...

Snow Experts.indd

by user

on
Category: Documents
135

views

Report

Comments

Transcript

Snow Experts.indd
20 ANNI DI TECHNOALPIN 4 È ARRIVATO IL NUOVO T40 8 MONGINEVRO (FRA) 10 EUROPA DELL’EST: KOHÚTKA (CZE) E ŠTRBSKÉ
PLESO (SVK) 12 SNOW MADE BY... 13 MTS MANUAL TOWER SNOWGUN 14 LANCIA V3 15 PROGETTI IN TUTTO IL MONDO 16
TECHNOALPIN COMPIE 20 ANNI 18 A PRIMAVERA FIORISCONO LE FIERE 22 CONCORSO FOTOGRAFICO: I VINCITORI 23
SNOW EXPERTS
T H E TTECHNOALPIN
THE
E C H N OA L P I N M
MAGAZINE
AGA Z I N E 1
1/2010
/2 010
WE PROUDLY PRESENT...
THE NEW T40
4
TechnoAlpin è nata 20 anni fa. Con
affidabilità, qualità e innovazione,
l‘azienda si è sviluppata fino a diventare leader a livello mondiale nel settore
dell‘innevamento tecnico.
8
10
L’ultimo generatore a ventola T40 è il
logico perfezionamento del fortunato
M18. Elementi consolidati come la tecnologia Quadrijet si ritrovano ancora
nel T40, mentre numerosi altri aspetti
sono stati modificati ed ottimizzati.
Sommario
230 punti di “erogazione” rendono l’impianto di innevamento del Monginevro
uno dei più importanti progetti TechnoAlpin nell’arco alpino. L’innevamento è
garantito da 167 lance e 8 generatori
a ventola targati TechnoAlpin.
20 ANNI DI TECHNOALPIN
È ARRIVATO IL NUOVO T40
MONGINEVRO (FRA)
EUROPA DELL’EST: KOHÚTKA (CZE) E ŠTRBSKÉ PLESO (SVK)
SNOW MADE BY...
MTS MANUAL TOWER SNOWGUN
LANCIA V3
PROGETTI IN TUTTO IL MONDO
TECHNOALPIN COMPIE 20 ANNI
A PRIMAVERA FIORISCONO LE FIERE
CONCORSO FOTOGRAFICO: I VINCITORI
4
8
10
12
13
14
15
16
18
22
23
COLOPHON Editore: © TechnoAlpin AG/SpA · Via Copernico/Kopernikusstraße 6 A · 39100 Bolzano/Bozen · Alto Adige/Südtirol/South Tyrol
Italia/Italien/Italy · Tel. +39 0471 550 550 · Fax +39 0471 200 441 · [email protected] · www.technoalpin.com · Responsabile per i contenuti: Erich Gummerer – Redazione: Daniela Mauroner, Patrizia Pircher – Design: dv media, Bressanone – www.designverbindet.it – Stampa:
Athesia Druck, Bolzano – Ristampa, divulgazione e utilizzo elettronico consentito solo previo espresso consenso dell’editore – Stato: Giugno 2010
quest’anno sarà per TechnoAlpin un anno speciale: celebriamo infatti i 20 anni
dalla fondazione. Negli ultimi due decenni siamo cresciuti di pari passo con
le nostre attività. 20 anni di splendidi successi, ma anche di periodi economici
difficili, come quello attraversato lo scorso anno. Molte aziende hanno dovuto
adottare politiche volte al risparmio. TechnoAlpin, invece, ha preferito imboccare una strada diversa.
„Il futuro mi interessa molto, è il posto dove dovrò passare il resto della mia
vita“, ha detto Albert Einstein. TechnoAlpin ha fatto di questo motto virtù e per
Questa primavera alla gamma di prodotti esistente si è aggiunto un nuovo
generatore a ventola: la nuova e maneggevole torre manuale MTS (Manual Tower Snowgun).
questa ragione, anche in un anno di crisi economica come il 2009, ha deciso di
investire oltre un milione di euro per la ricerca e lo sviluppo, quindi nel futuro. Il
nostro coraggio è stato premiato. Con orgoglio siamo in grado di presentare
questa primavera i nostri nuovi prodotti: i generatori a ventola T40 e MTS e
la lancia V3.
Ma non intendiamo certo riposare sugli allori. Vogliamo continuare a migliorare, solo così, infatti, saremo in grado di rispondere alle esigenze dei nostri
clienti.
Esperienza associata alla passione per l’innovazione: sono questi i cardini del
nostro successo. E sono sempre questi fattori che ci rendono un partner affidabile. Da 20 anni a questa parte.
Walter Rieder ed Erich Gummerer
SNOW EXPERTS EDITORIAL
14
Gentile cliente, stimato lettore,
2
3
20 anni di TechnoAlpin
Praticanti degli sport invernali soddisfatti
e grande successo per i gestori di impianti sciistici
Garanzia di neve da 20 anni
TechnoAlpin è nata 20 anni fa. Con affidabilità, qualità ed innovazione, l‘azienda si è sviluppata fino a diventare leader a livello mondiale nel settore dell‘innevamento tecnico.
Dalla fornitura dell’acqua alla produzione della neve nella qualità e nel posto richiesti: il
tutto da un unico fornitore grazie al lavoro dei cosiddetti snow experts.
Vista la scarsità di precipitazioni, in Alto Adige, una zona che
notoriamente attira grandi quantità di turisti, si è optato con largo anticipo per l’innevamento tecnico. Con il risultato che oggi,
ad esempio, nel principale circuito sciistico al mondo, il Dolomiti
Superski, il 90 % delle piste vengono innevate artificialmente. Un
aspetto a cui un numero sempre maggiore di persone pensa nel
momento della scelta del luogo di vacanza. In base a recenti
studi, la mancanza di neve può essere compensata da offerte
aggiuntive o dai servizi offerti dagli hotel solo per il 20 % dei
vacanzieri. La garanzia di neve può inoltre essere un criterio determinante per i potenziali investitori. Pertanto la neve artificiale
è il presupposto fondamentale per dare un valore aggiunto a
comprensori sciistici e intere regioni. Non c‘è quindi da meravigliarsi, se dalla nascita di TechnoAlpin, ben 18.000 generatori di
neve sono già usciti dagli stabilimenti di montaggio dell‘azienda.
Da 20 anni pionieri in ambito tecnologico
All‘inizio degli anni Ottanta, Georg Eisath e Walter Rieder era-
SNOW EXPERTS 20 ANNI
In numerosi comprensori sciistici, come qui a Sölden,
si utilizzano generatori di neve di diverse generazioni.
no responsabili tecnici del comprensorio sciistico di Obereggen,
nelle Dolomiti altoatesine. In quella veste avevano un enorme
interesse a diventare indipendenti rispetto alle condizioni climatiche e a poter mantenere in funzione gli impianti senza sosta
dall‘autunno fino a primavera. Già allora una cosa era chiara:
chi inizia per primo la stagione sciistica in autunno, conclude
da vincitore. Grande interesse aveva pertanto riscosso l‘arrivo
a Obereggen del primo generatore a ventola proveniente dagli
Stati Uniti. I 100.000 dollari investiti, tuttavia, erano decisamente
tanti in rapporto alla pessima qualità della neve prodotta dalla
macchina. Nell‘inverno 1983/84 i due responsabili tecnici hanno
quindi pensato di sviluppare un proprio prototipo. L‘obiettivo era
quello di costruire una macchina in grado di produrre neve in
modo molto più economico e nel contempo di migliore qualità.
Inoltre la macchina doveva essere operativa e garantire qualità
della neve ed efficienza soprattutto in condizioni di temperature marginali. I risultati ottenuti in collaborazione con un‘officina
meccanica della zona e utilizzando le turbine di macchinari, utilizzati in realtà per l‘essiccazione del fieno, sono stati ben presto
incoraggianti. I rappresentanti della funivia di Obereggen sono
stati i primi a cui è stata presentata e successivamente venduta la
nuova macchina „prodotta in proprio“.
