...

Giocare vicino aCANESTRO

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Giocare vicino aCANESTRO
Fondamentali e Settore Giovanile
di Carlo
Recalcati
Dopo una lunga e
prestigiosa carriera da
giocatore, Carlo Recalcati
inizia la carriera da
tecnico con Bergamo,
che porta prima in A2 e
poi in A1. In seguito è a
Cantù, a Reggio Calabria,
all’Ambrosiana Milano
ed ancora a Bergamo.
Firma con Varese e vince
il campionato nel 1999 e
si ripete l’anno successivo
alla Fortitudo Bologna.
Dal 2003 al 2006 allena
il Montepaschi Siena,
con cui vince lo scudetto
2004 e la successiva
Supercoppa Italiana. Dal
2002 siede sulla panchina
della Nazionale Maschile,
con cui ha vinto la
medaglia di bronzo
agli Europei 2003
e l’argento ai Giochi
Olimpici di Atene 2004.
8
D.1
Giocare vicino
a CANESTRO
Nel basket attuale il gioco del post si
è concentrato sul blocco e giro e sul
portare vari tipi di blocchi per favorire
i tiratori dal perimetro.
In breve, si è perso il tipico ruolo del
post, un giocatore capace di giocare
spalle a canestro e nei pressi dell’area,
in grado di avere almeno un paio di
movimenti base e due alternative alla
reazione del difensore, come anche di
leggere la posizione della palla e del difensore e di muoversi di conseguenza.
Siamo convinti che in un’ottica di un
miglioramento dei nostri giocatori si
debba nuovamente lavorare con i post.
Vorrei anche chiarire che anche guardie ed ali dovrebbero, in alcune fasi,
allenarsi come i post, perché vi sono
situazioni di partita o tattiche in cui si
possono trovare a giocare in quella posizione.
Allenare e cercare di migliorare i lunghi richiede una pazienza ed una dedizione superiore rispetto al lavoro con
gli esterni. La maturazione di un lungo
necessita di più tempo, perché i lunghi,
in genere, maturano sia fisicamente,
che tecnicamente più tardi rispetto alle guardie ed alle ali.
Fatte queste opportune precisazioni,
iniziamo a vedere come si potrebbe
sviluppare un piano di lavoro per i giocatori che giocano in questo ruolo.
D.2
LAVORO PER LA RAPIDITÀ
DEI PIEDI
Sul campo vengono disposte strisce di
adesivo parallele, a circa 50 cm. di distanza l’una dall’altra e che vanno da
una riga laterale del campo all’altra. Il
giocatore, fronteggiando la linea di
fondo, deve fare passi veloci spostandosi da una striscia all’altra, prima verso destra, fino alla riga laterale opposta
e poi verso sinistra (diagr. 1). Stessa disposizione delle strisce, ma ogni tre
strisce parallele vi è anche una striscia
perpendicolare. Il movimento iniziale
è lo stesso, ma il giocatore, dopo aver
fatto passi veloci tra le prime tre strisce, giunto alla striscia perpendicolare,
fa un salto avanti ed indietro a piedi
pari, per poi riprendere a muoversi
orizzontalmente (diagr. 2). Stessa disposizione delle strisce, ma ogni tre
strisce parallele vi è una striscia disposta a 45 gradi. Una volta giunto a questa striscia ruota di 180 gradi (da fronte
a canestro a spalle a canestro), per poi
muoversi come prima parallelamente
alla linea di fondo (diagr. 3).
LAVORO CON
LA PALLA MEDICA
Due giocatori si dispongono fronteggiando il tabellone, uno a destra e l’altro a sinistra del canestro, con una
palla medica ognuno. Saltano con le
braccia estese per 5 volte toccando il
D.3
cino
TRO
D.4
D.5
9
D.6
D.7
D.8
Fondamentali e Settore Giovanile
tabellone con la palla e poi subito dopo saltano 5 volte con la palla da basket
sempre toccando il tabellone. Cambiano lato e ripetono lo stesso esercizio
sull’altro lato del tabellone (diagr. 4).
GIRO E TIRO
CON PALLA MEDICA
Un passatore con tre palle mediche da
5, 4 e 3 chili (oppure da 4, 3 e 2 chili
per i giocatori più giovani) ed una palla da basket ed un giocatore in post
basso di fronte al passatore. Il passatore passa la prima palla medica da 5
chili al post, che si gira e tira ed in successione le altre due, per terminare poi
con un tiro con la palla da basket. Lo
stesso esercizio è ripetuto sull’altro lato del campo (diagr. 5).
10
SOLUZIONI
CON AUTOPASSAGGIO
Una fila di giocatori lungo la linea di
fondo, ognuno con palla, alla sinistra
del canestro. Il primo giocatore fa un
autopassaggio, facendo rimbalzare la
palla all’altezza dell’angolo della lunetta di tiro libero, segue il passaggio, si
arresta e fa un giro frontale, stando
basso sulle gambe, con la palla tenuta
esternamente tra anca e petto, nella
posizione della tripla minaccia. Da
questa posizione i giocatori eseguono
i seguenti movimenti, con piede perno
il destro:
◆ Un tiro immediato non appena sono fronte a canestro.
