...

tu che ne dici se in questo natale faccio un bell`albero dentro il mio

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

tu che ne dici se in questo natale faccio un bell`albero dentro il mio
GIORNALE DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “ENEA TALPINO” DI NEMBRO
ANNO SCOLASTICO 2009/2010
NUMERO 1
TU
CHE
NE DICI
SE IN QUESTO
NATALE FACCIO
UN BELL'ALBERO
DENTRO IL MIO CUORE
E CI ATTACCO, INVECE DEI
REGALI, I NOMI DI TUTTI I MIEI
AMICI? GLI AMICI LONTANI E VICINI
GLI ANTICHI E I NUOVI,
QUELLI
CHE VEDO TUTTI I GIORNI E QUELLI CHE
VEDO DI RADO, QUELLI CHE RICORDO SEMPRE
E QUELLI CHE ALLE VOLTE RESTANO DIMENTICATI. QUELLI COSTANTI E QUELLI INTERMITTENTI. QUELLI
DELLE ORE DIFFICILI E QUELLI DELLE ORE ALLEGRE,
QUELLI
CHE SENZA VOLERLO HO FATTO SOFFRIRE E TUTTI QUELLI
CHE MI HANNO FATTO SOFFRIRE. QUELLI CHE CONOSCO PROFONDAMENTE E QUELLI DEI QUALI CONOSCO LE APPARENZE. QUELLI
CHE MI DEVONO POCO E QUELLI AI QUALI DEVO MOLTO. I MIEI AMICI SEMPLICI, I MIEI AMICI IMPORTANTI. I NOMI DI TUTTI QUELLI CHE
SONO GIA' PASSATI
NELLA
MIA VITA
UN ALBERO CON RADICI PROFONDE
PERCHE' I LORO NOMI NON ESCONO MAI
DAL MIO CUORE. UN ALBERO DAI RAMI
MOLTO GRANDI PERCHE' I NUOVI
NOMI VENUTI DA TUTTO IL MONDO SI
UNISCANO AI GIA' ESISTENTI. UN ALBERO
CON UN 'OMBRA MOLTO GRADEVOLE
PERCHE' LA NOSTRA AMICIZIA SIA
UN MOMENTO DI RIPOSO DURANTE
LE LOTTE DELLA VITA
BENVENUTO PRESIDE SCHENA!!!
Egregio Signor Preside,
le diamo il nostro grande benvenuto in questa fantastica
scuola.
Sappiamo che lei è e sarà un ottimo Preside e speriamo di
conoscerla al più presto.
Confidiamo in lei per l’ulteriore miglioramento di questa
nostra e ormai anche sua scuola e per l’arrivo di nuove idee e
attività.
Speriamo che, insieme a tutti noi e ai nostri mitici prof., lei riesca ad ambientarsi
al meglio e ad aiutarci nella nostra crescita.
Un carissimo saluto dai “grandoni” delle Terze
e… LA RISPOSTA DEL PRESIDE
Ringrazio tutti per l’accoglienza.
Comincio già a conoscervi e ad apprezzarvi.
Mi sto ormai ambientando, ma avremo tutto il tempo per approfondire e
consolidare la nostra collaborazione perché sono certo che insieme faremo
un buon cammino.
Auguro ad ognuno di voi un Buon Natale e delle splendide e meritate
vacanze.
Il Preside
Giorgio Schena
SIAMO IN PRIMA MEDIA !!!!
Ebbene sì! Siamo arrivati alle medie…
Alle elementari molti di noi vedevano le medie come un grosso
problema, qualcuno di noi si aspettava addirittura “l’inferno”,
ma dobbiamo ammetterlo: dopo l’inizio della scuola ci siamo
resi conto di aver sbagliato a pensarla così.
Appena arrivati in effetti ci è sembrato di essere in un “altro
mondo”, molto diverso da quello di prima. Alle elementari ci si
conosceva tutti, invece qui in classe abbiamo trovato solo alcuni dei nostri vecchi amici,
mentre gli altri compagni non li conoscevamo molto bene. Però bisogna dire che questo ci
ha consentito di fare nuove amicizie, con compagni stupendi, simpatici e allegri.
Molte altre cose sono davvero cambiate, soprattutto per quanto riguarda l’impegno e lo
studio. Alle elementari per studiare ci mettevamo poco tempo, invece qui alle medie …
altro che stare davanti alla TV … ci possiamo ormai dimenticare del “Mondo di Patty” o
dei “Simpson” … e concentrarci sulle tante materie. Molte di queste per noi sono nuove:
tecnologia, francese, epica, antologia, storia dell’arte … E per il resto, se è vero che
alcuni argomenti dei libri possono essere già stati svolti alle elementari, alle medie sono
però più approfonditi e complessi.
