...

Relazione di Trasparenza 2013

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Relazione di Trasparenza 2013
Relazione di
Trasparenza 2013
Reconta Ernst & Young S.p.A.
Indice
Lettera del Country Managing Partner .......................................................................... 1
Messaggio degli Assurance Leader ................................................................................ 2
About us ..................................................................................................................... 3
Forma giuridica e struttura proprietaria e di governo societario ................................... 3
Rete di appartenenza e accordi di collaborazione ........................................................ 5
Rappresentanti indipendenti non esecutivi ................................................................. 8
L’impegno per la qualità ............................................................................................... 9
Infrastruttura al servizio della qualità ......................................................................... 9
Infondere i valori professionali ................................................................................ 10
Sistema di controllo interno della qualità .................................................................. 11
Accettazione e continuazione dei clienti ................................................................... 12
Svolgimento della revisione ..................................................................................... 13
Riesame e consultazione ......................................................................................... 15
Rotazione del socio responsabile della revisione ....................................................... 17
Controlli della qualità della revisione (AQR) .............................................................. 18
Controllo esterno della qualità ................................................................................. 19
Conformità a leggi e regolamenti ............................................................................. 20
L’indipendenza .......................................................................................................... 21
Creare team performanti ........................................................................................... 24
Formazione continua dei revisori contabili ................................................................ 25
Knowledge e comunicazioni interne ......................................................................... 26
Ricavi e remunerazione .............................................................................................. 27
Informazioni finanziarie .......................................................................................... 27
Remunerazione dei soci .......................................................................................... 28
Le relazioni con i nostri stakeholder e con la comunità.................................................. 29
Il dialogo con gli stakeholder ................................................................................... 29
L’impegno con la comunità...................................................................................... 31
Dichiarazioni del Consiglio di Amministrazione ai sensi dell’art. 18 del Decreto Legislativo
27 gennaio 2010 n. 39 .............................................................................................. 32
Appendice: elenco degli Enti di Interesse Pubblico oggetto di revisione legale ................. 33
Ulteriori informazioni su EY si trovano sul sito www.EY.com
Lettera del Country Managing Partner
E’ un grande piacere introdurre personalmente la Relazione di Trasparenza 2013 di Reconta Ernst & Young
S.p.A.. L’esercizio appena concluso è stato particolarmente significativo per EY, sia in Italia che a livello
globale, e ha visto il lancio della Vision 2020 in gennaio, con una nuova ambition, una nuova strategia ed un
nuovo posizionamento.
Lavorare alla definizione della Vision 2020 ci ha richiesto di guardare con attenzione alle profonde
trasformazioni in corso, sia al nostro interno che al nostro esterno, rivolgendoci ad opinion leader, a clienti e ai
nostri professionisti; “Building a better working world” è un obiettivo chiaro, concreto, realizzabile. Siamo
convinti di poterlo raggiungere grazie:
•
ai nostri servizi, volti a sostenere la fiducia nei mercati dei capitali, da un lato, assistendo gli investitori nelle
loro decisioni consapevoli e dall’altro favorendo una crescita sostenibile dei business;
•
alla convinzione che ogni servizio professionale da noi reso contribuisca a costruire un mondo del lavoro
migliore;
•
all’attenzione per le relazioni, interne ed esterne, con i clienti, le istituzioni, con le organizzazioni no profit;
al modo in cui affrontiamo il dialogo e le azioni connesse alle sfide che vengono dall’economia e dai mercati
finanziari.
La costruzione di un mondo del lavoro migliore è per noi di interesse centrale nel nostro ruolo di revisori di
società quotate, al fine di promuovere la trasparenza e sostenere la fiducia degli investitori. I clienti, i regulator
e gli altri nostri interlocutori contano sulla qualità ed eccellenza dei nostri servizi e l’esecuzione delle attività di
revisione secondo elevati standard qualitativi conferma la centralità del ruolo al servizio dell’ interesse pubblico
e alla crescita di EY.
In linea con la nostra Vision 2020 investiamo in nuovi strumenti per migliorare la revisione, favoriamo la
crescita di team più efficienti e ci concentriamo nel consolidamento di affidabilità e fiducia verso EY in qualità di
Società di revisione, in Italia e nel mondo. I colleghi italiani ed io siamo felici di poter contribuire in modo
sostanziale alla realizzazione della Vision 2020 e ci auguriamo di lavorare con voi, condividendo questo
importante percorso. E’ per noi prioritario mantenere un dialogo continuo con i nostri interlocutori e trarre da
loro spunti concreti per indirizzare al meglio le nostre attività.
Con questo spirito, continuiamo a sostenere la trasparenza informativa delle società di revisione prevista dalla
“Direttiva Audit” emanata dall’Unione Europea e dal Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 in materia di
revisione legale. La presente Relazione di Trasparenza 2013 è conforme alla citata Direttiva e all’art. 18 del
Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 e riguarda l’esercizio chiuso al 30 giugno 2013.
Questa relazione fornisce informazioni sul nostro sistema di controllo della qualità, sulle modalità con cui
diffondiamo i nostri valori professionali, sullo svolgimento delle attività di revisione e sui processi di
consultazione, review e controllo di qualità della revisione contabile. Per la prima volta la Relazione illustra
anche il nostro impegno con i nostri interlocutori sia a livello globale che in Italia. Vorrei perciò ringraziare tutti
coloro che in questo 2013 hanno dedicato tempo e attenzione nel condividere con noi i loro punti di vista.
Vorrei infine esortare gli investitori, i membri dei collegi sindacali e dei comitati per i controlli e i rischi, le
aziende, i legislatori e tutti i nostri interlocutori a continuare a condividere con noi i propri punti di vista sugli
argomenti trattati in questa relazione.
Donato Iacovone
Country Managing Partner
Reconta Ernst & Young S.p.A.
Roma, 25 settembre 2013
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
1
Messaggio degli Assurance Leader
Reconta Ernst & Young S.p.A. svolge un ruolo importante nei mercati e nella comunità finanziaria quale società
di revisione di Enti di Interesse Pubblico; tale ruolo è centrale rispetto ai nostri valori, ai nostri processi e al
nostro management. La nostra reputazione si fonda su servizi di revisione legale di qualità, eseguiti in maniera
oggettiva ed etica, senza distinzioni tra i nostri clienti.
Per essere protagonisti credibili e costruire un mondo professionale migliore, portiamo avanti un costante
aggiornamento delle metodologie e degli strumenti di lavoro, e ci impegniamo a favorire la crescita dei nostri
talenti. I nostri team dispongono quindi dei migliori ed innovativi strumenti tecnologici; le nostre risorse
seguono percorsi di formazione e training per migliorare le proprie esperienze e competenze professionali.
L’esercizio chiuso al 30 giugno 2013 ci ha visto raccogliere le sfide che vengono da un contesto economico
difficile, particolarmente avverso nel nostro Paese, e dall’evoluzione normativa e regolamentare, mantenendo
contemporaneamente la dovuta attenzione alla qualità del servizio, alle aspettative dei nostri interlocutori, del
nostro personale e dei regulators.
Nonostante il contesto avverso, abbiamo continuato ad inserire risorse nella nostra struttura, principalmente
neolaureati, dando loro la possibilità di operare in un ambiente stimolante, professionale e che apre sbocchi
anche ad esperienze internazionali.
Il 2013 si è contraddistinto per l’acquisizione di significativi nuovi clienti, tra i quali segnaliamo le società
quotate Brembo, Gemina, Indesit, IMA, Panaria Group, Stefanel ed il Credito Emiliano.
Con questo spirito, vogliamo cogliere l’occasione per ringraziare il nostro personale professionale, il personale
di supporto, i nostri soci e i nostri clienti per l’impegno e l’attenzione dimostrata ai nostri servizi professionali e
con il preciso scopo di costruire un mondo del lavoro migliore.
Pietro Carena e Guido Celona
Assurance Leader
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
2
About us
Forma giuridica e struttura proprietaria e di governo societario
Reconta Ernst & Young S.p.A. è una società per
azioni di diritto italiano, con sede legale in Roma,
via Po 32, ed è una member firm di Ernst & Young
Global Limited, una società a responsabilità limitata
di diritto inglese. Nella presente relazione, Reconta
Ernst & Young S.p.A. potrà essere richiamata più
semplicemente come “Reconta Ernst & Young”, la
“Società” o “noi”. Il termine “EY Italia” si riferisce
alle entità italiane del network, mentre “EY”
riguarda l’insieme del network globale delle
member firm di Ernst & Young Global Limited
(EYG).
Il capitale sociale della Società di Euro
1.402.500,00 è interamente versato ed è
rappresentato da azioni ordinarie i cui diritti di
voto fanno capo ai soci (nel seguito anche definiti
partner) in possesso degli specifici requisiti
personali e professionali previsti dalle vigenti
disposizioni di legge e/o regolamentari.
Alle azioni è connesso, ai sensi dell’art. 2345 del
codice civile, l’obbligo di eseguire prestazioni
accessorie a favore della Società, consistenti nello
svolgimento di attività di revisione e/o
organizzazione contabile a favore della Società
stessa e, indirettamente, a favore dei suoi clienti o
le prestazioni accessorie delegate dall’Organo
Amministrativo; le prestazioni accessorie possono
avere ad oggetto anche la carica di amministratore
della Società.
Le attività oggetto delle prestazioni accessorie
sono svolte in conformità con le regole
deontologiche che disciplinano la professione e nel
rispetto delle direttive e delle procedure della
Società e delle Policy di EYG.
L’amministrazione della Società è affidata ad un
Consiglio di Amministrazione nominato
dall’Assemblea dei soci in data 19 dicembre 2012
per il triennio 2013-2015 e composto dai seguenti
Soci:
Simone Scettri
Presidente
Donato Iacovone
Amministratore Delegato
Felice Persico
Consigliere (1)
Guido Celona
Consigliere (2)
Pietro Carena
Consigliere (3)
Roberto Tabarrini
Consigliere
Fabrizio Zazzi
Consigliere
Alberto Pisani
Consigliere
(1)
(2)
(3)
Consigliere Delegato responsabile dei rapporti con il
Network internazionale
Consigliere Delegato responsabile del settore “FSO Financial Services Organization”
Consigliere Delegato responsabile del settore “Assurance
Other”
Il Consiglio di Amministrazione è investito dei più
ampi poteri per la gestione ordinaria e
straordinaria della Società ad esclusione di quanto
la legge o lo Statuto riservano all’Assemblea,
nonché degli atti che comportano l’ingresso di un
nuovo socio o l’acquisto e la cessione di aziende o
rami d’azienda.
In conformità a quanto previsto dallo Statuto,
almeno i due terzi dei componenti del Consiglio di
Amministrazione devono essere titolari di azioni
con obbligo di prestazioni accessorie. Inoltre la
maggioranza degli amministratori deve essere
rappresentata da persone iscritte nel registro dei
revisori contabili.
Tutti i componenti del Consiglio di
Amministrazione, siano essi soci o non soci, sono
obbligati al rispetto delle direttive e delle
procedure della Società e delle Policy di EYG.
La gestione sociale è controllata da un Collegio
Sindacale che svolge altresì la funzione di controllo
contabile ai sensi degli articoli 2403 e 2409-bis e
seguenti del codice civile.
Il Collegio Sindacale è costituito da 3 membri
effettivi e da 2 membri supplenti.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
3
Arie Christian Vermeijden
Presidente
Reconta Ernst & Young ha costituito, insieme alle
altre entità italiane del network, il Consorzio E&Y
Italia. A tale Consorzio, oltre Reconta Ernst &
Young, partecipano le seguenti entità legali:
Antonello De Gennaro
Sindaco Effettivo
•
Rolando Sinelli
Sindaco Effettivo
Maurizio Rossani
Sindaco Supplente
Ernst & Young Financial-Business Advisors
S.p.A. con sede legale in via Wittgens, 6 –
20123 Milano;
Fabio Mazzini
Sindaco Supplente
•
Studio Legale Tributario con sede legale in via
Wittgens, 6 – 20123 Milano;
•
Ernst & Young Business School S.r.l. con sede
legale in via Po, 28 – 00198 Roma.
Gli attuali membri sono in carica per il triennio
2011-2013; il Collegio Sindacale è composto da:
La Società ha adottato un Modello di
organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.
Lgs. n. 231 dell’8 giugno 2001.
A tale riguardo è stato nominato un Organismo di
Vigilanza pluripersonale i cui membri rimangono in
carica fino a revoca.
Le attività professionali di Reconta Ernst & Young
sono svolte su tutto il territorio nazionale con uffici
presenti in 16 città:
Ancona
Bari
Bergamo
Bologna
Brescia
Firenze
Genova
Milano
Napoli
Padova
Perugia
Roma
Torino
Treviso
Trieste
Verona
La responsabilità degli uffici è affidata a soci che
rispondono al Consigliere Delegato responsabile del
settore “Assurance Other”.
Le attività professionali riferite al settore
finanziario (banche, assicurazioni e asset
management) fanno capo a una struttura
organizzativa funzionalmente autonoma (“FSO Financial Services Organization”). Tali attività sono
concentrate principalmente presso gli uffici di
Milano e Roma.
I soci che rendono servizi professionali a clienti
appartenenti al settore “FSO” rispondono in ultima
istanza al Consigliere Delegato responsabile del
settore FSO.
Il Consorzio ha la finalità di coordinare le attività
professionali delle consorziate per il puntuale
rispetto delle disposizioni normative e
regolamentari che ne disciplinano le attività,
nonché le procedure e policy EY nazionali ed
internazionali. Al di fuori di quanto sopra
rappresentato, il Consorzio non influenza l’attività
delle entità ad esso appartenenti, che rimangono
pienamente autonome nello svolgimento di quanto
previsto dai rispettivi statuti.
EY è organizzata in quattro Aree geografiche:
Americhe, Asia-Pacifico, EMEIA (Europa, Medio
Oriente, India e Africa) e Giappone. Le Aree
comprendono un numero di Region, a loro volta
composte da member firm o loro settori.
EY Italia fa parte dell’area EMEIA, che include le
member firm di EYG di 98 paesi (Country) in
Europa, Medio Oriente East, India e Africa. L’area
EMEIA è divisa in 12 Region. EY Italia fa parte della
Region Mediterranean e, per il settore FSO, alla
Sub-Area EMEIA-FSO. Ernst & Young (EMEIA)
Limited (EMEIA Limited), una società di diritto
inglese a responsabilità limitata, è la principale
entità di governance per le member firm di EYG
dell’area EMEIA. EMEIA Limited ha il ruolo di
promuovere il coordinamento e la cooperazione tra
le member firm dell’area, pur non controllandole.
EMEIA Limited è una member firm di EYG e non ha
attività operative e non svolge servizi
professionali.
I soci che rendono servizi professionali a clienti
diversi da quelli appartenenti al settore FSO
rispondono al Consigliere Delegato responsabile del
settore Assurance Other.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
4
Rete di appartenenza e accordi di collaborazione
EMEIA
Region 12
Country 98
America
Region 11
Country 30
Giappone
Asia-Pacifico
Region 1
Country 1
Region 5
Country 22
EY è tra i leader mondiali nei servizi di revisione
contabile, fiscali, di transaction e di consulenza,
resi rispettivamente mediante le service line
Assurance, Tax, Transaction e Advisory. In tutto il
mondo le nostre 175.000 persone, in oltre 140
paesi, sono unite da valori condivisi e da un solido
impegno costantemente rivolto alla qualità,
integrità e scetticismo professionale. Nello scenario
di globalizzazione dei mercati, l’approccio integrato
di EY è importante per fornire servizi di revisione
contabile di qualità a gruppi multinazionali che
operano in diverse giurisdizioni.
L’entità centrale di EY, EYG, coordina le member
firm e promuove la cooperazione tra esse. EYG non
fornisce servizi e tra i suoi obiettivi annovera la
promozione da parte delle member firm di servizi di
elevata qualità. Ciascuna member firm rappresenta
una entità legale distinta. Gli obblighi e le
responsabilità delle member firm sono disciplinate
dai regolamenti di EYG e da vari altri accordi.
