...

Capriate, i carabinieri cambiano indirizzo Pronta la nuova caserma

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Capriate, i carabinieri cambiano indirizzo Pronta la nuova caserma
SABATO 20 FEBBRAIO 2010
L’ECO DI BERGAMO
35
ISOLA
Capriate, i carabinieri
cambiano indirizzo
Pronta la nuova caserma
L’edificio si affaccia sulla Rivierasca. Completato il trasloco
Il sindaco: un impegno notevole ma doveroso per la comunità
CAPRIATE SAN GERVASIO I carabinieri della stazione di Capriate hanno traslocato nella nuova caserma sulla strada provinciale Rivierasca (via Giovanni XXIII), vicino al supermercato Conad e di fronte al centro commerciale
l’Onda. Finalmente i militari dell’Arma hanno lasciato la caserma di via Pio
X (vicino al casello autostradale), da anni non più idonea, per carenza di spazi e soggetta a infiltrazioni d’acqua. Sono più di 15 anni che gli amministratori dei Comuni della zona volevano realizzare la nuova struttura e nel 2006
l’amministrazione comunale di Capriate ha rotto gli indugi.
L’opera, progettata dall’architetto Giovanni Dossena, sorge su una superficie
di 450 metri quadrati e il costo è stato
di un milione e 600 mila euro. La struttura comprende un piano interrato dove si trovano i servizi tecnologici, i box
privati e dei militari, un archivio, il magazzino, la lavanderia, la palestra e le
celle. Il piano terra è diviso in due zone: una abitativa con cucina, dispensa,
sala ritrovo e sei camere per carabinieri, l’altra sarà la zona operativa con l’area riservata agli utenti, tre uffici, un archivio, tre camere di sicurezza, un locale deposito e un altro archivio. Al primo piano sono stati ricavati tre alloggi,
uno per il comandante della stazione e
altri due per i sottoufficiali o carabinieri. Nell’area riservata alla caserma sono
stati ricavati i parcheggi per le auto di
servizio, invece all’esterno, vicino al supermercato, sono disponibili i posti auto per gli utenti che potranno accedere
percorrendo la via collegata al rondò.
«Abbiamo ritenuto importante co-
struire la caserma per dotare i carabinieri di una struttura idonea alle loro
esigenze sia a livello di persone che di
mezzi. Certo per il nostro Comune è stato un sacrificio finanziario non indifferente, ma utile e doveroso per la comunità di Capriate e dei paesi vicini – osserva il sindaco di Capriate, Cristiano
Esposito –. La nuova caserma sorge sulla Rivierasca, a poche centinaia di metri dal casello autostradale ed è sicuramente funzionale anche agli altri paesi di competenza di questa stazione, che
sono Bottanuco, Suisio e Chignolo d’Isola
con i quali abbiamo creato un fondo di
circa diecimila euro per le spese di manutenzione ordinaria».
«La struttura era pronta dall’inizio
dello scorso anno – prosegue Esposito – ma per problemi tecnici e amministrativi la caserma è stata consegnata all’Arma del carabinieri nel dicembre del
2009 e nei giorni scorsi è stato effettuato il trasloco. L’inaugurazione ufficiale
stata programmata per questa primavera». Nei prossimi mesi sarà pronta anche la caserma dei carabinieri di Brembate e i militari dell’Arma lasceranno la
sede provvisoria di Grignano per traslocare nella nuova struttura, costruita vicino agli impianti sportivi in via Vecelio. Ancora qualche dettaglio tecnico, richiesto dai vertici dell’Arma. Da
sistemare e poi il trasloco nel nuovo edificio. La stazione di Brembate è competente anche per i comuni di Filago e Madone. Tutte e due le stazioni, Capriate e
Brembate, fanno parte della compagnia
di Treviglio comandata dal capitano
Giulio Modesti.
