...

verbale valutazione offerta anomala

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

verbale valutazione offerta anomala
COMUNE DI COLLESALVETTI
Provincia di Livorno
OGGETTO: servizio gestione integrata cimiteri comunali, periodo 1/3/2015 - 31/12/2017 - CIG 6028291F17
VERBALE N.5 - VALUTAZIONE OFFERTA ANOMALA
Il giorno quattro del mese di febbraio dell’anno duemilaquindici, alle ore 12.30, all’interno del Palazzo Comunale, si è
riunita la Commissione Giudicatrice, nominata con atto del Responsabile Servizio Opere Pubbliche e Manutenzioni n. 1
(RG 22) del 16/01/2015, in ottemperanza all’art.84, D.Lgs.163/06:
• Presidente : Arch.Giovanni Giovacchini, Responsabile Servizio Opere Pubbliche e Manutenzioni –
esercitante funzioni ai sensi dell’art.107 TUEL;
• Esperto: Michele Marino – istruttore tecnico Servizio OO.PP - Manutenzioni;
• Esperto: Francesca Gagliardi - istruttore dir.vo amm.vo ufficio gare e contratti;
• Segretario verbalizzante: Chiara Salvadori - istruttore amm.vo ufficio gare e contratti;
per procedere alla verifica dell’offerta anomala ai sensi degli articoli 86, 87 e 88 del D.Lgs 163/2006, relativamente al
procedimento di affidamento, mediante procedura aperta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa,
del servizio in oggetto.
PREMESSO
Che la prima seduta, intervenuta in data 16/01/2015, ore 9.00, relativa all’esame formale dei plichi virtuali, delle
istanze di partecipazione e della documentazione a corredo, presentata dai partecipanti per via telematica attraverso
il portale START della Regione Toscana, si è conclusa così come segue:
CFT/OLV
CONSORZIO LEONARDO
EUREKA S.R.L
SAMARCANDA/SILVE
AMMESSA
AMMESSO
AMMESSA
AMMESSA
1
1
Che il servizio in oggetto è aggiudicato con il criterio dell’”Offerta economicamente più vantaggiosa” ai sensi dell’art.
83 del D.Lgs.163/06 determinato dal massimo punteggio conseguibile (fino a punti 100), con le seguenti
ponderazioni:
Caratteristiche qualitative – tecniche della fornitura
Punti
40
Elementi quantitativi
Punti
60
Che la seduta relativa alla valutazione delle offerte tecniche, intervenuta in data 20/01/2015, ore 9.30, si è conclusa
così come segue:
n busta
virtuale
Ragione sociale
Req. a.1.1.1
risorse
umane
Req a.1.1.2
disponibilità
strumentale
Req a.1.1.3
organizzaz
servizio
Req a.1.1.4
proposte
migliorative
1
2
CFT/OLV
CONSORZIO
LEONARDO
EUREKA SRL
SAMARCANDA/SILVE
10,00
10,00
10,00
5,56
4,38
5,00
12,00
6,00
Totale
offerta
tecnica (max
p.40)
36,38
26,56
7,00
10,00
6,67
7,78
3,54
2,92
9,00
15,00
26,21
35,70
3
4
Che la seduta relativa alla valutazione delle offerte economiche, intervenuta in data 26/01/2015, ore 9.30, si è
conclusa così come segue:
n
graduatoria
n.busta
virtuale
ditte
1
2
3
4
1
2
4
3
C.F.T./OLV
LEONARDO
SAMARCANDA/SILVE
EUREKA
punteggio
offerta tecnica
(max p 40)
36,68
26,56
35,70
26,21
punteggio offerta
economica (max
punti 60)
50,73
46,36
20,34
24,10
totale
87,41
72,92
56,04
50,31
Che l’offerta della Costituenda ATI CFT/OLV ha superato la soglia di anomalia individuata ai sensi dell’art.86 co.2
D.Lgs.163/06 (ovvero, 4/5 di 40 = 32 per la parte tecnica e 4/5 di 60 = 48 per la parte economica, per un tot di 80
punti) e la Commissione ha sospeso la procedura di aggiudicazione e demandato al RUP l’attivazione della procedura
di cui all’art.87 co.1 D.Lgs.163/06, con le modalità di cui all’art.88 co.1 (avvio contraddittorio e richiesta giustificazioni
voci offerta);
Che con nota datata 26/1/2015, prot.1572, il RUP, attraverso il sistema START, aveva avviato il procedimento di
verifica dell’anomalia secondo il procedimento di cui agli artt.87 co.1 ed 88 co.1. D.Lgs.163/06, richiedendo un’analisi
dettagliata alla Costituenda ATI CFT/OLV, delle seguenti voci di costo:
1. indicazioni relative all’organizzazione delle prestazioni ed al metodo di prestazione dei servizi;
2. indicazioni relative alle soluzioni tecniche adottate;
3. indicazioni circa le eventuali condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone il costituendo
Raggruppamento per la prestazione del servizio oggetto dell’appalto;
4. indicazioni circa l’originalità dei servizi offerti
5. indicazione di eventuali aiuti statali di cui il costituendo Raggruppamento beneficia, fornendo prova sia
dell’entità di tali aiuti, sia della loro incidenza sull’offerta, sia del fatto che essi siano stati concessi
legalmente;
6. analisi prezzi;
7. costo del lavoro;
8. varie ed eventuali
che con nota datata 2/2/2015, pervenuta attraverso il sistema START in data 4/2/2015, prot. 2167, la Costituenda ATI
CFT/OLV, ha presentato le giustificazioni relative alle voci di costo che concorrono a formare l’importo offerto in sede
di gara.
Che ai sensi dell’art.88 co.1 bis D.Lgs.163/06, il RUP ritiene di avvalersi, per l’esame delle giustificazioni relative
all’offerta anomala, della medesima Commissione Giudicatrice nominata per l’esame e valutazione delle offerte (atto
n 1 - RG 22 del 16/01/2015) in fase di gara;
2
TUTTO CIO’ PREMESSO
2