◆ Una partenza immediata piede sinistro (direttamente sul giro).
◆ Un passo di condizionamento (finta) e partenza incrociata.
◆ Una partenza incrociata e poi una
virata.
Gli stessi movimenti sono eseguiti facendo perno sul piede sinistro e poi
eseguiti dopo un giro dorsale. Il tutto è
ripetuto sul lato destro del campo (diagr. 6).
ESERCIZIO MIKAN
Chiamato dal nome di un famoso centro dei primi anni della NBA, George
Mikan, in quest’esercizio il giocatore si
dispone sotto canestro con la palla tenuta forte con entrambe le mani all’altezza del mento e piegato sulle
ginocchia. Da questa posizione il giocatore, senza abbassare la palla, esegue
10 ganci, alternativamente uno a destra
ed uno a sinistra, appoggiando la palla
al tabellone e senza mai abbassarla al di
sotto delle spalle. E’ altrettanto importante che il giocatore alzi forte la gamba corrispondente alla mano di tiro per
aiutare il movimento (diagr. 7).
TRE RIMBALZISTI
Tre giocatori disposti sotto canestro,
uno a sinistra, uno a destra ed uno di
fronte a canestro, con l’allenatore con
palla fuori dall’area. L’allenatore tira la
palla contro il tabellone ed i tre giocatori lottano per il rimbalzo. Chi prende
palla gioca contro gli altri due giocatori, che diventano difensori e raddoppiano l’attaccante, tenendo le braccia
alte e cercando di impedirgli di segnare, possibilmente senza fare fallo. Una
volta segnato il canestro o se i difensori prendono palla, la palla è passata
fuori all’allenatore e si ricomincia.
L’esercizio termina dopo un certo numero di tiri (diagr. 8).
UN TIRATORE, DUE PALLONI
Un giocatore sotto canestro, due palloni
disposti a terra lateralmente vicino a lui,
uno a destra ed uno a sinistra, con due
compagni che prendono il pallone dopo
ogni tiro e lo rimettono a terra. Il giocatore afferra il pallone a sinistra tira di
potenza da sotto, poi afferra quello a
destra e tira e così di seguito, eseguendo
cinque tiri di potenza a sinistra e cinque
tiri di potenza a destra (diagr. 9).
D.9
TRECCIA A TRE GIOCATORI
Tre giocatori in area sotto canestro, uno D.10
a sinistra, uno al centro ed uno a destra,
un pallone ad uno dei due giocatori laterali. Chi ha il pallone lo lancia sull’altro lato del tabellone e segue andando
prima a toccare con il piede esterno la
linea, che delimita l’area, prima di riprendere il pallone e gettarlo nuovamente sul tabellone e così di seguito gli
altri due giocatori. È in pratica una treccia sotto canestro con la palla buttata
sul tabellone per un certo numero di
volte od un certo tempo (diagr. 10).
D.11
TAPIN CONTINUI
Due giocatori, con un pallone ognuno,
disposti fronte a canestro su un lato
del tabellone. Fanno quattro tap-in
consecutivi con la mano destra ed al
quinto indirizzano la palla a canestro.
Ripetono l’esercizio con la mano sinistra (diagr. 11).
D.14
D.15
11
D.16
D.17
RIMBALZO E TIRARE
Un passatore con palla ed il giocatore
con la schiena rivolta a canestro. Il
passatore lancia la palla sul tabellone, il
giocatore si gira, prende il rimbalzo e D.12
segna con un tiro di potenza per cinque volte, poi chi ha tirato diventa passatore e chi ha passato si dispone sotto
canestro (diagr. 12).
RACCOGLIERE E TIRARE
Un passatore con palla sotto al tabellone ed un giocatore sotto canestro, con
la schiena rivolta al tabellone. Il passatore fa scivolare la palla al suolo a destra o a sinistra ed il giocatore deve
girarsi rapidamente, afferrarla e tirare
di potenza, poi chi ha tirato va in fon- D.13
do alla fila ed il passatore entra in cam-
D.18
Fondamentali e Settore Giovanile
po per fare l’esercizio (diagr. 13).
UNO CONTRO UNO
CON APPOGGIO
Un post basso con palla, un difensore
che marca da dietro ed un giocatore in
appoggio nella fascia centrale del campo. Il post fa un palleggio in mezzo all’area, passa la palla al compagno e poi
cerca di smarcarsi per ricevere e giocare uno contro uno vicino a canestro D.19
(diagr. 14).
RUBARE IL TEMPO
AL DIFENSORE
Un giocatore con palla oltre la linea del
tiro da tre punti nella fascia centrale
del campo, due giocatori disposti in
post basso sui due lati dell’area. Il giocatore con la palla passa ad uno dei due
giocatori in post: chi riceve attacca e
l’altro post difende, con l’attaccante che
cerca di rubare il tempo al difensore
(diagr. 15).
