...

MARK InfoPoint 02_05.indd

by user

on
Category: Documents
25

views

Report

Comments

Transcript

MARK InfoPoint 02_05.indd
N. 02 - 2005
Trimestrale di informazione
Easy-Pay Systems
In questo numero
EDITORIALE
Sarà anche un caso, ma... ho
fatto un’intervista ad un guru...
L’INTERVISTA:
ARDUINO PANICCIA
In un Paese (e in un mondo economico) che vive un drammatico...
AUDIT MOD. 1
Il nuovo prodotto sfornato dai
laboratori di MARK risponde ad...
LE GIORNATE
DEL MOCASSINO
Si sono concluse il 4 marzo scorso
“Le giornate del mocassino”, un
progetto formativo avviato...
WWW. MARKITALY.COM
Finalmente, con le rondini primaverili è arrivato anche il nostro nuovo
sito web, nato in occasione...
CUSTOMER CARE
Perché utilizzare periferiche MDB
e rendiresto in price holding?
LA RICETTA
Pasta alla “Agnesi“
Sete di qualità?
Semplicemente...
MARK
I.P.
E D I TO R I A L E
MARK è distributore
autorizzato e centro assistenza
per i prodotti MEI.
MARK
trovato che: il prodotto MARK in evidenza è l’Interfaccia Audit mod. 1 (semplice
semplice); c’è una pagina dedicata alle
“giornate del mocassino” ( un modo molto
semplice di apprendere il senso del lavoro
altrui); presentiamo il nuovo sito, che abbiamo voluto più semplice; il ritratto di un
collaboratore questa volta è riservato ad
un giovanotto che mangia spaghetti, beve
birra e di se stesso dice “Sono sincero, leale
e alla mano”. Incuriosito, Ne ho parlato con
un paio di colleghi ed è saltato fuori che
secondo loro la semplicità è la caratteristica che meglio definisce l’azienda MARK, i
suoi prodotti e i sui collaboratori! Ma cos’è
la semplicità?
A questa voce il vocabolario riporta una
serie di significati, tra i quali facilità, naturalezza, sobrietà, sincerità, schiettezza. Come
può essere semplice un prodotto? Probabilmente se è un prodotto facile da usare,
intuitivo, “leale” con chi lo acquista. Un mio
professore mi diceva spesso che il vero
genio sta nel rendere semplice ciò che
è complesso, lineare ciò che è contorto.
E cosa rende semplice un’azienda? Forse
un’organizzazione sobria, non ridondante,
accessibile. E, infine, chi è la persona semplice? Non il sempliciotto o lo sprovveduto, ma colui che sa essere sincero, schietto,
umile, assertivo.
Quindi (forse) quei due colleghi avevano
ragione: MARK è un’azienda semplice, di
persone semplici, che creano prodotti
semplici. Ci piace questa nostra realtà, soprattutto quando pensiamo alle parole di
un grande architetto vissuto agli inizi del
‘700, Francesco De Sanctis: “La semplicità
è la forma della vera grandezza”.
Guarda un po’ dove ci ha condotti un ragionamento iniziato per caso.
Vatti a fidare degli strateghi e dei cuochi...
Elogio
della semplicità
“Io credo nelle affinità elettive. Mars Electronics International, che fa della qualità e dell’innovazione la propria bandiera, nella scelta di un partner per il cashless non poteva che
affidarsi a VMV, un’azienda giovane e dinamica, concreta ed
affidabile, che parla il nostro stesso linguaggio”.
di Stefano Talamini
Bob Davies - Mars Electronics International
Regional Sales Manager - Northern and Southern Europe
CashFlow 690
CashFlow 126
& 126DFx
CashFlow 130
CashFlow 330
Editore
MARK srl - Via Ritonda 78/L
37047 San Bonifacio (VR)
Tel. +39 045 610 3288
Fax +39 045 610 3289
www.markitaly.com
[email protected]
Direttore responsabile
Stefano Talamini
Registrazione al n.1576 RS Tribunale
di Verona il 23 dicembre 2003
Progetto grafico
www.lineadue.net
Stampa
Tipografia Boschetti - San Bonifacio
Sarà anche un caso, ma... ho fatto un’intervista ad un guru delle strategie internazionali (la potete leggere qui dietro) e una
delle risposte, inaspettatamente, riguardava la semplicità. Poi ho chiesto una ricetta al nostro amico chef e mi ha risposto
“Questa volta vorrei proporre qualcosa di
molto semplice”.