Leader nella ricerca e nello sviluppo
Il dipartimento R & S interno di TechnoAlpin rappresenta il cuore
dell‘azienda. Parte integrante della società fin dalla sua fondazione,
offre attualmente lavoro a 12 persone. Negli ultimi 2 decenni sono
state realizzate una serie di innovazioni, a partire dal leggendario
4
5
20 anni di TechnoAlpin
modello Latemar M90, punto di partenza del glorioso sviluppo che
ha condotto alla TechnoAlpin di oggi. Nel 1992, con l‘introduzione
sul mercato dell‘innovativa tecnologia Quadrijet, è stata inaugurata una dimensione completamente nuova per quanto concerne
la qualità della neve. Dal 1999 tutti i generatori di neve TechnoAlpin funzionano con compressori privi di olio, il che rappresenta
un vantaggio in termini di salvaguardia dell‘ambiente, contribuendo
a ridurre sensibilmente gli interventi di manutenzione. Nel 2005 è
stata presentata per la prima volta la rivoluzionaria lancia A con
testa circolare. Negli anni a venire il tema dell’efficienza occuperà
un ruolo di primo piano nell’ambito del settore ricerca e sviluppo.
fondazione, era uno solo: diventare il fornitore a livello globale
di impianti di innevamento. Possiamo dire di avere centrato
l’obiettivo: da allora TechnoAlpin ha continuamente aggiornato la propria lista di referenze. Al know-how degli snow experts
si affidano ormai 936 clienti in 41 paesi del mondo, tra cui il
“Who is who” delle destinazioni di Coppa del Mondo, come
Bormio (ITA), Sölden (AUT), Schladming (AUT), Kranjska Gora
(SLO), Levi (FIN) e Zagabria (CRO) oltre agli organizzatori
dei Giochi Olimpici invernali di Torino, in occasione dei quali
TechnoAlpin ha realizzato 5 dei 9 impianti di innevamento previsti. Oggi TechnoAlpin conta 25 filiali in ogni parte del mondo.
Assistenza 24 ore su 24, supporto tecnico e fornitura di ricambi: grazie ad una struttura mondiale TechnoAlpin è sempre vicina ai clienti.
936 clienti soddisfatti in 41 paesi del mondo
L’obiettivo che TechnoAlpin si era prefissata nel 1990, anno di
SNOWTECH AB
KESSU OY
TA RUSSIA
TA USA/CANADA
TA DEUTSCHLAND
SC
CH
HLAN
HLA
ND
ND
TA SC
SCHWEIZ
CHWE
CHWE
CHW
CH
WEIZ
EIZ
TTA
A FRA
FRANCE
AN
NC
CASLI
TA BOZEN
TA EASTT EUROPE
EUROPE
EURO
PEE
POLTAVA
PO
O
SKI PPARSIAN WIN.TECH
TA A
TA
AUSTR
AUSTRIA
USTR
STRRI
STR
RIA
A
TEHNOUNION
MELCHERS
TECHEXPORT
HAE IN COMMERCE
H
T LIA
TA
LIAISON
IAISO
SO
OFFICE
TA
A ROMANIA
ALEX
LEX
EX
EX
RADOVANOVICH
ILKER CUMBUL
MONTE NOULIKAS
SKIARE PTY LTD
TA AUSTRALIA
A A
HARDT Y ASOC.
SNOW EXPERTS 20 ANNI
6
7
La nuova sede centrale sarà pronta per l’estate
Un regalo
per i nostri dipendenti
Poco più di un anno fa era stata posata a Bolzano la prima
pietra della nuova sede centrale di TechnoAlpin. L’innovativo
stabilimento di produzione nella zona produttiva “Via Einstein
Sud e Via Aeroporto” è stato edificato in brevissimo tempo: I
lavori sono ormai prossimi alla conclusione. Già a giugno i primi
dei circa 150 dipendenti TechnoAlpin si trasferiranno nella nuova
sede. È stata stabilita anche la data dell’inaugurazione ufficiale.
Sabato 11 settembre 2010 sarà inaugurato il nuovo centro pulsante dell’azienda con una cerimonia ufficiale. Successivamente,
nel corso della “giornata porte aperte”, sarà possibile visitare i
capannoni di produzione e i magazzini, l’impianto di prova, le
aule dedicate alla formazione e gli uffici.
Dipendenti, clienti e visitatori avranno l’opportunità di visitare e
lavorare in un fabbricato che ha molto da offrire, non solo sotto
il profilo estetico. La progettazione architettonica è stata curata
dal team di architetti composto dallo studio Architects VeneriWilleit-Niederstätter e dall’architetto Roland Baldi di Bolzano. I
calcoli statici sono stati invece affidati allo Studio di ingegneria
Holzner di Lana. Il progetto, di grandi dimensioni, con una cubatura complessiva di circa 140.000 m³ e un‘altezza dell‘edificio
di 20 m, colpisce per la forma definita della costruzione. Con le
sue dimensioni, il contenitore edilizio in vetro profilato bianco
è sicuramente unico in tutta Europa. La facciata uniformemente
bianca e trasparente e, non da ultimo, la forma definita dell’edificio rimandano simbolicamente alla neve: l‘edificio sembra infatti
formato da un unico blocco di neve.
Cresce la famiglia TechnoAlpin
È arrivato il nuovo T40!
TechnoAlpin investe ogni anno oltre un milione di euro in ricerca e sviluppo. Il reparto
R&S, nel frattempo cresciuto a 12 persone, negli ultimi anni ha prodotto una serie di nuovi sviluppi e brevetti. Il team guidato dal responsabile prodotto Juris Panzani ha appena
messo a segno un ulteriore nuovo colpo: l’ultimo generatore a ventola T40. Il T40 è il logico
perfezionamento del fortunato M18. Elementi consolidati come la tecnologia Quadrijet si
ritrovano ancora nel T40, mentre numerosi altri aspetti sono stati modificati e ottimizzati. Il
risultato è un generatore a ventola d’ultima generazione che convince grazie a componenti
fra loro perfettamente sincronizzati.
SNOW EXPERTS IL NUOVO T40
8
9
Comando a distanza Bluetooth disponibile
come accessorio opzionale.
Componenti perfettamente sincronizzati
Il T40 è una perfetta simbiosi fra una consolidata tecnologia e
una innovazione che guarda al futuro. TechnoAlpin impiega infatti gli ugelli Quadrijet esenti da usura con inserto in ceramica
anche nell’ultima creazione. Nuovo invece è il portaugelli concepito in modo da semplificare al massimo lo smontaggio delle
resistenze. Come in tutti i generatori di neve TechnoAlpin dal
1999, anche nel T40 è incorporato un compressore senza olio
che riduce al minimo la manutenzione della macchina a tutto vantaggio dell’ambiente. Tuttavia sono state apportate modifiche al
filtro dell’acqua. Il profilo Wedge Wire del filtro gli conferisce
un’elevata resistenza e ne agevola la pulitura.
Massima intuitività
Il nuovo pannello comandi è ora molto intuitivo. Si trova sopra
il quadro elettrico, quasi ad altezza d’uomo. Il T40 è comandabile anche mediante il comando a distanza Bluetooth opzionale
particolarmente pratico. L’accesso allo sbloccaggio del brandeggio, all’alzo e al blocco valvole con filtro sullo stesso lato
macchina, ne aumenta l’intuitività. A ciò contribuiscono anche
i rivestimenti in PE che, grazie alla loro leggerezza, possono
essere smontati con semplicità e rapidità in poche operazioni.
