...

Istruzione dei quadri superiori dell`esercito

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Istruzione dei quadri superiori dell`esercito
Schweizerische Eidgenossenschaft
Confédération suisse
Confederazione Svizzera
Confederaziun svizra
Esercito svizzero
Istruzione dei quadri
superiori dell’esercito
Un valore aggiunto per l’economia
1
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 1
05.05.15 10:21
2
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 2
05.05.15 10:21
Indice
Che cosa offre l’esercito?
4
Questo è il suo valore aggiunto!
7
Le carriere dei quadri
11
Il comandante d’unità
13
Il comandante di corpo di truppa
15
Gli aiuti di comando di corpo di truppa
17
Lavoro pratico di squadra
19
Livello Grande Unità
20
L’istruzione di stato maggiore generale
23
Interessi comuni dell’esercito e dell’economia
27
Uguaglianza linguistica
Per motivi di leggibilità viene utilizzata soltanto la forma
maschile, tuttavia il testo si rivolge anche alle donne.
3
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 3
05.05.15 10:21
Che cosa offre l’esercito?
Nuove leve tra i quadri
L’esercito è in grado di assolvere il suo
compito fondamentale soltanto se tutte
le sue forze interagiscono in maniera
ottimale. Truppe con istruzione, equipaggiamento e specialisti diversi, devono
saper svolgere compiti parziali nonché
impegnativi e cooperare nell’intento di
perseguire uno scopo comune.
Per un’organizzazione di condotta efficiente i nuovi quadri, istruiti in maniera
professionale, costituiscono pertanto una
colonna portante. Con il Centro di com-
petenza per la formazione alla condotta
l’esercito prepara e forma adeguatamente, nell’ambito dell’istruzione superiore dei quadri, le giovani leve scelte tra
i quadri, in vista della loro futura funzione
di milizia. Il bagaglio appreso e finalizzato
alla risoluzione di problemi trova poi
applicazione anche sul posto di lavoro.
La presente pubblicazione intende offrire
una panoramica dell’istruzione per i
diversi livelli e le varie funzioni ricoperte
dai quadri superiori.
Competenza
sociale
Competenza
di condotta
Conoscenze
tecniche
Conoscenze
metodologiche
Triangolo della competenza di condotta
4
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 4
05.05.15 10:21
La carta vincente dell’esercito
Durante l’istruzione e la condotta di tutti i giorni, i quadri hanno
costantemente la possibilità di comandare, di esigere prestazioni
e d’incentivare i propri subordinati. Questo riferimento costante
alla pratica, inizialmente indotto, addirittura anche in condizioni
difficili, forma i quadri, generando così un valore aggiunto per
le cariche dirigenziali in ambito civile.
Formazione militare
alla condotta
Condotta diretta dei team e del personale: Capacità di gestione e di leadership:
• istruzione pratico-teorica di più
• istruzione pratico-teorica di più settisettimane nel lavoro di stato maggiore
mane in materia di tecnica di condotta
e nella tecnica di condotta;
e gestione delle persone;
• ripetuta applicazione pratica nei corsi
• allenamento pratico di più settimane
di ripetizione.
con soldati e quadri;
• responsabilità diretta di gruppi e unità
comprendenti da 4 a 200 reclute/soldati
(incl. mat, mun, veic, suss) anche in
condizioni difficili con feedback 1 a 1;
• ripetuta applicazione pratica nei corsi
di ripetizione.
5
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 5
05.05.15 10:21
6
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 6
05.05.15 10:21
Questo è il suo valore aggiunto!
I quadri di milizia dell’Esercito svizzero:
• applicano in maniera sistematica le
conoscenze militari in fatto di condotta;
• lavorano in maniera metodica, indipendente e secondo i criteri del processo
decisionale razionale;
• anche in condizioni difficili sono in
grado di trovare tempestivamente
delle soluzioni e di metterle in pratica;
In questo modo creano un valore
aggiunto anche per il loro datore di
lavoro civile!
Li
p e r mi t
so i
n
al
L av
o
so ro
tt
ra
ua d
sq
di tre s s
s
o
• nel lavoro di squadra si focalizzano
sull’obiettivo stabilito;
• applicano i valori etici di una moderna
cultura di condotta.
