...

Pregare perché…

by user

on
Category: Documents
1020

views

Report

Comments

Transcript

Pregare perché…
2 a- 3 a r e l
igione cattolica
di Laura Fabi ed Elena Luchet
Pregare
perché…
la nascita del senso
religioso
Traguardi per lo sviluppo
delle competenze
L’alunno:
ŽŽsi confronta con l’esperienza
religiosa.
Obiettivi di apprendimento
•Comprendere che la religione è un
bisogno dell’uomo come risposta
alle domande sul senso della vita.
Un Dio molto arrabbiato!
Fase di innesco
Narriamo ai bambini una storia che
ha come protagonisti due bambini
primitivi, fornendo spiegazioni rispetto ai termini sconosciuti.
Migliaia di anni fa, in una tribù primitiva vivevano un bambino di nome
Ukka e la sua amica Lala.
Un giorno, mentre camminavano nel
bosco, giunsero davanti a un folto cespuglio carico di bacche rosse.
Appena iniziarono a raccoglierle, arrivò una forte raffica di vento seguita da grossi nuvoloni grigi carichi di
pioggia che oscurarono il sole: all’improvviso tuonò e il cespuglio prese
fuoco colpito da un fulmine.
“Aiuto, scappiamo!” urlò Lala e insieme corsero a ripararsi in una grotta.
“Che paura, Lala! Il fuoco venuto
dal cielo stava per colpirci!” – disse
Ukka.
“Ma chi l’ha mandato?”
“Non lo so, forse è stato un Essere
grande e forte che comanda il fuoco...
e noi lo abbiamo fatto arrabbiare!”
“Certo!” interruppe Lala “Il cespuglio
con le bacche rosse è suo!”
I due bambini, ritornati alla propria
tribù, raccontarono tutto quello che
era successo allo Sciamano che,
dopo averli ascoltati, disse:
“Oggi gli uomini hanno raccolto molti frutti. Scegliete i più belli: saliremo sul sacro monte e li offriremo al
grande Essere che lancia il fuoco dal
cielo”.
Ukka, Lala e tutta la tribù raggiunsero
la cima del monte per andare il più
vicino possibile al misterioso Essere.
Lì deposero dei frutti a terra in segno
di offerta, poi danzarono fino al tramonto per chiedere perdono al grande essere.
Tornati al villaggio, Ukka disse a
Lala:
“Il grande Essere avrà capito che ci
dispiace aver raccolto le bacche?”.
Lala rispose: “Se domani mattina ci
sarà il sole, vorrà dire che ci ha perdonato!”.
L’indomani mattina un sole caldo e
luminoso risplendeva sul villaggio e
da quel giorno, Ukka, Lala e la loro
tribù, prima di raccogliere le bacche
rosse, promettevano al grande Essere di portargli in dono le primizie del
loro raccolto e danzavano per lui intorno al fuoco tutte le sere.
Possibili raccordi con altre
discipline
Storia: i bisogni primari e secondari
dell’uomo.
L’alunno deve conoscere…
Gli elementi narrativi di un
testo.
L’alunno alla fine deve saper…
Riconoscere i motivi che hanno
spinto i primi uomini verso la
preghiera.
Materiale occorrente
Cartoncino colorato, carta da
pacco bianca, elastico, cesto
con frutta, bastone di legno,
tamburi.
(rid. e ad. da C. Agliocchi, Granellli di sale, Piemme Scuola)
Nuovo
News n. 142 settembre 2012
207
Fly UP