...

romania - Simest

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

romania - Simest
ROMANIA
DATI MACROECONOMICI
Reddito pro-capite
euro
12.650
Tasso di inflazione
%
1,1
Tasso di disoccupazione
%
5,25
Tasso di variazione del PIL (2014 su 2013)
%
2,9
Previsione di crescita del PIL per il 2015
%
2,1
Totale import
Miliardi di euro
58,50
Totale export
Miliardi di euro
52,45
Saldo bilancia commerciale
Miliardi di euro
-6,05
Totale importazioni dall’Italia
Miliardi di euro
5,78
Totale esportazioni verso l’Italia
Miliardi di euro
5,28
Saldo interscambio Italia
Miliardi di euro
-0,5
Investimenti esteri verso il paese
Miliardi di euro
59,95
Investimenti del paese all’estero
Miliardi di euro
n.d.
Investimenti italiani nel paese
Miliardi di euro
2,81
Investimenti del paese in Italia
Miliardi di euro
n.d.
Fonti: Istituto Nazionale di Statistica Rumeno; Banca Nazionale della Romania; ISTAT.
I dati dell’interscambio con l’Italia si riferiscono al periodo periodo gennaio-novembre
2014
Business Atlas Europa
Romania
Bucarest
CARATTERISTICHE DEL PAESE
Fuso orario: (rispetto all’Italia): + 1
Superficie: 238.391 kmq
Popolazione:1 19.947.311
Comunità italiana2: 4.733
Capitale: Bucarest
Città principali: Timisoara, Iasi, Cluj-Napoca, Sibiu
Moneta: Leu (RON)
Tasso di cambio3: 1 euro = 4,443 RON
Lingua: Rumeno
Religioni principali: Ortodossi (86,8%), Cattolici (4,7%), Protestanti ( 3,2%)
Ordinamento dello Stato: Repubblica Democratica Semi-Presidenziale; organi costituzionali sono: Presiden-
te della Repubblica, Parlamento, Corte Costituzionale e un sistema separato di tribunali inferiori tra i quali
la Corte Suprema. Il potere legislativo è attribuito al Parlamento bicamerale (Camera dei Deputati e Senato)
eletto ogni quattro anni a suffragio universale. Il Presidente, eletto con voto popolare per un massimo di due
mandati di 5 anni, è Capo di Stato, Comandante Supremo delle Forze Armate e Presidente della Corte Suprema
di Difesa. Il Presidente nomina il Primo Ministro che, a sua volta, sceglie il Governo che deve essere confermato
dal Parlamento con un voto di fiducia. Il sistema giudiziario si basa sul Codice napoleonico. Il potere giudiziario è
indipendente e i giudici nominati dal Presidente non sono rimovibili. Il Presidente e gli altri membri della Corte
Suprema sono nominati per un periodo di 6 anni e possono essere riconfermati per più mandati consecutivi.
La Corte Costituzionale (9 giudici) è in carica per 9 anni e viene eletta dalla Camera dei Deputati, dal Senato e
dal Presidente della Repubblica.
Suddivisione amministrativa4: 42 Distretti (compresa la municipalità di Bucarest), 103 Municipi, 217 Città,
2.861 Comuni e 12.957 Villaggi.
QUADRO DELL’ECONOMIA5
Quadro macroeconomico
In base ai dati forniti dalla Banca Nazionale Rumena il PIL
è cresciuto del 2,9% rispetto all’anno precedente. I settori
che hanno contribuito maggiormente alla formazione del
PIL sono i servizi (+1,4%) e l’industria (+1,3%).
Il tasso d’inflazione medio registrato nel 2014 è stato
dell’1,1%.
Il tasso di disoccupazione è stato del 5,25%, in diminuzione
rispetto al valore del 5,4% registrato nel 2013.
Principali settori produttivi
(%) Industria (+1,4), informazioni e comunicazioni
(+0,8), commercio, riparazioni di auto e moto, trasporti e
ristoranti e alberghi (+0,4), agricoltura, silvicoltura e pesca
(+0,2).