Nel seguito si descrivono la struttura e le entità
dell’organizzazione globale relative al periodo
annuale chiuso al 30 giugno 2013. Esse riflettono i
principi secondo i quali i ruoli di governance e di
gestione debbono essere distinti ed EY, in quanto
organizzazione globale, debba avere un’unica
strategia condivisa.
A valere dal luglio 2013, EY ha razionalizzato il suo
modello operativo attraverso il modello “Executive”
e quello relativo alle “Region”. L'Executive
ricomprende il Global Executive (GE), i suoi comitati
e team e le quattro Aree geografiche, a loro volta
suddivise in 29 Region (precedentemente chiamate
Sub-Aree). Nuovi ruoli sono stati previsti
nell’ambito del GE: il Global Managing Partner del
Client Service e il Global Managing Partner del
Business Enablement, i quali saranno
rispettivamente responsabili dell'esecuzione della
strategia globale di EY nel mercato e del
rafforzamento delle funzioni globali di EY. Questi
due ruoli assumeranno congiuntamente la
responsabilità dell’attuale Chief Operating Officer,
alla scadenza del suo mandato nel dicembre 2014.
Faranno inoltre parte del GE il presidente del
Gloabal Accounts Committee, che rappresenta i più
grandi clienti di EY, nonché il presidente dell’
Emerging Markets Committee, che coordina le
attività di EY nei mercati emergenti.
Questa struttura snella è strumentale a migliorare
ulteriormente la portata globale e la fornitura di
servizi EY al fine di assicurare livelli di elevata
qualità e coerenza in tutto il mondo, con l’Executive
responsabile di un approccio globale su strategia,
qualità, gestione del rischio, pianificazione
aziendale, investimenti e priorità. Allo stesso
tempo, il nuovo modello operativo consentirà una
maggiore attenzione agli stakeholder nelle Region,
così da costruire relazioni più solide con i clienti e
gli altri stakeholder locali ed essere più pronti a
rispondere alle esigenze locali.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
5
Global Advisory Council
•
Il Global Advisory Council è il principale organo
consultivo dell’organizzazione globale di EY. Esso
comprende professionisti a livello di partner delle
member firm provenienti dalle quattro Aree e
rappresentanti non esecutivi indipendenti (“INE”).
iniziative relative al personale, inclusi i criteri e
i processi per l’ammissione, valutazione,
sviluppo, remunerazione e pensionamento dei
partner;
•
programmi di miglioramento della qualità e di
protezione;
•
proposte relative a materie regolamentari;
•
policy e guide per i servizi a clienti
internazionali, allo sviluppo del business, dei
mercati e del brand;
•
business plan, finanziamento di attività di
sviluppo e priorità d’investimento di EY;
•
rendicontazione finanziaria annuale e budget di
EYG;
Rappresentanti indipendenti non-esecutivi
•
raccomandazioni del Global Advisory Council;
I rappresentanti indipendenti non esecutivi ( “INE”),
di provenienza esterna ad EY, portano
all’organizzazione globale e al Global Advisory
Council i rilevanti benefici di prospettive e punti di
vista esterni. Ulteriori informazioni sugli INE di EY
si trovano nella successiva sezione.
•
qualsiasi altra proposta a sostegno degli
obiettivi globali.
I soci, che non ricoprono ruoli di management,
sono eletti dai propri pari per tre anni, con la
possibilità di essere rieletti per un ulteriore
mandato. Gli INE sono nominati da un apposito
comitato. Il Global Advisory Council svolge la sua
funzione consultiva nei confronti di EYG e
dell’organizzazione EY sulle policy, sulle strategie e
sugli aspetti di interesse pubblico relativi al loro
processo decisionale. Si richiede l’approvazione del
Global Advisory Council per numerose importanti
questioni relative all’attività di EY.
Inoltre, esso ha il potere di mediare e definire le
controversie tra member firm.
Global Executive Committee
Global Executive
Il Global Executive ricomprende la leadership di EY,
le funzioni di leadership, i servizi professionali e le
aree geografiche. È presieduto dal Presidente e
Chief Executive Officer di EYG ed include il Chief
Operating Officer, gli Area Managing Partner, i
Global leader funzionali cioè i Global Managing
Partner delle aree People, Markets, Quality & Risk
Management, Operations and Finance. Esso inoltre
include i Global Service line leader di Assurance,
Advisory, Tax e Transaction Advisory Services e il
Global leader per le ”Public Policy”. Il Global
Executive include, infine, un rappresentante dei
cosiddetti mercati emergenti.
Il Global Executive e il Global Advisory Council
approvano le nomine alla carica di Presidente, di
Chief Executive Officer e di Chief Operating Officer
di EYG. Essi inoltre ratificano la nomina dei Global
Managing Partner. Il Global Executive ratifica
inoltre le nomine dei Global Vice Chair. Il Global
Advisory Council ratifica la nomina di ogni Global
Vice Chair che fa parte anche del Global Executive.
Inoltre il Global Executive approva la nomina degli
Area Managing Partner, nomine soggette alla
ratifica del Global Advisory Council.
Le attribuzioni del Global Executive includono la
promozione degli obiettivi globali e lo sviluppo,
approvazione e, ove rilevante, l’attuazione di:
•
piani e strategie globali;
•
standard, policy e metodologie comuni da
promuovere nelle member firm;
Presieduti dai membri del Global Executive e
costituiti da rappresentanti delle quattro Aree, i
Global Executive Committee svolgono attività
consultiva nei confronti del Global Executive. I
Comitati riguardano le aree People, Quality & Risk
Management, Markets, Operations and Finance,
Assurance, Advisory, Tax e Transaction Advisory
Services.
Global Practice Group
Questo gruppo riunisce i membri del Global
Executive, dei Global Executive Committee e i
leader delle Region. Il Global Practice Group si
impegna a garantire un’intesa comune tra le
member firm di EY, la condivisione degli obiettivi
strategici e la coerenza nello svolgimento delle
attività all’interno dell’organizzazione.
EYG member firms
Secondo le regole di EYG, le member firm si
impegnano al raggiungimento degli obiettivi di EY,
quali la prestazione di servizi di elevata qualità, in
tutto il mondo. A tal fine, le member firm si
impegnano ad attuare le strategie ed i piani globali
e mantenere un livello minimo nella prestazione di
servizi professionali. E’ loro richiesto di conformarsi
a standard, metodologie e policy comuni, tra cui la
metodologia di revisione e quelle di qualità e risk
management, indipendenza , condivisione del
knowledge, risorse umane e tecnologia.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
6
Soprattutto, le member firm di EYG hanno preso
l’impegno di condurre i servizi professionali nel
rispetto dei principi etico-professionali applicabili e
di tutte le disposizioni di legge. Questo impegno
rivolto all’integrità e al “fare le cose giuste” è
sottolineato dal Global Code of Conduct e dai valori
di EY.
Oltre ad adottare i regolamenti di EY, le member
firm intrattengono diversi altri accordi per regolare
la propria partecipazione all’organizzazione EY,
quali il diritto e l’obbligo ad utilizzare il nome EY ed
a condividere la conoscenza.
Le member firm sono soggette a verifiche al fine di
valutarne il rispetto ed aderenza alle disposizioni
ed alle policy di EYG su temi quali l’indipendenza, la
qualità e il risk management, la metodologia di
revisione e le risorse umane. Laddove necessario,
si effettuano esami specifici su situazioni o
questioni che dovessero sorgere. Le member firm
che non sono in grado di soddisfare gli impegni alla
qualità e altre disposizioni di EYG sono passibili di
allontanamento dal network EY.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
7
Rappresentanti indipendenti non esecutivi
EY ha invitato personalità di spicco nei propri
rispettivi campi a livello mondiale a svolgere il ruolo
di rappresentanti indipendenti non esecutivi
(independent non-executive representatives - INE).
Essi rappresentano una voce diretta ed
indipendente ai più alti livelli di management,
forniscono punti di vista sugli interessi dei principali
stakeholder di EY e favoriscono l’oggettività
nell’ambito delle strutture di governance. Con
riferimento agli INE, EY segue il modello del UK
Audit Firm Governance Code, scegliendo
personalità rispettabili e che collettivamente
aumentano la fiducia degli stakeholder a motivo
della loro indipendenza, statura, esperienza e
specializzazione.
Gli INE di EY
Lim Hwee Hua
Lim Hwee Hua è stata ministro dello Stato di
Singapore per le Finanze ed i Trasporti. Oltre a
risultare la prima donna ad essere stata nominata
ministro nella storia dello Stato di Singapore, è
anche stata "donna mondiale dell'anno" secondo lo
Straits Times. Prima di entrare in politica Lim Hwee
Hua ha lavorato per Jardine Fleming e
successivamente è divenuta amministratore
delegato della Temasek Holdings.
Shyamala Gopinath
Gli INE sono nominati da un Comitato Nomine (INE
Nominating Committee), composto dal Presidente
di EYG, il partner che presiede il Global Advisory
Council e da altre persone da essi scelte. Le nomine
devono essere approvate dal Global Executive e
ratificate dal Global Advisory Council.
Shyamala Gopinath è stata vice governatore della
Reserve Bank of India (RBI), incarico che ha
ricoperto dal settembre 2004 al giugno 2011. È
entrata a far parte della RBI nel 1972 ed vi ha
lavorato ricoprendo diverse cariche, tra cui quella
di Direttore Esecutivo dal giugno 2003 fino alla sua
nomina come vice governatore. Ha anche lavorato
per due anni come delegata al Fondo Monetario
Internazionale.
Supporto
Sir Richard Lambert
Gli INE hanno diritto di ricevere tutte le
informazioni necessarie sulle attività globali. Per
garantire l’efficacia del lavoro di ciascun INE, essi
ricevono adeguato supporto amministrativo e il
rimborso di tutti i costi relativi all’assistenza
professionale indipendente che dovesse rendersi
necessaria.
Sir Richard Lambert è il Rettore dell'Università di
Warwick, un membro del Consiglio di Sorveglianza
per il Foreign and Commonwealth Office (UK), ex
direttore generale della Confederazion of British
Industry ed ex editore del Financial Times. Sir
Richard è stato nominato cavaliere per i servizi alle
imprese nel 2011 (comparendo il suo nominativo
nella lista dei New Year Honors).
Nomina
Mandato
Klaus Mangold
La durata del mandato di un INE è di 3 anni,
prorogabile di altri 3 anni per decisione del
Comitato Nomine e del Global Executive.
Controversie
La soluzione di eventuali controversie con gli INE
avviene attraverso la mediazione del Presidente di
EYG, con un processo di consultazioni e notifiche.
Nel caso in cui una controversia non venga risolta,
l’INE ha la facoltà di rimettere il mandato.
Klaus Mangold svolge la funzione di dirigente in
molte aziende, tra cui Alstom SA, Continental AG,
TUI AG, Metro AG e Rothschild GmbH. In passato ha
ricoperto il ruolo di dirigente in società quali
DaimlerChrysler Services AG ed è stato inoltre il
presidente del East-West Committee of German
Industry. E’ stato insignito del titolo di Comandante
della Legione d'Onore (Francia) ed è Professore
della European Business School.
Mark Olson
Indipendenza
EY ha adottato le regole di indipendenza applicabili
ai revisori, in quanto applicabili agli INE, nel loro
ruolo di membri del Global Advisory Council.
Le posizioni ricoperte da Mark Olson in passato
includono: Board Governor della Federal Reserve,
Presidente del PCAOB, direttore del personale del
US Senate Securities Sub-committee of the
Banking, Housing, and Urban Affairs Committee,
Presidente della American Bankers Association,
presidente di banca ed amministratore delegato. E'
stato un partner di EY nel periodo 1988-1999.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
8
L’impegno per la qualità
Infrastruttura al servizio della qualità
Il Global Managing Partner — Quality & Risk
Management (GMP —Q&RM) coordina le iniziative
dell’ organizzazione per le quattro linee di servizio
di EY: Assurance, Advisory, Tax and Transaction
Advisory Services.
Il GMP — Q&RM opera sotto la supervisione del
Chairman and Chief Executive Officer e del Chief
Operating Officer di EYG ed è un membro del Global
Executive. Le iniziative di Quality & Risk
Management nelle service line delle member firm
sono guidate da soci delle member firm, con il
supporto di altro personale professionale. Il GMP —
Q&RM ha anche la responsabilità di stabilire le
priorità di esecuzione delle attività di Q&RM in
maniera coerente a livello globale. Tali priorità sono
calate nelle member firm e la loro esecuzione è
monitorata attraverso un apposito programma di
Enterprise Risk Management.
Il Global Vice Chair — Assurance coordina la
l’adozione delle policy e procedure che regolano i
servizi di assurance da parte delle member firm e la
conformità di quest’ultime ad esse.
Il Global Vice Chair — Professional Practice, detto
anche Professional Practice Director (PPD), opera
sotto la supervisione del GMP — Q&RM e del Global
Vice Chair — Assurance e lavora direttamente con i
PPD di Area per stabilire le policy e procedure
globali di controllo di qualità. I PPD di Area operano
sotto la supervisione del Global PPD, del Q&RM
Leader di Area e dell’ Assurance Leader di Area. In
questo modo si intende rafforzare l’oggettività dei
processi di controllo di qualità della revisione e
della consultazione.
Il Global PPD e i PPD di Area sono anche
responsabili della conduzione e supervisione del
gruppo della Professional Practice, un newtork di
specialisti in materia di bilancio e di revisione a
livello globale e di Area, e svolgono varie attività di
monitoraggio e di risk management.
Il Global PPD sovrintende lo sviluppo della EY
Global Audit Methodology (EY GAM) e dei relativi
strumenti tecnologici al fine di assicurare la loro
coerenza con gli standard professionali e con le
disposizioni normative e regolamentari applicabili.
Il gruppo della Professional Practice sovrintende
anche lo sviluppo della guide operative, della
formazione e dei programmi e dei processi di
monitoraggio utilizzati dai professionisti delle
member firm al fine di eseguire la revisione in
maniera efficace e coerente. I PPD, unitamente agli
altri professionisti che collaborano con loro nelle
member firm, hanno conoscenza del personale, dei
clienti ed i processi di EY e sono prontamente
disponibili nei confronti degli engagement team per
la consultazione.
Laddove si riscontrasse l’esigenza di risorse
addizionali, il gruppo di Professional Practice può
contare su di un newtork di professionisti
specializzati in:
•
•
•
•
reporting sul sistema di controllo interno e
aspetti correlati della nostra metodologia di
revisione;
tematiche contabili, di revisione e di rischio
riferibili a specifici settori di attività;
tematiche specifiche connesse ad eventi, quali
la crisi finanziaria, conflittualità civile o politica,
debito sovrano e i relativi aspetti connessi al
trattamento contabile, all’informativa di bilancio
e alle connesse tematiche di revisione;
aspetti generali di gestione degli incarichi di
revisione e di rapporti con i Comitati per il
Controllo Interno e la Revisione Legale.
L’infrastruttura locale al servizio della qualità della
revisione è coordinata dal Professional Practice
Director Nazionale, che è responsabile della
conduzione e supervisione del gruppo della
Professional Practice, un newtork di specialisti in
materia di bilancio e di revisione che svolge varie
attività di monitoraggio e di risk management e
mantiene il coordinamento con le corrispondenti
infrastrutture di Region e di Area.
Nei paragrafi seguenti si descrivono le principali
componenti dei nostri programmi di controllo di
qualità della revisione:
•
•
•
•
•
•
•
•
•
infondere i valori professionali;
sistema di controllo interno della qualità;
accettazione e continuazione dei clienti;
svolgimento della revisione;
riesame e consultazione;
rotazione del socio responsabile della revisione;
controlli della qualità della revisione;
controllo esterno della qualità;
conformità a leggi e regolamenti.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
9
Infondere i valori professionali
Tone at the top
Code of conduct
Il nostro vertice aziendale ha la responsabilità di
definire il giusto “tone at the top” e di dimostrare
con il proprio comportamento e le proprie azioni
l’impegno di EY nell’intento di costruire un mondo
lavorativo migliore “Building a better working
world”. Comunichiamo al nostro personale che la
qualità e la responsabilità professionale cominciano
da loro. I nostri valori condivisi, che ispirano il
nostro personale e lo guidano nel “fare la cosa
giusta”, insieme al nostro impegno per la qualità,
sono parte di noi e di ogni cosa che facciamo.
