...

Il Liceo Grigoletti `e una scuola superiore completa che, attenta a

by user

on
Category: Documents
39

views

Report

Comments

Transcript

Il Liceo Grigoletti `e una scuola superiore completa che, attenta a
Pianodell’Offerta Formativa
Il Liceo Grigoletti è una scuola superiore completa che, attenta a
preparare in modo versatile sia alla prosecuzione degli studi in ambito universitario che ad attività professionali, ha corrisposto alle
indicazioni della Riforma Gelmini, dando continuità alla sua tradizione in ambito scientifico e linguistico.
I Docenti dell’Istituto infatti hanno saputo preservare le radici di
questa che è la scuola superiore più antica della provincia e che
ha sempre risposto alle esigenze del territorio, potenziando e articolando contenuti metodi e processi formativi cosı̀ da confluire in
due indirizzi, ognuno con le sue peculiarità, il Liceo Scientifico (con
opzione Scienze Applicate) e il Liceo Linguistico.
In entrambi i casi lo studente del Grigoletti riceve una formazione
idonea e attenta ai cambiamenti della società, in grado di farne un
cittadino europeo, consapevole delle sue responsabilità.
Redazione: Commissione POF e ufficio Stampa
Fotocomposizione e versione elettronica: Flavio Agostinis e Gianpaolo Gasparin
Grafica: Andrea Rosso
Indice
La Storia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Notizie utili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Calendario scolastico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Gli indirizzi di studio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Le strutture . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Le finalità . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Competenze in uscita . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Metodologie didattiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
La Valutazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Valutazione della condotta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modalità delle verifiche . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Criteri di ammissione alla classe successiva . . . . . . . . . . . . . . . . .
Modalità di assegnazione del credito scolastico e formativo . . . . . . . .
Il recupero scolastico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Patto di corresponsabilità educativa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Validità anno scolastico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Interventi per gli studenti con bisogni educativi speciali (BES) . . . . . .
Progetto Alternanza scuola-lavoro per le classi terze dell’anno scolastico
2015/16 . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Progetti di ampliamento dell’offerta formativa . . . . . . . . . . . . . . .
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
.
4
5
6
7
11
13
13
15
17
19
22
23
24
26
27
29
31
. 33
. 35
Per ragioni di spazio e maneggevolezza, sono state omesse le Programmazioni Dipartimentali e alcune parti del Regolamento di Istituto: chi
fosse interessato a conoscerle nella loro integrità può reperirle sul sito
web http://www.liceogrigoletti.gov.it.
I documenti di programmazione dei singoli Consigli di Classe vengono
presentati a tutte le componenti della Scuola e consegnati ai rappresentanti di classe; restano in Segreteria a disposizione di chiunque voglia
prenderne visione.
3
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
La Storia
La prima richiesta per l’istituzione di un Liceo Scientifico Statale fu inoltrata dal
Comune di Pordenone già nel novembre 1939 e, dopo un complesso iter burocratico
coinvolgente il Ministero dell’Educazione Nazionale, il Provveditorato agli Studi di
Udine, l’Amministrazione Provinciale di Udine e lo stesso Comune che si assunse
l’impegno finanziario necessario, il Regio Liceo Scientifico Governativo venne istituito nel 1940 ed iniziò l’attività didattica il 16 ottobre dello stesso anno, in via
Bertossi, al primo piano del n° 9.
Assunse le funzioni di Preside, alla sua prima nomina, il prof. Antonio Radini:
gli iscritti nel primo anno furono 36: 27 alla classe prima, 4 alla classe seconda e
5 alla classe terza (il Liceo durava allora quattro anni). Nel 1951 l’Istituto venne
trasferito al pianoterra del nuovo edificio della Scuola Media, in Piazza del Popolo
(ora Maestri del Lavoro), e nel 1954 in una nuova ala dello stesso edificio: questa
sistemazione durò fino al 1984, quando la sede centrale venne spostata in piazza
XX Settembre (ex Tribunale). Nell’anno scolastico 1987/88 divenne sede ufficiale lo
stabile di Via Fontane, anche se parte delle classi continueranno ad essere ospitate
nell’ex Tribunale. Nel 1973 venne istituita la sezione staccata di Maniago, diventata
poi autonoma nel 1987, e nel 1986 quella di San Vito. Nel 1990/91, a cinquant’anni
dalla fondazione, il Grigoletti raggiunge quota 1568 iscritti, di cui 1284 a Pordenone
e 284 a San Vito.
Il 1992 segna lo sdoppiamento del Grigoletti con la nascita del Secondo Liceo
Scientifico che comprende anche la sezione staccata di San Vito, successivamente Liceo Scientifico Ettore Majorana, ora accorpato al Liceo-Ginnasio LeopardiMajorana.
Il 2000 segna un importante traguardo nella storia delle sedi del Grigoletti. Durante l’estate ha infatti luogo il trasferimento nella attuale sede di Via Interna 12, già
sede dell’Istituto Commerciale Mattiussi, nell’ambito di una sistemazione definitiva
degli Istituti superiori della città. La sede è adatta ad ospitare come sede unica il
Liceo consentendo un agevole svolgimento di tutte le varie attività.
Oggi sono oltre 1500 gli studenti e ben 60 le classi con quattro sezioni di linguistico e quattro di scienze applicate: opzioni in decisa crescita. Questi grandi numeri
sono tutti contenuti in un’unica sede, quella di via Interna, totalmente cablata, il
che permette la connessione ad Internet da ogni postazione di lavoro , grazie ai thin
client, cioè computer posti in ogni aula che scandiscono le ore delle singole classi
oltre che contenere registri personali informatici dei professori e di classe.
4
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Notizie utili
La sede
Via Interna, 12 - 33170 Pordenone
Il dirigente scolastico
dott.ssa Ornella Varin
Orario di ricevimento: dal lunedı̀ al venerdı̀ dalle 11.00 alle 13.30
Il direttore dei servizi amministrativi
Anna Zanchetta
Orario di ricevimento: dal lunedı̀ al venerdı̀ dalle 11.00 alle 13.30
La segreteria
Orario
• segreteria alunni: dal lunedı̀ al sabato dalle 8.00 alle 8.30 e dalle 10.30 alle
12.30
• segreteria del personale: dal lunedı̀ al sabato dalle 11.00 alle 13.30
• segreteria amministrativa: dal lunedı̀ al sabato dalle 11.00 alle 13.30
Telefoni/fax
• presidenza: 0434370542
• centralino: 0434370550 (2 linee) fax: 0434362843
Il Liceo Grigoletti sul web
• Sito internet: http://www.liceogrigoletti.gov.it
• e-mail: [email protected]
• posta certificata (PEC): [email protected]
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
5
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Calendario scolastico
Inizio delle lezioni: 14 settembre 2015
Termine delle lezioni: 10 giugno 2016
Primo periodo: 14 settembre 2015 - 22 dicembre 2015
Secondo periodo: 7 gennaio 2016 - 10 giugno 2016
Giorni di sospensione delle attività didattiche:
•
•
•
•
•
•
•
•
1 novembre, Ognissanti
7, 8 dicembre, Immacolata concezione
dal 23 dicembre al 6 gennaio, vacanze di Natale
dal 8 al 10 febbraio
dal 24 al 29 marzo, vacanze di Pasqua
25 aprile, Anniversario della Liberazione
1 maggio, Festa del Lavoro
2 giugno, Festa della Repubblica
Ricevimenti generali:
• 26 novembre 2015, dalle ore 16 alle ore 19
• 22 marzo 2016, dalle ore 16 alle ore 19
Periodi di ricevimento settimanale:
• dal 19 ottobre 2015 al 12 dicembre 2015
• dal 1 febbraio 2016 al 7 maggio 2016
6
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Gli indirizzi di studio
Profilo e quadri orari
Dall’anno scolastico 2010/11 sono attivati i seguenti indirizzi di studi, coerentemente con il Regolamento recante norme concernenti il riordino degli istituti tecnici, il
riordino degli istituti professionali e la revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei licei, ai sensi dell’articolo 64, comma 4, del decreto legge 25
giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.