Infrastrutture e trasporti6
La rete stradale si estende per 84.887 km, di cui 644 di
autostrade, 16.466 di strade nazionali, 35.587 di strade
provinciali e 32.190 km strade comunali.
La rete ferroviaria si estende per 20.077 km, dei quali 8.600 km
sono a trazione elettrica; la rete, in corso di ammodernamento,
consentirà la circolazione di treni ad una velocità di 160km/h.
Il trasporto fluviale copre 1.779 km di cui 1.075 km rappresentati dal Danubio navigabile, 524 km dai bracci e 95 km da
idrovie artificiali (Danubio- Mar Nero e Poarta Alba-Navodari).
I principali porti fluviali sono a Orsova, Drobeta Turnu Severin,
Giurgiu, Cernavoda, Galati, Braila e Tulcea, mentre i principali
porti marittimi si trovano a Constanta, Mangalia, Sulina. In
Romania sono presenti 16 aeroporti internazionali di cui il più
importante è quello di Bucarest Otopeni. Altri aeroporti internazionali si trovano a Sibiu, Constanta, Timisoara, Arad, Bacau,
Baia Mare, Cluj-Napoca, Suceava. Craiova, Satu Mare, Oradea,
Targu Mures. E’ prevista la costruzione di altri aeroporti a Deva,
Alba-Iulia, Bistrita, Brasov e Galati-Braila.
1 Fonte: Istituto Nazionale di Statistica Rumeno
2 Fonte: Istituto Nazionale di Statistica Rumeno
3 Fonte: Tasso di cambio medio 2014
4 Fonte: Istituto Nazionale di Statistica Rumeno 2014
5 Fonti: Istituto Nazionale di Statistica (www.insse.ro), Banca
Nazionale della Romania (www.bnr.ro), Agenzia Nazionale per
l’Occupazione della Forza di Lavoro (www.anofm.ro)
6 Fonte: Ministero dei Trasporti (http://www.mt.ro; ultimo
aggiornamento dicembre 2013)
Business Atlas Romania
Commercio estero7
Totale import: mld/euro 58,50
Totale export: mld/euro 52,45
Principali prodotti importati: (%) macchine e dispositivi meccanici, autoveicoli e altri mezzi ed attrezzature
da trasporto (35,5); prodotti manifatturieri (30,7); prodotti
chimici (13,7); prodotti minerali (9,3); prodotti agroalimentari (7,7); materie prime e materiali (3,1).
Principali prodotti esportati: (%) macchine e dispositivi meccanici, autoveicoli e altri mezzi ed attrezzature
da trasporto (42,3); prodotti manifatturieri (32,7); prodotti
agroalimentari, bevande e tabacco (8,5); prodotti minerali
(6); materie prime e materiali (5,3); prodotti chimici (5,2).
Principali partner commerciali8:
Paesi Clienti: (%) Germania (18,7); Italia (12,1); Francia (7);
Ungheria (5,4); Turchia (5,4); UE27 (70,2).
Paesi Fornitori: (%) Germania (17,4); Italia (10,9); Ungheria
(9); Francia (5,7); UE27 (73,5).
Interscambio con l’Italia9
Saldo commerciale: mld/euro -0,5
Principali prodotti importati dall’Italia: (mld/
euro) Prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori
(1,48); metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (0,95); macchinari ed apparecchi n.c.a.
(0,75).
Principali prodotti esportati in Italia: (mld/euro)
Prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori
(1,69); mezzi di trasporto (0,61); prodotti alimentari, bevande e tabacco (0,57).
Investimenti esteri (principali Paesi)10
Paesi di provenienza: (%) Olanda (24,4); Austria
(19,1); Germania (11,2); Francia (7,6); Italia (4,7); Cipro
(4,5); Svizzera (3,2); Grecia (3,2); Lussemburgo (2,8).
Investimenti esteri (principali settori)
Verso il paese: attività industriali (industria metallurgica, automobilistica e componenti, materiali da costruzione,
industria alimentare e del tabacco) e servizi (intermediazione finanziaria, bancaria e assicurativa, servizi IT, servizi
outsoursing).
