...

Consigli utili per prevenire i furti nella propria abitazione

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Consigli utili per prevenire i furti nella propria abitazione
LEGIONE CARABINIERI EMILIA ROMAGNA
- Stazione di Bertinoro - tel. 0543/445104 – fax 0543/446252 – e-mail: [email protected] -
Consigli utili
per prevenire i furti nella propria abitazione
Vivere in una casa "tranquilla" rappresenta il desiderio di tutti.
Alcuni semplici accorgimenti possono renderla maggiormente sicura.
E' necessario tener presente che i ladri in genere agiscono ove ritengono vi siano meno rischi di
essere scoperti: ad esempio, un alloggio momentaneamente disabitato. Di recente vengono commessi furti
nelle abitazioni nonostante la presenza degli occupanti, in particolare durante le ore in cui il sonno è più
profondo (dalle ore 02:00 alle ore 05:00). Ultimamente sono stati registrati anche tra le ore 15.00 e le ore
20.00.
Un ruolo fondamentale assume la reciproca collaborazione tra i vicini di casa in modo che vi sia
sempre qualcuno in grado di tener d'occhio le vostre abitazioni. Sensibilizza i vicini affinché sia reciproca
l'attenzione a rumori sospetti e alla presenza di persone sconosciute. Nel caso non esitare a chiamare il 112.
In qualunque caso ricordate che i numeri di pronto intervento sono: 112 (Carabinieri),
113 (Polizia di Stato) e 117 (Guardia di Finanza).
Protezione della casa
in generale
Aumenta, se possibile, le difese passive e di sicurezza. Ad esempio con l’installazione di una porta
blindata con spioncino e serratura di sicurezza e vetri antisfondamento. Installazione di
videocitofoni e/o telecamere a circuito chiuso.
Accertatevi che la chiave non sia facilmente duplicabile. Se abitate in un piano basso o in una casa
indipendente, mettete delle grate robuste e che lo spazio tra le sbarre non superi i 12 centimetri.
Installate dei dispositivi antifurto, collegati possibilmente con i numeri di emergenza. Richiedere alla
locale Stazione dei Carabinieri la modulistica per collegare il vostro antifurto al 112 .
Illuminate con particolare attenzione l'ingresso e le zone buie. Ricordati che luce e rumore tengono
lontano i malviventi: se sei solo tieni accesa la luce in due o più stanze per simulare la presenza di
più persone. Ci sono in commercio dei dispositivi automatici che, ad intervalli di tempo, accende le
luci, la radio, la televisione.
Se all'esterno c'è un interruttore della luce, proteggetelo con una grata o con una cassetta metallica
per impedire che qualcuno possa disattivare la corrente.
Se vivete in una casa isolata, adottate un cane. Addestratelo a non accettare cibo da sconosciuti
oppure bocconi avvelenati o con sonnifero lanciati da lontano.
Se avete bisogno della duplicazione di una chiave, provvedete personalmente o incaricate una
persona di fiducia. Se perdi la chiave di casa o subisci uno scippo o un borseggio, valuta la
possibilità di cambiare la serratura.
Ogni volta che uscite di casa, ricordate di attivare l'allarme.
Evitate di attaccare al portachiavi targhette con nome ed indirizzo che possano, in caso di
smarrimento, far individuare immediatamente l'appartamento.
Mettete solo il cognome sia sul citofono sia sulla cassetta della posta per evitare di indicare il
numero effettivo di inquilini (il nome identifica l'individuo, il cognome la famiglia).
-segue-
- 2° foglio -
Nei casi di breve assenza, o se siete soli in casa, lasciate accesa una luce o la radio in modo da
mostrare all'esterno che la casa è abitata. In commercio esistono dei dispositivi a timer che possono
essere programmati per l'accensione e lo spegnimento a tempi stabiliti.
Sulla segreteria telefonica, registrate il messaggio sempre al plurale. La forma più adeguata non è
"siamo assenti", ma "in questo momento non possiamo rispondere lasciate un messaggio dopo il
segnale acustico e sarete richiamati al più presto". In caso di assenza, adottate il dispositivo per
ascoltare la segreteria a distanza.
In caso di assenza prolungata, avvisate solo le persone di fiducia e concordate con uno di loro che
faccia dei controlli periodici.
Non lasciate mai la chiave inserita nella serratura né sotto lo zerbino o in altri posti facilmente
intuibili e vicini all'ingresso.
Non fate lasciare biglietti di messaggio attaccati alla porta che stanno ad indicare che in casa non c'è
nessuno.