Promuoviamo con tutti i nostri professionisti una
cultura di integrità e di attenzione alla qualità della
revisione. Il Codice Etico fornisce un insieme chiaro
di modelli e comportamenti per guidare le nostre
azioni e la nostra condotta professionale. Si articola
in cinque categorie comprendenti i principi guida
che devono essere applicati da tutte le persone di
EY Italia al fine di orientare il proprio
comportamento nelle seguenti aree di attività:
•
lavorare l’uno con l’altro;
Il nostro approccio all’etica professionale e
all’integrità è parte della nostra cultura della
consultazione, dei nostri programmi di formazione
e delle nostre comunicazioni interne. Il nostro
gruppo dirigente sottolinea regolarmente
l’importanza di sviluppare un lavoro di qualità,
rispettare gli standard professionali e le nostre
policy, di guidare con l’ esempio ed attraverso la
comunicazione. Inoltre il nostro programma di
controllo di qualità della revisione considera la
qualità del servizio professionale come importante
elemento per valutare e premiare tutti i nostri
professionisti.
•
lavorare con clienti e altri soggetti;
•
agire con integrità professionale;
•
mantenere obiettività e indipendenza;
•
rispettare il capitale intellettuale.
La nostra cultura sostiene con vigore la
collaborazione e pone un’enfasi particolare
sull’importanza della consultazione quando si tratta
di affrontare temi complessi o soggettivi di
revisione, di contabilità e bilancio, oltre a quelli
regolamentari di indipendenza. Riteniamo
importante assicurare che i nostri team e i nostri
clienti seguano il percorso della consultazione ed
enfatizziamo questi aspetti laddove necessario.
E’ nostro convincimento che nessun nostro
cliente sia da sé più importante della nostra
reputazione professionale e della reputazione di
ognuno dei nostri professionisti.
Attraverso le procedure di monitoraggio di
conformità al Codice Etico e con frequenti
comunicazioni, ci adoperiamo per creare un
ambiente che incoraggi tutto il personale ad agire
responsabilmente, anche nei casi in cui si debbano
riferire comportamenti riprovevoli senza temere
conseguenze.
Oltre al Codice Globale di Comportamento (Codice
Etico), abbiamo anche policy specifiche contro la
corruzione e l’insider trading.
I nostri valori
Chi siamo
Persone che manifestano integrità, rispetto
e spirito di gruppo.
Persone con l’energia, l’entusiasmo e il
coraggio di essere leader.
Persone che costruiscono rapporti solidi,
fondati su ciò che è giusto fare.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
10
Sistema di controllo interno della qualità
E’ fondamentale per il nostro successo nella
professione di revisori legali indipendenti
mantenere la nostra reputazione nel fornire servizi
di revisione contabile di qualità, in maniera
indipendente, oggettiva ed etica. Continuiamo a
investire in iniziative volte a favorire obiettività,
indipendenza e scetticismo professionale,
caratteristiche essenziali per un’ attività di
revisione di qualità.
Il nostro ruolo è di esprimere il nostro giudizio
professionale sui bilanci delle società per le quali
svolgiamo l’attività di revisione legale. A tal fine
organizziamo gruppi di lavoro qualificati per fornire
i nostri servizi, attingendo alla nostra conoscenza
di diversi settori e servizi professionali. Ci
adoperiamo continuamente per migliorare i nostri
processi di gestione della qualità e del rischio in
modo che la qualità del nostro servizio sia
mantenuta costantemente ad un livello elevato.
Siamo consapevoli del fatto che nel panorama
odierno, caratterizzato dalla continua
globalizzazione e dal rapido movimento di capitali,
la qualità dei nostri servizi di revisione non è mai
stata così importante. EY continua ad investire
significativamente nello sviluppo della metodologia
di revisione, negli strumenti e nelle altre risorse
necessarie per fornire servizi di qualità. Si evidenza
così il nostro impegno a costruire un migliore modo
di lavorare, in particolare rafforzando la fiducia nei
mercati dei capitali e nel sistema economico
mondiale.
Il mercato e gli stakeholder continuano a richiedere
attività di revisione di qualità e, d’altra parte,
chiedono un servizio di revisione sempre più
efficiente ed efficace. EY continua nella ricerca di
soluzioni per migliorare l’efficacia e l’efficienza
della metodologia e dei processi di revisione,
mantenendone, allo stesso tempo, la qualità.
Vogliamo comprendere e analizzare le situazioni in
cui la qualità dei nostri servizi di revisione legale
potrebbe non essere allineata alle nostre
aspettative e a quelle degli stakeholder, incluse le
autorità di vigilanza. Per migliorare continuamente
la qualità dei servizi di revisione, cerchiamo di
trarre vantaggio dai risultati delle attività di
controllo interne ed esterne, al fine identificare le
opportunità di miglioramento della qualità.
Efficacia del sistema di controllo della qualità
EY ha definito e attivato una gamma completa di
policy e procedure di controllo della qualità della
revisione operanti a livello mondiale. Tali policy e
procedure rispondono ai requisiti degli Standard
Internazionali sul Controllo di Qualità emessi
dall’International Auditing and Assurance
Standards Board (IAASB). Abbiamo adottato tali
policy e procedure internazionali e le abbiamo
integrate per rispondere agli standard professionali
(quali ad esempio il Principio di Revisione 220 “Il
controllo della qualità del lavoro di revisione
contabile” raccomandato da Consob) e alla
normativa italiana nonché per affrontare esigenze
di mercato specifiche.
Abbiamo inoltre attuato il programma EY di
controllo della qualità della revisione, denominato
Audit Quality Review – AQR, e un programma di
verifiche di conformità interne. Annualmente si
valuta se il nostro sistema di controllo della qualità
della revisione abbia operato efficacemente, al fine
di fornire la ragionevole sicurezza che la Società e il
suo personale rispondano agli standard
professionali applicabili, a quelli di EY, così come ai
requisiti previsti dalla normativa.
I risultati del programma di AQR e dei controlli della
qualità interni ed esterni sono valutati e comunicati
internamente, per sostenere il processo di
miglioramento continuo della qualità della
revisione, in linea con i più elevati standard
professionali.
Il Global Executive ha la responsabilità di attuare i
programmi di miglioramento e protezione della
qualità e, in tale ruolo, rivede i risultati del nostro
programma AQR interno e gli esiti degli esami
esterni, unitamente alle principali azioni individuate
a fronte delle aree che richiedano miglioramenti.
I risultati di tale attività di monitoraggio, ci
forniscono gli elementi per concludere che i nostri
sistemi di controllo interni sono progettati in modo
appropriato e operano in modo efficace.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
11
Accettazione e continuazione dei clienti
La policy EY
Le policy di EYG di Client Acceptance and
Continuance definiscono i principi per decidere se
accettare, o meno, un nuovo cliente o un nuovo
incarico, o continuare un rapporto con un cliente
esistente. Questi sono principi fondamentali per
mantenere la qualità, gestire il rischio, proteggere il
nostro personale e soddisfare gli obblighi
regolamentari. Gli obiettivi della policy sono:
•
stabilire un processo rigoroso per decidere di
accettare nuovi clienti o incarichi o proseguire
negli incarichi già in essere;
•
soddisfare le regole di indipendenza applicabili;
•
identificare e affrontare in modo appropriato
eventuali conflitti di interesse;
•
identificare e interrompere le relazioni con
clienti che evidenziano un rischio ritenuto
eccessivo;
•
richiedere la consultazione con professionisti
designati, al fine di identificare procedure
aggiuntive di gestione del rischio a fronte di
fattori specifici di maggior rischio;
•
conformarsi alle disposizioni di legge,
regolamentari e alle norme professionali.
Inoltre, la Conflicts of Interest Policy di EYG
definisce i parametri globali delle categorie di
conflitti di interesse e individua il processo per
identificare potenziali conflitti di interesse e per
gestirli con tempestività ed efficienza attraverso
l’attivazione di misure di salvaguardia adeguate.
Tali misure di salvaguardia vanno dall’ottenimento
dell’assenso dei clienti a lavorare per altre entità o
alla decisione di non accettare un incarico, al fine di
evitare un conflitto di interesse identificato.
Applicazione della policy
Il Global Tool for Acceptance and Continuance
(GTAC), accessibile dalla intranet aziendale, è
utilizzato per coordinare in modo efficace le attività
di accettazione e mantenimento della clientela e
degli incarichi, nel rispetto delle policy di EYG, delle
service line e della member firm. GTAC
accompagna i suoi utilizzatori passo dopo passo,
attraverso i requisiti di accettazione e
mantenimento, e collega le risorse e le informazioni
necessarie per accertare sia le opportunità sia i
rischi associati.
Questo processo comporta un’attenta
considerazione delle caratteristiche di rischio del
futuro cliente e determinate procedure di due
diligence. Prima di accettare un nuovo incarico o un
nuovo cliente, infatti, valutiamo se possiamo
disporre di risorse sufficienti per fornire un servizio
di qualità, specialmente in aree altamente tecniche,
e, inoltre, se sia appropriato fornire i servizi che il
cliente richiede. Il processo di approvazione è
rigoroso e non è possibile accettare nuovi incarichi
di revisione di Enti di Interesse Pubblico senza
l’approvazione di un nostro Professional Practice
Director (PPD).
Nel processo annuale di client continuance
rivediamo i servizi offerti e la capacità di
continuare a fornire servizi di qualità, e
confermiamo i clienti che condividono il nostro
impegno per la qualità e la trasparenza
dell’informativa finanziaria. Il partner responsabile
di ciascun incarico di revisione rivede annualmente
con la leadership il rapporto con i clienti, per
decidere se sia appropriato continuare tale
relazione.
Close monitoring
In seguito a questo esame, si individuano gli
incarichi di revisione che richiedono attività
aggiuntive di supervisione durante la revisione
nonché clienti di revisione per cui sia opportuno
risolvere l’incarico. Analogamente al processo di
accettazione dei clienti, un nostro PPD partecipa al
processo di client continuance e concorda sulle
decisioni di prosecuzione del rapporto con i clienti
attuali.
Le decisioni di accettazione e di mantenimento di
ciascun cliente si basano sulla valutazione
dell’engagement team su eventuali pressioni da
parte del management del cliente, volte a fare
accettare politiche contabili o di reporting che
potrebbero minare la qualità. Le considerazioni e le
conclusioni sull’integrità del management sono
quindi essenziali per le decisioni inerenti
l’accettazione o la prosecuzione dell’incarico.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
12
Svolgimento della revisione
Metodologia di revisione
La metodologia di revisione di EY (Global Audit
Methodology, di seguito “EY GAM”) fornisce un
framework globale per erogare servizi di revisione
di qualità, attraverso l’applicazione coerente, per
tutti gli incarichi di revisione, di processi logici,
valutazioni e procedure di revisione. Uno dei punti
chiave della metodologia consiste nell’effettuare (e
riconsiderare nel corso della revisione laddove
ritenuto appropriato) la valutazione del rischio e
quindi nel determinare la natura, la tempistica e
l’ampiezza delle procedure di revisione basate su
tale valutazione. La EY GAM pone una particolare
enfasi sull’adozione dell’opportuno scetticismo
professionale nell’esecuzione delle procedure di
revisione. La EY GAM è basata sugli International
Standards on Auditing (ISA) ed è stata integrata in
Italia per rispondere agli standard di revisione
italiani ed ai requisiti normativi previsti dalla legge.
La EY GAM è una metodologia completa,
organizzata in fasi interdipendenti impostate con
una focalizzazione sui rischi di business e sui rischi
del bilancio del cliente, nonché su come tali rischi
influenzino la revisione del bilancio. La EY GAM si
articola in tre componenti chiave: le regole; le
guide applicative e i relativi moduli; modelli ed
esempi. Le regole riflettono il tipico flusso
dell’esecuzione di una revisione. I “GAM
supplement” forniscono regole e guide operative
applicabili a situazioni e circostanze specifiche che
potrebbero verificarsi nel corso della revisione. I
moduli, i modelli e gli esempi includono casi
illustrativi e assistono nell’esecuzione e nella
documentazione delle procedure di revisione.
Miglioramenti della metodologia di revisione sono
apportati in via sistematica, in relazione
all’adozione di nuovi principi, all’emersione di
specifiche tematiche di revisione, all’esperienza
maturata nella sua applicazione e ai risultati delle
attività di controllo interno ed esterno. Ad esempio,
EY GAM è stata aggiornata a seguito della
pubblicazione del principio di revisione
internazionale ISA 610, Using the Work of Internal
Auditors. Inoltre, EY ha recentemente adottato un
nuovo approccio di revisione adattato al mercato
delle piccole e medie aziende private, nel rispetto
dei principi di revisione internazionali.
Inoltre, monitoriamo costantemente gli sviluppi e le
novità e informiamo tempestivamente i
professionisti nel periodo di pianificazione della
revisione e in altre occasioni durante l’anno. Con
queste informative enfatizziamo gli argomenti
trattati nel corso di ispezioni e altri temi di rilevante
interesse per l’ International Forum of Independent
Audit Regulators (IFIAR), quali, ad esempio, lo
scetticismo professionale, gli aspetti connessi alla
revisione nei gruppi, al riconoscimento dei ricavi e
all’attività di Engagement Quality Review.
La EY GAM richiede conformità ai principi etici, tra
cui l’indipendenza del team di revisione rispetto alla
società sottoposta a revisione legale.
Strumenti tecnologici
I nostri team di revisione hanno a disposizione
numerosi strumenti tecnologici per eseguire e
documentare il lavoro svolto in conformità con la
EY GAM. GAMx è il nostro principale strumento di
supporto alla revisione che facilita l’applicazione
uniforme della EY GAM e la documentazione della
revisione, rafforzando la nostra capacità di fornire
servizi di revisione di qualità. Lo strumento dà
accesso a database di knowledge (in tema di guide
e interpretazioni dei principi di revisione), a
standard professionali, modelli di documentazione
e altri strumenti necessari all’esecuzione e
documentazione di una revisione basata sull’analisi
del rischio. GAMx è un ambiente che favorisce la
collaborazione nel team e facilita la condivisione di
informazioni e della documentazione delle
procedure e delle relative conclusioni. GAMx inoltre
permette una comunicazione sicura, in modo che il
nostro personale possa lavorare insieme, anche a
distanza,come se si trovasse sempre nello stesso
luogo. I team di revisione utilizzano anche altri
software applicativi e moduli standard nelle varie
fasi della revisione che assistono nell’esecuzione e
nella documentazione della revisione,
nell’acquisizione di dati e nelle analisi di essi.
EY ha reso disponibili determinati strumenti di data
analysis da utilizzare nella revisione. Tali strumenti
assistono gli audit team nelle analisi dei dati dei
clienti, nell’integrazione dei nostri processi di
valutazione del rischio e nell’individuazione delle
transazioni a maggior rischio da sottoporre ad
ulteriori verifiche.
Formazione del team di revisione
Le nostre policy richiedono una valutazione
annuale degli incarichi di ciascun partner da parte
della nostra Assurance Leadership e del PPD, al fine
di riesaminare il profilo di rischio ed assicurare che
i professionisti che conducono incarichi di revisione
di società quotate possiedano competenze
appropriate, ossia quelle conoscenze e capacità
professionali necessarie per adempiere al proprio
incarico, e siano conformi alle disposizioni in tema
di rotazione del revisore.
L’assegnazione del personale ai team di revisione è
anche effettuata sotto la direzione della nostra
leadership. I fattori considerati per l’assegnazione
al team di revisione includono: competenza,
dimensioni e complessità dell’incarico, conoscenza
specialistica e esperienza di settore, tempistica del
lavoro, continuità e opportunità per la formazione
sul campo.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
13
Nel caso di incarichi più complessi, si valuta inoltre
se sia necessario rafforzare o integrare il team di
revisione con risorse specializzate.