ASPETTI NORMATIVI E LEGISLATIVI
Regolamentazione degli scambi
Sdoganamento e documenti di importazione: dal
1.01.2007, a seguito dell’ingresso del Paese nell’UE, vige la
libertà di circolazione delle merci, nei limiti sanciti dalla regolamentazione comunitaria. Per le merci di origine extraeuropea,
occorre presentare presso l’autorità doganale la dichiarazione
7 Fonte: Istituto Nazionale di Statistica Rumeno (Raporto Commercio
Estero della Romania)
8 Fonte: Il Mondo in Cifre 2015, The Economis
9 Fonte: ISTAT(periodo gennaio-novembre 2014)
10 Fonte: Banca Nazionale Rumena (Raporto Investimenti Esteri
Diretti in Romania nell’anno 2013)
d’importazione insieme a: documento di trasporto della merce, fattura, dichiarazione di valore in dogana, codice fiscale
dell’importatore, eventuali documenti per beneficiare del regime tariffario preferenziale o di certificati sanitari, lista dei colli.
Classificazione doganale delle merci: classificazione TARIC.
Restrizione alle importazioni: previsto un certificato di
conformità alle norme per prodotti in grado di produrre danni
alla salute o alla vita, alla sicurezza del lavoro ed all’ambiente.
Importazioni temporanee: il regime temporaneo è
previsto per merci destinate ad essere riesportate verso il
Paese di provenienza (con esenzione totale o parziale dal
pagamento dei diritti di importazione e senza l’applicazione
delle misure di politica commerciale). L’autorità doganale
stabilisce un termine entro il quale le merci devono essere riesportate o ricevere un’altra destinazione doganale.
Qualora i beni siano introdotti temporaneamente nel Paese, in base alla Convenzione Doganale per l’Ammissione
Temporanea delle Merci (Convenzione ATA), il carnet ATA
sostituisce la richiesta di autorizzazione ed il volet compilato sostituisce l’autorizzazione e la dichiarazione doganale
per la concessione del regime di ammissione temporanea.
Attività di investimento ed insediamenti produttivi nel paese
Normativa per gli investimenti stranieri: L.332
(29.06.2001) modificata dalla OUG 85/24 giugno 2008, relativa alla promozione degli investimenti diretti con impatto
significativo sull’economia; Ordinanza d’urgenza del Governo 92/1997 per stimolare gli investimenti diretti; Ordinanza
del Governo 66/1997 relativa al regime degli investimenti
esteri in Romania realizzati tramite l’acquisto di titoli di Stato (modificata dalla legge 46/2006).
Legislazione societaria: la più diffusa forma societaria è la Srl (Societate cu Raspundere Limitata) che ha un
capitale minimo di ca. euro 60, sottoscritto interamente alla
costituzione. Altri tipi di società previsti dalla legislazione
romena sono la Società per Azioni (Societate pe actiuni –
SA), il cui numero di azionisti non può essere inferiore a 5 e
il cui capitale minimo obbligatorio è di euro 25.000, di cui il
30% sottoscritto alla costituzione e il resto entro 12 mesi; la
Società a nome collettivo (Societate in nume colectiv – SCS);
la Società in accomandita per azioni (Societate in Comandita pe Actiuni – ScA). Il testo legislativo di riferimento è la
Legge 31/1990 con le ulteriori modifiche ed integrazioni.
Brevetti e proprietà intellettuale
La L. 64/1991 (ripubblicata nel 2007) tutela il titolare di un
brevetto d’invenzione e sanziona l’indebita appropriazione,
fabbricazione, utilizzazione o messa in circolazione dell’oggetto; la L. 129/1992 (ripubblicata a norma dell’Art. III della L.
585/2002) sanziona l’appropriazione, la riproduzione, la fabbricazione, la vendita, l’utilizzazione di disegni e dei modelli
industriali coperti da privativa. L’OSIM – Oficiul de Stat pentru
Inventii si Marci (Ufficio dello Stato per Invenzioni e Marchi) è
l’ente addetto alla registrazione dei marchi e brevetti con 14
centri regionali presenti nelle principali città del Paese.
