...

I nomadi pagheranno le bollette

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

I nomadi pagheranno le bollette
Cronaca Reggio
MARTEDÌ
7 GIUGNO 2011
7
SVOLTA in consiglio: passa la linea della Lega. Per ogni famiglia tariffe-sosta con singoli contratti
“Non spostate l’istituto”
I nomadi pagheranno le bollette
Damian (Udc):
“La Giunta
intervenga”
Approvato ieri il nuovo regolamento per le comunità sinte. Ecco cosa cambia
Un reggiano premiato
Moramarco
universitario
modello
E’ UN REGGIANO il
miglior laureato in Scienze
politiche a Bologna. Graziano Moramarco, 24
anni, è tra i vincitori del
premio “Guido Paolucci”,
conferito dai Rotary Club
bolognesi ai migliori laureati delle facoltà dell’Università di Bologna. Moramarco, che ha conseguito a
pieni voti la laurea magistrale in “Economia, industria e istituzioni finanziarie” con una tesi in econometria avanzata, sarà premiato come miglior laureato della facoltà di Scienze
Politiche per l’anno accademico 2009-2010. Il premio verrà consegnato
domani a Bologna, davanti
ad autorità accademiche e
cittadine. Attualmente sta
svolgendo attività di ricerca per un’importante
società di analisi e consulenza economico-finanziaria. Moramarco si è diplomato al liceo classico Ariosto e ha frequentato corsi di
formazione musicale.
PASSA la linea dura della Lega:
è stato approvato ieri dal consiglio comunale il nuovo regolamento per le comunità nomadi.
La mozione era stata presentata
dal Carroccio che aveva espresso
la proposta di cambiare le regole
nei campi nomadi. «Rispetto al
testo iniziale è stata accettata
una serie di emendamenti che
non modificano i principi del
testo. I nomadi dovranno ora
pagare le utenze ordinarie e una
tariffa per l’occupazione della
sosta. Infine, è stato introdotto
un aumento della vigilanza
all’interno dei campi, con un
numero massimo di piazzole spiega soddisfatto Giacomo
Giovannini capogruppo della
Lega Nord -. Il numero dei residenti resta bloccato e può essere
modificato solo in seguito a
nascite e matrimoni tra i residenti del campo. La Lega è soddisfatta, perché il regolamento così
modificato si muove nell’ottica
di responsabilizzare le famiglie
occupanti, come il Carroccio
aveva proposto».
Il testo, approvato con 27 voti
favorevoli
(Pd,
Lega,
Reggio5stelle, Sel), 3 voti contrari (Pdl) e due astensioni (Udc
e consigliere Immovilli- Pdl) - si
pone, infatti, in continuità con le
strategie di integrazione sociale
dei nomadi e prosegue il lavoro
di scolarizzazione di bambini e
ragazzi avviato dall’Amministrazione comunale, stabilendo,
in particolare, gli oneri a carico
delle famiglie assegnatarie delle
aree di sosta. Tra le novità intro-
NECROLOGIE
Ieri 6 Giugno è mancato
all’affetto dei suoi cari
Un campo nomadi di Reggio
dotte dal regolamento ci sono
nuove disposizioni circa le
dimensioni dei campi, le tariffe e
le responsabilità delle famiglie
occupanti, l’autorizzazione e la
gestione delle strutture ed eventuali sanzioni per i casi di inadempienza.
Per quanto riguarda il pagamento delle tariffe, ogni famiglia
sarà tenuta al pagamento di una
tariffa per la sosta nella piazzola
assegnata e dovrà stipulare singoli contratti per le diverse forniture (energia elettrica, acqua
potabile, gas, rifiuti). Qualora
non venissero rispettati gli obblighi di pagamento, non sarà possibile rinnovare l’autorizzazione
alla sosta. Le famiglie del campo
saranno inoltre responsabili
della conservazione delle strutture e delle attrezzature presenti.
