...

Modalità di deposito dei verbali di sequestro e perquisizione ad

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

Modalità di deposito dei verbali di sequestro e perquisizione ad
Procura della
presso il Tribunale di Velletri
Prot.pfi6 /20 1 5 Inf.
Velletri, 3 febbraio 2015
OGGETTO:- Modalità di trasmissione e deposito dei verbali di sequestro e perquisizione ad
opera della P.G.. Inoltro richieste al Casellario giudiziale. Corrispondenza per
posta elettronica con questa Procura della Repubblica.
Al Signor Questore
Al Signor Comandante Provinciale Carabinieri
ROMA
Al Signor Comandante Provinciale Guardia di Finanza
ROMA
Ai Signori Dirigenti Commissariato di P.S. :
ALE ANO LAZIALE
ANZIO
COLLEFERRO
FRASCATI
GENZANO M ROMA
MARINO
VELLETRI
Al signor Comandante Reparto Territoriale CC. :
FRASCATI
Ai Signori Comandante la Compagnia Carabinieri :
ANZIO
CASTELGANDOLFO
COLLEFERRO
PALESTRINA
POMEZIA
1
VELLETRI
AI Signor Comandante Gruppo Guardia di Finanza:
FRASCATI
OSTIA
Al Signor Comandante Guardia dì Finanza:
NETTUNO
VELLETRI
Al Signor Comandante la Tenenza Guardia di Finanza:
COLLEFERRQ
Al Signor Comandante distaccamento Poi. Stradale
VELLETRI
ALBANO LAZIALE
COLLEFERRO
ROMA SUD
Al Signor Direttore Casa Circondariale:
VELLETRI
Comando Unità Speciali della Guardia di Finanza:
ROMA
Alle Sezioni P.G.:
SEDE
Alla Squadriglia Navale Guardia di Finanza
ANZIO
Al Coordinamento Prov.le del Corpo Forestale
ROMA
Comando Stazione Carabinieri Aeroporto
PRATICA DI MARE
Al Sig. Comandanti di Polizia Locale
ALBANO LAZIALE
ANZIO
ARDEA
ARICCJA
ARTENA
CARPINETO ROMANO
CASTEL GANDOLFO
CIAMPINO
COLLEFERRO
COLONNA
FRASCATI
GA VIGNANO
GENZANQ DI ROMA
GORGA
GROTTAFERMATA
LABICO
LANUVIO
LARIANO
MARINO
MONTECOMPA TRI
MQNTELANICO
MONTE
CATONE
NEMI
NETTUNO
ROCCA DI PAPA
ROCCA
SEGNI
VALMONTONE
VEllETRI
Alla Capitaneria di Porto
ANZIO
TORVAIANICA
Al Signor Direttore Polizia Provinciale
ROMA
Al Comando Provinciale Vigili del Fuoco KA Divisione
ROMA
Ufficio Tecnico Territoriale "Armi e Missilistica "
NETTUNO
Al Responsabile Parco Regionale dei castelli Romani
Polizia Giud. Guardaparco
ROCCA DI PAPA
Al Signor Dirigente A.S.L. RM-H
ALBANO LAZIALE
Al Signor Dirigente A.S.L. RM-G
TIVOLI
e, per conoscenza:
Ai Sostituti Procuratori
Al Dirigente Amministrativo
Alla Responsabile del Casellario Giudiziale
Alla Responsabile del Registro Generale
SEDE
Trasmissione dei verbali di sequestro e perquisizione da convalidare
Ad integrazione e parziale modifica della precedente direttiva prot. 1366/2014 in data
19.06.2014, e nell'ottica del progressivo superamento dell'uso del fax quale mezzo di trasmissione
di atti procedimentali tra cedesti uffici e la scrivente Procura, si ritiene di impartire le seguenti
disposizioni in materia di trasmissione ed inoltro dei verbali di sequestro e perquisizione da
convalidare.
Ferma restando l'ordinaria modalità dì deposito in originale nelle 48 ore degli atti dì p.g.
soggetti a convalida, con particolare riferimento a sequestri e perquisizioni, la p.g. potrà, in via
residuale e per giustificate ragioni di ufficio (impossibilità di inviare personale per il tempestivo
deposito degli atti), anticipare la trasmissione dei verbali soggetti a convalida, nei termini di legge,
a
mezzo
Posta
Elettronica
Certificata
al
seguente
indirizzo
dell'ufficio:
[email protected] . Tale indirizzo sarà presidiato dai dipendenti Gina
Rossi, Stafania Mencancini e, il solo sabato, Francesco Santoro.
Al fine di agevolare il tempestivo smistamento degli atti presso la segreteria del Pubblico
Ministero di turno convalide, il messaggio di posta elettronica contenente, in allegato, gli atti