In molti casi, specialisti interni sono assegnati al
team di revisione per assisterlo nell’esecuzione
delle procedure di revisione e nell’ottenere
evidenze di audit appropriate.
Questi professionisti sono utilizzati in situazioni che
richiedono competenze o conoscenze particolari,
nell’ambito dei sistemi informativi, delle valutazioni
di specifiche poste del bilancio e analisi attuariali.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
14
Riesame e consultazione
Riesame del lavoro di revisione
Le nostre policy definiscono le regole di una
partecipazione tempestiva e diretta dei partner e
dei manager (gli executive) nel processo di
revisione così come nei vari livelli di riesame del
lavoro svolto. I membri del team di revisione con
ruolo di supervisione eseguono un riesame
dettagliato dell’accuratezza e completezza della
documentazione della revisione, mentre gli
executive effettuano un riesame di secondo livello
in relazione all’adeguatezza del lavoro di revisione
nel suo complesso nonché degli aspetti di
presentazione di bilancio. Laddove sia richiesto
l’intervento di uno specialista dell’area fiscale nello
svolgimento dell’ attività di revisione questi rivede
le carte di lavoro relative alle imposte e altre carte
di lavoro rilevanti. Un secondo partner è
responsabile dell’ Engagement Quality Review delle
società quotate e di determinate altre società
(descritto di seguito); questi effettua un riesame
delle aree della revisione più significative, del
bilancio della società e della nostra relazione di
revisione. La natura, la tempistica e l’estensione del
riesame del lavoro dipendono da molti fattori tra
cui la significatività, la soggettività e la complessità
dell’argomento, tra i quali:
•
il rischio, la materialità, la soggettività e la
complessità dell’argomento;
•
la capacità e l’esperienza dei membri del team
di revisione nella preparazione della
documentazione della revisione;
•
Il livello di partecipazione diretta del reviewer
alla revisione;
•
l’eventuale accesso alla consultazione.
Le nostre policy descrivono inoltre i ruoli e le
responsabilità di ciascun membro del team di
revisione e le disposizioni relative alla
documentazione del lavoro e delle conclusioni.
Disposizioni per la consultazione
Le nostre policy di consultazione si fondano sulla
cultura della consultazione, e in tal senso si
incoraggiano i professionisti a condividere le
posizioni su tematiche complesse che riguardano il
bilancio, la revisione e il reporting. Le disposizioni
in materia di consultazione e le relative policy sono
costruite per interessare le risorse giuste, al fine di
consentire al team di revisione di raggiungere le
conclusioni appropriate.
La consultazione è parte integrante del
processo decisionale e non solo un processo per
fornire assistenza.
Nel caso di tematiche complesse o sensibili,
seguiamo un processo consultivo formale al di fuori
dell’audit team, con il coinvolgimento di altro
personale con maggiore esperienza o
specializzazione settoriale, principalmente tra il
personale della Professional Practice e dell’
Independence. Nell’interesse dell’oggettività e dello
scetticismo professionale, le policy EY non
consentono ai membri della Professional Practice,
dell’ Independence e a determinati altri soggetti di
partecipare ad una consultazione, laddove siano o
siano stati impegnati per un determinato periodo di
tempo sul cliente cui la consultazione si riferisce.
Le nostre policy sulla consultazione richiedono che
le consultazioni siano documentate e che sia
ottenuto il consenso scritto della persona o delle
persone consultate, al fine di dimostrare la loro
comprensione della tematica e la sua soluzione.
Controlli della qualità dell’incarico di revisione
(“Engagement Quality Review”)
I controlli della qualità dell’incarico, eseguiti in
conformità con gli standard professionali sotto la
responsabilità di un audit partner, sono effettuati
con riferimento agli incarichi relativi a tutte le
società quotate ed a quelle considerate a più alto
rischio. Gli engagement quality reviewer sono
professionisti con esperienza e conoscenza della
materia, indipendenti dal team di revisione e in
grado di fornire un’ulteriore valutazione oggettiva
di questioni significative di contabilità e bilancio, di
revisione e di reporting. Il controllo della qualità
dell’incarico è un’attività che generalmente
accompagna l’intero ciclo dell’incarico e non è
limitata al solo esame del bilancio in occasione
dell’emissione della relazione di revisione. Le policy
e le procedure per l’esecuzione e la
documentazione dei controlli della qualità
dell’incarico forniscono linee guida specifiche sulla
natura, tempistica ed estensione delle procedure da
eseguire. Il nostro PPD rivede e approva le
assegnazioni dei controlli della qualità dell’incarico
di revisione di bilancio delle società quotate e di
quelle società ritenute a più alto rischio.
Processo di risoluzione dei disaccordi
professionali
EY ha una cultura collaborativa che incoraggia il
personale a esporre chiaramente il proprio punto di
vista, senza timore di ritorsioni, in caso di
disaccordo professionale o di disagio su argomenti
relativi ad un incarico professionale. Le policy e le
procedure sono impostate per sostenere il nostro
personale, chiedendo ai membri del team di
revisione di esprimere eventuali disaccordi ritenuti
sostanziali con riferimento a tematiche contabili e
di bilancio, di revisione e di reporting.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
15
Queste policy sono presentate e condivise al
momento dell’ingresso dei professionisti in EY e
sono successivamente richiamate per rafforzare
nelle nostre persone la responsabilità e
l’autorevolezza.
Le eventuali divergenze di giudizio professionale
che dovessero sorgere nell’attività di revisione sono
di norma risolte all’interno del team di revisione ed
in ogni caso affrontate seguendo le indicazioni
contenute nelle policy in materia di risoluzione dei
disaccordi professionali. Se l’engagement quality
reviewer formula raccomandazioni che non
vengono accettate dal socio responsabile
dell’incarico non è possibile emettere la relazione di
revisione fino a quando le cause delle divergenze
non siano state affrontate e le parti non siano
addivenute ad una soluzione di comune accordo. Le
nostre disposizioni in materia di risoluzione dei
disaccordi professionali ne prevedono la
documentazione, come per le consultazioni.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
16
Rotazione del socio responsabile della revisione
La rotazione obbligatoria del partner responsabile
della revisione è una delle misure che applichiamo
per rafforzare l’indipendenza dei revisori. Ci
atteniamo alle disposizioni previste dalla legge e
dal codice dell’International Ethic Standards Board
for Accountants (IESBA) e dalla U.S. Securities and
Exchange Commission (SEC), ove richiesto, con
riferimento alla rotazione dei partner di revisione
(partner rotation). Siamo a favore della rotazione
dei partner di revisione, in quanto essa fornisce una
prospettiva aggiornata e favorisce l’indipendenza
dal management del cliente, mantenendo
competenze e conoscenza del business. La
rotazione obbligatoria dei partner, unita alle regole
di indipendenza, ad un articolato sistema di
controllo della qualità e alla supervisione esterna
sull’attività di revisione, sono elementi rafforzativi
dell’indipendenza e dell’obiettività e sono
importanti misure di salvaguardia della qualità della
revisione.
Per gli Enti di Interesse Pubblico, l’art.17 del D. Lgs
39/2010 e la Global Independence Policy di EYG
impongono la rotazione del partner responsabile
della revisione dopo sette anni.
A seguito della rotazione, devono trascorrere
almeno due anni prima che il partner possa
nuovamente ricoprire il ruolo di partner
responsabile della revisione.
Per monitorare il rispetto delle regole della
rotazione dei partner, utilizziamo strumenti per
seguirne, nel tempo, gli incarichi. Abbiamo anche
attivato un processo di pianificazione della
rotazione dei partner che prevede l’approvazione
da parte delle funzioni Professional Practice e
Independence.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
17
Controlli della qualità della revisione (AQR)
Il programma Global Audit Quality Review (AQR) è
un caposaldo delle attività di EY per mantenere e
migliorare la qualità del lavoro di revisione.
Reconta Ernst & Young attua tale programma, ne
valuta i risultati e sviluppa azioni di risposta.
L’obiettivo principale del programma AQR è di
determinare se i sistemi dei controlli di qualità della
revisione, inclusi quelli di Reconta Ernst & Young,
siano impostati ed eseguiti correttamente negli
incarichi di revisione, al fine di fornire una
ragionevole sicurezza sulla conformità con le policy
e procedure, gli standard professionali e le norme
di legge o regolamentari. Il programma Global AQR
è conforme alle linee guida dell’International
Standard on Quality Control no.1 (ISQC N1) ed è
integrato per conformarsi agli standard
professionali e regolamentari italiani. Il programma
AQR supporta la nostra Società negli sforzi volti a
identificare le aree di miglioramento della nostra
performance e di rafforzamento delle nostre policy
e procedure.
Il programma AQR è svolto annualmente ed è
monitorato e coordinato dai membri del network
PPD, in coordinamento con il network globale
Q&RM.
Gli incarichi rivisti ogni anno sono selezionati
secondo un approccio basato sul rischio, tenuto
conto della dimensione, della complessità o della
rilevanza dell’interesse pubblico. Il programma
globale AQR include riesami dettagliati di un
campione significativo di incarichi di revisione di
società quotate e non quotate, per misurarne la
conformità con le policy e procedure interne, il
rispetto della metodologia di revisione EY GAM
nonché dei principi di revisione e delle disposizioni
normative di riferimento. Il programma include
anche un campione di incarichi diversi dalla
revisione legale, al fine di misurare la conformità
con gli applicabili standard professionali e policy
aziendali rilevanti per tali incarichi. Inoltre, esso
include verifiche sull’organizzazione (practice level
review) al fine di accertare la conformità con le
policy e procedure di controllo della qualità nelle
aree funzionali definite nel principio ISQC No. 1. Il
programma AQR si aggiunge alle attività esterne di
controllo della qualità, tra cui quelle di competenza
degli organi regolatori del mercato.
Ambiamo a tenere un elevato livello atteso di
qualità in tutti gli incarichi di revisione e ci
impegniamo a migliorare eventuali situazioni in cui
non si raggiunga tale attesa. Nel 2012 il
programma AQR ha riguardato 29 incarichi di
revisione, e i relativi finding sono stati ritenuti non
significativi. Gli esiti e gli eventuali rilievi delle
ispezioni interne e esterne sono analizzati al fine di
individuarne le cause, sviluppare piani di azione, al
fine di migliorare la qualità della revisione.
Eventuali rilievi o carenze emersi dai controlli di
qualità della revisione, al di là di quelli minori, sono
comunicati ai singoli partner anche se non
significativi.
I reviewer e team leader del programma AQR sono
selezionati in base alle loro capacità e competenze
professionali in tema di contabilità e bilancio, di
revisione e alla specializzazione di settore; essi
spesso hanno partecipato al programma di AQR
per diversi anni, e pertanto hanno maturato una
conoscenza approfondita del programma. I team
leader e i reviewer sono assegnati alle verifiche che
si svolgono in uffici diversi dall’ufficio di
appartenenza e sono indipendenti rispetto ai team
soggetti a verifica.
I risultati del programma globale AQR e del
controllo della qualità esterno, così come i risultati
delle attività di monitoraggio condotte da
professionisti del network italiano di EY, sono
valutati e comunicati, al fine di migliorare la
qualità. I piani di miglioramento della qualità
descrivono le azioni da attuare, i principali
responsabili, la tempistica e le scadenze e
richiedono la conferma delle azioni eseguite.
Misure mirate a risolvere problematiche di qualità
nella revisione evidenziate dal programma globale
di AQR o da controlli della qualità esterni o interni,
sono trattate dalla Assurance Leadership e dal
PPD, tenuto conto delle informazioni ricevute dal
gruppi di Q&RM. Le azioni identificate sono oggetto
di monitoraggio da parte del PPD e dei gruppi di
Q&RM. Questi programmi forniscono importanti
spunti per il controllo sulla nostra attività a
sostegno dei nostri continui sforzi volti al
miglioramento della qualità.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
18
Controllo esterno della qualità
L’attività di revisione di Reconta Ernst & Young è
soggetta a controlli della qualità da parte della
Consob su base triennale. Nell’ambito delle sue
verifiche, la Consob valuta il sistema di controllo
interno della qualità della Società anche con
riferimento all’indipendenza e alla formazione dei
revisori contabili, di cui ai due successivi paragrafi.
L’ultimo controllo della qualità da parte della
Consob si è concluso in data 17 marzo 2010.
Consideriamo con la dovuta attenzione il processo
di controllo della qualità di Consob e valutiamo
attentamente le tematiche affrontate nel corso
delle ispezioni al fine di identificare eventuali aree
di miglioramento della revisione. Il controllo
esterno della qualità, unitamente al nostro
processo di AQR, ci assiste nel mantenere i livelli
qualitativi della revisione e dei nostri processi di
controllo della qualità, nell’interesse degli
investitori e dei nostri stakeholder.
Informazioni sulla Consob possono essere reperite
sul sito www.consob.it.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
19
Conformità a leggi e regolamenti
Il Global Code of Conduct contiene un chiaro
insieme di regole volte a guidare le nostre azioni e
la gestione degli affari. Reconta Ernst & Young
opera in conformità con le norme di legge e
regolamentari applicabili e i valori di EY
sottolineano il nostro impegno nel “fare le cose
giuste”. Questo importante impegno è inquadrato
in diverse policy e procedure, che includono:
Anti-bribery
La policy globale di EY in materia di anticorruzione
(Anti-bribery Policy), integrata dalle linee guida e
principi generali di comportamento che discendono
dall’adozione di un modello di organizzazione,
gestione e controllo ex legge 231/2001, fornisce al
nostro personale le indicazioni su determinate
attività non etiche o illegali ed enfatizza gli obblighi
del nostro personale di rispettare le leggi anti
corruzione, fornendo, al contempo, una più ampia
definizione di casi che potrebbero rappresentare
attività corruttiva. La policy inoltre identifica le
responsabilità di segnalazione laddove fosse
scoperto un caso di corruzione.
Insider trading
La policy globale di EY in materia di Insider Trading
riconferma il divieto per il nostro personale di
trattare titoli associabili a informazioni privilegiate
e fornisce informazioni su che cosa si intende per
informazioni privilegiate e identifica i soggetti da
consultare nel caso in cui sorgessero dubbi sulle
responsabilità dei singoli. Inoltre, abbiamo adottato
una specifica policy locale per meglio trattare le
specifiche disposizioni in materia applicabili in
Italia.
Data privacy
La policy globale in materia di Personal Data
Privacy definisce i principi da applicare nell’utilizzo
e nella protezione di dati personali, inclusi quelli
relativi al personale attuale, passato e previsto,
clienti, fornitori e consulenti. Questa policy è
conforme alle normative applicabili in materia di
protezione e confidenzialità dei dati personali
rivolte ai soggetti che acquisiscono o detengono
tali dati. Essa rappresenta il fondamento per
assicurare la confidenzialità di tutti i dati personali
acquisiti da Reconta Ernst & Young. Anche in tale
caso, abbiamo adottato una specifica policy locale
per meglio trattare le specifiche disposizioni in
materia applicabili in Italia.
Antiriclaggio
La policy locale per il rispetto della normativa
vigente in tema di antiriciclaggio recepisce le
disposizioni Consob in materia. La policy illustra le
linee organizzative per la verifica della clientela,
l’archiviazione delle informazioni nonché per la
segnalazione delle eventuali operazioni sospette ed
infrazioni. La policy si prefigge inoltre l’obiettivo di
definire modelli omogenei di comportamento per
l’esecuzione degli adempimenti previsti e di
supportare l’osservanza della normativa sulla
privacy. La policy definisce ruoli e responsabilità e
si applica a tutte le prestazioni professionali rese
dalla Società ad eccezione di docenze, incluse
attività di formazione a corsi e convegni, ed
incarichi conferiti dall’autorità giudiziaria.
