...

RELAZIONE BUDGET UNICO AUTORIZZATORIO ANNUALE 2015

by user

on
Category: Documents
12

views

Report

Comments

Transcript

RELAZIONE BUDGET UNICO AUTORIZZATORIO ANNUALE 2015
BUDGET UNICO AUTORIZZATORIO ANNUALE 2015
E TRIENNALE (2015-2017)
Approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione nella seduta del 18 dicembre 2014
Rep. N. 220/2014
AREA DELLA FINANZA E CONTABILITÀ
Piano 2 – Stanza n. 2.017.0
Via Ravasi, 2 – 21100 Varese (VA) – Italia
Tel. +39 0332 21 9304 – Fax +39 0332 21 9309
Email:
[email protected]
[email protected]
Web: www.uninsubria.it
P.I. 02481820120 - C.F. 95039180120
Chiaramente Insubria!
–
PEC:
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
1
IL CONTESTO DI RIFERIMENTO .................................................................................................. 1
2
LE PRIORITÀ DELLE POLITICHE DI BILANCIO .............................................................................. 2
3
LE NOVITÀ NORMATIVE 2014 E IL CONTESTO NORMATIVO 2015 ............................................ 3
4
IL BUDGET 2015 E IL PROCESSO DI BUDGETING ..................................................................... 10
4.1
Il Processo di budgeting ........................................................................................................10
4.2
Budget 2015 ..........................................................................................................................11
5
5.1
IL BUDGET ECONOMICO 2015 ................................................................................................. 13
C.A.05 PROVENTI...................................................................................................................13
CA.05.50
PROVENTI DA ATTIVITÀ ISTITUZIONALE ............................................................ 13
CA.05.51 PROVENTI DA ATTIVITÀ C/TERZI .............................................................................. 22
CA.05.54 PROVENTI FINANZIARI.............................................................................................. 22
CA.08.80
5.2
5.3
C.A.04 ONERI .........................................................................................................................22
CA.04.40
RIVISTE
ONERI PER MATERIALI DI CONSUMO, MATERIE PRIME E ACQUISTO LIBRI E
23
CA.04.41
ONERI PER ACQUISTO SERVIZI ........................................................................... 24
CA.04.42
ONERI PER GODIMENTO BENI DI TERZI ............................................................. 27
CA.04.43
ONERI PER IL PERSONALE .................................................................................. 28
CA.04.44
AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI .................................................................. 35
CA.04.46
ONERI E ACCANTONAMENTI DIVERSI ................................................................ 36
CA.04.47
ONERI FINANZIARI SVALUTAZIONI DI ATTIVITÀ FINANZIARIE ........................... 38
CA.04.48
ONERI STRAORDINARI ....................................................................................... 38
CA.04.49
IMPOSTE SUL REDDITO D’ESERCIZIO ................................................................. 39
CA 06.6 COSTI PER PROGETTI ...............................................................................................39
CA.06.60
6
6.1
COSTI PER PROGETTI ......................................................................................... 39
IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI 2015 .................................................................................... 39
C.A.01 ATTIVITA’ ...................................................................................................................39
C.A.01.10
7
PROVENTI INTERNI............................................................................................. 22
IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI..................................................................... 39
IL BUDGET TRIENNALE 2015-2016-2017 ................................................................................. 42
i
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
7.1
BUDGET ECONOMICO ...........................................................................................................42
7.2
BUDGET INVESTIMENTI.........................................................................................................43
7.3
RIEPILOGO RISULTATI............................................................................................................43
7.4
Andamento costi del personale ............................................................................................43
8
IL BILANCIO NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITA’ FINANZIARIA 2015 ............................ 45
8.1
Schema Voci Sistema Finanziario ..........................................................................................45
8.2
Schema Voci Sistema Finanziario ..........................................................................................45
9
10
CLASSIFICAZIONE DELLA SPESA PER MISSIONI E PROGRAMMI .............................................. 47
ALLEGATI .............................................................................................................................. 50
ii
1
IL CONTESTO DI RIFERIMENTO
Il contesto di riferimento in cui l’Ateneo si trova ad operare presenta un grado di incertezza molto
elevato che deve essere tenuto in considerazione nella predisposizione del bilancio 2015. Le incertezze
riguardano principalmente la principale voce di finanziamento pubblico, ossia il fondo di finanziamento ordinario. Allo stato attuale non risulta ancora pubblica il Decreto Ministeriale riportante i criteri di
ripartizione tra gli Atenei pubblici di tale fondo.
L’unico dato certo è che il fondo di finanziamento ordinario per l’anno 2014 è pari a € 7.010.580.532
con lieve incremento rispetto al 2013 e che per il 2015 l’attuale bozza della legge di stabilità, nel testo
licenziato dalla Camera dei Deputati incrementa la cosiddetta “quota premiale” a scapito della “quota
base”.
L’incertezza tuttavia è aumentata dal fatto che i criteri per l’anno 2014 di ripartizione della cosiddetta
“quota storica” prevedono un 20% distribuito tra gli Atenei sulla base dei costo standard per studente
che a oggi non è dato sapere come verrà calcolato. Tale incertezza influenza le previsioni per il 2015
dato che è intenzione del Ministero aumentare la quota storica distribuita sulla base del costo standard
per studente sino al 50%.
A fronte di questi dati incerti restano comunque gli aspetti positivi che devono essere presi in considerazione nella predisposizione del bilancio 2015 e che riguardano i seguenti aspetti:
1. La quota premiale e perequativa che l’Ateneo ha ricevuto per il 2013 è pari allo 0,70% del fondo premialità destinato alla università pubbliche, a fronte di una quota base pari allo 0,60% del
fondo base destinato alle università pubbliche. In altri termini l’Ateneo riceve finanziamenti
percentualmente maggiori sulle quote soggette a valutazioni rispetto a quelle non soggette a
valutazioni grazie ai risultati positivi delle valutazioni della ricerca (VQR 2004-2010) e della didattica.
2. La percentuale di studenti “iscritti regolari” dell’Ateneo è in costante crescita è attualmente è
attorno a circa il 70%. La percentuale di studenti iscritti “fuori corso” è in decrescita ed è attualmente attorno al 20% ponendo così l’Università degli Studi dell’Insubria tra gli Atenei
pubblici con minor numero di studenti fuori corso. Poiché nel costo standard per studente
verranno calcolati gli studenti iscritti in posizione regolare a tempo pieno è ragionevole aspettarsi che la quota percentuale spettante all’Ateneo risulterà essere maggiore della quota percentuale base tradizionale.
3. Nell’anno accademico 2014/2015 vi è stata una crescita molto significativa di immatricolazioni
che porterà ad un aumento complessivo degli studenti iscritti all’Ateneo.
4. Nell’anno accademico 2015/2016 è prevista l’apertura di un nuovo corso di Laurea Magistrale
e di un nuovo corso di Laurea Triennale nonché la rimodulazione verso l’alto del numero di
accessi programmati su base locale per il corso di Laurea in Scienze Motorie grazie alla presenza degli impianti sportivi di proprietà dell’Ateneo in corso di ultimazione.
5. Il progetto presentato dall’Ateneo nell’ambito della programmazione triennale2013-2015 è stato approvato con DM 889 del 4 Dicembre 2014 e il conseguente finanziamento verrà erogato
nel corso del 2015 per le annualità 2013 e 2014.
1
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
6. Nel corso del 2013 sono state accertate entrate provenienti dal MIUR, con esclusione dei finanziamenti per i contratti di formazione specialistica, per € 39.490.876,00
7. La politica di razionalizzazione delle spese tenuta negli ultimi anni dall’Ateneo ha consentito di
accantonare riserve che consentiranno di affrontare i prossimi esercizi con minore difficoltà, e
ciò viene confermato con la valorizzazione nel primo Stato Patrimoniale dell’ Ateneo al
1 gennaio 2014 di un patrimonio netto libero e di un fondo di dotazione consistente.
Il quadro sopra esposto porta ad adottare un atteggiamento prudenziale dovuto alle notevoli incertezze ma al contempo lascia intravedere la possibilità che le entrate nel corso del 2015 possano essere per
lo meno pari a quelle del 2014 se non maggiori. Tuttavia si ritiene opportuno operare in modo conservativo, riservandosi in corso d’anno eventuali variazioni di budget a fronte di entrate supplementari
non preventivate in sede di stesura del budget.
2
LE PRIORITÀ DELLE POLITICHE DI BILANCIO
In questi anni l’Ateneo ha svolto un ruolo di crescita per il territorio, ed è da tempo entrato a pieno
titolo nel mondo, da sempre globalizzato, della ricerca e dell’innovazione. Ne sono la riprova i numerosi premi e riconoscimenti internazionali ottenuti dai nostri ricercatori, nonché la pubblicazione dei
risultati delle ricerche sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali.
Al contempo la politica di razionalizzazione delle spese tenuta negli ultimi anni dall’Ateneo ha consentito da un lato di liberare risorse da destinare alle attività istituzionali fondamentali e dall’altro di accantonare riserve che consentiranno di affrontare i prossimi esercizi con minore difficoltà.
Le priorità delle politiche sono volte a rafforzare il ruolo dell’Ateneo sia nel campo della ricerca sia in
quello della didattica attraverso il miglioramento dei servizi offerti ai ricercatori e agli studenti e attraverso una politica di investimenti mirati a completare le infrastrutture necessarie.
In particolare il bilancio prevede di mantenere immutate le principali poste a favore della ricerca rispetto a quanto previsto nel budget 2014 con il risultato di aumentare di fatto le risorse impegnate a
causa del maggior fabbisogno necessario per gli interventi di durata pluriennale quali i dottorati di ricerca che per l’anno 2015 richiedono tra borse e contributi oltre € 2.500.000,00 con un incremento rispetto al 2014 del 14%. Restano confermati gli impegni relativi agli assegni di ricerca al fondo FAR,
alla possibilità di cofinanziare progetti competitivi, alle dotazioni di funzionamento delle strutture dipartimentali e dei centri che avranno di fatto risorse maggiori per effetto della decisione di porre a carico dell’Ufficio Prevenzione e Protezione gli oneri derivanti dallo smaltimento dei rifiuti speciali.
Il budget per la didattica (affidamenti e contratti) è stato determinato in base all’incremento
nell’organico di Ateneo nel 2014 del numero di professori associati assunti nell’ambito del piano
straordinario ministeriale per gli anni 2011-2012-2013 a seguito di procedure valutative (con conseguente riduzione della consistenza numerica di ricercatori universitari a tempo indeterminato) ed alla
previsione di assunzione nel 2015 di ulteriori 6 professori associati al termine di procedure comparative indette ai sensi dell’art.18, comma 1, della L. n. 240/2010. Inoltre, la previsione di spesa tiene conto
dell’esigenza di assicurare il regolare svolgimento dell’attività didattica, ufficiale e/o integrativa,
dell’incremento del numero degli studenti immatricolati, di eventuale rimodulazione
dell’organizzazione dell’attività didattica attraverso lo sdoppiamento degli insegnamenti al fine non
2
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
creare disparità nell’impegno di studio e nel conseguimento degli obiettivi formativi da parte degli studenti interessati.
I servizi agli studenti vengono incrementati innanzitutto attraverso un maggior impegno in termini di
borse di studio erogate dall’Ateneo che arrivano a circa € 500.000,00 con un incremento rispetto al
2014 del 16%. Inoltre nell’ambito del progetto di internazionalizzazione dei corsi di Laurea Magistrale
non a ciclo unico nel budget 2015 è previsto un ulteriore stanziamento di € 130.000,00 per borse di
studio sui programmi di rilascio di doppio titolo, per borse dedicate a studenti stranieri che si immatricolano e per visiting professors. Altri interventi rivolti agli studenti riguardano la dematerializzazione dei processi amministrativi iniziata nel 2014 con l’obiettivo di semplificare e rendere più facilmente
fruibili i servizi delle Segreterie Studenti.
Inoltre l’Ateneo considera strategico il mantenimento di un adeguato presidio nell’ambito del sistema bibliotecario e dei sistemi informativi e comunicazione.
La principale componente di costo, il personale, nell’ambito della limitata elasticità consentita dalla
normativa e della necessità di preservare gli equilibri di bilancio, vede parzialmente reinvestite le risorse derivanti dai pensionamenti nell’ambito dei contingenti assunzionali assegnati all’Ateneo da parte
del MIUR.
Gli investimenti infrastrutturali sono rivolti da un lato a interventi di manutenzione straordinaria volti
al recupero funzionale di strutture già esistenti e alla realizzazione di opere di completamento di interventi già iniziati quali ad esempio a Como le opere di sistemazione degli spazi esterni in via Valleggio a
seguito del completamento della palazzina di laboratori, e a Varese nel Campus la realizzazione delle
strade pedonali di collegamento al palazzetto sportivo, e un primo intervento volto a regimentare le
acque piovane nell’area di Montegeneroso. Numerosi altri interventi, necessari ma non altrettanto urgenti, non vengono finanziate nel budget 2015.
3
LE NOVITÀ NORMATIVE 2014 E IL CONTESTO NORMATIVO 2015
Nelle previsioni di bilancio si è tenuto conto delle disposizioni normative volte al contenimento della
spesa pubblica e delle principali scelte di politica legislativa ed economica; in particolare:
•
Legge di conversione 6 agosto 2008, n. 133 del Decreto-legge 25 giugno 2008 n. 112 “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione
della finanza pubblica e la perequazione tributaria”.
•
Decreto-legge 10 novembre 2008 n. 180 “Disposizioni urgenti per il diritto allo studio, la valorizzazione del merito e la qualità del sistema universitario e della ricerca” convertito nella Legge
n. 1/2009;
•
Decreto-legge 31 maggio 2010 n. 78 “Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria
e di competitività economica”, convertito dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122;
•
Legge n. 240 del 30 dicembre 2010 “Norme in materia di organizzazione delle università, di
personale accademico e reclutamento, nonché delega al Governo per incentivare la qualità e
l’efficienza del sistema universitario” (cd. Riforma Gelmini) e relativi decreti attuativi;
•
Decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83 “Misure urgenti per la crescita del Paese” convertito
con modificazioni dalla L. 7 agosto 2012, n. 134;
3
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
•
Decreto-legge 6 luglio 2012 n. 95 “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica
con invarianza dei servizi ai cittadini nonché misure di rafforzamento patrimoniale delle imprese
del settore bancario”, convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2012, n. 35;
•
Tetto di spesa mobili e arredi L. 228/2012 art. 1 commi 141/142.
•
Decreto-legge del 31 agosto 2013, n.101 “Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di
razionalizzazione della spesa nelle pubbliche amministrazioni e nelle società partecipate” convertito con L. 30 ottobre 2013 n. 125.
•
Legge n. 190/2012 "Anticorruzione" e Decreto legislativo n. 33/2013 "Trasparenza".