Mobilità e versatilità
Non visibile a prima vista, ma indubbiamente significativa, è la riduzione delle dimensioni e del peso: con un’altezza complessiva
di 2,45 m, una larghezza di 2,2 m e una lunghezza max. di 2,6 m,
il T40 automatico mobile è estremamente compatto. Il peso della
macchina ridotto a 600 kg contribuisce anche alla buona maneggevolezza e lo rende idoneo al 100 % al trasporto in elicottero. Il T40
è anche disponibile in versione installabile su braccio con lunghezze
standard di 10 m e 6 m, su torre con un’altezza di 1,6 m e su lift.
Con il T40 viene inoltre fornito un apparecchio mobile leggero che
riconverte la macchina lift: la parte anteriore del carrello in due
parti specificamente progettato per il T40 viene smontata con poche operazioni e la macchina può essere ancorata e fissata direttamente sulla slitta del lift. Successivamente gli stabilizzatori e la parte
posteriore del carrello possono essere smontati. Infine il generatore
di neve viene collegato, portato nella posizione di lavoro e l’intero
carrello viene trasportato facilmente con il mezzo battipista.
Collaborazione dal 2002
Monginevro (FRA)
sceglie la neve
della TechnoAlpin
230 punti di “erogazione” rendono l’impianto di innevamento
del Monginevro uno dei più importanti progetti TechnoAlpin
nell’arco alpino. 167 lance e 8 generatori a ventola targati TechnoAlpin offrono la massima garanzia di neve nel resort sciistico
francese. Quattro stazioni di pompaggio erogano una potenza di
1.500 kW alimentando i generatori di neve con 1200 m³/h.
SNOW EXPERTS MONGINEVRO
10
11
L’acqua proviene da due laghi di accumulo in grado di contenere
fino a 120.000 m³ d’acqua. Nel 2010 nel comune di Alberts verrà
realizzato un punto di prelievo acqua con stazione di aumento
della pressione. Ubicato a 1.360 m di altitudine, sarà chiamato a
riempire il bacino della stazione di pompaggio di Gondrans con
una portata di 28 l/s. Una volta completato l’ampliamento, la potenza risulterà raddoppiata. Le pompe e le pompe sommerse della
stazione di Gondrans hanno una capacità complessiva di 710 kW.
Potenziamento anche del settore Chalvet
Con una temperatura di bulbo umido di -4° C, l’intero comprensorio sciistico può essere innevato in 120 ore. Con una temperatura
di bulbo umido di -8° C, l’innevamento richiederà invece 60 ore.
Il Monginevro si trova nella parte sud-orientale della Francia ai
confini con l’Italia e si estende dai 1.860 m ai 2.700 m. 37 impianti di risalita trasportano in vetta gli appassionati di sport invernali.
Oltre ai 65 chilometri di piste con diversi gradi di difficoltà, il
più antico comprensorio sciistico della Francia dispone anche di
piste per freeride e per lo sci di fondo. A questo scopo è stato
integrato anche uno Snow Park.
La collaborazione tra TechnoAlpin e il comprensorio del Monginevro è iniziata nel lontano 2002.
Il primo grande progetto è stato realizzato tra il 2002 e il 2006.
Questo primo impianto di innevamento ha garantito il collegamento tra Gondrans e Rocher de l’Aigle. Il passo successivo prevedeva la realizzazione dell’impianto di innevamento lungo la
pista Le Vallon, il costone che porta al Monginevro. In questo
modo i due comprensori di Gondrans e Rocher de l’Aigle sono
stati collegati in entrambe le direzioni. Infine, sempre nell’ambito
di questo primo progetto, sono state equipaggiate con generatori di neve anche le piste di Rocher de l’Aigle, il punto più alto
del comprensorio.
Al termine di questo primo grande progetto, sono iniziati i lavori
per il secondo progetto che prevedeva la modernizzazione del
settore Chalvet allo scopo di rinvigorire economicamente anche
questa parte del resort. Il secondo progetto è in corso dal 2006.
Al termine di questi due grandi progetti il 50 % dei 65 chilometri
di piste potrà essere innevato artificialmente.
Visto il crescente numero di visitatori, di recente si è pensato di
investire negli impianti di risalita realizzando due nuovi Telemix,
impianti combinati costituiti da sedie e cabine. Uno di questi è
destinato a sostituire l’ormai obsoleta cabinovia di Chalmette. Il
secondo Telemix ha aperto la via alla vetta del Chalvet, offrendo
agli sciatori nuove possibilità di svago.
www.montgenevre.com
Europa dell‘Est
Concorrenziali grazie
alla modernizzazione
Kohútka - Javorníky (CZE): 5 anni or sono iniziava nel centro sciistico di Kohutka la pianificazione per la completa modernizzazione dell‘area al fine di renderla sempre più competitiva. L’obiettivo era quello di migliorare la qualità e la quantità, senza tuttavia
rinunciare alla salvaguardia della natura e del paesaggio.
Oltre a una nuova seggiovia a 4 posti, sono stati realizzati un
bacino di raccolta e un moderno impianto di innevamento. Per
quanto riguarda l’innevamento, ci si è affidati alla ventennale
esperienza di TechnoAlpin. Il 60 % delle piste verrà in futuro innevato artificialmente. Il centro sciistico di Kohutka si estende da
715 a 913 m. Saranno disponibili 6,6 chilometri di piste e 18 km
di piste da fondo. Per il trasporto gli sciatori potranno avvalersi
di una seggiovia quadriposto e di cinque ski lift.
Dati essenziali del progetto:
• Fornitura e posa di 3,5 km di condotte
• Fornitura e posa di 6 km di cavi elettrici
• Fornitura e posa di 4 km di cavi di trasmissione dati
• Realizzazione di 31 pozzetti in calcestruzzo
• Installazione del software di comando ATASSplus
• Fornitura e installazione dei seguenti generatori di neve:
- 4x A30 con compressore
- 6x T60 automatici mobili
- 3x T60 automatici su torre
• Installazione delle seguenti pompe:
- 2x 30 l/s o 250 kW
- 2x pompe sommerse con una potenza
complessiva di 30,7 l/s o 22 kW
- 2x pompe sommerse con una potenza
complessiva di 30,1 l/s o 30 kW
www.kohutka.cz
Ricetta consolidata
in Slovacchia
Dati essenziali del progetto:
• Fornitura e posa di 1,6 km di condotte
• Fornitura e posa di 3,5 km di cavi elettrici
• Fornitura e posa di 2,5 km di cavi di trasmissione dati
• Realizzazione di 29 pozzetti in calcestruzzo
• Installazione del software di comando ATASSplus
• Fornitura e installazione dei seguenti generatori di neve:
- 5x A9 con compressore
- 10x T60 automatici
• Installazione delle seguenti pompe:
- 1x 50 l/s o 75 kW
- 4x 24 l/s o 132 kW
- 2x 24 l/s o 110 kW
www.parksnow.sk/tatry
Štrbské Pleso (SVK): già a metà degli anni Novanta a Štrbske
Pleso si è optato per l’innevamento programmato per risolvere
un problema concreto: il vento! La neve si accumulava ai margini
della pista vicino ad un bosco costringendo gli sciatori ad attraversarlo creando una situazione di pericolo. La neve artificiale ha
aiutato finalmente a risolvere questo problema: la neve e quindi
anche gli sciatori potevano mantenere la giusta traiettoria. Alla
luce di questa esperienza positiva si è optato per l‘innevamento
programmato anche sulla nuova pista di Furkota. La commessa
per l’impianto è stata assegnata a TechnoAlpin.
SNOW EXPERTS PERSONE
12
13
SNOW MADE BY …
Hélène Fink,
… 36 anni, madre di due bambini piccoli. Nessuno indovinerebbe al primo tentativo il lavoro di questa giovane donna. Hélène è responsabile di
pista in Val d’Allos (FRA).