Liceo Scientifico
Il corso di studi del Liceo Scientifico, che raccoglie la grande tradizione storica
del nostro Istituto, serve di preparazione per la continuazione degli studi a livello
universitario in ambito scientifico, umanistico e artistico. Richiede motivazione allo
studio, costanza nell’applicazione, rigore nel metodo.
È un’offerta rivolta a quanti hanno attitudine per le materie scientifiche, ma ritengono che esse siano valorizzate da una solida formazione umanistica a forte valenza
educativa. La caratterizzazione dell’indirizzo è data da una sostenuta cultura generale nella quale trovano adeguato rilievo le componenti: artistico-letterario-espressiva,
storico-filosofica, matematico-scientifica; combina infatti una valida base letteraria
con una decisa attenzione verso la matematica, la fisica e le scienze naturali, la
lingua o le lingue straniere, senza trascurare il disegno e la storia dell’arte.
La matematica e le scienze sperimentali, sostenute dall’uso consapevole delle
nuove tecnologie informatiche e delle attività di laboratorio, che gli spazi dell’istituto
sono in grado di garantire, assumono in questo contesto un ruolo fondante sul piano
culturale ed educativo per la funzione mediatrice e decisiva che tali discipline e i
loro linguaggi svolgono nella interazione conoscitiva col mondo reale. Ne consegue
l’acquisizione di un consolidato metodo di studio e di una formazione completa
che, se non risulta immediatamente spendibile nell’attività lavorativa, costituisce
comunque un efficace fondamento per la prosecuzione degli studi. In particolare, il
mantenimento dello studio del latino consente di sviluppare le competenze logiche e
anche quelle linguistiche necessarie per chi vuole proseguire gli studi tanto in ambito
umanistico-letterario che in medicina o in giurisprudenza o comunque per chi vuole
lasciarsi aperta la possibilità di rimodulare le proprie scelte.
Esiste poi, all’interno di questo indirizzo, una sezione con sperimentazione CLIL,
ossia in tutti cinque gli anni, in proporzione variabile, tutte le materie, escluso italiano saranno svolte in lingua inglese e con metodologia CLIL, ossia utilizzando
percorsi educativi diversi dalla lezione frontale, anche interdisciplinari. Questa sperimentazione è resa possibile dalla presenza di personale docente qualificato e con
certificazioni in lingua inglese.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
7
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Anno
Italiano
Latino
Inglese
Storia e Geografia
Storia
Filosofia
Matematica
Fisica
Scienze
Disegno e Arte
Sc. Motorie
Religione
Totale
I
4
3
3
3
5
2
2
2
2
1
27
II
4
3
3
3
5
2
2
2
2
1
27
III
4
3
3
IV
4
3
3
V
4
3
3
2
3
4
3
3
2
2
1
30
2
3
4
3
3
2
2
1
30
2
3
4
3
3
2
2
1
30
Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate
Il Liceo Scientifico, opzione delle Scienze Applicate, offre allo studente un percorso
formativo che mira al conseguimento di competenze avanzate in ambito scientificotecnologico, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche,
biologiche, all’informatica e alle loro applicazioni.
Attraverso lo studio della Biologia, della Chimica, della Fisica, delle Scienze
della Terra si dà ragione dello sviluppo del pensiero umano in ambito scientifico,
là dove ogni acquisizione nasce dall’esperienza, resa concreta dalla costante attività
laboratoriale ma anche dalle numerose esperienze online che la nostra scuola, ricca
di laboratori, aule speciali e nuove tecnologie, rende possibili.
Con l’Informatica, il cui spazio è ampliato dai nuovi quadri orari, si seguono
passo passo le curiosità dello studente in questo settore: dalla prima alla quinta egli
apprenderà i principali strumenti dell’Informatica, imparerà a progettare e realizzare
applicazioni in vari ambiti, acquisendo la consapevolezza dell’utilità e dei limiti della
Scienza dell’Informazione e del suo impatto nella società.
In questo contesto la Matematica svolge un ruolo metodologico essenziale in
quanto offre un linguaggio e strumenti comuni a tutte le discipline scientifiche.
Le notevoli competenze conseguite in ambito scientifico vengono integrate da
una solida preparazione artistico-letteraria e storico-filosofica, con la finalità di formare negli studenti una cultura completa e una personalità critica, consapevole e
protagonista del suo tempo.
La mancanza del Latino non toglie a questo corso il valore tipico liceale; si
richiedono curiosità, capacità di astrazione, rigore logico, passione per la scienza,
per la conoscenza, per la concreta realtà sociale ed economica. Questo corso di studi
consente l’accesso ad ogni facoltà universitaria, con preferenza per quelle scientifiche
e tecnologiche.
8
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Anno
Italiano
Inglese
Storia e Geografia
Storia
Filosofia
Matematica
Informatica
Fisica
Scienze
Disegno e Arte
Sc. Motorie
Religione
Totale
I
4
3
3
5
2
2
3
2
2
1
27
II
4
3
3
4
2
2
4
2
2
1
27
III
4
3
IV
4
3
V
4
3
2
2
4
2
3
5
2
2
1
30
2
2
4
2
3
5
2
2
1
30
2
2
4
2
3
5
2
2
1
30
Liceo linguistico
Il Liceo linguistico è, con crescenti adesioni, attivo nella nostra scuola dal 1994,
secondo le indicazioni Brocca, ora riviste nell’ottica della Riforma. Persegue da
sempre l’obiettivo di coniugare lo studio e l’approfondimento delle lingue straniere
con una solida preparazione culturale che consenta sia un immediato inserimento
nel mondo del lavoro sia la prosecuzione di studi universitari di qualsiasi tipo.
Caratterizzato dalla presenza nel curriculum di tre lingue straniere fin dal primo
anno, inglese, tedesco e una terza lingua a scelta tra il russo, il francese e lo spagnolo, tale indirizzo si propone in primo luogo di garantire allo studente in uscita dal
corso di studi l’acquisizione delle capacità di comprendere una varietà di messaggi
orali e scritti in contesti diversificati, di sostenere una conversazione su argomenti di
vario genere, anche di attualità, di conoscere le diverse culture e sapersi rapportare
con le civiltà dei paesi stranieri. Lo studio delle lingue accompagnato, a partire
dal triennio, da quello delle rispettive letterature e dall’approfondimento nelle materie umanistiche (lingua e letteratura italiana, storia, filosofia, storia dell’arte), si
caratterizza per una metodologia d’insegnamento che, privilegiando la lettura e l’analisi del testo, si sofferma a riflettere, secondo modalità differenziate nel corso del
quinquennio, su elementi strutturali, lessicali, comunicativi del discorso, garantendo
l’acquisizione di abilità di decodificazione e di interpretazione dei messaggi. Accostano i docenti di lingua straniera insegnanti di madrelingua che svolgono in classe
attività di conversazione.