•
D.L. n. 90/2014 convertito in Legge n. 114 del 11 agosto 2014 “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari”, in particolare in materia di pubblico impiego.
Si è tenuto conto, altresì, dei documenti programmatici predisposti dal Governo e in particolare il
D.D.L. di stabilità per il 2015 a . s. 1698 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato 2015-17”.
Un’ulteriore novità è costituita l’art. 9 comma 2 L.114/2014 “onorari avvocature enti pubblici”, che
prevede che agli avvocati dipendenti siano corrisposti compensi professionali in base alle norme regolamentari o contrattuali vigenti e nei limiti dello stanziamento previsto, il quale non può superare il
corrispondente stanziamento relativo all’anno 2013. In ogni caso a ciascun avvocato possono essere
attribuiti compensi professionali globalmente non superiori al rispettivo trattamento economico complessivo.
L’analisi di queste normative ha condotto ad una stima della ricaduta che le stesse hanno sulle previsioni finanziarie per il 2015.
Si sottolinea come per tutti i contenimenti di spesa obbligatoria sia fatto obbligo di trasferire annualmente allo Stato le somme provenienti da tali riduzioni di spesa, che quindi non si concretizzano in un’effettiva economia di bilancio per l’Ateneo e quindi non determinano un miglioramento
dei saldi. Si riporta di seguito il dettaglio delle riduzioni applicate dall’Università degli Studi dell’Insubria
a seguito di disposizioni normative diverse, e l’eventuale versamento all’Erario.
Riduzioni tagli spesa disposizioni normative diverse
Tetto di spesa
Valore base per
riduzione
Riduzione
Valore ridotto
Stanziamenti
2015
Risparmio da versare all'Erario
50% spesa 2007
€ 30.000,00
€ 15.000,00
€ 15.000,00
50% spesa 2007
€ 15.262,88
€ 7.631,44
€ 7.631,44
20% spesa 2009
€ 14.863,20
€ 11.890,56
VOCI COAN
Art. 61 comma 17 DL.112/2008
per Pubblicità e Rappresentanza
Art. 6 comma 8 L. 122/2010
Spese per pubblicità
4
€ 2.972,64
€ 2.972
€ 11.890,56 04.41.02.02
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Riduzioni tagli spesa disposizioni normative diverse
Tetto di spesa
Valore base per
riduzione
Riduzione
Valore ridotto
Art. 6 comma 8 L. 122/2010
Spese per rappresentanza
20% spesa 2009
€ 1.008,35
€ 806,68
€ 201,67
Art. 67 c. 5 DL 112/08 Trattamento accessorio del personale
dirigente
10% fondo 2004
€ 140.703,50
€ 14.070,35
€ 126.633,15
Stanziamenti
2015
Risparmio da versare all'Erario
VOCI COAN
€ 806,68 04.41.02.03
€ 139.520,23
04.43.15.01.05
€ 33.308,88
€ 14.070,35 04.43.15.01.06
€ 11.699,40
04.43.15.01.07
04.43.15.01.03
Art. 67 c. 5 dl 112/08 Trattamento accessorio del personale
tecnico amministrativo
€ 374.519,23
04.43.15.01.04
10% fondo 2004
€ 454.443,00
€ 45.444,30
€ 408.998,70
€ 90.634,00
€ 45.444,30
04.43.15.01.06
€ 31.835,00
04.43.15.01.07
Art. 6 Comma 3 L 122/2008
spesa per organismi**
10% compensi al
30/04/10
€ 545.088,40
€ 54.508,84
€ 490.579,56
€ 338.947,00
€ 54.508,84
04.46.04
50 % spesa 2009
€ 58.609,24
Art. 6 Comma 12 L.122/2010
Spese per missioni
€ 29.304,62
€ 29.304,62
€ 29.304,62 04.43.18.01
AC
€ 61.885,69
50 % spesa 2009
€ 65.884,34
€ 32.942,17
€ 32.942,17
96.548,07
€ 48.274,04
€ 48.274,04
€ 32.942,17 04.43.18.02
DIP.
50 % spesa 2009
Art. 6 Comma 13 L.122/2010
Spese per formazione
€ 48.274,04
€ 53.214,00
50 % spesa 2009
Art. 6 Comma 14 L.122/2010
Spese per acquisto, manutenzione e noleggio ed esercizio autovetture
non sup
spesa 2009
Art. 5 D.L. n.95/2012 Spending
Review conv. L. n.135/2012 Parco auto
50% spesa sostenuta nel 2011
80%
04.43.18.16
9.880,00
€ 4.940,00
€ 4.940,00
€ 4.940,00
24.172,07
€ 4.834,41
€ 19.337,66
€ 4.834,41
22.326,46
€ 11.166,23
€ 11.166,23
€ 11.000,00
CA.04.41.06.04
C.A. 04.43.09.01.01
Art. 9 comma 28 L. 122/10
Spese per collaborazioni coordinate e continuative e personale
tempo determinato
C.A. 04.43.09.01.02
50 % spesa 2009
204.090,99
€ 102.045,50
€ 102.045,50
€ 102.045,50
C.A. 04.43.09.01.03
Quota tetto di spesa
spesa 2008
47.795,31
€ 29.500,00
C.A. 04.41.07.02
spesa 2008
331.444,63
€ 62.220,00
C.A. 04.41.07.04
Art. 2 comma 593 L. 244/07
Spese postali e telefoniche
5
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Riduzioni tagli spesa disposizioni normative diverse
Tetto di spesa
Art. 8 comma 1 L.122/10 - Art.
2 cc.618/623 L.244/2007 Manutenzione ordinaria e straordinaria
immobili
2% del valore
dell'immobile
utilizzato; Rimane
limite 1% del
valore dell'immobile per manutenzione solo ordinaria come da L.
244/2007.
1.293.922,38
90 % risorse assegnato nel 2007
65.700,00
€ 59.130,00
20% spesa media
2010/2011
38847,96
31078,368
art. 86 CCNL 2006/2009 (ex art.
66 CCNL 1998/2001) lavoro
straordinario
Valore base per
riduzione
Riduzione
Valore ridotto
€ 7.769,59
Stanziamenti
2015
Risparmio da versare all'Erario
€ 51.400,00
C..A. 04.41.01.01
€ 573.500,00
C.A. 01.10.06.07
€ 625.650,00
CA.01.11.08.05
€ 59.130,00
C.A. 04.43.15.01.01
€ 9.580,00
€ 38.323,60
art.1 commi 141 e 142
L.228/2012 spesa per arredi
Art. 9 comma 2 L.114/2014
onorari avvocature enti pubblici
(art. 9 comma 6 L.114/2014)
VOCI COAN
C.A. 01.11.03.01
Stanziamento
previsto, il quale
non può superare
il corrispondente
stanziamento
relativo all’anno
2013
9056,54
7245,232
€ 29.500
-
€ 1.811,31
€ -
€ 29.500,00
TOTALE
6
- C.A. 04.43.18.11
€ 307.971.01
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
I vincoli riguardanti il turnover di cui all’articolo 66 del D.L. n. 112/2008 convertito con la Legge n.
133/2008 sono stati prorogati per il triennio 2012-2014 con l’introduzione del comma 13 bis che prevede che il sistema delle università statali possa procedere ad assunzioni di personale a tempo indeterminato e di ricercatori a tempo determinato nel limite contingente corrispondente a una spesa pari
al cinquanta per cento di quella relativa al corrispondente personale complessivamente cessato dal
servizio nell'anno precedente.
L'attribuzione a ciascun Ateneo dello spettante contingente di assunzioni per l’anno 2013 è stata effettuata con decreto del MIUR n. 297 del 22 ottobre 2012, nel rispetto dei criteri fissati dall'articolo 7 del
decreto legislativo 29 marzo 2012, n. 49 – “Disciplina per la programmazione, il monitoraggio e la valutazione delle politiche di bilancio e di reclutamento degli atenei”: tra le novità di questo decreto,
preme qui ricordare l’introduzione del nuovo indicatore per l’applicazione del limite massimo delle
spese di personale (che sostituisce il limite del 90% di cui all’art.51 della L. 449/97) e il nuovo limite massimo alle spese per l’indebitamento.
Il sistema assunzionale si basa sull’equilibrio di due fattori, il primo relativo alle spese di personale e il secondo relativo alle spese per l’indebitamento; sulla base delle percentuali raggiunte da
entrambi gli indici è stata determinata la quota di spesa percentuale rispetto all’anno precedente per
assunzione di personale.
È inoltre previsto che nell’ambito della programmazione triennale del personale le assunzioni debbano tenere conto di quanto previsto dall’art. 18 comma 4 della Legge 240/10 che vincola
all’utilizzo di risorse corrispondenti ad almeno 1/5 dei posti disponibili di professori di ruolo alla
chiamata di coloro che nell’ultimo triennio non hanno prestato servizio, o non siano titolari di
assegni di ricerca ovvero iscritti a corsi universitari dell’università stessa.
Il regime assunzionale tiene conto altresì dei casi di passaggio di ruolo/categoria, considerando, come quota di punto organico destinata, il differenziale tra le posizioni interessate.
Rispetto a questi limiti resta in ogni caso possibile procedere ad assunzioni di personale docente e
ricercatore coperte da finanziamenti esterni aventi le caratteristiche di cui all’art.5, comma 5, lettera
a) del D.Lgs. 29.3.2012, n. 49.
Nell’ottica di un’ulteriore riduzione delle spese per il personale sono in vigore le seguenti disposizioni:
•
limite del Fondo accessorio per il personale dirigente e tecnico amministrativo fissato
all’ammontare del 2010 ai sensi dell’art. 9 co. 2 bis del D.L. n. 78/2010 convertito nella L. n.
122/2010 sino al 31/12/2013, ridotto in misura proporzionale alla riduzione del personale in
servizio;
•
possibilità di risolvere il rapporto di lavoro, da parte delle P.A., al compimento dell’anzianità massima contributiva di 40 anni, con preavviso di 6 mesi. Tale disposizione non si applica ai professori universitari (art. 72 D.L. n. 112/2008 convertito in L. n. 133/2008) mentre interessa i ricercatori;
•
restrizione della possibilità di concessione del tempo parziale a favore del personale tecnico
amministrativo.
7
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Restano vigenti i tagli alla spesa pubblica che derivano dalle disposizioni introdotte dal D.L.
n.78/2010, convertito nella Legge n. 122/2010.
In particolare, per il personale, il riferimento è all’articolo 9 dei commi 1, 2 nella parte vigente, 2-bis e
21 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78,convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n.
122, sono prorogate fino al 31 dicembre 2014 con Decreto del presidente della repubblica del 4 settembre 2013, n. 122 “Regolamento in materia di proroga del blocco della contrattazione e degli automatismi stipendiali per i pubblici dipendenti”, a norma dell'articolo 16, commi 1, 2 e 3, del decreto-legge 6
luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111. (13G00166) (GU
n.251 del 25-10-2013), di cui si ricordano le principali disposizioni che producono effetti finanziari
per il triennio 2011-2013, prorogate al 2014:
•
In attuazione a quanto previsto dall'articolo 16, comma 1, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98,
convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111:
o Sono pertanto escluse da tale proroga, per effetto della declaratoria di illegittimità costituzionale del decreto-legge n. 78 del 2010 citato in parte qua, sancita dalla sentenza della Corte costituzionale n. 223 del 2012, le disposizioni dell'articolo 9, comma 2, nella parte in cui
viene disposta la riduzione dei trattamenti economici complessivi dei singoli dipendenti,
anche di qualifica dirigenziale, previsti dai rispettivi ordinamenti, delle amministrazioni
pubbliche, inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come
individuate dall'ISTAT, ai sensi del comma 3 dell'articolo 1 della legge 31 dicembre 2009, n.
196, nella misura del 5 per cento per la parte eccedente i 90.000 euro lordi annui e del 10
per cento per quella superiore a 150.000 euro lordi annui.
o Resta altresì ferma l’ inapplicabilità delle disposizioni di cui ai commi 1 e 21, secondo e terzo periodo, prevista dal comma 22, ultimo periodo, del predetto decreto-legge nei confronti del personale di cui alla legge 19 febbraio 1981, n. 27, nonché, ai sensi della citata sentenza n. 223 del 2012, del comma 21, primo periodo, nei confronti del personale dalla medesima contemplato;
•
i meccanismi di adeguamento retributivo per il personale docente e ricercatore non si applicano ancorché a titolo di acconto, e non diano comunque luogo a successivi recuperi. Per tale
personale che fruisce di un meccanismo di progressione automatica degli stipendi, dal 2011 e
sino al 2014 non sono utili ai fini della maturazione delle classi e degli scatti di stipendio
previsti dai rispettivi
ordinamenti. Gli ultimi due periodi del co. 21 prevedono che, per il
personale non contrattualizzato, le progressioni di carriera eventualmente disposte in tali anni
2011, 2012, 2013 e 2014 abbiano effetto, per i predetti anni, ai fini esclusivamente giuridici.
Per il personale contrattualizzato è previsto che le progressioni di carriera comunque denominate
e i passaggi tra le aree eventualmente disposte negli anni in tali anni abbiano effetto, per i predetti anni, ai fini esclusivamente giuridici;
•
a decorrere dall’anno 2011, le università possono avvalersi di personale a tempo determinato o
con convenzioni ovvero con contratti di collaborazione coordinata e continuativa, nel limite del
50 per cento della spesa sostenuta per le stesse finalità nell’anno 2009, con esclusione delle assunzioni i cui oneri non gravano sul FFO e sono finalizzate al miglioramento dei servizi didattici
8
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
per gli studenti, innovazione tecnologica e ricerca, ai sensi dell’art. 1 c. 188 della L. 23 dicembre
2005, n. 266.
Il D.L. 101/2013 convertito con L. n. 125/2013 prevede, inoltre, la possibilità di eliminazione delle
forme di precariato attraverso procedure di reclutamento speciale transitorio riservato esclusivamente
ai soggetti che hanno maturato al 30 ottobre 2013 3 anni di servizio con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato negli ultimi 5 anni ( dal 30 ottobre 2008) a valere su risorse assunzionali relativa la quadriennio 2013-2016, anche complessivamente considerate in misura non superiore al 50%,
per garantire l’adeguato accesso dall’esterno.
