...

Elisoccorso, segnalate falle nella sicurezza

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Elisoccorso, segnalate falle nella sicurezza
Valli Giudicarie e Rendena
46 martedì 26 novembre 2013
l'Adige
Spiazzo Rendena | Questa sera il classico di Roth con Anderle e Kogoj
Zuclo | La giunta provinciale approva i risultati del Piano di caratterizzazione
Al punto lettura rivive il «santo bevitore»
Discarica «Bersaglio», percolato sotto controllo
SPIAZZO –AIl punto lettura di Spiazzo, ora al piano terra della scuola media in una stanza più adatta alle esigenze di una piccola biblioteca, questa sera, alle 21, Giacomo Anderle e Alessio Kogoj propongono in forma di lettura scenica il classico di Philip Roth «La leggenda
del santo bevitore»: mimica, canto e lettura si alterneranno per far rivivere la figura del clochard Andreas. Una sorta di battesimo per il
nuovo punto lettura.
Con la sede nuova, la fantasia del bibliotecario, che già aveva iniziato ad accogliere i bambini dell’asilo nido con un percorso di avvicinamento al libro, ora ha più possibilità di esprimersi. Giungono con
più regolarità i bambini delle elementari per lavorare sui testi con dei
giochi letterari. Le idee per il futuro sono tante: l’invito a partecipare è stato rivolto ai ragazzi delle medie, con i colleghi di Pinzolo, la biblioteca dalla quale il punto lettura viene coordinato, ed anche la Comunità handicap potrebbe fissare il proprio giorno in biblioteca con
attività specifiche e, perché no, i gruppi anziani della zona.
Giacomo Anderle
TIONE
La discarica di Zuclo
ZUCLO - È noto da tempo: il problema della gestione del percolato
della discarica di Zuclo in località Bersaglio è una delle questioni
più importanti nella gestione dell’impianto, per l’impatto che può
avere sullo stato qualitativo delle acque sotterranee. Nell’ultima seduta, la giunta provinciale ha approvato i risultati del Piano di caratterizzazione redatto dalla Comunità delle Giudicariea, trasmesso a Trento nel giugno scorso. Era stata la stessa Comunità che ha
in gestione il sito, nella primavera 2010, a segnalare la condizione
di potenziale contaminazione della falda sottostante la discarica.
Nel dicembre 2011 seguì, da parte della giunta provinciale, l’approvazione, con prescrizioni, del Piano di caratterizzazione. Trattandosi di un sito superiore, per estensione, ad un ettaro, sul Piano e sulla sua esecuzione deve pronunciarsi la stessa giunta provinciale. In
agosto, il Comune di Zuclo aveva espresso parere favorevole al Piano, considerando la «notevole influenza che può rivestire il torrente Riveder» sulla qualità della falda.
A semaforo rosso la sbarra del parcheggio sopraelevato è rimasta alzata creando confusione
PINZOLO
Cercare un lavoro
Nell’ambito del «Progetto
Yes», promosso dalla Cassa
Rurale Giudicarie Valsabbia
Paganella in collaborazione
con la Comunità delle
Giudicarie, iniziativa per
l’orientamento
professionale dei giovani
giudicariesi e per favorire
l’avvio di nuove imprese,
domani ad ore 20.30 a
Pinzolo, presso la Casa della
cultura in via Roma, avrà
luogo il secondo incontro
del convegno dal titolo
«Perché qualcuno dovrebbe
darti un lavoro? Cosa
cercano le aziende in un
giovane candidato», per
conoscere, tra l’altro, come
presentarsi alle imprese per
arrivare preparati al
colloquio.
Elisoccorso,
segnalate falle
nella sicurezza
DENISE ROCCA
GIUDICARIE - Non ha pace la piazzola
dell’elisoccorso dell’ospedale di Tione, dopo il lungo iter di attivazione del
servizio la segnalazione di un cittadino mette in luce quello che appare come un malfunzionamento dei sistemi
di sicurezza.
Questi i fatti riportati da un utente che
una delle scorse domeniche, erano le
22, stava lasciando l’ospedale. L’elicottero era a Tione per quello che poi si
è rilevato essere il trasporto di un paziente dall’ospedale verso presumibilmente il Santa Chiara, quando regolarmente si sono accesi i semafori rossi
posizionati sia all’accesso dell’area dell’ospedale sia all’imbocco della strada che conduce al parcheggio sopraelevato in maniera da bloccare il passaggio di auto di fianco alla piazzola di
atterraggio dell’elicottero e permettere le manovre di carico a bordo del paziente in sicurezza.
