...

Regolamento tesi - Scuola di Agraria

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

Regolamento tesi - Scuola di Agraria
UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FIRENZE
FACOLTA’ DI AGRARIA
REGOLAMENTO ELABORATO FINALE LAUREA/TESI DI LAUREA MAGISTRALE
Art. 1 – Riferimenti Normativi
L’articolo 21 del Regolamento didattico dell’Università degli Studi di Firenze stabilisce quanto
segue:
1. Al termine del corso di studio ed a seguito di prova finale è rilasciato dall’Università di Firenze il
corrispondente titolo di studio in conformità all’ordinamento didattico.
2. Per accedere alla prova finale lo studente deve essere in regola con il pagamento delle tasse o dei
contributi e deve aver acquisito il numero di crediti previsto dal relativo regolamento didattico del
corso.
3. Le modalità di svolgimento della prova finale sono disciplinate, nel rispetto dei singoli
ordinamenti, dai regolamenti didattici dei corsi di studio.
4. La discussione della prova finale è pubblica.
5. Le Commissioni d’esame per il conseguimento del titolo sono nominate dal Preside della Facoltà
e sono costituite in maggioranza da docenti dell’Università di Firenze.
6. Il numero dei componenti della Commissione non può essere inferiore a tre membri per le
Commissioni di laurea e a sette membri per le lauree magistrali.
7. Il voto è sempre espresso in centodecimi e, quando il candidato raggiunge il massimo dei voti,
può essere fatta all’unanimità menzione della lode. L’esame si intende superato con una votazione
minima di 66/110.
8. Titoli congiunti sono rilasciati con le modalità previste all’articolo 9, comma 2.
9. La struttura didattica può autorizzare lo studente a redigere l’eventuale elaborato scritto per la
prova finale/tesi di Laurea magistrale e anche ad effettuare la relativa esposizione in lingua
straniera.
Il presente regolamento, redatto in accordo al su citato art.21, è applicabile ai corsi di studio
impartiti dalla Facoltà e specificamente:
Laurea in Scienze agrarie
Laurea in Scienze forestali ed ambientali
Laurea in Tecnologie alimentari
Laurea in Viticoltura ed enologia
Laurea in Scienze faunistiche
Laurea in Scienze vivaistiche, ambiente e gestione del verde
Laurea Magistrale in Scienze e tecnologie Agrarie
Laurea Magistrale in Biotecnologie Agrarie
Laurea Magistrale in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
Laurea Magistrale in Scienze Alimentari ed Enologia
Laurea Magistrale in Scienze e gestione delle risorse faunistico-ambientali
Laurea Magistrale in Sviluppo rurale tropicale
1
Art. 2. Principi generali
Il titolo di laurea triennale è conferito previo superamento di una prova finale, consistente in una
discussione orale davanti ad una Commissione giudicatrice tesa a dimostrare l’acquisizione da parte
del candidato, delle conoscenze e competenze oggetto degli obiettivi formativi specifici del corso.
Essa può avere per oggetto il contenuto di un elaborato su argomento a suo tempo assegnato dal
docente referente.
Il titolo di laurea magistrale è conferito previo superamento di una prova finale, consistente nella
presentazione e discussione di una tesi di laurea sperimentale originale (di ricerca o progettuale),
elaborata in forma scritta e su supporto digitale, davanti ad una commissione giudicatrice. La tesi di
laurea magistrale prevede lavoro guidato (incontri con il docente per la programmazione delle
attività, formazione e attività guidata in laboratorio-campo, ecc.) e lavoro autonomo (raccolta ed
elaborazione dei dati sperimentali, stesura della tesi).
Nel caso della laurea e della laurea magistrale, il carico di lavoro deve risultare equivalente al
numero di crediti previsto nel manifesto degli studi di ciascun corso di studio (ogni credito
formativo equivale a 25 ore di lavoro) (Tab. 1).
Lo svolgimento dell’esame di laurea o di laurea magistrale è pubblico e pubblico è l’atto della
proclamazione del risultato finale.
Tab. 1. Crediti formativi e ore previste dai corsi di Studio della Facoltà per lo svolgimento
dell’elaborato finale/tesi di laurea magistrale.