A quel punto mi è venuto il sospetto che
questo numero di Info Point stesse crescendo (senza avvisarmi!) all’insegna della
semplicità. Sono andato a verificare e ho
Easy-Pay Systems
3
InfoPoint 02/05 • www.markitaly.com
L’ I N T E R VISTA
Come adeguarsi al mondo globalizzato
La chiave strategica
Intervista a Arduino Paniccia, docente di studi
strategici, vicepresidente della Solari di Udine
di Stefano Talamini
ranno ad essere l’unica superpotenza (mi-
chiarazioni del Governatore Fazio sulla
litare, economica, tecnologica) sulla scena
“crescita zero”...
mondiale, anche se avvenissero cambi nel-
L’Italia possiede un patrimonio fondamen-
la sua politica interna; la Cina continuerà a
tale che è una delle due-tre grandi chiavi
crescere, sebbene a ritmi più blandi; l’India
strategiche del futuro, ossia il know-how
è oggi il Giappone degli Anni ‘70; l’Europa
della piccola e media impresa e della coo-
dovrà risolvere molti nodi al suo interno,
perazione tra piccole aziende nell’area
soprattutto nelle relazioni tra Paesi grandi
mediterranea e nell’area dell’Est Europa:
e Paesi piccoli, tra Europa dell’ovest ed Eu-
è quindi l’unico Paese che ha tutta la po-
ropa dell’est. Il recente voto francese può
tenzialità per esportare il suo modello ed
essere un’occasione per riflettere e rive-
indicarlo a tutti gli altri.
dere i patti fondanti dell’Unione Europea,
che in alcuni casi sono rigidi e superati:
In un Paese (e in un mondo economico)
basti pensare che quando è stato siglato il
Arduino Paniccia insieme a Edward Luttwak
Fin qui le domande al professore.
Quindi quella che lei propone è una revi-
Ora una domanda all’imprenditore: cosa
che vive un drammatico periodo di con-
sione dell’Europa. Con che obiettivi?
le dice, in questo momento, il suo “naso”
fusione ed incertezza, è uno degli uomini
Almeno due obiettivi fondamentali: una
di uomo d’impresa?
più interessanti da incontrare e - soprat-
revisione congiunturale del patto firmato
Il futuro che già ci appare è un futuro
tutto - da ascoltare con attenzione: Ar-
oltre dieci anni fa sulla moneta, che credo
molto complesso, a tal punto che nessu-
duino Paniccia, 59 anni, docente di Studi
vada rivisto ogni quattro mesi e non ogni
no, nemmeno un piccolo imprenditore,
Strategici nel corso di laurea in Scienza
quindici anni; e una maggiore attenzione
può immaginare di affrontarlo senza una
della Comunicazione all’Università di Trie-
a ciò che vi è alla base della ricchezza eu-
strategia. Il mio sentire è che questo futu-
ste, vicepresidente e consigliere delegato
ropea, cioè le piccole e medie imprese.
ro sarà basato su un elemento strategico
della Solari di Udine, è un esperto di stra-
Inoltre bisogna portare i giovani nelle isti-
fondamentale: la semplicità. Paradossal-
tegia, autore d’importanti ed autorevoli
tuzioni e nelle aziende.
mente in un mondo assai complesso otterranno grandi vantaggi le iniziative che
studi, nonché amico di Edward Luttwak,
uno dei più noti ed apprezzati consulenti
Quale ruolo per l’Italia
della Casa Bianca.
in questa temperie?
si basano su metodologie semplici.
Sarebbe un grave errore per l’Italia non coViviamo in un mondo “globalizzato”,
gliere l’occasione di ricollocarsi come uno
una realtà percepita sensibilmente so-
dei fondatori dell’UE. Il grande pericolo è
che l’Italia faccia finta di niente e rinunci
prattutto dalle imprese: quali strategie
Trattato di Maastricht non esisteva ancora
a questo ruolo, scivolando tra i Paesi che
Anzitutto capire cosa succederà nei pros-
il “pericolo cinese” e gli Stati Uniti non ave-
non contano nulla.
simi dieci anni, che è l’orizzonte massimo
vano iniziato una politica così aggressiva
a cui possiamo arrivare con le previsioni.
nei confronti dell’euro e della concorrenza
L’Italia possiede questa forza?