scannerizzati (in formato Pdf) dovrà necessariamente recare, quale oggetto, l'indicazione
"sequestro (o perquisizione) da convalidare". L'ufficio di p.g. che effettuerà l'inoltro degli atti
via Pec verificherà, anche attraverso comunicazione telefonica, l'effettiva ricezione degli atti inviati,
soprattutto se, nell'approssimarsi delle 48 ore dalla trasmissione, non sia stato ricevuto il
provvedimento di convalida (o non convalida) a firma del Magistrato di turno.
Si richiama l'attenzione sulle seguenti direttive:
> La facoltà di anticipo degli atti a mezzo Pec non esclude l'obbligo di deposito degli atti in
originale, al più tardi entro 7 giorni dall'inoltro del messaggio Pee.
> (non saranno più accettati verbali soggetti a convalida trasmessi a. mezzo fax), onde
evitare un triplice canale di ingresso degli atti, generatore di disfunzioni organizzative.
> Non saranno accettate via PEC atti di p.g. diversi dai verbali dì perquisizioni e
seqiiestrì, per l'inopportunità di ricevere e stampare atti che dovrebbero comunque essere
poi trasmessi in originale, (ad esempio: verbali di arresto o di fermo: informative dì reato
anche contenenti richieste di sequestro e/o perquisizione; seguiti od esiti di indagine:
notificazioni di atti delegate dall'A.G., ecc.).
> Resta fermo che i verbali dì arresto, di fermo o di diverse misure precanteìari personali
adottate dalla p.g. dovranno necessariamente essere depositati in originale nelle 24 ore
dal!' adozione della misura.
Inoltro richieste al casellario giudiziale
Le richieste di certificati del casellario giudiziale o di carichi pendenti relativi ad
appartenenti alle forze dell'ordine andranno inoltrati unicamente al seguente
indirizzo: [email protected]
Ricezione di atti provenienti dalle Segreterìe dei Pubblici Ministeri
Stante la carenza di caselle di Posta Elettronica Certificata intestate ai singoli Pubblici
Ministeri, nonché l'attuale mancato inserimento degli indirizzi Pec di codesti uffici nell'applicativo
ministeriale SNT (dedicato alle notifiche telematiche), le Segreterie dei Magistrati non sono
attualmente in grado di inviare atti o comunicazioni a mezzo Pec.
Occorre, pertanto, disciplinare le modalità di inoltro agli uffici in indirizzo, da parte delle
Segreterie dei Magistrati, degli atti procedimentali (ad esempio: provvedimenti di convalida di
sequestri o perquisizioni da eseguire o notificare agli interessati; deleghe di indagine; Avvisi di
conclusione delle indagini preliminari o diversi provvedimenti da notificare agli interessati; ecc.). In
aggiunta alla consegna manuale degli atti in copia alla p.g. operante, il personale amministrativo
addetto alle Segreterie potrà trasmettere gli atti di cui sopra mediante posta elettronica ordinaria non
certificata o, in alternativa, a mezzo fax.
Per tali comunicazioni le segreterie potranno utilizzare gli indirizzi di posta elettronica non
certificata già forniti da codesti uffici di p.g. in precedenti occasioni. Si raccomanda agli uffici che
5
fossero sprovvisti di un indirizzo di posta elettronica non certificata, di volersi attivare con le
amministrazioni di appartenenza al fine di ottenerla. Parimenti si raccomanda agli uffici che
avessero modificato gli indirizzi di comunicare a questa Procura il nuovo indirizzo.
Attesa la rilevanza delle comunicazioni, i comandi in indirizzo vorranno organizzare il
sistema di ricezione atti via posta elettronica, assicurando l'effettiva e tempestiva lettura degli atti
ricevuti.
Si trasmette la presente al personale interessato e, per conoscenza, ai Sostituti procuratori, al
Dirigente amministrativo.
rocuratore della Repu^felica
icesco Prete/
Fly UP