Il 2015 costituirà per il nostro Ateneo il secondo anno di redazione del budget in contabilità economica. Le novità normative approvate in materia contabile, in attuazione di quanto previsto
dall’art. 5, comma 1 lettera b) e comma 4 lettera a) della L. 240/10 e del D. Lgs. 18/2012 sono state:
•
D.M. 19 del 14 gennaio 2014 - “Principi contabili e schemi di bilancio in contabilità economicopatrimoniale per le università” che individua:
a) Principi contabili e postulati di bilancio
b) Principi di valutazione delle poste
c) Criteri di predisposizione del primo Stato Patrimoniale
d) Il piano dei conti
e) Criteri per la predisposizione del bilancio preventivo unico di ateneo non autorizzatorio e rendiconto unico di ateneo in contabilità finanziaria
•
D.M. n . 21 del 16 gennaio 2014 – “ Classificazione della spesa delle università per missioni e
Programmi”, ai sensi del quale le università sono tenute alla predisposizione di un apposito prospetto, da allegare al bilancio unico di previsione annuale autorizzatorio ed al bilancio unico
d’esercizio, contenente la classificazione della spesa complessiva per missioni e programmi. Le
missioni rappresentano le funzioni principali e gli obiettivi strategici perseguiti dalle amministrazioni, utilizzando risorse finanziarie, umane e strumentali ad esse destinate. I programmi rappresentano gli aggregati omogenei di attività volte a perseguire le finalità individuate nell’ambito delle
missioni. Al fine di assicurare quanto previsto dal decreto legislativo, emanato in attuazione
dell’articolo 2, comma 2, lettera c) della legge 31 dicembre 2009, n. 196, ciascun programma è corredato con l’indicazione della corrispondente codificazione della COFOG (classificazione delle
funzioni di governo) di secondo livello, secondo l’articolazione prevista dal piano dei conti. Il decreto individua esattamente:
a) Missioni e programmi
b) Principi di classificazione
c) Criteri generali di classificazione
d) Criteri specifici di classificazione
9
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
4
IL BUDGET 2015 E IL PROCESSO DI BUDGETING
Ai sensi della legge 240/2010 e del D.Lgs. 18/2012 è stato emanato il D.M. n. 19/2014 che individua
gli schemi di bilancio di contabilità economico-patrimoniale, il piano dei conti, e i criteri per la predisposizione del Bilancio preventivo unico d'ateneo non autorizzatorio in contabilità finanziaria.
Il D.M. 21/2014 ha individuato i criteri e gli schemi per la riclassificazione in missioni e programmi
del bilancio unico d’ateneo autorizzatorio di previsione annuale.
Per il 2015 il Bilancio dell’Ateneo sarà costituito dai seguenti documenti:
1. Bilancio unico d’Ateneo autorizzatorio di previsione annuale costituito da budget economico
(Allegato 1) e budget degli investimenti (Allegato 2);
2. Bilancio unico d’Ateneo di previsione triennale 2014-2016, con valore di programmazione composto da Budget economico (Allegato 3) e Budget degli investimenti (Allegato 4);
3. Bilancio preventivo unico d'ateneo non autorizzatorio in contabilità finanzaria (Allegato 5).
4. Bilancio Unico di Ateneo autorizzatorio annuale riclassificato secondo lo schema missioni e
programmi (Allegato 6).
Il budget rappresenta il documento principale di indirizzo, nel quale gli organi di governo trasfondono
scelte strategiche e al quale la comunità affida gli obiettivi del proprio sviluppo, nonché
l’Amministrazione le proprie coordinate gestionali-operative.
Il decreto n. 18/2012 dispone che le università strutturino il budget coerentemente con la propria articolazione organizzativa complessiva, ivi compresa quella riferibile alle funzioni didattiche e di ricerca,
articolandola in centri di responsabilità dotati di autonomia gestionale.
Sono inoltre state confermate le “unità analitiche” di riferimento dell’esercizio 2014, ossia le strutture
assegnatarie di risorse di budget che corrispondono ai Centri gestionali definiti dal Regolamento e partecipano attivamente al processo di budgeting.
4.1
Il Processo di budgeting
L’iter diretto alla formazione del budget autorizzatorio è stato avviato nel secondo semestre 2014.
L’elaborazione del prospetto previsionale 2015-2017 ha posto le basi per la creazione dei prospetti di
budget delle aree dell’Amministrazione centrale, Dipartimenti e Centri di servizio per gli anni 20152016-2017 collegati a ciascuna delle Unità analitiche principali. Si è effettuata una distribuzione delle
voci coan (di contabilità analitica) da quantificare nella fare di budgeting più coerente con le competenze delle Unità analitiche. Il Budget Economico e il Budget degli Investimenti relativo al 2015 hanno funzioni autorizzatorie, mentre quelli dei due anni successivi hanno funzioni programmatorie. Per
garantire una previsione più accurata, non si è adottata una logica di scorrimento del budget. Le previsioni sono state riformulate da zero e non scorrendo le previsioni formulate nell’esercizio passato.
Coerentemente con quando deliberato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 30 settembre
2013 la dotazione per il funzionamento dei Dipartimenti verrà gestita per natura e distribuita sulle diverse voci del piano dei conti di contabilità analitica previste per l’unità analitica Amministrazione
prevista per ogni dipartimento. Eventuali disponibilità al 31 dicembre 2014 non vengono considerate
per la formulazione del budget 2015. Le disponibilità di Budget sui progetti a riporto vincolato da ri-
10
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
portare non sono state previste nel budget 2015 perché verranno riportate in automatico dal sistema
U-GOV con successiva variazione di budget . La previsione di budget quindi riguarda solo nuovi proventi esterni derivanti da nuovi progetti o dalla quota annuale di competenza 2015 di progetti già in
corso ma non previsti interamente nel 2014 ma solo per la quota annuale 2014.
Il processo di budgeting a livello di Amministrazione Centrale è stato coordinato a livello di Aree.
Con la collaborazione del Centro Sic si è impostato uno spazio di lavoro sulla piattaforma moodle per
lo scambio dei tracciati e delle istruzioni tra Settore Bilancio e strutture coinvolte nel processo di budgeting.
I criteri per assegnazione delle Dotazioni di funzionamento sono stati:
-
per la dotazione di funzionamento dei dipartimenti e centri di servizio si prevede l’80%
dell’assegnazione ricevuta per l’esercizio 2013;
-
per all’amministrazione centrale l’assegnazione delle risorse alle varie unita amministrative è avvenuta sulla base di una stima prevista dei costi per il 2015 partendo dalle richieste pervenute o
obbligazioni assunte in passato.
Le risorse sono state assegnate a ciascuna unità ed una volta ottenuta, sui prospetti di budget relativi
alle unità analitiche, la condivisione dei responsabili, si è proceduto ad aggregarli ottenendo il Budget
unitario di Ateneo 2015.
4.2
Budget 2015
Secondo l’art.12 comma 3 del Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità
dell’Insubria, approvato con delibera del Consiglio di Amministrazione sono definiti i seguenti documenti contabili pubblici di sintesi di preventivo:
•
bilancio unico d'Ateneo di previsione annuale autorizzatorio, che si compone a sua volta dei seguenti documenti:
o budget economico, che evidenzia i costi e i proventi dell’esercizio (annuale, autorizzatorio)
ed è redatto secondo uno schema a struttura scalare coerente con le finalità informative
dell’Ateneo;
o budget degli investimenti unico di Ateneo, che evidenzia gli investimenti e le loro fonti di
copertura dell’esercizio (annuale, autorizzatorio), redatto secondo uno schema a sezioni
contrapposte che permette di verificare il bilanciamento tra investimenti e relative fonti.
Sono considerate operazioni di investimento quelle rivolte a modificare la consistenza
quantitativa e qualitativa delle immobilizzazioni materiali, immateriali e finanziarie;
•
bilancio unico d'Ateneo di previsione triennale, composto da budget economico e budget degli investimenti, al fine di garantire la sostenibilità di tutte le attività nel medio periodo. Il bilancio unico
d’Ateneo di previsione triennale si compone di due prospetti: budget economico e budget degli
investimenti.
o Il primo evidenzia i costi e i proventi dell’esercizio articolandoli secondo uno schema a
struttura scalare che evidenzia i conti indicati nel piano dei conti di contabilità economica.
11
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Si riportano inizialmente i proventi operativi, poi i costi operativi e infine gli oneri finanziari e straordinari.
o Il secondo evidenzia gli investimenti e le loro fonti di copertura dell’esercizio.
Il budget 2015 autorizza i costi e proventi per unità analitiche (centri gestionali) per raggruppamenti
corrispondenti al terzo livello dei piano dei conti.
Il Budget Economico (Allegato 1) è strutturato secondo lo schema previsto dal D.M. 19/2014. Il prospetto richiama la struttura del Conto Economico ex art. 2425 c.c., adattato però per recepire le particolarità del contesto universitario.
Il documento è presentato in forma scalare e per natura, il che consente di evidenziare alcuni risultati
intermedi, interessanti per comprendere l’andamento dell’attività gestionale. Questa può essere divisa
in 3 aree:
•
gestione operativa: relativa anzitutto alle attività istituzionali dell’Università - ricerca e didattica – e
secondariamente alle attività amministrative e gestionali a supporto delle stesse;
•
gestione finanziaria: inerente gli interessi sui capitali presi in prestito ed eventualmente investiti;
•
gestione straordinaria: relative alle operazioni non rientranti nella normale attività.
La gestione operativa, che per definizione comprende la gestione tipica (o caratteristica) e quella accessoria (componenti di bilancio connesse agli impieghi in attività patrimoniali accessorie come ad es.
i fitti attivi), include quali voci di ricavo e costo principali:
•
i proventi “operativi” in quanto legati alla capacità attrattiva dell’Università nel confronti
dell’utente finale (lo studente) e del territorio che la circonda: le tasse e contributi degli studenti, i
proventi derivanti da trasferimento tecnologico e ricerche commissionate all’università da esterni
(c.d. attività c/terzi), i proventi legati alla stipula di contratti e convenzioni tra l’ateneo ed enti
pubblici e privati, i “contributi” riconosciuti da enti pubblici e privati a copertura di spese di funzionamento, di didattica e ricerca senza espresso obbligo di controprestazione da parte
dell’Università;
•
i costi “operativi” comprensivi di tutti i costi direttamente correlati alle attività di didattica e di ricerca: anzitutto le retribuzioni del personale docente, ricercatore e a seguire gli interventi a supporto degli studenti ( quali borse di dottorato e mobilità internazionale) e costi legati a progetti di
ricerca e didattica, quelli che tengono conto di tutti i costi da sostenere per il mantenimento della
“macchina” Università: dagli stipendi del personale tecnico amministrativo a tutti i costi di gestione e manutenzione delle strutture.
La gestione finanziaria è riferibile alle operazioni di raccolta dei capitali attraverso l’indebitamento con
enti terzi. È inoltre riferibile alle eventuali operazioni che darebbero vita a proventi finanziari attivi a
seguito dell’acquisizione di partecipazioni, titoli, depositi bancari.
La gestione straordinaria riassume, infine, tutte le operazioni che determinano proventi o costi che
non sono riferibili né alla gestione caratteristica né a quella finanziaria, come ad esempio le plusvalenze e minusvalenze di natura eccezionale e non ripetitiva o le sopravvenienze conseguenti ad eventi di
carattere straordinario.
12
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Il bilancio unico d’Ateneo è redatto nel rispetto dei “principi contabili e schemi di bilancio in contabilita' economico-patrimoniale per le università” come indicati dal decreto MIUR 14 gennaio 2014 n. 19.
Si illustra di seguito la composizione delle principali voci di ricavo e costo che costituiscono il budget
economico 2015.
5
IL BUDGET ECONOMICO 2015
5.1
C.A.05 PROVENTI
Il Totale Proventi è pari a € 82.935.252,00.
CA.05.50
PROVENTI DA ATTIVITÀ ISTITUZIONALE
CA.05.50.01
PROVENTI DA ATTIVITÀ CONTRIBUTIVE
Tasse e contributi per corsi di laurea e specialistica
€ 14.541.744,00
Tasse e contributi altri corsi
€ 643.632,00
Altre tasse e contributi
€ 689.677,00
Totale
€ 15.875.053,00
La procedura di stima per Tasse e contributi per corsi di laurea e specialistica per competenza economica per il budget 2015 ha tenuto conto che nell’esercizio considerato rientrano:
-
10/12 dell’a.a. 2014/2015
-
2/12 dell’a.a. 2015/2016
Al momento in cui viene presentato il Budget Economico 2015 è stata introitata la prima rata della
contribuzione studentesca per l'anno accademico 2014/2015, in relazione alle quali si conosce il numero di studenti iscritti per l'a.a. 2014/2015 con un aumento circa del 27% degli immatricolati dei
corsi di laurea triennali e magistrali a ciclo unico rispetto al precedente anno.
La determinazione della stima dell'importo totale di contribuzione studentesca che gli studenti verseranno nell'anno accademico 2014/2015, è operata attraverso i seguenti dati: (a) il numero di studenti
iscritti, (b) gli importi della contribuzione studentesca, (c) una stima attendibile delle fasce della contribuzione studentesca ricavata in base ai dati di dichiarazione ISEEU, (d) una stima attendibile del
numero di studenti che dopo la prima rata non pagano le altre perché abbandonano. Una volta ricavato quel valore, viene imputato per competenza, ovvero ricavarne tramite proporzione i 10/12 relativi
ai mesi: gennaio 2015-ottobre 2015. Dopo si dovrebbe fare la stessa cosa per i due mesi relativi novembre 2015-dicembre 2015 relativi però all'anno accademico 2015/2016. Per quest’ultima stima ad
oggi, non siamo in possesso dei dati di prima (a, b, c,d), su cui potrebbero intercorrere delle variazioni,
inoltre potrebbe variare anche il dato dell'importo delle tasse che gli studenti pagano. Tuttavia, se si
pensa che le variabili e l'importo delle tasse, tra i due anni accademici, non varino in maniera sostanziale, allora si potrebbe riportare come stima di budget 2015 la stima dell'importo totale di contribuzione studentesca che gli studenti verseranno nell'anno accademico 2014/2015, ricavato come sopra.
13
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Parte di quella stima ovviamente non è di competenza 2015, ma se appunto si pensa che i dati non varino allora la si potrebbe prendere come stima attendibile.
Per prudenza si ipotizza che non cambi il numero di studenti iscritti.
Per utilizzare il dato del contributo previsto per la seconda rata degli iscritti a.a. 2014/2015 , è stata
anticipata la scadenza per la presentazione della dichiarazione ISEEU al 6 novembre. Al 31 ottobre
hanno consegnato la certificazione solo il 40% degli studenti iscritti, pertanto non è stato possibile utilizzare questa informazione per una stima dell’importo della seconda rata. A questo proposito si segnala che la riduzione della mora a 50 euro prevista per dichiarazioni tardive fino al 2 marzo ha reso
inefficace la decisione di anticiparne la scadenza. Poiché l’andamento del contributo incassato con la
seconda rata per i corsi di laurea è stabile è intorno a 9.500.000 nel triennio si è deciso di fare riferimento a quanto incassato nel 2013.
Considerato che nel corso del 2014 gli introiti per contribuzione studentesca sono stati pari a € 14, 5
ml. e che vi è stato per l’a.a. 2014/2015 un incremento delle matricole, gli introiti del 2013 vengono
incrementati del 5,4% (€ 750.000).
Per la stima delle Tasse e contributi per altri corsi, relative alle scuole di specialità viene considerato
l’ammontare dovuto per l’a.a. 2013/2014, mentre per il budget della contribuzione derivante dai dottorati si è convenuto di determinarlo in base a quanto dovuto e pagato per l’a.a. 2014/2015.
