...

CI FACCIAMO - ASIA Napoli

by user

on
Category: Documents
36

views

Report

Comments

Transcript

CI FACCIAMO - ASIA Napoli
Il manuale della
raccolta differenziata
organico
carta
CI FACCIAMO
IN QU4TTRO
e facciamo quadrato
multimateriale
vetro
Una sfida per tutta Napoli
RACCOGLIAMOLA
La raccolta differenziata
per reagire all’indifferenza
L’emergenza rifiuti, che stringe come una morsa la nostra città da quasi
20 anni, non può diventare una norma.
Il Comune di Napoli, guidato dal nuovo Sindaco Luigi De Magistris, ha scelto
di avviare un piano di gestione dei rifiuti che non prevede la costruzione
degli inceneritori, puntando tutto sulla raccolta differenziata e investendo
sul modello porta a porta oltre 30 milioni di euro.
Con la nuova amministrazione di Asia, i cittadini napoletani hanno
la possibilità di vincere una sfida epocale nei confronti dell’Italia intera e
diventare in breve tempo la “metropoli italiana” che differenzia più rifiuti.
Per realizzare il nostro ambizioso progetto abbiamo bisogno della
cooperazione di tutti quei cittadini che nel passato si sono indignati davanti
a tanta indifferenza ed ora vogliono reagire con la raccolta differenziata.
Valorizzando l’esperienza acquisita negli ultimi tre anni nei quartieri di Colli
Aminei, Chiaiano, Scampia, Rione Alto, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio,
Centro Direzionale e Bagnoli, dove circa 146 mila napoletani differenziano
con successo i loro rifiuti con il modello di raccolta porta a porta, il nostro
obiettivo è di estendere entro il 31 dicembre il servizio porta a porta in
nuove aree di Scampia e Ponticelli, nei quartieri di Posillipo, Barra, Agnano,
Rione Lieti e in una parte dei Quartieri Spagnoli.
Un percorso virtuoso che ci permetterà di raggiungere 325 mila cittadini
entro dicembre 2011; una sfida storica per tutelare il futuro di Napoli, a cui
rispondere con grande senso di responsabilità e con una passione civica
e un amore per la città che ogni napoletano saprà sicuramente dimostrare.
e fa cc i a m o q u a d ra to
2
La raccolta differenziata
è una scelta obbligata
La raccolta differenziata è regolamentata dai seguenti provvedimenti
che prevedono sanzioni in caso di violazione delle norme:
> Il regolamento comunale per la gestione del ciclo integrato dei rifiuti
approvato con deliberazione consiliare n.12 del 22/02/2006;
> Il piano comunale per la implementazione e il rilancio della raccolta
differenziata, approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione
n. 5 del 6/03/2008;
> L’Ordinanza del Sindaco n.1125 del 07/10/2008 relativa alla raccolta
differenziata “porta a porta” in una parte del territorio cittadino
precisamente nell’area di Ponticelli, Chiaiano, Bagnoli, Rione Alto
e Via Partenope;
> L’Ordinanza del Sindaco n. 746 del 10/07/2009 relativa alla raccolta
differenziata “porta a porta” in una parte del territorio cittadino
precisamente nell’area di Bagnoli, Centro Direzionale, San Giovanni
a Teduccio, Barra, Scampia, e Zona Lieti;
> L’Ordinanza del Sindaco n. 972 del 23/07/2011 relativa alla raccolta
differenziata “porta a porta” in una parte del territorio cittadino
precisamente nell’area di Posillipo, Barra, Ponticelli, Zona Agnano
e Vomero.
Sono previste sanzioni fino ad un importo massimo di 600 euro.
3
La raccolta differenziata
... a CASA nostra
Tutte le famiglie riceveranno
a casa una biopattumiera e
delle buste compostabili dove
verranno gettati gli avanzi
della cucina, gli scarti di frutta
e verdura, i cosiddetti rifiuti
organici. L’organico raccolto
sarà trasformato negli impianti
di compostaggio in un prezioso
concime naturale: il compost.