12
D.20
D.22
D.23
SMARCAMENTI IN BASE
ALLA PALLA ED AL DIFENSORE
Il post deve essere in grado di leggere
la posizione del difensore e della palla
e, poi, muoversi di conseguenza.
Idealmente dovrebbe sempre trovarsi
in linea retta tra palla e canestro ma
questo non sempre è possibile. Vediamo, quindi, le varie situazioni che deve
fronteggiare e come deve reagire.
Difensore dietro: se il post è disposto
in posizione bassa vicino a canestro,
ad esempio sul lato destro del campo, D.21
D.24
con la palla in posizione più alta rispetto al post ed al suo difensore, il post
farà un passo con la gamba sinistra
smarcarsi, ricevere e giocare uno conro da tre punti, con il primo giocatore
verso la palla per smarcarsi, ricevere e
tro uno (diagr. 19).
della fila senza palla, il secondo con
giocare uno contro uno (diagr. 16).
palla ed un difensore sotto canestro. Il
Se, invece, la palla è in una posizione
RICEZIONE IN POST ALTO
primo giocatore corre in area, cerca di
più bassa rispetto al post ed al suo diSempre basandosi sul concetto di sensmarcarsi sotto canestro, tiene la posifensore, il post farà un passo con la
tire la difesa e muoversi di conseguenzione, riceve e tira di potenza (diagr.
gamba destra verso la palla per smarza, con un passatore oltre la linea del
21). Chi ha tirato diventa difensore e
carsi, ricevere e giocare uno contro
tiro da tre punti ed un giocatore in post
l’attaccante va in fondo alla fila.
uno (diagr. 17)
alto in lunetta con un difensore dietro
Difensore in anticipo di tre quarti alto:
di lui. Il giocatore in lunetta riceve e, in
COLLABORAZIONE
se la palla è in una posizione più alta
base al lato che gli concede il difensore,
SUI DUE LATI
rispetto al post, il post porterà il difenruoterà immediatamente sullo stesso
Due passatori in posizione d’ala, uno
sore più in alto e poi farà un passo con
lato da cui ha ricevuto palla, attaccancon palla e l’altro senza ed un post basla gamba sinistra verso canestro per
do il canestro, partendo con la stessa
so, sul lato debole, marcato da un difensmarcarsi, ricevere e giocare uno conmano e stesso piede (diagr. 20). Il passore. Chi ha palla cambia lato, passando
tro uno (diagr. 18).
satore diventa attaccante e chi ha tirato
all’altro passatore ed il post deve leggeDifensore in anticipo di tre quarti basdiventa difensore.
re la difesa e muoversi di conseguenza
so: se, invece, la palla è in una posizioper smarcarsi, tenere la posizione ricene più in basso rispetto al post, il post
POST SOTTO CANESTRO
vere ed andare al tiro, concludendo con
porterà il difensore più in basso e farà
Una fila di giocatori oltre la linea del tivarie soluzioni (diagr. 22 e 23).
un passo con la gamba destra per
D.26
D.31
D.25
CAMBIARE LATO
La palla è passata sull’altro lato del
campo ed il post deve smarcarsi, tenere la posizione, ricevere palla e giocare
uno contro uno. La stessa cosa con il
post che cambia lato alla palla e la pas- D.27
sa sul lato opposto, va poi verso la palla
si smarca, riceve e gioca uno contro
uno, concludendo con varie soluzioni
(diagr.24, 25, 26, 27, 28 e 29).
SPAZIATURE
E’ altrettanto fondamentale che il post
adegui la sua posizione in base alle penetrazioni degli esterni.
Penetrazione in ala/post basso lato forte
Lungo la linea di fondo: il post basso
sale verso la lunetta di tiro libero sullo D.28
stesso lato della penetrazione (diagr.
30).
Verso il centro dell’area: il post scivola
nell’angolo corto sullo stesso lato della
penetrazione(diagr. 31).
Penetrazione in ala/post basso lato debole
Lungo la linea di fondo: il post ruota in
opposizione alla penetrazione in palleggio in ala (diagr. 32).
Verso il centro dell’area: il post ruota in
opposizione alla penetrazione in palleggio lungo la linea di fondo (diagr.
D.29
33).
PENETRAZIONE
DALLA FASCIA CENTRALE
Sul lato opposto al post: il post ruota in
opposizione alla penetrazione in palleggio dalla fascia centrale (diagr. 34).
Sullo stesso lato del post: il post ruota
in opposizione alla penetrazione in
palleggio lungo la linea di fondo (diagr.
35).
Lezione tenuta al II° Clinic Tigulliosport Team di S.Margherita Ligure Trofeo Armani Jeans.
D.30
■
D.32
13
D.33
D.34
D.35
Fly UP