Le materie scientifiche (matematica, fisica, scienze naturali) trovano spazio nell’intero arco degli studi, offrendo una solida preparazione di base allo studente,
completando la sua formazione logico-linguistica, affinando le sue abilità critiche,
consolidando capacità di trasferire tecniche acquisite in situazioni diversificate. L’opportunità di scambi e gemellaggi con i paesi dell’UE rende inoltre questo corso particolarmente interessante per la ricchezza di esperienze formative che gli studenti
possono vivere in itinere. Il Liceo linguistico, che richiede particolare motivazione
allo studio e spiccati interessi culturali, risulta adatto a chi desideri orientarsi a
studi universitari di carattere linguistico, a scuole interpreti e traduttori, a studi
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
9
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
di scienze politiche ed economiche internazionali, o anche a chi voglia solo ottenere
una formazione che consenta di muoversi nell’ambito del mondo del lavoro in una
dimensione europea.
Anno
Italiano
Latino
Inglese
Seconda lingua
Terza lingua
Storia e Geografia
Storia
Filosofia
Matematica
Fisica
Scienze
Disegno e Arte
Sc. Motorie
Religione
Totale
I
4
2
4
3
3
3
II
4
2
4
3
3
3
3
3
2
2
2
1
27
2
1
27
III
4
IV
4
V
4
3
4
4
3
4
4
3
4
4
2
2
2
2
2
2
2
1
30
2
2
2
2
2
2
2
1
30
2
2
2
2
2
2
2
1
30
Per tutti gli indirizzi le lezioni si svolgono esclusivamente nell’arco della mattinata; nel pomeriggio gli studenti, oltre alla normale attività di studio personale, hanno
la possibilità di frequentare sportelli e corsi di recupero e sostegno, svolgere attività
sportive nell’ambito del progetto di Istituto, svolgere attività teatrali e musicali, di
ricerca e studio individuale nella biblioteca, partecipare a tutti gli altri progetti di
ampliamento dell’offerta formativa.
10
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Le strutture
La sede di Via Interna 12, nella quale l’Istituto opera dal 1 settembre 2000, garantisce
• spazi ampi
• locali per ogni attività
La sede si presta ad una efficace organizzazione del tempo scuola e consente di
esprimere appieno le possibilità indicate nel piano dell’offerta formativa mediante
• una biblioteca di circa diecimila volumi, continuamente aggiornata;
• due laboratori di fisica dotati di attrezzature moderne che permettono di
verificare con esperienze gli argomenti fondamentali della disciplina;
• sei aule provviste di LIM;
• 41 aule con PC e videoproiettore;
• il cablaggio dell’intero Istituto, un computer per ogni aula, permette la
compilazione del registro elettronico e la consultazione di materiali attraverso
la rete LAN e WiFi;
• rete WiFi, che copre tutto l’Istituto, utilizzabile nel pomeriggio dagli studenti;
• un laboratorio di chimica e uno di biologia attrezzati per rendere i
ragazzi protagonisti delle diverse esperienze;
• un laboratorio dotato di 29 PC dedicato allo studio delle lingue;
• un laboratorio dotato di 30 PC dedicato alla videoscrittura;
• tre laboratori di informatica, due dotati di 29 PC ed uno con 20 PC. I
computer sono tutti connessi alla rete intranet interna e possono, contemporaneamente, essere connessi ad internet.
• due aule attrezzate per il disegno tecnico;
• tre aule materia (matematica, filosofia ed inglese) dotate di LIM;
• quattro palestre moderne per attività ginnico-sportive;
• una sala stampa, sostegno indispensabile per le attività scolastiche e parascolastiche
• due auditorium con oltre 300 posti; di cui uno dotato di pianoforte, che
consente offerte formative nel campo del linguaggio musicale.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
11
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Progetto aule aumentate
Il progetto aule aumentate (PON AOODGEFID/12810 del 15/10/2015) prevede la
dotazione di strumentazione hardware e software per varie classi e ambienti condivisi.
Queste tecnologie permetteranno di gestire una didattica innovativa in funzione
delle attività prescelte, utilizzabili per singole classi, per classi omogenee o per gruppi
di ragazzi; utili anche per la formazione dei docenti interna alla scuola.
Il progetto “aula aumentata” è una opportunità che viene data al nostro Ente
Scolastico per migliorare la dotazione degli strumenti tecnologici potendo gestire
metodologie didattiche innovative, collaborative e laboratoriali ed offrire ai nostri
allievi un utilizzo delle stesse che permetta di sviluppare le loro conoscenze con
la dovuta autonomia nella scoperta delle fonti e nella rielaborazione delle proprie
conoscenze.
Questo sviluppo permetterà di ottenere una ricaduta notevole sulla didattica,
sul funzionamento e sull’organizzazione scolastica.
Si potranno sviluppare e migliorare notevolmente servizi come l’E-Learning, la
gestione dei contenuti digitali e le lezioni multimediali; inoltre si otterrà un processo
di miglioramento del Know-how tecnologico dei nostri docenti.
12
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Le finalità
Le finalità dell’Istituto
Questa scuola si propone di favorire lo sviluppo delle intelligenze, di trasmettere agli
alunni il gusto della ricerca e la curiosità del conoscere, capire e sapere, fondamentali
per un duttile e positivo confronto con la realtà; inoltre, risponde ai bisogni specifici
degli allievi, anche tenendo conto del contesto socioculturale in cui sono inseriti,
proponendosi come uno dei centri privilegiati di informazione-formazione. La sua
azione, pertanto, si articola secondo alcune prospettive principali:
• educare la persona, cosı̀ che ogni alunno diventi cosciente dei propri bisogni,
anche affettivi, e capace di scegliere responsabilmente, nel rispetto dei propri
doveri e dei diritti di tutti
• istruire, impostando la propria didattica in modo che il risultato ultimo del
percorso formativo non sia acquisizione acritica di informazioni, bensı̀ un bagaglio solido e coerente di competenze, conoscenze e abilità tra cui spicchi il
”saper imparare” inteso come capacità di autoaggiornamento e di adeguamento costante alla mutevolezza dei saperi odierni e come consapevolezza della
necessità di declinare armoniosamente teoria e pratica, scienza e tecnica
• garantire il diritto allo studio, favorendo il regolare adempimento dell’obbligo
scolastico e prevedendo percorsi, il più possibile, personalizzati. Ciò implicherà interventi finalizzati al recupero degli svantaggi, valutandone l’eziologia
e le dinamiche, per individuare strategie, il più possibile, risolutive. Non andranno peraltro deluse le motivazioni e le curiosità degli allievi desiderosi di
approfondimenti specifici e mirati, offrendo attività di potenziamento ed eccellenza negli svariati ambiti (artistico, scientifico-tecnologico, linguistico . . . )
che costituiscono da sempre il background culturale su cui si fonda il prestigio
dell’Istituto.
