...

viaggiare in cina per affari: i visti d`ingresso in cina

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

viaggiare in cina per affari: i visti d`ingresso in cina
VIAGGIARE IN CINA PER AFFARI: I VISTI D’INGRESSO IN CINA
Per entrare in Cina occorre ottenere il visto di ingresso adeguato al tipo di attivita’ che si
intende svolgere e alla durata della permanenza nel territorio cinese (affari, turismo,
studio, giornalista, residente, ecc.).
Il visto va richiesto alle rappresentanze diplomatico-consolari della Repubblica Popolare
Cinese in Italia presenti a Roma, Milano e Firenze (vedi indirizzi di seguito).
Si puo’ richiedere sia il visto d’affari, per il quale e’ necessaria una lettera di invito
emessa da un’entita’ cinese autorizzata, oppure un visto turistico, piu’ facile da ottenere
e per il quale sono necessari il biglietto aereo e la prenotazione alberghiera.
Quest’ultimo, per la facilita’ e rapidita’ di emissione e’ molto spesso utilizzato anche per
viaggi di affari.
L'ICE, in qualita' di ente governativo straniero non e' abilitato ad emettere lettere
d'invito per il rilascio di visti d'affari, in quanto, secondo la normativa cinese,
l'invito deve provenire da entita' cinese abilitata (azienda o istituzione).
Per situazioni di emergenza, ma solo in casi eccezionali, e’ possibile ottenere un landing
visa che, in ogni caso, deve sempre essere preceduto da una lettera di invito emessa da
una entita’ cinese autorizzata (si tratta comunque di una procedura dall’esito non certo
che per quanto possibile si sconsiglia).
Ulteriori chiarimenti potranno essere richiesti
rappresentanze diplomatico-consolari cinesi in Italia:
direttamente
alle
seguenti
AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE PRESSO LA REPUBBLICA
ITALIANA
Indirizzo: VIA BRUXELLES, 56 00198 ROMA
Tel: +39-06-8413458 Fax: +39-06-85352891
E-mail: [email protected]
Sito web: http://it.china-embassy.org
CONSOLATO GENERALE DELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE IN MILANO
Indirizzo: VIA BENACO 4, 20139 MILANO
Tel: +39-02-5520306 Fax: +39-02-5694106
E-mail: [email protected]
Sito web: http://milano.china-consulate.org
1
CONSOLATO GENERALE DELLA REPUBBLICA POPOLARE CINESE IN FIRENZE
Indirizzo: VIA DEI DELLA ROBBIA, 89-91 FIRENZE
Tel: +39-055-5058188 Fax: +39-055-5520698
E-mail: [email protected]
Il cittadino italiano o il cittadino di un paese terzo deve presentare il passaporto in
originale con validità superiore a 6 mesi e con pagine bianche disponibili per
l’applicazione del visto. Il richiedente deve compilare attentamente il modulo per la
domanda del visto, accompagnato da una foto tessera.
Qui di seguito i tipi di visto e i documenti necesari per ottenerli:
•
•
•
•
•
•
Visto tipo L (Visto di Turismo): rilasciato agli stranieri che vengono in Cina per
motivo di turismo, per visita ai parenti o per altri motivi privati. Il richiedente
deve presentare il biglietto aereo di andata e ritorno per la Cina e la relativa
prenotazione alberghiera;
Visto tipo F (Visto di Affari): rilasciato a coloro che si recano in Cina per affari,
scambi scientifico-tecnologici o culturali, per un periodo di permanenza inferiore
ai 6 mesi. Per un visto ad ingresso singolo occorre consegnare una lettera di
invito da parte cinese ed una lettera di presentazione della società italiana per la
quale si lavora, la quale spieghi i motivi del viaggio. Il visto ad ingresso multiplo
può essere richiesto solo se si dispone di una lettera di invito, in originale, emessa
degli enti o società cinesi autorizzati a tal fine;
Visto tipo X (Visto di Studio): rilasciato agli stranieri che vengono in Cina per
studio, corsi di aggiornamento o formazione professionale per un periodo
superiore ai sei mesi. Per richiedere il Visto X occorrono il Modulo di Richiesta per
gli Studenti Stranieri in Cina (Modulo JW201, o Modulo JW202), la Lettera
d’Ammissione dell’istituzione presso la quale verra’ svolto il programma di studio
ed il Certificato di Esame Medico per gli Stranieri;
Visto tipo Z (Visto di Soggiorno per Missione o Lavoro): rilasciato agli stranieri
assunti in Cina ed ai loro familiari, per periodi di permanenza anche superiori ai 6
mesi. Occorre presentare una lettera di invito emessa dagli enti o società cinesi
competenti e l’autorizzazione al lavoro rilasciata dal Ministero del Lavoro cinese
oppure la tessera che certifica la qualifica di “Esperto straniero” rilasciata
dall’Ufficio di Amministrazione per gli Esperti stranieri;
Visto tipo G (Visto di Transito): rilasciato agli stranieri che transitano in Cina. I
richiedenti devono dimostrare i visti validi e i biglietti aerei con il transito in Cina
e la destinazione finale;
Visto tipo J-1 (Visto per Giornalisti): rilasciato ai corrispondenti stranieri
permanenti in Cina, a seguito di apposita autorizzazione rilasciata dalle autorità
cinesi competenti;
2
•
Visto tipo J-2 (Visto per Giornalisti): rilasciato ai giornalisti stranieri che si
recano in Cina per un breve periodo. Se si viaggia al seguito di una delegazione
ufficiale, è necessario essere inclusi nella lettera emessa dall’istituzione cinese
invitante e presentarne una copia. Diversamente, la richiesta di visto potrà essere
accolta solo a seguito di espressa autorizzazione proveniente dall’Ufficio Stampa
del Ministero degli Affari Esteri cinese, che sarà interpellato dall’Ambasciata o
Consolato.
Requisiti e procedure possono essere modificati a discrezione delle autorità cinesi in
occasioni particolari, per cui si suggerisce di controllare periodicamente i siti web
dell'Ambasciata o Consolati Generali e di verificare con gli addetti.
3
Fly UP