Le interrogazioni ci mettono un po’ in ansia, anche perché le aspettative dei professori
sono superiori rispetto a quelle degli insegnanti delle elementari, dove a volte
l’interrogazione era quasi una chiacchierata con la maestra. Eravamo molto legati alle
nostre maestre… Qui alle medie all’inizio è stato un po’ più difficile entrare in rapporto
con i nuovi insegnanti. Abbiamo dovuto imparare a rivolgerci ai prof in modo formale,
dando loro del “lei” e questo, soprattutto all’inizio, non è stato facile. Ma, siamo sinceri, i
prof non sono dei mostri cattivi … anzi … alcune delle nostre prof assomigliano quasi a
delle fatine buone (ma sottolineiamo QUASI), soprattutto quando non le facciamo
arrabbiare, perché, sì, bisogna dirlo, siamo un po’ “casinisti”.
Non è stato facile nemmeno “orientarci” nel grande edificio scolastico. Per quelli di noi
che erano abituati a spazi più piccoli , come per esempio per chi arriva da Gavarno, è
stato come ritrovarsi in un vero labirinto: aula di scienze, aula di arte, aula di
informatica … AIUTO!!! Ci vorrebbe una bussola! Anzi, visti i progressi della tecnologia,
ci vorrebbe un “navigatore scolastico satellitare”, che magari possa prevedere anche le
domande delle interrogazioni e delle verifiche…
Ma anche se i prof sono esigenti, gli ambienti giganteschi, i compiti tanti, per adesso non
è andata poi così male. Ci fanno fare anche delle cose divertenti: lettura espressiva,
uscite didattiche, incontri con il WWF e soprattutto … l’INTERVALLO!!!
Ai ragazzi delle quinte elementari possiamo quindi dire: non scoraggiatevi, in fondo non è
così male: basta partire con il piede giusto e pensare positivo!
Ciao a tutti dalla 1D!
INCONTRO
CON
WALDEMAR BOFF
Venerdì 13 novembre abbiamo avuto un
incontro in sala Daina con Waldemar Boff,
un missionario brasiliano, originario di Rio de
Janeiro.
Waldemar ci ha spiegato come è difficile
sopravvivere nei luoghi disagiati del Brasile.
Con un filmato ci ha permesso di osservare
come viene vissuta la vita in tanti poveri
villaggi: sicuramente un tipo di vita molto diverso dal nostro.
Ha poi illustrato come la popolazione si procuri il cibo e come risparmi pur
avendo a disposizione solo l’essenziale e, a volte, nemmeno quello.
Alla fine della sua spiegazione Waldemar ha chiesto ai ragazzi presenti se
avessero domande per approfondire la questione.
Gli sono state poste molte domande
sulla sua vita e sulla sua attività in
LA MIA BAMBINA HA UNA
Brasile. Dopo aver risposto egli ci ha
BAMBOLA
mostrato delle fotografie riguardanti i
bambini e gli anziani di alcuni villaggi.
La mia bambina ha una bambola
e la sua bambola ha tutto:
Quando ha concluso con una bella
il letto, la carrozzina,
immagine del paesaggio brasiliano, gli
i mobili della cucina,
abbiamo posto ancora qualche domanda
e chicchere e posate e scodelle,
e al termine delle sue risposte,
e un armadio con i vestiti sulle
l’abbiamo lasciato con un grande
stampelle.
applauso, grati perché ci ha fornito la
La mia bambina ha una bambola
possibilità di riflettere su una realtà a
e la sua bambola ha tutto,
noi sconosciuta.
perfino altre bambole più piccole.
E questa è una storia divertente,
ma solo un poco,
perché ci sono bambole
che hanno tutto
e bambini
che non hanno niente.
GIANNI RODARI

Grazie ancora, Waldemar!
I ragazzi della 1C
ALLA SCUOLA DELL'INFANZIA DI VIANA E'
ARRIVATO UN CARICO D'EMOZIONI
A FARCI DIVERTIRE QUEST'ANNO SONO UN
SIMPATICO
CUSTODE
ED
UNA
ALLEGRA,
DISPETTOSA FOLLETTA.
INSIEME A LORO, TRA ATMOSFERE PAUROSE,
MOMENTI D'ALLEGRIA E DI TRISTEZZA, TRA
MAGICHE MERAVIGLIE, GIOCHI CORAGGIOSI ED
ESPLOSIONI DI RABBIA,
STIAMO GIOCANDO E SCOPRENDO IL NOSTRO
MONDO DELLE EMOZIONI.
