...

DIMMI COME GIOCHI E TI DIRO` CHI SEI

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

DIMMI COME GIOCHI E TI DIRO` CHI SEI
28
22 agosto 2014 / n. 33
Sport
Taranto
È nata una
st(h)ella(s)
Non solo Taranto FC. Da quest’anno la Taranto
calcistica avrà una nuova squadra. L’Hellas Taranto
giocherà il prossimo campionato di Eccellenza
A
di Gabriele Russano
Taranto il calcio non lascia.
Raddoppia.
Dopo la lunga
odissea estiva
che ha visto il passaggio
di proprietà della massima
espressione calcistica del
territorio, il Taranto FC, da
Fabrizio Nardoni e Domenico Campitiello, spazio
e visibilità dalla stagione
che sta per cominciare ne
richiederà anche la nuova realtà portata tra i due
mari da Gianni Occhinegro. L’ex presidente del
Massafra, infatti, ha dato
vita all’Hellas Taranto, di
fatto seconda squadra del
capoluogo ionico. E mentre il club dei fratelli Campitiello tenterà la scalata
alla Lega Pro cercando
di vincere il campionato
di Serie D, la squadra di
Occhinegro comincerà la propria vita calcistica dal torneo
di Eccellenza pugliese. Hellas
per rimarcare il concetto della
Taranto spartana, rosso e blu
i colori del nuovo sodalizio,
che dovrebbe disputare le gare
casalinghe allo “Iacovone”
alternandosi con i “cugini” allenati da Massimiliamo Favo.
Quartier generale dell’Hellas
Taranto sarà Faggiano, dove
Occhinegro ha stipulato una
convenzione pluriennale ed
avviato i lavori di ristrutturazione dell’impianto sportivo.
L’intenzione è quella di far
nascere una cittadella dello
sport con tanto di foresteria.
TANTI SCUOLA TARANTO…
ALL’HELLAS
E Il gruppo di ragazzi che sarà
agli ordini del tecnico Ciccio
Latartara, trascorsi noti per lui
nel Taranto che fu, vede molti
calciatori cresciuti calcisticamente nel settore giovanile
della prima squadra della città
NNE
Alcuni scacchisti sono gentili, altri aggressivi e taluni inconcludenti. Questa enorme varietà costituisce la compagine
della realtà associativa e sociale. Impariamo dallo stile di gioco a riconoscere e classificare l’animo dell’uomo o della
donna che si cela dietro il giocatore.
di Marika Chirulli
innervosire l’antagonista e portarlo a commettere l’errore.
Pochi, fortunatamente, certi della propria superiorità,
sottovalutano l’avversario e giocano in modo elementare,
“offensivo” per chi dovesse accorgersene. La mia limitata
esperienza mi conduce a credere che lo stile di gioco rifletta
l’animo del giocatore ed il suo carattere. Nelle mie interviste
compare sempre la seguente domanda: “Credi che lo stile di
gioco di uno scacchista rispecchi la sua personalità?”. C’è chi
ha risposto un sì netto e deciso e chi, pur pensando che
esistano delle situazioni in cui ciò non accada, non ne
esclude totalmente la possibilità. Nessuno di questi grandi
scacchisti, che provengono da anni e anni di incontri, tornei
e contatti umani con altri campioni, rifiuta questa ipotesi.
dei due mari. Alessio Zaccaria
e Carlo Duma, rispettivamente duttile esterno ventiduenne
e centrocampista classe ’95,
sono stati alcuni dei primi tasselli che sono andati a tessere
la tela dell’allenatore rossoblù. A ruota sono poi arrivati
i difensori Sergio Pupino e
Fabrizio Macrì, i centrocampisti Salvatore Papa e Salvatore D’Arcante (entrambi a
Grottaglie nell’ultima stagione) e Giovanni Malagnino,
veterano del calcio pugliese
e trascinatore nella famosa
trasferta di Ragusa del primo
Taranto di Blasi che centrò
una insperata salvezza in Serie C2. Tutti con una caratteristica ben definita: cresciuti
nel Taranto avranno adesso
il compito di spingere in alto
la nuova realtà calcistica del
territorio che avrà il difficile
compito di farsi spazio, almeno in piccola parte, nel cuore
dei tifosi ionici.
Queste riflessioni sono frutto di
personalissime osservazioni. I
circoli, le associazioni in genere,
rappresentano uno spaccato di
società, popolata dai più svariati
individui, così come lo è il mondo
che ci circonda. Mi piace pensare,
però, che gli scacchi mi diano la
possibilità
di
imparare
a
riconoscere attraverso lo stile di
gioco l’animo di chi mi circonda,
cercando la compagnia di coloro
che possono avere un’influenza
positiva e riescano ad arricchire il
bagaglio culturale ed emozionale
che ognuno di noi porta con sé.
Questa è la forza del Nobil Gioco!
Problema numero 353
Muove il Bianco
Matto in due mosse