Business Atlas Europa
Sistema fiscale
In base alla Legge 571/2003 e ulteriori modifiche, sono obbligati a pagare l’imposta sugli utili tutte le persone giuridiche (romene o straniere) che svolgono attività in Romania.
L’imposta sui redditi delle persone fisiche si applica a persone fisiche romene e straniere per i redditi ottenuti in
Romania, per un periodo che supera un totale di 183 giorni
nei 12 mesi.
Anno fiscale: 1 gennaio – 31 dicembre.
Imposta sui redditi delle persone fisiche: unica
al 16%
Tassazione sulle attività di impresa: 16%
Imposta sul valore aggiunto: 24%; aliquota ridotta
(9%) prevista per alcuni beni e servizi.
NOTIZIE PER L’OPERATORE
Rischio Paese11: 3/7
Condizioni di assicurabilità SACE12: apertura con
condizioni per rischio sovrano; senza condizioni per rischio
privato e bancario
Sistema bancario
La Banca Nazionale della Romania (BNR) ha sede a Bucarest e dispone di 4 sedi regionali e 16 agenzie dislocate in
diverse parte del paese, soprattutto nelle zone con un alto
livello bancarizzazione. Il sistema bancario romeno è costituito da 40 istituti di credito di cui 9 sedi di banche straniere.
Le principali banche commerciali sono: Banca Comerciala
Romana (BCR-gruppo Erste Bank), Banca Romana pentru
Dezvoltare (BRD), Volksbank Romania, Alpha Bank Romania, CEC Bank, UniCredit Tiriac Bank, Raiffeisen Bank, Banca
Transilvania, Bancpost, ING Bank.
TASSI BANCARI13
TIPOLOGIAVALORE
BNR reference rate
2,25%
BNR lending facility
4,25%
BNR deposit facility
0,25%
ROBOR (1 ANNO)
1,70%
ROBID (1 ANNO)
1,00%
CREDITI RON
5,5% - 8%
CREDITI euro
7% - 14 %
DEPOSITI RON (1 anno) 2,50% - 4%
DEPOSITI euro
2% - 3%
Principali finanziamenti e linee di credito
ATTIVITÀ SIMEST
Agevolazione dei crediti all’esportazione Dlgs. 143/98 già Legge 227/77 “Ossola”
Acquisizione, a condizioni di mercato, di quote di capitale
sociale di imprese aventi sede all’interno della UE (Decreto
MISE 23/11/2008)
Servizi di assistenza tecnica e consulenza professionale
Per ulteriori informazioni si vedano le pagg. 10-11
Parchi industriali e zone franche14
La creazione di parchi industriali è disciplinata dalla
L.186/2013. Attualmente, in Romania, sono presenti 57
parchi industriali. I principali si trovano a Ploiesti, Timisoara,
Bucarest, Zarnesti (Brasov), Craiova.
Le zone franche sono disciplinate dalla L. 84/1992 modificata dalla L. 244/2004. Sono presenti 7 Zone Franche (Constanta Sud, Galati, Sulina, Giurgiu, Braila, Arad e Basarab).
Accordi con l’Italia
Convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia
di imposte sul reddito, sul patrimonio e per prevenire le
evasioni fiscali (14.01.1977); Accordo in tema di protezione
dell’investimento (6.12.1990).
Costo dei fattori produttivi
MANODOPERA (in €)15
CATEGORIADA
A
Operaio250 400
Impiegato400 600
Dirigente1.000 5.000
Organizzazione sindacale
L’organizzazione sindacale viene disciplinata dalla L.