Conservazione dei documenti
La policy globale in materia di conservazione dei
documenti, integrata con le specifiche riferite
all’Italia, si applica a tutto il personale professionale
e di supporto. La policy enfatizza il fatto che tutti i
documenti devono essere conservati non appena si
venga a conoscenza di una richiesta, o di una
prevedibile richiesta, di danni, citazione,
investigazione o di provvedimenti di autorità che
riguardino noi o nostri clienti con riferimento al
nostro lavoro. Essa inoltre tratta le disposizioni
italiane riguardati la creazione e il mantenimento
delle carte di lavoro relative al lavoro di revisione.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
20
L’indipendenza
Le policy e i processi di indipendenza di EY sono
impostati per permettere a Reconta Ernst & Young,
al suo personale ed ai suoi professionisti di
conformarsi agli standard di indipendenza
applicabili a incarichi specifici, inclusi, ad esempio,
gli standard di indipendenza dell’International
Ethics Standards Board for Accountants (IESBA) e
dell’International Federation of Accountants (IFAC).
Per quanto attiene al contesto normativo
nazionale, essi consentono di uniformarsi a:
EYG Independence Policy
•
le norme di indipendenza stabilite nel Decreto
Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39;
Global Independence System
•
i principi in tema di indipendenza definiti nel
Principio di Revisione n. 100 – “Principi
sull’Indipendenza del Revisore” emanato dal
Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e
degli Esperti Contabili e raccomandato dalla
Consob, e
•
le norme in tema di incompatibilità definite nel
Regolamento di attuazione del Decreto
Legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, adottato
da Consob con delibera n. 11971 del 14 maggio
1999 e successive modifiche e integrazioni, per
gli incarichi di revisione contabile conferiti da
società quotate e da altre entità soggette alle
disposizioni del citato Decreto.
Consideriamo e valutiamo l’indipendenza sotto
molti aspetti rilevanti, tra i quali le relazioni
finanziarie e quelle con il nostro personale, i
rapporti di lavoro subordinato e autonomo, le
relazioni di affari, l’ammissibilità di servizi diversi
dalla revisione, la rotazione dei partner, gli accordi
per definire gli onorari, l’approvazione preventiva
dei competenti organi di governance dei clienti, ove
applicabile, la remunerazione dei partner.
Il mancato rispetto delle disposizioni in materia
di indipendenza viene considerato nelle decisioni
riguardanti l’avanzamento professionale e la
remunerazione e può condurre ad altre misure
disciplinari.
Sono stati sviluppati diversi strumenti applicativi e
procedure a livello di EYG per supportare la nostra
Società, i nostri professionisti e collaboratori nel
rispondere alle regole di indipendenza.
La policy di EYG in materia di indipendenza
contiene le regole di indipendenza per le member
firm, i professionisti e il personale. Si tratta di una
policy rigorosa, declinata sul codice di
indipendenza IESBA, con requisiti più restrittivi
laddove prescritto dalla normativa locale. La policy
contiene inoltre una guida prontamente accessibile
e consultabile attraverso la intranet di EY.
Il Global Independence System (GIS) è uno
strumento accessibile dalla intranet aziendale
utilizzato per individuare gli Enti di Interesse
Pubblico, nei confronti dei quali si rendono
applicabili le regole di indipendenza e le restrizioni
che riguardano ciascuno di essi. Molti casi
riguardano società quotate e loro controllate,
controllanti o società sottoposte a comune
controllo, ma possono esservi anche altre tipologie
di clienti di revisione. Lo strumento include i dati
della struttura societaria dei gruppi di interesse
pubblico nostri clienti di revisione ed è aggiornato
periodicamente dai singoli team. I dati dei clienti
includono annotazioni che indicano le regole di
indipendenza applicabili all’Ente di Interesse
Pubblico, al fine di assistere i team nell’individuare
le tipologie di servizi che possono essere forniti a
tali clienti.
Global Monitoring System
Il Global Monitoring System di EY (GMS) è un altro
importante strumento globale che assiste
nell’identificazione dei titoli “proibiti” e altri
investimenti finanziari non consentiti. I
professionisti, dal livello di manager o superiore,
sono tenuti a dichiarare nel GMS i titoli detenuti da
loro stessi o dagli stretti familiari. Quando un
professionista inserisce nel GMS un titolo
“proibito”, riceve una notifica ed è tenuto a
disinvestire il titolo.
Le violazioni di norme regolamentari identificate
sono riportate nel Global Independence Incident
Reporting System (GIIRS).
Il GMS facilita inoltre l’ottenimento della conferma
annuale e trimestrale di conformità alle procedure
di indipendenza di EY, come descritto in maggior
dettaglio di seguito.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
21
Conformità alle regole di indipendenza
Global Independence learning
EY ha stabilito una serie di processi e programmi
con l’obiettivo di monitorare la conformità ai
requisiti di indipendenza dei professionisti e delle
member firm di EY. Questi includono le seguenti
attività, programmi e processi:
EY sviluppa e rende disponibili una ampia gamma di
programmi di formazione sull’ indipendenza. Si
richiede a tutti i professionisti e a determinati altri
dipendenti di partecipare al programma annuale di
formazione sull’indipendenza al fine di assicurare il
mantenimento dell’indipendenza dalle società che
ci hanno incaricato della revisione.
Conferme di indipendenza
La tempestiva e accurata compilazione delle
conferme di indipendenza annuale e trimestrale
rappresenta una elevata priorità per una leadership
responsabile.
Partecipiamo ad un processo a livello di Area che
prevede la conferma annuale della conformità con
la EYG Independence Policy ed il riporto delle
eventuali deviazioni identificate.
Tutto il personale professionale EY e determinate
altre figure, tenuto conto dei ruoli ricoperti e delle
funzioni esercitate, deve confermare annualmente
il rispetto delle policy e procedure in materia di
indipendenza; i partner sono tenuti a tale conferma
su base trimestrale.
Global Independence Compliance Reviews
EY esegue una serie di verifiche e di visite alle
member firm per valutare la conformità rispetto
alle diverse problematiche di indipendenza, tra cui
le verifiche sui servizi diversi dalla revisione
contabile, le relazioni d’affari con le società da noi
sottoposte a revisione legale e le relazioni
finanziarie delle member firm.
Su base annua il Global Independence Team
definisce un programma di verifiche di conformità
sulle conferme personali di indipendenza,
riportando le informazioni nel GMS.
Il più recente Global Independence Compliance
Review completato si riferisce all’esercizio chiuso al
30 giugno 2012.
Servizi diversi dalla revisione
L’osservanza delle norme professionali, che
disciplinano la prestazione di servizi diversi dalla
revisione ai clienti sottoposti a revisione legale,
viene favorita da una serie di meccanismi che
includono l’uso di GTAC (già descritto in precedenza
a pagina 12) e del SORT (descritto in seguito), la
formazione, l’utilizzo di strumenti e procedure
obbligatorie da completarsi durante l’esecuzione di
lavori di revisione nonché processi interni di
verifica.
Abbiamo l’obiettivo di assistere il nostro
personale nella comprensione delle proprie
responsabilità e di mettere ciascuno di noi,
inclusa la nostra Società, in grado di essere
liberi da interessi che potrebbero essere
considerati come non compatibili con
l’obiettività, integrità e imparzialità richieste
per servire un cliente di revisione.
Il programma annuale di formazione
sull’indipendenza riguarda le regole di
indipendenza, in particolare con rifermento a
recenti cambiamenti nelle policy oltre ad argomenti
ricorrenti o importanti. Il puntuale completamento
della formazione annuale sull’indipendenza è
obbligatorio e viene monitorato con attenzione.
Oltre al programma annuale di formazione
sull’indipendenza, vi sono numerosi altri momenti
di formazione dedicati al tema, inseriti in altri
percorsi formativi, ad esempio, i corsi per nuovi
assunti e i programmi di formazione di base delle
diverse service line.
Service Offering Reference Tool (SORT)
Il nostro portafoglio di servizi viene valutato e
controllato su base continuativa, al fine di
accertare che gli stessi siano consentiti dalle nome
di legge e dagli standard professionali e che essi
utilizzino le giuste metodologie, processi e
procedure già nella fase di sviluppo di nuove
offerte di servizio. Laddove necessario,
interrompiamo o riduciamo l’ambito dei servizi che
potrebbero presentare rischi inopportuni di
indipendenza o di altro tipo. Il Service Offering
Reference Tool (SORT) fornisce al nostro personale
informazioni sui nostri servizi. Il SORT include una
guida sulle diverse tipologie di servizio che
possono essere fornite ai clienti di revisione o ad
altri clienti, sui temi di indipendenza e su altri
aspetti di gestione del rischio.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
22
Business Relationship Evaluation Tool (BRET)
Il BRET ci assiste nell’assicurare la conformità delle
nostre relazioni d’affari con le regole di
indipendenza riguardanti. Il nostro personale è
tenuto ad utilizzare il BRET al fine di valutare e
ottenere l’approvazione preventiva di potenziali
relazioni d’affari con un cliente di revisione.
I comitati per il controllo interno e la revisione
legale
EY riconosce l’importanza del ruolo del comitato
per il controllo interno e la revisione legale previsto
per gli Enti di Interesse Pubblico nella supervisione
dell’indipendenza del revisore. Un comitato per il
controllo interno indipendente e dotato di adeguati
poteri svolge un ruolo vitale per conto degli
azionisti, al fine di salvaguardare l’indipendenza del
revisore e prevenire i conflitti d’interesse.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
23
Creare team performanti
EY sta costruendo un mondo lavorativo migliore
(“Building a better working world”) per il suo
personale attraverso la selezione, la gestione e il
mantenimento dei migliori talenti e lo sviluppo di
team performanti e leader autorevoli.
Un obiettivo strategico è di attrarre e costruire
relazioni durature con un gruppo diversificato di
professionisti di talento nella revisione.
Andiamo orgogliosi della nostra cultura che
pone al centro il coinvolgimento delle persone e
siamo impegnati a fare ancora di più per favorire
lo sviluppo del nostro personale.
Selezione e assunzione
La ricerca di personale per la revisione parte dalle
università ed è integrata, ove necessario, con
l’assunzione di personale con precedente
esperienza lavorativa. I candidati vengono valutati
in base alle seguenti competenze:
•
competenze intellettuali;
•
doti di leadership;
•
capacità di lavorare in team e caratteristiche
personali;
•
motivazione;
•
capacità di comunicazione.
EY aspira a mantenere una cultura di primo piano
incentrata sulle persone, in ogni parte del mondo.
Riteniamo che la creazione di una cultura che
attrae, trattiene e sviluppa persone promettenti
conduca ad una migliore qualità del servizio.
Valutare le differenze e il coinvolgimento delle
persone
La forza lavoro globale sta diventando sempre più
diversificata, secondo una tendenza da seguire ed
incoraggiare. Per le organizzazioni globali come EY,
un aspetto importante per creare l'ambiente di
lavoro giusto è il focus sull’apertura a differenti
gruppi di persone. L'apertura è essenziale per
creare un mix lavorativo diversificato. Si tratta di
equità e di opportunità, di far sì che le differenze
siano valorizzate e che le persone di talento,
qualunque sia la loro provenienza e base di
formazione, possano crescere nella professione e di
garantire che le opportunità di sviluppo e progresso
siano disponibili per tutti sin dal primo giorno.
E' nostro motivo di orgoglio essere regolarmente
citati da organizzazioni esterne come azienda
leader nelle politiche del personale che favoriscono
la diversità e un ambiente di lavoro eccellente.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
24
Formazione continua dei revisori contabili
Professional development
Il framework EYU di sviluppo della carriera di EY
fornisce al nostro personale l’opportunità di
sviluppare le esperienze giuste, la formazione e il
coaching, per supportarlo nella crescita e nello
sviluppo del proprio potenziale.
La componente formativa di EYU si basa su un
curriculum formativo ampio e allineato a livello
mondiale, che aiuta tutto il nostro personale a
sviluppare le giuste competenze tecniche e doti
personali di leadership. I corsi base di formazione
sono integrati con programmi sviluppati per
affrontare i cambiamenti nei principi contabili e nei
principi di revisione, negli standard di indipendenza
e professionali ed analizzare le tematiche
emergenti. Ai nostri professionisti viene richiesto di
svolgere una formazione professionale continua
anche in conformità a quanto previsto dagli Ordini e
Albi professionali di appartenenza.
I corsi di base sono integrati con programmi
specifici per trattare le novità nei principi contabili
e di revisione, negli standard professionali, nelle
regole di indipendenza e di eventuale altra
normativa applicabile, nonché di argomenti di
attualità nella professione. Si richiede ai nostri
professionisti di impiegare un numero minimo di
ore alla formazione, secondo un piano con obiettivi
annuali e triennali in funzione del livello
professionale nel rispetto sia delle policy interne sia
delle disposizioni previste dai regolamenti e dai
contratti di lavoro.
Oltre alla formazione di stampo tradizionale, lo
sviluppo professionale avviene tramite coaching ed
esperienze ”sul campo”. Il coaching aiuta a tradurre
in pratica la conoscenza e l’esperienza. I
professionisti con esperienza hanno il compito di
guidare e sviluppare il personale con meno
esperienza per creare un ambiente in cui
l’apprendimento sia un continuum.
Gestione della performance
Un processo generale di gestione della
performance richiede al nostro personale di
impostare obiettivi, avere chiare aspettative
professionali, ricevere feedback e parlare della
propria performance. Il Performance Management
and Development Process (PMDP) è disegnato per
aiutare il nostro personale a crescere e ad avere
successo nella propria carriera. Nel PMDP si
combinano valutazioni periodiche della
performance sul lavoro, l’autovalutazione annuale e
la review annuale. Nel processo di review annuale,
ogni professionista, insieme al proprio counselor
(un professionista con più esperienza,
appositamente nominato per svolgere la funzione
di counseling) identificano le opportunità per un
ulteriore sviluppo. I professionisti e i loro counselor
sono guidati da un insieme di aspettative aziendali,
che si articolano in conoscenza, competenze e
comportamenti da mantenere e sviluppare a
seconda dei livelli professionali. Queste aspettative
derivano e sono in linea con la strategia globale e i
valori di EY.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
25
Knowledge e comunicazioni interne
Conosciamo l’ importanza di fornire agli audit team
informazioni aggiornate per assisterli
nell’affrontare le proprie responsabilità
professionali.
EY ha fatto investimenti significativi nei network di
knowledge e di comunicazione al fine di realizzare
una rapida diffusione delle informazioni, attraverso
applicazioni della intranet e via e-mail. Questi
sistemi danno accesso a centinaia di database di
knowledge, tra i quali, a titolo esemplificativo si
segnala:
•
Global Accounting & Auditing Information Tool
(GAAIT) è il principale strumento EY per la
ricerca di standard contabili e di revisione. Esso
include principi di revisione e principi contabili
locali ed internazionali nonché orientamenti
interpretativi;
•
Global Accounting and Auditing News è una
newsletter settimanale che fornisce una
copertura a livello globale sulle policy e
procedure Assurance, notizie dal International
Federation of Accounts (IFAC), e commenti ed
orientamenti interni in merito a sviluppi in
tematiche internazionali di tipo contabile, di
revisione e di indipendenza;
•
Accounting and Auditing News italiana è una
newsletter periodica predisposta per il solo uso
interno del personale professionale di EY e
riporta una selezione di documenti pubblicati da
varie entità esterne rilevanti per la professione,
nonché per rinforzare determinati aspetti già
trattati nelle Global Accounting and Auditing
News;
•
Your EY Daily News è una newsletter quotidiana
che riporta sulle ultime novità ed informazioni
circa EY ed i suoi servizi;
•
Perspectives è una rivista elettronica
trimestrale che fornisce aggiornamenti
strategici relativi a tutte le quattro service line
nonché le osservazioni e punti di vista sulle
questioni che interessano EY ed i suoi clienti;
•
EY Point of View and Overviews sono
pubblicazioni che forniscono una prospettiva
sulla attuale politica pubblica e sviluppi
regolamentativi importanti per la nostra
professione, gli stakeholder ed il mercato dei
capitali;
•
Practice alerts e webcast includono una
gamma di avvisi relativi a tematiche rilevanti
per la revisione, incluse informazioni sui
risultati dei controlli della qualità.