Bottanuco Non potranno essere costruiti a meno di tre metri da suolo pubblico o altre proprietà
Remo Traina
Claudia Esposito
A sinistra, la caserma di Brembate che sarà operativa in primavera. Sopra, la nuova caserma di Capriate
Pergolati e gazebi, trovato l’accordo sulle distanze
BOTTANUCO Accordo tra maggioranza e minoranza,
a Bottanuco, per le installazioni dei piccoli manufatti da giardino come pergolati, gazebi prefabbricati,
casette in legno, ricoveri, barbecue fissi, voliere e piscine. I due schieramenti avevano proposto distanze diverse tra installazioni e confini con il suolo pubblico e fondi vicini, ma alla fine la soluzione è stata
trovata nella via di mezzo e fissata in tre metri. In fase di revisione del regolamento edilizio la commissione incaricata aveva proposto una distanza di cinque metri. Il gruppo consiliare «Il Comune della Libertà», che siede tra i banchi d’opposizione, aveva
invece chiesto di consentire l’installazione dei manufatti a 1,50 metri dal confine, oltre a innalzare l’altezza di pergolati e gazebi prefabbricati da 2,40 a 2,70
metri. «Al fine di preservare i fondi vicini da ogni
molestia e garantire un’adeguata sicurezza – ha detto il sindaco Angelo Locatelli durante l’ultimo Consiglio – si propone di consentire l’installazione di
pergolati, gazebi prefabbricati, piccoli manufatti da
giardino, casette in legno, ricoveri, barbecue fissi, voliere e piscine a una distanza non inferiore a tre metri dal confine e con un’altezza massima di 2,40 metri. I pollai e le conigliere dovranno invece distanziare dalle abitazioni vicine non meno di dieci metri e
contenere un numero di capi limitato all’uso familiare».
Un accordo che ha soddisfatto solo a metà i consiglieri di minoranza, che hanno anche chiesto al sindaco di far rispettare il nuovo regolamento, approva-
to comunque all’unanimità. Il documento sostituisce quello precedente, datato 1983. «Dopo l’approvazione definitiva del Pgt – ha spiegato il sindaco –
questo è un altro passo importante nella pianificazione comunale per rispondere alle nuove esigenze
urbanistiche ed edilizie». «Il nostro Comune – ha
concluso Locatelli – riconosce nella difesa dell’ambiente, nella riduzione di tutti gli sprechi energetici,
nel contenimento delle emissioni di anidride carbonica una necessità morale nei confronti delle generazioni future. Per questo abbiamo deciso di promuovere la cultura della sostenibilità e il miglioramento della qualità di quanto già costruito attraverso un
regolamento per l’efficienza energetica degli edifici».
IIIII IN BREVE
Filago Presentate al comitato tecnico le modifiche. Il traffico deviato sulla rotatoria e da qui al casello
Corso di Wushu a Bonate Sopra
«Niente accesso diretto alla Pedemontana»
➔ Il Gruppo Studi Wushu kung-fu Bergamo in collaborazione con l’assessorato allo Sport del Comune di Bonate Sopra ha promosso l’avviamento allo Sport col progetto «Wushu kids» aperto a
tutti i bambini e bambine dai 5 sino ai 12 anni. Il
progetto, attraverso la pedagogia del gioco recupera il prezioso valore formativo, educativo e culturale del Wushu kung-fu. Il corso si concluderà
con la presentazione di un saggio aperto a tutta
la comunità portando l’arte del Wushu kung-fu
in un contesto teatrale. Le lezioni si svolgono ogni
mercoledì dalle ore 17 alle 18 alla palestra della
scuola media «Aldo Moro» di Bonate Sopra. Le
iscrizioni si ricevono direttamente in palestra o
telefonando al numero 338.9050125 (indirizzo email: [email protected]). È prevista una lezione di
prova.
Mostra di Cisana a Ponte San Pietro
➔ Per la rassegna «Pittori di Ponte in mostra» oggi,
con inizio alle 16, si tiene l’inaugurazione della
mostra personale della pittrice Angela Cisana,
nella sala civica di Ponte San Pietro. La mostra
di pittura rimarrà aperta fino a domenica prossima 28 febbraio e si potrà visitare tutti i giorni
dalle 9.30 alle 11.30 e dalle 16 alle 18.
La riunione di ieri in Comune
FILAGO Sono state presentate nella sala consiliare le modifiche che porteranno una maggior sicurezza nelle zone con
presenza di ditte a rischio che saranno
interessate dal passaggio della Pedemontana.
