...

CLASSE DIFFICILE, … COME SOPRAVVIVERE

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

CLASSE DIFFICILE, … COME SOPRAVVIVERE
CLASSE DIFFICILE, … COME SOPRAVVIVERE
È una classe
insopportabil
e
Non riesco a fare
lezione, .. ca..volo
… Interrogazione a
tappeto … verifiche …
Devo separare
quei due …
Consiglio di classe
straordinario …
…. Sospendere ….
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
Sono dei figli
di ….buona
donna...
GLI ADOLESCENTI:
normali disadattati
Considerata da molti l'età della
beata spensieratezza,
l'adolescenza è in realtà un
periodo critico in cui il rischio
di devianza è sempre in agguato.
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
DISAGIO EVOLUTIVO
L'adolescente vive una profonda trasformazione che
interessa soprattutto le sfere della relazione (con se stesso, la
famiglia, la scuola, i coetanei, il gruppo, ecc.), dell'identità
(abbandono delle identificazioni infantili), dei valori e dei
modelli.
L'adolescenza è, per definizione, età della crisi, momento in
cui si ricerca un nuovo equilibrio per far fronte alla rottura
degli assetti precedenti.
Il cammino verso l'identità, infatti, non è privo di ostacoli e,
spesso, è accompagnato da difficoltà e disorientamento che
vengono vissuti come disagio e, se non superati, danno
luogo a disadattamento e devianza.
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
DISAGIO EVOLUTIVO
Una profonda conflittualità
vive l'adolescente costantemente
impegnato decidersi tra opposte
alternative: narcisismo e
correlazione, distruttività e
creatività, conformismo e
individualizzazione,
irrazionalità e ragione.
Alternative che richiedono tempo e
sofferenza per essere risolte.
WWW.SNAIPO.IT
Il disagio
adolescenziale, allora,
non è da considerarsi
come un indicatore da
interpretare in senso
patologico, ma come
un elemento
costitutivo dell'età
stessa.
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
CLASSE DIFFICILE, … SCUOLA
DIFFICILE
 che ha una percentuale
dallo zero al 25 per cento
di alunni con una buona
media;
 una scuola con un alto
numero di alunni che
presentano problemi di
linguaggio, lettura e
scrittura;
 una scuola che deve
lottare per avere una
frequenza dell’80 per
cento e un tasso di
assenze ingiustificate
inferiore al 5 per cento;
 una scuola con un
elevato numero di allievi
svantaggiati
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
IL CLIMA NELLA CLASSE
• Un numero crescente di insegnanti
CLIMA DELLA
giunge a riconoscere che uno dei
CLASSE:
contributi chiave per un efficace
la qualità della
apprendimento dei ragazzi è un
vita nella
clima nella classe di positivo
sostegno.
classe come
riflesso della • La responsabilità principale perché
relazione
ciò avvenga resta all’insegnante e
insegnantedipenderà in larga misura dagli
allievi e fra allievi assunti sugli alunni ed il loro
apprendimento che hanno
stessi.
contribuito a formare un particolare
stile di insegnamento.
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
IL CLIMA NELLA CLASSE
• Un clima positivo nella
• "Gli studenti hanno un
classe ha la tendenza a
interesse riguardo
svilupparsi quando gli
all’ambiente emozionale
insegnanti si comportano
della classe. Gli insegnanti
e gli studenti dovrebbero
in modo "facilitativo"
trovarsi insieme e
(vedi: L’insegnamento
discutere liberamente di
centrato sulla persona).
cooperazione e
Ciò può essere stimolato
competizione, fiducia e
attraverso comunicazioni
paura, apertura e rifiuto e
positive a vari livelli e gli
così via. La discussione in
insegnanti devono
incontri di classe di questi
incoraggiare gli alunni a
ed altri argomenti aiuto a
portare nel loro
creare il tipo di clima che
apprendimento una sintesi
stimola una crescita totale
del proprio benessere
degli alunni".
WWW.SNAIPO.IT
fisico, emozionale e
intellettuale.
SVISTA DIDATTICA
A CURA DI
FRANCO ROSSI
IL CLIMA NELLA CLASSE
In termini
generali una
classe
positivamente
"facilitativa"
si realizza
quando gli
insegnanti:
WWW.SNAIPO.IT
A. Apprezzano le relazioni con i
propri alunni.
B. Esprimono i propri bisogni e
desideri ai ragazzi.
C. Sono comprensivi e disponibili
verso i ragazzi.
D. Incoraggiano e stimolano
relazioni calde e amichevoli fra
gli alunni.
E. Impiegano più tempo ad
ascoltare gli alunni che a
parlargli.
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
In termini specifici il clima della classe può
essere agevolato mantenendo la comunicazione.
Esempi di questo stile nel comunicare sono:
•
•
•
•
•
Affrontare gli avvenimenti interpersonali importanti nel
momento in cui si presentano, senza rimandare al
futuro.
Parlare direttamente agli alunni piuttosto che parlare
di qualcuno alla classe nel suo complesso.
Rivolgersi agli alunni con cortesia, interesse e
considerazione.
Essere coscienti dell’importanza del contatto visivo e
della comunicazione non verbale.
Evitare gli ostacoli comuni ad un’efficace
comunicazione: il giudicare, criticare, indicare,
comandare, fare del moralismo.
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
Alcune domande fondamentali:
•
Come descriverei il clima che creo nella classe?
•
Quali sono i miei propositi sui ragazzi?
•
Come mi comporto con gli alunni che non mi
piacciono?
•
Che tipo di rapporti interpersonali incoraggio nella mia
classe sia formalmente che informalmente?
•
Come descriverei il mio modo di insegnare?
•
Quanto di me stesso/a apro agli alunni?
•
Come affronto avvenimenti relazionali nella mia
classe?
•
Come dispongo i mobili/tavoli nel cercare un ambiente
più interattivo?
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
ASCOLTARE
• una combinazione del
sentire ciò che un altro
dice e di un attivo
coinvolgimento in ciò
che dice
• Nonostante sia una delle
dimensioni cruciali di una
comunicazione efficace,
l’ascoltare è stato quasi
completamente ignorato
dal processo scolastico.
•
La capacità di essere un buon
ascoltatore dipende dall’uso
appropriato di alcune abilità
chiave:
•
una postura che faciliti il
coinvolgimento;
un uso corrente del
linguaggio del corpo
appropriato;
un buon contatto visivo;
un ambiente che
distragga il meno
possibile.
•
•
•
Io parlo …
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
INCORAGGIARE
Relazione interpersonale che
ha un effetto positivo sugli
altri.
È un fattore chiave in
ogni efficace
relazione, aiutando
a sviluppare negli
altri il coraggio
interiore che
agevola un positivo
apprendimento ed
una sana crescita
individuale.
WWW.SNAIPO.IT
Differenza fra incoraggiare e
fare complimenti.
FARE COMPLIMENTI:
Assegna meriti basati sui
risultati
INCORAGGIARE:
Prende in esame le
risorse dell’individuo ed il
modo in cui vengono
utilizzate per il
miglioramento della
persona.
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
STRATEGIE
•
•
•
•
•
•
SCORAGGIANTI
ascolto non efficace
concentrarsi sugli
aspetti negativi
minacciare
non coinvolgimento a
livello affettivo
enfasi sulla
competizione e i
confronti
umiliare
WWW.SNAIPO.IT
•
•
•
•
•
•
INCORRAGGIANTI
ascolto efficace
concentrarsi sugli
aspetti positivi
accettare
coinvolgimento
affettivo
enfasi sulla
cooperazione
stimolare
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
È facile essere incoraggianti con coloro il cui lavoro e le cui risposte ci fanno
piacere, ma è molto più difficile esserlo con coloro che hanno atteggiamento
che ci irritano o le cui risposte mostrano una mancanza di comprensione.
La seguente lista con domande di controllo può essere utile:
•
•
•
Credo onestamente in
ciò che dico agli alunni?
Il mio entusiasmo per gli
alunni si basa sul fare
complimenti o
sull’incoraggiamento?
Credo veramente che
tutti gli alunni con cui
lavoro abbiano la
capacità di crescere?
WWW.SNAIPO.IT
• In caso negativo, su
cosa baso questo mio
giudizio?
• Fino a che punto sono in
grado di sentire come
ogni ragazzo vede la
vita dal suo punto di
vista?
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
Suggerimenti per attivare relazioni positive
•
•
•
Nelle discussioni
con gli alunni cerca
di attenerti ai loro
argomenti;
Cerca di trovare il
tempo e di avere
attenzione per ogni
alunno;
Non ti preoccupare
dei silenzi;
WWW.SNAIPO.IT
• Impara i nomi propri
degli alunni e
utilizzali;
• Rifletti ciò che senti
essi provano e
vogliono dire;
• Evita di interrompere
quando stanno
parlando;