QUESTI GIOCHI CI OFFRONO LA POSSIBILITA' DI CONOSCERE MEGLIO NOI
STESSI,
I
NOSTRI
SENTIMENTI
SCOPERTA DEGLI ALTRI,
PER
POI
POTER
PARTIRE
VERSO
LA
DEL PIACERE DI STARE E VIVERE INSIEME IN UN
AMBIENTE CHE DOBBIAMO AMARE E RISPETTARE.
EMOZIONI SPECIALI
IN QUESTI GIORNI DI DICEMBRE STIAMO VIVENDO
EMOZIONI SPECIALI FATTE DI LUCI, DI CANTI, DI
DONI, DI BONTA'......
E' L'ATMOSFERA MAGICA DEL NATALE CHE CI
RIEMPIE IL CUORE DI GIOIA E DI ATTESE!
PROFUMO DI BISCOTTI SPEZIATI, STORIE DEL
NATALE RACCONTATE DAI NONNI, LA VISITA DI
BABBO NATALE CARICO DI DONI, ALLIETERANNO LA NOSTRA SETTIMANA
DURANTE LA QUALE NON CI SCORDEREMO D'ANDARE DAI NONNINI DEL
VICINO RICOVERO E DAI RAGAZZI DEL C.S.E. PER PORTARE LORO I NOSTRI
AUGURI.
POI IN
UN MONDO DI BABBI NATALI CI TRASFORMEREMO PER AUGURARE
A TUTTI I NOSTRI CARI UN SERENO E LIETO NATALE.
Tanti auguri a tutti
La nostra ricerca storica
Com'era la scuola quando i genitori avevano 8 anni?
Cosa si faceva? Come si lavorava?
E quando ci andavano i nonni e le nonne?
Per rispondere a queste e altre domande abbiamo
iniziato una ricerca storica.
1. Abbiamo descritto la nostra scuola oggi.
2. Abbiamo preparato tante domande per poter fare
un confronto.
3. Abbiamo intervistato i genitori a casa e i nonni a
scuola.
4. Abbiamo osservato e confrontato le fotografie
del fatte quando i genitori avevano 8 anni.
5. Abbiamo osservato, schedato e provato gli oggetti che usavano a scuola tanti anni fa.
6. Abbiamo cercato dei documenti scritti.
Per la nostra ricerca siamo finiti nell'archivio della scuola!
L'archivio sono due stanze buie e polverose
piene di fogli e registri. Lì dentro abbiamo trovato
dei vecchi documenti e sfogliandoli
abbiamo scoperto alcune interessanti notizie.
 A Nembro c'erano classi con più di 30 bambini!
 In una classe c'erano bambini bocciati e quindi più
grandi degli altri.
 Ogni classe aveva una maestra sola.
 Anche a Lonno c'era una scuola!
 Alcuni bambini avevano i genitori lontani per
lavoro
e vivevano con i parenti.
Chi viene a trovarci può visitare il “Museo Storico” preparato nel corridoio davanti alle nostre
aule.
Classi Terze – Nembro Capoluogo
Giovedì, 5 novembre abbiamo fatto un’esperienza mitica: la Scienza è
venuta a trovarci a scuola! E’ arrivata con il pullman di
“BERGAMOSCIENZA”, un autobus quasi normale, solo che era moooolto
colorato e al posto dei sedili e dei finestrini per guardare fuori, lì bisognava
guardare dentro: c’era una specie di laboratorio pieno di attrezzature ed
aggeggi strani!
Angela e Sergio, i due scienziati, ci hanno aiutato a fare degli esperimenti
che sembravano magie: Geomag che galleggiavano sospesi nell’aria, luci
colorate che si accendevano con il semplice movimento della mano e una
calamita, un cerchi che schizzava verso l’alto sparato da un “cannone”, una
vite che girava al massimo appesa con la punta ad una pila!!! Abbiamo
messo tutte le nostre energie per cercare di staccare una potente calamita,
qualcuno ci si è anche appeso: tutto inutile, era più forte di noi! Pedalando
su una bicicletta abbiamo fatto accendere un sacco di fanali! Abbiamo
appoggiato anche le mani su una sfera piena
di fulmini, ci aspettavamo che ci si rizzassero
i capelli da un momento all’altro o che ci
apparisse il nostro futuro!
Abbiamo fatto tutto questo senza l’aiuto
della bacchetta di Harry Potter, ma con la
forza magnetica e l’elettricità: fantastico!
Ci siamo divertiti moltissimo e senza
neanche accorgercene abbiamo imparato un
sacco di cose. Ci piacerebbe fare molti “viaggi” come questo:
GRAZIE MILLE BERGAMOSCIENZA
PROVATE ANCHE VOI
OCCORRENTE: 1 PEZZO DI FILO DI RAME RICOPERTO
1 CALAMITA
1 PILA
1 VITE
PROCEDURA : PRENDI LA CALAMITA E ATTACCALA ALLA “TESTA” DELLA VITE.