Ha iniziato a lavorare come addetta alle piste 17 anni fa. Ma a
Hélène non bastava. Ha continuato a perfezionarsi scalando i
vertici della carriera, fino a diventare responsabile di pista, quattro anni fa.
Hélène Fink non ha problemi a lavorare tra gli uomini: „La collaborazione funziona in modo perfetto. Anche se a volte è difficile
conquistarsi il meritato rispetto“. In un modo o nell’altro, però,
Hèléne ci riesce. In fondo è lei il capo.
Familiari e amici sono ormai abituati a questo lavoro insolito. Ma
quando Hélène conosce qualcuno e inizia a parlargli di ciò che
fa, spesso l’interlocutore reagisce con sorpresa. „Non è tanto il
lavoro in sé a colpire, quanto piuttosto il fatto che io abbia un
team alle mie dipendenze, e questo in un ambiente generalmente
appannaggio degli uomini“, sorride soddisfatta e sicura di sé.
„La cosa che preferisco del mio lavoro? Beh, ciò che amo di più è
anche ciò che più mi disturba. Sono io la responsabile e pertanto
devo svolgere una serie di attività amministrative. Da un lato tutto questo mi diverte. Ma dall’altro mi resta davvero poco tempo
per collaborare con il mio team. Mi piacerebbe trascorrere più
tempo sulla pista“.
Non è sempre facile conciliare famiglia e lavoro. „Ma questo
vale per qualsiasi attività“, sottolinea pacatamente Hélène. L’organizzazione risulta particolarmente difficile quando sussiste il
rischio di slavine. In questi casi la giornata lavorativa inizia già
alle 4:30 del mattino.
Il resort Val d’Allos si trova nelle Alpi meridionali francesi e si
compone di due comprensori, le Seignus e la Foux, ora collegati
tra loro. Val d’Allos offre 230 chilometri di piste. 62 impianti di risalita portano gli sciatori dai 1.400 ai 2.600 metri di altitudine.
Adattato perfettamente alle esigenze dei clienti
È arrivato il nuovo MTS
Oltre al T40, questa primavera il team ricerca e sviluppo di TechnoAlpin ha portato a
completa maturazione un altro generatore di neve a ventola: la nuova e maneggevole
torre manuale MTS (Manual Tower Snowgun). Elementi consolidati come la tecnologia
Quadrijet o il compressore senza olio si ritrovano anche nell’MTS, mentre numerosi altri
aspetti sono stati modificati e adattati alle speciali esigenze dei clienti.
TechnoAlpin soddisfa i desideri dei clienti
Con 25 succursali nel mondo, TechnoAlpin è vicina al cliente e
sempre pronta ad ascoltarne desideri ed esigenze. Dagli Stati Uniti, ad esempio, è giunta la richiesta per un generatore a ventola su
torre azionabile manualmente, potente ed efficiente da un punto
di vista energetico. Con il nuovo Manual Tower Snowgun si è cercato proprio di dare risposta a questa specifica esigenza.
valvole sono ubicati in una posizione facilmente accessibile nella
zona inferiore della colonna. Il compressore da 4 kW di potenza
è privo di olio. Il blocco valvole riscaldato attivabile manualmente è equipaggiato con una cartuccia filtro in acciaio al cromonickel di alta qualità. Anche il dispositivo di brandeggio e alzo
dell’MTS vengono gestiti manualmente.
Innevamento: qualità senza compromessi
Tecnologia robusta ed intuitiva
MTS è stato concepito come generatore a ventola a bassa pressione. L’unità turbina con motore del ventilatore nella versione
zincata a caldo, collettore dell’acqua e corona ugelli e il nuovo
rivestimento in PE imbutito, viene installata su una torre fissa ad
un’altezza di 3,3 m. In questo modo l’MTS sfrutta, per quanto
riguarda la potenza della gittata, tutti i vantaggi di una macchina
a torre. Nel contempo l’utilizzo risulta particolarmente comodo
da terra; compressore, quadro elettrico di comando e blocco
Il nuovo MTS è il generatore di neve ideale per tutti coloro che
vogliono letteralmente tenere in mano la generazione di neve. A
supporto, la macchina dispone di un software in grado di calcolare i valori consigliati per le impostazioni ottimali. L’MTS convince per la tecnologia robusta, la maneggevolezza e la struttura
solida con pochi componenti. In breve: l’MTS è pensato per gli
amanti della produzione di neve manuale che intendono limitare
i costi, senza tuttavia ricorrere a compromessi sulla qualità dell’innevamento.
SNOW EXPERTS PRODOTTI
Innovazione nei dettagli
Lancia V3
All’insegna del motto „Performance e prestazioni sono una questione di testa“, questa primavera TechnoAlpin lancia sul mercato una nuova lancia. La testa brevettata
della lancia V3 è stata interamente ottimizzata.
Anche molti altri componenti della lancia sono stati ulteriormente
sviluppati perfezionandone la compatibilità. L’innovazione si manifesta in tanti piccoli dettagli.
Nuova testa lancia con nucleatori e ugelli
La massa di questa testa lancia perfezionata è stata ridotta. Nel
contempo è stata ridotta anche la superficie esterna e aumentata
la superficie interna con l’aggiunta di alette di raffreddamento. Il
rapporto tra le superfici che ne risulta garantisce un miglioramento della trasmissione di calore a lungo termine. Inoltre i nuovi ugelli
a sbalzo in alluminio anodizzato incassati con inserto in ceramica
favoriscono la trasmissione di calore tra testa e corpo dell’ugello.
In questo modo la testa lancia rimane al sicuro dal ghiaccio anche
a temperature basse e in presenza di vento. Durante l’elaborazione della testa lancia è stato modificato sia l’angolo di apertura
tra i nucleatori e le unità degli ugelli fissi, sia la disposizione degli
ugelli azionabili, con un sensibile incremento della gittata.
L’intuitività è garantita anche dalla nuova struttura meccanica.
Il pratico e stabile collegamento a innesto consente una prima
installazione rapida e semplice, oltre ad un agevole smontaggio
per il rimessaggio dei generatori in estate. Nonostante le dimensioni compatte e i pesi unitari ridotti, la sottostruttura in acciaio
zincato a caldo assicura la massima stabilità. L’alzo avviene mediante un cilindro idraulico, con il minimo sforzo. Una valvola a
farfalla integrata consente un lento abbassamento della lancia.
La lamiera di bloccaggio con spina di sicurezza garantisce inoltre
la massima sicurezza.
Il reparto ricerca e sviluppo interno di TechnoAlpin si è dedicato con il massimo impegno all’elaborazione della lancia V3.
I molti dettagli migliorati danno vita a un prodotto completamente ottimizzato con componenti perfettamente compatibili
tra di loro.
Compatto e intuitivo
Il compressore alternativo in alluminio privo di olio e da manutenzione con circuito di raffreddamento integrato si distingue per
le prestazioni e per l’ecocompatibilità e convince per le dimensioni compatte. Nuovo è invece il fatto che sulle lance della serie
V venga impiegato esclusivamente il compressore privo di olio
nella versione da 4kW. Il che garantisce un grande risparmio di
energia.
Il nuovo blocco valvole in superficie è facilmente accessibile ed
è realizzato in fusione di alluminio di alta qualità. La collaudata tecnica delle valvole, il filtro d‘acqua integrato in acciaio al
nichel-cromo del tipo Wedge Wire, le valvole di scarico riscaldate e gli affidabili sensori garantiscono un funzionamento senza
intoppi e una lunga durata di servizio. Grazie a un’apertura del
rivestimento sul lato inferiore, l’intera tecnica viene ventilata al
meglio evitando la formazione di acqua di condensa. L’acqua e
l’aria possono essere allacciate in modo agevole e senza rischio
di errore grazie alle diverse dimensioni disponibili.