C am
A
m t te g
gia en
to s
icuro
i
ta
Eleva ilità
responsab
Condotta delle
persone
eratismo
7
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 7
05.05.15 10:21
Questo è il suo valore aggiunto!
Condotta militare
«Nell’ambiente militare, comandare significa dirigere l’azione
dei subordinati per conseguire uno scopo comune. Il successo
ottenuto da una formazione militare risulta dalla collaborazione dei singoli secondo un determinato piano». Per analogia,
questi principi valgono anche nel campo dell’economia dove la
competenza di condotta del superiore svolge un ruolo decisivo.
(Vedi Regolamento di servizio, numero 9).
Processo strutturato
Un processo di presa di decisioni sistematico e standardizzato
costituisce la base di tutte le attività di condotta e consente, in
caso di mancanza di tempo e di situazione incerta, di giungere
ad un risultato in tempi rapidi e in modo mirato.
Situazione
1
Valutazione della situazione
Presa di decisione
Sviluppo dei piani
Data d’ordine
Misure d‘urgenza
Piano orario
Comprensione del problema
2
3
4
5
Gestione dei rischi
8
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 8
05.05.15 10:21
Analisi integrata dei fattori
Nell’ambito della valutazione della situazione
vengono analizzati i differenti fattori e successivamente tratte le conseguenze, secondo il
principio «affermazione – deduzione –
conseguenza (ADC)».
Compito
Tempi
Ambiente
Mezzi
dell’avversario /
minaccia
Mezzi
propri
Pensare formulando varianti
Nel processo di condotta militare la capacità di pensare formulando varianti viene standardizzata. Essa consente infatti di
riconoscere i punti di forza e i punti deboli delle varie possibilità
che si presentano in una data situazione. Il responsabile opta
per una variante che poi sfocia nella decisione.
Variante
«AUTOMOBILE»
Variante
«TRENO»
Variante
«BARCA»
9
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 9
05.05.15 10:21
10
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 10
05.05.15 10:21
Le carriere dei quadri
Dopo la scuola reclute i militari possono scegliere diverse carriere: quella di sottufficiale, quella di sottufficiale superiore o quella di ufficiale.
Scuola reclute (SR)
Scuola per i
quadri subalterni
Suff spec
(cpl)
Capogruppo
(sgt)
Sottufficiale
superiore
(sgtm / fur/ sgtm capo)
Caposezione /
quartiermastro
(ten / I ten)
Caposezione della logistica
(aiut suff)
Un caposezione della logistica (aiut suff)
può essere istruito quale comandante
d’unità o aiuto di comando in determinate formazioni della logistica. Un ufficiale subalterno (ten / I ten) può accedere
a diverse carriere: da un canto la carriera
Livello
Unità
(compagnia,
batteria,
colonna,
scaglione)
Comandante
di comandante, dall’altro la carriera di
aiuto di comando. I comandanti d’unità
con ottime qualifiche, dopo tre corsi di
ripetizione, possono essere proposti per
l’istruzione a ufficiale di stato maggiore
generale.
Ufficiale SMG
Corso di formazione tecnica
Corso di formazione alla condotta I
Aiuto di comando
Caposezione /
quartiermastro /
sottufficiale superiore
Servizio pratico
Comando d’unità
Corpo di truppa
(battaglione,
gruppo,
squadra)
Istruzione di stato
maggiore generale
(SMG)
Corso di formazione alla condotta II, 1a parte
Corso di formazione tecnica I
Corso di formazione di stato
maggiore I, 1a parte
Corso di formazione alla condotta II, 2a parte
Corso di formazione tecnica
Servizio pratico
per determinate funzioni
Cfo SMG I – III,
Impiego in una
Grande Unità
Corso di formazione di stato
maggiore I, 2a parte
Servizio pratico
per determinate funzioni
Aiuto di comando
di un corpo di truppa
Comando di un corpo
di truppa
Grande Unità
(formazione
d’addestramento,
brigata,
regione territoriale)
Impiego in una Grande
Unità / secondo
istruzioni speciali
Cfo SMG IV, V
Impiego in una
Grande Unità
Sottocapo di stato maggiore, capo di stato maggiore, sostituto
comandante, Comandante di una Grande Unità
Corso di formazione tecnica
Corso di formazione di stato
maggiore II, 2a parte
Aiuto di comando
di una Grande Unità
Ufficiale di stato maggiore generale con una carriera di comandante
11
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 11
05.05.15 10:21
Istruzione quale comandante d’unità (capitano/maggiore)
Corso di formazione
alla condotta I
26 giorni
Corso di formazione
tecnica I
max. 26 giorni*
Servizio pratico
max. 61 giorni
4 – 8 CR
* Partecipanti e durata secondo le Istruzioni concernenti i servizi d’istruzione per l’assunzione di una
funzione o per la promozione.
