...

Anna Di Bene

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

Anna Di Bene
Curriculum
Arch. Anna Di Bene
•
•
•
•
Diploma di Laurea in Architettura Università degli Studi di Roma Anno Accademico 1977
Abilitazione all’esercizio della libera professione 1978
Diploma di specializzazione della Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione (ai
sensi della legge 40 del 1990) 1984
Conseguimento del terzo posto in graduatoria nazionale del concorso per architetti nel ruolo
della carriera direttiva nel 1985
Dal 1985 al 1998 – Architetto Direttore presso la Soprintendenza Archeologica di Roma.
Progettista e Direttore dei Lavori di numerosi interventi di restauro e musealizzazione di siti
e monumenti archeologici.
Dal 30 settembre 1992 - Consulente per la Soprintendenza Archeologica di Roma du Comité
Scientifique, per lo studio del programma di conservazione di Villa Medici
Nel 1993 progettazione, organizzazione della mostra e del convegno nazionale su “La
Basilica di S. Croce in Gerusalemme a Roma: Quando l’Antico è Futuro”- Partecipazione al
convegno con relazione sulla “Riqualificazione dell’area da Porta Asinara a Via Eleniana” e
presentazione del progetto su “Ipotesi progettuale di recupero dell’area archeologica da San
Giovanni a Via Eleniana.
Nel 1995 ideazione, progettazione esecutiva e D.L. della recinzione monumentale del
Museo Nazionale Romano di Palazzo Massimo.
Dal 28 agosto 1997 – Membro interno della Commissione Nazionale per la conservazione
delle superfici nei monumenti architettonici e la loro salvaguardia nei rispettivi contesti
urbani e ambientali.
Dal 5 novembre 1997 – Consulente per la Soprintendenza Archeologica nella Commissione
Zecca, relativamente per le problematiche tecnico-scentifiche e urbanistiche inerenti all’area
dell’esquilino. Con elaborazione del progetto di riuso e restauro della sede della Zecca come
Polo integrato museale – multimediale – congressuale.
Nel 1997-98 responsabile tecnico-amministrativo per tutti gli aspetti inerenti la tutela e la
valorizzazione dell’Area Archeologica e degli edifici del Compendio Demaniale di S. Croce
in Gerusalemme, per delega del Soprintendente Archeologo di Roma.
Dal luglio 1998 – Architetto Direttore, Coordinatore, Responsabile del procedimento presso
l’Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e Paesaggistici.
Dal 17 febbraio 1999 – Responsabile della Sicurezza e del Servizio di Prevenzione e
Protezione dell’Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e Paesaggistici.
Da Gennaio 2000 Referente per l’UCBAP per la valutazione dei progetti degli Studi di
Impatto Ambientale finanziati con le Delibere CIPE.
Dal 25 maggio 2000 – Rappresentante dell’Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e
Paesaggistici presso la Commissione Speciale Permanente per la Sicurezza del Patrimonio
Culturale Nazionale.
1
Curriculum
Arch. Anna Di Bene
Dal 16 febbraio 2001 – Membro del Gruppo di Lavoro definito dal protocollo di intesa sullo
sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili tra Ministero Beni Culturali e Ministero
dell’Ambiente.
Il 19-20 marzo 2001 – Rappresentante dell’Ufficio Centrale al seminario “A Tutela della
privacy nella gestione del personale dipendente”, incarico del 5 marzo 2001.
Il 26-27 marzo 2001 – Corso di formazione “Obblighi di legge – Metodologie procedure di
lavoro – Controlli, Norme tecniche, Responsabilità civili e penali – Contratti di
manutenzione”.
Dal 28 marzo 2001 – Rappresentante dell’Ufficio Centrale nelle riunioni tecniche con il
Ministero dell’Ambiente per l’esame delle problematiche inerenti lo svolgimento delle
competenze indicate nel comma 4, art. 149 e comma 3, art. 156 del D.L.gs 490/99.
Da aprile 2001 – Membro Commissione per la definizione del Disciplinare tipo dei custodi
casieri.