Prima di procedere alla valutazione della documentazione prodotta dalla Costituenda ATI CFT/OLV La
Commissione, sulla base della giurisprudenza consolidatasi in materia di verifica delle giustificazioni sull’offerta
anomala rileva che:
•
•
•
•
•
l’anomalia può anche riguardare il margine utile, qualora i costi esposti e l’incidenza delle spese
generali non consentano un minimo apprezzabile margine di utile d’impresa. Peraltro, pur
escludendosi che una impresa possa produrre un’offerta economica sguarnita di qualsiasi previsione
di utile, non sussiste una quota di utile rigida al di sotto della quale la proposta dell’appaltatore
debba considerarsi incongrua per definizione;
Il D. Lgs 163/2006 precisa che possono prendersi in considerazione, fra l’altro, le giustificazioni che
riguardino l’economia del procedimento di svolgimento della prestazione, le condizioni favorevoli di
cui dispone l’offerente per svolgere i servizi nonché il metodo e le soluzioni adottate;
la verifica di congruità deve comunque considerare analiticamente tutti gli elementi giustificativi
forniti dai concorrenti, né può essere limitata alle voci di prezzo più significative che concorrono a
formare l’offerta: non devono, infatti, essere giustificati i singoli prezzi, ma si deve tenere conto della
loro incidenza sull’offerta complessiva;
il giudizio sul carattere anomalo o meno delle offerte non deve mirare a ricercare inesattezze in ogni
singolo elemento, bensì a valutare se l’offerta nel suo complesso sia seria ed attendibile e trovi
rispondenza nella realtà di mercato ed in quella aziendale; può pertanto ritenersi anomala un’offerta
solo quando il giudizio negativo sul piano dell’attendibilità riguardi voci che, per la loro rilevanza ed
incidenza complessiva, rendano l’intera operazione economica non plausibile e, pertanto, non
suscettibile di accettazione da parte della stazione appaltante;
la motivazione dell’anomalia deve essere particolarmente diffusa ed analitica solo nel caso in cui
l’amministrazione esprima un giudizio negativo che fa venir meno l’aggiudicazione; quando invece
l’amministrazione considera correttamente e soddisfacentemente formulato l’insieme delle
giustificazioni, non occorre un’articolata motivazione, ripetitiva delle giustificazioni ritenute
accettabili. In sostanza per il giudizio favorevole non sussiste il dovere di motivazione analitica e
puntuale, essendo invece sufficiente una motivazione stringata e una motivazione espressa per
relationem alle giustificazioni addotte dall’impresa qualora si tratti, come è per le giustificazioni
offerte dalle imprese concorrenti, di documentazione scritta e depositata agli atti, che, nel momento
in cui viene acquisita al procedimento, assume un valore giuridico che rende possibile il richiamo.
La Commissione procede quindi all’analisi della documentazione trasmessa e dopo attento lavoro di
valutazione ritiene l’offerta in esame congrua per i seguenti motivi:
• le giustificazioni presentate sono esaustive e dalle stesse si rileva la congruità dei costi dichiarati per ogni
singola voce che concorre a determinare il prezzo unitario dell’offerta;
• per la motivazione analitica delle singole voci si rinvia, per relationem, alle giustificazioni presentate
dall’impresa ;
• l’utile dichiarato, se pur di modesta entità, può ritenersi congruo in quanto è stato valutato in relazione alla
totalità delle attività cimiteriali condotte dal Raggruppamento: all’interno della propria organizzazione
d’impresa hanno individuato un centro di costo denominato “attività cimiteriali”, il quale consente di
mantenere l’utile di impresa sulla singola commessa piuttosto contenuto.
• Ai sensi dell’art.87 co.4 D.Lgs.163/06, non hanno presentato giustificazioni in merito ai costi di personale e di
sicurezza: quelli indicati nell’analisi delle voci di costo risultano congrui ed in linea con i servizi oggetto
dell’appalto.
Pertanto, la Commissione ritiene che le singole voci economiche prodotte dalla Costituenda ATI CFT/OLV a
giustificazione del prezzo complessivo siano sufficienti a dimostrare la non anomalia dell’offerta presentata che aveva
conseguito punti 36,68 sull’offerta tecnica e punti 50,73 sull’offerta economica.
Alla luce di quanto sopra la Commissione ritiene non necessario acquisire ulteriori chiarimenti o precisazioni
per la giustificazione dell’offerta in esame e decide di riunirsi nuovamente il giorno 09/02/2015 alle ore 11:30 per dare
conto, in seduta pubblica, dei risultati delle verifiche di congruità dell’offerta e per procedere all’aggiudicazione
provvisoria della gara.
Letto e sottoscritto, Collesalvetti 04 febbraio 2015
LA COMMISSIONE GIUDICATRICE
Il Presidente: f.to Giovanni Giovacchini
___________________________________
L’Esperto: f.to Michele Marino:
___________________________________
L’Esperto: f.to Francesca Gagliardi:
___________________________________
Il Segretario: f.to Chiara Salvadori:
___________________________________
3
3
Fly UP