...

Gasparri: vinciamo a Napoli per il Sud

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

Gasparri: vinciamo a Napoli per il Sud
Gasparri: vinciamo a Napoli per il Sud
NAPOLI. Sabato di campagna eletto-
rale per Alleanza nazionale, sabato
di incontri con la gente, tra la gente. Siamo in piazza dei Martiri. Sono da poco passate le 19. L'appuntamento è all'hotel Palazzo Alabardieri per un cocktail. Quando arriva l'ex ministro delle Comunicazioni Maurizio Gasparri, una signora lo
ferma, lo tira per un braccio e chiede: «Non ci darete mica Massimo
D'Alema come Presidente della Repubblica? ». « Stia tranquilla signora,
io non ho votato Carlo Azeglio
Ciampi all'epoca, figuriamoci D'Alema oggi». E poi spiega poco dopo
tra i sostenitori del partito: «Come
si fa a votare come Capo dello Stato uno che rappresenta solo una
parte politica, e per di più di un Governo destinato a cadere costretto
com'è a contare i senatori per scegliere i ministri».
Ma prima dell'intervento dell'ex
ministro, a parlare è Fabio Chiosi,
candidato del Polo alla presidenza
della Municipalità di Chiaia, che ha
voluto sottolineare l'importanza delle neonate Municipalità con i nuovi
poteri attribuiti ai parlamentini. «A
Chiaia - dice l'esponente della Destra - l'amministrazione comunale
ha speso solo sette centesimi a metro quadro. Da ridere se solo pensiamo alle spese per le opere d'arte
di piazza del Plebiscito». Poi è il turno del deputato Italo Bocchino che
La Destra in campo. Da sinistra Bocchino, Gasparri, Foderini e Chiosi (foto Agn/Messere)
è un elemento in più in nostro favore. ideale. Non va visto come una specie
La coalizione è unita e la candidatura di pistolero alla guida della città, ma
di Silvio Berlusconi spero mantenga un uomo che possa abbinare comalto il consenso registrato alle petenza e conoscenza della città, ma
Politiche, ma anche noi di Alleanza anche affrontare le questioni sociali
nazionale dobbiamo e vogliamo dare e quelle legate allo sviluppo".
il nostro apporto. Noi proponiamo
una squadra di giovani perché non
si cambia la città senza cambiarne
la classe dirigente».
Giovani come Pietro Foderini, 29
anni e per la prima volta candidato
al consiglio comunale di Napoli, che
con un pizzico di sana emozione di
fronte ai big della politica nazionale ha fatto gli onori di casa. A lui abbiamo chiesto quale apporto può damette il dito nella piaga della catti- re un ragazzo così giovane.
«Sicuramente un contributo
Chiosi: «A Chiaia l'Ammidi passione, di trasparenza
nistrazione ha investito sol- di serenità - risponde - ma
di semplicità perché
tanto pochi euro». Foderini: anche
noi dobbiamo avere la
«Siamo al servizio della gente» possibilità di guardare negli
occhi la gente e di essere
va amministrazione della Sinistra in
tanti anni: «Il sogno del rinasci- per loro un punto di riferimento
mento dell'Unione alla fine ha pro- semplice, che non sovrapponga
dotto tanto fumo e poco arrosto. Na- ostacoli tra il politico ed il
poli è molto peggiorata rispetto a die- cittadino». Le conclusione spettano
ci anni fa sotto tutti i punti di vista, a Maurizio Gasparri: «Noi abbiamo
dalla sicurezza, al traffico, allo svi- vinto le elezioni politiche in Lomluppo». Poi il parlamentare ha volu- bardia, in Piemonte, nel Veneto, ma
to sottolineare le capacità del can- abbiamo avuto risultati positivi andidato sindaco della CdL Franco che in Lazio, in Puglia, in Sicilia. Non
Malvano: «È un uomo che conosce è vero che la nostra coalizione è una
Napoli benissimo perché qui ha la- coalizione settentrionale. Napoli che
vorato direttamente sul campo, pri- è la capitale del Mezzogiorno è avma alla squadra mobile e poi come vertita come una priorità dal cenQuestore; da un punto di vista trodestra per dimostrare che siamo
politico esce fuori dagli schemi e radicati, forti e vincenti anche nella
più importante città del Sud. Per
questo
fare questo Malvano è il candidato
Fly UP