Giorni di servizio secondo gli anni previsti per la funzione (art. 50 OOPSM)
12
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 12
05.05.15 10:21
Livello unità
Il comandante d’unità
(capitano/maggiore)
Il capo
Competenze acquisite
Di regola il comandante d’unità è a
capo di diverse sezioni (ca. 200 militari).
A lui sono direttamente subordinati diversi capisezione, un sergente maggiore
d’unità e un contabile (furiere).
Egli dispone di un senso di responsabilità
complessivo, del tutto paragonabile alle
responsabilità di una PMI o di un servizio
ausiliario all’interno di una grande
azienda. La competenza metodologica
incentrata sulla pratica gli consente di
procedere in maniera coerente, sistematica e mirata anche in caso di compiti
complessi.
Il comandante d’unità dirige la sua
unità nell’ambito dell’impiego e dell’istruzione. Con i suoi 26 anni di media,
riveste il grado di capitano (cap). Dopo
quattro anni in questa funzione può
essere promosso al grado di maggiore
(magg) se comanda un’unità di stato
maggiore o un’unità logistica.
Ambiti amministrativi
La variegata sfera di responsabilità del
comandante d’unità spazia dalle questioni relative al personale prima e fuori
del servizio, alla realizzazione della
prontezza di base e della prontezza
all’impiego della sua unità, fino alla
gestione finanziaria secondo criteri
determinati e pertinenti. Inoltre il
comandante d’unità è competente
per i provvedimenti disciplinari. Le
pene disciplinari sono: la riprensione,
il divieto d’uscita, la multa disciplinare
e gli arresti.
Anche sotto pressione sarà quindi in
grado di elaborare soluzioni attuabili
e di concretizzarle in pratica.
Le esperienze riguardanti la condotta di
persone con i quadri e la truppa gli insegnano a fissare correttamente le priorità
e a stabilire laddove bisogna concentrare
gli sforzi principali.
13
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 13
05.05.15 10:21
Istruzione quale comandante di un corpo di truppa
Corso di formazione
alla condotta II
38 giorni (in 2 parti)
Corso di formazione
tecnica II
max. 12 giorni
Servizio pratico
max. 26 giorni
4 – 8 CR
Almeno 2 anni come sost cdt (senza grado di uff SMG), età minima per la promozione: 35 anni
(art. 61 OOPSM)
Giorni di servizio secondo gli anni previsti per la funzione (art. 50 OOPSM)
14
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 14
05.05.15 10:22
Livello corpo di truppa
Il comandante
(tenente colonnello)
• Condotta di collaboratori / competenze
di leadership
Di regola il comandante di un corpo di
Coinvolgimento di uno stato maggiore
truppa comanda più unità. A lui sono
nel processo di condotta, conseguire
affiancati uno stato maggiore (aiuti di
un obiettivo all’interno di un team:
comando) e una compagnia di stato mag– impiegare gli aiuti di comando in
giore o una compagnia di servizio. Un
maniera mirata per l’acquisizione
corpo di truppa comprende da 700 a
di basi rilevanti e per la messa in
1000 militari. I suoi compiti sono:
pratica di decisioni;
• condotta del corpo di truppa durante
– impartire obiettivi chiari e valutare il
il servizio, durante i preparativi e al
lavoro dei collaboratori in maniera
termine del servizio;
costruttiva;
• definizione dei criteri d’istruzione per il
– gestire con successo situazioni concorpo di truppa (battaglione/gruppo);
flittuali e di stress.