Corso di studio
CFU
ore
Laurea in Scienze agrarie
3
75
Laurea in Scienze forestali ed ambientali
6
150
Laurea in Tecnologie alimentari
6
150
Laurea in Viticoltura ed enologia
6
150
Laurea in Scienze faunistiche
6
150
Laurea in Scienze vivaistiche, ambiente e gestione del verde
6
150
Laurea in Biotecnologie (indirizzo agrario)
4
100
Laurea Magistrale in Scienze e tecnologie Agrarie
24
600
Laurea Magistrale in Biotecnologie Agrarie
30
750
Laurea Magistrale in Scienze e tecnologie dei sistemi forestali
24
600
Laurea Magistrale in Scienze Alimentari ed Enologia
30
750
Laurea Magistrale in Scienze e gestione delle risorse faunistico-ambientali
24
600
Laurea Magistrale in Sviluppo rurale tropicale
27
675
Art. 3. Criteri per l’attribuzione dell’elaborato finale/tesi di laurea magistrale
L’argomento dell’elaborato finale/tesi sperimentale deve essere coerente con gli obbiettivi formativi
del CdS e scelto nell’ambito di uno degli insegnamenti del corso di studio di appartenenza.
Relatore dell’elaborato finale/tesi di LM deve essere di norma un docente di ruolo del CdS. Dietro
richiesta dello studente, il CdS può formalmente autorizzare come relatore un docente di ruolo
esterno alla Facoltà o di altro Ateneo (anche all’estero) e purchè sia individuato come correlatore
un docente di ruolo del CdS. Qualora ritenuto opportuno oltre al Relatore può essere indicato come
Correlatore (tranne che nel caso di relatore esterno alla Facoltà) uno studioso con competenze
specifiche e comprovate sull’argomento con esclusione di dottorandi, tecnici-amministrativi e
ricercatori a tempo determinato.
L’attribuzione dell’argomento dell’elaborato finale/tesi di laurea può essere richiesta quando lo
studente ha acquisito almeno 2/3 terzi dei CFU di didattica frontale del corso di studio.
Il relatore di un elaborato finale/tesi di laurea magistrale individua la tematica, indica le
caratteristiche del lavoro e le modalità di preparazione ed è responsabile della verifica del corretto
svolgimento delle relative attività.
2
L’argomento della tesi può essere anche proposto dallo studente, in accordo con il docente Relatore.
Lo studente procede alla richiesta di assegnazione compilando il Modulo “Richiesta assegnazione
elaborato finale/tesi di laurea” (Mod. 1 riportato in appendice), che, controfirmato dal docente
affidatario, viene inviato al Presidente del corso di studio.
Art. 4 - Caratteristiche dell’elaborato finale/tesi di laurea
Il contenuto dell’elaborato finale della laurea triennale può consistere:
- nell’analisi critica di un filone della letteratura di riferimento;
- nell’approfondimento di un argomento che è stato trattato e presentato all’interno di un
insegnamento;
- nella stesura, ampliata, rendicontazione e valutazione critica del progetto di lavoro
effettuato durante il periodo di tirocinio;
- una attività sperimentale di non elevata complessità effettuata in campo e/o in laboratorio.
La tesi sperimentale di laurea magistrale consiste in un elaborato critico relativo ad attività di
ricerca individualmente assegnata e svolta presso un laboratorio di un Dipartimento della Facoltà o
di altra Facoltà, dell’Università di Firenze o di altra Università, o presso una struttura non
universitaria convenzionata o comunque approvata dal corso di studio.
La lunghezza dell’elaborato finale viene indicativamente definita in un testo compreso fra le 30 e le
50 cartelle (2000 battute per cartella), comprensivo di figure, tabelle e bibliografia essenziale (non
più di 25 citazioni). Nel caso della tesi sperimentale non sono previsti limiti di stesura.