Dal 17 aprile 2001 – Rappresentante dell’Ufficio Centrale presso il Comitato
Interministeriale per la Prevenzione e Riduzione dall’Inquinamento Elettromagnetico.
Dal 20 aprile 2001 – Membro del Gruppo di Lavoro “Rilevazione delle prestazioni
professionali offerte da collaboratori esterni”
Dal 26 aprile 2001 – Rappresentante dell’Ufficio Centrale nella Commissione tecnica di
valutazione delle richieste di contributo del Bando “Tetti Fotovoltaici”
Dal 17 maggio 2001 – Rappresentante del Ministero Beni e Attività Culturali – Direzione
Generale presso il Tavolo di monitoraggio del sistema di qualificazione del fornitore nei
lavori pubblici.
Dal 5 giugno 2001 – Rappresentante del Ministero Beni e Attività Culturali – Direzione
Generale per la definizione del Protocollo di Intesa con il Ministero dell’Ambiente.
Dal 22 novembre 2001 – Componente della Segreteria tecnico-scientifica del Gruppo
interministeriale permanente per la Lista del Patrimonio Mondiale presso l’UNESCO.
Il 28-29 novembre 2001 – Rappresentante del Ministero Beni e Attività Culturali –
Direzione Generale al Seminario sulla Valutazione Ambientale Strategica.
Il 5 febbraio 2002 – Collaudatore dei lavori di adeguamento delle misure di sicurezza area
superiore del deposito archeologico Santuario Ercole Vincitore Tivoli.
Dal 21 febbraio 2002 – Rappresentante del Ministero Beni e Attività Culturali – Direzione
Generale nelle riunioni presso il Consiglio di Europa in Strasburgo per l’applicazione della
Convenzione Europea del Paesaggio.
Dal 25/09/02 Incarico di Responsabile del Settore Tutela del Servizio IV Paesaggio
Il 4-8 e 18-22 marzo 2002 – qualificata a partecipare al Corso do formazione della SSPA
sulla “Formulazione, valutazione e monitoraggio di piani e progetti per i fondi strutturali
europei”.
Dal 3 aprile 2002 – Membro del Gruppo di Lavoro “QCS 2000/2006 – PON Trasporti”.
27 novembre 2002 – Collaudatore dei lavori di restauro e adeguamento funzionale del
Palazzo Soranzo Cappello – Venezia.
2
Curriculum
Arch. Anna Di Bene
Dal 12 dicembre 2002 – Rappresentante del Ministero Beni e Attività Culturali – Direzione
Generale nelle Assemblee Generali del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.
Dal 14 luglio al 5 agosto 2003 – Reggente facente funzioni del Dirigente del Servizio IV
Dal 6 agosto al 29 settembre 2003 al 29 settembre 2003 Dirigente Reggente del Servizio
V Tecnico – Giuridico
Dal 29 settembre 2003 Dirigente Reggente del Servizio IV Paesaggio
Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea.Responsabile scientifico dell’evento
che si è svolto il 10 e 11 novembre 2003 presso il San Michele. Convegno “Il paesaggio
nelle politiche europee” Partecipanti : Stati membri dell’UE; Consiglio d’Europa;
Commissione Europea; rappresentanti delle Istituzioni Italiane; rappresentanti degli Enti di
ricerca.
Dal 15/07/03 Rappresentante del Ministero per i Beni e le Attività Culturali presso il tavolo
tecnico di confronto interistituzionale in materia di Aree Protette a latere della Conferenza
Permanente per i rapporti tra Stato e Regioni e le provincie Autonome.
Dal 16/07/03 Rappresentante della Direzione presso la Commissione Speciale
Permanente per la Sicurezza del patrimonio Culturale Nazionale.
PRINCIPALI ATTIVITÀ SVOLTE COME DIRIGENTE REGGENTE
Stesura del Protocollo di intesa con il GRTN, sottoscritto nel 2004, relativo alla
copianificazione delle nuove linee di sviluppo della rete elettrica nazionale.