• controllo e gestione dell’istruzione;
• istruzione diretta dei comandanti
• Comunicazione
d’unità e dei capisezione;
Tecnica di presentazione e di relazione
• selezione del personale e delle giovani
e contatto con i media:
leve;
– strutturare le presentazioni in
• direzione di esercizi a livello di unità;
maniera chiara, utilizzare i mezzi in• gestione di rapporti / accordi;
formatici di supporto con efficacia;
• coordinamento e collaborazione
– limitare le affermazioni all’essencon i diversi partner sia civili che
ziale, utilizzare delle formulazioni
nell’esercito.
incisive;
– applicare le regole di base dell’informazione conformemente alle esiCompetenze acquisite
genze dei media di fronte al microfono e alla telecamera in maniera
• Tecnica di condotta / capacità di
convincente.
gestione
Processo di presa di decisione
sistematico. Si tratta di saper:
– affrontare i problemi complessi in
maniera strutturata;
– elaborare e valutare varianti di soluzioni anche sotto pressione;
– prendere decisioni attuabili e metterle in pratica in concetti e ordini.
Compiti
15
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 15
05.05.15 10:22
Istruzione degli aiuti di comando dei corpi di truppa
(capitano /maggiore)
Corso di formazione
tecnica
5 – 24 giorni
Corso di formazione
di stato maggiore I
max. 24 giorni
(in 2 parti)
Servizio pratico
(per singole funz)
4 – 8 CR
Promozione a capitano al termine dell’istruzione
Promozione a maggiore dopo 4 anni con il grado di cap (secondo OCTF)
16
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 16
05.05.15 10:22
Livello corpo di truppa
Gli aiuti di comando
(capitano/maggiore)
• Lavoro di squadra / all’interno di uno
stato maggiore
Integrazione all’interno di uno stato
• definizione dei criteri d’istruzione in un
maggiore / di un team, conseguire
ambito tecnico specifico;
insieme gli obiettivi:
• contributo personale alla data
– impiegare i collaboratori in maniera
d’ordine nel quadro dei preparativi;
mirata per l’acquisizione di basi
• istruzione diretta degli specialisti;
decisionali rilevanti e per la messa
• direzione di esercizi nel proprio ambito
in pratica di decisioni;
tecnico;
– fornire appoggio durante il processo
• sorveglianza, accompagnamento
decisionale in maniera interdisciplie gestione dell’istruzione;
nare e polivalente;
• coordinamento della collaborazione
– gestire con successo situazioni
tra la truppa e i partner;
conflittuali e di stress.
• consulenza tecnica al comandante del
corpo di truppa.
• Comunicazione
Tecnica di presentazione e di relazione
Competenze acquisite
e contatto con i media:
– strutturare le presentazioni in
• Tecnica di condotta e di stato
maniera chiara, utilizzare i mezzi inmaggiore / competenze di gestione
formatici di supporto con efficacia;
Processo decisionale sistematico:
– limitare le affermazioni all’essen– affrontare problemi complessi in
ziale, utilizzare delle formulazioni
maniera strutturata;
incisive;
– analizzare le situazioni e trarre le
– applicare le regole di base dell’inforconseguenze;
mazione conformemente alle esi– elaborare e valutare varianti di
genze dei media di fronte al microsoluzioni anche con poco tempo a
fono e alla telecamera in maniera
disposizione;
convincente.
– applicare le decisioni prese in
concetti e ordini;
– valutare l’adeguatezza delle attività;
– impiegare in maniera sistematica e
mirata i sussidi didattici.
Compiti:
17
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 17
05.05.15 10:22
18
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 18
05.05.15 10:22
Lavoro pratico di squadra
Il lavoro di squadra: la chiave per il successo
Il lavoro di stato maggiore è in gran parte un lavoro di squadra.
Come tale costituisce il presupposto per un lavoro efficiente
e privo di errori.
Nei corsi di formazione per i quadri superiori, il lavoro di stato
maggiore, e quindi il lavoro di squadra, assume una notevole
importanza. Al riguardo l’esercito offre un valore aggiunto
difficilmente attenibile in altre istruzioni.
Valore aggiunto del lavoro di squadra
• Lavoro di squadra in condizioni di stress.
• Condotta delle persone.
• Conoscenza dei limiti personali.
• Cameratismo.
• Promozione di un atteggiamento sicuro.
• Senso di responsabilità.
Si tratta di valori aggiunti estremamente utili anche
all’economia.
19
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 19
05.05.15 10:22
Livello Grande Unità
(brigata/regione territoriale /formazione
d’addestramento)
Il comandante (brigadiere/divisionario)
Di regola il comandante di una Grande
Unità comanda più corpi di truppa.
