...

la relazione dell`ing. Ponziani 2

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

la relazione dell`ing. Ponziani 2
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 ed i nuovi standard di progettazione
Fabio Alaimo Ponziani
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
• Sistemi per il controllo di fumo e calore
• Parte 1: Progettazione e installazione dei
Sistemi di Evacuazione naturale di Fumo e Calore
(SENFC)
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
•
La norma si applica a:
1.
2.
3.
Edifici monopiano
Ultimo piano di edifici multipiani
Piano intermedio di edifici multipiani collegabile alla
copertura
SENFC realizzati con ENFC da tetto: criteri di progettazione
SENFC realizzati con ENFC da parete: indicazioni e concetti
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
•
Altezza minima degli ambienti da proteggere: 3 m
•
La norma può essere presa come riferimento anche in tutte
le altre condizioni di installazione di SENFC
•
Al di fuori del campo di applicazione e/o per i casi limite si
può ricorrere alle procedure della Fire Safety Engineering
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
•
Principi di funzionamento:
1.
2.
3.
Incendio in Stato stazionario
Superficie di incendio fissa
Ambiente a due zone
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Principi di funzionamento:
•
•
•
L’incendio all’interno dell’ambiente genera uno strato d’aria
più caldo al di sopra di uno strato più freddo
Il SENFC induce a pavimento uno strato d’aria libero da
fumi sopra il quale galleggia lo strato di fumo e gas caldi
che vengono convogliati all’esterno spinti dalla
stratificazione termica dei gas caldi
Il SENFC accumula la parte calda nel contenitore
delimitato dalla compartimentazione a soffitto
convogliando i fumi e gas caldi verso gli ENFC aperti per
l’espulsione all’esterno
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Principi di funzionamento:
•
•
L’afflusso di aria esterna dal basso alimenta lo strato più
freddo, con una separazione netta con lo strato caldo,
mantenendolo pulito (strato di aria libero da fumo)
La differenza di pressione fra i due strati spinge
“naturalmente” all’esterno gli effluenti attraverso gli ENFC
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Superficie utile totale di apertura
La Superficie utile totale di apertura ( SUT EFC ) è la somma delle
Superfici utili di apertura degli ENFC ( A a ) installati in uno
stesso compartimento a soffitto
La portata di fumo e gas caldi che viene evacuata all’esterno nel
caso in cui si sviluppa un incendio nell’area definita dal
compartimento a soffitto è funzione della SUT EFC
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Superficie utile totale di apertura
Il calcolo della SUT EFC per raggiungere gli obiettivi di
protezione antincendio desiderati ( altezza libera da fumo) è
eseguito in funzione della durata convenzionale di sviluppo
dell’incendio ( T ) e della potenza dell’incendio definita dalla
superficie convenzionale dell’incendio ( focolaio A f )
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Durata convenzionale di sviluppo dell’incendio
T = T1 + T2
Tempo di allarme T1 ( scoppio incendio : allarme ) +
+ Tempo di intervento T2 ( allarme : inizio estinzione )
T1: 0 min , 5 min , 10 min
T2: 5 min, 10 min, 15 min, 20 min, > 20 min
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Superficie convenzionale dell’incendio
Dimensione che potrebbe assumere il focolaio prima dell’inizio
delle operazioni di spegnimento
Funzione della velocità di propagazione dell’incendio e del
tempo di intervento
NB: la dimensione del focolaio non è funzione della superficie
del compartimento
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Gruppo di Dimensionamento (GD)
Velocità di propagazione dell’incendio
Tempo ( minuti )
Bassa
Media
Alta
5
1
2
3
 10
2
3
4
 15
3
4
5
 20
4
5 (a)
5 (b)
> 20
5
5 (b)
5 (b)
( a ) Non sono richieste particolari giustificazioni
( b ) Il solo SENFC non è sufficiente, è necessario adottare misure aggiuntive
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Se un edificio è suddiviso in aree con attività corrispondenti a
diverse velocità di sviluppo dell’incendio, la scelta del GD deve
corrispondere al compartimento a soffitto con la velocità di
propagazione più elevata
La scelta del GD deve essere giustificata nella relazione in cui si
effettua la valutazione del rischio d’incendio
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Superficie utile totale di apertura
La SUT EFC è indicata come valore minimo in metri quadrati per
ogni compartimento a soffitto di qualsiasi superficie da 400 m 2
a 1600 m 2
Il valore è in funzione dell’altezza del locale ( h in metri ),
dell’altezza libera da fumo ( y in metri ) e
del Gruppo di dimensionamento ( GD )
NB: non è più valido il calcolo della Superficie utile totale in
percentuale della superficie del locale come indicato nelle
precedenti edizioni della norma
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
SUT EFC per ogni compartimento a soffitto
SUT EFC ( m 2 )
Altezza
locale ( m )
Altezza
strato fumo
(m)
Altezza
strato libero
(m)
h
z
y
1
2
3
4
5
3,0
0,5
2,5
4,8
6,2
8,2
11,0
15,4
4,5
1,0
3,5
5,9
8,4
10,7
13,9
18,6
Gruppo di dimensionamento
Valori calcolati senza coefficienti di sicurezza
Calcolo effettuato con riferimento ad un rilascio termico di 300 kW / m 2
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Superficie utile totale di apertura
La SUT EFC , calcolata in base ad un rilascio termico pari a
300 kW / m 2 , corrisponde ad una dimensione convenzionale
dell’incendio con superficie rispettivamente di:
5 m 2 , 10 m 2 , 20 m 2 , 40 m 2 , 80 m 2 per
ogni gruppo di dimensionamento:
1, 2, 3, 4, 5 in corrispondenza
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Superficie utile totale di apertura
A ciascun gruppo di dimensionamento corrisponde una determinata
area dell’incendio
Si è implicitamente ipotizzato di riuscire a confinare a tale area
indicata la propagazione delle fiamme
Se tale contenimento non è possibile, il SENFC non è in grado di
mantenere l’altezza libera da fumi voluta
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Barriere al fumo
Le barriere al fumo sono elementi che delimitano il perimetro del
compartimento a soffitto
Le barriere al fumo possono essere fisse o mobili, in materiali rigidi
o flessibili
Tutti gli elementi perimetrali del compartimento a soffitto devono
avere lo stesso livello minimo di prestazione per la resistenza al
calore e la permeabilità ai fumi e ai gas caldi delle barriere aggiunte
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Aperture per l’afflusso di aria fresca
Disposte in prossimità del pavimento nella parte inferiore delle
pareti perimetrali dell’ambiente da proteggere
Sezione necessaria per garantire l’afflusso d’aria in uno solo dei
compartimenti a soffitto ed in particolare quello con max SUT EFC
Distribuite uniformemente su almeno due lati del locale da
proteggere, eventualmente su due pareti contrapposte
Sistemi di Protezione Attiva Antincendio: Evacuatori Naturali di Fumo e Calore
La norma UNI 9494 parte 1 edizione 2011
Criteri di progettazione:
Aperture per l’afflusso di aria fresca
La Superficie geometrica di passaggio deve essere corretta tramite
il fattore c z per ottenere la Superficie corretta di afflusso d’aria
Superficie totale corretta delle aperture di afflusso d’aria / Superficie
utile totale di evacuazione ≥ 1.5
Le aperture di afflusso d’aria devono essere mantenute nella loro
posizione di massima apertura durante il funzionamento del SENFC
Fly UP