Molto sinteticamente: gli U.S.A. continue-
tecnologica.
Glielo chiedo alla luce delle recenti di-
di adeguamento possono adottare?
InfoPoint 02/05 • www.markitaly.com
4
L’università di Trieste
5
InfoPoint 02/05 • www.markitaly.com
I.P.
I P R O D OT T I
I lettori di banconote ICT, che Mark propone all’attenzione
dei Gestori italiani, sono frutto di un’accurata ricerca che ha
permesso di realizzare una gamma di prodotti dalle eccellenti caratteristiche tecniche, di facile manutenzione, sicuramente affidabili, altamente competitivi e convenienti.
Fabio Branco - Area Manager Italia
Il nuovo prodotto sfornato dai laboratori
di MARK risponde ad un ‘esigenza sem-
Interfaccia
Audit Mod. 1
plice semplice, ma assai diffusa: scaricare
con questa interfaccia è possibile scaricare
i dati da tutti i d.a. executive!
re un sistema il cui unico scopo pratico sia
i dati contabili anche da d.a. che non sono
muniti di sistema a chiave. In alcuni casi,
per questi d.a. non è conveniente installal’utilizzo della chiave di scarico dati.
Tuttavia, l’esigenza rimane anche dopo
Lettore mod. A7/V7 - V
questa valutazione di tipo economico... ed
Con impilatore banconote verticale da 100, 200, 400 o 800
banconote.
Accetta banconote da 5, 10 e 20 € (a seconda dei modelli).
Alimentazione 24 Volt Ac/Dc, uscita parallela impulsi
o MDB o Rs 232.
ecco che appare Audit Mod. 1!
Questa interfaccia permette infatti l’acquisizione dei dati contabili (via cavo o infrarosso) tramite terminali di prelievo in standard EvaDts, come ad esempio il nostro
Uni Reader, consentendo di organizzare la
contabilità con i dati parziali e storici
Lettore mod. A7/V7 - H
di tutti i movimenti, compatibili
Con impilatore banconote orizzontale da 100, 200, 400 o
800 banconote.
Accetta banconote da 5, 10 e 20 € (a seconda dei modelli).
Alimentazione 24 Volt Ac/Dc, uscita parallela impulsi
o MDB o Rs 232.
con i più diffusi pacchetti software gestionali.
Lettore mod. U70, U77, U85
Accetta tagli di banconote fino a 50 € (mod. U85),
alimentazione 12 Volt, uscita parallela impulsi o MDB con
interfaccia optional.
Per ulteriori informazioni e documentazioni tecniche potete
contattare il servizio Customer Care
Telelefono 045 610 3288, e-mail: [email protected]
MARK srl
37047 San Bonifacio (VR) Italy
Via Ritonda, 78/L
Tel. +39 045 610 3288
Fax +39 045 610 3289
www.markitaly.com
[email protected]
Contattate il ns. Ufficio Commerciale
per conoscere le speciali condizioni di
prenotazione ed acquisto che abbiamo
riservato per il periodo di lancio.
Tel. 045 610 3288
MARK srl - 37047 San Bonifacio (VR) Italy - Via Ritonda, 78/L
Tel. +39 045 610 3288 - Fax +39 045 610 3289 - www.markitaly.com - [email protected]
7
I.P.
La squadra vincente!
UniKey
CF 7900
La novità di MEI che ha cambiato il
concetto di gettoniera. Il prodotto
leader di mercato che “genera profitti più elevati” (dichiarazione di una
ricerca indipendente U.S.A.)
Squadra che vince
non si cambia.
E se non ce l’ho?
Interfaccia IRDA
Sistema di pagamento a chiave contactless. Design elegante e user-friendly. È il sistema che ha riscosso i più
grandi successi negli ultimi due anni (e
continuerà a farlo per molto tempo...)
Optional collegabile alla gettoniera MEI CF 690 - CF 7900
che permette lo scarico dei
dati contabili via IRDA.
Lettore banconote ICT serie U77-85
La tecnologia al servizio della convenienza! Ideato per soddisfare le esigenze
di velocità, sicurezza e manutenzione.