LANCE COME GARANZIA DI SUCCESSO
Il successo delle lance TechnoAlpin è rimasto inalterato sin dal momento della loro
immissione sul mercato. Grazie anche ai
numerosi vantaggi che esse offrono:
• Gittata considerevole
• Angolo di innevamento superiore
• Neve di qualità eccellente anche alle temperature limite
• Regolazione perfettamente sincronizzata
• Automazione affidabile
• Testa della lancia senza ghiaccio e senza riscaldamento
supplementare anche alle temperature più basse
• Tecnica delle valvole collaudata
• Elevato comfort d’uso
Maggiori informazioni sotto: www.technoalpin.com
14
15
Progetti in tutto il mondo
Mongolia
Se si pensa alla Mongolia, si immaginano distanze infinite e una
marcata cultura nomade. Ma questo paese è molto più variegato di quanto comunemente si pensi. Nella stagione invernale
2009/2010 è stato inaugurato il comprensorio sciistico „Sky Resort“. Il comprensorio dista solo pochi chilometri da Ulaanbaatar,
la capitale del paese con circa un milione di abitanti. Con una tem-
peratura giornaliera media in inverno di -25°, il freddo si fa sentire,
pur essendo nel contempo molto asciutto. Proprio per contrastare
questo fattore di incertezza si è optato per l’innevamento tecnico.
Grazie all‘impianto TechnoAlpin i 6 chilometri di piste possono essere interamente innevati.
Il cuore dell’impianto di innevamento è costituito da 2 stazioni di
pompaggio completamente automatiche con una potenza totale
di 50 l/s e 375 kW. La stazione compressore ha una potenza
di 16,6 m³/min o 90 kW. Sono stati posati 14 km di condutture
dell’aria e dell’acqua. Della generazione di neve sulle piste si occupano 15 lance manuali del tipo A30.
Il progetto ha comportato enormi spese organizzative, da un lato
per via della collaborazione con i partner locali, dall’altro da un
punto di vista della logistica e dei dazi doganali. Nella sede centrale TechnoAlpin di Bolzano vengono prodotti e testati tutti i generatori di neve. Per ridurre i tempi di consegna, le lance e gli elementi
delle stazioni di pompaggio e compressore sono stati consegnati
dall’Alto Adige ad Ulaanbaatar via terra, passando per la Russia.
Il resto è arrivato invece via mare, approdando dapprima in Cina
e da lì via terra fino alla Mongolia. Nonostante tutte queste difficoltà, l’impianto è stato messo in funzione a settembre 2009.
www.skyresort.mn
Xiling
Serbia
Xiling Snow Mountain si trova nei pressi di Chengdu (CHN), la
capitale del Sichuan. Molti sono gli sportivi che visitano la stazione
aperta tutto l’anno, che soffre però per la carenza di precipitazioni nevose. Per questa ragione ormai da anni a Xiling si ricorre alla
neve tecnica. Ora l’impianto a lance lungo i 600 m di pista è stato
rinnovato. TechnoAlpin ha installato 10 lance A30 automatiche
con aria centralizzata, di cui 2 master e 8 slave.
Tutte le lance sono equipaggiate di blocco valvole in superficie. In
questo modo i sensori di pressione dell’aria, pressione dell’acqua
e temperatura dell’acqua sono protetti meglio dall‘umidità. Altri
vantaggi consistono nei tempi di installazione più brevi e nella semplicità di manutenzione. L’impianto a lance è comandato tramite il
software ATASSplus, installato per la prima volta in Cina.
La più grande sfida a Xiling Snow Mountain è la temperatura media relativamente alta in inverno. Qui le lance TechnoAlpin possono dare il meglio di sé,
poiché in fin dei conti gli
snow experts sono specialisti della produzione
di neve a temperature
marginali.
Nel 2008 nel comprensorio di Kopaonik (SRB) si è optato per la
prima volta per l’innevamento programmato. Agli snow experts
di TechnoAlpin è stata data la massima fiducia. La garanzia di
neve è stata affidata a 38 lance con un compressore per aria
centralizzata e a una stazione di pompaggio con una potenza
di 50 l/s. Lo scorso anno TechnoAlpin ha ricevuto una commessa
per l’ampliamento dell’impianto di innevamento. Nel 2009 sulle
piste blu e nera di Duboka I e II sono stati installati i seguenti generatori di neve: 13x M18 su lift 4,5 m, 6x M18 su torre 1,6 m e
17 lance. Inoltre è stato installato un altro compressore per aria
centralizzata. Anche la potenza della stazione di pompaggio è
stata aumentata di 50 l/s. L’impianto di innevamento completo di
Kopaonik viene gestito tramite ATASSplus.
Che la decisione di puntare sulla neve tecnica fosse quella giusta
lo hanno dimostrato gli inverni asciutti e caldi degli ultimi due
anni. Senza l’innevamento tecnico non sarebbe stato possibile
garantire il divertimento sulle piste di Kopaonik.
Il comprensorio sciistico di Kopaonik fa parte dello Ski Resorts of
Serbia, che annovera in tutto quattro località: Divčibare, Zlatibor,
Stara Planina e Kopaonik. Ski Resorts of Serbia è pertanto il principale gestore di comprensori sciistici della Serbia.
Kopaonik si trova a 1.770 di altezza. 44 chilometri di piste e 23
impianti di risalita conducono fino ad un’altezza di 2.017 metri.
www.xiling.cn/en
www.skijalistasrbije.rs
Ellmau
La temperatura dell‘acqua per l‘innevamento è uno dei fattori
decisivi per la produzione di neve tecnica. L’impiego di acqua
alla temperatura giusta contribuisce a ottimizzare le prestazioni
dei generatori di neve. Le nuove torri di raffreddamento della
serie Cooltech sono state concepite proprio per l’impiego negli
impianti di innevamento. Le nuove torri di raffreddamento sono
state impiegate per la prima volta ad Ellmau (AUT), parte integrante della regione sciistica Wilder Kaiser-Brixental. L’impianto
torre di raffreddamento sulla stazione di pompaggio Tanzboden
ha una potenza di 210 l/s. In questo caso vengono utilizzate 3
torri di raffreddamento triple del tipo Cooltech 75B. L’uso del
software di comando ATASSplus è stato esteso all’intero comprensorio sciistico di Ellmau e Going. Oltre a Ellmaiu e Going, la
regione sciistica Wilder Kaiser-Brixental comprende i comprensori
di Westendorf, Söll, Scheffau, Itter, Hopfgarten e Brixen ed è
pertanto il principale comprensorio sciistico austriaco.
Romania
Azuga (ROU) si trova al centro della valle di Prahova nei Carpazi
del Sud. L’intera valle si sta già preparando al Festival olimpico
della gioventù europea, che si terrà qui nel 2013. I giochi invernali sono la prima grande manifestazione di questo tipo in Romania dal 1981, quando in questo paese furono disputate le gare
dell’Universiade. Tipico della valle di Prahova è il clima caldo e
secco: una grande sifda per le località in cui si praticano gli sport
invernali. L’anno scorso è stato ampliato l‘impianto di innevamento
di Azuga esistente dal 2004. TechnoAlpin ha fornito e installato i
seguenti generatori di neve: 3x T60 su lift 3,5 m, 1x T60 mobile, 2x
M18 su lift 3,5 m, 5x M18 mobile, 5x A9 con compressore. Anche
la quantità di cavi posati dà un’idea dell’entità del progetto: 11
km di cavi in alluminio sono stati necessari per l’ampliamento. Sono
inoltre state installate due pompe con una potenza di 32 l/s ciascuna. L’intero impianto viene gestito tramite ATASSplus.
www.ski-in-romania.com
• Fornitura e installazione dei seguenti generatori a ventola:
- 15x M18 AT
- 16x M18 mobili
- 16x T60 AT
- 12x T60 mobili
- 13x PIANO
• Fornitura e installazione delle seguenti lance:
- 5x A30 autonome con compressore
- 35x A30 aria centralizzata
• Installazione del software di comando ATASSplus inclusa
l’integrazione di tutte le stazioni di pompaggio e compressore.