Fin qui tutto regolare, senonché la sbarra di sicurezza posizionata per le auto che scendono dal parcheggio sopraelevato, che dovrebbe anch’essa
abbassarsi in concomitanza con i semafori rossi per impedire il transito
delle auto è rimasta invece sollevata.
A questo punto, mentre all’elicottero
si avvicinavano i barellieri con il paziente, uno degli automobilisti in attesa al semaforo si è visto sorpassare da
un altro che è transitato liberamente
sulla carreggiata a fianco dei soccorsi, ignorando il semaforo. Indecisi sul
da farsi, gli altri hanno comunque rispettato il semaforo rosso, ma l’elicottero in pista e la barra alzata sono parsi anomali. Tanto che uno di loro ci ha
spedito la foto a fianco che mostra l’elicottero in procinto di sollevarsi, il semaforo rosso e la sbarra sempre alzata. «Una situazione confusionaria - spiega l’automobilista - che certo non giustifica il passaggio con il rosso; però è
un segnale di scarsa sicurezza sia per
i sanitari e il paziente che si accingevano a salire in elicottero, sia per le auto di passaggio considerato lo spostamento di aria provocato da un tale mezzo. Nessuna polemica, ma qualcosa va
controllato e ripensato».
Contattata la dirigenza del Servizio Sanitario trentino, un controllo verrà richiesto ed effettuato nei prossimi giorni, nel frattempo massima attenzione
e rispetto della segnaletica funzionante è necessaria. «Intanto - ha specificato il comandante del nucleo elicotteri
Bruno Avi saputo della segnalazione va detto che la piazzola di Tione è perfettamente in regola. Quella segnalata
è una situazione che il pilota, considerando posizione, buio e le operazioni
di carico del paziente, non poteva vedere. Invito i cittadini a segnalare prontamente se assistono a casi come questo, che immagino imputabile ad un
guasto, alla società che si occupa di
tutte le piazzole di decollo che è l’aeroporto Caproni di Trento».
IN BREVE
BRIONE
Espatrio delle campane
Si è prolungato l’espatrio
delle cinque campane della
chiesa parrocchiale di San
Bartolomeo di Brione. Lo
scorso agosto, la
Soprintendenza per i beni
storico.artistici della
Provincia aveva autorizzato
l’«espatrio», vale a dire
l’uscita temporanea, a
scopo di restauro, dall’Italia
all’Austria. Un espatrio
autorizzato dal 3 settembre
al 31 ottobre. Fatto è che i
lavori di restauro si sono
protratti oltre, così che il
nuovo parroco, don Vincenzo
Lupoli, ha chiesto la
proroga del periodo di
espatrio. In sanatoria, la
Soprintendenza ha accolto
l’istanza.Termine ultimo per
il rientro, il 25 novembre:
ieri.
Segnali luminosi per la piazzola dell’elisoccorso, e sopra la segnaletica verticale
Bolbeno | Tutto pronto per una nuova stagione, con 50 comuni convenzionati
Tione | Aveva ottant’anni, lascia tanti ricordi
Tione | Ampliamento
Coste, si aspetta il freddo
L’ultimo viaggio di Crispino
bigliettaio sulla linea dell’Atesina
Coop: lavori
alla Ediltione
BOLBENO - Il piccolo
impianto delle «Coste» di
Bolbeno, specializzato nei
corsi di sci e agonistica per
bambini e ragazzi, ha aperto
da qualche giorno il Noleggio
- Laboratorio adiacente alla
pista e rinnovato
l’attrezzatura a disposizione
con 200 paia di sci e scarponi
acquistati per sostituire
quelli dismessi dallo scorso
anno.
Nella scorsa stagione
invernale la Pro loco di
Bolbeno, gestore
dell’impianto, ha staccato
oltre cinquecento noleggi
stagionali.
L’attesa ora è per le basse
temperature dei prossimi
giorni, gli sparaneve
controllati, riparati e pronti
ad imbiancare il pendio di
Bolbeno.