Disponibile in versione parallela, MDB e
RS232. Versioni: con e senza stacker.
UniReader
Piccolo, leggero, potente, economico,
universale, standard EVA DTS. UniReader: la raccolta e la gestione dei dati
contabile non è mai stata così facile!
Faresti bene
a procurartela!
MARK srl - 37047 San Bonifacio (VR) Italy - Via Ritonda, 78/L
Tel. +39 045 610 3288 - Fax +39 045 610 3289 - www.markitaly.com - [email protected]
B R E A K I NG NEWS
deva: una fase di preparazione attraverso
un breve briefing con ciascuna coppia
di “scambianti”; una fase attuativa in cui
le due persone ricoprivano, per un’intera
giornata lavorativa, ciascuna il ruolo dell’altra; una conclusione individuale, attraverso la stesura di una relazione (“razionale
ed emotiva”) sull’andamento della giornata; e infine una condivisione di gruppo dei
risultati del progetto.
La regola del “gioco” prevedeva che nessuno delle due persone potesse dare o chiedere aiuto all’altra, mentre poteva chiedere
consigli agli altri colleghi con cui collaborava durante la “giornata del mocassino”,
un nome ispirato da un proverbio dei nativi d’America, che suggerisce di non esprimere giudizi su una persona prima di aver
camminato nei suoi mocassini per almeno
due lune (noi diciamo “mettersi nei suoi
panni”). Scopo del progetto era creare una
maggiore corresponsabilità all’interno del
team aziendale, favorendo la diffusione di
Le giornate
del mocassino
Terminato con successo il progetto formativo
diventato un caso nazionale
di McKenzie & Fisher Italia
Si sono concluse il 4 marzo scorso “Le giornate del mocassino”, un progetto formativo avviato lo scorso autunno da MARK
srl, che ha coinvolto tutti i collaboratori
dell’azienda (a partire dall’Executive President) in uno scambio di ruoli nell’organigramma aziendale. Ideato e gestito da
McKenzie & Fisher Italia, il progetto preve-
”
a
n
o
s
r
e
p
n
Mark...”i
nome: Marco
cognome: Bellero
anno di nascita: 1981
segno zodiacale: toro
hobby: trekking
sport: ping-pong
piatto preferito: spaghetti alla carbonara
bevanda preferita: birra birra birra!
canzone da riascoltare: “Toxicity” dei SOAD
film da rivedere: La trilogia del Signore degli Anelli
attore preferito: Hugh Grant
attrice preferita: Julia Roberts
libro da rileggere: “La città di Tantras” di Awlinson Richard
città da rivisitare: Dusseldorf
proverbio: “Chi g’à ‘n mestiero ‘n man dapertuto trova pan.”
tre parole su se stesso: sincero, alla mano, leale
sogno nel cassetto: comprare un’isola nell’Oceano Pacifico
soprannome aziendale: Belès
Marco Mion (Executive President) al lavoro in
officina durante la sua “giornata del mocassino”)
saperi condivisi, in modo da consentire un
miglioramento del processo di delega.
I primi risultati indicano una maggior consapevolezza del lavoro di ciascuno, con alcuni spunti interessanti già nelle relazioni
I.P.
MCA-32 il nuovo
selettore elettronico
by MARK.
Selettore elettronico 12/24 volt
Piastra frontale
Compatibile e intercambiabile
con i principali prodotti sul mercato
Affidabile
Versatile
Innovativo
ECONOMICO
Easy-Pay Systems
InfoPoint 02/05 • www.markitaly.com
10
individuali. Ad esempio, c’è chi “nei mocassini di un venditore” ha sentito il bisogno
di curare il look e ha colto l’importanza
della flessibilità mentale richiesta dalle diverse visite ai clienti. Altri hanno compreso
quanta competenza ed attenzione richieda il “semplice” lavoro di un collega. Altri
ancora hanno proposto utili osservazioni
per migliorare le procedure aziendali.
Quanto agli esiti sulla struttura e sulle
dinamiche del gruppo, ovviamente bisognerà attendere un po’ di tempo. Ma tutto
lascia presagire che siano state create le
corrette premesse per centrare l’obiettivo
per cui erano state inventate “Le giornate
del mocassino”: creare un team efficiente
partendo dall’esperienza pratica.