Per le scuole di specialità, la previsione tiene conto che:
-
hanno scadenza amministrativa diversa per il versamento delle tasse;
-
vi è uno sfasamento temporale di un anno (a fine estate 2014 si sono iscritti e hanno versato la
I rata gli studenti dell’a.a.2013/2014).
Per il budget della contribuzione derivante dai dottorati, è stato considerato che:
-
il dottorando che usufruisce della borsa è esonerato dal pagamento di tasse e contributi;
-
gli studenti versano quanto dovuto entro il 28/11.
Per altre tasse e contributi è stato tenuto conto dell’incasso negli anni 2013 e 2014, e utilizzando un
dato medio.
La tabella seguente riepiloga per tipo di corso di studio quanto versato per il numero di studenti paganti (tasse di iscrizione, contributo e rimborso spese). Sono escluse le voci di imposta di bollo e tassa
regionale.
Voce
RIMBORSO SPESE (prima rata)
CONTRIBUTO UNIVERSITARIO (prima e seconda rata)
TASSA ISCRIZIONE (prima rata)
Totale
14
2014
2013
2012
659.987,24
747.244,03
781.579,37
11.523.157,86
11.353.184,87
11.719.885,99
1.577.696,42
1.691.315,01
1.656.614,41
13.760.841,52
13.791.743,91
14.158.079,77
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Voce
CONTRIBUTO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE
TASSA ISCRIZIONE
ASSICURAZIONE
CONTRIBUTO DOTTORATI
Totale
2014
2013
2012
315.263,35
548.726,9
615.318,87
50.149,49
65.074,94
64.284,95
253,77
1.768,86
685,05
3.800,03
28.061,6
26.014,95
369.466,64
643.632,3
706.303,82
Per quanto riguarda le altre voci e contributi la tabella seguente riporta l’ammontare incassato nel
triennio.
Tipo Corso
Scuole Specializzazione
Dottorati
Voce
2014
2013
2012
MORA 2^ RATA
3.850
4.050
6.200
MORA 1^ RATA
3.200
3.400
5.200
TASSA DI CONGEDO
100
0
0
TASSA DI TRASFERIMENTO
0
0
55
STAMPA DIPLOMA
4.060
4.200
5.880
MORA 1^ RATA
0
0
100
STAMPA DIPLOMA
490
3.920
3.850
MORA PER POST LAUREA
250
550
0
REST IMPORTI INDEBIT RICEVUTI
0
444,16
0
RIMB. SPESE CONTR. A CAMPIONE
4.800
4.550
5.400
RITARDO PRATICHE AMMINISTRATIVE
8.700
4.750
3.700
TASSA DI CONGEDO
13.740
17.480
22.235
TASSA DI TRASFERIMENTO
0
165
6.875
PENALE DICHIARAZIONE TARDIVA
84.705
59.930
101.660
STAMPA DIPLOMA
64.559
111.284
115.692
SECONDO DUPLICATO LIBRETTO
0
100
200
Corsi di Laurea
15
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
PRIMO DUPLICATO LIBRETTO
680
1.400
1.360
DUPLICATO TESSERA MAGNETICA
320
230
270
CONTRIBUTO AMMISSIONE DIPLOMA LAUREE
SANITARIE
19.800
50.000
51.600
MORA PER RITARDO PRATICHE AMMINISTRATIVE
0
150
50
IMPORTO VARIABILE
5.070
1.990,45
TASSA DI RICOGNIZIONE PER INTERRUZIONE
STUDI
27.480
34.760
42.580
OBLAZIONE
452,6
297,95
148,05
CONG.TASSE CONTR. A CAMPIONE
0
235,8
2.855,98
RICOGN.CARRIERA PREGRESSA
200
200
5.200
MORA 2^ RATA
29.900
62.480
53.810
MORA 1^ RATA
39.200
89.700
90.460
TASSA PROVE AMMISSIONI
101.890,4
115.550,8
142.450
Esame di stato
85.680
114.779
75.791,00
Totale
495.357,00
689.676,71
745.612,48
1.300
Nella tabella seguente si riepiloga l’incassato nel triennio per le macro voci previste dal budget.
1
Voce COAN
Descrizione
20141
2013
CA.05.50.01.01
Tasse e contributi corsi di laurea specialistica
14.454.616
13.791.744
14.158.080
CA.05.50.01.04 Tasse e contributi altri corsi
558.611
643.632
706.034
CA.05.50.01.05 Altre tasse e contributi
640.314
689.677
745.612
Riscossioni Ugov al 27/11/2014
16
2012
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
A seguito dell’analisi effettuata si è deciso di utilizzare quanto incassato nel 2013, senza alcuna riduzione, come era avvenuto nel passato. Per il 2015 e 2016 si è deciso di riportare il dato del 2013 con
un aumento del 5,4% (incremento di € 750.000) rispetto alle riscossioni del 2013.
Voce COAN
Descrizione
2015
Tasse e contributi corsi di lauCA.05.50.01.01 rea e specialistica
2016
2017
14.541.744
14.541.744
14.541.744
CA.05.50.01.04 Tasse e contributi altri corsi
643.632
643.632
643.632
CA.05.50.01.05 Altre tasse e contributi
689.677
689.677
689.677
15.875.053
15.875.053
15.875.053
Totale
Non vengono indicate tasse e contributi per master universitari che saranno valorizzati in corso
d’anno con variazioni di budget a seguito della loro istituzione.
CA.05.50.02
PROVENTI DA PARTE DEL MIUR
FFO
€ 40.000.000,00
Attività sportive
€ 30.000,00
Borse di studio formazione specialistica
€ 7.388.000,00
Totale
€ 47.418.000,00
Il contributo ordinario di Funzionamento è stimato in € 40 milioni, anche se il MIUR non ha ancora
comunicato le assegnazioni dell’esercizio 2014, il cui decreto sulla definizione dei criteri risulta trasmesso alla Corte dei Conti per la registrazione. Tale decreto prevede l’applicazione del costo standard
unitario di formazione per studente in corso per l'attribuzione di una percentuale pari al 20% della
quota base dell’ FFO, la cui determinazione è definita, secondo quanto previsto al comma 1, con decreto del Ministro, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, sentita l'ANVUR, non
ancora emanato.
A tale quota si aggiungono:
-
L’assegnazione per attività sportive universitarie, stimata in € 30.000,00, sulla base della media
degli ultimi tre anni;
-
L’assegnazione per le borse di studio di formazione specialistica € 7.388.000,00.
17
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.05.50.04
PROVENTI DA ENTI TERRITORIALI
Assegnazioni da Regioni
€ 156.000,00
Altre amministrazioni locali
€ 4.820.244,00
Totale
-
€ 4.976.244,00
Assegnazioni da Regioni - Province autonome - contributi diversi (€ 156.000,00)
Scuole di specializzazione
1) Medicina legale a.a. 11/12 -5° annualità da € 26.000 - a.a. 2015/2016;
2) Ortopedia a.a. 12/13 - 4° annualità da € 26.000 - a.a. 2015/2016;
3) Anestesia e Rianimazione a.a. 13/14 - 3° annualità da € 26.000 - a.a. 2015/2016;
4) Ginecologia e Ostetricia a.a. 13/14 - 3° annualità da € 26.000 - a.a. 2015/2016;
5) Medicina Interna a.a. 13/14 - 3° annualità da € 26.000 - a.a. 2015/2016;
6) Ortopedia a.a. 13/14 - 3° annualità da € 26.000 - a.a. 2015/2016;
-
Assegnazioni da altre amministrazioni locali - Accordi di programma (€ 4.820.244,00).
Tale somma comprende:
•
Contributo del Comune di Busto Arsizio per il funzionamento dell’insediamento universitario nelle sedi di Busto Arsizio per l’a.a. 2015/2016 per € 70.000,00;
•
Assegnazioni di contributi in conto capitale sostenuti per immobilizzazioni materiali e immateriali (manutenzioni su beni di terzi) per € 4.750.244,28. A tali contributi è stata applicata la tecnica del risconto (DM n. 19 del 14 gennaio 2014) a copertura degli ammortamenti.
La somma si riferisce in particolare ad ammortamenti per beni/opere acquisiti/sostenute
nell’esercizio 2013 e precedenti (in contabilità finanziaria) per € 4.453.739 e nell’esercizio
2014 per € 296.505,00.
CA.05.50.05
PROVENTI ALTRI ENTI PUBBLICI E PRIVATI
Enti pubblici
€ 47.747,08
Enti privati
€ 345.447,00
Totale
€ 444.430,00
Sono costituiti da:
•
Contributi diversi di Enti Pubblici stimati in € 98.983, di cui :
18
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
o € 46.747,08 derivanti da diverse componenti: i contributi per il finanziamento di posti relativi al personale docente e ricercatore di ruolo, e il rimborso degli oneri retributivi e contributivi del personale tecnico amministrativo in comando presso altri enti come di seguito
dettagliati:
1 RUTI- Med 28 - Tettamanti Lucia
Ospedale di Circolo Fondazione Macchi € 23.915
1 cat. D6 – Bottura Michela
Università degli Studi di Trento
€ 22.832
Totale
€ 46.747
o € 52.236 per contributi ai dottorati di cui:
Eupolis regione Lombardia: 2° rata di € 17.614,09 per l’a.a. 2015/2016
Inaf: 2° rata di € 17.310,86 per l’a.a. 2015/2016
Inaf: 2° rata di € 17.310,86 per l’a.a. 2015/2016
•
Contributi diversi di Enti privati stimati in € 345.447,00, di cui :
o € 80.000 per contributo sponsorizzazione Istituto Tesoriere;
o € 205.886,00 per il finanziamento di posti relativi al personale docente e ricercatore di ruolo e ricercatori a tempo determinato di seguito dettagliati:
1 RU MED/11 Fantoni Cecilia
– convenzione a tempo det.
n. 1 PA di ruolo MED/10 –
Spanevello Antonio
n. 1 PA di ruolo MED/18
Rovera Francesca
n. 1 RUTD a tempo det.
MED/28 – Farronato Davide
Clinica Mater Domini
€ 23.915
Fondazione Maugeri
66.660
Fondazione Maugeri
€ 62.180
Kristal Srl
€ 53.231
Totale
€ 205.886
o € 59.561,00 per contributi dottorati e scuole di specializzazione, di cui:
• Pixel – dottorato di Informatica : 3°annualità di € 16.250,24 per l’a.a. 2015/2016
• Fondazione Rusconi – dottorato di Medicina traslazionale: 2° rata di € 17.310,86 per
l’a.a. 2015/2016
• Anni Azzurri – scuola di specializzazione in Medicina Legale: 4°annualità da € 26.000 a.a. 2015/2016
19
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.05.50.06
PROVENTI U.E. E ALTRI ORGANISMI INTERNAZIONALI
Totale
€ 220.000,00
Costituito da contributi diversi dalla UE € 220.000,00
Si stima per il 2015 un ricavo finalizzato alla gestione di tutte le azioni previste dalla Key Action 1 del
programma Erasmus Plus per l’Anno Accademico 2015-16.
In particolare si stima che il sopraccitato ricavo sia così suddiviso:
• € 130.000 per la mobilità studentesca in Uscita per motivi di studio (SMS)
• € 40.000 per la mobilità studentesca in Uscita per tirocinio (SMT)
• € 10.000 per la mobilità dei Docenti in Uscita per didattica (STA)
• € 5.000 per la mobilità del personale (docente e TA) in Uscita per formazione (STT)
• € 35.000 per le attività di Supporto all’Organizzazione della Mobilità (OS)
CA.05.50.07
PROVENTI DIVERSI (PUBBLICI/PRIVATI)
Contratti attivi
144.300,00
Convenzione GARR
24.400,00
SIBA
200,00
Totale
€ 168.920,00
• Contratti attivi di Ateneo € 144.300,00
o Concessione del servizio di libreria universitaria presso il Padiglione Antonini fino al
03/09/2016 con canone annuale unico anticipato.
o Concessione per il servizio di somministrazione di alimenti e bevande tramite distributori
automatici. Il contratto, iniziato nel 2014 ha durata di 6 anni e prevede due canoni semestrali anticipati a maggio e novembre di ogni anno.
o Concessione del servizio di ristorazione universitaria in via Monte Generoso valido fino al
10/10/2018 con canone semestrale anticipato.
Per tali contratti, prudenzialmente, non sono stai applicati gli adeguamenti ISTAT a causa
dell’andamento congiunturale particolare che ha visto nel corso dell’anno anche decrementi
dell’indice FOI abitualmente utilizzato per la rivalutazione dei canoni.
La stima complessiva a budget 2015 è la seguente:
20
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CONTRATTI
2015
Libreria universitaria
13.300
Distributori automatici
21.000
Ristorazione M. Generoso
110.000
TOTALI
144.300
•
Convenzione con GARR del Centro SIC per servizi di Hosting e noleggio fibre: ottiche BovisaComo: € 24.400,00
•
Proventi diversi Centro SIBA € 220,00 .
CA.05.50.08
PROVENTI PER ATTIVITÀ ASSISTENZIALE E
SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE
Totale
€ 3.671.400,00
Sono costituiti da Proventi per l’attività assistenziale e servizio sanitario nazionale e comprendono i
rimborsi all’Ateneo da parte di strutture ospedaliere/mediche convenzionate per i costi sostenuti per i
compensi ai docenti e ricercatori di area medica in attività convenzionata intramoenia.
CA.05.50.11
PROVENTI IMMOBILIARI
€ 214.140,00
Totale
Proventi della foresteria € 214.140,00 relativi agli introiti da parte del CIDIS per la gestione del Collegio Universitario C. Cattaneo.
CA.05.50.14
UTILIZZO FONDI VINCOLATI PER DECISIONE
DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI
Risultato d’esercizio 2014 presunto
4.500.000,00
Utilizzo patrimonio netto vincolato
5.245.448,00
SIBA
200,00
Totale
€ 9.745.448,00
Utilizzo fondi costituiti da:
•
€ 4.500.000,00 quale risultato d’esercizio presunto della gestione 2014
21
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
•
€ 5.245.448 quale utilizzo del patrimonio netto vincolato, di cui € 5.240.184 dai fondi vincolati per
ammortamenti futuri su immobilizzazioni materiali/immateriali acquisite/sostenute prima del
2014, e di cui € 5.264 dai fondi vincolati per decisione degli organi istituzionali per investimenti a
copertura dei valori di ammortamento (DM 19 del 14 gennaio 2014).
CA.05.51 PROVENTI DA ATTIVITÀ C/TERZI
CA.05.51.03 ALTRI PROVENTI ATTIVITÀ COMMERCIALE
€ 5.660,00
Totale
Costituito da:
•
Noleggio spazi universitari € 2.000,00 per fitti aule
•
Altri proventi attività commerciale € 3.660,00 Servizio di hosting POP di Como (Centro SIC)
CA.05.54 PROVENTI FINANZIARI
CA.05.54.02
ALTRI PROVENTI FINANZIARI
€ 2.389,00
Totale
Sono relativi agli interessi da maturare sulle cedole del BTP (scadenza 2029, tasso di interess 4,25%,
valore nominale € 51.000,00) relativo al lascito Prof. Ragnotti.
