...

7-Preraffaeliti

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

7-Preraffaeliti
PRERAFFAELLITI
1848 Londra
William Holman Hunt
1827-1910
Dante Gabriel Rossetti
1828-1882
John Everett Millais
1829-1896
Edward Coley Burne-Jones
1833-1898
William Morris
1834-1896
I Pre-raffaelliti sono un’associazione di giovani artisti inglesi che nel 1848 fondano a Londra la Confraternita
preraffaellita: è una corrente simbolista, è una trasposizione pittorica del decadentismo. Siamo nel periodo
in cui un gruppo di pittori si dedicherà al Realismo mentre un altro ai sogni e alle rappresentazioni auliche.
Delusi da quello che consideravano uno stato di decadenza della pittura britannica, i preraffaelliti
ricercavano la spontaneità dell'arte italiana prima di Raffaello, esemplificata dall'opera di pittori come
Sandro Botticelli e Filippo Lippi, facendone rivivere quei valori spirituali ed etici presenti negli artisti prima
del Rinascimento.
Il movimento artistico e letterario viene fondato dai pittori
Dante Gabriel Rossetti,
William Holman Hunt,
John Everett Millais
e dallo scultore Theodore Woolner, cui si unirono poi i critici F. G. Stephens,
William Michael Rossetti (fratello di Gabriel) e un altro pittore J. Collinson. I
principi del movimento sono la tendenza a rivalutare il Medioevo e la spiritualità
dei primitivi per ricondurre l'arte a una schietta espressività religiosa e formale. I
giovani artisti crearono uno stile pittorico completamente nuovo, che guardava
alle storie romantiche dei cavalieri medievali e documentava la società vittoriana
contemporanea con una tecnica di pittura che richiedeva la più forte attenzione
ai dettagli naturalistici. Verranno anche chiamati i pittori vittoriani. La natura
rivoluzionaria di questi quadri, provocò i ripetuti attacchi, spesso al vetriolo, di
alcuni critici come Charles Dickens, ed entro cinque anni l'originale confraternita si sciolse. Comunque, le
aspirazioni, le tecniche sopravvissero e influenzarono ed ispirarono vari artisti durante i rimanenti anni del
diciannovesimo secolo e addirittura i primi artisti del ventesimo.
1867
William Holman Hunt
Isabella e il vaso di basilico
Convinto assertore della fedeltà alla natura.
Come tutti i Preraffaelliti trattò soggetti letterari. Isabella e il vaso di Basilico è tratto dal
Boccaccio.
(Nel vaso di basilico Isabella conserva la testa dell’amato tagliata dai fratelli gelosi)
Dante Gabriel Rossetti
Nato a Londra, ma oriundo italiano, dipinge donne sensuali, un po’ androgine, fredde,
distaccate.
La sua modella Elizabeth Siddal diverrà, nel 1860, sua moglie e morirà due anni dopo
per overdose di laudano (allucinogeno come l’ oppio).
Tutti i dipinti di Rossetti sono nell’insegna del ricordo della moglie amata.
Dipinto allegorico sulla morte della moglie. La colomba rossa, simbolo di spiritualità
porta un rametto di laudano, l’oppiaceo che ha ucciso la modella.
Dietro, l’immagine si confonde con quella di Beatrice, amata da Dante e morta giovane,
che riceve il poeta in paradiso. Sullo sfondo il Ponte Vecchio di Firenze.
1870 La donna della fiamma
Ad essere ripresa d’ora in avanti sarà Jane,la moglie dell’amico William Morris, con la quale
Dante Gabriel Rossetti avrà una lunga relazione.
1872 Il padiglione nel prato.
Immagine idilliaca della poetica preraffaellita. E’ una festa tra ragazze intente a suonare e
ballare, in un paesaggio pulito e bucolico, rivisitazione di campagne toscane. (Sono ben
distanti gli impressionisti francesi della stessa epoca!)
1873 - La Ghirlanda
Suonatrice di lira con sguardo drogato da oppiacei. I capelli rossi si accostano alle rose,
simbolo della bellezza femminile.
1874 - Proserpina
Anche qui la donna ritratta è Jane, moglie di William Morris, nella parte di