CUSTOMER C ARE
BREAKING NEWS
pagine che si autocostruiscono a seconda
della richiesta.
L’area riservata all’utente prevede in totale sicurezza l’accesso a pagine protette
con la tecnologia SSL criptata a 128 bit, il
massimo della sicurezza prevista oggi su
internet. Con una programmazione PHP
all’avanguardia si è stabilita una comunicazione tra filmati in flash e dati dinamici
provenienti dal database in modo da poter gestire anche i contenuti variabili con
aspetti grafici ad alto impatto visivo.
Le animazioni in Flash hanno un ruolo fondamentale nell’estetica del sito, fornendo
un’animazione fluida, accattivante e di veloce visualizzazione.
Infine, ma non meno importante, il sito è
aggiornato direttamente da MARK, senza
la mediazione di aziende informatiche,
realizzando così lo scopo di fornire “in
tempo reale” le
informazioni,
le note tecniche e gli
aggiornamenti ogni
qualvolta
se ne verifichi la
n e c e ssità.
Un ulteriore miglioramento
del servizio ai clienti
www. markitaly.com
Il nuovo sito aziendale di MARK è on line
Finalmente, con le rondini primaverili è arrivato anche il nostro nuovo sito web, nato
in occasione del cambio di ragione sociale.
Risultato di un lungo lavoro di riedizione,
il nuovo sito si propone di fornire un
accesso più diretto e pratico al crescente
numero di visitatori, unendo la rapidità di consultazione
ad una maggiore gradevolezza grafica.
Il sito visualizzato dal navigatore è caratterizzato da pagine dinamiche, ovvero da
InfoPoint 02/05 • www.markitaly.com
12
Rendiresto
e periferiche MDB
Perché utilizzare periferiche MDB
e rendiresto in price holding?
di Enrico Saletti
Per rispondere a questa domanda, consideriamo innanzitutto che nel settore del
vending sta diventando fondamentale
controllare dettagliatamente la contabilità
registrata dai sistemi
di pagamento installati sui distributori
automatici.
Senza dubbio la
configurazione con
rendiresto che gestiscono lettori
chiave MDB è la
“migliore” possibile, nel caso si
vogliano prelevare dati
statistici. In questo modo, infatti, tutti i dati
relativi non solo alla rendiresto, ma anche
al sistema chiave, rimangono memorizzati
a bordo di quest’ultimo elemento. Basta,
quindi, un solo strumento per prelevare
i dati e non è necessario effettuare alcun
tipo di confronto tra dati da rendiresto e
dati da sistema. Viceversa, nel caso si decida di utilizzare rendiresto collegata ad un
sistema executive tramite interfaccia slave,
i dati relativi a monete incassate, monete
erogate come resto, monete nella cassetta
tubi ecc. saranno memorizzati nella rendiresto, mentre i dati relativi alle operazioni
effettuate dalle chiavi saranno immagazzinate a bordo del sistema, rendendo così
necessario il prelevamento dei dati con
due strumenti diversi ed il successivo confronto delle rilevazioni.
Con rendiresto che presentano il doppio
protocollo (Executive verso d.a. e MDB verso periferiche, come ad esempio la serie
CashFlow prodotta da MEI) è inoltre possibile collegare altri tipi di periferiche MDB,
ad esempio un lettore banconote, senza
l’utilizzo di alcuna interfaccia aggiuntiva.
Per ottenere una contabilità più dettagliata possibile è inoltre importante impostare
la rendiresto in price holding, ovvero programmare i prezzi di vendita, sia a moneta che a chiave, sulla rendiresto e non sul
distributore automatico: questa operazione permette di ottenere il dettaglio delle
linee prezzo moneta e chiave, selezione
per selezione.
Vediamo ora come programmare il price
holding nei due modelli più diffusi di CashFlow: su CF690 è necessario impostare nel
menù “Cfg Exec” alla voce “Price Hold” il valore “Rendiresto tiene prezzi”, mentre con
CF7900 è necessario impostare nel menù
“Opzioni Executive” alla voce “Prezzi tenuti” il valore “Rendiresto”. Effettuata questa
operazione si devono impostare tutti i
prezzi a chiave e a moneta sulla rendiresto
dal menù “Prezzi”.