54/2003. Presenti cinque sindacati maggiori: la Confederazione Nazionale Sindacati Liberi della Romania (CNSLR),
con 40 federazioni affiliate e 800 mila soci; la Confederazione Nazionale Sindacale Cartel Alfa (CNSCA) costituita
nel 1990 e affiliata alla Confederazione Mondiale del
Lavoro, presenta 38 associazioni di categoria affiliate che
rappresentano settori pubblici e privati; il Blocco Nazionale
Sindacale (BNS) costituito nel 1991 e comprende 39 federazioni dei settori più importanti dell’economia e 36 filiali
distrettuali; la Confederazione dei Sindacati democratici
della Romania (CSDR) è affiliato alla CES (Confederazione
europea dei sindacati) e alla CMT (Confederazione Mondiale del Lavoro) ed ha 20 federazioni affiliate, sia nel settore
pubblico e in privato; la confederazione nazionale dei sindacati (CSN) è stata fondato nel 1994 dalla fusione delle
due federazioni: la Federazione dei sindacati delle miniere
di rame della Romania e la Federazione Unita dell’industria
della gomma, comprende 27 federazioni regionali, 42 sedi
a livello provinciale e a Bucarest.
ELETTRICITA’ AD USO INDUSTRIALE (in €/ Kw/h)16
DAA
Alta e media tensione 0,10
0,20
11 Fonte: OCSE. Categoria OCSE (o categoria di rischio) indica il
grado di rischiosità (da 0 a 7, dove 0=rischio minore e 7=rischio
maggiore), ovvero la probabilità che si verifichi un default
12 Per maggiori informazioni www.sace.it
13 Fonte: Banca Nazionale Rumena (www.bnr.ro)
14 Fonte: Ministero dello Sviluppo Regionale e Amministrazione
Pubblica (http://www.dpfbl.mdrap.ro/)
15 Fonte: Istituto Nazionale di Statistica rumeno (INSEE)
16 Fonte: Transelectrica
Business Atlas Romania
PRODOTTI PETROLIFERI (in €/litro)17
DAA
Benzina1,16 1,31
Nafta 1,201,34
Combustibile industriale
0,68 (Media)
(LGP) ACQUA (in €/m3)18
Media
Ad uso industriale
0,84
IMMOBILI (in €/m2)
DAA
30
Affitto locali uso ufficio 4
INFORMAZIONI UTILI
Intesa SanPaolo Bank Romania
Art Business Center, Nicolae Caramfil Street, N 85 A floor 4,
Discrict 1 Bucarest
tel. +40 214053600
[email protected]
www.intesasanpaolo.ro
Unicredit Tiriac Bank Sa
Str. Expozitiei 1F, sector 1 012101 Bucuresti
tel +40 21 200 2020 - fax +40 21 200 2022
www.unicredittiriac.ro
[email protected] Unicredit Leasing Corporation
(Sede centrale) Str. Ghetarilor nr. 23-25, sector 1, Bucuresti, cod postal 014106
tel +40 22007777 - fax +40 212007787
[email protected] www.unicreditleasing.ro Indirizzi Utili NEL PAESE
IN ITALIA
RETE DIPLOMATICO CONSOLARE19
Ambasciata d’Italia
Strada Henri Coanda, 9 Bucarest
tel +40213052100 - fax +40213120422
www.ambbucarest.esteri.it
[email protected]
RETE DIPLOMATICO-CONSOLARE
Ambasciata
via N. Tartaglia 36 Roma
tel 06 8084529 – fax 06 8084995
[email protected]
http://roma.mae.ro •
ALTRI UFFICI DI PROMOZIONE ITALIANI
Istituto Italiano di Cultura
Aleea Alexandru 41, sector 1 – 011822 Bucarest
tel +40 21 2310880 – fax +40 21 2310880
[email protected]
www.iicbucarest.esteri.it/
Consolati Generali
Roma Via del Serafico, 69 - 75, 00142
Tel: 06.519 3447
Fax: (0039)06 51531151
[email protected] Bologna Via Guelfa, 9 Scala A, Int. 3
tel 051 5872120 / 051 5872209
fax 051 5871950
[email protected]
Milano via Gignese 2
tel 02 40074023 / 40074018 – fax 02 40074023
[email protected]
Torino Via Ancona 7
tel 011 2495264 – fax 011 2358136
http://torino.mae.ro
[email protected]
Trieste Via Udine 11
tel 040411652/0039 0404528136
fax 04044938
[email protected]
Ufficio ICE20
str. A.D. Xenopol 15, sector 15 – 010472 Bucarest
tel +40 21 2114240 – fax +40 21 2100613
[email protected]
ISTITUTI DI CREDITO ITALIANI
BNL c/o BNP Paribas Fortis
S-Park, A1. Sector 1, 11-15 Tipografilor Street, Bucharest,
tel +40 21 401 1701
[email protected]
[email protected]
Veneto Banca
(Succursale) Str. Gara Herastrau, nr.2-4, parter, et.1, 2 si 3
020334, Sector 2, Bucuresti
tel +40 212320712/26 - fax +40 212320738
www.italo-romena.ro - [email protected]
17 Fonte: Global Petrol Prices (http://www.globalpetrolprices.com);
18 Fonte: Apavital (http://www.apavital.ro/; prezzo include IVA)
19 Fonte: Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione
Internazionale (www.esteri.it).