Ascolta più di quanto
parli;
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
FEEDBACK
Il processo del fornire informazioni ad
una persona sul suo comportamento e
le relative conseguenze. È un aspetto
vitale della relazione fra insegnante e
alunni ed aiuta gli alunni a crescere
nella consapevolezza del loro modo di
influire sugli altri.
Come insegnanti dobbiamo tenere a
mente le qualità che rendono efficace
l’apprendimento degli alunni
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
Nel fornire feedback agli alunni è importante
prestare attenzione ai seguenti punti:
1. Dare una descrizione
del comportamento la
più concreta possibile.
2. Basare le descrizioni
sull’osservazione e non
sull’inferenza.
3. Affrontare il
comportamento
presente (qui ed ora)
piuttosto che ciò che è
accaduto qualche
tempo prima.
WWW.SNAIPO.IT
4) Lasciare spazio alle
reazioni e alla
rielaborazione attraverso
la discussione delle
implicazioni di quanto
osservato.
5) Fornire feedback su
comportamenti con cui
gli alunni sono in grado
di confrontarsi.
6) Sviluppare un modo di
fornire feedback caldo,
empatico e con interesse
per gli altri.
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
feedback sul nostro comportamento come
insegnante
• è quello di invitare un collega di cui ci fidiamo a
passare un po’ del suo tempo osservando la
nostra classe mentre lavora.
• Questa presenza non dovrebbe essere vista
come una procedura di controllo, ma piuttosto
come un mezzo per scoprire di più sui nostri
punti forti e deboli sia a livello professionale sia
a livello personale.
Per ottenere il massimo da questa esperienza
l’insegnante che verrà osservato deve identificare
l’area di osservazione.
WWW.SNAIPO.IT
SVISTA DIDATTICA A CURA DI
FRANCO ROSSI
Fly UP