...

Per a rontare l`acne, trattare segni e cicatrici

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Per a rontare l`acne, trattare segni e cicatrici
Percorso Acne è un servizio del
Poliambulatorio Euganea Medica,
responsabile: dottoressa Federica Baldo
Per prenotare rivolgersi all’accettazione
del Poliambulatorio Euganea Medica
oppure telefonare al numero 049.880.63.34
Poliambulatorio Euganea Medica
Via Colombo, 13 - 35020 Albignasego (PD)
(zona S. Agostino)
Tel. 049.880.63.34 - Fax 049.880.13.00
[email protected]
www.gruppodatamedica.it
Comunicazione ad uso interno - Allegato alla “Carta dei servizi del Gruppo Data Medica” - Aggiornato a dicembre 2011
Per affrontare l’acne,
trattare segni e cicatrici
Acne
Percorso
Il servizio Percorso Acne, attraverso un approccio integrato e multidisciplinare, accompagna il paziente in modo completo durante tutte
le fasi della patologia, dalla diagnosi fino alla gestione delle cicatrici.
Gestione integrata del paziente
Percorso Acne nasce da un progetto di collaborazione tra tutte le figure mediche che concorrono nella gestione del problema acne. Il
dermatologo guiderà il paziente passo dopo passo, avvalendosi, se
necessario, della consulenza di un ginecologo, endocrinologo, psicologo, esperto di Medicina Personalizzata, nutrizionista, chirurgo
e medico estetico di Euganea Medica. In questo modo il dermatologo avrà costantemente la possibilità di confrontarsi con i colleghi
per offrire un servizio multidisciplinare e di massimo livello al paziente.
Tecnologie avanzate e di alta qualità
per il trattamento delle cicatrici
Esiste un trattamento specifico per ogni tipo di paziente e per i
differenti tipi di cicatrici. Soltanto avendo a disposizione un’ampia
gamma di tecniche e tecnologie all’avanguardia da utilizzare in sinergia è possibile ottenere dei risultati più che soddisfacenti.
Una volta risolta la fase acuta, il paziente viene seguito dal dermatologo per 6-8 mesi prescrivendo una terapia domiciliare per la
prevenzione delle recidive e l’attenuazione delle cicatrici.
In seguito, il dermatologo, il medico estetico ed eventualmente il
chirurgo plastico, indirizzano il soggetto verso il trattamento più
adeguato per la correzione degli eventuali esiti cicatriziali residui.
Cosa si intende per acne?
L’acne è una patologia che si manifesta prevalentemente a livello di
volto, sterno e regione interscapolare con lesioni infiammatorie
(papule, pustole, noduli) e non infiammatorie (comedoni).
Generalmente l’acne si risolve spontaneamente con la maturazione, ma esistono anche forme di acne persistente o ad esordio tardivo che colpiscono prevalentemente il sesso femminile in età adulta.
Servizi del percorso acne
• Un dermatologo con formazione specifica su acne e patologie
correlate.
• Terapie personalizzate in base a età, sesso, severità delle lesioni ,
fototipo, tipo di cute, terapie pregresse, patologie concomitanti,
tendenza a formare cicatrici, impatto psicologico.
• Analisi diagnostica di farmacogenomica: i test farmaco-genetici
permettono di indirizzare in modo più sicuro ed efficace l’uso
dei farmaci per ogni singolo paziente.
• Analisi microbiologica e studio della sensibilità agli antibiotici
nei casi di sovrainfezione batterica.
• Consulenza ginecologica e/o endocrinologica, fondamentali in
caso di acne secondaria a patologie ovariche o surrenali.
• Educazione alimentare: importante nei pazienti che rifiutano
alimenti ritenedoli responsabili delle lesioni acneiche, fondamentale in caso di acne in paziente affetta da policistosi ovarica.
• Consulenza psicologica, in caso di notevole impatto della patologia sulla vita di relazione.
• Trattamento con luce pulsata, efficace dispositivo terapeutico nei
casi di follicolite e acne inversa (noduli e cisti ricorrenti a livello
delle pieghe ascellari, inguinali).
Trattamenti per le cicatrici
• Peeling.
• Laser CO2 frazionale.
• Laser Erbium Fiber Glass, 1550 nm: per rimuovere gli strati più superciali della cute, livellandola e/o stimolandone il rinnovamento.
• Fillers: utilizzati per riempire le cicatrici profonde, a cratere.
• Radiofrequenza: per pori dilatati e cicatrici lievi/moderate ma
diffuse.
• Biostimolazione con fattori di crescita plasmatici.
• Crioterapia: si applica nei casi di cicatrici ipertrofiche o cheloidee.
• Chirurgia plastica: può essere utilizzata sulle singole cicatrici nel
caso in cui le tecniche non invasive non siano sufficienti.
L’aspetto infiammatorio, le sedi colpite, la tendenza a lasciare cicatrici causano spesso nel paziente una situazione di disagio estetico,
di difficoltà relazionale e di riduzione dell’autostima.
Diagnosi corretta e terapia tempestiva
Un corretto approccio diagnostico e la scelta tempestiva della terapia adeguata sono fondamentali per ridurre nel minor tempo possibile sia il disagio immediato, sia l’insorgenza e l’entità dei possibili esiti cicatriziali.
Fly UP