Quest’anno si è allargata la
grande famiglia dei comuni
convenzionati che oltre alle
Giudicarie si estende nella
Busa di Riva e fino a Vestone:
si è raggiunta cifra tonda sono 50 in questa stagione
invernale - grazie all’arrivo di
Giovani
atleti
dello sci
a Bolbeno:
sono pronti
a scendere
in pista
per la nuova
stagione
agonistica
Dro. La convenzione prevede
una compartecipazione alle
spese di gestione
dell’impianto da parte dei
comuni aderenti
direttamente proporzionale
alla popolazione e
inversamente proporzionale
alla distanza da Bolbeno, in
cambio di tariffe scontate
per i propri residenti.
Tariffe a portata di parecchi
portafogli - «60 euro per un
corso, e il prezzo è bloccato
da dodici anni» non manca di
sottolineare il presidente
della Pro loco Roberto
Marchetti - che hanno
permesso a Bolbeno di
continuare l’attività
specializzandosi sulle attività
per i più piccoli.
Il corso di avviamento allo
sci riprenderà la seconda
settimana di gennaio, mentre
per tutta la stagione la Pro
loco mette a disposizione
delle scuole materne dei
comuni convenzionati una
giornata gratuita nel Campo
Primi Passi di Bolbenolandia,
trasporto incluso.
D. R.
TIONE - Mercoledì scorso è
stato accompagnato al
cimitero di Tione
nell’ultimo viaggio Crispino
Salvaterra, scomparso a
ottant’anni lasciando affetti
e ricordi.
E fra chi lo ricorda ci sono i
passeggeri e gli ex studenti
che percorrevano la linea
dell’Atesina di cui Crispino
era bigliettaio, ma anche
personaggi illustri come
Claudio Molinari, già
sindaco di Riva del Garda e
senatore, il cui zio fu
parroco di Daone per una
dozzina d’anni a cavallo fra
gli anni Cinquanta e
Settanta.
«Quella frase - sospira
Molinari - non posso
dimenticarla: per Praso e
Daone si cambia! Quando
da ragazzino sono andato
la prima volta a trovare lo
zio sacerdote, i miei
genitori mi hanno caricato
sulla corriera e mi hanno
detto: “Quando senti per
Praso e Daone si cambia
smonta”. E io sono sceso
per prendere la
coincidenza. Poi per molte
volte avrei sentito
quell’uomo dai modi gentili
e dalla voce squillante
ripetere la frase».
E a proposito di frasi
celebri c’era anche
«Benone via». Crispino la
pronunciava ad ogni
fermata per informare
l’autista che poteva partire
quando tutti erano scesi e
saliti. Però ogni tanto
accadeva il quasi
irreparabile. «Già»,
racconta Luigi, un ex
studente che la corriera
Tione-Baitoni l’ha presa per
anni durante le superiori.
«Si sa come facevamo noi
ragazzi. Fra noi c’era chi si
divertiva ad imitare il
Crispino e a qualche
fermata urlava da in fondo
al pullman: “Benone via”,
con un risultato: l’autista
partiva e il Crispino doveva
urlare per richiamare
l’attenzione del collega,
altrimenti rimaneva a piedi.
Qualche volta a piedi ci è
rimasto! Quando si dice la
gioventù...».
G. B.
TIONE - Iniziano i lavori al
punto vendita di via Filzi della Famiglia cooperativa Giudicarie. La Ediltione si è aggiudicata l’appalto in una
gara alla quale sono state invitate 4 imprese di Tione ed
una per ogni ambito giudicariese. Fra i 2 e i 2,5 milioni di euro il budget che la Famiglia ha preventivato. «L’intenzione è limitare al minimo i costi - conferma il nuovo presidente Mattia Pederzolli - quindi abbiamo optato per appaltare singolarmente ogni lavoro e avere il
massimo controllo su costi
e qualità». Il punto vendita
verrà ampliato fuori terra di
350 metri quadri per arrivare ad una superficie commerciale di 950 e un negozio di vicinato di circa 140
metri quadrati da adibire ad
un’altra tipologia di vendita che il direttivo sta valutando, non è escluso si opti per un extralimentare». «Il
supermercato rimarrà regolarmente aperto per il periodo natalizio», assicura il direttore Oreste Bonenti.
Fly UP