Competenze in uscita
Di conseguenza, a conclusione del percorso di apprendimento, lo studente avrà
maturato le seguenti competenze (competenze in uscita):
A. Competenze comunicative.
A1. Saprà comunicare in maniera autonoma
A2. Saprà usare correttamente linguaggi specifici
A3. Saprà usare le tecnologie informatiche
B. Competenze critiche
B1. Saprà leggere e analizzare i fenomeni
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
13
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
B2. Saprà operare sintesi
B3. Saprà risolvere problemi
B4. Saprà sostenere le proprie opinioni
C. Competenze dell’apprendimento
C1. Saprà attivare strategie di studio e ricerca
C2. Saprà organizzare autonomi percorsi di informazione e formazione
D. Competenze dell’orientamento
D1. Saprà autovalutarsi
D2. Saprà operare scelte consapevoli
All’acquisizione delle precedenti competenze generali contribuiscono quelle disciplinari, scandite anno per anno, che costituiscono parte integrante dei piani di lavoro
delle singole materie al fine di garantire, pur nel rispetto della libertà di insegnamento, la massima omogeneità all’interno dell’Istituto, e le competenze indicate nei
Documenti di Programmazione dei singoli Consigli di Classe.
14
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Metodologie didattiche
Metodologie
• Chiarire gli obiettivi all’inizio dell’attività didattica.
• Presentare i contenuti in maniera problematica per fornire la motivazione
iniziale.
• Guidare la discussione per l’elaborazione teorica dei dati culturali.
• Favorire un’analisi critica delle ipotesi interpretative avanzate in classe.
• Condurre lezioni brevi corredate da esercizi e frequenti domande dal posto.
• Verificare la comprensione dei concetti e della terminologia usata.
• Insegnare l’uso di una rubrica per il significato di termini nuovi inseriti nelle
varie discipline.
• Usare l’errore come stimolo alla riflessione critica e all’autocorrezione.
• Comunicare e motivare il voto.
• Gratificare nei successi e incoraggiare negli insuccessi.
• Fornire suggerimenti e indicazioni su come eseguire una relazione.
• Organizzare lavori di gruppo (per alcune materie).
• Controllare il lavoro domestico e annotare eventuali irregolarità nelle comunicazioni alla famiglia del registro elettronico.
• Esigere che gli alunni comunichino all’inizio della lezione la loro eventuale
impreparazione.
• Sollecitare gli allievi al rispetto degli orari e del Regolamento d’Istituto.
Strumenti
• Libri di testo
• Quaderni personali
• Lavagna
• Proiettore
• Registratore
• Computer
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
15
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
• LIM
• Tablet
• Per le materie che lo prevedono, si utilizzeranno anche le aule speciali (laboratori, aula video, aula di lingue, palestra)
16
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
La valutazione
La valutazione ha carattere formativo ed è volta a rassicurare e correggere l’allievo
nel processo di apprendimento e nello sviluppo delle competenze. Essa permette
al docente di correggere il lavoro dello studente ma anche di rivedere il proprio
piano didattico. Allo stesso tempo serve allo studente per rendersi consapevole del
proprio grado di comprensione e di applicazione dei contenuti. Nella valutazione si
tiene conto del livello delle conoscenze, delle abilità e delle competenze.
Alla conclusione di ogni periodo valutativo verrà garantito un congruo numero di verifiche, commisurato alle esigenze della classe, opportunamente distribuito
fra le seguenti tipologie: prove scritte nella forma di tema, relazione, articolo, saggio, riassunto, questionario; colloqui, domande brevi; relazioni di laboratorio, test
strutturati ( a scelta multipla, vero/falso, etc), questionari, prove grafiche, prove
pratiche, presentazioni multimediali, lavori di gruppo, senza trascurare, nelle classi
interessate, le simulazioni di prove INVALSI e prove di Esame di Stato.
Le valutazioni vengono espresse tenendo conto della seguente tabella di corrispondenza tra voti e livelli di conoscenza, abilità e competenza.
Voto
Descrittore
Eccellente
(10)
Lo studente ha personalmente rielaborato conoscenze ampie,
articolate e consapevoli, approfondite anche attraverso personali letture; sa trasporre con sicurezza i diversi procedimenti
anche in contesti non noti; utilizza con sicuro discernimento un
lessico ricco ed appropriato anche nell’uso dei linguaggi specifici; sa argomentare con sicura consequenzialità di analisi e
sintesi critica.
Buono-Ottimo
(8-9)
Lo studente ha acquisito conoscenze disciplinari ampie e consapevoli; utilizza con sicura padronanza procedimenti già appresi, applica regole e leggi in situazioni note e dimostra iniziativa
nel prospettare nuove ipotesi di impiego delle stesse; fa riferimento ad acquisizioni culturali riconducibili a letture e ricerche
affrontate autonomamente e rispondenti ad interessi personali, rivela capacità logico-argomentative ed abilità espressive di
buon livello.
Discreto (7)
Lo studente rivela il possesso di informazioni complete; ha acquisito autonomia e precisione adeguate nell’impiego dei procedimenti appresi e sa organizzare l’esposizione dei contenuti
richiesti in forma complessivamente consequenziale e pertinente; impiega in modo corretto il lessico specifico delle singole
discipline.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
17
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
18
Voto
Descrittore
Sufficiente (6)
Lo studente conosce gli elementi essenziali delle discipline; fornisce risposte pertinenti alle richieste; utilizza, sebbene con
qualche limite e talora con la guida dell’insegnante, procedimenti appresi e applica regole e leggi in situazioni note; impiega in forma semplice, ma nel complesso corretta, i linguaggi
specifici delle varie discipline.
Insufficiente
(5)
Lo studente individua con difficoltà risposte pertinenti alle richieste, poiché l’acquisizione delle conoscenze è frammentaria
o inadeguatamente consapevole e approfondita; rivela abilità
logico-argomentative carenti; espone in forma impacciata ed
impropria.
Gravemente
insufficiente
(4)
Lo studente fraintende le domande in quanto le informazioni possedute risultano lacunose e scorrette; non è in grado di
strutturare il discorso in modo organico e coerente e non sa
applicare le richieste procedure di lavoro; non conosce, o usa a
sproposito, le terminologie specifiche.
Estremamente
insufficiente
(3)
Lo studente ha scarsissime conoscenze; non comprende le domande e commette molti e gravi errori nell’esecuzione dei lavori
assegnati che risultano essere incompleti; si esprime in modo
scorretto ed usa termini generici e/o del tutto impropri.
Nullo (2-1)
L’alunno si sottrae alla verifica o viene meno alla lealtà che
caratterizza l’interazione didattica oppure non ha nessuna conoscenza dei contenuti, non dimostra alcuna minima abilità
anche in compiti semplici, non fornisce nessuna informazione
e/o risposta a quesiti, problemi e/o temi proposti.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Valutazione della condotta
Il comportamento degli alunni è un fattore fondamentale per la realizzazione del
diritto allo studio: interviene a creare relazioni positive nell’ambiente scolastico, a
formare il giusto metodo per affrontare le attività di studio ad evitare situazioni di
disturbo, pericolo, danno per sé e per gli altri.
Siccome la scuola non ha un proprio ruolo programmato in educando, ma ne
ha uno ben definito (anche attraverso norme che comportano responsabilità civili e
penali degli insegnanti e del D.S.) in vigilando, ci pare di poter dire che, rispetto al
comportamento degli alunni, alla scuola stia il compito di creare (con procedimenti
democratici) e diffondere le regole condivise da rispettare e alle famiglie spetti il
compito di creare le situazioni che consentano ai loro figli di rispettarle.
La scuola, quindi, pur essendo parte della cosiddetta società educante, ha un
ruolo eminentemente normativo e (con il voto di condotta) valutativo, in quanto
non è la sola a dover costruire competenze comportamentali programmate.