Le novità sono state presentate dal sindaco di Filago Massimo Zonca al comitato tecnico regionale, recependo le osservazioni delle aziende chimiche interessate dalla Pedemontana. Il comitato
tecnico regionale si è espresso favorevolmente. È stato lo stesso direttore tecnico dell’Autostrada Pedemontana Lombarda Giuliano Lorenzi ad illustrare le
modifiche ai presenti, tra cui i sindaci
di Brembate, Bottanuco, Capriate, Boltiere, i rappresentanti della Provincia,
di Confindustria Bergamo e i responsabili delle ditte Dsm, Ecolombardia 4,
Bozzetto, Far-Farcol e Bayer.
Obiettivo della presentazione era raccogliere dalle aziende e dai sindaci eventuali osservazioni e valutazioni sulle modifiche portate dopo le osservazioni.
Uno dei cambiamenti sostanziosi è quel-
lo relativo all’innesto dalla dorsale dell’Isola alla Pedemontana. Il progetto iniziale prevedeva una strada laterale alla dorsale dell’Isola (che verrà realizzata sull’attuale via Rodi) che si innestava direttamente sulla Pedemontana,
viaggiando però troppo vicina alla ditta chimica Bozzetto e creando problemi
di accesso a Ecolombardia 4. La modifica ha eliminato la strada di accesso diretto alla Pedemontana, convogliando
il traffico alla rotatoria dell’incrocio di
viale Industrie, la provinciale per Madone-Bonate e via Rodi (futura Dorsale dell’Isola) e da qui verso il casello della Pedemontana. La modifica comporterà la realizzazione su ambedue i lati
della futura dorsale dell’Isola di due strade laterali, per potenziarla. «Questa soluzione di innesto alla Pedemontana del
traffico proveniente dalla dorsale dell’Isola tramite la rotatoria comporterà per
il nostro territorio dei problemi – ha ribadito il sindaco di Filago Massimo Zonca –. Chi andrà a prendere l’autostrada,
invece di accedere subito alla Pedemon-
**
83
73
trimestrale
106
91
Come abbonarsi:
- allo sportello abbonamenti con contanti, assegno, bancomat o carta di credito
- telefonando allo 035 358 899 per titolari di carta di credito VISA o Mastercard
- bollettino postale c.c. numero 327247 - intestato a SESAAB SpA Bergamo (*)
- bonifico Bancario su Credito Bergamasco - intestato a SESAAB SpA (*)
numero IBAN IT43B0333611101000000032700
( * ) si prega di inviare la ricevuta via fax allo 035 386 275 completa di n. telefonico
e indirizzo per la spedizione
(**) l'abbonamento alla versione on line è attivabile dal sito www.ecodibergamo.it/abbonamenti
solo dopo il recapito della prima copia del giornale
Sportello abbonamenti
Viale Papa Giovanni XIII,124 - Bergamo - Telefono: 035 358 899 - E-mail: [email protected]
Orari: feriali 8.30 -12.30 e 14.30-18.00 - sabato 8.30 -12.00
tana sarà invitato a continuare verso Capriate, il che manterrà ancora sul nostro
territorio il traffico. La precedente amministrazione provinciale aveva previsto l’innesto diretto dorsale Isola-Pedemontana mentre l’attuale non ha mosso un dito».
Questo nuovo tracciato passerà vicino alla Dsm e per evitare rischi verrà realizzato un muro di protezione. Salvaguardati invece gli ingressi della Bozzetto e di Ecolombardia 4. Un’altra modifica ha interessato le ditte chimiche
Far e Farcol, spostando l’uscita del casello Nord mentre rimane ancora da rivedere la soluzione di spostare a lato viale Industrie per far posto ai parcheggi
per le autobotti in prossimità delle aziende Far e Farcol. I parcheggi previsti per
le autocisterne sono dieci mentre ne servono venticinque. Un’altra modifica ha
interessato la Bayer: la provinciale verrà
alzata e la cabina del gas metano verrà
spostata. Entro fine settembre si dovranno definire le soluzioni adottate.
Angelo Monzani
Fly UP