...

convegno_cyberbullismo_30_aprile - CTS

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

convegno_cyberbullismo_30_aprile - CTS
 >/K^/Ed/&/K>/E'h/^d/K^dd>͞'͘DZKE/͟ Centro Servizi Octopus ʹ d/ϰ͗ƌŝƐŽƌƐĞŝŶƌĞƚĞƉĞƌů͛ŝŶĐůƵƐŝŽŶĞ Polo formazione L2 -­‐ CTS ʹ CeRT-­‐TIC Milano via dei Narcisi, 5 tel.0248302354 fax 0248302709 email: [email protected] Sito web: www.marconionline.it CYBERBULLISMO: COMPRENDERE IL DISAGIO, RISPONDERE AI BISOGNI
SABATO 30 APRILE 2016 ± $8',725,80/,&(2³9,7725,29(1(72´3/(=$9$77$5,-­ MILANO Convegno/giornata di formazione su un fenomeno preoccupante rispetto al quale troppo spesso gli adulti, genitori ed educatori, si trovano impreparati. Programma (Iscriviti al convegno) 8.30 Registrazione partecipanti 9.00 Introduzione dei lavori 9.15 Social media e web reputation Dott. Aldo Torrebruno, Ricercatore presso il Politecnico di Milano -­ HOC-­LAB, esperto di media education e eLearning.
10.15 Generazione web e mondi virtuali T. Colonnello Mario Leone Piccinni, Comandante Nucleo PT della Guardia di Finanza di Lecco. 11.15 Dai social al cyberbullismo: uso e abuso degli strumenti elettronici in adolescenza Prof.ssa Simona Caravita, Professore Associato di Psicologia dello Sviluppo, C.R.I.d.e.e., Università Cattolica del Sacro Cuore 12.15 Fare del bullismo e del cyberbullismo una risorsa educativa e di promozione del benessere Dott. Nicola Iannaccone, Dirigente Psicologo SC Famiglia -­ ATS Milano Città Metropolitana 13.15 Pausa Pranzo Workshop pomeridiani (riservati ai DOCENTI)
È POSSIBILE ISCRIVERSI AL MASSIMO A DUE WORKSHOP (UNO PER OGNI FASCIA ORARIA ):
primo turno -­ ore 14.15-­ 15.45 secondo turno -­ ore 15.45-­ 17.15 Dott. Stefano Triberti, PhD in Psicologia presso Università Cattolica del Sacro Cuore Videogiochi e serious games: una risorsa innovativa per l'intervento contro bullismo e cyberbullismo (Iscriviti) Dott. Ivano Zoppi, educatore e formatore, fondatore e presidente della Cooperativa sociale Pepita onlus. Laboratorio attivo per la realizzazione di interventi educativi finalizzati alla prevenzione e al contrasto del cyberbullismo nelle scuole secondarie di primo grado (Iscriviti) Dott.ssa A. Conforto (a cura di). Programmi di FRQWUDVWRDOEXOOLVPRHDOF\EHUEXOOLVPRGHOO¶$760LODQR&LWWj
Metropolitana laboratorio per Istituti Comprensivi. /¶LPSRUWDQ]DGLDWWXDUHSURJUDPPLLQRJQLRUGLQHGLVFXROD,QWHUYHQWLQHOODFRPXQLWjHQHOJUXSSRFODVVH (Iscriviti) 3URJUDPPLGLFRQWUDVWRDOEXOOLVPRHDOF\EHUEXOOLVPRGHOO¶$760LODQR&LWWj0HWURSROLWDQDODERUDWRULRSHUScuole Secondarie di 2° grado. "/¶(GXFD]LRQHWUD3DULSHUXQD6FXRODFKH3URPXRYH6DOXWH´FRQODSDUWHFLSD]LRQH GLDOFXQL³(GXFDWRULWUD
Pari"(Iscriviti) Partecipazione gratuita, previa registrazione online. GLI ESPERTI Aldo Torrebruno è laureato in Filosofia presso l'Università degli Studi di Milano e in eLearning e media education presso l'Università di Padova. Da oltre 15 anni si occupa presso il Politecnico di Milano di eLearning, tecnologie didattiche e educazione mediale. È docente per il master online per esperti di didattica e nuove tecnologie DOL (www.dol.polimi.it/). Ha pubblicato oltre 30 paper per riviste e conferenze internazionali. Mario Leone Piccinni, ufficiale della Guardia di Finanza, ha maturato una profonda esperienza nel campo delle investigazioni di polizia giudiziaria, nella lotta alla criminalità ed ai computer crimes. Collabora con le cattedre di ³LQIRUPDWLFDJLXULGLFD´GHOOH8QLYHUVLWjGHJOL6WXGLGL0LODQR%LFRFFD&DJOLDULH%HUJDPR(¶UHODWRUHLQQXPHURVLPDVWHU
convegni e seminari di studio ed autore di diversi articoli, anche per riviste e testate di carattere internazionale, in materia di computer crimes e fenomeni criminali. Nel 2014 è stato insignito dell'onoreficenza di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana. +DSXEEOLFDWRLVHJXHQWLWHVWL³&RPSXWHU&ULPHV´³,SHULFROLGHOZHE´³6RFial GeneratLRQ´³6DQLH6DOYL´ ³/DGULGLXRPLQL´