Ne consegue che il voto di condotta non può valutare risultati su specifiche
competenze disciplinari, ma può solo disincentivare comportamenti di violazione
delle regole o premiare la collaborazione nella realizzazione di finalità generali.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
19
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Criteri di valutazione della condotta
20
Voto
Descrittore
10-9
È puntuale alle lezioni e fa in modo che eventuali assenze, debitamente
giustificate, non creino inconvenienti alla programmazione dell’attività
scolastica. Si relaziona in modo corretto ed aperto, rispettoso dell’esperienza altrui ed affronta le situazioni con consapevolezza: di esse vuole
conoscere i molteplici aspetti per poter prevedere soluzioni e conseguenze. Molto regolare nell’esecuzione delle consegne, interviene nel dialogo
didattico ed educativo sempre in modo pertinente e si pone come esempio
positivo e propositivo nel gruppo, di cui comunque si sente un soggetto
alla pari.
8
La frequenza alle lezioni è sostanzialmente regolare e puntuale. Eventuali assenze sono debitamente e prontamente giustificate. Realizza situazioni comunicative corrette e caratterizzate da una positiva dialettica;
intesse attivamente normali relazioni in vari contesti del mondo scolastico. E’ attento a non infrangere le regole e a far proprie le sollecitazioni ad
un buon comportamento. Regolare nell’esecuzione dei compiti assegnati,
interviene in modo corretto.
7
Talvolta non è puntuale alle lezioni e dimentica di giustificare prontamente le assenze. Non si organizza il lavoro, rimanendo a volte in ritardo
nell’esecuzione delle consegne, non prestando, d’altra parte, molta attenzione ai suggerimenti e alle sollecitazioni dell’insegnante. Interviene
non sempre in modo pertinente, alternando un’attenzione consapevole
ad atteggiamenti di poca partecipazione.
6
Frequenta le lezioni in modo irregolare e con scarsa puntualità: sono
frequenti le richieste di uscire dalla classe e le assenze ed i permessi non
sono prontamente giustificati. Non si organizza il lavoro e rimane costantemente in ritardo nelle consegne o non le rispetta affatto. Esprime
il proprio pensiero in modo superficiale e non pertinente. I suoi comportamenti si prestano ad essere frequentemente ripresi, in quanto tende a
non tenere conto degli ammonimenti e delle sollecitazioni. Non instaura relazioni del tutto corrette con compagni, docenti e personale della
scuola. Manifesta scarso rispetto dell’ambiente, fino a far registrare uno
o due episodi di contravvenzione al regolamento scolastico.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Voto
5
Descrittore
Non è puntuale alle lezioni che frequenta in modo saltuario: si assenta spesso con pretesti, non giustifica le assenze e le entrate/uscite fuori
orario e commette gravi e documentate irregolarità. Assume comportamenti di particolare gravità anche riconducibili alla fattispecie per la
quale lo Statuto delle Studentesse e degli studenti nonché il Regolamento
di Istituto prevedono l’irrogazione di sanzioni disciplinari che comportano l’allontanamento dalla comunità scolastica, anche per periodi superiori a quindici giorni ed eventualmente, in caso di reato, la denuncia
alle autorità competenti, sempreché lo studente non abbia poi, nel corso
dell’anno, dimostrato apprezzabili e concreti cambiamenti nel comportamento, tali da evidenziare un sufficiente livello di miglioramento nel suo
percorso di crescita e di maturazione (cfr. D.M. n. 5 del 16/01/2009)
Tali indicatori non devono essere presenti contemporaneamente per determinare la
valutazione.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
21
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Modalità delle verifiche
Per i docenti le verifiche hanno lo scopo di:
• assumere informazioni sul processo di insegnamento-apprendimento per controllare l’adeguatezza dei metodi e delle tecniche adottati;
• accertare il raggiungimento degli obiettivi didattici prefissati;
• pervenire alla valutazione degli alunni.
Le verifiche saranno organizzate in modo da offrire allo studente le più ampie
possibilità di recupero e saranno effettuate secondo tipologie diversificate di prova
(interrogazioni, compiti in classe, questionari, test, traduzioni, analisi testuali, riflessioni scritte, relazioni, schede di lettura, prove pratiche, prove grafiche, ...), in
base alla specificità di ciascuna disciplina.
Le prove scritte saranno programmate con opportuno anticipo, evitando in linea
di massima sovrapposizioni nella stessa giornata di verifiche scritte di più materie.
Le verifiche saranno coerenti con l’impostazione metodologica e valorizzeranno le
competenze maturate dagli studenti; inoltre, saranno sistematiche, corrette in tempi
congrui e comunque prima della prova successiva.
Il numero delle verifiche potrà inoltre essere diverso in relazione alle varie discipline e al numero delle ore di insegnamento settimanali previste per ciascuna materia.
Per ulteriori indicazioni, si rimanda alle programmazioni disciplinari.
Gli studenti saranno informati sugli argomenti, le abilità verificate, le modalità
di correzione.
22
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Criteri di ammissione alla classe
successiva
Il Consiglio di Classe è l’organo a cui è attribuita dalla legge la competenza esclusiva
nella valutazione degli studenti; esso opera collegialmente e giunge alla deliberazione
delle valutazioni o con decisione unanime o con decisione assunta a maggioranza,
per votazione, dai docenti della classe.
In sede di scrutinio finale il Consiglio di Classe considera le valutazioni proposte dai docenti e le ratifica o le modifica sulla base dei parametri valutativi
precedentemente concordati.
Il Consiglio di Classe valuta, inoltre, il percorso di avvicinamento alle mete
formative transdisciplinari fissate nella programmazione del Consiglio stesso.
Nel caso in cui il Consiglio di Classe rilevi per uno studente voti almeno sufficienti in tutte le discipline che mostrano l’avvenuta acquisizione
delle competenze formative programmate verrà deliberata l’ammissione
all’anno successivo.
Nel caso in cui il Consiglio di Classe rilevi in uno studente gravi o gravissime insufficienze, tali da determinare una carenza nella preparazione
complessiva, oppure riscontri diffuse insufficienze, anche non gravi, per
inadeguato impegno e per mancata attitudine a organizzare il proprio
studio in maniera autonoma, coerente con le linee di programmazione
indicate dai docenti, lo studente sarà dichiarato non ammesso alla classe
successiva, con adeguata motivazione della deliberazione adottata.
In tali casi, al fine di orientare secondo criteri oggettivi ed omogenei le deliberazioni dei Consigli di Classe, il Collegio dei Docenti stabilisce che un allievo possa non
essere ammesso alla classe successiva se presenta un numero di insufficienze gravi
pari a tre o quattro discipline e comunque insufficienze diffuse che possano pregiudicare il proficuo proseguimento degli studi nella classe successiva, in considerazione
del fatto che non si ritiene opportuno assegnare più di due (eccezionalmente tre corsi
di recupero).
Nel caso in cui il Consiglio di Classe rilevi in uno studente insufficienze
non gravi e/o gravissime, in presenza di impegno nello studio coerente
con le linee di programmazione indicate dai docenti, il Consiglio stesso
provvederà al rinvio della formulazione finale del giudizio di ammissione
o non ammissione al termine delle iniziative di recupero e di verifica,
coerenti con le indicazioni ministeriali.