4
Impareremo a rispettare
l’ambiente e daremo
per primi l’esempio.
che fa la differenza…
... nei PALAZZI
In accordo con l’amministratore
di condominio saranno
posizionati in ogni stabile dei
bidoncini colorati in plastica
riciclata. I contenitori verranno
raccolti in base a un calendario,
consegnato ad ogni famiglia,
che indica i giorni e gli orari
del servizio.
Possiamo differenziare
i rifiuti comodamente.
5
... nelle STRADE dove abitiamo
Spariscono i cassonetti
di colore grigio, mentre restano
le campane verdi e in alcune
zone del porta a porta anche
le campane gialle.
6
Le vie e le piazze di Napoli
diventano più belle,
libere e pulite.
Modalità di RACCOLTA
La raccolta dei rifiuti da parte degli operatori ASIA avviene
in due modi:
> Il bidoncino esposto sulla strada pubblica
Una volta che è stato svuotato dagli operatori, sarà cura
del condominio riportarlo all’interno dello stabile.
> Ingresso da parte dell’operatore ASIA nel condominio
L’area individuata deve essere ritenuta praticabile da ASIA,
cioè accessibile e compatibile con i tempi e i modi del servizio.
Come avviene già nelle altre parti di Napoli dove già da alcuni anni
si fa la raccolta differenziata, porta a porta abbiamo previsto
il lavaggio dei bidoncini secondo due modalità: lavaggio
meccanico con mezzo di piccola taglia e trattamento enzimatico.
La frequenza dei lavaggi dei bidoncini colorati sarà diversificata
a seconda della stagione dell’anno.
Per ogni famiglia gratis il kit per differenziare:
•
•
•
•
la pattumiera per i rifiuti organici;
la confezione di sacchetti compostabili;
a»;
l’opuscolo «manuale della raccolta differenziata»;
l’opuscolo «la guida dei rifiuti dalla A alla Z», dove potrai trovare
tutte le informazioni su come vanno differenziati i rifiuti;
• il calendario dei giorni di raccolta.
7
organico
scarti alimentari
Ci facciamo in quattro
per la raccolta dell’ORGANICO
Ecco la novità più importante della raccolta porta a porta!
Si tratta dell’opportunità di fare la raccolta differenziata di quel che
resta dei nostri pasti: residui della cucina o scarti di verdura e frutta.
Nella nostra città, infatti, i rifiuti organici sono tanti (circa il 45%
del totale): bisogna fare uno sforzo tutti insieme per recuperare
questi materiali.
Perché DIFFERENZIARE
Come DIFFERENZIARE
La raccolta differenziata dell’organico
riduce sensibilmente la produzione di
rifiuti indifferenziati.
Inoltre, siccome tali rifiuti sono composti
per lo più da acqua, se lasciati tra
l’indifferenziato, la loro decomposizione
produce il percolato, liquido molto
nocivo per le discariche e il terreno.
Trattati in impianti di compostaggio,
i rifiuti organici si trasformano
in ottimo concime naturale usato come
humus per il terreno, evitando, in questo
maniera, il ricorso a concimi chimici.
Asia mette a disposizione delle famiglie
una biopattumiera forata (in plastica
riciclata) e una fornitura di buste
compostabili.
I rifiuti organici, una volta differenziati
e lasciati sgocciolare, vanno depositati
nella busta compostabile.
La busta va buttata nel bidone
condominiale con il coperchio
di colore marrone.
Gli orari di raccolta dei rifiuti organici
sono indicati nel calendario.
Ruolo di ASIA
I rifiuti organici vengono avviati in impianti autorizzati, per il momento
fuori dalla Regione Campania, per diventare ottimo concime naturale.
Per informazioni aggiornate sugli impianti di destinazione visita il sito:
www.asianapoli.it.
8
sì
cosa
Scarti di cibo freddi e sgocciolati,
crudi o cucinati, bucce, noccioli,
verdure, carne, pesce, riso, pasta,
pane, biscotti, formaggi, gusci
d’uovo, alimenti avariati, fondi di
caffè, filtri di tè, camomilla.
Tovagliolini o fazzoletti di carta
unti, carta del pane sporca, cartoni
di pizza sporchi di olio e tagliati
a pezzi.
Foglie e fiori provenienti dalla
manutenzione di piante da
appartamento, piante, terriccio
dei travasi, legno da potatura e
segatura, semi, tappi di sughero,
cenere di legna, scarti di frutta
e verdura.
no
cosa non
Liquidi in genere e olio vegetale.