CA.08.80
PROVENTI INTERNI
CA.08.80.02
PROVENTI INTERNI PER RECUPERI
Totale
€ 193.568,00
E’ costituito dai proventi recupero ricercatori a tempo determinato, € 193.568,00 e comprende i trasferimenti dei Dipartimenti per contratti di ricercatori a tempo determinato da sostenere nel 2015 sui
progetti di ricerca. In particolare:
5.2
n. 1 RUTD Med 31 – Battaglia Paolo
DMG Italia Srl (DBSV)
€ 48.392
n. 1 RUTD Fis 01 – Santoro Romualdo
FP7 UE (DISAT)
€ 48.392
n. 1 RUTD Med 04 – Forlani Greta
FP7 UE (DSCM)
€ 48.392
n. 1 RUTD Ing-Inf/05 – Tosi Davide
Progetto Europeo CASE (DISTA)
€ 48.392
C.A.04 ONERI
Il Totale Costi è pari a € 81.320.185,00.
22
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.40
ONERI PER MATERIALI DI CONSUMO, MATERIE PRIME E
ACQUISTO LIBRI E RIVISTE
CA.04.40.01
ACQUISTO MATERIALI DI CONSUMO
Materiale di cancelleria e altro materiale di consumo richiesto da Dipartimenti, Centri Servizi e
Amministrazione Centrale
€ 223.404,00
Materiale di consumo per laboratori dei Dipartimenti
€ 78.500,00
Totale
CA.04.40.03
€ 301.904,00
ACQUISTO LIBRI, RIVISTE E GIORNALI
Libri, riviste e giornali
€ 13.000,00
Riviste e monografie biblioteca (formato digitale)
€ 698.397,00
Riviste e monografie biblioteca (formato cartaceo)
€ 132.110,00
Banche dati on line e su cd-rom
€ 182.747,00
Totale
€ 1.026.254,00
Tali spese rientrano principalmente nel Budget del Centro SIBA per la cui stima si è tenuto conto di
questi aspetti:
•
l’incremento dei prezzi riferito all’editoria scientifica e accademica a carattere monografico e periodico, sia italiana che straniera, stimabile complessivamente intorno al 5% annuo, ma per il settore STM (Science, Technology and Medicine) spesso sopra il 15% annuo;
•
contratti per l’accesso a risorse elettroniche (che pesano per il 87,20% sulla spesa totale per il materiale bibliografico) prevedono normalmente aumenti annuali (price cap) fra il 2% e il 12%; non si
sono ancora concluse le trattative nazionali condotte da CRUI-CARE per diversi contratti pluriennali di particolare rilevanza in scadenza nel 2014 e quindi non si conoscono ancora le nuove
condizioni (fra questi, quelli con maggior impatto economico, sono Springer e WEB of Science);
•
gli abbonamenti a singole riviste in formato cartaceo e on line (su questi ultimi pesa l’aumento
IVA), sulla base delle serie storiche, comportano un aumento medio annuo del prezzo di copertina del 6% circa.
23
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.40.04
ACQUISTO ATTREZZATURE (di valore inferiore a € 516,00)
Totale
€ 121.598,00
Trattasi principalmente di costi per il Centro SIC relativi a licenze varie, acquisto software per PC
nell’anno 2015.
CA.04.40.06
ONERI PER ACQUISTO ALTRI MATERIALI
Totale
€ 6.000,00
Costituito da € 3.500,00 per spese varie e 2500,00 richiesti dal Dipartimento di Scienza e Alta Tecnologia.
CA.04.41
ONERI PER ACQUISTO SERVIZI
CA.04.41.01
ONERI SERVIZI MANUTENZIONI E RIPARAZIONI
Manutenzione ordinaria di immobili
€ 51.400,00
Manutenzione ordinaria e riparazioni di apparecchiature
€ 415.108,00
Altre spese di manutenzione ordinaria e riparazioni)
€ 37.500,00
Manutenzione software
€ 879.494,00
Manutenzione ordinaria e riparazione impianti
€ 984.923,00
Manutenzione ordinaria aree verdi
€ 110.000,00
Totale
CA.04.41.02
€ 2.478.424,00
ONERI SERVIZI COMMERCIALI
Spese previste per pubblicità obbligatoria (rientrante nel tetto di spesa art. 6 co. 8 L. 122/2010)
€ 2.972,00
Altre spese per servizi commerciali previste da
SIC e SIBA
€ 388.189,00
Totale
€ 391.161,00
24
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.41.03
ORGANIZZAZIONE DI MANIFESTAZIONI E CONVEGNI
Iniziative culturali su contributo Tesoriere (stagione concertistica e cinematografica)
€ 40.000,00
Iniziative Dipartimenti e Centri su finanziamenti
propri
€ 34.142,00
Totale
CA.04.41.04
€ 74.142,00
ONERI SERVIZI TECNICI
Servizi di vigilanza
€ 31.000,00
Servizi per fotocomposizione, stampa e legatoria
per pubblicazioni di Ateneo
€ 39.000,00
Totale
CA.04.41.05
€ 70.000,00
ONERI SERVIZI IN APPALTO
Appalto per servizi integrati di Ateneo “servizi
Lotto 1” (Biblos e B-Link)
€ 1.803.935,00
Appalto per servizi integrati relativa al “servizio
Lotto 2” (Biblioteche)
€ 265.040,00
Appalto servizio pulizie locali
€ 644.141,00
Appalto servizi calore
€ 686.000,00
Appalto servizio call center
€ 18.000,00
Appalto smaltimento rifiuti speciali
€ 73.000,00
Totale
CA.04.41.06
€ 3.490.116,00
FORZA MOTRICE, CONSUMO ACQUA E COMBUSTIBILE
Energia elettrica
€ 1.490.000,00
Acqua
€ 395.000,00
Combustibili per riscaldamento
€ 205.000,00
Benzina e gasolio
€ 11.000,00
25
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Utenze varie
€ 4.600,00
Totale
CA.04.41.07
€ 2.105.600,00
ONERI SERVIZI GENERALI
Totale Complessivo € 684.462,00
Fonia fissa e mobile; trasmissione dati a carico
SIC
€ 356.962,00
Premi assicurativi amministrazione centrale
€ 251.500,00
Spese postali e telegrafiche
€ 205.000,00
Spese per trasporti, facchinaggi e servizi generali
Totale
CA.04.41.08
€ 46.500,00
€ 684.462,00
CONSULENZE LEGALI, TECNICHE E AMMINISTRATIVE
€ 207.400,00
Totale
Sono costituiti da:
•
Spese legali e notarili, € 50.000,00, e comprendono i compensi professionali agli Avvocati dello
Stato, agli Avvocati del libero foro, al CTU e/o CTP;
•
Oneri per soccombenze legali e giudiziarie, € 40.000,00 e comprendono la rifusione delle spese legali alla controparte vittoriosa oltre esborsi per condanne in sede giudiziaria, a seguito di soccombenze totali o parziali ovvero transazioni giudiziali o stragiudiziali.
•
Consulenze tecniche pari a € 87.400,00 relative ai seguenti professionisti specializzati:
o Tecnico trasporto merci pericolose ADR (€ 12.000)
o Tecnico Sicurezza Laser per i laboratori di Como (€ 3.000)
o Esperto Qualificato radioprotezione, sedi di Varese e Como (€ 11.000)
o Consulenze Tecniche Ufficio Tecnico € 61.400
o Medico Competente € 25.000
o Medico Veterinario € 5.000
CA.04.41.09
ONERI PER PRESTAZIONI E SERVIZI DA TERZI
Totale
€ 129.060,00
Sono costituiti da:
26
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
•
Ufficio Prevenzione e Protezione € 45.000,00 (predisposizione piani emergenza /evacuazione Valutazione dei rischi e relativi monitoraggi ambientali - Attività preventiva radioprotezione)
•
Settore Economato € 30.000,00 (progetto Good Practice e servizio supporto adempimenti fiscali)
•
Area Formazione € 24.000,00 per servizio in convenzione di attestazioni ISEEU degli studenti
•
Settore Ricerca € 8.000,00 per brevetti.
CA.04.41.10
ONERI PER PRESTAZIONI DA PERSONALE ESTERNO
€ 12.000,00
Totale
Sono costituiti da spese per rimborsi a personale esterno e ospitalità relatori, visiting professors dei
Dipartimenti.
CA.04.42
ONERI PER GODIMENTO BENI DI TERZI
CA.04.42.01
ONERI PER LOCAZIONI E SPESE CONDOMINIALI
Fitti passivi
€ 231.200,00
Spese condominiali
€ 840.000,00
Altri noleggi e spese accessorie
€ 98.195,00
Totale
•
I fitti passivi sono così dettagliati:
VARESE
•
€ 1.169.395,00
Via Mazzini
Asilo Infantile Macchi Zonda
€ 77.000
Via Rossi pad. Rossi
Osp. Circolo
€ 45.500
Via Rossi Pad. Biffi
ASL
€ 39.500
Via Pacinotti
Olona Trasporti srl
€ 51.500
COMO
Via Italia Libera
CRI
SARONNO
P.zza Santuario
Comune di Saronno
€ 3.200
€ 14.500
La voce principale delle spese condominiali è rappresentata dal rimborso spese da effettuare a
Univercomo per la gestione degli edifici ad uso comune con il Politecnico di Milano(Via Valleggio, Via Castelnuovo e Via Natta) per un importo di € 730.000,00
I noleggi e spese accessorie dell’Amministrazione Centrale contano per € 40.000 e riguardano affrancatrici, imbustatrici, Distributori acqua Rett. e fotocopiatrici il cui costo, con l’adesione alla convenzione CONSIP per il noleggio delle fotocopiatrici multifunzionali è stato abbattuto sensibilmente.
27
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.42.02
ONERI PER CANONI DI LEASING
Totale
€ 1.000,00
Oneri per canoni di leasing del Dipartimento Scienze Chirurgiche e Morfologiche.
CA.04.43
ONERI PER IL PERSONALE
CA.04.43.01
ONERI PER ASSEGNI FISSI PERS.LE DOCENTE TEMPO INDETERMINATO
Totale
€ 27.187.578,00
Il costo stimato per stipendi e altri assegni fissi al personale docente e ricercatore è stato calcolato
partendo dal personale in servizio alla fine del 2014 (rettificato in base ai pensionamenti e ai nuovi
ingressi previsti), includendo assegni per il nucleo familiare ed escludendo eventuali conferme di
ruolo.
Il personale docente e ricercatore al 10 Dicembre 2014 è così composto:
PO
86
PA
142
RU
133
Uscite al 31/12/2014
Totale al 1/1/2015
1
360
Per il 2015 sono previsti 7 pensionamenti al 1° novembre e il reclutamento di 6 nuovi professori associati tramite procedura comparativa con presa di servizio al 1 marzo.
Pertanto la spesa complessiva è così composta:
Stipendi e assegni fissi
Oneri previdenziali a
carico ente
Oneri IRAP
Totale
€ 19.793.990
€ 5.712.629
€ 1.680.959
€ 27.187.578
28
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.43.02
ONERI PER ALTRE COMPETENZE PERS.LE DOCENTE
TEMPO INDETERMINATO
Competenze al personale docente e ricercatore per convenzioni SSN
€ 3.616.000,00
Indennità di rischio radiazioni ex art. 20
comma 3 del D.P.R 3 agosto 1990, n. 319.
1.327,00
Totale
€ 3.617.327,00
•
Le competenze al personale docente e ricercatore per convenzioni SSN sono state previste sulla
base del liquidato nel 2014 (rettificato in base ai passaggi di ruolo effettuati alla fine dell’anno),
considerando il blocco degli stipendi nel pubblico impiego per il 2015 e presumibilmente anche
per il 2016 e 2017. Non sono state ipotizzate nuove convenzioni o cessazioni.
•
L’indennità di rischio radiazioni ex art. 20 comma 3 del D.P.R 3 agosto 1990, n. 319 è dovuta al
personale che è esposto a rischio in modo discontinuo, temporaneo o a rotazione, in quanto adibito normalmente o prevalentemente a funzioni diverse, è corrisposta nella misura unica mensile
lorda pari a € 25,82. Il personale docente e ricercatore avente diritto a tale indennità al momento
della redazione del bilancio è pari a n. 3 unità.
CA.04.43.03
ONERI PER ASSEGNI FISSI PERS.LE TECNICO AMMINISTRATIVO
TEMPO INDETERMINATO
Totale
€ 10.185.699,00
Il costo stimato per stipendi ed altri assegni fissi ai dirigenti e personale tecnico-amministrativo a tempo indeterminato è stato calcolato partendo dal personale in servizio alla data di redazione del bilancio, rettificato in base ai pensionamenti, alle assunzioni e alla diminuzione di part-time previsti. Non
sono stati conteggiati passaggi da B a C e da C a D. Sono stati altresì considerati assegni per il nucleo
familiare per 70.000,00. Per il personale non dirigente è stato applicato il CCNL del 12 marzo 2009
biennio economico 2008-2009 e quanto previsto dalla normativa in materia di indennità di vacanza
contrattuale. Per il personale dirigente è stato applicato il CCNL del 28 luglio 2010 biennio economico
2008-2009 e quanto previsto dalla normativa in materia di indennità di vacanza contrattuale.
B
Full Time
Part Time
C
D
33 114 68
9
41 20
EP Dirigenti
15
2
0
-
29
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Sono stati previsti:
•
1 nuova assunzione categoria B3 (dal 1 dicembre 2014);
•
Dal 2015 n. 3 nuove assunzioni categoria C1; n. 3 nuove assunzioni nuove assunzioni categoria
D1 dal 1 marzo; n. 3 nuove assunzioni categoria C1 dalle categorie protette dal 1 marzo;
diminuzione dei part-time da 70 a 50 unità per la riorganizzazione dell’Amministrazione
Centrale; n. 1 pensionamento al 1 ottobre.
Pertanto la spesa complessiva è così composta:
Stipendi e assegni fissi
Oneri previdenziali a
carico ente
Oneri IRAP
Totale
€ 7.382.206
€ 2.181.955
€ 621.538
€ 10.185.699
CA.04.43.05
ONERI PER ALTRE COMPETENZE PERS.LE TECNICO AMMINISTRATIVO
TEMPO INDETERMINATO
Totale
€ 412,00
L’importo si riferisce all’indennità di rischio radiazioni ex art. 20 comma 3 del D.P.R 3 agosto 1990, n.