Nello scrutinio relativo alla valutazione del giudizio sospeso, l’ammissione
alla classe successiva avverrà solo in presenza di valutazione sufficiente
in tutte le discipline oggetto di recupero (D.P.R. 122/09)
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
23
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Modalità di assegnazione del credito
scolastico e formativo
Credito formativo
E’ possibile integrare i crediti scolastici con i crediti formativi, attribuiti a seguito
di attività extrascolastiche svolte in differenti ambiti (corsi di lingua, informatica, musica, attività sportive); in questo caso la validità dell’attestato e l’attribuzione
del punteggio sono stabiliti dal Consiglio di classe, il quale procede alla valutazione
dei crediti formativi sulla base di indicazioni e parametri preventivamente individuati dal Collegio dei Docenti al fine di assicurare omogeneità nelle decisioni dei
vari Consigli di Classe, e in relazione agli obiettivi formativi ed educativi propri
dell’indirizzo di studi e dei corsi interessati. Il riconoscimento dei crediti formativi
viene riportato sul certificato allegato al diploma. Riferimenti normativi:
• DPR 22 giugno 2009, n. 122, art. 6. comma 2;
• Decreto Ministeriale 16 dicembre 2009 n. 99;
• Decreto Ministeriale 24 febbraio 2000 n. 49;
• Decreto Ministeriale 10 febbraio 1999, n. 34, art. 1.
Attribuzione del credito
Nello scrutinio finale viene, innanzi tutto, calcolata la media dei voti di tutte le
discipline e del voto di condotta, quindi attribuito un punteggio corrispondente alla
banda cui appartiene tale media secondo la seguente tabella, scegliendo il punteggio
minimo o massimo all’interno delle bande con il seguente criterio: con voto > 0.50
uso della fascia alta, con voto < 0.50 uso della fascia bassa, salvo il computo di
crediti formativi certificati.
Media dei voti
M =6
6<M ≤7
7<M ≤8
8<M ≤9
9 < M ≤ 10
3o anno
3-4
4-5
5-6
6-7
7-8
4o anno
3-4
4-5
5-6
6-7
7-8
5o anno
4-5
5-6
6-7
7-8
8-9
Per quanto riguarda l’assegnazione del credito formativo, si accoglieranno le certificazioni di esperienze maturate al di fuori della scuola e comunque dell’attività
curricolare, avvenute in ambiti e settori legati alla formazione della persona, alla
crescita umana, civile e culturale, aventi attinenza con gli obiettivi perseguiti dal
POF di Istituto. Le attività sportive dovranno essere di tipo agonistico, continuative
con prestazioni a livello almeno regionale.
In particolare la fascia alta del punteggio verrà attribuita se presente una delle
seguenti certificazioni:
24
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
• Certificazioni linguistiche (per inglese: livello B1 per la classe terza , B2 o
superiori per classi quarta e quinta; per seconda e terza lingua B1 per le
quarte)
• Patente ECDL
• Certificazioni di conservatori o scuole di musica
• Stage estivi, organizzati dalla scuola, di almeno due settimane
• Attività sportiva agonistica e continuativa di livello almeno regionale
• Partecipazione a gare o concorsi raggiungendo risultati di buon livello certificati dal docente responsabile
• Attività continuativa di volontariato, di solidarietà e di cooperazione presso
enti, associazioni, documentate con precisione indicando il tipo di servizio ed
i tempi (almeno tre mesi) entro cui tale servizio si è svolto
• Corsi per arbitri sportivi e allenatori federazioni CONI, con almeno 40 ore di
frequenza ed esame finale con esplicitazione delle abilità acquisite.
Per l’attribuzione della fascia alta sono necessarie invece due o più delle seguenti
certificazioni:
• Scuola aperta (almeno 4 ore)
• Corsi estivi di lingua all’estero
• Volontariato non continuativo o per brevi periodi
• Donazione sangue / attestato BLSD
• Stage estivi per periodi inferiori a 2 settimane
• Progetti del POF con attività extracurricolare
• Corsi per arbitri sportivi e allenatori federazioni CONI, con almeno 20 ore di
frequenza ed esame finale con esplicitazione delle abilità acquisite.
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
25
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Il recupero scolastico
Se da un lato l’azione didattica è rivolta alla classe nel suo insieme, dall’altro il
destinatario è il singolo discente, il quale è aiutato e sostenuto nel suo percorso di
apprendimento anche con iniziative volte al superamento di eventuali situazioni di
difficoltà. In tal senso il recupero va inteso in modo ampio e non solo come momento
specifico rivolto a gruppi strutturati di allievi (corso di recupero) o a piccoli gruppi
e/o singoli (sportello), ma anche come sistematica attenzione all’allievo e al suo
processo evolutivo, in collaborazione con la famiglia. Le modalità di recupero sono
pertanto diverse e precisamente:
1) La ripetizione delle lezioni o di parti di esse, che avviene in orario curricolare
(recupero in itinere).
2) Lo studio individuale indirizzato dal docente.
3) Le attività di sportello cosı̀ come previsto dall’O.M. 92/2007.
4) I corsi di recupero strutturati di fine quadrimestre in orario pomeridiano (Interventi Didattici Educativi Integrativi).
26
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Patto di corresponsabilità educativa
La scuola si impegna a:
• fornire una formazione culturale qualificata, aperta alla pluralità delle idee,
nel rispetto dell’identità di ciascuno studente;
• offrire un ambiente favorevole alla crescita della persona, promuovendo un
servizio didattico di qualità in un ambiente educativo sereno, che favorisca il
processo di formazione di ciascuno studente a partire dai suoi ritmi e tempi di
apprendimento
• offrire iniziative concrete al fine di promuovere il merito e incentivare le eccellenze
• offrire iniziative concrete per il recupero di situazioni di ritardo e/o di svantaggio, al fine di favorire il successo formativo e combattere la dispersione
scolastica
• comunicare e/o denunciare situazioni di grave disagio personale o sociale dello
studente
• favorire la piena integrazione degli studenti diversamente abili, promuovere
iniziative di accoglienza e integrazione degli studenti stranieri rispettandone
l’identità culturale, ricercando nel dialogo interculturale comprensione, confronto, rispetto reciproco garantire la massima trasparenza nelle valutazioni e
la massima tempestività nelle comunicazioni
Lo studente si impegna a:
• prendere coscienza dei propri diritti e dei propri doveri, anche tramite la
conoscenza dello Statuto delle Studentesse e degli Studenti, dei programmi
disciplinari del Regolamento e del POF dell’Istituto
• rispettare la scuola come luogo di interazione con persone, ambiente, attrezzature, rendendosi corresponsabile della gestione dell’Istituto attraverso un comportamento corretto e una consapevole ed efficace partecipazione alle’elezione
e al funzionamento degli organi collegiali
• rispettare i tempi programmati e concordati con i docenti per il raggiungimento
degli obiettivi previsti dal proprio piano di studi, impegnandosi a frequentare
le lezioni con regolarità e ad eseguire in modo responsabile i compiti assegnati
• stabilire e mantenere un rapporto di rispetto e sostegno solidale con l’altro e
il diverso da sé, comprendendo il valore formativo ed etico di ogni relazione
interpersonale
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
27
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
• trasmettere con scrupolo e tempestività ogni comunicazione fra scuola e famiglia gli venga data da riferire a voce, tramite lettera o tramite il libretto
personale che sarà sua cura tenere costantemente aggiornato, annotandovi
l’esito delle valutazioni conseguite.