Le policy sul controllo della qualità, i manuali
operativi e altro materiale guida sono accessibili
attraverso la intranet aziendale. Questi elementi
favoriscono la coerenza, accuratezza, qualità e
accessibilità delle nostre comunicazioni interne ed
esterne e servono anche da strumento di risk
management. Queste informazioni, insieme con i
materiali guida di organizzazioni esterne, sono
oggetto di aggiornamento regolare e sono
mantenuti in formato elettronico ricercabile.
Sondaggi interni e miglioramento continuo
Raccogliamo regolarmente i dati dai vari processi di
controllo della qualità, come l’Audit Quality Review,
i processi di consultazione, nonché da altre fonti al
fine di migliorare ulteriormente le policy, le prassi e
la formazione. Integriamo inoltre questi dati con
indagini rivolte al nostro personale. La Global
People Survey misura cosa pensano le nostre
persone sulla cultura di EY e su come la Società
conduce l’attività di business, ciò rappresenta uno
dei migliori indicatori della attenzione riposta alla
qualità. I risultati da questo e dagli altri strumenti
di feedback aiutano ad identificare in quali aree la
Società si sta comportando bene e dove invece vi
siano spazi di miglioramento. Tali risultati aiutano
anche nella definizione di piani ed iniziative.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
26
Ricavi e remunerazione
Informazioni finanziarie
Le informazioni finanziarie di Reconta Ernst &
Young presentate di seguito riguardano i ricavi
della Società e i ricavi nei confronti di altre member
firm di EYG, escluse le spese addebitate ai clienti.
Tali importi riguardano i ricavi relativi alla revisione
e ad altri servizi.
Nella presentazione dei dati finanziari, effettuata
secondo le modalità richieste dalla normativa in
materia di trasparenza, si è anche tenuto conto
della classificazione dei ricavi prevista dalla
Comunicazione Consob n. 99009588 del 12
febbraio 1999.
Alla data di pubblicazione delle presenti
informazioni, il bilancio per l’esercizio chiuso al 30
giugno 2013 non risulta ancora approvato
dall’Assemblea degli azionisti di Reconta Ernst &
Young S.p.A..
Dati di sintesi per l’esercizio chiuso al 30 giugno
2013
Dati di sintesi per l’esercizio chiuso al 30 giugno
2012
Servizi
Servizi
Revisione
legale
Altri servizi
di verifica
Consulenza
fiscale
Altri servizi
diversi dalla
revisione
contabile
Totale
Ricavi (€ 000)
Percentuale
135.292
65,1%
64.548
31,1%
-
-
7.977
3,8%
207.817
100%
Ricavi (€ 000)
Revisione
legale
Altri servizi
di verifica
Consulenza
fiscale
Altri servizi
diversi dalla
revisione
contabile
Totale
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
Percentuale
125.973
64,2%
56.839
29,0%
-
-
13.290
6,8%
196.102
100%
27
Remunerazione dei soci
La qualità è al centro della nostra strategia
imprenditoriale ed è una componente chiave dei
nostri sistemi di gestione della performance. I soci e
gli altri professionisti sono valutati e retribuiti in
base a criteri che includono indicatori specifici di
gestione della qualità e del rischio e che riguardano
sia le azioni sia i risultati.
Il processo di Global Partner Performance
Management (GPPM) è un processo di valutazione
comune a livello globale per tutti i soci delle member
firm di EY in tutto il mondo. Esso richiama la
business agenda globale, collegando le loro
perfomance a più ampi obiettivi e valori. GPPM è un
processo continuo e ciclico che prevede la
definizione degli obiettivi, la pianificazione dello
sviluppo personale, la valutazione e il
riconoscimento della performance e la ricompensa.
Viene utilizzato come caposaldo del processo di
valutazione per documentare gli obiettivi e la
performance dei soci. Gli obiettivi dei partner
riflettono molteplici priorità globali, una delle quali è
la qualità.
La valutazione e la remunerazione del partner
responsabile della revisione, così come degli altri
partner che collaborano all’incarico di revisione,
non possono essere commisurate alla vendita di
altri servizi ai propri clienti sottoposti a revisione.
Misure specifiche della performance nella gestione
della qualità e del rischio sono state sviluppate per
tener conto di:
•
eccellenza tecnica;
•
applicazione dei nostri valori, dimostrata dai
comportamenti e atteggiamenti;
•
dimostrazione della conoscenza e della
leadership nella qualità e gestione del rischio;
•
conformità con le policy e le procedure;
•
conformità con leggi, regolamenti e doveri
professionali;
•
contribuzione alla protezione e miglioramento
del brand EY.
La nostra politica di remunerazione dei partner
prevede compensi che tengono conto della
performance di ciascun partner, misurata nel
processo GPPM. I soci sono valutati annualmente in
base alla loro performance nel fornire servizi di
qualità, nel guidare il personale, nel perseguire
l’eccellenza operativa e la leadership di mercato.
Il nostro sistema remunerativo è definito in modo
che la valutazione complessiva annuale di un
partner tenga nella dovuta considerazione la
valutazione della prospettiva della “qualità”.
Al fine di riconoscere valori diversi a seconda delle
abilità e dei ruoli, così come per attrarre e
mantenere professionisti di talento, nel determinare
la remunerazione complessiva si considerano anche
i seguenti attributi:
•
anzianità;
•
ruolo e responsabilità;
•
potenziale a lungo termine;
•
mobilità.
Casi di non conformità con gli standard qualitativi
comportano azioni correttive, dalla modifica della
remunerazione a specifici programmi di formazione
professionale, a una maggiore supervisione delle
attività professionali o ad una riassegnazione. Casi
di non conformità particolarmente gravi o ripetuti
possono comportare azioni che possono arrivare
fino all’allontanamento da EY.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
28
Le relazioni con i nostri stakeholder e con la comunità
Il dialogo con gli stakeholder
In qualità di revisori legali di società quotate e di
altri enti di interesse pubblico, siamo attenti
all’importanza del ruolo di interesse pubblico che
svolgiamo nel promuovere la fiducia nelle aziende,
nel mercato dei capitali e nel sistema economico.
Prendiamo seriamente queste responsabilità di
interesse pubblico e lavoriamo duramente per
mantenere un dialogo aperto e franco con i nostri
stakeholder nell’ambito del più ampio impegno a
costruire un migliore mondo lavorativo (“Building a
better working world”).
Il nostro ambiente è caratterizzato da un’ ampia
gamma di policy maker, inclusi i governi, organismi
di controllo, standard setter e organizzazioni
internazionali. Negli incontri con i nostri
stakeholder, presentiamo il nostro punto di vista e
ricerchiamo la migliore comprensione del loro.
Incoraggiamo i miglioramenti nei campi della
corporate governance, dell’informativa finanziaria
e in altri campi che potrebbero più in generale
influenzare i mercati dei capitali.
EY è sempre più attiva con organizzazioni globali
quali il Financial Stability Board, l’ International
Forum of Independent Audit Regulators, e il Basel
Committee on Banking Supervision. EY partecipa
inoltre a forum globali, quali il World Economic
Forum, che riuniscono leader di pensiero su
tematiche importanti per noi e per i nostri
stakeholder.
Attività del 2013 con stakeholder selezionati
Durante lo scorso anno le organizzazioni
internazionali e i policy makers nel mondo hanno
trattato diverse tematiche che influenzano la
nostra professione, tra le quali l’ indipendenza dei
revisori, la qualità della revisione e l’utilità
dell’informativa finanziaria. In molti ordinamenti
sono in corso discussioni su argomenti quali
l’estensione della relazione di revisione;
l’estensione dell’informativa di bilancio; rotazione
obbligatoria della società di revisione o procedura
di gara; aumento della trasparenza nei confronti
dei comitati per il controllo interno e la revisione
legale.
Tali opzioni sono critiche per mantenere la
rilevanza della revisione, l’attrattività e la
sostenibilità della professione di revisore e la
nostra capacità ad adempiere al nostro ruolo di
interesse pubblico.
EY nel 2013 ha tenuto incontri regolari con
investitori, organismi di controllo e altri policy
maker nei quali sono stati discussi questi
argomenti. Queste discussioni hanno evidenziato
l’importanza di una forte corporate governance
con un ruolo attivo e centrale dei comitati per il
controllo interno e la revisione legale, trasparenti
con gli azionisti nella loro attività di supervisione
del revisore esterno. Si evidenzia una forte
aspettativa di un cambiamento significativo che
porti un incremento nell’utilità e nel valore
informativo della relazione del revisore; in tal
senso, riteniamo che i revisori dovrebbero anche
evidenziare le situazioni e gli argomenti che,
secondo il loro giudizio, sono maggiormente
significative della revisione.
Tra i nostri principali stakeholder vi sono gli
investitori. In quest’ ultimo anno EY ha
intensificato il dialogo con gli investitori nel mondo
al fine di assicurare che in EY siano compresi i loro
punti di vista su materie quali la revisione,
l’informazione finanziaria, la corporate governance
e altre tematiche legate al mercato dei capitali. Per
esempio nel 2013 EY ha tenuto tre eventi con
investitori e vari stakeholder di vari paesi, a valle di
una serie di corrispondenti incontri organizzati dal
2011, con la finalità di incoraggiare le modalità di
miglioramento della corporate governance. In
alcune di queste discussioni sono stati trattati
argomenti specifici della corporate governance
mentre in altre si è data enfasi a particolari mercati
geografici o settori economici. Questi eventi sono
stati condotti e moderati in modo da incoraggiare
una franca discussione.
EY prosegue nella propria partecipazione al Global
Auditor Investor Dialogue, un network informale di
preminenti investitori istituzionali globali e di
grandi network di revisione diretto allo scambio di
opinioni su temi attuali nei campi dell’ informativa
finanziaria e della revisione contabile.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
29
EY è anche membro della Asian Corporate
Governance Association e membro attivo e sponsor
della International Corporate Governance Network.
Queste organizzazioni espandono le possibilità di
confrontarsi sulle prospettive di diversi investitori
e di altri e quindi di comprendere al meglio le
relative posizioni.
Per saperne di più
Una selezione di recenti documenti di thought
leadership è disponibile attraverso l’applicazione
EY Insights per dispostivi mobili e tablet nonché su
Twitter e altri social media.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
30
L’impegno con la comunità
Il nostro impegno a costruire un miglior mondo
lavorativo inizia con le nostre persone, il nostro
personale e si espande verso i nostri clienti ad altri
stakeholder presenti sul mercato. L’effetto netto di
questo impegno si traduce in un beneficio per le
diverse comunità nel mondo. Il nostro impatto più
significativo sulla società comune passa attraverso
il nostro supporto alla stabilità e crescita
economica globale e locale, coerentemente con
alcune delle principali questioni che si stanno
affrontando nel mondo.
EY sostiene organizzazioni e attività che
contribuiscono a costruire un miglior mondo
lavorativo a livello globale, regionale e locale.
Siamo fieri di partecipare al patto Global Compact
delle Nazioni Unite e siamo impegnati a sostenere i
suoi dieci principi universali nelle aree dei diritti
umani, standard lavorativi, tutela dell'ambiente e
lotta alla corruzione. EY riferisce annualmente
circa le attività svolte.
Sostegno alle comunità con donazioni
Diamo il nostro contributo a organizzazioni senza
scopo di lucro allineate alla nostra strategia di
corporate responsibility, oltre a quelle che trattano
i bisogni più impellenti delle comunità in cui
viviamo e lavoriamo.
Fondazione EY Italia Onlus nasce proprio dalla
volontà di consolidare l’ impegno EY Italia nel
miglioramento sostenibile del contesto sociale ed
economico in cui opera. Fondazione EY Italia Onlus
si focalizza in azioni di sviluppo e formazione,
identificando iniziative meritorie mirate a
promuovere talenti e alla managerializzazione delle
organizzazioni non profit, aiutando la crescita delle
competenze professionali come ad esempio il
progetto di formazione manageriale per giovani
haitiani Education & Enterpreneurship Italia-Haiti.
I 10 principi del Global Compact delle Nazioni
Unite
Diritti umani
1. Le aziende devono promuovere e rispettare i
diritti dell'uomo riconosciuti a livello
internazionale; e
2. Le aziende non devono rendersi complici di
violazioni dei diritti fondamentali.
Standard lavorativi
3. Le aziende devono rispettare l'esercizio della
libertà di associazione e riconoscere il diritto
alla negoziazione collettiva;
4. Eliminazione di tutte le forme di lavoro
forzato e obbligatorio;
5. Abolizione effettiva del lavoro minorile; e
6. Eliminazione della discriminazione in materia
d'impiego e di esercizio di una professione.
Tutela dell'ambiente
7. Promuovere un approccio prudente sui grandi
problemi che toccano l'ambiente;
8. Prendere delle iniziative a favore di pratiche
ambientali più responsabili; e
9. Incoraggiare la messa a punto e la diffusione
di tecnologie rispettose dell'ambiente.
Lotta alla corruzione
10. Le aziende devono agire contro la
corruzione in tutte le sue forme, ivi compresa
l'estorsione dei fondi e le tangenti.
Dimostrare responsabilità ambientale
Riteniamo che l’ impegno per un mondo “più verde”
possa venire anche da noi. In tal senso, ci mettiamo
in discussione al fine di lavorare in un una maniera
responsabile per l’ambiente, ricercando nuovi modi
per ridurre le nostre emissioni di anidride carbonica
ed i rifiuti prodotti.
EY prosegue nella costruzione di un proprio
sistema di misurazione e reporting delle emissioni
di gas serra generati dalle proprie attività. Con il
lavoro dei professionisti del team Climate Change
and Sustainability Services, EY ha definito una
metodologia globale per calcolare i propri impatti
ambientali. EY è alla ricerca di nuove modalità per
individuare ed applicare le migliori pratiche per
accrescere il proprio footprint ambientale globale.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
31
Dichiarazioni del Consiglio di Amministrazione ai sensi
dell’art. 18 del Decreto Legislativo 27 gennaio 2010 n. 39
Si dichiara, ai sensi di quanto richiesto dall’art. 18 del Decreto Legislativo 27 gennaio 2010 n. 39, che:
•
Il sistema di controllo interno della qualità adottato da Reconta Ernst & Young S.p.A. e descritto nella
sezione intitolata “Sistema di controllo interno della qualità“ della presente relazione ha l’obiettivo di
assicurare con ragionevole sicurezza che gli incarichi di revisione siano svolti in conformità alle norme
applicabili e ai principi tecnico-professionali di riferimento. Avuto riguardo al disegno e all’operatività
del sistema di controllo interno della qualità e ai risultati delle attività di monitoraggio svolte dalla
Società, anch’esse descritte nella medesima sezione della presente relazione, si ha motivo di ritenere
che esso abbia operato in modo efficace nel corso dell’esercizio sociale oggetto della presente
relazione.
•
Le misure adottate da Reconta Ernst & Young S.p.A. in materia di indipendenza, descritte nella sezione
intitolata “L’Indipendenza” della presente relazione, sono ritenute idonee a garantire il rispetto delle
disposizioni degli artt. 10 e 17 del Decreto Legislativo 27 gennaio 2010 n. 39. Nell’ambito di tali misure
rientrano anche le verifiche interne della conformità alle disposizioni in materia di indipendenza, che
sono state effettuate secondo modalità anch’esse descritte nella medesima sezione.
•
Le misure adottate da Reconta Ernst & Young S.p.A. in materia di formazione, descritte nella sezione
denominata “Formazione continua dei revisori contabili” della presente relazione, sono ritenute idonee
a garantire con ragionevole sicurezza, in attesa dell'emanazione delle previste norme regolamentari, il
rispetto delle disposizioni dell’art. 5 del Decreto Legislativo 27 gennaio 2010 n. 39 in materia di
formazione continua.
Per Il Consiglio di Amministrazione
Simone Scettri
Donato Iacovone
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
32
Appendice: elenco degli Enti di Interesse Pubblico oggetto di
revisione legale
In allegato alla presente relazione, si riporta
l’elenco degli Enti di Interesse Pubblico i cui bilanci
sono stati oggetto di revisione legale da parte di
Reconta Ernst & Young S.p.A. nell’esercizio sociale
chiuso al 30 giugno 2013.