319. Al personale tecnico che sia esposto a rischio in modo discontinuo, temporaneo o a rotazione, in
quanto adibito normalmente o prevalentemente a funzioni diverse, è corrisposta un’indennità di rischio parziale nella misura unica mensile lorda pari a € 25,82. Il personale tecnico amministrativo
avente diritto a tale indennità al momento della redazione del bilancio è pari a n. 1 unità.
CA.04.43.06 ONERI PER ARRETRATI PERS.LE DOCENTE TEMPO INDETERMINATO
Totale
€ 27.700,00
L'importo stimato è stato calcolato considerando le conferme in ruolo.
CA.04.43.08
ONERI PER PERSONALE DOCENTE E RICERCATORE
TEMPO DETERMINATO
RUTD
€ 774.778,00
RUTD – Convenzioni con SSN
€ 55.400,00
Assegni di Ricerca (16)
€ 373.600,00
Fondo Esigenze Didattiche
€ 950.000,00
Totale
€ 2.154.078,00
30
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
• Il costo per Ricercatori a tempo determinato è stato calcolato considerando: i ricercatori in
servizio alla data di redazione del bilancio, ovvero n. 1 ricercatore a tempo determinato 120%
D.L. 94/2009 e n. 16 ricercatori a tempo determinato a tempo pieno lettera A art. 24 comma
3 L. 240/2010 di cui n. 10 a carico Ateneo e n. 6 su fondi di ricerca di Dipartimenti Pertanto
la spesa complessiva è così composta:
Stipendi e
assegni fissi
Oneri
previdenziali a
carico ente
Oneri
IRAP
Totale
€ 558.650
€ 168.617
€ 47.511
€ 774.778
• La previsione per competenze ricercatori a tempo determinato per convenzioni SSN e è stata
effettuata sulla base dei termini contrattuali noti al momento della redazione del bilancio. Non
sono state ipotizzate nuove convenzioni.
• Il costo per assegni di ricerca € 373.600, ovvero n. 16 assegni dell’importo minimo ex art. 22
Legge 240/2010 “Gelmini” (precisamente n° 12 di tipologia Junior e 4 di tipologia Senior, di
cui almeno 1 extraeuropeo per l’Ufficio Relazioni Internazionali).
• Il costo per il fondo esigenze didattiche 2015/2016 € 950.000 (omnicomprensivo dei
contributi per laboratori e dei contributi per viaggi di studio e attività didattica fuori sede) per
la copertura di insegnamenti vacanti per l’attribuzione di incarichi, al di fuori degli obblighi
istituzionali dei professori e ricercatori in servizio presso l’Ateneo, mediante conferimento di
affidamento o stipula di contratto per l’erogazione agli studenti dell’offerta formativa di
Ateneo. La spesa è stata determinata in base all’incremento nell’organico di Ateneo nel 2014
del numero di professori associati assunti nell’ambito del piano straordinario ministeriale per
gli anni 2011-2012-2013 a seguito di procedure valutative (con conseguente riduzione della
consistenza numerica di ricercatori universitari a tempo indeterminato) ed alla previsione di
assunzione nel 2015 di ulteriori 6 professori associati al termine di procedure comparative
indette ai sensi dell’art.18, comma 1, della L. n. 240/2010. Ciò comporta una previsione di
assorbimento nel trattamento economico spettante al suddetto personale di quanto previsto
per il carico didattico istituzionale con conseguente diminuzione delle risorse da imputare a
bilancio per le attività didattiche da retribuire come affidamenti e/o contratti. Inoltre, la
previsione di spesa tiene conto dell’esigenza di assicurare il regolare svolgimento dell’attività
didattica, ufficiale e/o integrativa, dell’incremento del numero degli studenti immatricolati, di
eventuale rimodulazione dell’organizzazione dell’attività didattica attraverso lo sdoppiamento
degli insegnamenti al fine non creare disparità nell’impegno di studio e nel conseguimento
degli obiettivi formativi da parte degli studenti interessati.
31
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.43.09
ONERI PER DIRIGENTI E PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO
A TEMPO DETERMINATO
Personale tecnico amministrativo a TD
€ 311.762,00
Direttore Generale e Dirigenti a TD
€ 218.704,00
Totale
•
•
€ 530.466,00
Il costo stimato per Amministrativi e tecnici a tempo determinato, calcolato considerando: il
personale in servizio alla data di redazione del bilancio, ovvero n. 16 dipendenti di cui 15 nella
categoria C1 e 1 nella categoria B3; n. 1 nuova assunzione nella categoria C1 dal 3 novembre
2014 e per 1 anno. Sono stati altresì considerati assegni per il nucleo familiare nel 2015. E’ stato
applicato il CCNL del 12 marzo 2009 biennio economico 2008-2009 e quanto previsto dalla
normativa in materia di indennità di vacanza contrattuale. La spesa di € 102.045,50 rientra nel
tetto di spesa ex art. 9 c. 28 L. 122/2010; la differenza è a carico del Progetto Miglioramento
Servizi agli Studenti. La spesa complessiva è così composta:
Stipendi e
assegni fissi
Oneri previdenziali
a carico ente
Oneri IRAP
Totale
€ 221.859
€ 71.130
€ 18.773
€ 311.762
L’importo stimato per Direttore e dirigenti a tempo determinato che comprende gli assegni
fissi spettanti al dirigente a tempo determinato (vedi contratto n. 839 del 18 dicembre 2013) e il
trattamento omnicomprensivo spettante al Direttore Generale (vedi contratto n. 840 del 19
dicembre 2013). E’ stata inclusa altresì la retribuzione di risultato del Direttore Generale. La
spesa complessiva è così composta:
CA.04.43.15
Stipendi e
assegni fissi
Oneri previdenziali
a carico ente
Oneri IRAP
Totale
€ 156.934
€ 48.407
€ 13.363
€ 218.704
TRATTAMENTO ACCESSORIO PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO
Totale
€ 1.067.823,00
32
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.43.15.01.06
CA.04.43.15.01.07
COMPENSO ONERI PREVID.
TOTALE
IRAP (8,50%)
(24,20%)
VOCE COAN
DESCRIZIONE
CA.04.43.15.01.01
Lavoro straordinario
personale
59.130,00
tecnicoamministrativo
14.309,00
5.026,00
78.465,00
CA.04.43.15.01.02
Servizio buoni pa280.000,00
sto
17.618,00
5.893,00
303.511,00
CA.04.43.15.01.03
Fondo per il trattamento accesso- 245.689,23
rio cat. B/C/D
59.457,00
20.884,00
326.030,23
CA.04.43.15.01.04
Fondo per la retribuzione di posi128.830,00
zione e di risultato
della categoria EP
31.177,00
10.951,00
170.958,00
CA.04.43.15.01.05
Indennità di posizione e risultato 137.640,11
dirigenti
39.520,23
11.699,41
188.859,75
TOTALI
162.081,23
54.453,41
1.067.823,98
851.289,34
La spesa per lavoro straordinario del personale tecnico-amministrativo rappresenta il limite
massimo di spesa consentito dalla normativa vigente, pari al 90% delle risorse assegnate nell’anno
2007, ex art. 86 del CCNL 2006/2009 e art. 66 del CCNL 2001.
La spesa indicata per il fondo per il trattamento accessorio cat. B/C/D, per il fondo per la
retribuzione di posizione e di risultato della categoria EP e per il fondo Indennità di posizione e
risultato dirigenti è quella relativa ai fondi dell’esercizio 2013 certificati dal Collegio dei Revisori.
CA.04.43.18
ALTRI ONERI PER IL PERSONALE
Totale
€ 424.124,00
•
Missioni e rimborsi spese, € 61.886 nei limiti del tetto di spesa di cui all’art. 6 c. 12 L.
122/2010.
•
Concorsi e esami di stato, € 95.094.
33
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
• Sussidi al personale per rimborso tasse universitarie ai dipendenti studenti € 16.000,00.
• Spese per mobilità docenti e scambi culturali € 40.000 nell’ambito dell’Erasmus Plus.
• Compenso per difesa in giudizio € 29.500 relativa agli avvocati interni dell’Ateneo,
regolarmente iscritti alle sezioni speciali dell’albo degli avvocati, riservate ai pubblici
dipendenti, che svolgono attività professionale nell’esclusivo interesse dell’Università, in
applicazione dell’art. 71 comma 3 del CCNL comparto Università del 16 ottobre. La spesa
rientra nel limite stabilito dalla L. 114/2014 art. 9 c. 6.
• Accertamenti sanitari € 46.000 di cui € 30.000 per l’Ufficio Prevenzione e € 16.000 Settore
Personale Tecnico Amministrativo.
• Formazione al personale tecnico amministrativo € 53.214,00 come da limite di spesa art. 6 c.
13 L. 122/2010.
• Rimborsi telelavoro € 12.430. L’importo stimato consta di due determinanti: il costo relativo
ad utenze telefoniche/telematiche “dedicate” gravanti direttamente in capo all’Ateneo ovvero
i rimborsi a piè di lista cioè mediante presentazione di documentazione probante il costo
sostenuto (bollette di utenza telefonica/telematica) a favore di quei dipendenti che abbiano
sottoscritto direttamente a nome proprio il contratto di fornitura con l’ente erogatore, e i
rimborsi determinati in misura forfettaria a titolo di consumi energetici. Il personale in
telelavoro è pari n. 12 unità, di cui: n. 1 unità con contratto in scadenza al 31 dicembre 2014,
n. 10 unità con contratto in scadenza nel 2015 e n. 1 unità con contratto in scadenza a
febbraio 2016.
• Attività culturali, ricreative, sportive al Personale: € 5.000. L’importo indicato rappresenta il
contributo erogato dall’Ateneo a favore di ARCADIA, l’Associazione Ricreativa Culturale
Attività Dopolavoro Insubria.
• Miglioramento strategico del Management € 65.000 per interventi formativi a favore del
Management.
CA.04.43.19
ONERI PERSONALE COMANDATO
Totale
€ 70.517,00
Il personale in comando proveniente da altre amministrazioni pubbliche, presenti in Ateneo e il cui
onere incide negli anni in esame comprende: n. 1 unità proveniente dall’Università degli Studi di Milano Bicocca in part-time al 66,66%; n. 1 unità proveniente dall’Università degli Studi di Siena; n. 1 unità
proveniente dalla Camera di Commercio di Mantova in part-time al 70%.
34
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.44
AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI
CA.04.44.07
AMMORTAMENTO OPERE SU BENI DI TERZI
Totale
€ 3.301.536,00
La spesa è relativa all’ammortamento per ripristino e trasformazione beni di terzi e su nuove costruzioni su beni di terzi. Di tale somma viene utilizzato il patrimonio vincolato quale fondo ammortamenti futuri per beni acquisiti prima del 2014 per € 1.576.948 e ricavi per contributi in conto capitale
con la tecnica del risconto per € 1.507.020.
CA.04.44.08
AMMORTAMENTO FABBRICATI
Totale
€ 5.180.983,00
La spesa è relativa all’ammortamento su fabbricati urbani, impianti sportivi e altri immobili. Di tale
somma viene utilizzato il patrimonio vincolato quale fondo ammortamenti futuri per beni acquisiti
prima del 2014 per € 2.067.451 e ricavi per contributi in conto capitale con la tecnica del risconto per
€ 3.109.451.
CA.04.44.09
AMMORTAMENTO MACCHINARI, ATTREZZATURE E IMPIANTI
Totale
€ 837.473,00
La spesa è relativa all’ammortamento su macchinari, impianti specifici e generici, attrezzature informatiche, didattiche e tecnico-scientifiche, elettromeccaniche ed elettroniche, attrezzatura generica e varia,
Grandi Attrezzature. Di tale somma viene utilizzato il patrimonio vincolato quale fondo ammortamenti futuri per beni acquisiti prima del 2014 per € 745.557 e ricavi per contributi in conto capitale
con la tecnica del risconto per € 46.100.
CA.04.44.10
AMMORTAMENTO MOBILI, ARREDI E MACCHINE D'UFFICIO
Totale
€ 954.090,00
La spesa è relativa all’ammortamento su mobili, arredi e macchine da ufficio. Di tale somma viene utilizzato il patrimonio vincolato quale fondo ammortamenti futuri per beni acquisiti prima del 2014 per
€ 839.682 e ricavi per contributi in conto capitale con la tecnica del risconto per € 87.684.
CA.04.44.11 AMMORTAMENTO AUTOMEZZI ED ALTRI MEZZI DI TRASPORTO
Totale
€ 15.809,00
La spesa è relativa all’ammortamento su automezzi e altri mezzi di trasporto. Di tale somma viene utilizzato il patrimonio vincolato quale fondo ammortamenti futuri per beni acquisiti prima del 2014 per
€ 15.809.
35
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.46
ONERI E ACCANTONAMENTI DIVERSI
CA. 04.46.01 ACCANTONAMENTO PER RISCHI ED ONERI
Totale
€ 2.500,00
La spesa è relativa ad accantonamenti per fondi rischi cambio del centro SIBA.
CA.04.46.02
ACCANTONAMENTO A FONDI VINCOLATI PER DECISIONE DEGLI
ORGANI ISTITUZIONALI
Totale
€ 80.027,00
La spesa è relativa all’accantonamento a fondo di riserva.
CA.04.46.03
ONERI DIVERSI DI GESTIONE
€ 89.200,00
Totale
La spesa è relativa a contributi e quote associative per € 64.200 di cui € 50.000 per l’Area Finanza e
Contabilità (Crui, Codau, Coinfo ecc.) e € 14.200 del Centro SIBA per l’accordo Crui-SIAE. È altresì
previsto il rimborso alle università aggregate del 20% della tassa di iscrizione delle scuole di specialità
per € 25.000,00.
CA.04.46.04
ONERI PER IL FUNZIONAMENTO DEGLI ORGANI ISTITUZIONALI
Totale
•
•
•
•
•
•
•
€ 338.947,00
Gettoni di presenza al Consiglio di Amministrazione e Senato Accademico € 42.610,00
Indennità al Collegio dei Revisori dei Conti € 36.500,00
Rimborsi spese di trasferta ai Revisori dei Conti € 13.000,00
Indennità ai componenti del Nucleo di Valutazione di Ateneo € 45.441,00
Rimborsi spese di trasferta ai componenti N.V.A € 3.000,00
Indennità di carica organi accademici € 196.396,00
Rimborsi spese Consiglio di Amministrazione € 2.000,00.
CA.04.46.05
ONERI PER BORSE DI STUDIO POST LAUREA
Borse dottorato di ricerca
€ 2.304.066,00
Contratti di formazione specialistica
€ 7.570.000,00
Borse di eccellenza e merito
€ 243.670,00
Borse di studio Erasmus ed Erasmus Placement
€ 248.000,00
36
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Altre borse di studio
€ 6.000,00
Totale
€ 10.371.736,00
• Le borse per il dottorato di ricerca per € 2.304.066,00 e comprendono la prima annualità del
XXXI ciclo, la seconda annualità del XXX ciclo e la III annualità del XXIX ciclo (45 borse
ciascuno), di cui si prevede un cofinanziamento ministeriale pari a € 680.000, l’ultimo comunicato per il 2013.