La famiglia si impegna a:
• conoscere i documenti di programmazione, il Regolamento e il POF dell’Istituto, per mantenere con la scuola un rapporto di dialogo solidale, costante ed
efficace, nel rispetto dell’offerta educativa e didattica e di finalità condivise
• discutere e condividere con il proprio figlio il patto educativo, stipulato con la
scuola all’atto dell’iscrizione tramite la sottoscrizione del presente Patto e del
Regolamento di Istituto
• favorire la regolarità della frequenza delle lezioni del proprio figlio, controllandone giornalmente il libretto personale, evitando di consentire assenze che
compromettano le attività di studio
• programmare i tempi di vita del proprio figlio in modo da dare priorità agli
impegni scolastici e garantirgli un ambiente domestico rispettoso delle attività
di studio
• comunicare, pur con le garanzie del rispetto della privacy, situazioni di disagio
sociale, psicologico o fisico che possano coinvolgere o compromettere il rapporto
con la scuola
• partecipare con spirito di fattiva collaborazione e con assiduità ai colloqui
dedicati ai genitori e agli organismi scolastici che prevedano la loro presenza
diretta o tramite rappresentanti eletti
N.B. quanto previsto nel Patto discende dallo Statuto delle studentesse e degli
studenti e dal Regolamento di istituto
28
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Validità anno scolastico
C.M. 20 del 4 marzo 2011
La normativa di riferimento è la C.M. 20 del 4 marzo 2011 che recita:
Come è noto dall’anno scolastico in corso trova piena applicazione, per
gli studenti di tutte le classi degli istituti di istruzione secondaria di II
grado, la disposizione sulla validità dell’anno scolastico di cui all’articolo 14, comma 7, del Regolamento di coordinamento delle norme per
la valutazione degli alunni di cui al DPR 22 giugno 2009, n. 122. Tale disposizione prevede che . . . ai fini della validità dell’anno scolastico,
compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno
tre quarti dell’orario annuale personalizzato.
...
Le istituzioni scolastiche, in base all’ordinamento scolastico di appartenenza, vorranno definire preliminarmente il monte ore annuo di riferimento per ogni anno di corso, quale base di calcolo per la determinazione dei tre quarti di presenza richiesti dal Regolamento per la validità dell’anno, assumendo come orario di riferimento quello curricolare
e obbligatorio.
...
L’articolo 14, comma 7, del Regolamento prevede che le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto
previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto
limite [dei tre quarti di presenza del monte ore annuale]. Tale deroga è
prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe,
la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Spetta, dunque, al collegio dei docenti definire i criteri generali e le fattispecie
che legittimano la deroga al limite minimo di presenza. Tale deroga è
prevista per casi eccezionali, certi e documentati. È compito del consiglio di classe verificare, nel rispetto dei criteri definiti dal collegio dei
docenti e delle indicazioni della presente nota, se il singolo allievo abbia
superato il limite massimo consentito di assenze e se tali assenze, pur
rientrando nelle deroghe previste dal collegio dei docenti, impediscano,
comunque, di procedere alla fase valutativa, considerata la non sufficiente
permanenza del rapporto educativo. Ad ogni buon conto, a mero titolo
indicativo e fatta salva l’autonomia delle istituzioni scolastiche, si ritiene
che rientrino fra le casistiche apprezzabili ai fini delle deroghe previste,
le assenze dovute a: gravi motivi di salute adeguatamente documentati;
terapie e/o cure programmate; donazioni di sangue; partecipazione ad
attività sportive e agonistiche organizzate da federazioni riconosciute dal
C.O.N.I.; adesione a confessioni religiose per le quali esistono specifiche
intese che considerano il sabato come giorno di riposo (cfr. Legge n.
516/1988 che recepisce l’intesa con la Chiesa Cristiana Avventista del
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
29
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Settimo Giorno; Legge n. 101/1989 sulla regolazione dei rapporti tra lo
Stato e l’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane, sulla base dell’intesa
stipulata il 27 febbraio 1987).
Comunicazioni allo studente e alla famiglia
L’istituzione scolastica comunica all’inizio dell’anno scolastico ad ogni studente e
alla sua famiglia il relativo orario annuale personalizzato e il limite minimo delle
ore di presenza complessive da assicurare per la validità dell’anno; pubblica altresı̀
all’albo della scuola le deroghe a tale limite previste dal collegio dei docenti.
Prospetto orario annuale delle classi
Ore
settimanali
Settimane
annue
Ore annue
Ore minime
di frequenza
Prime
27
33
891
669
Seconde
27
33
891
669
Terze
30
33
990
743
Quarte
30
33
990
743
Quinte
30
33
990
743
Classi
30
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Interventi per gli studenti con bisogni
educativi speciali (BES)
La direttiva Ministeriale del 27.12.2012 “Strumenti d’intervento per alunni
con bisogni educativi speciali e organizzazione territoriale per l’inclusione” ridefinisce e completa il tradizionale approccio alla strategia inclusiva della
scuola italiana con l’obiettivo di garantire il diritto all’apprendimento per tutti gli
alunni e studenti in difficoltà estendendo il campo di intervento e di responsabilità
a tutta la comunità educante all’intera area dei Bisogni Educativi Speciali (BES),
che comprende:
1. Svantaggio socio-culturale
2. Disturbi specifici di apprendimento (DSA) e/o disturbi evolutivi specifici
3. Difficoltà derivanti dalla non conoscenza delle cultura e della lingua italiana
per studenti appartenenti a culture diverse
La Direttiva estende a tutti gli studenti in difficoltà il diritto alla personalizzazione dell’apprendimento, richiamandosi espressamente ai principi enunciati
dalla Legge 53/2003.
Fermo restando l’obbligo della presentazione della certificazione per l’esercizio
dei diritti conseguenti la situazione di disabilità e di DSA i Consigli di Classe predispongono il Piano Didattico Personalizzato (PDP) che ha lo scopo di definire,
monitorare e documentare le strategie di intervento più idonee e i criteri di valutazione degli apprendimenti, che prevedano misure compensative o dispensative nella
prospettiva di una presa in carico globale e inclusiva di tutti gli alunni. Il Piano didattico Personalizzato include le progettazioni didattico-educative calibrate sui livelli minimi attesi per le competenze in uscita, strumenti programmatici utili in maggior
misura rispetto a compensazioni o dispense, a carattere didattico-strumentale. Ogni
PDP è firmato dal Dirigente Scolastico, dai docenti e dalla famiglia dello studente.
Per quanto riguarda l’area dei BES che interessa lo svantaggio socioeconomico, linguistico e culturale si tiene conto del fatto che in ogni studente, con
continuità o per determinati periodi, può manifestare Bisogni educativi speciali (motivi fisici, biologici, fisiologici, psicologici, sociali) rispetto ai quali è necessario offrire
una risposta adeguata e personalizzata.
Gli studenti provenienti da altri Paesi e altre culture che manifestano difficoltà
derivanti dalla non conoscenza della lingua italiana, vengono attivati percorsi
individualizzati e personalizzati, anche attraverso l’adozione di strumenti compensativi e misure dispensative. Tali misure, a differenza delle situazioni di disturbo documentate da diagnosi, hanno carattere transitorio e riguardano le strategie didattiche
ed educative personalizzate.