Pannolini e assorbenti.
Tessuti naturali e sintetici,
mozziconi e cenere di sigaretta.
Scarti di piante malate
o infestate, legno verniciato.
Gusci dei frutti di mare tipo cozze,
vongole, telline, lupini.
Carta dei formaggi e dei salumi,
lettiere per animali.
Comportamenti che fanno la DIFFERENZA
Ecco alcune raccomandazioni per una corretta raccolta differenziata
1) USIAMO LA BIOPATTUMIERA>Usate la biopat tumiera forata distribuita da Asia:
i fori asciugano i rifiuti organici, rallentano la fermentazione e riducono i cattivi odori
2) UTILIZZATE BUSTE BIODEGRADABILI E/COMPOSTABILI
3) LA CARTA SPORCA NELL’ORGANICO > Non siate timorosi di buttare nella raccolta
dell’organico i tovaglioli di carta sporchi e i cartoni della pizza sporchi ma tagliati a pezzi;
la carta sporca, infatti, è molto utile nel processo di compostaggio perchè assorbe i liquidi
4) DIFFERENZIAMO GLI SCARTI DI GIARDINAGGIO>
di potatura domestica (foglie, piccole potature, terriccio di piccoli vasi) direttamente nel
contenitore dell’organico, senza consumare il sacchetto biodegrandabile e/o compostabile.
9
carta
cartoncino
Ci facciamo in quattro
per la raccolta della CARTA
La carta, il cartone e il cartoncino rappresentano oltre il 20%
dei rifiuti prodotti! Cerchiamo di ridurre tali rifiuti evitando,
innanzitutto, gli sprechi di carta e, poi, differenziando in casa,
a scuola e al lavoro. Così risparmieremo energia e risorse preziose
contribuendo alla tutela del nostro ambiente.
Perché DIFFERENZIARE
Come DIFFERENZIARE
La carta, il cartoncino e il cartone
possono essere riciclati molte volte
e dare vita a nuovi materiali cartacei,
salvaguardando così la natura e
riducendo nelle cartiere l’impiego
di materie prime, energia e acqua.
In Italia, infatti, la produzione di carta
viene effettuata in buona parte con
carta, cartoncino e cartone recuperati
dalla raccolta differenziata.
La raccolta differenziata della carta va
effettuata utilizzando i sacchi bianchi
o i bidoncini con il coperchio bianco.
La carta differenziata deve essere
depositata negli orari indicati
dal calendario.
Ruolo di ASIA
La carta, il cartoncino e il cartone raccolti da Asia vengono consegnati
agli impianti convenzionati con il Consorzio Nazionale Imballaggi di Carta
e Cartone (Comieco), attualmente a Anca Plastica (Napoli), Ecocart (Arzano, Na),
Di Gennaro (Caivano, NA), Langella (Volla, Na) TecoEcologia (Quarto, Na).
Per informazioni aggiornate sugli impianti di destinazione visita il sito:
www.asianapoli.it.
10
sì
no
cosa
differenziare
cosa non
differenziare
• Giornali e riviste, carta da pacchi,
imballaggi di carta e cartoncini
in genere, sacchetti di carta.
• Cartoni per bevande con pellicola
di plastica e/o alluminio
(es. tetrapak), tabulati di fotocopie,
quaderni e opuscoli, astucci
e fascette in cartoncino, imballaggi
di cartone.
• Scatole, scatoloni anche ondulati
(appiattiti) cosi come gli imballaggi
di cartoni aperti, piegati e legati
devono essere depositati accanto
al bidoncino bianco oppure se in
grande quantità possono essere
portati nelle isole ecologiche
o nei centri di raccolta itineranti.
• Cartoncino per alimenti (pasta e riso).
• Cartone e cartoncino sporco:
esempi più comuni sono
i tovaglioli di carta usati
o il cartone delle pizze unto
di olio; che vanno introdotto
nel bidoncino dell’organico,
sempre ridotti a pezzi.
• I piatti, i bicchieri e le posate
di carta vanno conferite
nell’indifferenziato: solo quelle
di plastica ricavata dal mais con
il marchio di biodegradabilità
possono andare nei rifiuti
organici. Meglio perciò
utilizzare le stoviglie lavabili.
