...

Nella peggiore delle ipotesi

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

Nella peggiore delle ipotesi
Nella peggiore delle ipotesi Riscrittura di scena, drammaturgia
Regia Monica IANNESSI Interpreti Stefano ANGARAMO, Teresa GIODA, Monica IANNESSI, Filippo LOLIVA, Michele PIZZINO Stefano ANGARAMO (batteria) Musicisti Teresa GIODA (voce) Filippo LOLIVA (chitarra) Disegno luci Sara BRIGATTI Costumi Monica CAFIERO Coreografia,Supervisione Silvia CALTAGIRONE movimenti di scena Progetto graf ico, Stefano SGAMBATI contributi video
TRAMA e NOTE DI REGIA Una coppia di genitori con un figlio di vent’anni. Un pomeriggio all’apparenza tranquillo. Lo squillo del telefono e dall’altra parte la notizia che trasformerà per sempre la vita di quest’uomo e di questa donna. Incontreranno il ragazzo che era alla guida dell’automobile nella quale alle due del pomeriggio il loro figlio ha perso la vita “ alzando le marce e contando i sorpassi”. Loro due ognuno a suo modo ci racconteranno come sopravvivono al dolore e alla quotidianità, di come il dolore li abbia trasformati in “ due statuine di porcellana“, ci racconteranno il lutto attraverso la perdita delle piccole cose quelle che vengono impedite per sempre. In scena insieme ai genitori una cantante e due musicisti che poco per volta entreranno nella storia, non soltanto facendo da filo conduttore del racconto, ma interpretando rispettivamente il figlio dei protagonisti e il ragazzo, suo amico, che era alla guida il giorno dell’incidente
DATI DELLO SPETTACOLO Lo spettacolo ha debuttato alle Officine Corsare di Torino. Lo spettacolo nasce per una rappresentazione e spazi a cui di volta in volta può essere adattato e si presta anche a rappresentazioni a terra. La scenografia è di proprietà della compagnia. L’impianto audio e luci è del teatro ospite, mentre il piano luci è predisposto dalla compagnia. La durata dello spettacolo è circa di 60 minuti. Trailer dello spettacolo: http://youtu.be/Cwk0Uus6idw
Lo spettacolo ha ottenuto il patrocinio della Regione Piemonte, della Città metropolitana di Torino e della Città di Torino. Costo dello spettacolo è di 700 euro più iva. Rimborso del viaggio da concordare. CONTATTI Monica IANNESSI mob. 347.9652843 [email protected]
Associazione Nessun Vizio Minore Corso Belgio 71/b 10153 Torino C,F. 97742440015 @mail: [email protected] www.nessunviziominore.it 1
Monica IANNESSI Classe 1964, si è formata con un laboratorio permanente condotto da Carla
D’Amato, durato dieci anni, ed ha partecipato a corsi e laboratori con Michele Di
Mauro, Beppe Rosso, Laura Curino, Beppe Bergamasco, Ulla Alasjarvi, Marsha
Plevin, Danny Lemmo (Actor’s Studio), con il quale affronta un percorso sullo studio
del personaggio che dura tre anni, anche testimoniato dallo spettacolo “Short Plays
Series”, del 2011, con la regia di Lemmo. Ha collaborato stabilmente come attrice
nella compagnia CSD diretta da Beppe Bergamasco ed Ulla Alasjarvi nella
produzione degli spettacoli “Environ‐Mental”, “Imago”, “Sogni”, “RisoSparso”. Ha
inoltre collaborato come attrice e co‐ autrice a produzioni ad hoc di animazione
urbana e workshop tematici, con committenti, tra gli altri, la CGIL FP e la Città di Torino. Ha collaborato con
l’associazione Thealtro, come attrice e come formatrice per imprenditori e dipendenti di imprese e amministrazioni
pubbliche. Ha partecipato come attrice al progetto “Viriditas” per Torino Musei e curato l’allestimento e la regia di
diversi spettacoli rappresentati in numerosi teatri e rassegne, tra cui: “USAMI” ispirato a un racconto di Italo
Calvino; “Una vita normale” tratto da un testo di Massimo Carlotto, “Al diavolo l’amore!” da un testo di Gabriele
Mazzucco e “Natura morta in un fosso” da un testo di Fausto Paravidino, assieme a Davide Bernardi. Nel 2013 è tra
i protagonisti di “Improvvisamente l’estate scorsa”, con la regia di Danny Lemmo, nella rassegna teatrale dedicata
