...

Centrale Operativa Territoriale

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

Centrale Operativa Territoriale
Regione Veneto
AULSS 12 Veneziana
Centrale
Operativa
Territoriale
Project manager Luigino Schiavon
il bisogno non
governato genera
incertezza,
l’incertezza
genera …
Care givers
reparti
volontariato
parenti
pazienti
Centri
MMG/PLS
Cure
servizi
palliative
Servizi
ospedali
sociali
Distretto 1
Distretto 2
Distretto 3
Distretto 4
“triage”
Distretto n. 3 U.O.C. Cure Primarie SID ADI
A cura: inf coord Luigino Schiavon
ed equipe infermieristica
Abrignani Franco, Costantini Cristina, Martini Clara, Vergaro Stefania
Care givers
reparti
volontariato
parenti
pazienti
Centri
MMG/PLS
Cure
servizi
palliative
Servizi
ospedali
sociali
Centrale Operativa Territoriale
erogatori
Carta di identità
DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE
n. 902
del 21/05/2013
7.1.1.Sede e orari
la COT ha sede presso i locali siti
in via Paganello, 6 a Mestre all’interno del servizio
SID-ADI del Distretto n. 3. La centrale operativa è attiva
tutti i giorni H24 con le seguenti modalità:
dalle 07.00 alle 19.00 tutti i giorni
con risposta da parte dell’operatore COT;
Incontro tra operatori
con centrale C.U.R.A. ULSS 9 Treviso
Formazione operatori
Presso Centrale 118 ULSS 12 Mestre
Dal 01 luglio 2013 avvio
Le fattispecie
Dimissioni protette
(apertura/
riapertura)
Modulo
attivazione
MMG/PLS
Intervento
non
programmato
• Differibile
• Non differibile
Quale funzione per la COT
Call Center
Strumento di
raccolta e
classificazione
Presa in
carico
e
Gestione
Paziente
Personale:
Istriuto
ma non-professional
Personale:
infermieri
Personale:
Tutte le
professioni
Raccoglie le chiamate, attiva
“sistema protezione-FSE-”,
Determina carico assistenziale
Invia ad erogatore,
Attiva operatore per interventi
Non differibili
Gestisce tutte le risorse
disponibili e/o attivabili
Definisce i piani di lavoro
Applicabile in Aziende di
Modeste dimensione e
storicamente con attività
accentrate e modelli organizzativi
e professionali sovrapponibili
Raccoglie le chiamate in modo
Asettico demanda tutte le risposte
Al gestore
Degenze
Servizi
ULSS 12
Dimissibilità
Arruolabilità
Degenze
Servizi
ULSS diverse
C.O.T.
residente
Servizi ULSS 12
Non residente
COT
altre ULSS
Centrale OperativaTerritoriale
041-2608260
Fax 041-2607956
Telefono
E-mail
[email protected]
Centrale Operativa Territoriale
CHE COS’E’
“La Centrale Operativa rappresenta l’elemento cardine dell’organizzazione
territoriale in quanto svolge una funzione di coordinamento della presa in
carico dell’utente “protetto” e di raccordo fra i soggetti della rete
assistenziale.
Rappresenta, infatti, lo strumento di raccolta e classificazione del problema/
bisogno espresso, di attivazione delle risorse più appropriate, di
programmazione e pianificazione degli interventi attivando i soggetti della
rete assistenziale, tutelando le transizioni da un luogo di cura all’altro o da
un livello clinico/assistenziale all’altro.”
Al fine di rendere più rapide le risposte ai cittadini, facilitare i percorsi
di ammissione dimissione dai presidi ospedalieri, una più rapida e
mirata presa in carico dei pazienti, armonizzare le procedure,
ottimizzare le risorse si propone l’attivazione della Centrale Operativa
Territoriale nel territorio aziendale attivandola sperimentalmente
presso il Distretto n° 3 Mestre Centro e Sud.
11
Fasi e flussi della Centrale Operativa Territoriale
Attivazione
Personale distrettuale
e ospedaliero;
Medici/pediatri di famiglia
e medici di continuità
assistenziale;
Coordinamento
C.O.T.
Coordina le azioni per fornire
una soluzione/risposta
alle richieste;
E’ in grado di intercettare
i bisogni;
Personale delle strutture
di ricovero intermedie,
nonché delle strutture residenziali
e semiresidenziali;
Promuove la continuità
dell’assistenza;
personale del Comune
(Servizi Sociali);
Opera in stretta integrazione
con l’équipe delle cure
domiciliari e delle
cure palliative;
Familiari di pazienti protetti e
critici.
Intervento
Si interfaccia con Tutti
i sevizi della rete .
Aree
Operative
delle varie
sedi territoriali
12
Cronogramma
COMPITI DELLA CENTRALE OPERATIVA
• 
• 
• 
• 
• 
• 
• 
Raccoglie classifica bisogni della utenza
“protetta”
Valuta le richieste
Utilizza l’intervista telefonica strutturata quale
strumento di approfondimento e verifica
Attiva e/o aggiorna la cartella TPRWEB 2