Non potranno sostare al di fuori
delle apposite piazzole o dare
alloggio nelle campine a persone
non autorizzate. Sarà loro compito provvedere alla pulizia del
posto occupato e fare uso degli
appositi contenitori per la rac-
Con una lettera l’assessore Malavasi è intervenuta ieri all’assemblea al Secchi
“Il trasferimento in via Cialdini è temporaneo”
«LA PROVINCIA ha assicurato
che il trasferimento dell’istituto
non penalizzerà l’offerta didattica e che si tratta di una fase temporanea. L’obiettivo finale è collocare il Secchi nel polo scolastico dedicato alla terra e all’ambiente, vicino allo Zanelli, in via
Fratelli Rosselli». E’ soddisfatta
la preside del Secchi, Carla
Bertacchini, al termine dell’assemblea che si è tenuta ieri
pomeriggio nell’istituto. Studenti, insegnanti e genitori si sono
riuniti per mettere nero su bianco eventuali proposte perché il
trasloco in via Cialdini avvenga
nel migliore dei modi. Durante
l’assemblea è stata letta la lettera
che l’assessore provinciale all’Istruzione, Ilenia Malavasi, ha
rivolto al corpo docenti dell’istituto. «L’assessore ha illustrato
l’excursus che ha inserito il
nostro istituto tra quelli destinati
al trasloco. La preoccupazione
che i ragazzi hanno espresso,
mediante questionari, è che vengano garantiti laboratori adeguati - ha concluso la preside -.
Domani ci sarà un ulteriore
incontro con la Malavasi e l’assessore provinciale alle Infrastrutture Alfredo Gennari che
ci illustreranno nel dettaglio il
piano di ristrutturazione». (c. b.)
L’affollata assemblea del Secchi
“Il rischio è che le aziende locali emigrino all’estero”
L’appuntamento è oggi alle 16 al cinema Cristallo
“Landi, una sentenza inaccettabile” Dibattito sull’infanzia nel mondo:
Pagliani accusa la Fiom di ricatti realtà e prospettive di integrazione
«RITENGO gravissimo l’esito
del decreto emesso dal tribunale
di Reggio che boccia l’accordo
separato firmato da Fim-Cisl,
Uilm e Federmeccanica, contratto nazionale metalmeccanici
2009, e condanna l’azienda
Landi Renzo e il presidente reggiano di Confindustria, Stefano
Landi, per condotta antisindacale». E’ questa la posizione di
Giuseppe Pagliani, capogruppo Pdl in Provincia, che ribadisce: «Questa decisione favorevole ai metalmeccanici Cgil,
pervasa di forte politicizzazione, apre lo scenario a favore dei
troppi ricatti che in questi anni il
mondo imprenditoriale reggiano ha subito dalla Fiom Cgil».
«Ci auguriamo - prosegue
Pagliani - che si impugni la
decisione, a nostro avviso errata, del tribunale di Reggio e si
ottenga giustizia, legittimando
così la possibilità di sottoscrivere contratti di lavoro separati.
Questa logica avviata dalla
Fiom Cgil in tutta Italia non
favorisce la ripresa economica
delle aziende e la nuova occupazione, ma una logica del ricatto
sindacale che nuoce terribilmente anche agli imprenditori
più intraprendenti. Stefano
Landi e la Landi Renzo rappresentano un’eccellenza nel
mondo e un’opportunità eccezionale per occupare giovani e
meno giovani nella nostra provincia. La conseguenza immediata è che a causa di una fanatica politicizzazione dello scontro sindacale, le aziende della
nostra provincia emigrino all’estero. Ciò comporterebbe una
progressiva deindustrializzazione della nostra provincia e una
disoccupazione crescente nei
prossimi anni». (c. b.)
IL CONSIGLIERE comunale dell’Udc, Luca
Damian, esprime la sua
contrarietà alla destinazione scelta per l’istituto
Secchi, le scuole verdi di
via Cialdini. «Non si giustifica l’intenzione punitiva verso una scuola che
necessita di spazi adeguati per le esercitazioni. Mi
domando - conclude
Damian - quale sia la
posizione della Giunta su
questa questione e quali
azioni intenda intraprendere anche verso l’Amministrazione provinciale,
per impedire un trasferimento che risulta essere
contro gli interessi deill’istituto».
SI CONCLUDE oggi alle 16 al
cinema Cristallo il ciclo “Diritti e doveri in croce: diritti dell’uomo e fraternità”, iniziativa
che ha proposto anche film e
conferenze ed è stata promossa
dal polo culturale dei Cappuccini di Reggio.
Alle 16 si terrà il dibattito
“Infanzia nel mondo: tra realtà
e prospettive di integrazione”;
l’appuntamento è al cinema
Cristallo, in via Ferrari Bonini.
