...

Comunicato stampa

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

Comunicato stampa
COMUNICATO STAMPA
38° RADUNO DEI CORI DI CACCIATORI E SUONATORI DI CORNO
Trieste, 26 maggio 2011 – Nella sala del Narodni dom a Trieste ha avuto luogo la
conferenza stampa del 38° raduno dei cori di cacciatori e suonatori di corno, che si terrà a
Trieste il prossimo 4 giugno. Ad essa sono intervenuti EGON MALALAN, presidente dell'
Associazione cacciatori sloveni DOBERDOB, che è l' organizzatore principale del raduno e
FRANC ROTAR, presidente della Commissione per la cultura venatori e le pubbliche
relazioni della Federazione dei cacciatori sloveni ( Lovska zveza Slovenije ), che è una delle
istituzioni patrocinanti del raduno.
Il presidente dell' ACS DOBERDOB,
Egon Malalan, ha ricordato che nell' ACS
DOBERDOB è attivo da ormai 26 anni il
coro
di
cacciatori
DOBERDOB,
che
partecipa con regolarità a questi raduni.
»E' ormai passato un anno, dal
momento in cui abbiamo ricevuto il
testimone di questo raduno ben sapendo, che questo passo sarà sinonimo di responsabilità.
Accogliere 600 coristi e musicisti, che si esibiranno davanti ad un pubblico importante in una
piazza di altrettanto valore, non è cosa da poco« ha proseguito Malalan.
»Le preparazioni hanno avuto inizio già da tempo, anche perché sono previsti 5
concerti satelliti, che si svolgeranno in contemporanea nel pomeriggio del 4 giugno: uno in
ogni comune della provincia di Trieste. Le 38 formazioni canore e strumentali si riuniranno
poi in Piazza della Borsa a Trieste per proseguire in corteo verso Piazza Unità d’Italia per il
concerto principale, che avrà inizio alle ore 19.15. Questa sarà un' ottima occasione per i
partecipanti al concerto, che potranno scoprire e conoscere la città, e nel contempo esibirsi in
Piazza Unità, che reputo tra le più belle della nostra penisola. La mia speranza è anche che
questo raduno possa essere un' opportunità per coloro che non conoscono il mondo venatorio
di avvicinarsi ad esso, di scoprirlo, di conoscerlo e di apprezzarlo« ha proseguito Malalan.
»Anche per questo motivo è stata nostra intenzione sviluppare due concetti nello slogan di
questo raduno
(CANTI DELLA NATURA, VOCI DELL' ANIMA). Da una parte gli
innumerevoli e magici canti, versi e richiami della fauna selvatica, che giungono all' orecchio
degli amanti della natura. Dall' altra l'uomo che li interpreta a sua volta con emozione, anche
nel canto e nella musica«, ha concluso Malalan.
Franc
Rotar,
presidente
della
Commissione per la cultura venatoria e le
pubbliche relazioni della Federazione dei
cacciatori sloveni ( Lovska zveza Slovenije ),
ha
avuto
parole
di
lode
per
gli
organizzatori, che già nel 1994 avevano
organizzato questo raduno nel comune di
San Dorligo della Valle/Dolina. Rotar si è
poi soffermato sull'importante ruolo, che i
cori di cacciatori ed i gruppi di suonatori di corno svolgono per la cultura venatoria. Agli inizi
la loro attività era infatti volta a conservare le tradizioni dell' Ars venandi. »I raduni di questi
ultimi anni sono occasioni per mantenere in primis queste tradizioni e per farle conoscere ad
un pubblico più vasto«, ha sottolineato Rotar. »Le nostre aspettative per quanto riguarda l'
adesione del pubblico sono grandi anche perché in quest' occasione possiamo contare sulla
presenza di formazioni provenienti da quattro Paesi: Austria, Croazia, Italia e Slovenia« ha
concluso Rotar.
Nella giornata di ieri è giunta inoltre la conferma che anche il MINISTERO DEI BENI
CULTURALI
ha
offerto
il
proprio
patrocinio al 38° raduno dei cori di
cacciatori e suonatori di corno.
Fly UP