• Automatizzazione della stazione di pompaggio „Hartkaiser“
• Realizzazione della stazione di pompaggio „Tanzboden“ da 350 l/s
• 3 torri di raffreddamento triple Cooltech 75B
www.skiwelt.at
Saas-Fee
Dal 1998 il comprensorio di Saas-Fee (SUI) si affida a TechnoAlpin per l’innevamento. Il progetto dimostrativo nel Cantone
Vallese viene mostrato anche ai responsabili dell’innevamento
di altri comprensori. Il 25.02.2010 si è tenuto un incontro a cui
hanno preso parte 140 esperti del settore. In quell’occasione
TechnoAlpin ha presentato il nuovo generatore a ventola T40 e
la nuova lancia V3. Oltre alla presentazione delle novità, è stata
organizzata anche una visita all’impianto già realizzato.
La principale sfida che interessa il comprensorio di Saas-Fee è
legata alla ripidezza del percorso che coinvolge in egual misura
sciatori e generatori di neve. Per trasportare tutti gli appassionati
di sci a valle nella massima sicurezza, i gestori hanno deciso di
appianare il punto più ripido costruendo un ponte. Senza esitare,
gli snow experts hanno colto questa occasione per integrare nel
ponte i tubi dell’impianto di innevamento. I partecipanti all’incontro hanno particolarmente apprezzato questa soluzione, come
del resto l’impianto nel suo complesso. L’impianto di innevamento
è un impianto misto costituito da diversi generatori a ventola e
lance. A Saas-Fee vengono attualmente impiegati generatori di
neve di più generazioni. Dal 1998 si utilizzano i generatori a
ventola Baby e M90 di TechnoAlpin. Tutti i generatori di neve
acquistati nel 1998 sono ancora in funzione e hanno sempre gli
stessi ugelli Quadrijet dell’inizio, particolarmente esenti da usura
grazie all’alta qualità degli inserti in ceramica.
www.saas-fee.ch
SNOW EXPERTS NEL MONDO
Dati essenziali inerenti gli impianti:
16
17
TechnoAlpin compie 20 anni
Astrid Torggler
20 anni di TechnoAlpin Con noi fin dall’inizio!
La nostra collaboratrice più fedele: Astrid Torggler,
dipendente TechnoAlpin da 19 anni.
Il 20° anniversario è l’occasione adeguata
per dare il giusto risalto ai nostri collaboratori e partner più fedeli e per parlare con
loro di TechnoAlpin.
Astrid, raccontaci dei tuoi inizi alla TechnoAlpin?
Astrid Torggler: Ho iniziato a lavorare qui il 3 giugno del
1991. Allora mi occupavo un po’ di tutto: bolle di consegna,
offerte, fatture, listini prezzi, magazzino, commissioni. A volte
mi è capitato di dover caricare da sola gli apparecchi. Oggi
sarebbe impensabile. Tutti questi compiti sono stati naturalmente ripartiti tra più dipendenti. Ora mi occupo di spese di viaggio, documenti doganali, materiale d’ufficio, orari e soprattutto
dell’accoglienza.
Di tutti questi anni trascorsi in azienda c’è qualcosa che ricordi
con particolare piacere?
Astrid Torggler: Di ricordi me ne sono rimasti impressi molti.
Il principale e più significativo cambiamento in tutti questi anni è
sicuramente il fatto che ora c’è un computer su ogni scrivania.
All’inizio avevamo un unico computer con cui si poteva scrivere
e cancellare quanto scritto. Per il resto, con il computer non si
poteva fare altro.
Che cosa ti auguri per il futuro di TechnoAlpin?
Astrid Torggler: Fondamentalmente mi auguro che l’ambiente
di lavoro e l‘atmosfera familiare rimangano inalterati nel tempo.
Fintanto che il lavoro continuerà ad essere così piacevole, il successo commerciale è garantito.
Che cos‘ha di particolare TechnoAlpin?
Astrid Torggler: Da noi si favorisce e si promuove l’autonomia sul lavoro. Il lavoro è questione di collaborazione collegiale.
Ciò non toglie comunque che all’impegno dei singoli venga dato
il giusto risalto. Il che rende il lavoro molto gradevole.
Qual è il tuo comprensorio sciistico preferito?
Astrid Torggler: Racines. Si tratta di un comprensorio sciistico
non molto grande che offre tuttavia innumerevoli opportunità di
svago. Mi piace molto.
SNOW EXPERTS 20 ANNI
18
19
TA Deutschland GmbH
La succursale più antica
TechnoAlpin Deutschland è stata fondata in Baviera nel 1997 ed è pertanto la succursale
più longeva. Da allora il numero di dipendenti ha raggiunto le 9 unità, quello dei clienti
ha invece superato le 70.
Come si è giunti alla fondazione di TechnoAlpin Deutschland GmbH?
Ulrich Gall: Numerosi sono i fattori che hanno portato alla
fondazione dell’azienda: da un lato il fatto che la Germania dimostrasse un incremento della domanda di generatori di neve.
Nel contempo le autorità avevano semplificato le pratiche di autorizzazione per gli impianti di innevamento. I primi successi di
vendita in Germania e la prospettiva di una grossa commessa per
l’innevamento a Mitterfirmiansreut hanno confermato Eberhard
Gall nella sua volontà di dare vita a una succursale TechnoAlpin.
A quale progetto realizzato da TechnoAlpin Deutschland ripensate più volentieri e perché?
Ulrich Gall: Ovviamente siamo particolarmente affezionati all’impianto di innevamento di Mitterfirmiansreut; in fondo è
stato il primo progetto affidato a TA Deutschland. Una volta
completato, si è comunque instaurata una lunga e proficua collaborazione, proprio come nel caso della regione sciistica di Fellhorn/Kanzelwand. Nel 1999 abbiamo ricevuto il primo ordine,
nel 2008 ci è stato affidato anche l’incarico per l‘ampliamento.
Attualmente qual è la situazione in Germania per quanto concerne gli sport invernali?
Ulrich Gall: La Germania è una nazione di appassionati di
sport invernali con svariate destinazioni che vanno dalle Alpi alla
mezza montagna. Queste ultime località hanno però una stagione più breve e piste meno lunghe; per questa ragione dispongono spesso di un grande bacino idrografico. Negli ultimi anni si è
investito molto nell’arco alpino ed è possibile imporsi con successo sul mercato attraverso offerte adeguate. Gli ultimi due inverni
con neve fino a bassa quota sono stati particolarmente apprezzati dagli sciatori, ma anche molti sportivi occasionali, abituati
alla neve in città, hanno iniziato ad apprezzare le giornate sugli
sci in montagna.
Quali sono le tendenze che si stanno facendo strada in Germania per quanto concerne la generazione di neve tecnica?
Ulrich Gall: Il rapporto con la natura sta diventano un argomento sempre più importante negli sport invernali. La quantità di neve
generata rispetto all’energia impiegata è uno dei fattori decisivi
per il futuro; i generatori di neve TechnoAlpin se la cavano benissimo in questo contesto. Per i nostri clienti è importante anche la
regolarità della qualità della neve, così come la possibilità di generare neve a bassa rumorosità con il modello Piano appositamente
sviluppato. TechnoAlpin con un forte reparto ricerca e sviluppo è
pronta per affrontare al meglio le sfide future. Uno dei principali
punti di forza di TechnoAlpin è per noi la possibilità di offrire al
cliente un’offerta completa, dalla progettazione all’esecuzione.