20 Fonte: Agenzia ICE
Formalità doganali e documenti di viaggio
Per cittadini UE sufficiente il passaporto o un documento
di identità; per i cittadini di Paesi terzi è necessario un visto
d’ingresso.
Corrente elettrica: 220 V, 50 Hz
Business Atlas Europa
Giorni lavorativi ed orari
Uffici: lun-ven 9.00-17.00 / 18.00
Negozi: lun-ven 10.00-21.00; dom 10.00-15.00
Banche: lun-ven 8.30-12.30 - 14.00-18.00 (alcuni
istituti aperti anche il sabato mattina).
Festività: 1, 2 gennaio; 24 gennaio, Pasqua e Lunedi
dell’Angelo; 1 maggio; Pentecoste, Lunedì di Pentecoste;
15 agosto; 30 novembre St. Andrei; 1 dicembre (festa
nazionale), 25 e 26 dicembre.
Assistenza medica
I cittadini stranieri che soggiornano in Romania hanno
diritto al pronto soccorso. Per emergenze chiamare: 112,
961, 962 o 973.
MEZZI DI TRASPORTO
Compagnia aerea di bandiera: Tarom
Altre compagnie che effettuano collegamenti con l’Italia:
Alitalia, Wizz Air, Blue Air, Ryanair, Easy Jet, Lufthansa
Trasferimenti da e per l’aeroporto: l’aeroporto di Bucarest
si trova a 18 km dal centro della città; i collegamenti sono
assicurati da un servizio regolare di autobus (euro 1,50-2,
A/R) e da taxi (euro 10-20).
Siti di interesse
Governo della Romania: www.gov.ro
Banca Nazionale della Romania: www.bnr.ro
Istituto Nazionale di Statistica: www.insse.ro
Romexpo (ente fiere): www.romexpo.ro
Camera di Commercio Italiana per la Romania
Bucarest
ANNO DI FONDAZIONE: 1994
ANNO DI RICONOSCIMENTO: 2005
PRESIDENTE: Roberto Scagnoli
SEGRETARIO GENERALE: Adrian Ion Dimache
INDIRIZZO: Str. Franceza, n. 13, et. 2, 030102
TELEFONO: +40 21 3102315
FAX: +40 21 3102318
WEB: www.cameradicommercio.ro
EMAIL: [email protected]
ORARIO: lun-ven 9.00 -18.00
NUMERO DEI SOCI: 150
QUOTA ASSOCIATIVA: Società: euro 400; persone fisiche: euro 200; ONG: gratis
NEWSLETTER: Bollettino Legale, Bollettino fiscale-amministrativo, Bollettino energia, Bollettino bandi di gara, Bollettino Fondi strutturali (elettronici).
ACCORDI DI COLLABORAZIONE: REECO (organizzatore fieristico); Università di Cagliari; ISES Torino; Università Statale
di Milano; Camera di Commercio di Arad; Università di Padova; Università Bocconi; Università Cattolica del Sacro Cuore; CEI
Piemonte; Promec Modena; Metropoli Firenze
Succursale: Arad
Fly UP