Concludiamo dicendo che per poter prelevare i dati da rendiresto MEI è necessario
un terminale di prelievo dati in formato
EVA-DTS, come il nostro UniReader, un
prodotto che abbiamo sviluppato in collaborazione con la stessa MEI.
13
InfoPoint 02/05 • www.markitaly.com
la Pasta
R ICET TE D ’AUTORE
I.P.
Pasta alla “Agnesi”
COME CUCINARE LA PASTA AL DENTE
Il Sig. Agnesi, singolare figura di imprenditore,
insegnava già nel 1930 a cuocere la pasta in
una maniera diversa ma molto efficace.
Perché non provare?
Prezzo cash per lotto da 500 unità
Offerta valida fino al 31.08.05
Una pentola di acqua salata e bollente; l’acqua
Vedrete che l’acqua di cottura, solitamente
Selettore elettronico MCA-32
circa dieci volte il peso della pasta.
torbidiccia, con questo metodo di cottura sarà
In piena ebollizione si buttano gli spaghetti, si
quasi limpida. Il ricco contenuto del grano è ri-
ravviva il fuoco perché il bollore riprenda al più
masto nella pasta cotta anziché passare, anche
12/24 volt • piastra frontale
Compatibile e intercambiabile
con i principali prodotti sul mercato
Affidabile, versatile, innovativo
presto. Quando questo ha ripreso, due minuti
se parzialmente, nell’acqua di cottura che noi
di ebollizione, poi si spegne la fiamma, si copre
poi buttiamo via.
!
i
z
z
e
r
p
che
con della pellicola da cucina la pentola e si soIo vorrei aggiungere a questo metodo di cot-
vrappone il coperchio.
tura un suggerimento: comperate in un neOra si deve aspetta-
gozio specializzato degli spaghetti e dell’olio
re il tempo che si
di ottima qualità (non badate a spese, regala-
impiega di solito
tevi il meglio) e molto semplicemente fatevi
Selettore elettronico MCA-32
due spaghi all’olio, sentirete che sapori!
per cuocere gli
spaghetti, quel-
Giorgio Marchesan
Giorgio Marchesan, Chef-patron del Weizen Bar, ha frequentato
l’Istituto Alberghiero di Castelfranco Veneto qualificandosi con
ottimi voti. Ha lavorato in importanti alberghi e ristoranti sia in
Italia che all’estero ed ha allargato la sua esperienza partecipando a
concorsi internazionali e mondiali di cucina, portando a casa, sempre, prestigiose medaglie. Dal 1996 è parte integrante dell’Equipe
Cuochi Regione Veneto; nel 2001/2002 diventa importante collaboratore della Nazionale Italiana Cuochi.
Ora Giorgio, assieme alla moglie Chiara, gestisce il ristorante - pizzeria di famiglia: il Weizen Bar.
lo stesso tempo
che è opportunamente
indicato
su
molti astucci di pasta.
Si scola, ricordando però l’aurea regola: asciutta,
ma non troppo deve rimanere la pasta. Come
non si deve scolare troppo, non si condisca ec-
Prezzo cash per lotto da 500 unità
Offerta valida fino al 31.08.05
Il più piccolo sistema di
pagamento cashless. Disponibile
nelle due versioni executive:
12 e 12/24 volts (“Dual”).
Weizen Bar
Via Ca’ Balbi, 377 Vicenza
Telelefono 0444 911 004
Chiusura: Il Lunedì tutto il giorno
cessivamente. Vincenzo Agnesi assicurava che
riescono, si può dire, perfetti.
InfoPoint 02/05 • www.markitaly.com
Sistema cashless MiniKey
14
MARK srl - 37047 San Bonifacio (VR) Italy - Via Ritonda, 78/L
Tel. +39 045 610 3288 - Fax +39 045 610 3289 - www.markitaly.com - [email protected]
I.P.
“Una volta colte,
le opportunità si moltiplicano”.
(Sun Tzu)
MCA-32
CF 130
CF 7900
MiniKey
UniKey
UniReader
Interfaccia
Audit Mod. 1
MARK srl - 37047 San Bonifacio (VR) Italy - Via Ritonda, 78/L
Tel. +39 045 610 3288 - Fax +39 045 610 3289 - www.markitaly.com - [email protected]
Fly UP