ORA ATTACCA LA PUNTA DELLA VITE AL POLO NEGATIVO (-) DELLA PILA
PRENDI IL PEZZO DI FILO E TENENDOLO PREMUTO CON LE DITA FAI CONTATTO
TRA IL POLO POSITIVO (+) DELLA PILA E LA CALAMITA.
COSA SUCCEDE?
FORTE VERO?
CLASSI QUINTE - Capoluogo
Lunedì 23 novembre siamo andati in gita all’osservatorio astronomico di
Brembate Sopra “La torre del Sole” con le nostre tre insegnanti. Alle 8:20
è arrivato il pullman nel parcheggio del Coq d’or per portarci
all’osservatorio astronomico. Durante il viaggio abbiamo ascoltato la
musica e chiacchierato insieme. Arrivati a destinazione, siamo scesi dal
pullman con entusiasmo, davanti all’osservatorio. Appena entrati le due
guide ci hanno spiegato come si sarebbe svolta
la giornata. Successivamente siamo scesi nella
sala conferenze dove Massimiliano ,una delle
guide, ci ha spiegato in modo dettagliato e con
bellissime immagini la struttura e l’origine dei
pianeti, e di tutti i corpi celesti presenti nel
sistema solare. Quando Massimiliano ha
terminato il suo discorso, ci siamo trasferiti nel
planetario. Ci siamo seduti su delle poltrone reclinate che ci
permettevano di vedere i filmati proiettati sulla volta : sembrava che ci
venissero addosso perché erano in 3D. Era come viaggiare nello spazio
tra pianeti, asteroidi, comete e plutoidi: bellissimo!
Finito il filmato, abbiamo osservato la proiezione del sole grazie al
telescopio, così abbiamo avuto la prova che la terra gira sul proprio
asse.
Usciti dalla sala Massimiliano ci ha fatto vedere che riflettendo la luce
del sole su un foglio con una lente di
ingrandimento o di un telescopio esso si incendia.
Dopo pranzo ci siamo recati ancora al planisfero
dove ci hanno spiegato i movimenti del sole nei
vari periodi dell’anno e le costellazioni: ognuno di
noi ha potuto individuare nel cielo la costellazione
del proprio segno zodiacale.
Questa attività si è conclusa con la costruzione
dell’ astrolabio che ci permette di individuare la
posizione delle costellazioni in tutti i periodi dell’ anno.
Infine siamo saliti sulla torre del sole. All’interno, nella parte più alta, c’era
un grandissimo telescopio che poteva ingrandire le immagini fino a 1400
volte; lì fa molto freddo perché se c’è caldo le immagini al telescopio si
vedono sfocate.
Per noi è stata un’esperienza fantastica, istruttiva e indimenticabile e se
volete saperne di più….. visitate il sito: www.latorredelsole.it se visiterete
l’osservatorio ne rimarrete affascinati!
Gli alunni delle classi 5°A e 5°B Crespi
SCUOLA DELL’INFANZIA VIANA
Auguri di Natale
Presso l’Auditorium in via Kennedy
SCUOLA PRIMARIA CAPOLUOGO
“Racconto di Natale”
Presso il Cineteatro S. Filippo Neri
Martedì 22
ore 14,30
Martedì 22
ore 20
SCUOLA PRIMARIA CRESPI
” Il postino di Babbo Natale”
Presso la palestra della scuola
Sabato 19
ore 9.30
SCUOLA PRIMARIA VIANA
“Endecasillabo di Natale”
Presso il salone in via Kennedy
Sabato 19
ore 9
SCUOLA PRIMARIA GAVARNO
“Finalmente… è Natale! ”
Presso la scuola
Sabato 19
ore 10
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
“Stare insieme a Natale”
Presso il Cineteatro S. Filippo Neri
Sabato 19
ore 11
AUGURISSSSSSSSSSSSSSSSSSSIMI
DALLA REDAZIONE
E NEL CASO VI SERVISSERO DIAMO I NUMERI…UTILI
SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
e SEGRETERIA
SCUOLA PRIMARIA CAPOLUOGO
Tel. 035 520765
SCUOLA PRIMARIA CRESPI
Tel. 035 521469
SCUOLA PRIMARIA GAVARNO
Tel. 035 522333
SCUOLA PRIMARIA VIANA
Tel. 035 520779
SCUOLA PER L’ INFANZIA – VIANA
Tel. 035 520888
Tel. 035 520709
“APRITI SESAMO” SPORTELLO DI ASCOLTO
Per appuntamento Tel. 340/5311708 martedì dalle ore 10 alle ore 10,50
…e sul sito
“www.nembro.net –paese– scuola – istituto comprensivo – il talpino”
potrete vedere il talpino a colori
Fly UP