TechnoAlpin compie 20 anni
Il Sales Partner più longevo
HAE IN COMMERCE Co., INC è stata fondata nel 1969. Dal 1993 l’azienda con sede a
Seoul è la rappresentanza commerciale di TechnoAlpin per la Corea del Sud.
Per Hae in Commerce qual è stato finora il prodotto
TechnoAlpin di maggiore successo?
I principali successi commerciali sono stati raggiunti con il leggendario M90. I gestori di comprensori sciistici coreani ne apprezzano la struttura robusta e le eccezionali prestazioni alle temperature limite. Questi sono anche i principali punti di forza del T60
che ha riscosso grande interesse nei nostri comprensori sciistici.
Che cosa apprezza della collaborazione con
TechnoAlpin?
Attualmente qual è la situazione nella Repubblica
di Corea per quanto concerne gli sport invernali?
Nel nostro paese esistono attualmente 17 comprensori sciistici.
Gli sport invernali hanno un buon riscontro tanto che il numero
di appassionati di sci e di snowboard è quasi triplicato negli ultimi 10 anni, raggiungendo quota 6,6 milioni. Gli appassionati di
sport invernali sono per la maggior parte giovani e il numero di
snowboardisti supera di gran lunga quello degli sciatori. La Repubblica di Corea si è candidata con Pyeongchang, una piccola
città di sport invernali nella provincia sudcoreana di Gangwon,
per i Giochi Olimpici Invernali del 2018.
Qual è la commessa più recente che vi è stata affidata?
L’ultima commessa è giunta da Daemyung Vivaldi Park Ski World,
a circa 70 minuti di auto da Seoul. Nel 2009 abbiamo installato
in questa località 9 M18 standard e 2 M18 automatici.
Il reparto sviluppo di TechnoAlpin opera costantemente per
ottimizzare e rendere sempre più efficiente la generazione di
neve. Se si rendesse necessario un impiego in loco, gli addetti
all’assistenza sono sempre operativi sul posto. Questi due aspetti
rendono TechnoAlpin un partner affidabile.
Cliente da sempre
20
21
Il primo impianto di innevamento di Obereggen è stato costruito nel lontano 1982.
Negli anni successivi l’impianto è stato
continuamente ampliato e potenziato, tanto che Obereggen e l’intero Ski Center Latemar è ora il comprensorio alpino in cui la
presenza di neve è più sicura.
Siegfried Pichler: Obereggen e lo Ski Center Latemar dispon-
Quale ritiene sia il vantaggio degli impianti TechnoAlpin rispetto
a quelli di altri costruttori?
Siegfried Pichler: L’ampia gamma di generatori di neve, unitamente all’assistenza competente durante la fase di progettazione,
costruzione e ampliamento dell’impianto di innevamento, l’affidabilità e la qualità, ci hanno sempre convinto che TechnoAlpin fosse
il partner giusto per noi. In particolare per quanto concerne la
produzione di neve alle temperature limite, i generatori di neve
TechnoAlpin sono un passo avanti rispetto a quelli della concorrenza.
gono di uno degli impianti più moderni e meglio attrezzati dell‘Alto
Adige per la generazione di neve. In condizioni favorevoli, l’intero
comprensorio sciistico può essere innevato nel giro di pochi giorni.
Oltre alle ottime dotazioni tecniche, il cosiddetto hardware, occorre avere a disposizione anche dipendenti competenti con una lunga
esperienza di lavoro alle spalle. Josef Gummerer, dal 1986 responsabile dell’innevamento tecnico e della preparazione delle piste, ha
ricevuto nel 2007 il riconoscimento come migliore responsabile di
pista da parte di Skiareatest.
Secondo Lei, in che misura è cambiato l’innevamento tecnico
negli ultimi 20 anni?
Siegfried Pichler: Il primo impianto di Obereggen è stato
realizzato ormai 28 anni fa. A quel tempo le macchine furono
importate dagli Stati Uniti. Nel frattempo l’innevamento tecnico
ha fatto dei passi da gigante, anche grazie a TechnoAlpin. Il successo di un comprensorio sciistico e di una destinazione invernale
dipende quasi esclusivamente dalla sicurezza della neve e dalle
buone condizioni delle piste, possibili solo grazie all’innevamento
programmato.
Che cosa proporrà il comprensorio di Obereggen ai visitatori
per la prossima stagione?
Siegfried Pichler: Lo scorso anno abbiamo potenziato la pista da slittino di Obereggen, mentre a Predazzo è stata creata
la nuova pista „Torre di Pisa“. Investimenti che, durante la scorsa
stagione invernale, hanno migliorato qualitativamente il nostro
comprensorio sciistico. Il prossimo inverno Obereggen festeggerà i 40 anni di fondazione della funivia. Il programma prevede
una serie di eventi che prenderanno il via a dicembre con una
grande festa di apertura della stagione invernale 2010/2011.
Quanti chilometri di piste da ski vengono innevati tecnicamente
a Obereggen?
Siegfried Pichler: Lo Ski Center Latemar con Obereggen,
Pampeago e Predazzo conta quasi 50 chilometri di piste e una
pista naturale di slittino. Entrambi possono essere innevati completamente con neve artificiale.
Che cosa augura a TechnoAlpin per i 20 anni di fondazione?
Siegfried Pichler: Per il 20° compleanno auguro a TechnoAlpin che possa proseguire lungo la strada di successo già intrapresa. Auguro ai responsabili dell’azienda di riuscire sempre a
ritagliarsi un posto di primo piano come precursori nel settore
dell’innevamento programmato. Spero che l’ottima e costruttiva
collaborazione in corso tra TechnoAlpin e Obereggen AG possa
durare ancora per lungo tempo.
Secondo lo „Skiareatest internazionale“ il comprensorio di Obereggen vanta le piste di sci meglio preparate dell’arco alpino. Che
cosa vi rende migliori degli altri?
SNOW EXPERTS 20 ANNI
Il comprensorio sciistico di Obereggen (ITA)
Siegfried Pichler è l’amministratore del comprensorio sciistico di
Obereggen.
A primavera fioriscono le fiere.
TechnoAlpin Live 2010!
Anche quest‘anno TechnoAlpin ha preso parte alla fiera Alpitec/ProWinter di Bolzano (ITA). Gli espositori si sono presentati ad una
platea di tecnici del settore dal 13 al 15 aprile. Ancora una volta TechnoAlpin ha approfittato della vicinanza alla fiera per invitare i visitatori nella sua sede principale. Oltre 600 visitatori provenienti da ogni parte del mondo hanno avuto così modo di apprezzare la nostra
ospitalità. Sono stati presentati al pubblico il generatore a ventola automatico T40, il generatore a torre manuale MTS e la nuova lancia
V3. Sono state inoltre organizzate visite al nostro stabilimento, ma per il nostro amministratore delegato Erich Gummerer un’ultra era la
cosa più importante: „I visitatori devono sentirsi a casa da noi. In fin dei conti quest’anno ricorre il 20° anniversario di fondazione“.
SAM 2010
Dall‘Alpitec di Bolzano il team fiere di TechnoAlpin è partito alla
volta di Grenoble (FRA). Solo una settimana dopo, dal 21 al 23
aprile, nella città francese si è infatti tenuto il SAM 2010. Nonostante la nuvola di cenere sull’Europa abbia messo a dura prova il
traffico aereo ostacolando il viaggio a molti ospiti, il SAM ha comunque registrato un incremento nel numero di visitatori. TechnoAlpin era presente con un proprio stand e nello spazio esterno.
Sono stati presentati i generatori a ventola automatici T40 e T60,
la nuova lancia V3 e il software di comando ATASSplus.
Save the Date!