WHVWRLQVLJQLWRGL0HQ]LRQHVSHFLDOHQHOO¶DPELWRGHO³3UHPLR/HWWHUDULR)UDQFHVFR$O]LDWRU´HGL]LRQH "Generazione Web e mondi virtuali" e ³Social network, cyberbullismo e faide virtuali´ (2015). E' coautore nell'importante opera "La responsabilità amministrativa delle società e degli enti". Simona C. S. Caravita, SVLFRORJDq3URIHVVRUH$VVRFLDWRLQ3VLFRORJLDGHOOR6YLOXSSRHGHOO¶(GXFD]LRQHpresso la Facoltà GL3VLFRORJLDGHOO¶8QLYHUVLWj&DWWROLFDGHO6DFro Cuore, e collabora con il Centro di Ricerca delle Dinamiche Evolutive ed Educative dello stesso Ateneo. Dal 1998 approfondisce, a livello di ricerca e di intervento, i temi del bullismo e del cyberbullismo, della discriminazione e delle condotte aggressive in età evolutiva, e del funzionamento morale in infanzia e adolescenza. Ha partecipato a commissioni di enti governativi che hanno affrontato il tema del bullismo, tra cui la Commissione Nazionale Bullismo e Scuola del Ministero della Pubblica Istruzione, che nel 2007 ha elaborato la prima direttiva ministeriale a contrasto del bullismo nel contesto scolastico. Nicola Iannaccone, psicologo e psicoterapeuta, dipendente ATS Milano Città Metropolitana. Interviene nelle scuole di ogni ordine e grado con Programmi di Educazione alla Salute;; in tale ambito operativo coordina il Programma di Educazione tra Pari. +DLGHDWRHFRRUGLQDWRLO3URJHWWR6WRS$O%XOOLVPR´ (www.stopalbullismo.it). Ha pubblicato vari articoli su riviste specializzate e scientifiche, ed q coautore di alcuni testi sul tema della prevenzione e del contrasto del bullismo ³Stop al &\EHUEXOOLVPR´³1pYLWWLPHQp SUHSRWHQWL´³6WRSDOEXOOLVPR´$WWXDOPHQWHqVXSHUYLVRUHGHO3URJUDPPD³6LDPRWXWWL
&DSLWDQR´(www.siamotutticapitano.it) per la SURPR]LRQHGLFRPSRUWDPHQWLSURVRFLDOLVLQGDOO¶LQIDQ]LD Stefano Triberti ha conseguito il dottorato di ricerca in Psicologia presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con una tesi focalizzata sul ruolo delle intenzioni nell'Interazione Uomo-­Tecnologia. I suoi principali interessi di ricerca riguardano: l'utilizzo delle nuove tecnologie per la promozione del benessere (Positive Technology) e della salute (eHealth);; l'ergonomia e la User Experience;; lo studio degli effetti psicologici di tecnologie interattive come i videogiochi e la Realtà Virtuale. E' coautore dei libri "Psicologia dei videogiochi" (Apogeo, 2013) e "Patient Engagement: a consumer-­centered model to innovate healthcare" (De Gruyter Open, 2015) e di oltre trenta tra articoli scientifici e contributi a volumi a livello nazionale e internazionale. Pepita Onlus è una cooperativa sociale creata da un gruppo di educatori esperti in interventi educativi e sociali, di percorsi di formazione e di attività di animazione rivolte a scuole, Comuni, oratori e parrocchie. La missione di Pepita è valorizzare, LQRJQLVLQJRODDWWLYLWjJOLHOHPHQWLGHOO¶HGXFDUHFRQYLQWLFKHLQRJQLEDPELQRRDGROHVFHQWHYLVLDQRULVRUVHGDHVSULPHUH e sostenere nella crescita: contro il disagio giovanile e il rischio di emarginazione tipico delle città metropolitane, Pepita si adopera per accompagnare gli adolescenti nel loro viaggio verso la maggiore età. Pepita opera su tutto il territorio nazionale (3 sedi operative: Milano, Perugia, Bari). 8Q¶DWWHQ]LRQHSarticolare è rivolta alle famiglie, che spesso sono a rischio di disgregazione o non riescono a recuperare relazioni vere. Nel 2010 Pepita ha
RWWHQXWRXQDPHQ]LRQHVSHFLDOHQHOO¶DPELWRGHO3UHPLR$PLFRGHOOD)DPLJOLDSURPRVVRGDOOD3UHVLGHQ]DGHO&RQVLJOLR dei Ministri per la FDPSDJQDGLVHQVLELOL]]D]LRQH³1RQQDVFRQGHUWLGDOJLRFRQDVFRQGLWLSHUJLRFR´ 
Fly UP