Art. 5 – Presentazione domanda di laurea/laurea magistrale
Lo studente procede alla richiesta di ammissione alla seduta di laurea/laurea magistrale presentando
alla Segreteria Studenti, per ciascun appello e entro le scadenze previste, che di norma sono
calcolate in 30 giorni antecedenti la data dell’appello, la seguente documentazione, disponibile sul
sito della Facoltà www.agr.unifi.it:
Per le Lauree Magistrali
• domanda in bollo da € 14,62 indirizzata al Rettore con allegati:
a) dichiarazione del Relatore su apposito modulo;
b) dichiarazione del Correlatore ( se previsto) su apposito modulo;
c) n. 1 copia del frontespizio della tesi, che deve riportare tutti i dati indicati sul fac-simile
previsto, firmata (in originale) dal Relatore e dal Correlatore;
d) libretto universitario;
Per le Lauree Triennali
• domanda in bollo da € 14,62 indirizzata al Rettore con allegati:
a) titolo dell’elaborato (in italiano e inglese);
b) libretto universitario;
c) eventuale dichiarazione del Correlatore ( se previsto) su apposito modulo;
Qualora lo studente ritenesse di non presentarsi all’appello per cui ha fatto domanda o non
ottemperasse a quanto disposto dal successivo Art. 6, dovrà ripresentare alla Segreteria Studenti una
nuova domanda secondo le modalità sopra indicate.
Art.6 – Il deposito della tesi di laurea magistrale e adempimenti per l’elaborato finale
Per il deposito della tesi di laurea magistrale lo studente, improrogabilmente entro le scadenze
previste, che di norma sono calcolate in 15 giorni antecedenti la data dell’appello, deve
presentare alla Segreteria Studenti per l’apposizione del timbro:
• tesi di laurea in quattro copie (tre se non c’è correlatore o tante quante sono i correlatori)
firmate (in originale) dal Relatore e dal Correlatore. Una copia della tesi, con il timbro
3
apposto dalla Segreteria, dovrà essere consegnata al Relatore, una al Correlatore e una è ad
uso del laureato. Una copia sarà trattenuta dalla Segreteria e depositata, dopo la discussione
della tesi, presso la Biblioteca della Facoltà.
Contestualmente il laureando dovrà presentare allo stesso ufficio:
a) titolo della tesi in lingua inglese su apposito modulo;
b) ricevuta della compilazione sul sito internet del questionario ALMA LAUREA o
dichiarazione di rinuncia
(vedi www.unifi.it – Servizi on line studenti –
ALMALAUREA) Obbligatorio consegnare l’una o l’altra;
c) attestazione dell’avvenuto versamento della tassa di laurea il cui importo è stabilito dal
Consiglio di Amministrazione di questa Università, da effettuare con il bollettino
ritirato al momento della presentazione della domanda di laurea.
d) autorizzazione alla consultazione della tesi stessa.
Per conseguire la laurea di I livello non è richiesto il deposito dell’elaborato finale. Riguardo alle
procedure finali di laurea lo studente si atterrà alle istruzioni impartite dal Presidente del corso di
laurea a cui è iscritto. Comunque, in linea di massima, viene richiesto allo studente di preparare
almeno tre copie del suo elaborato finale: una copia per sé, una per il Dipartimento in cui ha svolto
l’elaborato (che provvederà altresì alla timbratura degli elaborati), una per il relatore del suo
elaborato. (Sarà cura del Relatore far pervenire una copia dell’elaborato alla Commissione di
laurea). Resta l’obbligo per lo studente di consegnare alla Segreteria Studenti improrogabilmente
entro le scadenze previste, che di norma sono calcolate in 15 giorni antecedenti la data
dell’appello:
a) dichiarazione del relatore, su apposito modulo;
b) ricevuta della compilazione sul sito internet del questionario ALMA LAUREA o
dichiarazione di rinuncia (vedi www.unifi.it – Servizi on line studenti –
ALMALAUREA) Obbligatorio consegnare l’una o l’altra;
c) attestazione dell’avvenuto versamento della tassa di laurea il cui importo è stabilito dal
Consiglio di Amministrazione di questa Università, da effettuare con il bollettino
ritirato al momento della presentazione della domanda di laurea.
Allo studente viene anche richiesto di preparare una versione digitale del suo elaborato finale (in
formato Pdf) da inviare per posta elettronica all’indirizzo [email protected] entro le scadenze
indicate nella colonna “Presentazione della tesi”, ne calendario sessioni di laurea, e comunque
prima della sessione di laurea, ai fini della sua archiviazione a cura della Facoltà/Scuola, e un
riassunto in italiano e in inglese, secondo il modello stabilito.