TechnoAlpin inaugura
la nuova sede centrale
Durante l’estate TechnoAlpin si trasferirà altrove. Per
la sede principale di Bolzano verrà costruito un nuovo
edificio, i cui lavori sono stati quasi ultimati. È stata stabilita anche la data dell’inaugurazione ufficiale. L‘11
settembre 2010 verrà inaugurato il nuovo cuore
dell’azienda. Successivamente, nel corso della “giornata porte aperte”, sarà possibile visitare i capannoni di
produzione e i magazzini, l’impianto di prova, le aule
dedicate alla formazione e gli uffici. Vi aspettiamo numerosi!
SNOW EXPERTS EVENTS 2010
22
23
Concorso fotografico TechnoAlpin
Scelti i
vincitori!
Tomáš Pečírka (CZE) & Zuzana Zidekova,
TechnoAlpin East Europe
Da gennaio a marzo svariati fotografi non professionisti hanno
cercato il soggetto fotografico perfetto nei comprensori sciistici
di tutto il mondo. All‘insegna del motto „Obiettivo puntato su
TechnoAlpin“ avevamo infatti invitato a farci pervenire fotografie
sul tema dell’innevamento tecnico.
Unico presupposto: sulle foto doveva essere visibile TechnoAlpin
in qualche modo. Alla fine di aprile sono state selezionate le più
belle fra le numerose foto e sono stati premiati i vincitori.
Uno dei cesti regalo è andato a Gerhard Aneter, responsabile
dell’innevamento nel comprensorio sciistico di Nassfeld, fiore
all’occhiello della Carinzia (AUT). Anche lo svizzero Remo Brülhart ha dimostrato di non essere da meno in quanto a talento
fotografico. Fa parte della squadra dei tecnici di innevamento
di Davos (SUI). Un altro cesto regalo è stato consegnato a
Julian Seeber, responsabile delle piste perfettamente preparate
a Sesto (Alto-Adige/ITA). Ha ritirato il suo premio nell’ambito di
Alpitec 2010 direttamente presso la sede bolzanina di TechnoAlpin.
Il più fortunato è stato però Tomáš Pečírka. Il suo
nome è stato estratto a sorte fra tutti i partecipanti
ed è risultato vincitore del primo premio. Il redattore
della rivista dell’associazione ceca delle imprese di trasporto a
fune SPLV ha avuto la fortuna di ricevere un buono per un lungo
fine settimana sulla neve per due persone in un’area sciistica
innevata da TechnoAlpin!
Ringraziamo tutti i partecipanti per le numerose foto inviate, in
attesa di una riedizione del grande concorso fotografico TechnoAlpin!
Alain De Cian
A. Dubois
A. Rachetti
Arno Hafner
Arnold Antoni
Astrid Torggler Christian Bonini Christoph Ganthaler Dagmar Geis
Elmar Rainer
Elmar Walder
Erich Gummerer Erika Marchio
Heinz Viehweider Herbert Plattner H. Hochkofler
Alexander Bauer Alexander Borgia Alexander Klapfer Alexander Leitner Alexander Pixner Andrea Cavatton Andreas Gutgsell A. Schwingshackl Andreas Weiss A. Kompatscher Anja Berents
Horst Schmid
Daniel Heiss
Daniel Lantschner Daniel Widmann Daniele Neri
Armin Grasberger Armin Reichhalter
Dietmar Larcher Dominik Pellegrin Dominik Psenner Elisabeth Kofler Elmar Kanestrin Elmar Kaufmann
Erika Unterweger Fabian Kompatscher Federico Tricotti Florian Schwalt Florian Villgrattner F. Zambaldi
G. Reichegger
G. Cassiolari
Giorgio Ghezzi Hannes Larcher H. Hochwieser
Heidi Vonmetz
Irene Pancheri
Juris Panzani
K. Terrabona
Kathrin Pfeifhofer Klaus Bacher
Manfred Scherer
Ivan Gross
Jakob Mumelter Johann Kaufmann J. Untermarzoner Jozef Durčák
Kurt Marschall
Manuel Domanegg Manuel Furlotti Manuel Nössing M. Planötscher Marco Benvenuto Marco Moratti M. Mahlknecht Markus Pfeifer
Martin Coser
Martin Eppacher M. Gamberoni Martin Hofer
Martin Margesin Martin Noggler Matej Budaj
M. Centofanti
Michael Prantl
Michael Wieser Michele Marsonet Mirko Brunner
Monika Hornikova Nicole Thaler
Mauro Ficara
Mauro Freno
Othmar Kanton Patrizia Pircher Paolo Alberti
R. D‘Agostino
Rudolf Prantl
Max Vieider
M. Hawlin
Paolo Bagozzi
Paolo Nardone Patrick Peintner P. Platzgummer Peter Mittermaier Peter Rottensteiner Peter Unterholzer Philippe Ronin
Meinhard Prünster Meinhard Rassler Michael Elsler
Sergej Ragosin Siegfried Göller Siegfried Rieder Stefan Egger
Stefan Malfer
Stefan Miglioranza Stefan Zöschg
Pierpaolo Salusso Renè Schiess
Robert Maoret Roberto Begliatti
Stefano Locatelli Stephan Psenner Thomas Burger Thomas Damian Thomas Faller
Thomas Lunger Thomas Möltner
Verena Pattis
Walter Rieder
Walter Weger Wolfgang Hanni Wolfgang Lechner Wolfgang Mair Wolfgang Psenner A. Aichhorn
H. Grünbacher
Manuel Schöpf Markus Egger
Martin Zeiser
M. Kirchmayer
R. Kramberger
M. Zurbriggen
Patrick Varonier Remo Bulgheroni Stefan Gisler
Thomas Riedl
Thomas Kempf Alexander Reindl Bernhard Maier Gerti Zandt
Wolfgang Zangerl Brice Lacorre
Jutta Scheitler
N. Baumgärtner Norbert Gruber
Richard Reifer
Thomas Pichler T. Strumpflohner Ulrike Oberrauch U. Marchesan
Markus Goller
Damir Casu
Albert Gomig
D. Schatt-Orecchini Florian Grimm
Bianca Zanona David Dietrich
Georg Zeller
Ivana Kempf
Marco Albiez
Manfred Huber Rainer Großmann Roy Zimmerman T. Weingartner Ulrich Gall
Valérie Vacher Alena Mihova
Jaroslav Kral
Jozef Jablonický L. Podmanicky
Lowy Ladislav
Marek Vesely
Milos Slosiar
Roman Hotera Zuzana Zidekova Ben Siefert
Kevin Jennings
Paul A.H. Lambert Steve Daly
Peter Söderholm Veikko Mantila A. Olsson
C. Andersson
Jan Mangborg Lasse Nordström Jan-Erik Nilsson Magnus Hedlund Martin Bergström Jong Woo Won Kwan Hee Won Tae Ha Kim
Hanspeter Pleisch Giorgio Noulikas A. Mechkov
Asya Mechkova S. Mechkova
K. Kawakami
Raul Garcia
L. Radovanovich Slawa Kalugin
Rosa López
Petre Popa
Serban Sovaiala Caba Gere
Stefka Miteva
Ilker Cumbul
Gregor Vehovec Anton Faltynsky Serge Sirotko
A. Turiakovà
Branislav Kukula Igor Schmidt
C. Hemming
David Kennedy Dennis Kinsella Eric Campbell
Aurelien Vaginay Bernard Ligori
Mathieu Verriere Michael Payan Michel Gallois
Lue Shengming Xing Xin
Anna Fablova
Marcel Ehrler
Corinne Vascon Didier Blanchard Franck Tiffreau Henri Philip
Martin Měrka
Matteo Paterno
Stefan Ties
Ali Rahimi
A. Rodriguez
Thomas Peintner Paul A.H. Lambert Santiago Hardt
Ján Duchlanský Ján Lietavec
Ángel Jaraiz
Geir Vik
Jan Podmanicky
Greg Miller
Chris van den Berg
Cristina Osado Oscar Fernandez
Fly UP