Egli è affiancato da uno stato maggiore
(aiuti di comando). Una brigata comprende circa 10 000 militari. A seconda
della situazione le truppe possono essere
subordinate alle regioni territoriali,
mentre le scuole reclute e le scuole per
i quadri subalterni di milizia (fino al
grado di ufficiale subalterno) sono
subordinate alle formazioni d’addestramento.
Istruzione
Generalmente la carriera passa dai livelli
di comandante di corpo di truppa, aiuto
di comando di una Grande Unità e sostituto comandante di una Grande Unità.
Inoltre il comandante di una Grande
Unità assolve in linea di principio
l’istruzione di stato maggiore generale
(Cfo SMG I–V).
A seconda delle esigenze, l’istruzione
successiva viene stabilita secondo disposizioni speciali. La maggior parte dei
comandanti delle Grandi Unità sono
militari di professione, tuttavia la funzione è aperta anche alla componente
di milizia.
20
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 20
05.05.15 10:22
Gli aiuti di comando (maggiore/tenente colonnello, tenente
colonnello /colonnello)
Di regola, i processi del lavoro di stato
maggiore e le competenze acquisite sono
uguali al livello di corpo di truppa, tuttavia i compiti sono notevolmente più
complessi ed impegnativi. In una Grande
Unità le formazioni provenienti da diffe-
renti Armi e servizi ausiliari devono collaborare. Le rispettive conoscenze specifiche vengono trasmesse nell’ambito del
corso di formazione tecnica, mentre
quelle dello stato maggiore durante il
corso di formazione di stato maggiore II.
Istruzione quale aiuto di comando di una Grande Unità
Corso di formazione
tecnica
max. 19 giorni
Corso di formazione di
stato maggiore II
max. 31 giorni (in 2 parti)
4–8 anni
(al massimo 75 giorni in un
periodo di due anni consecutivi)
21
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 21
05.05.15 10:22
22
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 22
05.05.15 10:22
L’istruzione di stato maggiore
generale
Selezione degli ufficiali di stato maggiore generale
Gli ufficiali di stato maggiore generale
costituiscono l’élite del nostro esercito.
La loro ottima reputazione deriva dagli
elevati requisiti posti in fatto di capacità
prestazionale, da un comportamento
adeguato a un militare e da grande
affidabilità (resistenza allo stress).
Essi sono in grado di risolvere i problemi
in maniera affidabile, precisa e con una
capacità di resistenza allo stress superiore
alla media, si tratta di generalisti che
ragionano in maniera analitica e critica
con vaste conoscenze militari e la necessaria comprensione dei contesti superiori.
Dalla selezione dei candidati per l’istruzione di stato maggiore generale fino
al momento della promozione vigono
requisiti unitari e vincolanti:
• tre servizi di perfezionamento o corsi
di ripetizione della truppa (SPT) quale
comandante d’unità, avendo ottenuto
la valutazione «ottimo» durante
l’ultimo SPT;
• ispezione da parte del comandante
della Grande Unità con la proposta
all’istruzione di stato maggiore
generale;
• come minimo della valutazione
«buono» durante il corso di formazione alla condotta II;
• esame psicologico d’idoneità presso
l’Istituto di medicina aeronautica;
• assessment / esame d’idoneità militare
per futuri ufficiali di stato maggiore
generale;
• proposta al corso di formazione di
stato maggiore generale I (Cfo SMG I)
formulata dal capo dell’esercito;
• conseguimento come minimo della
valutazione «sufficiente» durante il
corso di formazione di stato maggiore
generale I e II.
Il superamento di tutti gli esami e degli
assessment costituisce una condizione
indispensabile.
23
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 23
05.05.15 10:22
Compiti degli ufficiali di stato
maggiore generale (uff SMG)
Istruzione di base degli ufficiali
di stato maggiore generale
L’ufficiale di stato maggiore generale
viene impiegato quale aiuto di comando
in seno allo stato maggiore di una
Grande Unità (GU). Al più basso livello di
funzione egli elabora, nel quadro di processi di pianificazione e di condotta, prodotti chiave negli ambiti seguenti: operazioni, servizio informazioni, logistica o
aiuto alla condotta. Al livello di funzione
successivo gli viene affidata la gestione
di uno ambito fondamentale di condotta
(AFC) in veste di sottocapo di stato maggiore (SCSM). Al livello di funzione più
alto egli comanda, quale capo di stato
maggiore (CSM), una Grande Unità oppure può essere impiegato in veste di
sostituto comandante (sost cdt).