Evita l'accumularsi di posta nella cassetta delle lettere chiedendo ad un vicino di ritirarla.
Avvisate subito se notate segni o sigle strane vicino agli ingressi delle abitazioni o sui citofoni:
potrebbero essere dei segnali convenzionali.
Accorgimenti
Cercate di conoscere i vostri vicini, scambiatevi i numeri di telefono per poterli contattare in caso di
prima necessità.
Se abitate da soli, non fatelo sapere a chiunque.
Non informate nessuno del tipo di apparecchiature di cui vi siete dotati né della disponibilità di
eventuali casseforti. Non far sapere, fuori dall'ambiente familiare, se in casa ci sono oggetti di valore
o casseforti né dove si trova la centralina dell'allarme.
Non mettete al corrente tutte le persone di vostra conoscenza (amici, colleghi ecc.) dei vostri
spostamenti soprattutto in caso di assenze prolungate. Non far sapere ad estranei i tuoi programmi di
viaggi e vacanze.
Attenzione ai “social network” su internet. Evitare di fornire troppe informazioni sulla vostra
assenza e sui vostri movimenti su internet (es. blog, forum pubblici, ecc). In particolar modo, evitare
di scrivere i tempi precisi della partenza e del ritorno su “Facebook” e su “Twitter”, i “social
network” più famosi al momento. Queste informazioni potrebbero essere usate a vostro discapito da
malintenzionati.
Attenzione alle telefonate alle quali nessuno risponde, può essere la verifica sulla presenza o meno
degli inquilini in casa da parte del ladro.
Assicurati, uscendo e rientrando, che la porta di casa ed il portone del palazzo restino ben chiusi.
Chiudete porte e finestre quando andate via, sia quelle del piano terra che quelle più alte, anche se
ritenete che sia impossibile aprirle. Chiudere le porte tra una stanza e l'altra complicherà l'attività dei
ladri.
Lasciate il portone principale e la porta carraia del condominio sempre chiusa e non aprite a
sedicenti postini o questuanti. Gli appartamenti più esposti sono quelli al piano terra per la facilità di
ingresso, ma anche quelli all'ultimo piano, perché i ladri possono agire indisturbati.
-segue-
- 3° foglio -
Non aprite il portone o il cancello automatico se non sapete chi ha suonato.
Conservate i documenti personali nella cassaforte o in un altro luogo sicuro.
Non custodite preziosi di casa in camera da letto, sarà il primo posto dove il ladro andrà a
cercarli. Occorre invece nasconderli in altro luogo, non consueto. Considerate che i primi
posti esaminati dai ladri, in caso di furto, sono gli armadi, i cassetti, i vestiti, l'interno dei vasi, i
quadri, i letti ed i tappeti.
E' meglio non tenere in casa grosse somme di denaro, gioielli o oggetti di valore. Se avete degli
oggetti di valore o opere d’arte, fotografateli e riempite una scheda descrittiva contenente i dati
considerati utili; in caso di furto ne faciliterai la ricerca.
Conservate con cura le fotocopie dei documenti di identità e gli originali di tutti gli atti importanti
(rogiti, contratti, ricevute fiscali, etc.).
Nel caso in cui vi accorgete che la serratura è stata manomessa o che la porta è socchiusa, non
entrate in casa e chiamate immediatamente il 112. Comunque, se appena entrati vi rendete
conto che la vostra casa è stata violata, non toccate nulla, per non inquinare le prove, e
telefonate subito al Pronto Intervento.
Se tornando a casa trovi la porta aperta o chiusa dall'interno, non entrare. Potresti scatenare una
reazione istintiva del ladro che si vede scoperto. Non fare l'eroe e telefona subito al 112
Attenzione alle persone strane, agli sconosciuti e alle auto non del posto che fanno dei giri o si
fermano presso la vostra abitazione: rilevate sempre la targa, il tipo e il colore dell'auto, il
numero delle persone a bordo e chiamate subito il 112, potrà servire anche a scoraggiare i
malintenzionati, che solitamente eseguono dei sopralluoghi prima di commettere il furto.
Quando vedete persone sospette stazionare sotto casa con radiotelefono, fate attenzione poiché
si potrebbe trattare di un "palo" a copertura di ladri in azione.
Attenzione agli sconosciuti
Non aprire la porta a sconosciuti anche se vestono qualche uniforme e dichiarano di essere
dipendenti di aziende di pubblica utilità. Se siete soli in casa non aprite ma fatelo ripassare quando
siete sicuri che ci possa essere un amico o un famigliare ad assistere.