Attività di progettazione e stesura della metodologia di valutazione del rischio paesaggio.
Progettazione e stesura delle Linne Guida per il corretto inserimento delle trasformazioni
territoriali nel paesaggio, con formulazione del modello di “Relazione Paesaggistica”.
Progettazione e stesura della metodologia di interscambio dati necessario per le attività di
copianificazione tra gli Enti regionali e il MBAC.
Copianificazione paesaggistica sulla base di specifici protocolli con le Regioni Veneto e
Sardegna.
Progettazione e stesura della “Dimensione paesaggistica” per l’itinerario culturale “Via
Carolingia”.
Presentazione e promozione presso il Consiglio d’Europa degli itinerari culturali per il
riconoscimento europeo.
Applicazione della Convenzione Europea attraverso attività congiunte con il Consiglio
d’Europa.
Collaborazione alla stesura del Disegno di legge quadro sulla tutela del paesaggio Europeo.
PUBBLICAZIONI
3
Curriculum
Arch. Anna Di Bene
1. Titolo della pubblicazione -I Beni Culturali Tutela e Valorizzazione -Anno 1° numero 1°“Un Battistero Romano sotto la chiesa di Santa Cecilia a Trastevere”
2. Titolo della pubblicazione – Bollettino di Archeologia n° 10 (MCMXCI)”Il sistema
Flowmole: nuova metodologia di intervento”
3. Titolo della pubblicazione – Geo-Archeologia Periodico dell’Associazione geo-archeologica
italiana “Problematiche inerenti alla conservazione e sistemazione dei monumenti nei centri
storici”
4. Titolo della pubblicazione – Rapporto 1999 dell’Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e
Paesaggistici- “Sicurezza nei luoghi di lavoro”;
4.1 “Perugia Progetto per la costruzione della variante della SGC E/45 tratto CollestradaMadonna del Piano;
4.2 “Pont Canadese (TO) Progetto per la costruzione di un impianto di termoutilizzazione
dei rifiuti industriali della società Liri Industriale”
5. Progettazione del CD-Rom multimediale interattivo sulla “Vita quotidiana a Roma in età
classica Musei e realtà virtuale-QUOVADIS?”
6. Titolo della pubblicazione - Rapporto 1999 dell’Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e
Paesaggistici- “Gli interventi di ingegneria naturalistica per la riqualificazione ed il
recupero ambientale”
6.1 ” La verifica di compatibilità paesaggistica archeologica e ambientale. La valutazione
di impatto ambientale”.
6.2
Convention Europeenne du Paysage de l’identitéau developpement durable
1. Titolo della pubblicazione - Rapporto 1999 dell’Ufficio Centrale per i Beni Ambientali e
Paesaggistici- “Gli interventi di ingegneria naturalistica per la riqualificazione ed il
recupero ambientale”
2. ” La verifica di compatibilità paesaggistica archeologica e ambientale. La valutazione di
impatto ambientale”.
3. Convention Europeenne du Paysage de l’identitéau developpement durable
Collana « Strumenti » Denaro Libri
4. Presidenza Italiana del Consiglio dell’Unione Europea.Responsabile scientifico
dell’evento che si svolgerà il 10 e 11 novembre 2003 presso il San Michele. Convegno
“Il paesaggio nelle politiche europee” Partecipanti : Stati membri dell’UE; Consiglio
d’Europa; Commissione Europea; rappresentanti delle Istituzioni Italiane;
rappresentanti degli Enti di ricerca.
5. pubblicazione numero speciale del Consiglio d’Europa “Naturopa” n. 103 “Landscape
through literature “ cura della ricerca per l’Italia
6. pubblicazione dell’art. “Paysage et amenagement du territoire en Italie “ alDeuxieme
reunion des Ateliers pour la mise en oevre de la Convention europeenne du paysage –
Conseil de l’Europe, Strasborg 27-28 novembre 2003
4
Curriculum
Arch. Anna Di Bene
7. pubblicazione la « Relazione Paesaggistica » manuale di consultazione e applicazione del
DPCM del 12.12.2005
ATTIVITA’ PROPOSITIVE NELL’AMBITO DELLE COMPETENZE ASSEGNATE
Tali attività sono state svolte principalmente su due settori : internazionale e nazionale.