• Carta carbone, la carta chimica,
la carta termica tipo gli scontrini
fiscali e la carta con residui di colla.
Comportamenti che fanno la DIFFERENZA
Ecco alcune raccomandazioni per una corretta raccolta differenziata:
1) NON GETTIAMO LE BUSTE DI PLASTICA > Non gettate mai nei bidoncini
per la carta le buste di plastica con cui raccogliete la carta.
2) NON ACCARTOCCIAMO I FOGLI > Evitate di accartocciare i fogli di carta
perché perdono qualità e occupano più spazio.
3) PIEGHIAMO I CARTONI > Piegate e legate tra loro i cartoni più ingombranti
per ridurne le dimensioni.
4) SPEZZETTIAMO I CARTONCINI > Ricordatevi di ridurre in pezzi i cartoncini
per diminuire il volume degli imballaggi.
5) RECUPERIAMO GLI IMBALLAGGI > Differenziate tutti gli imballaggi di cartone:
sono una risorsa preziosa per il macero della carta.
6) PULIAMO I CARTONI DELLA PIZZA > I cartoni della pizza possono essere
conferiti insieme alla carta solo se non sono sporchi e dopo averli ridotti a pezzi.
11
multi
materiale
imballaggi in
plastica e metallo
Ci facciamo in quattro
per la raccolta del MULTIMATERIALE
(imballaggi in plastica e metallo)
La parola “multimateriale” viene usata per la raccolta degli imballaggi
in plastica e metallo. Si tratta, cioè, dei contenitori utilizzati
per le confezioni dei prodotti e per proteggere gli alimenti.
È necessario ridurre tali rifiuti, dapprima, attraverso il riuso
(es. i prodotti alla spina) e, poi, differenziandoli con molta attenzione.
Perché DIFFERENZIARE
Come DIFFERENZIARE
La fortissima diffusione della plastica
è una delle maggiori emergenze
ambientali del pianeta. Usare questo
materiale, che resiste in natura anche
per centinaia d’anni, per imballaggi
di breve durata costituisce una forma
di spreco insostenibile. Gli imballaggi
di plastica possono essere riciclati
molte volte e dar vita a nuovi imballaggi.
Il recupero di alluminio e metalli è,
in genere, pressoché totale.
Gli imballaggi di plastica e metalli
a Napoli vengono raccolti nelle campane
stradali, nei bidoncini e nei sacchi di
colore giallo. Laddove non saranno
distribuite le campane di colore giallo,
gli imballaggi di plastica e metallo
dovranno essere depositati negli orari
di indicati dal calendario.
Ruolo di ASIA
Gli imballaggi di plastica e metallo raccolti a Napoli vengono avviati agli impianti
autorizzati dal Consorzio Nazionale Imballaggi (Conai): in base agli attuali
accordi li trasportiamo presso Di Gennaro (Caivano-NA) e S.R.I. (Gricignano-CE).
Per eventuali nuove destinazioni consultate il sito: www.asianapoli.it.
12
sì
no
cosa
differenziare
cosa non
differenziare
> CONTENITORI DI PLASTICA
• Bottiglie di plastica (acqua minerale,
bibite, olio, succhi, latte),
• piatti e bicchieri di plastica
• flaconi e contenitori (sciroppi, creme,
salse, yogurt, detersivi, saponi, cosmetici),
• vaschette rigide e retine (ad esempio
per frutta, dolciumi, affettati, yogurt,
pasta fresca, porta uova),
• buste della spesa, pellicola in genere
e polistirolo da imballaggio,
• reggette in plastica, cellophane.
> CONTENITORI DI METALLO
• Lattine, barattoli, tappi e coperchi
metallici, fogli di alluminio, vaschette
da forno, tubetti, scatole di acciaio,
bombolette spray vuote e senza
nebulizzatore non etichettate T e F,
crucce in ferro, caffettiere, pentole
e padelle in alluminio o acciaio di piccola
dimensione, chiodi, viti, fili di ferro e
materiali metallici di piccole dimensioni
da manutenzioni domestiche.