a Tennessee Williams, mentre per il web partecipa alla seconda stagione di “Tracklist!”, scritta e diretta da Luca
Gaddini. Cura la regia di “Segmenti”, da testi di Tiziano Scarpa, e “La tregua del Natale 1914”, anche come autrice,
in una produzione in collaborazione con il Teatro Giacosa di Ivrea. E’ coach attoriale per gli spettacoli della
compagnia e collabora in veste di regista con il CISV ONG di Torino. Ora regista ed interprete dello spettacolo Nella
peggiore delle ipotesi.
Michele PIZZINO Classe 1963, laureato in Scienze Politiche corso di Laurea in Sviluppo e
Cooperazione, diplomato in Teoria e Solfeggio presso il Conservatorio di Novara, studia per tre anni alla scuola
Lecoquiana La Chimera di Torino all’inizio degli anni ottanta. Segue diverse corsi di perfezionamento di commedia
dell’arte e clownerie con il Tag di Mestre ed Eugenio Allegri che lo dirige in diversi spettacoli tra i quali I Promessi
Sposi e Othello. Collabora con Luca Franceschi, Giovanni Fusetti e Monica Iannessi realizzando diversi spettacoli.
Nel 2013 con la regia di Monica Iannessi interpreta un monologo sulla Tregua del Natale 1914. Di questo
spettacolo è co-autore. Ora in scena come interprete dello spettacolo Nella peggiore delle ipotesi.
2
Teresa GIODA
Nata nel 1990, inizia a studiare canto all'età di 17 anni con Laura Bonessa ed Erika Pea. Nel 2012 ha conseguito la
laurea in Scienze Motorie e Sportive presso l'Università di Torino e attualmente è laureanda in Popular Music
presso il Conservatorio G.F. Ghedini di Cuneo, dove studia canto con Elisabetta Maineri, Barbara Raimondi e Laura
Conti. Dal 2014 studia tecnica vocale per il musical con Angelo Galeano presso l'Accademia dello Spettacolo di
Torino. Dal 2009 fa parte del cast fisso della Compagnia d'Arte e Spettacolo Andromeda, nel circuito di Piemonte
dal Vivo, in qualità di cantante e attrice, con la quale ha partecipato alla messa in scena di dodici spettacoli inediti
tra cui “Stardust Cafè”, “OliveTTI – Il musical”, “Mambo, biciclette e... tanto swing” e “Il vicino”. Dal 2009 è voce
solista del gruppo Pentagono&Friends, con il quale ha partecipato a diversi eventi tra cui “La notte dei ricercatori”
(Piazza Vittorio), “Nutrire il futuro” (Hiroshima Mon Amour) e il circuito di eventi “Verso il centenario” dell'Ottica
Bonino, sotto la direzione del M° Maurizio Righetti.
Stefano ANGARAMO
Nato nel 1992, si avvicina alla batteria durante l’adolescenza, cominciando a suonare con i propri
compagni di liceo. E’ proprio durante questo periodo che accomuna la passione con lo studio più
approfondito dello strumento formandosi con Paolo Narbona e Mario Martini. Si iscrive così
all’Associazione Musicale ‘Notabene’ con la quale ha modo di esibirsi ed entrare in contatto con il
panorama musicale Toriese. Prosegue gli studi con Sergio Ponti e dal 2011 sta conseguendo il
corso di laurea in ‘popular music’ presso il conservatorio ‘G.F. Ghedini’ di Cuneo dove studia prima
con Lele Melotti e poi Roberto Testa; allo stesso tempo partecipa a corsi tenuti dagli insegnanti
Paolo Costa, Giorgio Secco e Luca Scarpa. Dal 2013 è docente di batteria presso la scuola di musica ‘Arca Sonora’
e collabora a più progetti musicali.
Filippo LOLIVA Classe 1992, incomincia a suonare la chitarra elettrica a 16 anni nell’ associazione culturale “Notabene” sotto la
guida del chitarrista jazz Eugenio Mirti, che gli permette di suonare in numerosi locali di Torino.
Nel frattempo partecipa, sempre in qualità di musicista, a una serie spettacoli teatrali con le compagnie “Thealtro”
e “Barbari Invasori”, e amplia le sue conoscenze musicali con l’ insegnante Tore Melillo.
Dal 2011 segue il “corso di popular music” presso il conservatorio Ghedini di Cuneo dove studia con i chitarristi
Giorgio Secco e Alessio Menconi e partecipa a lezioni di musica di insieme sotto la guida di Lele Melotti, Luca
Scarpa e Paolo Costa. Inoltre prende lezioni private da Luca Milieri e Christian Coccia.
Collabora con diverse progetti e ambienti musicali torinesi
3
Fly UP