Settore Internazionale
partecipazione dal novembre 2002 alle riunioni del Consiglio d’Europa per la definizione di
metodologie di applicazione della Convenzione Europea del Paesaggio. Durante gli atelier
indetti dal COE (mediamente 3 volte l’anno), sono state discusse le iniziative italiane e delle
altre Regioni Europee attinenti alla tutela del Paesaggio.
Dal 2004 partecipazione al Gruppo di Lavoro per la definizione di linee guida di
orientamento per la legge quadro per la tutela del paesaggio Europeo
Settore Nazionale
Istituzione di riunioni tecniche di coordinamento con le Regioni per divulgare le indicazioni
e gli orientamenti del Consiglio d’Europa, acquisire i progetti di buone pratiche territoriali.
Definizione della metodologia di interscambio dati condivisa con le Regioni, nell’ambito del
Gruppo di Studio istituito con DM per la formulazione del DPCM emanato il 12.12.2005 ai
sensi dell’art.146
Attività di copianificazione svolta con le Regioni Lazio, Sardegna,Veneto Calabria.
Attualmente sono allo studio le intese con la Regione Friuli Venezia Giulia e la Toscana
Nell’ambito delle attività di competenza disciplinate dal DPR 173 e dal DM del 24 settembre 2004
così come successivamente modificato la sottoscritta ha svolto attività che hanno richiesto
approfonditi livelli di concertazione con le Regioni nonché di coordinamento con gli Uffici
periferici del MIBAC
L’attività svolta ha riguardato le procedure di Valutazione di Impatto Ambientale di opere
presentate secondo la normativa ordinaria e speciale (Legge 190 e legge 55)
Nel merito si evidenzia che le valutazioni eseguite ed il parere finale reso sono stati caratterizzati
dal principio che accertata la pubblica utilità dell’opera le valutazioni di compatibilità sono state
determinate a seguito di scelte in aree di cui si sono definiti e limitati gli impatti.
Questa metodologia è ad esempio intervenuta per opere quali il Passante di Mestre o per il Ponte
sullo stretto di Messina dove in considerazione della carenza documentale il parere è stato
rimandato in fase definitiva di progettoal fine di determinare nel dettaglio gli impatti e limitare i
danni.
In altri casi come per l’infrastruttura viaria “Valdastico completamento a SUD”, la valutazione degli
impatti in fase definitiva non ha permesso di giudicare l’opera compatibile con i valori del
patrimonio culturale e paesaggistico del territorio attraversato e l’opera è stata autorizzata in
Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Per quanto attiene il settore degli Studi e delle ricerche la sottoscritta in applicazione ai principi
sanciti dalla Convenzione Europea del Paesaggio ha promosso due iniziative. La prima riguarda una
5
Curriculum
Arch. Anna Di Bene
ricerca sulle Linee guida per il corretto inserimento nel Paesaggio degli interventi di trasformazione
territoriale la seconda il sito WWW.itapage.eu Laboratorio sulle buone pratiche di gestione del
paesaggio promosse da regioni italiane ed europee ed enti di ricerca.
Per quanto attiene invece alla definizione del quadro normativo sulla legislazione dei beni culturali,
oltre a partecipare al Gruppo di Lavoro per la formulazione del DPCM del 12.12.2005, la
sottoscritta ha rilevato inoltrandone copia in via gerarchica osservazioni al testo del nuovo Codice
per quanto attiene la parte Terza sulla tutela del Paesaggio.
Infine si allegano gli attestati di encomio ricevuti dai Presidenti degli Organismi non governativi
“Italia Nostra” e W.W.F. Nonché da parte del sottosegretario alle attività produttive per l’impegno
assunto nel coordinare le attività di valutazione e monitoraggio degli elettrodotti di grande impegno
territoriale.
.
Arch. Anna Di Bene
6
Fly UP