Non possono essere differenziati
nelle campane gialli:
• oggetti in plastica rigida, gomma
e metallo che non siano imballaggi,
per esempio: giocattoli, grucce
per abiti, casette video, dvd e cd,
apparecchiature elettroniche ecc…
• oggetti in plastica rigida
(isola ecologiche) fusti, taniche,
tavoli, sedie, lettini e sdraio
in plastica dura. Tubi elettrici e
stendi abiti. Abiti usati, rifiuti urbani
pericolosi (pile e farmaci).
Inoltre, dalle analisi sulla qualità
della raccolta differenziata emerge
come vengano erroneamente buttati
nel multimateriale:
• posate di plastica che vanno raccolti
nel rifiuto indifferenziato proprio
perché non sono degli imballaggi.
Comportamenti che fanno la DIFFERENZA
Ecco alcune raccomandazioni per una corretta raccolta differenziata:
1) MENO PLASTICA > Riduciamo l’uso degli imballaggi di plastica laddove è possibile: es.
bevendo l’acqua del rubinetto, usando bottiglie di vetro, acquistando detersivi alla spina.
2) NON GETTIAMO LE BUSTE > Recuperiamo sempre la plastica con la raccolta
differenziata, evitando di abbandonare, ad esempio, le buste in natura; la plastica
è prodotta dal petrolio ed inquina pesantemente l’ambiente: in particolare l’aria e il mare.
3) SVUOTIAMO LE BOTTIGLIE > Prima di buttare i contenitori all’interno del multi
materiale eliminiamo i liquidi all’interno e risciacquiamo per eliminare gli odori.
4) SCHIACCIAMO LE BOTTIGLIE > Schiacciamo le bottiglie e rimettiamo il tappo affinché
non riacquistino la forma originaria.
5) NON DEPOSITIAMO FUORI DALLE CAMPANE > Evitiamo di abbandonare i sacchetti
al di fuori delle campane di colore giallo. Se troviamo il contenitore pieno, cerchiamo
l’altro più vicino.
13
vetro
Ci facciamo in quattro
per la raccolta del VETRO
Il vetro è uno dei materiali più riciclabili perché le bottiglie, i barattoli
e i vasetti ottenuti attraverso il riciclo sono identici a quelli prodotti
ex novo. Se, invece, non viene recuperato, il vetro non è assolutamente
biodegradabile, cioè non si decompone in natura e rimane per sempre
sepolto in discarica. Pensate, dunque, quale danno ambientale
e spreco economico causiamo, quando non ricicliamo il vetro
e lo buttiamo nell’immondizia indifferenziata.
Perché DIFFERENZIARE
Come DIFFERENZIARE
Una volta raccolto nella campana, Asia
trasporta il vetro dapprima all’impianto
di selezione e poi alla vetreria. Qui viene
triturato, fuso e trasformato in nuovi
oggetti: bottiglie, barattoli e vasetti.
Tali operazioni richiedono temperature
di fusione più basse, con conseguente
risparmio energetico e riducono l’utilizzo
di silice, la materia prima del vetro che si
ottiene dalla sabbia delle nostre coste.
La raccolta differenziata del vetro
a Napoli avviene attraverso l’utilizzo
delle campane di colore verde.
Ruolo di ASIA
Il vetro verrà avviato agli impianti di pretrattamento convenzionati
con il Consorzio Recupero Vetro (CO.RE.VE): Eurovetro (Volla, NA)
e successivamente alle vetrerie. dato che gli accordi con gli impianti
di destinazione possono subire dei cambiamenti vi invitiamo
a visitare il sito: www.asianapoli.it.
14
sì
no
cosa
differenziare
cosa non
differenziare
• Bottiglie e bottigliette in vetro,
senza il tappo.
• Flaconi, barattoli, vasi in vetro,
senza il coperchio.
• Bicchieri, anche se rotti.
Ci sono materiali molto simili
al vetro, ma in realtà non lo sono.
Il caso più problematico è:
• vetroceramica (pirex), usata
per le pirofile da forno.
Basta un solo frammento di
ceramica o pirex per vanificare
il processo di riciclo.
Gli altri materiali da non
differenziare nel vetro sono:
• lampadine, neon e specchi
che contengono sostanze
pericolose per l’ambiente,
• lastre di vetro o cristalli a piombo
che contengono un’elevata
quantità di metalli pesanti come
il piombo.