• I contratti di formazione specialistica per € 7.570.000 di cui € 7.388.000 finanziati dal MIUR e
€ 182.000 e da enti pubblici e privati.
• Borse di eccellenza e merito € 243.670 di cui n. 15 borse per l’a.a. 2013/2014, n. 20 borse per
l’a.a 2014/2015 e n. 20 borse per l’a.a. 2015/2016, e anche n. 11 borse di studio per merito ad
atleti iscritti al College di Atletica e al College di Canottaggio.
• Borse di studio Erasmus ed Erasmus Placement € 248.000.
• Altre borse di studio € 6.000 per l’erogazione di n. 5 contributi per la frequenza di corsi di lingua all’estero, dell’importo di € 1.200 ciascuno. I contributi vengono banditi dal Cidis.
CA.04.46.07
ONERI PER MOBILITÀ STUDENTI
Totale
€ 256.127,00
• Mobilità dottorati di ricerca € 65.727,00, pari a 4 trimestri per XXIX e XXX ciclo e 4 semestri
per XXXI ciclo.
• Spese di viaggio e soggiorno studenti per mobilità e scambi culturali € 10.000,00.
• Oneri per spese di viaggio e soggiorno studenti € 130.000,00 per il progetto di internazionalizzazione lauree magistrali.
CA.04.46.08
ONERI PER ALTRI INTERVENTI A FAVORE DI STUDENTI
Totale
€ 1.221.541,00
• Rimborso tasse sopratasse e contributi a studenti € 340.000,00
• Premio di studio e di laurea per Premio di Laurea Ragnotti € 2.389,00
• Attività sportiva universitaria € 85.000,00, di cui € 30.000 quale contributo Miur. La somma di
€ 55.000,00 è a carico Ateneo di cui € 10.000,00 per la convenzione del canottaggio femminile
e per convenzione dell’atletica € 10.000,00.
• Collaborazioni studentesche Part-time (art. 11 del Decreto Legislativo 29/03/2012, n. 68)
€ 115.000,00.
37
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
• Contributi dottorati di ricerca € 201.872,00 (3° anno del XXIX ciclo, 2° e 3° anno del XXX
ciclo e 2° anno del XXXI ciclo).
• Oneri per servizi abitativi e ristorazione a favore degli studenti € 197.280,00 al CIDiS per
l’affidamento della gestione dei servizi alberghieri presso il Collegio universitario “Carlo Cattaneo” in Varese.
• Spese per orientamento studenti € 195.000,00 di cui € 160.000,00 per il settore Orientamento
e diritto allo studio e € 35.000,00 per l’Ufficio Relazioni Internazionali per corsi di lingue.
• Iniziative e attività culturali gestite dagli studenti € 45.000,00.
• Servizio bus navetta Varese-Bizzozero € 40.000,00.
CA 04.46.09 IMPOSTE E TASSE (NON SUL REDDITO)
Imposta di bollo
€ 2.100,00
Imposta di registro
€ 5.000,00
Tassa rifiuti
€ 90.000,00
Altre imposte e tasse (non sul reddito)
€ 17.900,00
Bolli di quietanza
€ 2.650,00
Totale
€ 117.650,00
CA.04.47
ONERI FINANZIARI SVALUTAZIONI DI ATTIVITÀ FINANZIARIE
CA.04.47.01
INTERESSI PASSIVI E ONERI FINANZIARI
€ 60.354,00
Totale
• € 56.764,00 per interessi passivi sul mutuo di quindici anni stipulato con l’Istituto Tesoriere
Banca Popolare di Sondrio per il finanziamento dei lavori per la Colonia Agricola (importo
mutuo € 1.200.000,00 scadenza 30/09/2029) e per interessi passivi sul mutuo decennale stipulato con Banca Intesa S.p.A. per il finanziamento dei lavori del Palazzetto Sportivo (importo
mutuo € 1.200.000,00 scadenza 30/09/2022);
• € 3.590,00 per spese e commissioni bancarie.
CA.04.48
ONERI STRAORDINARI
CA.04.48.05
ONERI PER RESTITUZIONI E RECUPERI
Totale
€ 307.972,00
Versamenti da effettuare all’Erario per disposizioni normative diverse.
38
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.04.49
IMPOSTE SUL REDDITO D’ESERCIZIO
CA.04.49.01
IMPOSTE SUL REDDITO D’ESERCIZIO
Totale
€ 30.000,00
La spesa presunta dell’esercizio per Ires ammonta a € 30.000,00.
5.3
CA 06.6 COSTI PER PROGETTI
CA.06.60
COSTI PER PROGETTI
CA.06.60.01
COSTI CORRENTI PER PROGETTI
Totale
6
€ 620.000,00
•
€ 90.000,00 dell’Area Finanza e Contabilità, in particolare il funzionamento delle sedi universitarie (€ 60.000,00) e attività divulgative diverse (€ 30.000,00).
•
€ 530.000,00 del Settore Servizi per la Ricerca di cui € 60.000,00 per le edizioni annuali della
Summer & Winter School e per il FAR € 470.000,00.
IL BUDGET DEGLI INVESTIMENTI 2015
Il Totale Investimenti è pari a € 2.330.067,00.
6.1
C.A.01 ATTIVITA’
C.A.01.10
IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI
CA. 01.10.06 IMMOBIL. IMMATERIALI IN CORSO E ACCONTI
Totale Complessivo € 573.700,00
Totale
€ 573.000,00
Comprende i contratti di manutenzione straordinaria per immobili beni di terzi, di cui € 563.200,00
per immobili delle sedi di Varese-Busto Arsizio-Saronno e € 10.500,00 per immobili delle sedi di Como.
Le opere principali previste sono :
• per il Padiglione Antonini la sostituzione dei serramenti, il rifacimento dei bagni e la tinteggiatura dei corridoi al piano terra e primo per complessivi € 335.500,00 cui si provvederà con accensione di mutuo passivo.
• Messa a norma della sede di Villa Manara a Busto Arsizio per € 80.000,00.
39
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
CA.01.10.09
OPERE SU BENI DI TERZI
Totale
€ 380.000,00
Comprende € 380.000,00 per realizzazione impianto aria primaria della sede di via Castelnuovo a Como per il quale si provvederà con accensione di mutuo passivo.
C.A.01.11.02 MACCHINARI, ATTREZZATURE E IMPIANTI
Totale
€ 283.895,00
Comprende:
•
€ 36.840,00 per impianti generici su beni propri (Messa a norma impianti elettrici, cablaggi strutture, impianti antifurto);
•
-€ 18.540,00 per Impianti generici su beni di terzi (cablaggi, impianti antifurto);
•
€ 132.205,00 per Attrezzature informatiche di cui una parte per il servizio wireless presso il Collegio Santa Teresa in Como e per il Palazzetto Sportivo di Varese;
•
€ 31.300,00 per attrezzature didattiche (audiovisivi);
•
€ 13.000,00 per attrezzature tecnico-scientifiche;
•
€ 35.010,00 per Attrezzature elettromeccaniche ed elettroniche.
C.A.01.11.03 MOBILI, ARREDI E MACCHINE D’UFFICIO
Totale
€ 385.822,00
Comprende:
•
€ 265.000,00 per acquisto arredi tecnici a completamento forniture di cui € 200.000 finanziati dal
Miur per la Palazzina dei Laboratori in Como (ultima tranche finanziata nell’ambito dell’Accordo
di Programma);
•
la somma di € 9.580,00 per mobili e arredi (nel tetto di spesa previsto dall’art.1 c. 141 e c. 142 della L. 228/2012);
•
la somma di € 106.242,00 per Macchine da ufficio che comprendono le spese del Centro SIC per
la sostituzione di pc obsoleti di strutture varie dell’Ateneo e l’acquisto di pc per i laboratori delle
sedi didattiche .
C.A 01.11.08.02
RIPRISTINO, TRASFORMAZIONI BENI PROPRI ED OPERE IN CORSO
Totale
€ 705.650,00
Comprende:
•
€ 80.000,00 per sistemazioni degli esterni di Via Valleggio in Como;
40
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
•
€ 91.900,00 per sistemazione rampa di accesso lato est ai box interrati, completamento testata e
parapetto in bilastre lato est, impermeabilizzazione coperture edifici piazza, completamento rivestimento lotto I/II triangoli est e ovest e recinzione esterna del lotto, Via Valleggio.
•
€ 33.000,00 per interventi di adeguamento e sicurezza Via Oriani/Bossi
•
€ 24.400,00 per spostamento bombolario Padiglione Bassani
•
€ 200.000,00 per regimentazione acque bianche strada di accesso a padiglione Montegeneroso
•
€ 150.000,00 per strada di collegamento Collegio-padiglione Montegeneroso-Palazzetto
CA.01.12.01.01 - PARTECIPAZIONE IN ALTRE IMPRESE
€ 1.000,00
Totale
Si ipotizza che verranno costituiti due nuovi spin-off da € 500,00 ciascuno.
TOTALE RICAVI
€ 82.935.252,00
TOTALE COSTI
€ 81.320.185,00
TOTALE INVESTIMENTI
€ 2.330.067,00
La differenza di € 715.000,00 per gli investimenti verrà finanziata mediante l’accensione di mutui passivi.
41
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
7
IL BUDGET TRIENNALE 2015-2016-2017
Il Budget degli esercizi 2016 e 2017 è di natura programmatoria e non autorizzatoria. Di seguito si indicano i saldi complessivi per macrovoce, riportando anche quelli del 2015.
7.1
BUDGET ECONOMICO
Voce Coan
Denominazione
CA.05.50
Proventi da attività istituzionale
CA.05.51
2015
2016
2017
82.733.635
85.044.832
85.038.762
Proventi da attività c/terzi
5.660
5.660
5.660
CA.05.54
Proventi finanziari
2.389
2.389
2.389
CA.08.80
Proventi interni
193.568
96.784
-
82.935.252
85.149.665
85.046.811
Totale Proventi
CA.04.40
Oneri per materiali di consumo,materie prime e acquisto libri
e riviste
1.455.756
1.552.410
1.605.098
CA.04.41
Oneri per acquisto servizi
9.642.365
10.005.659
10.629.215
CA.04.42
Oneri per godimento beni di terzi
1.170.395
1.215.095
1.223.095
CA.04.43
Oneri per il personale
45.265.724
44.676.592
43.161.822
CA.04.44
Ammortamenti e svalutazioni
10.289.891
10.289.889
10.289.889
CA.04.46
Oneri e accantonamenti diversi
12.477.728
12.499.047
12.571.147
CA.04.47
Oneri finanziari svalutazioni di
attività finanziarie
60.354
55.590
55.590
CA.04.48
Oneri straordinari
307.972
307.972
307.972
CA.04.49
Imposte sul reddito d’esercizio
30.000
30.000
30.000
CA.06.60
Costi per progetti
620.000
600.000
600.000
81.320.185
81.232.254
80.473.828
Totale Oneri
42
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
7.2
BUDGET INVESTIMENTI
Voce
Coan
Denominazione
2015
CA.01.10
Immobilizzazioni immateriali
CA.01.11
Immobilizzazioni materiali
CA.01.12
Immobilizzazioni finanziarie
Totale Investimenti
7.3
2016
2017
953.700
2.086.700
2.086.700
1.375.367
3.683.043
3.659.301
1.000,00
1.000,00
1.000,00
2.330.067
5.770.743
5.747.001
RIEPILOGO RISULTATI
Denominazione
2015
2016
2017
Totale Proventi
82.935.252
85.149.665
85.046.811
Totale Oneri
81.320.185
81.232.254
80.473.828
Totale investimenti
2.330.067
5.770.743
5.747.001
Equilibrio
- 715.000
-1.853.332
-1.174.018
Per l’esercizio 2015 il pareggio del budget unico annuale autorizzatorio verrà raggiunto con
l’accensione di mutui passivi di € 715.000,00 a fronte di investimenti previsti.
Per gli esercizi 2016 e 2017 dovrà essere raggiunto il pareggio del budget valutando eventuali finanziamenti ministeriali non previsti e non programmabili nel contesto attuale di mancata assegnazione a
tutt’oggi del finanziamento ministeriale per il 2014, con attente valutazioni in merito alla priorità di investimenti da effettuare.
7.4
Andamento costi del personale
Per il 2016 e 2017 si forniscono alcuni dettagli relativamente al costo per il personale. La stima riguardante gli oneri per stipendi e assegni fissi è stata effettuata in base ai seguenti criteri:
Personale docente e ricercatore
Per l’anno 2016 sono previsti al 1° novembre i pensionamenti di 7 professori ordinari e 1 professore
associato. La spesa complessiva è così composta:
43
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Stipendi e assegni fissi
Oneri previdenziali a Oneri IRAP
carico ente
Totale
€ 19.261.344
€ 5.558.264
€ 26.455.292
€ 1.635.684
Per l’anno 2017 sono previsti al primo novembre i pensionamenti di 4 professori ordinari.
Stipendi e assegni fissi
Oneri previdenziali a Oneri IRAP
carico ente
Totale
€ 18.579.892
€ 5.360.834
€ 25.518.487
€ 1.577.761
Ricercatori a tempo determinato
Per l’anno 2016 sono previsti n. 18 ricercatori a tempo determinato a tempo pieno lettera a art. 24
comma 3 L. 240/2010.
Stipendi e assegni fissi
Oneri previdenziali a Oneri IRAP
carico ente
Totale
€ 456.583
€ 137.736
€ 633.129
€ 38.810
Per l’anno 2017 sono previsti n. 7 ricercatori a tempo determinato L. 240/2010.
Stipendi e assegni fissi
Oneri previdenziali a Oneri IRAP
carico ente
Totale
€ 165.766
€ 50.006
€ 229.862
€ 14.090
Personale tecnico-amministrativo e dirigenti a tempo indeterminato
Per gli anni 2016 e 2017 viene prevista la seguente spesa:
Stipendi e assegni fissi
Oneri previdenziali a Oneri IRAP
carico ente
Totale
€ 7.630.491
€ 2.257.478
€ 10.530.611
€ 642.642
Personale tecnico-amministrativo e dirigenti a tempo determinato
Per il 2016 la spesa prevista è pari a € 377.418,00.
Per il 2017 è pari a € 218.704,00 e comprende la spesa solo per dirigenti a tempo determinato.
44
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
8
IL BILANCIO NON
FINANZIARIA 2015
AUTORIZZATORIO
IN
CONTABILITA’
Il passaggio dalla Contabilità Finanziaria a quella economico-patrimoniale indicato dal D.Lgs. 18/2012
richiede una riconciliazione dei dati che nella parte dell’analisi delle voci del budget sopra effettuata ha
visto il richiamo per ciascuna previsione alle macro-voci di contabilità finanziaria.