Con l’obiettivo di perseguire tale politica dell’inclusione il nostro Istituto si avvale di un Gruppo di lavoro per l’inclusione (GLI), formato da docenti con
formazione specifica in questo ambito, esperti istituzionali interni, insegnanti per il
sostegno, genitori con il compito di:
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
31
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
• Rilevazione dei BES nella scuola
• Raccolta e documentazione degli interventi didattico-educativi
• Confronto sui casi, consulenza e supporto ai colleghi sulle strategie/metodologiche
di gestione delle classi
• Rilevazione, monitoraggio e valutazione del livello di inclusività della scuola
• Elaborazione di una proposta di Piano Annuale per l’Inclusività riferito
a tutti gli alunni con BES, da redigere entro la fine di ogni anno scolastico
(mese di giugno)
• Il gruppo di Lavoro per l’Inclusione, inoltre, mantiene stretto contatto con i
servizi sociali e sanitari territoriali per la formazione, tutoraggio, progetti di
prevenzione, monitoraggio, ecc.
• All’inizio di ogni anno scolastico il GLI propone al Collegio docenti una programmazione degli obiettivi da perseguire e delle attività da realizzare, che
confluisce nel Piano Annuale per l’Inclusività; al termine dell’anno scolastico,
il collegio procede alla verifica dei risultati raggiunti.
32
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Progetto Alternanza scuola-lavoro
per le classi terze dell’anno scolastico
2015/16
La legge 107/15 prevede all’articolo 1 comma 33: Al fine di incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti, i percorsi di alternanza
scuola-lavoro di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 77, sono attuati, negli
istituti tecnici e professionali, per una durata complessiva, nel secondo biennio e
nell’ultimo anno del percorso di studi, di almeno 400 ore e, nei licei, per una durata
complessiva di almeno 200 ore nel triennio. Le disposizioni del primo periodo si
applicano a partire dalle classi terze attivate nell’anno scolastico successivo a quello
in corso alla data di entrata in vigore della presente legge. I percorsi di alternanza
sono inseriti nei piani triennali dell’offerta formativa.
Visto quanto previsto dalla legge risulta necessario predisporre un progetto per
l’alternanza scuola-lavoro. Nel nostro Liceo già da anni sono attuati stage presso varie realtà lavorative , soprattutto ai fine dell’orientamento. Tali attività, comunque
volontarie, sono state possibili solo per un numero limitato di studenti al termine della classe quarta, vista la scarsa disponibilità da parte di aziende ed enti ad
accogliere studenti provenienti da un percorso liceale prettamente teorico.
Nonostante questa pluriennale esperienza e la conseguente rete di contatti instaurati, risulta ancora molto difficile ipotizzare con precisione un progetto definito
in tutti suoi aspetti per vari motivi, prima di tutto non è ancora disponibile il registro delle imprese previsto dalla legge, poi per tutte le limitazioni burocratiche
che la legge impone, inoltre per l’alto numero di studenti da collocare in una realtà
produttiva costituita da imprese medio-piccole che possono accogliere un numero
limitato di persone. Da notare inoltre che gli studenti liceali, non avendo competenze pratiche, risultano svantaggiati rispetto a quelli provenienti dagli istituti tecnici.
anche Enti e strutture pubbliche offrono disponibilità molto limitate.
Pertanto si ritiene possibile fissare solo alcune indicazioni di massima:
• per le classi terze dell’anno scolastico 2015/16 si prevedono al massimo 70 ore,
metà delle quali da svolgere durante l’anno scolastico e le altre nel periodo
estivo.
• nel monte ore previsto durante il periodo di lezione, si prevedono attività in
aula di formazione per l’intera classe o gruppi di classe
• otto ore saranno obbligatoriamente impiegati per i corsi sulla sicurezza
• durante il periodo di lezione, tutto il gruppo classe dovrà svolgere lo stage contemporaneamente anche se i singoli studenti saranno inseriti in realtà
lavorative diverse
• i progetti vengono approvati dal consiglio di classe e gli studenti dovranno
svolgere l’attività presso la struttura a cui sono stati assegnati
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
33
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Considerato quanto già attuato negli anni passati e i contatti instaurati. gli
ambiti principali su cui si struttureranno i singoli progetti sono:
• scientifico, biologico sanitario (prevalentemente per liceo scientifico)
• innovazione nella produzione industriale e imprese informatica ( prevalentemente per scienze applicate)
• artistico-museale e turistico (prevalentemente per liceo linguistico)
Si prevede inoltre anche un progetto in ambito economico giuridico.
Per attuare i progetti si prevedono contatti con le seguenti realtà locali, considerato che con alcune il Liceo ha già instaurato collaborazioni:
• strutture sanitarie
• studi professionali
• ordini professionali
• associazioni di categoria
• banche
• aziende, in particolare nell’ambito informatico e dell’innovazione produttiva
• enti che operano in ambito archeologico e artistico-museale
• università
• uffici delle forze dell’ordine
• enti pubblici
• strutture sportive
• biblioteche
• mediateca cinemazero
• editoria e giornalismo
• associazioni onlus
• aziende import-export
• biblioteche
• enti mediazione culturale
• editoria, in particolare nell’ambito della traduzione
• uffici culturali
• enti di valorizzazione beni artistici
34
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Progetti di ampliamento dell’offerta
formativa
Valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche
• Accoglienza ed assistenza allievi stranieri
• Adotta uno spettacolo
• Certificazioni linguistiche
• Cineforum
• CLIL per l’Europa e CLIL di istituto
• Creative writing workshop
• ESABAC
• Gemellaggio con liceo di Hochstadt
• Gemellaggio con liceo di Berlino
• Gemellaggio con scuola russa
• Intorno a Dedica
• Invito alla lettura
• Olimpiadi della lingua italiana
• Il quotidiano in classe
Potenziamento delle competenze matematico-logiche
e scientifiche
• Educazione alla salute
• Olimpiadi della Chimica e delle Scienze
• Olimpiadi della Fisica - Giochi di Anacleto
• Olimpiadi di Informatica
• Olimpiadi di Matematica
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
35
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Potenziamento delle competenze laboratoriali e delle
attività di laboratorio
• Di danza in danza
• Coro studentesco
• Ballo dei maturandi
• ECDL
• La scuola all’opera
• La scuola del cuore
• Make it livello base
• Modellazione grafica 3D
• Slidologicamente base
• Verso la scuola europea delle competenze
• Global teaching labs
• I siti della memoria
• 2014 dal confine al fronte
• Scrivere di cinema
Incremento dell’alternanza scuola-lavoro
• Alternanza scuola-lavoro
Individuazione di percorsi e sistemi funzionali alla premialità e alla valorizzazione del merito
• Grigoletti special olympic
• Olimpiadi di Filosofia e Storia
• Progetto sportivo
Definizione di un sistema di orientamento
• DSA: strategie educative per la personalizzazione
• Scuola aperta
• Orientamento: un processo curricolare formativo
36
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
Liceo Scientifico Statale “M.Grigoletti”
Potenziamento delle competenze di cittadinanza
• Fai conoscere la tua scuola
• Understanding Europe
• I giovani al Parlamento europeo
• Immigrazione, mediazione culturale e inserimento scolastico
• Insieme per: cultura della solidarietà e della condivisione
• Il linguaggio della partecipazione civile
• La Costituzione della Repubblica Italiana
• Meeting
• Spazio di consulenza psicologica
• Web for help
Piano dell’Offerta Formativa 2015/2016
37
Fly UP