Il dibattito è organizzato in
collaborazione con la Facoltà
di scienze della Formazione
dell’Università di Modena e
Reggio. Coordinano i lavori
Alberto Casalboni e Giorgio
Zanetti, preside della Facoltà
di scienze della Formazione. In
programma, interventi di
Maria Donata Panforti
(docente di Diritto privato
comparato), Gianni Labella
(docente di Storia contemporanea), Giuseppe Malpeli
(supervisore tirocinio di Scienze della Formazione primaria)
e Elisabetta Marzani (supervisore di tirocinio di scienze
della Formazione primaria).
Gli eventi sono realizzati con
il contributo del Comune di
Reggio nell’ambito di “I Reggiani. Per esempio” e con la
collaborazione di: Usp (Ufficio
scolastico provinciale) di Reggio, con la Facoltà di scienze
dell’educazione dell’Università di Modena e Reggio, l’assessorato alla Coesione e alla
sicurezza sociale del Comune
di Reggio e l’assessorato alla
Cultura della Provincia di Reggio.
Per informazioni telefonare
allo 0522.580720 o mandare
una mail a [email protected] it.
colta dei rifiuti. Le famiglie
dovranno provvedere alla corretta gestione, pulizia, igiene e
manutenzione della piazzola
assegnata. «L’abbandono scolastico è praticamente scomparso:
nella scuola media, si registrano
solo 9 casi di abbandono su 73
iscritti. Alle superiori si hanno 7
abbandoni su 16 iscritti - ha concluso l’assessore alle politiche
sociali Matteo Sassi -. Questi
dati dimostrano che dove si
supera il pregiudizio si ottengono risultati». (c. b.)
All’Università di Modena
Romano Prodi
consegna
i master
SARÀ Romano Prodi a
consegnare oggi a Modena
gli attestati ai primi 29
diplomati nel master di I°
livello in “Cooperazione
internazionale: Progettazione e gestione degli interventi, disabilità, emergenze”
dell’Università di Modena e
Reggio Emilia. Giunto alla
conclusione del suo primo
ciclo, per l’occasione, l’Università organizza un breve
convegno su “Cooperazione
internazionale e movimenti
per la democrazia”. Il convegno è in programma per
oggi alle 15 nell’aula G del
dipartimento di Fisica (in
via Campi 213/a a Modena)
e vedrà la partecipazione di
Prodi, presidente del gruppo
di lavoro Onu-Unione africana sulle missioni di
peace-keeping in Africa,
che dopo un breve saluto,
consegnerà gli attestati finali a 29 neo-diplomati del
Master. «I drammatici eventi che hanno coinvolto
recentemente il Nord Africa
– afferma il direttore del
master Carlo Jacoboni hanno suggerito di organizzare un convegno sul rapporto che può esistere fra
cooperazione internazionale
e i movimenti che stanno
mettendo a soqquadro i
Paesi del Maghreb e del
Medio Oriente». Alle 16
Prodi consegnerà i diplomi
agli studenti, mentre alle
17.15 il giornalista scrittore
Ahmad Raft parlerà di
“Cooperazione internazionale e movimenti per la
democrazia”. Dopo il suo
intervento seguirà il dibattito. (c. b.)
MENTORE
SBERVEGLIERI
di anni 64
Ne danno il triste annuncio la moglie EUGENIA, i
figli MONICA con MARCO
e LUCA e i parenti tutti.
I funerali si svolgeranno
oggi, Martedì 7, alle ore
15 partendo in corteo dall’abitazione
di
Via
Risorgimento, 4 per la
Chiesa parrocchiale di
Quattro Castella, indi al
cimitero Nuovo di Coviolo,
in attesa di cremazione.
Non fiori, ma eventuali
offerte a GR.A.D.E. –
Gruppo
Amici
dell’
Ematologia
–
iban
IT98G051881280700000
0100367.
Si ringraziano anticipatamente coloro che interverranno alla cerimonia.
La famiglia desidera porgere un sentito ringraziamento a tutto il personale
medico e infermieristico
dei reparti di Medicina 2^,
medicina
3^
,
Lungodegenza,
Oncologia
dell’
Arcispedale Santa Maria
Nuova, unitamente alle
Assistenti Domiciliari e ai
volontari della Croce
Rossa Italiana delegazione di Quattro Castella e
Canossa per la disponibilità e le cure a lui prestate.
Quattro Castella, 7 Giugno 2011
ON. FUN. REVERBERI & C. SNC
VIA TEREZIN, 15
TEL. 0522/332928-332931 - RE
WWW.ONORANZEREVERBERI.IT
Fly UP