Proprio perché è uno strumento diverso dal bilancio di previsione di contabilità finanziaria, il budget
unico 2015 non evidenzia alcune componenti strettamente “finanziarie”, quali il risultato di amministrazione, le partite di giro in entrata e uscita, la quota dei finanziamenti destinati a copertura della
quota capitale dei mutui accesi negli anni precedenti e il fondo di riserva.
Tali componenti non saranno del tutto ignorate nel nuovo sistema contabile, ma troveranno rappresentazione in altri documenti, quali lo Stato Patrimoniale e il Conto Economico.
L’articolo 7 del D.M. n. 19 del 14 gennaio 2014 ha fissato lo schema per il bilancio di previsione e il
rendiconto finanziario.
8.1
Schema Voci Sistema Finanziario
AVANZO DI AMMINISTRAZIONE ESERCIZIO PRECEDENTE
E.I.ENTRATE CORRENTI
E.I.i
Entrate contributive
E.I.ii
Entrate derivanti da trasferimenti correnti
E.I.iii
Altre Entrate
E.II. ENTRATE IN CONTO CAPITALE
E.II.i
Alienazione di beni patrimoniali
E.II.ii Entrate derivanti da contributi agli investimenti
E.III.ENTRATE DA RIDUZIONI DI ATTIVITÀ FINANZIARIE
E.IV. ACCENSIONE DI PRESTITI
E.V. ANTICIPAZIONI DA ISTITUTO CASSIERE
E.VI. PARTITE DI GIRO E ENTRATE PER CONTO TERZI
8.2
Schema Voci Sistema Finanziario
U.I.
U.II.
USCITE CORRENTI
U.I.i Oneri per il personale
U.I.ii Interventi a favore degli studenti
U.I.iii Beni di consumo, servizi e altre spese
U.I.iiii Trasferimenti correnti
VERSAMENTI AL BILANCIO DELLO STATO
45
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
U.III. USCITE IN CONTO CAPITALE
U.III.i Investimenti in Ricerca
U.III.ii Acquisizione di beni durevoli
U.III.iii Trasferimenti in conto capitale
U.III.iiii Contributi agli investimenti
U.IV. SPESE PER INCREMENTO DI ATTIVITA’ FINANZIARIE
U.V. RIMBORSO DI PRESTITI
U.VI. CHIUSURA DI ANTICIPAZIONI DA ISTITUTO CASSIERE
U.VII. PARTITE DI GIRO E ENTRATE PER CONTO TERZI
Di seguito si rappresenta il collegamento tra i dati del Budget Economico e degli Investimenti con
i conti di contabilità finanziaria (Proventi-Entrate e Costi/Investimenti-Uscite)
Budget Finanziario
Avanzo di amministrazione esercizio precedente
E.I ENTRATE CORRENTI
E.I.i Entrate contributive
E.I.ii Entrate derivanti da trasferimenti correnti
E.I.iii Altre Entrate
E.II ENTRATE IN CONTO CAPITALE
E.II.i Alienazione di beni patrimoniali
E.II.ii Entrate derivanti da trasferimenti in conto capitale
E.II.iii Entrate derivanti da contributi agli investimenti
E.III ENTRATE DA RIDUZIONI DI ATTIVITA’ FINANZIARIE
E.IV ACCENSIONE DI PRESTITI
E.V ANTICIPAZIONI DA ISTITUTO CASSIERE
E.VI PARTITE DI GIRO E ENTRATE PER CONTO TERZI
Voce COAN
CA.05.50.14
Note
(ca.05.50.14.01 -ammortamentivecchipre2014 e
ammortamenti 2014-2015 non coperti da risconti e patrimonio
netto) - Accantomamento rischi cambi+quota capitale mutuo
CA.05.50.01
AL NETTO CONTRIBUTI MIUR DI € 200.000 PALAZZINA
CA.05.50.02
LABORATORI
CA.05.50.07;CA.05.50.11;CA.05.51.03;CA.05.54.01
CA.05.50.02
CONTRIBUTI MIUR DI € 200.000 PALAZZINA LABORATORI
CA.05.56.01
CA.05.50.15
SOLO PER VOCI CA.05.50.02.14 CA.05.50.04.05
CA.05.50.02.14 - CA.04.50.04
CA.05.50.04.10
mutui non rilevati in coan
CA.08.80.02
46
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Budget Finanziario
Disavanzo di Amministrazione esercizio precedente
U.I USCITE CORRENTI
U.I.i Oneri per il personale
U.I.ii Interventi a favore degli studenti
U.I.iii Beni di consumo, servizi e altre spese
U.I.iiii Trasferimenti correnti
U.II Versamenti al bilancio dello Stato
U.III USCITE IN CONTO CAPITALE
U.III.i Investimenti in ricerca
U.III.ii Acquisizione beni durevoli
U.III.iii Trasferimenti in conto capitale
U.III.iiii Contributi agli investimenti
U.IV SPESE PER INCREMENTO DI ATTIVITA’ FINANZIARIE
U.V RIMBORSO DI PRESTITI
U.VI CHIUSURA DI ANTICIPAZIONI DELL’ISTITUTO CASSIERE
U.VII PARTITE DI GIRO E SPESE PER CONTO TERZI
Totale uscite
9
Voce COAN
Note
CA.04.43
CA.04.46.05;CA.04.46.07;CA.04.46.08
CA.04.40;
CA.04.41;CA.04.42;CA.04.47.01;CA.04.46.02;CA.04.4
6.03;CA.04.46.04;CA.06.60.01.01
AL NETTO TRASF. INTERNI
CA.04.46.09;CA.04.48.05;CA.04.49.01
CA.06.60.02.01;CA.01.11.02.07
CA.01.10;CA.01.11
NON CONSIDERATO CA.01.11.02.07
CA.01.12.01
QUOTA CAPITALE
CA.06.60.01.01
CLASSIFICAZIONE DELLA SPESA PER MISSIONI E PROGRAMMI
Ai sensi dell’art. 4 D.Lgs 18/2012 le Università hanno l’obbligo di predisporre un prospetto di classificazione della spesa complessiva per missioni e programmi.
Le missioni rappresentano le funzioni principali e gli obiettivi strategici perseguiti con la spesa; i programmi costituiscono aggregati diretti al perseguimento degli obiettivi definiti nell’ambito delle missioni.
Ciascuna missione si realizza concretamente attraverso i programmi che rappresentano aggregati
omogenei di attività svolte all’interno di ciascuna amministrazione, per perseguire gli obiettivi definiti
nell’ambito delle missioni, ossia le finalità istituzionali, riconosciute all’amministrazione stessa.
L’applicazione del criterio della finalità richiede che a ciascun programma vengano attribuite tutte le
spese che, sulla base della struttura del piano dei conti, risultano ad esso direttamente riconducibili. Il
collegamento tra la natura economica della spesa e i programmi cui essa va imputata va effettuato attraverso le attività svolte dall’amministrazione con le risorse umane, finanziarie e strumentali a essa attribuite.
La tabella presente all’art 2 Decreto del Miur del 16 gennaio 2014 n. 21 indica la corrispondenza tra
programmi e COFOG di II livello. COFOG è una nomenclatura usata dalla contabilità nazionale che
costituisce una parte integrante del SEC95, Sistema europeo dei conti nazionali e regionali, utilizzata
47
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
quale benchmark di riferimento per i programmi del bilancio per classificare per funzione la spesa dei
settori istituzionali.
L’esame dell’art. 4 del decreto del Miur del 16 gennaio 2014 n. 21 permette di individuare una relazione diretta tra programmi COFOG e alcune voci di contabilità analitica in base alla diretta riconducibilità delle stesse al programma. Tuttavia per alcune spese e quindi relative voci di contabilità analitica è
più difficile trovare una diretta riconducibilità.
In data 07 Novembre 2014 è stata sottoposto al Gruppo di Lavoro del Miur un quesito in merito alla
corretta classificazione della spesa per missioni e programmi. Le indicazioni che perverranno saranno
utilizzate in sede di predisposizione dei documenti contabili pubblici di sintesi di consuntivo.
Considerato opportuno definire i criteri per la classificazione COFOG da utilizzare nei casi di non diretta relazione, per permettere la presentazione del Budget 2015-2016-2017 in tempo utile, per le spese comuni a più missioni o all’interno di una stessa missione attribuibili a più programmi sono stati
approvati dal Consiglio di Amministrazione in data 19 novembre 2014 i seguenti criteri di ripartizione:
a)
COSTO DEL PERSONALE DOCENTE E RICERCATORE
La spesa viene ripartita tenendo conto dell’impegno orario che, per legge (art. 6, commi 1 e 2, Legge
240/2010), occorre dedicare alle attività di didattica e ricerca, nonché dell’impegno in attività socioassistenziali.
b)
COSTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO
La spesa viene ripartita sulla base della struttura di afferenza, con l’eccezione del personale dirigente
attribuito al programma servizi e affari generali per le amministrazioni e pertanto al COFOG 09.8.
c)
COSTI RELATIVI A AMMORTAMENTO, MANUTENZIONI, ACQUISTI E SERVIZI
In mancanza di informazioni sufficientemente dettagliate per applicare driver più accurati (es. destinazione d’uso degli spazi con driver mq2 utilizzati/ mq2 totali) si effettua una ripartizione proporzionale.
d)
COSTI PER LE VARIE UTENZE
In mancanza di informazioni sufficientemente dettagliate per applicare driver più accurati (es. destinazione d’uso degli spazi con driver mq2 utilizzati/ mq2 totali) si effettua una ripartizione in base
all’incidenza percentuale della spesa del costo del personale nelle varie aree funzionali (ricerca, didattica, servizi generali e assistenza sanitaria).
In data 9 dicembre 2014 è pervenuta la risposta da parte del Gruppo di Lavoro del Miur in merito al
quesito sottoposto relativamente alla classificazione della spesa per missioni e programmi.
I criteri indicati sono i seguenti:
a. COSTO DEL PERSONALE DOCENTE E RICERCATORE
Professori
48
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
Al fine di considerare il complessivo impegno didattico e di servizio agli studenti, inclusivo
delle attività di tutorato e orientamento, nonché di tutte le attività di verifica
dell’apprendimento, si prevede di ripartire gli assegni fissi in due quote pari al 50% ciascuna da
attribuire rispettivamente ai programmi “Istruzione superiore” (COFOG 09.4) e “Ricerca di
base” (COFOG 01.4). Per i professori che prestano attività in regime convenzionale con il
Servizio Sanitario Nazionale (art. 5, comma 3, del D.I. n. 21/2014), la spesa è ripartita nella
misura di un terzo per ciascuno dei programmi “Istruzione superiore” (COFOG 09.4), “Ricerca di base” (COFOG 01.4) e “Servizi ospedalieri” (COFOG 07.3). Per i professori che prestano assistenza in materia veterinaria (art. 5, comma 5, del D.I. n. 21/2014), la spesa è ripartita nella misura di un terzo per ciascuno dei programmi “Istruzione superiore” (COFOG 09.4),
“Ricerca di base” (COFOG 01.4) e “Servizi di sanità pubblica” (COFOG 07.4).
Ricercatori
Tenendo conto che il regime giuridico dei ricercatori prevede un impegno didattico più limitato di quello dei professori e operando, comunque, una distinzione tra quelli che prestano attività in regime convenzionale con il SSN o prestano assistenza in materia veterinaria rispetto
agli altri, si prevede di ripartire gli assegni fissi nel modo seguente:
- per i ricercatori nella misura del 25% al programma “Istruzione superiore” (COFOG 09.4)
e in quella del 75% al programma “Ricerca di base” (COFOG 01.4);
- per i ricercatori che prestano attività in regime convenzionale con il Servizio Sanitario Nazionale (art. 5, comma 4, del D.I. n. 21/2014), il 17% al programma “Istruzione superiore”
(COFOG 09.4), il 50% al programma “Ricerca di base” (COFOG 01.4) e il 33% ai programmi “Servizi ospedalieri” (COFOG 07.3);
- per i ricercatori che prestano assistenza in materia veterinaria (art. 5, comma 6, del D.I. n.
21/2014), il 17% al programma “Istruzione superiore” (COFOG 09.4), il 50% al programma “Ricerca di base” (COFOG 01.4) e il 33% al programma “Servizi di sanità pubblica” (COFOG 07.4).
b. COSTO DEL PERSONALE TECNICO AMMINISTRATIVO
Personale tecnico-amministrativo
Tali spese sono imputate a ciascun programma tenendo conto dell’afferenza dei singoli soggetti, in applicazione delle disposizioni di cui all’art. 5, commi 7 e 8, del D.I. n. 21/2014.
c. COSTI RELATIVI A AMMORTAMENTO, MANUTENZIONI, ACQUISTI E SERVIZI
Acquisto e manutenzione immobili, quote di capitale e interesse dei mutui e relative utenze
Tali spese sono imputate a ciascun programma sulla base della destinazione d’uso, tenendo
conto della suddivisione degli spazi e degli apparati, sulla base della mappatura degli spazi ef-
49
BUDGET UNICO
AUTORIZZATORIO ANNUALE
2015 E TRIENNALE (2015-2017)
fettuata da ciascun Ateneo, rilevandone la destinazione come previsto dall’art. 5, comma 9,
D.I. n. 21/2014. Infatti, anche in base alle elaborazioni statistiche operate sulle risultanze contabili a consuntivo di alcuni atenei, si evince come l’adozione di criteri diversi, quali la ripartizione pro-capite in base agli addetti, non risulti rappresentativa della situazione esistente e
dell’effettivo utilizzo dei beni, rendendo non significativo anche il confronto tra i diversi atenei.
Acquisizione di servizi, acquisto di attrezzature, macchinari, materiale di consumo e laboratorio o similari
Tali spese sono imputate a ciascun programma tenendo conto della destinazione d’uso, così
come previsto dall’art. 5, comma 10, D.I. n. 21/2014. Anche in questo caso valgono le considerazioni precedenti.
L’applicazione dei suddetti criteri alle voci di contabilità analitica sarà effettuata dopo l’ approvazione
del bilancio unico di previsione 2015 da parte del Consiglio di Amministrazione.
Il caricamento nel sistema applicativo U_GOV della tabella associativa tra le voci di contabilità analitica e i codici cofog genera in automatico la suddivisione del saldo del preventivo e del consuntivo di
contabilità analitica e la stampa del riclassificato sui cofog in base ai criteri stabiliti ed esplicitati nella
tabella associativa e permetterà quindi di determinare una classificazione della spese per missioni e
programmi.
10 ALLEGATI
• ALLEGATO 1 – BUDGET ECONOMICO ANNO 2015
• ALLEGATO 2 – BUDGET DEGLI INVESTIMENTI ANNO 2015
• ALLEGATO 3 – BUDGET ECONOMICO TRIENNIO 2015-2017
• ALLEGATO 4 – BUDGET DEGLI INVESTIMENTI TRIENNIO 2015-2017
• ALLEGATO 5 – BILANCIO NON AUTORIZZATORIO IN CONTABILITÀ FINANZIARIA 2015
50
Fly UP