e com­
Yauheniya Melnichek, MapsWithMe
pleta. In fin dei conti siamo in­
gegneri e non esperti assicurati­
particolare dai bisogni individuali. «Le vi», sottolinea Yauheniya Melnichek.
premesse sono diverse se costituisco
l’impresa come imprenditore single con Per la MapsWithMe GmbH, Gerold
molto capitale proprio oppure come pa­ Leuthold ha creato un pacchetto che
dre di figli piccoli e con poco capitale comprende un’assicurazione infortuni e
proprio», continua il consulente alla un’assicurazione d’indennità giornaliera
clientela ÖKK.
in caso di malattia, nonché una soluzione
per la previdenza professionale. Questo
QUALI RISCHI ASSICURARE? Quando si trat­ pacchetto può essere adeguato in modo
ta di prendere simili decisioni esemplari flessibile a seconda dello sviluppo dell’im­
rientra nel suo compito di consulente presa. In questo modo i coniugi Melni­
chiarire quali rischi la start up è in grado chek possono dedicarsi anche in futuro
di sostenere autonomamente, almeno anima e corpo alla loro attività principale
per un determinato periodo, e quali ri­ così come alla loro famiglia, che ha da
schi particolarmente onerosi andrebbero poco accolto un quinto membro.
VUOLE METTERSI IN PROPRIO? START UP CON ÖKK
ÖKK offre una consulenza individuale alle
start up. Presso ÖKK è possibile stipulare le
assicurazioni illustrate qui di seguito.
ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI
L’assicurazione contro gli infortuni è obbligatoria per il titolare (se viene versato un
salario) e per i collaboratori. ÖKK ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI copre
le prestazioni obbligatorie, ÖKK ASSICURAZIONE COMPLEMENTARE CONTRO
GLI INFORTUNI copre le prestazioni
supplementari.
ASSICURAZIONE D’INDENNITÀ GIORNALIERA IN
CASO DI MALATTIA
Gli imprenditori sono tenuti a continuare a
pagare il salario da tre settimane a sei mesi
(a seconda del Cantone e degli anni di
servizio) in caso di malattia di un collaboratore. L’assicurazione d’indennità giornaliera
in caso di malattia ÖKK ASSICURAZIONE
CONTRO LA PERDITA DI GUADAGNO si
assume questi costi. Le assicurazioni
d’indennità giornaliera in caso di malattia
sono obbligatorie solo in determinati rami,
ma raccomandabili per tutte le altre imprese.
ÖKK COMPENSA è l’ideale per chi ha
un’attività indipendente.
PREVIDENZA PROFESSIONALE (LPP)
La previdenza professionale (LPP, 2° pilastro)
è obbligatoria per tutti gli impiegati con un
salario annuo a partire da 21’060 franchi.
Questo vale anche per i titolari che sono
impiegati nella propria ditta. Con la previdenza
professionale di ÖKK sono possibili soluzioni
personalizzabili.
Il suo consulente ÖKK sarà lieto di mostrarle
una soluzione adatta alla sua start up.
Ulteriori informazioni all’indirizzo:
www.oekk.ch/clientiaziendali
5
DOMANDE &
RISPOSTE
MATTINIERO O NOTTAMBULO? Già da piccolo ero più
sveglio la sera che al mattino. Crescendo, organiz­
zavo sempre qualcosa dopo la scuola con gli amici e,
successivamente, dopo il lavoro con i colleghi.
Oggi, per le diverse cariche che ricopro, ho tante ri­
unioni: per questo sono spesso a casa solo alle ore
23. La sveglia suona alle 6: per fortuna abbiano solo
vacche madri e non devo perciò uscire presto di
casa.
TV O LIBRO? Non sono mai stato un topo da biblio­
teca. Quando ho un minuto libero, guardo lontano.
Seguo regolarmente i notiziari, mi interessa sapere
cosa succede nella mia regione e in Svizzera. Mi ap­
passionano poi i documentari sulla natura e i film
con James Bond.
ANDARE AL RISTORANTE O CUCINARE?
Per motivi di
tempo, cucino raramente. E quando lo faccio, mi
cimento solo in pietanze facili come carne, pasta o
patatine fritte. A volte anche un soufflé di pesce.
Ma la regina dei fornelli è mia moglie, e va detto
che non cede nemmeno volentieri il suo scettro cu­
linario. Qualche volta ci piace anche andare a man­
giar fuori: per esempio all’Hotel Ela a Salouf, dove
si gustano piatti regionali. Oppure all’enoteca Flo­
rian’s a Savognin, dove si trovano vini eccezionali e
un ambiente davvero accogliente.
SPAZZOLINO A MANO O ELETTRICO? Da dieci anni uso
lo spazzolino elettrico. La mia igienista me lo ha
consigliato perché toglie più facilmente il tartaro e
massaggia le gengive delicatamente. Prima avevo
sempre problemi gengivali; da quando ho cambiato,
non ho più seccature.
ÖKK
Bahnhofstrasse 13, 7302 Landquart
Telefono 058 456 10 10, Fax 058 456 10 11
[email protected], www.oekk.ch
www.facebook.com/oekk.ch
ÖKK8000d/09.14
Cliente ÖKK
Gian Sonder (51) è agricoltore.
Vive con la moglie e i tre
figli (13, 16 e 18) a Salouf.
AUTUNNO O PRIMAVERA? A primavera si risveglia la
natura, l’autunno risplende dei suoi meravigliosi co­
lori. Entrambi hanno il loro fascino. Lo svantaggio
dell’autunno è che precede l’inverno… non ci trovo
niente di bello nelle buie giornate fredde. Sebbene
il lavoro sia tecnicamente più pesante, preferisco di
gran lunga l’estate.
AGENZIE ÖKK
Andeer | Arosa | Bellinzona | Berna | Brusio | Buchs | Bülach | Coira | Davos
Domat/Ems | Flims-Waldhaus | Frauenfeld | Glarona | Ilanz | Klosters | Küblis
Landquart | Lenzerheide | Lugano/Pazzallo | Lucerna | Mesocco | Müstair | Poschiavo
Rapperswil-Jona | Samnaun-Compatsch | Savognin | Sciaffusa | Schiers | Scuol | San Gallo
St. Moritz | Sumvitg | Thusis | Versam | Vicosoprano | Winterthur | Zernez | Zurigo
Fly UP