Se c'è il portiere invita ogni sconosciuto che si presenta alla tua porta a farsi accompagnare; se non
c'è apri solo uno spiraglio alla porta, senza togliere il gancio o la catena di sicurezza, per farti passare
telegrammi o ricevute da firmare.
Per gli operai, verifica con qualche telefonata da chi è stata fatta la chiamata o da quale servizio sono
stati mandati e per quali motivi. Se non ricevi assicurazioni non aprire.
Se hai il minimo sospetto, chiama o fai chiamare dai vicini il 112.
Non mandare ad aprire i bambini a meno che tu non sia certo di chi è alla porta.
Non aprire portone o cancello, con l'impianto automatico, se non sei certo dell'identità della persona
che vuole entrare.
- CONSIGLI UTILI IN CASO DI FURTO Avvertire immediatamente telefonando al 112 CARABINIERI; non pensate mai che si tratta di una
sciocchezza per cui andate con calma a denunciare il fatto. Le probabilità di identificare gli autori e
recuperare il bottino sono tanto più alte quanto prima i Carabinieri, diffusi in tutto il territorio, ne hanno
notizia e possono diramare le ricerche.
Evitare di toccare porte e finestre, potrebbero esserci delle impronte digitali, che se non cancellate,
saranno rilevate dal personale che interverrà sul posto.
-segue-
- 4° foglio -
- PER LA PREVENZIONE DELLE TRUFFE Spesso prima di tentare una truffa o un furto, i malintenzionati usano controllare la casa per
verificare la presenza e gli orari delle persone in famiglia. Segnalate ogni presenza sospetta
immediatamente ai Carabinieri annotando ove possibile ogni elemento identificativo (sesso, età,
colore capelli, vestiti, modello, targhe e colore di eventuali auto).
Non fatevi ingannare dall'aspetto curato delle persone sconosciute, che usano avere molta cortesia e
gentilezza per ingannare le loro vittime.
Non fidatevi di persone sconosciute che si presentano dicendo di lavorare per BANCHE, UFFICI
POSTALI , ENEL, AUSL o COMUNE , senza prima aver visto un documento di identità ed una
lettera che spieghi il motivo della loro visita. Se avete dubbi su quanto dichiarato dallo sconosciuto
chiamare subito i Carabinieri (112). Si tenga presente che tutti gli uffici pubblici, per questioni
riguardanti denaro o documenti equipollenti, utilizzano solo raccomandate, invitando le
persone interessate presso i propri sportelli e non mandano mai incaricati a consegnare o
prelevare denaro o valori.
Non tenete parecchio denaro contante in casa o nel portafoglio.
Non consegnate a nessuno soldi, libretti bancari o postali. E' buona norma annotare su un foglio da
conservare in casa il numero della carta Bancomat, del blocchetto degli assegni, della carta di
credito, nell'eventualità che si debbano tempestivamente bloccare a seguito di furto o smarrimento.
Tenete separate le carte magnetiche dal loro codice segreto (es. mai mettere il codice segreto e la
carta bancomat insieme nel portafoglio).
Non firmate alcun documento se non siete sicuri del contenuto e fatelo solo dopo aver letto le
righe e le postille oppure invitate la persona a ripassare quando siete sicuri che ci possa essere
un amico o un famigliare ad assistere.
Non andate a riscuotere la pensione in contanti presso l'Ufficio Postale, ma disponete il comodo
accredito automatico sul conto corrente bancario.
In particolare diffidate di :
• Chiunque si offra di provvedere alla conversione della moneta, assumendosi l'incarico di recarsi per conto
Vostro presso gli uffici postale o bancari ;
• Chiunque si presenti a domicilio come verificatore ufficiale dell'autenticità della moneta, dichiarando che
gli Euro posseduti sono falsi ed incaricandosi del ritiro e della restituzione di moneta valida ;
• Chiunque si presenti a domicilio in qualità di incaricati governativi o comunali al ritiro delle banconote ;
• Chiunque intenda sostituire o cambiare banconote; potrebbero essere false.
Collaborate tra condomini e tra vicini, quando vedete persone sospette nel condominio (o nei pressi di
abitazioni) il primo alloggio temporaneamente senza inquilini verrà colpito.
Chiamate sempre i Carabinieri o altra forza di Polizia quando avete preoccupazioni o sospetti.
Parlate dei vostri sospetti con il Comandante della Stazione dei Carabinieri del luogo.
Fly UP