Comportamenti che fanno la DIFFERENZA
Ecco alcune raccomandazioni per una corretta raccolta differenziata:
1) MEGLIO IL VETRO DELLA PLASTICA > Preferiamo il vetro alla plastica
riutilizzandolo però più volte, viste le sue qualità di conservazione.
2) SCEGLIAMO IL VUOTO A RENDERE > Laddove è possibile proponiamo
ai nostri negozianti di fiducia di adoperare il sistema del vuoto a rendere.
3) SVUOTIAMO LE BOTTIGLIE > Non è necessario risciacquare gli imballaggi
in vetro prima di differenziarli, ma è molto importante svuotarli da eventuali
residui liquidi.
4) TOGLIAMO I TAPPI > Non preoccupiamoci di eliminare etichette
ma ricordiamoci sempre di togliere tappi e coperchi e buttarli nel multi materiale.
5) NON ABBANDONARE VETRI PERICOLOSI > Non abbandonare mai in prossimità
delle campane del vetro lastre, specchi, boccioni, damigiane.
Oltre a sporcare le strade, rischiano di ferire i passanti e gli operatori di Asia.
È necessario portarli ai centri di raccolta oppure prenotare il prelievo gratuito,
telefonando al numero verde Asia 800161010.
15
indifferenziato
Ci facciamo in quattro
per ridurre i rifiuti INDIFFERENZIATI
I rifiuti indifferenziati costituiscono la parte di immondizia
che produce il maggiore impatto ambientale.
A Napoli sono l’80% dei rifiuti prodotti ma potrebbero
essere ridotti fino al 20%.
Perché RIDURRE
Come RIDURRE
L’elevata produzione di rifiuti
indifferenziati rappresenta la causa
principale della nostra emergenza rifiuti.
I rifiuti indifferenziati non possono essere
immessi in nessuno dei circuiti di riciclo
e sono, quindi, smaltiti in discarica o
negli inceneritori. La parola d’ordine al
riguardo è ridurli attraverso una corretta
raccolta differenziata.
La prima attenzione va posta al
momento dell’acquisto. È indispensabile
scegliere prodotti che rispettino
l’ambiente con una vita di utilizzo più
lunga, confezioni essenziali o contenitori
ricaricabili. Rinunciamo ad esempio alle
stoviglie monouso o ai prodotti usa e
getta. Inoltre è buona norma riciclare.
Riusiamo i contenitori e destiniamo gli
oggetti a nuove funzioni oltre a donarli
ad altre persone (es. gli abiti usati).
Infine è obbligatorio recuperare tutti
i rifiuti compatibili con la raccolta
differenziata. Evitiamo di porre nel
bidone dell’indifferenziato rifiuti organici,
vetro, carta e multimateriale. La raccolta
differenziata è un obbligo di legge,
potreste essere sanzionati.
Il colore di riferimento per la raccolta
dell’indifferenziato è blu, nelle zone dove
è attivo il porta a porta; non utilizzate i
sacchetti biodegradabili e compostabili
consegnati da Asia.
16
sì
no
sono rifiuti
indifferenziati
non sono rifiuti
indifferenziati
• Carta oleata o plastificata.
• Gomma, plastiche non aventi
funzione di imballaggio
(giocattoli, posate, pannolini;
pannoloni e assorbenti in genere;
CD, musicassette, DVD, VHS,
penne e pennarelli, sacchi per
aspirapolvere, spazzolini, collant,
rasoi in plastica, giocattoli).
• Polveri dell’aspirapolvere.
• Tutti i materiali riciclabili
(frazione organica, carta
e cartone, vetro, imballaggi
in plastica e metallo).
• Sostanze liquide, farmaci,
pile scariche e batterie
d’auto, sostanze tossiche.
• Calcinacci, pneumatici; rifiuti
ingombranti e apparecchiature
elettriche ed elettroniche,
indumenti usati.
• Cartucce, toner e vernici molto
pericolosi per il nostro ambiente.
• Lettiere per animali domestici.
• Ceramiche e porcellane
(isole ecologiche).