L’istruzione di base è focalizzata sul
bagaglio di conoscenze proprie dell’ufficiale di stato maggiore generale. I corsi di
formazione di stato maggiore generale
I-III forniscono le competenze necessarie
all’ufficiale di stato maggiore generale
per elaborare in seno allo stato maggiore
di una Grande Unità solide basi decisionali destinate al comandante e di applicare le proprie decisioni in concetti e ordini. Per l’istruzione di base vigono i seguenti principi didattico-metodologici:
• ritmo di lavoro intenso (70–80 ore
settimanali);
• insegnamento in piccoli gruppi di
cinque-sette partecipanti al massimo;
• struttura dell’istruzione con un nesso
alla pratica;
• casi modello elaborati singolarmente
(lavoro di squadra e di gruppo nel
Cfo SMG III);
• valutazione di tutti i lavori dei partecipanti ed elaborazione durante un
colloquio didattico.
Panoramica dei corsi di formazione di stato maggiore generale
Istruzione di base degli uff SMG
I
Cap (33),
Asp uff SMG
II
Magg SMG (34)
Uff SMG*
Ammissione nei corpi
III
Magg SMG (35)
Uff SMG**
* Condizione: otto anni con il grado di ufficiale,
** ten col SMG (dal nono anno con il grado)
24
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 24
05.05.15 10:22
(35)
Perfezionamento degli ufficiali Impiego degli ufficiali di stato
di stato maggiore generale
maggiore generale
Il perfezionamento è incentrato sulla
tecnica di condotta e di stato maggiore.
Il perfezionamento serve quale preparazione degli ufficiali di stato maggiore
generale in vista delle future funzioni di
comando all’interno dello stato maggiore di una Grande Unità, durante il Cfo
SMG IV per la funzione di sottocapo di
stato maggiore (SCSM) e nel Cfo SMG V
per quella di capo di stato maggiore o
sostituto comandante (CSM o sost cdt).
Di regola, dopo la promozione l’ufficiale
di stato maggiore generale rimane
incorporato fino al suo proscioglimento
dall’obbligo militare nello stato maggiore di una Grande Unità. Ciò non
esclude tuttavia che dopo il superamento
del Cfo SMG III egli assuma per alcuni
anni il comando di un corpo di truppa.
Questo impiego alternato costituisce
una soluzione ideale, poiché consente di
mantenere viva la comprensione per le
questioni relative alla truppa e fa sì che
l’ufficiale di stato maggiore generale
non perda il contatto con la realtà.
Perfezionamento degli uff SMG
III
Ten col SMG (35)
Cdt C trp
IV
Ten col SMG (38),
SCSM
V
Col SMG (42), CSM
Col SMG (42), sost cdt
Corso di formazione combinato (Cfo SMG III – V/ Cfo SM II)
25
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 25
05.05.15 10:22
26
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 26
05.05.15 10:22
Interessi comuni
dell’esercito e dell’economia
Esercito di milizia ed economia
Dei quadri ben istruiti costituiscono un
importante fattore di successo sia per
l’economia che per l’esercito. Dalla
competenza di condotta dei quadri
traggono profitto entrambi: l’economia
e l’esercito. Pertanto il radicamento
dell’esercito nell’economia è di fondamentale importanza per le seguenti
ragioni:
• per un determinato periodo, le ditte
mettono al servizio dell’esercito i propri collaboratori, contribuendo così a
quella sicurezza che risulta necessaria
ai fini di uno sviluppo economico
duraturo.
• d’altro canto, l’esercito offre ai propri
quadri di milizia una formazione
pratica alla condotta impartita in
maniera sistematica che trova applicazione anche nello svolgimento
quotidiano della propria professione.
Economia
Interessi comuni
Esercito di milizia
27
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 27
05.05.15 10:22
www.armee.ch/hka
150501_Brochuere_Ausb_hoehere_Armeekader_i.indd 28
HKA – 5.2015 I
Istruzione superiore dei quadri dell’esercito ISQE
Murmattweg 6
6000 Lucerna 30
Tel. +41 58 469 45 00
Fax +41 58 469 45 10
05.05.15 10:22
Fly UP