Al fine di predisporre e pubblicare un elenco di Enti
di Interesse Pubblico che sia rappresentativo
dell’attività svolta dalla Società nel corso dell’ultimo
esercizio, coerentemente con gli esercizi
precedenti, si è ritenuto di applicare i seguenti
criteri:
•
•
@Logistic Reply S.r.l. (1)
A.C. Milan S.p.A. (2)
Abarth & C. S.p.A. (1)
Acciaierie Bertoli Safau S.p.A. (1)
Acea Ato2 S.p.A. (1)
Acea Ato5 S.p.A. (1)
Acea Distribuzione S.p.A. (1)
Acea Energia Holding S.p.A. (1)
Acea Energia S.p.A. (1)
Acea Gori Servizi S.c.a.r.l. (1)
Individuazione degli Enti di Interesse Pubblico:
gli enti di interesse pubblico sono stati
individuati applicando la definizione di cui
all’art. 16 del D. Lgs. 27 gennaio 2010, n. 39
agli incarichi di revisione svolti da Reconta
Ernst & Young S.p.A. nel corso del precedente
esercizio sociale.
Acea Reti e Servizi Energetici S.p.A. (1)
Incarichi di revisione legale: sono stati
considerati incarichi di revisione legale relativi
a: (i) enti di interesse pubblico, come sopra
richiamati e (ii) per le società controllanti,
controllate e soggette a comune controllo di
emittenti quotati, gli incarichi di revisione
conferiti ai sensi del D. Lgs. n. 58/1998 e del
Regolamento Emittenti.
ACSM-AGAM S.p.A.
ACEA S.p.A.
Acotel Group S.p.A.
Acotel S.p.A. (1)
Acque Blu Fiorentine S.p.A. (1)
ACSM-AGAM reti gas-acgua S.r.l. (1)
Actelios Solar S.p.A. (1)
Adenium SGR S.p.A.
ADR Advertising S.p.A. (1)
Adriano Finance 2 S.r.l.
Adriano Finance S.r.l.
Advanced Capital SGR S.p.A.
Advise Only Sim S.p.A.
Nota 1: Incarico conferito in applicazione dell'art.
165 del D. Lgs. n. 58/1998
Nota 2: Incarico conferito in applicazione dell'art.
165 bis del D. Lgs. n. 58/1998
Aedes Agency S.r.l. (1)
Aedes BPM SGR S.p.A.
Aedes Project S.r.l. in liquidazione (1)
Aedes S.p.A.
Aedilia Sviluppo 1 S.r.l. (1)
AEM S.p.A. (1)
Aertre S.p.A. (1)
AGOS-DUCATO S.p.A.
Agricart 4 Finance S.r.l.
Agrisecurities S.r.l.
Airest S.r.l. (1)
Akros Alternative Investments SGR S.p.A.
Aksia Group SGR S.p.A.
Aktive Reply S.r.l. (1)
Alika S.r.l. (2)
Althaea S.p.A. (1)
Altra S.p.A. (1)
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
33
Ambiente 2000 S.r.l. (1)
Banca Regionale Europea S.p.A.
Amgas Blu S.r.l. (1)
Banca Sai S.p.A.
Amit S.r.l. (1)
Banca Santo Stefano S.c. a r.l.
Amundi Real Estate Italia SGR S.p.A.
Banca Sviluppo S.p.A.
Amundi SGR S.p.A.
Banco di Brescia S.p.A.
Anima Sgr S.p.A.
Banco di San Giorgio S.p.A.
Archimede 1 S.p.A. (1)
Banco Emiliano Romagnolo S.p.A.
Argo Mortgage 2 S.r.l.
Banco Popolare Società Cooperativa S.c. a r.l.
Argo Mortgage S.r.l.
Bcc CreditoConsumo S.p.A. (1)
Aria S.p.A. (1)
BCC Factoring S.p.A.
AS.CA S.p.A. (1)
BCC Lease S.p.A.
Asco Holding S.p.A. (2)
Berica Vita S.p.A.
Asco TLC S.p.A. (1)
Best Union Company S.p.A.
Ascopiave S.p.A.
BG Fiduciaria Sim S.p.A.
Ascotrade S.p.A. (1)
BG SGR S.p.A.
ASG S.c.a.r.l. (2)
Bipitalia Residential S.r.l.
ASM Distribuzione Gas S.r.l. (1)
Bitmama S.r.l. (1)
Assicuratrice Val Piave S.p.A.
Blue Reply S.r.l. (1)
Assicurazioni Generali S.p.A.
BMI S.p.A. (1)
Assimoco S.p.A.
BP Mortgages S.r.l.
Assimoco Vita S.p.A.
BPL Mortgages S.r.l.
Astra V.I. S.p.A. (1)
BPM Covered Bond S.r.l. (1)
Atlas Reply S.r.l. (1)
BPM Securitisation 2 S.r.l.
Auto ABS S.p.A.
Bravosolution S.p.A. (1)
Automotive Lighting Italia S.p.A. (1)
Brindisi Servizi Generali S.c.a.r.l. (1)
Axia SGR S.p.A. già Lehman Brothers Asset
Management Italy SGR S.p.A.
BRUNELLO CUCINELLI S.p.A.
B&D Holding di Marco Drago e C. S.a.p.a. (2)
BSS Securitisation 1 S.r.l.
Bagnolo Power S.r.l. (1)
Business Reply S.r.l. (1)
Banca Akros S.p.A.
C.R.F. S.c.p.A. (1)
Banca Aletti & C. S.p.A.
Cà del Bosco S.r.l. - società agricola (1)
Banca Carige Italia S.p.A.
Ca' D'Oro 5 S.r.l. (2)
Banca Carige S.p.A.
Calcestruzzi S.p.A. (1)
Banca Cesare Ponti S.p.A.
Cam 2012 S.p.A. (1)
Banca del Monte di Lucca S.p.A.
Cam Partecipazioni S.p.A. (1)
Banca di Cividale S.p.A.
Camfin S.p.A.
Banca di Legnano S.p.A.
Cap Design S.p.A. (1)
Banca di Macerata S.p.A.
Carige Asset Management SGR S.p.A.
Banca Fideuram S.p.A.
CartaLis Imel S.p.A.
Banca Finnat Euramerica S.p.A.
Casaforte S.r.l.
Banca Generali S.p.A.
Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna S.p.A.
Banca ITB S.p.A.
Cassa di Risparmio della Spezia S.p.A.
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.
Cassa di Risparmio di Carrara S.p.A.
Banca Monte Parma S.p.A.
Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza S.p.A.
Banca Network Investimenti S.p.A.
Cassa di Risparmio di Savona S.p.A.
Banca Popolare di Cividale S.c.p.A.
Banca Popolare di Mantova S.p.A.
Cassa di sovvenzioni e risparmio fra il personale
della Banca D'Italia S.c.p.A. a r.l.
Banca Popolare di Marostica S.c. a r.l.
Cassa Lombarda s.p.A.
Banca Popolare di Milano S.c. a r.l.
Cassina S.p.A. (1)
Banca Popolare FriulAdria S.p.A.
Cattolica Previdenza S.p.A.
Banca Reale S.p.A.
Cattolica Services S.c.p.A. (1)
BSI Wealth & Family SIM S.p.A.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
34
Cementificio di Montalto S.p.A. (1)
Cremonini S.p.A. (2)
Centrale Immobiliare S.p.A. (1)
Crimo Italia S.r.l. (1)
Centro Ricerche Plastic-Optica S.p.A. (1)
CSP International Fashion Group S.p.A.
CEPAV (Consorzio Eni per l'Alta Velocità) Due (2)
Customer Service Center S.r.l. (1)
CEPAV (Consorzio Eni per l'Alta Velocità) Uno (2)
Damiani Manufacturing S.r.l. (1)
CFT Finanziaria S.p.A. (1)
Damiani S.p.A.
Charme Management S.r.l. (2)
Danieli & C. Officine Meccaniche S.p.A.
Charta S.r.l. (1)
Danieli Automation S.p.A. (1)
Che Banca! S.p.A.
Danieli Centro Combustion S.p.A. (1)
Chef Express S.p.A. (2)
Datalogic Automation S.r.l. (1)
Citylife S.r.l. (1)
Datalogic Mobile S.r.l. (1)
Civileasing S.p.A.
Datalogic S.p.A.
Clama S.r.l. (2)
De Agostini Communications S.p.A. (2)
Clessidra SGR S.p.A.
De Agostini Editore S.p.A. (2)
Climaveneta S.p.A. (1)
De Agostini S.p.A. (2)
Cluster Reply S.r.l. (1)
DeA Partecipazioni S.p.A. (2)
CNH Italia S.p.A. (1)
DeLclima S.p.A.
CNH Services S.r.l. (1)
De'Longhi Appliances S.r.l. (1)
CODEFIS S.c.p.A. (1)
De'Longhi Capital Services S.r.l. (1)
Cofactor S.p.A.
De'Longhi Radiator S.p.A. (1)
Collezioni Grandi Firme S.p.A. (1)
De'Longhi S.p.A.
Comau S.p.A. (1)
Deltatre S.p.A. (1)
Comocalor S.p.A. (1)
Denuke Società Consortile a responsabilità limitata
(1)
Compagnia Napoletana di Illuminazione e
Scaldamento col Gas S.p.A. (1)
DEPOSITO AVOGADRO S.r.l. (1)
Consorzio AgipGas Sabina (1)
Diadora Sport S.r.l. (2)
Consorzio Condeco Santapalomba (in liquidazione)
(1)
Dixia S.r.l. (1)
Consorzio Industriale Gas Naturale (1)
Drillmec S.p.A. (1)
Consorzio Sapro (1)
Duemme SGR S.p.A.
Costiero Gas Livorno S.p.A. (1)
e* finance consulting Reply S.r.l. (1)
CPG - Società di cartolarizzazione a r.l.
E.G.A. - Emiliana Grandi Alberghi S.r.l. (1)
CREA S.p.A. in liquidazione (1)
EASY DRIVE S.r.l. (1)
Credico Finance 10 S.r.l.
Ecofuel S.p.A. (1)
Credico Finance 11 S.r.l.
Ecosesto S.p.A. (1)
Credico finance 2 S.r.l.
Edilnord Gestioni S.r.l. in liquidazione (1)
Credico finance 3 S.r.l.
EDITRICE LA STAMPA S.p.A. (1)
Credico finance 4 S.r.l.
Eems Italia S.p.A.
Credico finance 5 S.r.l.
EGP Partecipazioni Speciali S.r.l. (1)
Credico finance 7 S.r.l.
EI Towers S.p.A.
Credico finance 8 S.r.l.
Elettroambiente S.p.A. (1)
Credico Finance 9 S.r.l.
Elettrobiomedicale S.r.l. (1)
Credico funding 3 S.r.l.
Elettronica Industriale S.p.A. (1)
Crédit Agricole Assicurazioni S.p.A.
Enel Distribuzione S.p.A. (1)
Crédit Agricole Leasing Italia S.r.l.
Enel Energia S.p.A. (1)
Crédit Agricole Vita S.p.A.
Enel Factor S.p.A.
Credit Lift S.p.A.
Enel Green Power Calabria S.r.l. (1)
Creditech S.p.A. (1)
Enel Green Power Puglia S.r.l. (1)
Creditis Servizi Finanziari S.p.A.
Enel Green Power S.p.A.
Credito Bergamasco S.p.A.
Enel Green Power Strambino Solar S.r.l. (1)
Cremofin S.r.l. (2)
Enel Ingegneria e Ricerca S.p.A. (1)
Domicapital S.r.l. (2)
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
35
Enel Produzione S.p.A. (1)
Fata Assicurazioni Danni S.p.A.
Enel S.p.A.
Fata Vita S.p.A.
Enel Servizi S.r.l. (1)
F-E Gold S.r.l. società unipersonale
Enel Servizio Elettrico S.p.A. (1)
Federfidi Lombarda S.c. a r.l. di Garanzia Collettiva
Fidi
Enel Sole S.r.l. (1)
Fedra Fiduciaria S.p.A.
Enel Trade S.p.A. (1)
Ferragamo Finanziaria S.p.A. (2)
Enelpower S.p.A. (1)
Enel-si Servizi Integrati S.r.l. (1)
Energia Eolica S.r.l. (1)
Ferragamo Parfums S.p.A. (1)
Ferrari Financial Services S.p.A. (1)
Ferrari GE.D. S.p.A. (1)
Enerlive S.r.l. (1)
Ferrari S.p.A. (1)
Enerxenia S.p.A. (1)
Eni Administration & Financial Service S.p.A. (1)
Eni Angola S.p.A. (1)
Eni Corporate University S.p.A. (1)
Eni East Africa S.p.A. (1)
Eni Fuel Centrosud S.p.A. (1)
Eni Fuel Nord S.p.A. (1)
Eni Medio Oriente S.p.A. (1)
Eni Mediterranea Idrocarburi S.p.A. (1)
Eni Rete Oil & Non Oil S.p.A. (1)
Eni S.p.A.
Eni Timor Leste S.p.A. (1)
Eni Trading & Shipping S.p.A. (1)
Eni West Africa S.p.A. (1)
Eni Zubair S.p.A. (1)
EniPower Mantova S.p.A. (1)
EniServizi S.p.A. (1)
Festa S.r.l. (1)
FGA Capital S.p.A.
FGA Investimenti S.p.A. (1)
FGA Russia S.r.l. (1)
FGM & CC S.p.A. (1)
Fiat Auto Var S.r.l. (1)
Fiat Center Italia S.p.A. (1)
Fiat Finance S.p.A. (1)
Fiat Gestione Partecipazioni S.p.A. (1)
Fiat Group Automobiles S.p.A. (1)
Fiat Group Purchasing S.r.l. (1)
Fiat I.T.E.M. S.p.A. (1)
Fiat Industrial Finance S.p.A. (1)
Fiat Industrial S.p.A.
Fiat Partecipazioni S.p.A (1)
Fiat Power.Technologies S.p.A. (1)
Fiat Revi S.c.p.A. (1)
Eolica Petralia S.r.l. (1)
Eolica Sud S.r.l. (1)
Fiat S.p.A.
Eolo 3W Minervino Murge S.r.l. (1)
Fiat Sepin S.c.p.A. (1)
ERG Eolica Adriatica S.r.l. (1)
ERG Eolica Campania S.r.l. (1)
ERG Eolica Fossa del Lupo S.r.l. (1)
ERG Eolica Ginestra S.r.l. (1)
ERG Renew S.p.A. (1)
Ergom Soffiaggio S.r.L. (1)
Esposito Servizi Ecologici S.r.l. (1)
Esprinet S.p.A.
Euphon Communication S.p.A. (1)
Eurizon Capital SGR S.p.A.
Eurotech S.p.A.
Fideuram Fiduciaria S.p.A. (1)
Fideuram Investimenti SGR S.p.A.
Fideuram Vita S.p.A.
FIDIA S.p.A.
Fidimpresa Liguria S.c.p.A. di garanzia collettiva
fidi
FIDIS S.p.A.
Fininvest S.p.A. (2)
Finmeria S.r.l. (2)
Finnat Fiduciaria S.p.A. (1)
Finnat Investments S.p.A. (1)
EXOR S.p.A.
Finn-Power Italia S.r.l. (1)
F - E Red S.r.l.
FABBRICA ITALIA MIRAFIORI S.p.A (1)
FABBRICA ITALIA POMIGLIANO S.p.A (1)
Fair Service Soc. Cons. a r.l. (1)
Falck Energy S.p.A. (2)
Falck Renewables Italia S.r.l. (1)
Falck Renewables S.p.A.
Falck S.p.A. (2)
Fiat Services S.p.A. (1)
Flycell Italia S.r.l. (1)
Fondiaria SAI S.p.A.
Fondo Italiano d'Investimento SGR S.p.A.
FPT Industrial S.p.A. (1)
Fraer Leasing S.p.A.