Proserpina figlia di Zeus, rapita da Ade, signoredell’oltretomba, per farla sua sposa.
Proserpina ha un melograno in mano, simbolo di matrimonio e di vita.
John Everett Millais
È tra i fondatori del movimento Preraffaellita.
La sua pittura resta sul quotidiano e si avvicina al naturalismo con cedimenti a volte patetici
e sentimentali.
Nel 1852 a 23 anni Millais dipinge Ofelia, dramma shakespeariano, dove il
padre di lei viene ucciso dall’amato Amleto. Allora Ofelia va ad un ruscello per
appendere delle coroncine di fiori ad un ramo ma cade nell’acqua e annega.
Elizabeth Siddal la moglie-modella di Rossetti è Ofelia in una morte immersa in un paesaggio Naturale di
acqua, salici, giunchi, iris e papaveri
Edward Coley Burne - Jones
Amico di Morris col quale collabora alla realizzazione di vari cartoni per vetrate. Le sue figure
femminili derivano dal maestro Dante Rossetti, conservando quell’ ambiguità e inquietudine
che colloca la sua opera tra il Preraffaellismo e l’arte decadente del tardo Ottocento
William Morris,
Pittore, scrittore e designer. Si distingue per l’ impegno sociale derivante dall’
insegnamento. Crea il movimento artistico “Arts and Crafts” (“arti e mestieri”),
sostenendo la pari dignità per l’arte e l’industria. Vede il ritorno all’artigianato e nel
1861 fonda una società di produzione e distribuzione di quadri, stoffe, sculture,
tappezzerie e vetrate d’arredamento per contrapporsi alla mediocrità della
produzione industriale in serie. Le sue invenzioni decorative, con l’arabesco floreale,
si spargono in tutto il mondo. I lavori, talmente raffinati, saranno poi destinati e
accessibili solo per un pubblico molto ricco. Influenzerà gli architetti dell’art nouveau.
Qui Morris illustra la leggendaria moglie di Re Artù, nella sua stanza, al solo scopo
d’illustrare la bellezza e la ricchezza degli abiti e degli arredamenti medioevali.
Tapezzeria William Morris
L'Art Nouveau (1890-1915) assume nomi diversi: Style Guimard,
Style 1900 o Scuola di Nancy (Francia), Stile Liberty (dal nome dei
magazzini inglesi proprietà di Arthur Lasenby Liberty, che
vendevano oggetti Art Noveau) Modernismo o Stile Floreale in
Italia, Modern Style in Gran Bretagna, Jugendstil ("Stile giovane")
in Germania, Nieuwe Kunst nei Paesi Bassi, Styl Młodej Polski
(Stile di Giovane Polonia) in Polonia, Style sapin in Svizzera, Sezessionstil (Stile di secessione) in Austria,
Modern in Russia e Arte Modernista o Modernismo in Spagna.
Caratteristiche dell'Art Nouveau Una delle caratteristiche più importanti dello stile è
l'ispirazione alla natura. Linee curve, con ornamenti a predilezione vegetale o floreale. Le
stampe giapponesi, con forme altrettanto curvilinee, superfici illustrate, vuoti contrastanti, e
l'assoluta piattezza di alcune stampe, furono un'importante fonte di ispirazione. Alcuni tipi di
linee e curve divennero dei cliché, poi adoperati dagli artisti di tutto il mondo. Altro fattore di
grande importanza è che l'Art Nouveau non rinnegò l'uso dei macchinari come accadde in altri
movimenti contemporanei, come quello di Arts & Crafts, ma vennero usati e integrati nella
creazione dell'opera. In termini di materiali adoperati la fonte primaria furono certamente il
vetro e il ferro battuto, portando ad una vera e propria forma di scultura e architettura. L'Art Nouveau si
configurò come stile ad ampio raggio, che abbracciava i più disparati campi: architettura, design d'interni,
gioielleria, design di mobili e tessuti, utensili e oggettistica, illuminazione, ecc. Oggi l'Art Nouveau è
considerata precursore dei movimenti più innovativi del XX secolo, come l'espressionismo, il cubismo, il
surrealismo, l'Art Deco ed il successivo Movimento Moderno in architettura (in Italia definito anche
Razionalismo).
Fly UP