Ruolo di ASIA
La frazione indifferenziata, in quanto non riciclabile, va smaltita in modo
da provocare il minor danno possibile all’ambiente. Asia ha il solo compito
di trasportare questo rifiuto negli impianti indicati dalla Regione Campania.
17
Ruolo di ASIA
altri rifiuti
domestici
Asia si occupa della raccolta attraverso servizi
esclusivi e gratuiti e fa in modo che ogni materiale
sia avviato al recupero grazie a operatori autorizzati
che eseguiranno le lavorazioni in impianti dedicati.
Ci facciamo in quattro per smaltire
gli ALTRI RIFIUTI DOMESTICI
Da molto tempo Asia dà l’opportunità a tutti i cittadini
di smaltire gratuitamente i rifiuti che non rientrano nel normale
circuito di raccolta differenziata.
Perché SMALTIRE
Come SMALTIRE
Alcuni rifiuti domestici sono
particolarmente dannosi per l’ambiente
e possono essere riciclati attraverso
lavorazioni in carico ad Asia.
Esistono due servizi gratuiti per
lo smaltimento degli altri rifiuti urbani:
> trasportarli presso i centri di raccolta
comunali: le isole ecologiche;
> usufruire del ritiro a piano strada
dei rifiuti ingombranti attraverso
il numero verde Asia 800161010 –
da lunedì a venerdì dalle 8 alle 18
e il sabato dalle 9 alle 13.
sì
sono rifiuti
domestici
18
Tutte le tipologie particolari di rifiuti che non
rientrano nel ciclo di raccolta differenziata stradale:
• cucine, lavatrici, frigoriferi e altri elettrodomestici;
televisori, apparecchiature informatiche
e di illuminazione (fari, neon, lampadine);
• pile usate, batterie d’auto, toner per cartucce
e stampanti; farmaci scaduti; abiti dismessi;
• grandi quantità di carta e cartone e
multimateriali; cassette di plastica o di legno;
olio vegetale e lubrificanti, ingombranti (mobili,
materassi, reti, quadri, specchi, ceramiche,
tappezzerie ecc.);
• vetro in lastre e damigiane; manufatti in ferro
e legno (termosifoni, porte, balaustre) ecc…
LE ISOLE ECOLOGICHE
Le isole ecologiche - centri comunali di raccolta - non sono
una discarica e neppure un impianto di trattamento rifiuti.
In un sistema basato sulla raccolta differenziata porta a porta,
in cui i rifiuti vengono ritirati in base a un calendario preciso,
il centro di raccolta ha un’importanza fondamentale per il cittadino
perché garantisce quotidianamente la possibilità di conferire tutti
quei rifiuti che non vanno nei contenitori consegnati alle famiglie
e alle attività. Il Comune ha varato un programma per la realizzazione
di questi impianti di supporto per la raccolta differenziata,
in base alle indicazioni tecniche di ASIA Napoli.
Dove si trovano
Isole ecologiche ITINERANTI
Attualmente i centri di raccolta comunali,
(isole ecologiche) attivi sono quelle
di Via Saverio Gatto (Colli Aminei),
Via Emilio Salgari (Ponticelli), viale Ponte
della Maddalena (Centro città)
e Viale della Resistenza (Scampia)
In attesa che i centri di raccolta comunali
fissi siano realizzati in tutta la città,
il Comune di Napoli insieme ad Asia
ha lanciato un programma che prevede
dei centri di raccolta itineranti su tutto
il territorio della città.
Per maggiori informazioni sui luoghi
e gli orari dei centri di raccolta itineranti
visita il sito www.asianapoli.it
19
Hanno smesso di rifiutarsi in tanti: cittadini, scuole,
commercianti, aziende, associazioni, istituzioni, media...
aderisci anche tu
come volontario ambientale!
Puoi mandare le tue idee o proposte a:
[email protected]
Numero Verde
800.161010
www.asianapoli.it
Questo manuale è stampato su carta riciclata certificata greenpaper
Per continuare a far crescere la raccolta differenziata
a Napoli, serve il contributo volontario di tutti
e in particolare della società civile. A questo scopo,
ASIA promuove la campagna di partecipazione
“–RIFIUTI+ADESIONI”per coinvolgere i napoletani
nella diffusione di una nuova cultura ambientale
e per la riduzione dei rifiuti indifferenziati.
Fly UP