Gas Plus Italiana S.p.A. (1)
Gas Plus Reti S.p.A. (1)
Gas Plus S.p.A.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
36
Gas Plus Salso S.p.A. (1)
Gas Plus Vendite S.r.l. (1)
Ge.Se.Sa. S.p.A. (1)
Generali Business Solutions S.c.p.A.
Generali Immobiliare SGR S.p.A.
Generali Investments Italy SGR S.p.A.
Generali Properties S.p.A. (1)
Generali Real Estate S.p.A. (1)
Generali Thalia Investments Italy SGR S.p.A.
Genova Reti Gas S.r.l. (1)
Geopower Sardegna S.r.l. (1)
Geox Retail S.r.l. (1)
Ing. Luigi Conti Vecchi S.p.A. (1)
Iniziative Immobiliari 3 S.r.l. (1)
Insiel Mercato S.p.A. (1)
Intermonte BCC Private Equity SGR S.p.A.
Intesa Sanpaolo Assicura S.p.A.
Intesa Sanpaolo Previdenza Sim S.p.A.
Intesa Sanpaolo Vita S.p.A.
Investire Immobiliare SGR S.p.A.
IPS Sistemi Programmabili S.r.l. (1)
Irisbus Italia S.p.A. (1)
IrisCube Reply S.p.A. (1)
Geox S.p.A.
Giovanni Agnelli e C. S.a.p.az. (2)
Global Games S.p.A. (2)
Island Refinancing S.r.l.
Italfondiario S.p.A.
Italiana Assicurazioni S.p.A.
GNL Italia S.p.A. (1)
Golf Tolcinasco S.p.A. (1)
Gruppo Partecipazioni Industriali S.p.A. (2)
Gtech S.p.A.
Guardamiglio S.r.l. (2)
HB Communication S.r.l. (1)
Henderson Global Investors SGR S.p.A.
Hines Italia SGR S.p.A.
Itas Assicurazioni S.p.A.
ITAS Holding S.r.l.
Itas Istituto Trentino Alto Adige per Assicurazioni
Soc. Mutua di Assicurazioni
Itas Vita S.p.A.
ITEDI Italiana Edizioni S.p.A. (1)
Iveco Finanziaria S.p.A. (1)
Iveco Partecipazioni Finanziarie S.p.A. (1)
Hydra S.p.A. (2)
Hypo Vorarlberg Leasing S.p.A.
I Grandi Viaggi S.p.A.
Iveco S.p.A. (1)
Juventus Footbal Club S.p.A.
LaboratoRi S.p.A. (1)
Ibis S.p.A. (2)
Laboratorio Damiani S.r.l. (1)
Iccrea Banca S.p.A.
Iccrea BancaImpresa S.p.A.
Iccrea SME CART S.r.l.
Lambda S.r.l. (1)
Leasys S.p.A. (1)
Leone Arancio Finance S.r.l.
IDeA Fimit SGR S.p.A.
Idrocarburi Italiana S.r.l. (1)
Ieoc S.p.A. (1)
i-FAST Autom. Log. S.r.l. (1)
i-FAST Container Log. S.p.A. (1)
IFIT S.r.l. (2)
IGD Management S.r.l. (1)
IGV Club S.r.l. (1)
Liguria Società di Assicurazioni S.p.A.
LIR S.r.l. (2)
Lis Finanziaria S.p.A.
LNG Shipping S.p.A. (1)
Logos Finanziaria S.p.A.
Lotterie Nazionali S.r.l. (1)
Lottomatica Italia Servizi S.p.A. (1)
Lottomatica Scommesse S.r.l. (1)
IGV Hotels S.p.A. (1)
Lottomatica Videolot Rete S.p.A. (1)
IGV Resort S.r.l. (1)
IMI Fondi Chiusi SGR S.p.A.
Immobiliare Est S.p.A. (1)
Immobiliare Grande Distribuzione Società di
Investimento Immobiliare Quotata S.p.A.
Ina Assitalia S.p.A.
Lunigiana Acque S.p.A. in liquidazione (1)
Lupo S.p.A. (2)
Magneti Marelli After Market Parts and Services
S.p.A. (1)
Magneti Marelli S.p.A. (1)
Maicor Wind S.r.l. (1)
Inalca S.p.A. (2)
Mantegna Finance II S.r.l.
Incarico Tech S.r.l. (1)
Industria Siciliana Acido Fosforico - ISAF - S.p.A. (in
liquidazione) (1)
Industrie Plastica S.p.A. (1)
Ing Lease (Italia) S.p.A.
ING Real Estate Investment Management Società di
Gestione del Risparmio S.p.A.
Mantegna Finance S.r.l.
Manzoni 65 S.r.l. (1)
Marche Mutui 4 S.r.l.
Marco Polo Park S.r.l. (1)
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
37
Marco Tronchetti Provera & C. S.p.a. (2)
Pirelli Industrie Pneumatici S.r.l. (1)
Marco Tronchetti Provera Partecipazioni S.p.a. (2)
Pirelli Labs S.p.A. (1)
MARR S.p.A.
Pirelli Servizi Amministrazione e Tesoreria S.p.A.
(1)
Maserati S.p.A. (1)
Mediacontech Broadcast S.r.l. (1)
Mediacontech S.p.A.
Mediaset S.p.A.
Mediobanca Covered Bond S.r.l. (1)
Mediobanca S.p.A.
Mediocom Liguria - S.c.p.A. di garanzia collettiva
fidi
Mediolanum Assicurazioni S.p.A.
Mediolanum Fiduciaria S.p.A. (1)
Medusa Film S.p.A. (1)
Milan Entertainment S.r.l. (2)
Milan Real Estate S.p.A. (2)
Millenium Gallery S.r.l. (1)
Modena S.c.a.r.l. (2)
Pirelli Sistemi Informativi S.r.l. (1)
Pirelli Tyre S.p.A. (1)
Plastic Components and Modules Automotive
S.p.A. (1)
Plastic Components and Modules Fuel Tanks S.p.A.
(1)
Plastic Components and Modules Holding S.p.A. (1)
Platani Energia Ambiente ScpA in liquidazione (1)
Poltrona Frau S.p.A.
Porsche Financial Services Italia S.p.A.
Porta Medicea S.r.l. (1)
Power Reply S.r.l. (1)
Pragmae Financial Advosry Group S.p.A. (1)
Prelios Agency S.p.A. (1)
Prelios Credit Servicing S.p.A.
Monforte & C. S.r.l. (2)
Montana Alimentari S.p.A. (2)
Montezemolo & Partners SGR S.p.A.
Mugello Circuit S.p.A. (1)
New Holland Italia S.p.A. (1)
NEXTA S.r.l. (1)
Nextam & Partners SGR S.p.A.
Nextam Partners Sim S.p.A.
NHK Construction Machinery S.p.A. (1)
Non Performing Loans S.p.A.
NordEst Banca S.p.A.
Prelios Property & Project Management S.p.A. (1)
Prelios S.p.A.
Premafin Finanziaria S.p.A. - Holding di
Partecipazioni
Previra Invest SIM S.p.A.
Prima Electronics S.p.A. (1)
Prima Industrie S.p.A.
Prima S.r.l. (1)
Profamily S.p.A. (1)
Prominvestment S.p.A. in liquidazione (1)
Prudentia Fiduciaria S.p.A. (1)
Nova Re S.p.A.
Publikompass S.p.A. (1)
Noverca Italia S.r.l. (2)
Publitalia S.p.A. (1)
Noverca S.r.l. (2)
Quadrivio Finance S.r.l.
Nuove Energie S.r.l. (1)
Officine Brennero S.p.A. (1)
Officine Maserati Grugliasco S.p.A. (1)
Orione Immobiliare Prima S.p.A. (1)
ORIONE S.c.p.A. (1)
Quadrivio Rmbs S.r.l.
Quadrivio SME 2012 S.r.l.
R.T.I. S.p.A. (1)
Raffineria di Gela S.p.A. (1)
Ratti S.p.A.
P9 S.r.l. (1)
Padana Energia S.p.A. (1)
Parcheggi Bicocca S.r.l. (1)
Pasubio Servizi S.r.l. (1)
Ravenna Servizi Industriali S.c.p.A. (1)
RC Group S.p.A. (1)
Reale Immobili S.p.A.
Release S.p.A.
Petrolig S.r.l. (1)
Reply Consulting S.r.l. (1)
Petroven S.r.l. (1)
Reply S.p.A.
Pierrel Pharma S.r.l (1)
Pierrel Research IMP S.r.l. (1)
Pierrel Research Italy S.r.l. (1)
Pierrel S.p.A.
Pirelli & C. Ambiente S.p.A. (1)
Pirelli & C. Eco Technology S.p.A. (1)
Pirelli & C. S.p.A.
Pirelli Ambiente SGR S.p.A.
Rho Immobiliare S.r.l. (1)
Riesfactoring S.p.A. (2)
Risk Mmanagement S.p.A. (1)
Roadhouse Grill Italia S.r.l. (2)
Rocca S.p.A. (1)
Rodano Consortile S.c.a.r.l. (2)
Rosss S.p.A.
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
38
Rubattino 87 S.r.l. (1)
Snam S.p.A.
S.A.O. Servizi Ambientali Orvieto S.p.A. (1)
SnamprogettiChiyoda S.a.s. di Saipem S.p.A. (1)
S.C.D.R. S.p.A. (1)
SNIARICERCHE S.p.A. in liquidazione (1)
S.M. Tenimenti Pile e Lamole e Vistarenni e S.
Disdagio S.r.l. società agricola (1)
Società Adriatica Idrocarburi S.p.A (1)
SADI S.p.A. (1)
Società Agricola Corticella S.r.l. (2)
Saes Advances Technologies S.p.A. (1)
Società EniPower Ferrara S.r.l. (1)
Saes Getters S.p.A.
Società Gestione Crediti BP S.p.A. (1)
Saes Nitinol S.r.l. (1)
Società Ionica Gas S.p.A. (1)
Sagrantino Italy S.r.l.
Società Italiana per il Gas S.p.A. (1)
SAI Investimenti SGR S.p.A.
Società Oleodotti Meridionali - SOM S.p.A. (1)
SAI Mercati Mobiliari SIM S.p.A.
Società Petrolifera Italiana S.p.A. (1)
Saipem S.p.A.
Società Reale Mutua di Assicurazione S.p.A.
Salumi d'Emilia S.r.l. (2)
Società Trenno S.r.l. (1)
Salvatore Ferragamo S.p.A.
Societé Générale Securities Services S.p.A.
Sampieri S.r.l. (1)
Soilmec S.p.A. (1)
Sanpaolo Invest Società di Intermediazione
Mobiliare S.p.A.
Solar Mesagne S.r.l. (1)
Santa Margherita S.p.A. (1)
Santer Reply S.p.A. (1)
Società Agricola Cà Bolzan a r.l. (1)
Solsonica S.p.A. (1)
Sopaf S.p.A.
Sorin Biomedica Cardio S.r.l. (1)
Sanvitale 1 S.r.l.
Sarnese Vesuviano S.r.l. (1)
SATA S.p.A. (1)
Sator Immobiliare SGR S.p.A.
Save Engineering S.p.A. (1)
SAVE S.p.A.
Sorin CRM S.r.l. (1)
Sorin Group Italia S.r.l. (1)
Sorin S.p.A.
Sorin Site Management S.r.l. (1)
Spafid S.p.A. (1)
Sportuno S.r.l. in liquidazione (2)
SBP S.p.A. (1)
Scania Finance Italy S.p.A.
Schweizerische Hagel-Versicherungs-Gesellschaft Società Svizzera d'Assicurazioni contro la Grandine
- Società Cooperativa - Sede secondaria italiana
State Street Bank S.p.A.
Stoccaggi Gas Italia S.p.A. (1)
Sunrise S.r.l.
Sviluppo Comparto 2 S.r.l. in liquidazione (1)
SeaPad S.p.A. (1)
Sviluppo Nucleare Italia S.r.l. (1)
Security Reply S.r.l. (1)
Syndial S.p.A. (1)
Sed Multitel S.r.l. (1)
Syskoplan Reply S.r.l. (1)
Serenissima Gas S.p.A. (1)
Sytel Reply S.r.l. (1)
Serfactoring S.p.A. (1)
Sytel Roma Reply S.r.l. (1)
Servizi Aerei S.p.A. (1)
Taranto Solar S.r.l. (1)
Servizi Energia Italia S.p.A. (1)
TBS Group S.p.A.
Servizi Fondo Bombole Metano S.p.A. (1)
TBS It S.r.l. (1)
Servizi Porto Marghera S.c.a.r.l. (1)
TEA S.r.l. (1)
Servizi Territori Aree Penisole S.p.A. (1)
Team 2015 S.r.l. (1)
Seteci S.c.p.A. (1)
Technology Reply S.r.l. (1)
SG Equipment Finance Italy S.p.A.
Tecnomare - Società per lo Sviluppo delle
Tecnologie Marine S.p.A. (1)
SG Factoring S.p.A.
Teksid Aluminium S.r.l. (1)
SG Leasing S.p.A.
SGG HOLDING S.p.A. (2)
Sind International S.p.A. (2)
SIRIO S.c.p.A. (1)
Teleippica S.r.l. (1)
Terme Ioniche S.a.s. (1)
Tesmec S.p.A.
Sisport Fiat S.p.A. (1)
Sistemi Sospensioni S.p.A. (1)
Snai S.p.A.
Teksid S.p.A. (1)
Tifeo Energia Ambiente S.c.p.A. in liquidazione (1)
Tiscali Italia S.p.A. (1)
Tiscali S.p.A. (2)
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
39
Torre RE SGR S.p.A.
Very Italian Food S.r.l. (1)
Toscana Energia Clienti S.p.A. (1)
Videotime S.p.A. (1)
Totobit Informatica Software & Sistemi S.p.A. (1)
Volume S.r.l. (1)
Towertel S.p.A. (1)
Webank S.p.A.
Transolver Service S.p.A. (1)
Whitehall Reply S.r.l. (1)
Trevi Energy S.p.A. (1)
Wise SGR S.p.A.
Trevi Finanziaria Industriale S.p.A.
Xlog S.r.l. (1)
Trevi S.p.A. (1)
Zignago Holding S.p.A. (2)
TTC S.r.l. (2)
Zignago Immobiliare S.r.l. (1)
TTPC Trans Tunisian Pipeline Company S.p.A. (1)
Zignago Power S.r.l. (1)
Turati Immobiliare S.r.l. (1)
Zignago Vetro S.p.A.
Twice Reply S.r.l. (1)
TXT e-solutions S.p.A.
UBI Banca Private Investment S.p.A.
UBS Global Asset Management SGR S.p.A.
UBS Italia S.p.A.
US.FIN S.r.l. (2)
Ver Capital SGR S.p.A.
Versalys S.p.A. (1)
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
40
Relazione di trasparenza 2013 - Reconta Ernst & Young S.p.A.
41
EY | Assurance | Tax | Transactions | Advisory
EY
EY è leader mondiale nei servizi professionali di
revisione e organizzazione contabile, assistenza
fiscale e legale, transaction e consulenza. La
nostra conoscenza e la qualità dei nostri servizi
contribuiscono a costruire la fiducia nei mercati
finanziari e nelle economie di tutto il mondo. I
nostri professionisti si distinguono per la loro
capacità di lavorare insieme per assistere i nostri
stakeholder al raggiungimento dei loro obiettivi.
Così facendo, svolgiamo un ruolo fondamentale nel
costruire un mondo professionale migliore per le
nostre persone, i nostri clienti e la comunità in cui
operiamo.
“EY” indica l’organizzazione globale di cui fanno
parte le Member Firm di Ernst & Young Global
Limited, ciascuna delle quali è un’entità legale
autonoma. Ernst & Young Global Limited, una
“Private Company Limited by Guarantee” di diritto
inglese, non presta servizi ai clienti. Per maggiori
informazioni sulla nostra organizzazione visita
ey.com.
© 2013 Reconta Ernst & Young S.p.A.
All Rights Reserved.
ED None
ey.com
Fly UP