Invia telematicamente ai servizi competenti per area
territoriale comunicazione della avvenuta istruttoria
Attiva direttamente gli operatori in servizio per
attività non programmate e/o non differibili
Informa ed orienta i cittadini allo scopo di rendere i
singoli e le loro famiglie più consapevoli rispetto alle
opportunità offerte dal territorio.
COMPITI DELLA CENTRALE OPERATIVA
• 
• 
• 
• 
Regola il sistema attraverso la correlazione
continua tra i bisogni e le opportunità territoriali
Attiva i servizi competenti territorialmente in
collegamento con i servizi ADI e gli altri
servizi territoriali
.Attiva e gestisce i rapporti con i Servizi
Ospedalieri (SCOT) per la programmazione
delle ammissioni/dimissioni protette e
l’attivazione delle cure domiciliari
Promuove l’appropriatezza della dimissione,
orientando le unità operative nella scelta dei
percorsi assistenziali rispetto ai bisogni del
paziente, anche nei pazienti ricoverati
presso altre ULSS
COMPITI DELLA CENTRALE OPERATIVA
• 
• 
• 
.Da impulso alla comunicazione bidirezionale
ospedale/territorio (che può essere cartacea,
telefonica o elettronica) relativamente alla
descrizione delle condizioni cliniche e dello stato
funzionale e cognitivo della persona da prendere in
carico, il piano di cure e assistenza, l'elenco dei
problemi aperti, degli obiettivi, e delle richieste del
paziente e della sua famiglia
Gestisce il sistema informativo con la
produzione e l’aggiornamenti dei dati necessari
Mappa i bisogni espressi ed inespressi attraverso
l’utilizzo della Banca dati Aziendale.
Le fasi
L’avvio
Step by Step
• 
• 
• 
• 
• 
Arrivo segnalazione
Verifica e apertura anagrafica
Intervista telefonica strutturata
Invio fax a erogatore competente
Invio mail a MMG/PLS ed a erogatore
competente
•  Verifica lettura
•  Verifica 1° accesso
dal 1 luglio 2013
636 Attivazioni
inviate 583 e-mail
arrivate 890 e-mail
provenienza attivazioni 01/07-11/12/2013 totale 636
extra ulss; 15;
privato conv;
2%
116; 18%
mmg; 159; 25%
degenze ulss;
346; 55%
I prossimi sviluppi:
• Servizi Sociali
• Cure palliative
• Centri servizi
• Rete con le altre COT
• SCOT
…
Il contratto
con i cittadini
Risposta telefonica
entro il 3° squillo
Tra arrivo a COT
e invio ad erogatore
Max 1 ora
“Sono un paziente del Distretto X
ho un problema al catetere,
chi devo chiamare?”
Faccia il numero 041-2608260,
un infermiere le risponderà
trovando
la soluzione al Suo problema.
“Sono il coordinatore del Reparto XX
dell’ospedale di Milano, ho una paziente
“Fragile” della vostra Azienda
da dimettere. A chi devo rivolgermi?”
“Faccia lo 041-2608260 o al fax n.o
mandi una mail a:…: Un Infermiere
Attiverà il servizio competente
entro un’ora”
Il contratto
con i cittadini
Risposta telefonica
entro il 3° squillo
Tra arrivo a COT
e invio ad erogatore
Max 1 ora
“Buona sera sono la care giver del Sig. xx
Sono tornata a casa e lui era tutto sporco,
Io sono fratturata ad un braccio e non
riesco a pulirlo da sola, cosa posso fare,
Aiutatemi”
”Vedo, dal computer, che è un paziente
“protetto”, chiamiamo noi i servizi sociali
e se loro non possono chiameremo
I volontari che ci aiutano in questi
casi, tra 10 minuti la richiamo per
dirle chi verrà, buona sera”
“Sono un MMG ho un paziente con
problemi di eliminazione cosa devo fare”
“Compili il modulo di attivazione e lo
invii al fax n. o mandi una mail a:…:
Un Infermiere, entro un’ora,
attiverà il servizio competente che
programmerà l’accesso”
“Ciao sono il coordinatore del Reparto XX
dell’ospedale di Mestre, ho una paziente
“Fragile” di una Azienda Piemontese
da dimettere. Cosa devo fare?
”Mandami la scheda di dimissione
protetta, la invieremo noi al servizio,
lasceremo il tuo numero qualora
avessero bisogno di ulteriori
informazioni.”
Per gli operatori della COT
1. Tutte le attivazioni (dimissioni; preallerte;
proposte di cura) di qualsiasi distretto
e\o fuori ulss , vanno aperte dalla COT.
2. Aprire l'anagrafica del paziente in TPRW2;
3. L'operatore della COT mette il proprio nome
sulla finestre dell'infermiere di riferimento;
4. Fare l'intervista telefonica
5. Registrare il paziente sul foglio
elettronico (foglio lavoro cot) ora arrivo e invio;
6. inviare fax (dimissioni; preallerte; proposte di
cura; intervista telefonica) al distretto di competenza
7. Inviare e-mail di apertura al distretto di
competenza ed al medico di medicina generale
Fly UP