...

Una vita monotona raccontata in russo nei panni di Sonja

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Una vita monotona raccontata in russo nei panni di Sonja
I XXIII
Domenica 20 febbraio 2011
VIVILACITTÀ
Segnala le tue attività artistiche e le tue iniziative
nel campo dello spettacolo e del divertimento a:
[email protected]
PER I «MARTEDÌ NEL FOYER DEGLI ARTISTI»
A MOLA MOSTRA DI BEATRICE SCISCI E ELSA TRICASE
Il trio «A’Rebours» il 22 al Di Cagno
Se il mondo fosse un gioco di riciclo
n L’associazione Research Press e il Teatro Di Cagno organizzano il ciclo «Martedì nel Foyer degli Artisti», coordinato da Gianna Valente e Mimmo Colangelo, dedicato
ad appuntamenti con la musica classica e ad incontri con
gli interpreti. Primo appuntamento martedì 22 alle 20.30,
con il concerto del trio «A’ Rebours», costituito dal duo di
pianoforte a 4 mani di Vito Lobefaro e Paola Sorrentino e
dal percussionista Dante Spada. Info 080.502.74.39.
n Si apre domani (fino al 27 febbraio) nella sede del Palazzo
Roberti di Mola di Bari la mostra «Se il mondo fosse un
gioco di riciclo». L’iniziativa è di Beatrice Scisci («Ricciolo Creativo») e Elsa Tricase («leas»), artiste legate da
una forte passione non solo per la creatività ma anche
per l’ecologia. Le opere sono realizzate con materiali riciclabili; «gioco» anche nel senso di leggerezza con cui
affrontano il tema. Inaugurazione domani ore 19.
Una vita monotona
raccontata in russo
nei panni di Sonja
«TRAVESTI»
Nelle due foto
Gundars
Abolins
e Jevgenijs
Isaiejevs,
i due attori
lettoni cui
è affidata
la messa
in scena
di «Sonya»
.
Oggi in replica al Kismet il lavoro da T. Tolstaja
SONJA di Tatjana Tolstaja. Regia
di Alvis Hermanis, con Gundars
Abolins e Jevgenijs Isajev. Scena
di Kristine Jurjane. Bari, Teatro
Kismet.
di PASQUALE BELLINI
È
un «sentimento del tempo», il tempo che è già
passato (portandosi con
sé vite, passioni e dolori
delle persone) quello che contraddistingue la poetica di Alvis Hermanis, il regista di Riga in
Lettonia di cui
vediamo ora al
Teatro Kismet
questo Sonja
dal romanzo
della scrittrice
russa Tatiana
Tolstaja. Lo
spettacolo, sempre curato dal New
Riga Theatre, segue il notevole Le
signorine di Wilko visto la settimana passata al Petruzzelli. Anche in Sonja il pubblico viene posto di fronte ad una vera e propria
«incursione» nell’esistenza (vera,
presunta?) di una persona, una
donna: questa zitella Sonja nella
Leningrado degli Anni ’30, brutta
e goffa anzichenò, un po’ stupida
casalinga, ma forse con un’anima
dentro il suo aspetto sgraziato. Noi
spettatori (ladri voraci e predatori
di esistenze altrui) entriamo insieme ai due ladri che, col volto
L’intrigante macchina
teatrale allestita
dal regista lettone
Alvis Hermanis
Alle 21 allo Sheraton
«Film’s Love Themes»
stasera con l’Eurorchestra
La stagione dell’Eurorchestra propone per questa sera, domenica, alle
21 allo Sheraton un concerto diretto da
Francesco Lentini e intitolato «Film’s
Love Themes» nel quale l’orchestra barese offrirà al pubblico una personale
rilettura di alcune celebri pagine classiche, incluse nelle colonne sonore di alcune note pellicole cinematografiche:
verranno infatti eseguiti brani di Bach,
Mozart, Marcello, Vivaldi, Shostakovich, Williams, Satie. Si esibiranno come
solisti la pianista Angela Montemurro,
l’oboista Domenico Sarcina, il clarinettista Antonio Di Maso, e i violinisti Michelangelo Lentini, Diomira Fiore e Serena Antonacci.
La serata sarà preceduta da una guida
all’ascolto con proiezioni di film a cura
di Livio Costarella.
Biglietti a 15, 10 e 5 euro. Info e prenotazioni a Progetto Vallisa, in via Vallisa
24, tel 080.521.62.76.
coperto, irrompono nella casa di
Sonja: affastellata di oggetti Anni
’30, è la quotidiana vita della donna fra tegami, pentole, fornelli,
grammofono, biancheria, abiti,
bambole, ecc. come fossimo nel delirio verista di un Visconti sovietico. Fra vecchi album e vecchie
musiche, ecco che uno dei due ladri «diventa» Sonja, col suo corpaccione ballonzolante, in un travestì di micidiale potenza fantasmatica, con calze, vestaglietta,
parrucca e bigodini, con il rossetto
pateticamente sbavato.
