...

scarica la brochure

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

scarica la brochure
Allena la mente al cambi
amento
tutto cambia
LAMENTARSI NON SERVE
OH SHIT
COME VUOI GIOCARE LA TUA PARTITA?
Va sempre tutto storto?
L’ennesima crisi - I cambiamenti da affrontare - Le decisioni
difficili da prendere - I collaboratori che non capiranno Motivazione sotto i piedi - Pressione sui risultati - Pessimo
clima in ufficio e la sensazione di aver già provato tutto e che
ci sia poco da fare!
si è assolutamente vero OH SHIT! ma come dicono gli anglosassoni SHIT
HAPPENS e da qui bisogna partire per capire come affrontare la
complessità.
Obiettivo
“OH, SHIT!” allena la mente al cambiamento e a fronteggiare le
difficoltà. Costituisce un valido aiuto per le persone e le
aziende che stanno attraversando periodi di crisi e
ristrutturazioni. Allarga le prospettive, favorisce la reattività,
stimola la resilienza, promuove la trasformazione.
LE CO MP E TE NZ E AT T I VAT E
1
Pe ns i er o
C ri ti co
2
R es i l i e nz a
3
Ot ti mi s mo
4
E mpa ti a
5
Fl ess ibil ità
A chi
e manager che devono affrontare un
‣ Team
cambiamento importante o una situazione
complessa senza lasciarsi prendere dalla
disperazione, demotivarsi, perdere di vista obiettivi
e benessere. Il livello di energia si abbassa e la
propensione alla lamentela avanza? Avviate un
percorso OH, SHIT! Per supportare le persone a
cambiare in modo sostenibile, lavorare insieme e
allenare i loro talenti.
coloro che vogliono allenarsi a cambiare
‣ Tutti
insieme. Siete un luogo di aggregazione o ne avete
uno a disposizione e avete un network da
animare? Lanciate un evento OH SHIT e
promuovete la cultura della felicità intorno a voi.
Parola di Shawn Achor,
ricercatore
a Harvard e Ceo di Good Think
“…Se diversi studi
dimostrano che un
atteggiamento mentale
positivo fa migliorare le
performance lavorative
pressoché in ogni ambito,
Shawn Achor, osserva che,
proprio quello della felicità, è
forse uno degli elementi più fraintesi tra quelli che
stimolano le performance. Due i luoghi comuni
che il suo lavoro mira a ribaltare. «Innanzitutto, la
maggior parte delle persone crede che il successo
preceda la felicità», spiega. «Di fatto, questa
formula funziona all’inverso: coloro che assumono
un atteggiamento mentale positivo ottengono
performance migliori al momento di affrontare le
difficoltà. Lo chiamo “il vantaggio della felicità”.
Le abitudini che sviluppiamo, il modo in cui
interagiamo con i colleghi, come consideriamo lo
stress… sono fattori che possono essere gestiti e
modificati per aumentare felicità e chance di
successo»…” Shawn Anchor.
Dicono di Noi
‣Avevamo alle spalle due
ristrutturazioni. Come prima linea
manageriale eravamo veramente
sfiniti ed io in qualità di AD non
riuscivo a trasferire più il senso di
quello che stavamo facendo.
Questo programma ci ha
permesso di ripartire da noi e i
nostri talenti, riconoscere e
smantellare le vecchie routine
disfunzionali, ri-focalizzare le “core
capabilities” del team, sprigionare
energie funzionali ai nuovi obiettivi,
trasformare la crisi in occasione di
creatività. (S.M - AD
multinazionale farmaceutica)
‣Il titolo di questi programmi mi
aveva incuriosito perché
rappresentavano esattamente
quello che stavo vivendo in quel
periodo professionale. Dopo aver
incontrato 2bhappy mi sono
convinta che era esattamente
quello di cui avevamo bisogno. La
metodologia integra
armonicamente neuroscienze,
intelligenza emotiva, psicologia
positiva, discipline e pratiche
olistiche per dar vita ad esperienze
didattiche emotivamente
coinvolgenti ma soprattutto utili. Mi
sono accorta di quanto io e il mio
team viaggiavamo sull’onda
dell’alibi e soprattutto della
lamentela e abbiamo lavorato
molto su questo. Il prossimo
semestre ripeteremo l’esperienza
con uno secondo step. (P.T HR
director gruppo bancario)
Modello Teorico
La felicità è un processo,
un percorso capace di
produrre equilibrio e
armonia nella vita di tutti i
giorni, in maniera
sostenibile e duratura, che
prevede quattro fasi.
“Wake Up!” – Che cos’è la vera
felicità? Il percorso verso la felicità
autentica parte inevitabilmente da
una fase “cognitiva”, di ampliamento
delle conoscenze, che abbiamo
metaforicamente definito “wake up”,
ad intendere un vero e proprio
“risveglio” delle coscienze gettando
luce, attraverso la condivisione delle
informazioni, sulla vera natura
dell’uomo e della realtà. Informazioni
e conoscenze sui grandi temi della
vita, da sempre indagati dall’uomo, al
fine di comprendere le radici della
felicità autentica. Obiettivo di questa
fase è ri-accendere nelle persone la
voglia e l’attitudine a fare e farsi
domande, anche quelle più grandi,
esistenziali o scomode; a ri-attivare il
pensiero critico, la capacità umana
per eccellenza alla base di qualsiasi
percorso di ricerca.
“mente”, per costruire tutta una serie
di ostacoli alla felicità. La buona
notizia è che si può imparare ad
essere felici, ma prima, dobbiamo
appunto eliminare questi “ostacoli”,
disimparare (“unlearn”). Obiettivo di
questa fase è cambiare prospettiva,
mutare ottica, riconoscendo gli
schemi e i condizionamenti appresi di
tipo emotivo, mentale e culturale, per
sostituirli con quegli stati più funzionali
alla felicità.
“Be Happy” – Cosa ti rende
realmente felice? E’ il momento
dell’introspezione, del viaggio dentro
noi stessi per comprendere quali
sono le fonti più autentiche del nostro
personale benessere e stabilire le
priorità. Obiettivo di questa fase è
scegliere di essere felici, decidendo
quindi di iniziare con coraggio,
motivazione e costanza (perché il
percorso è quotidiano e spesso
implica cambiamenti, anche radicali)
l’avventura più emozionante e che
valga la pena vivere: l’esplorazione e
la libera espressione di noi stessi.
Act”– Cosa puoi fare ora per essere
felice? La felicità si pratica ogni
giorno. Dobbiamo ricercare situazioni
e mettere in campo i comportamenti
che aumentano il nostro livello di
Unlearn To Be Happy” – Cosa
benessere, incontrando gli altri,
ostacola la felicità? Nonostante tutte
facendo esperienze che ci
le sofisticazioni e il livello di
consentono di allargare la mente ma
benessere raggiunto dalla nostra
società continuiamo a soffrire. Questo soprattutto “rimanere calmi nella
tempesta”. Obiettivo di questa fase è
perché siamo esseri “condizionati”.
perseguire consapevolmente il nostro
Dai geni, dalla cultura, dalla società,
scopo, coltivare assiduamente le fonti
dalle abitudini, che hanno operato
molto bene, in combutta con la nostra della nostra felicità.
2bHappy
Oh Shit Presentazione Base
www.2bhappy.it
Fly UP