Registrazione Tribunale di Taranto
n. 14/07 del 26 settembre 2007
Direttore Responsabile
Rosa Colucci
Art Director
Carmela Marangella
Assistente grafica
Elena Colucci
Contributor
Cosima Borrelli
Paolo Carrieri
Maria Rosaria Chirulli
Salvino Chetta
Donatello Cito
Vito Pietro Corrente
Roberta Criscio
Marta Coccoluto
Francesca Garrisi
Mauro Guitto
Antonio Lucarelli
Serena Mellone
Alessandro Montrone
Pierluigi Rota
Gabriele Russano
Fotografie
Donato Ancona
Webmaster
Francesco Cervino
(ATTIVA WEB)
Special Guest
Benvenuto Messia
Garante del Lettore
Letizia Cramarossa
Diffusione
Extra Magazine
un settimanale
Fabianaè Spada
distribuito nelle province di Taranto,
Bari e Brindisi
Stampa
Martano Editrice s.r.l.
Via delle Magnolie
Zona industriale, Bari
Editore
Soc. Coop. Extramœnia Edizioni
Soffermandomi a riflettere sulle esperienze
personali, osservavo che, nella mia
brevissima carriera da scacchista, ho avuto la
fortuna di arricchire ed ampliare moltissimo
la mia cerchia di amicizie. I vari tornei
permettono di estendere moltissimo la rete
di conoscenze e, spesso, nascono nuovi e
profondi legami. Ci sono casi di scacchisti
che sono convolati a nozze o altri che hanno
stretto dei forti legami a livello personale.
Tutto ciò è stupendo se si pensa al grado di
chiusura dei rapporti, spesso causato
dall’eccessivo uso dei social networks oppure
dai ritmi frenetici che caratterizzano le
nostre vite. A giorni non si riesce neppure a
dialogare con chi vive sotto lo stesso tetto!
Nel fantastico mondo degli scacchi, un
ulteriore vantaggio, a parer mio, è
rappresentato dalla possibilità di “intuire” il
carattere dell’avversario, o del compagno di
circolo, semplicemente dal modo in cui
gioca. Alcuni usano molta eleganza nel
muovere o, addirittura, nel mangiare i pezzi,
rispettando le origini nobili ed aristocratiche
di questo gioco. Tali scacchisti adottano stili
e metodi di gioco ben definiti, rispettando
l’avversario senza sottovalutarne le capacità.
Altri sono molto aggressivi, infatti, spostano
il materiale con foga quasi come se volessero
“colpire” il rivale. Ci sono poi scacchisti che,
invece di giocare adottando una strategia
ben precisa unitamente ai tatticismi,
tendono a “sfiancare” chi hanno di fronte
con mosse apparentemente insulse, senza
uno scopo
preciso, se non quello di
E tra
E tra
Direttore Amministrativo
Francesco Mastrovito
Dove giocare
a SCACCHI
Ho constatato che allo stile elegante corrisponde la nobiltà
d’animo, la gentilezza e, quasi sempre, la lealtà. In questi casi
l’avere un obiettivo ben preciso porta ad esprimere uno stile
gioco che può essere difensivo oppure coraggioso,
assecondando l’intima natura, ma si delinea sempre nel
rispetto delle regole e dell’avversario. All’aggressività nel
gioco corrisponde spesso il desiderio inconscio di
prevaricazione o di riscatto, mentre la mancanza di un
piano preciso collima con l’inconcludenza. Chi tende ad
innervosire nel gioco è bravissimo a farlo anche nella vita
reale, molto spesso perché frustrato e privo della capacità di
guadagnare una posizione accettabile con la forza
dell’animo e del cuore. Infine, l’ultima categoria è quella
meno rappresentata fortunatamente, ed è quella che
appartiene agli individui poco inclini a creare rapporti
sociali e che tendono a perseguire i propri interessi, spesso
sottovalutando l’intelligenza altrui.
A MARTINA FRANCA
A.D. Itria Scacchi Sede: Viale
della Stazione n°9 Presso
Pubblica Assistenza A.R. 27
ONLUS SERMARTINA
Telefono: 3391606512
e-mail: [email protected]
Facebook: Itria Scacchi
A.D. Scacchi Martinese Sede:
Via Valle D’Itria n°11 Telefono:
334-6951781 e-mail:
[email protected] gmail.com
www.scacchimartina.com
A TArAnTo
A.D. Taranto Scacchi Sede: Via
Lago di Monte-pulciano n°1
presso A.B.F.o. Telefono:
339-2695756 Sito:
www.tarantoscacchi.it e-mail:
[email protected]
Risultato dell’Es.353
1.Ta5 Tb7 2. Dxb7 #
Redazione
Piazza Vittorio Veneto 2 - 74015
Martina Franca
Tel.: 080.4859850
Fax: 080.4833679
E-mail: [email protected]
Web site: www.extramagazine.eu
Gli articoli pubblicati, salvo accordo scritto,
s’intendono ceduti a titolo gratuito. Scritti e
disegni, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Questo giornale rispetta l’ambiente,
è stampato su carta riciclata.
Chiuso in redazione il
21 agosto 2014
In copertina
GIORGIA WURTH
Fly UP