La vita di Sonja è qui evocata
giustamente come da reviviscenza stanislavskiana, agisce e opera
nella stanza, fra una torta da decorare, un pollo da preparare e
mettre in forno: intanto l’altra presenza in scena (il secondo ladro) è
l’elemento narrante, colui che racconta, senza interagire con la Sonja in scena, ma utilizzando lo spazio scenico, la storia dal testo della
Tolstaja. La recitazione è in russo,
con traduzione proiettata a vista.
Il regista Hermanis mette insieme
quindi una fondamentale struttura scenica e interpretativa di tipo
realistico-mimetico (dall’ambiente alla funzione del personaggio
Sonja) a un percorso testuale epico-narrativo, alla Brecht per intenderci. L’esito è assai intrigante,
nella perfetta sintesi scenica.
La storia di Sonja poi, con la
grottesca, ma straziante faccenda
del crudele scherzo degli amici e
OGGI ALLE 10.45 CONFERENZA E CONCERTO ALLA PINACOTECA PROVINCIALE
La musica di Pergolesi
e i quadri di Mancini
tra «Serve e servette»
vicini, che le fanno credere in una
serie di lettere dell’esistenza di un
innamorato segreto, quindi con il
«fiorire» di Sonja all’amore e al
sogno, inclina al finale (come giusto) verso la cupa realtà della morte, con la guerra che interrompe le
esistenze raccontate, fra cui quella della Sonja. Ma noi, ladri con i
ladri, abbandoniamo la casa.
Lo spettacolo, dopo gli applausi
convinti della prima ai due attori
in scena, Gundars Abolins e Jevgenijs Isaiejevs (ma chi era strepitosamente Sonja?) si replica
questa sera al Kismet.
C
on una conversazione di
Clara Gelao dedicata a
«Servette, finte servette e
lo strano caso di Antonio
Mancini», seguita dall’esecuzione
della Serva padrona di Giambattista
Pergolesi da parte del soprano Damiana Mizzi e del basso Angelo De
Leonardis, accompagnati dal clavicembalista Michele Visaggi e dai
Solisti del Collegium Musicum,
prende il via questa mattina alle
10.45 alla Pinacoteca Provinciale di
Bari la ZII edizione della rassegna
«Arte e Musica» 2011.
Il tema scelto per questa edizione
del ciclo, ideato da Clara Gelao che si
è avvalsa ancora una volta della preziosa consulenza musicale di Rino
Marrone, «Tematiche femminili
nell’arte e nella musica», si inserisce
a pieno titolo in quello della mostra
«Eroine invisibili. Storie di donne
dalle collezioni della Pinacoteca Provinciale di Bari e della Provincia di
Bari», in corso alla Pinacoteca di Bari sino al 29 maggio 2011, organizzata
in occasione dei festeggiamenti del
150° anniversario dell’Unità d’Italia.
«Arte e Musica»,proseguirà, sempre con inizio alle 10.45, il 20 marzo,
il 10 aprile e il 15 maggio.
DOMANI ALLE 17.30 PER LA PRESENTAZIONE DELLA RIVISTA. MODERA LINO PATRUNO
“Un piccolo gioiello di grazia e leggerezza” Il Venerdì di Repubblica
Nichi Vendola e Giulietto Chiesa
da Feltrinelli per «COMeta»
A
ppuntamento fuori programma domani alle 17.30 a
Bari, da Feltrinelli Libri e
Musica. Giulietto Chiesa e
Nichi Vendola presenteranno «COMeta», un trimestrale di critica della comunicazione edito da L’Aurora Comunicazioni. Con loro, interverranno
all’incontro per dibattere sui temi portanti della rivista, comunicazione, etica
e ambiente, tematiche che oggi più che
mai vivono una situazione d’emergenza
planetaria, Antonio Ruggieri e Massimiliano Pontillo, rispettivamente direttore responsabile e direttore editoriale
della rivista, moderati da Lino Patruno.
La rivista rappresenta uno strumento
di approfondimento e riflessione critica
sulle questioni più sensibili per le mo-
derne democrazie. La sua stessa intitolazione è sintesi dei tre temi d'ambito
del progetto editoriale: la comunicazione intesa come bene e diritto comune;
l’etica come ricerca e aggiornamento di
valori fondanti; l’ambiente e la sua tutela, come unica possibilità per garantire all’umanità il diritto alla vita.
Fin dal primo numero il trimestrale
ha potuto contare su firme autorevoli e
di fama internazionale: Don Ciotti, Mikail Gorbaciov, Riccardo Petrella, Franco Cardini, Loretta Napoleoni, Luciano
Gallino, Alfiero Grandi e Roberto Savio,
affiancate da esperti di comunicazione e
ambiente come Guido Viale, Vittorio Cogliati Dezza, Silvia Garambois, Roberto
Morrione, Diego Novelli, Giuseppe
Onufrio, Lidia Ravera, Ermete Realacci,
Ennio Remondino e Gianni Silvestrini.
IN ESCLUSIVA al cinema IL
PER LA PUBBLICITÀ
SU
PICCOLO
BARI: 080/5485111
BARLETTA: 0883/531313
MONOPOLI: 080/6906007
MARTINA F.: 080/4301571
FOGGIA: 0881/568410
BRINDISI: 0831/587047
LECCE: 0832/314185
TARANTO: 099/4532982
POTENZA: 0971/418536
MATERA: 0835/331548
Fly UP