Art 7 - Il voto di laurea
La votazione della prova finale è espressa in centodecimi. La Commissione, all’unanimità, può
concedere al candidato il massimo dei voti con lode. Il voto minimo per il superamento della prova
è sessantasei centodecimi.
Il voto di laurea/laurea magistrale terrà conto delle seguenti componenti (Tab. 2 e 3):
a) la media dei voti;
b) la valutazione dell’elaborato/tesi, inclusa la qualità della presentazione, ad opera della
Commissione su proposta del Relatore;
c) il tempo impiegato per conseguire il titolo finale.
Il punteggio assegnato all’elaborato/tesi di LM non può superare in nessun caso quello massimo
indicato.
Tab. 2. Componenti per la formazione del voto finale di laurea.
VOTAZIONE LAUREA
MEDIA ESAMI
BONUS CARRIERA PUNTEGGIO MASSIMO
ELABORATO FINALE
VOTO FINALE
MASSIMO
4
66-81
1
3
70-85
82-87
2
3
87-92
88-93
3
3
94-99
94-99
4
3
101-106
100-110
5
3
108-110
PUNTEGGIO MASSIMO TOTALE: 8
Lode da assegnare solo se voto media esami uguale o superiore a 101 e se lo studente ottiene
almeno 2 punti nella presentazione dell’elaborato.
Lo studente che consegue 0 voti nella valutazione dell’elaborato finale deve ripetere la prova
finale.
Tab. 3. Componenti per la formazione del voto finale di laurea magistrale.
VOTAZIONE LAUREA MAGISTRALE
MEDIA ESAMI
BONUS CARRIERA PUNTEGGIO MASSIMO VOTO FINALE
TESI DI LAUREA
MASSIMO
66-87
0
7
73-94
88-93
1
7
96-101
94-99
2
7
103-108
100-110
3
7
110-110
PUNTEGGIO MASSIMO TOTALE: 10
Lode da assegnare solo se voto media esami uguale o superiore a 101 e se lo studente ottiene
almeno 5 punti alla tesi di laurea.
Lo studente che consegue 0 voti nella valutazione della tesi deve ripetere la prova finale.
Lo studente che consegue il titolo entro la durata legale del corso di studio ottiene un punteggio
aggiuntivo di 2 punti; di 1 punto se consegue il titolo di studio nell’anno successivo (4° anno per la
laurea; 3° anno per la laurea magistrale). Un ulteriore punto aggiuntivo potrà essere assegnato agli
studenti che hanno svolto un periodo di studio all’estero con riconoscimento di crediti formativi
universitari.
Art. 8 – Calendari di laurea
Il Calendario delle prove finali deve prevedere almeno tre appelli, distribuiti nei periodi di pausa
didattica, fatti salvi i casi particolari, espressamente previsti dal regolamento didattico di Ateneo.
Art. 9 – Disposizioni transitorie
Relativamente alle caratteristiche della prova finale per i Corsi di Laurea e Laurea Specialistica
attivati ai sensi del DM 509/99, si fa specifico riferimento a quanto previsto dai singoli Ordinamenti
Didattici.
5
Al Presidente del Corso di studio in ………………………………………………………………….
Nome ……………………………. Cognome ………………………… Matr. ………………………
Indirizzo ……………………………………..Tel. ………….. e-mail ……………………………….
CFU conseguiti ………………………………………………………………………………………..
ARGOMENTO PROPOSTO PER LA PROVA (ELABORATO) FINALE
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
…………………………………………………………………………………………………………
Luogo presso cui si svolgerà la tesi (Facoltà, Dipartimento, Azienda, ecc.)
…………………………………………………………………………………………………………
Nome e cognome del relatore (in presenza di un relatore esterno alla Facoltà si chiede anche la
presenza di un correlatore interno) e del/i correlatore/i
RELATORE
…………………………………………………………………………………………………………
RELATORE (eventuale)
…………………………………………………………………………………………………………
CORRELATORE
…………………………………………………………………………………………………………
CORRELATORE (eventuale)
…………………………………………………………………………………………………………
Data ………………………………………………………..
Firma del Relatore
…………………..
Firma del
Correlatore
………………………………
Firma dello Studente
…………………………...
Mod. 2 (vedi Modello on line)
6
Fly UP