...

circolare criteri di massima scrutini ruolo ispettori

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

circolare criteri di massima scrutini ruolo ispettori
MODUlAR! O
lf·IJERNO 3111
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE
Servizio Dirigenti, Direttivi ed Ispettori
CIRCOLARE TELEGRAFICA
Roma,
1 1 FEB. 2014
PROT. N.333-C/ -2"D/ Sez. 1"/ 9044-B
OGGETTO: determinazione dei criteri di massima da adottare negli scrutini per merito
assoluto e merito comparativo relativi all'anno 2012, per la promozione alle
qualifiche di ispettore, ispettore capo ed ispettore superiore, sostituto
ufficiale di pubblica sicurezza del ruolo degli ispettori della PoliZia di Stato.
-ALLA SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
Ufficio Affari Generali e Personale
Ufficio Analisi, Programmi e Documentazione
Ufficio Ordine Pubblico
Ufficio Relazioni Esterne e Cerimoniale
Segreteria Tecnica del Programma Operativo
"Sicurezza per lo Sviluppo del Mezzogiorno d'Italia"
Ufficio per i servizi tecnico-gestionali della Segreteria del Dipartimento
- ALL'UFFICIO PER L'AMMINISTRAZIONE
GENERALE DEL DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
-ALL'UFFICIO PER IL COORDINAMENTO
E LA PIANIFICAZIONE DELLE FORZE DI POLIZIA
-ALL'UFFICIO CENTRALE !SPETTI VO
-ALL'UFFICIO CENTRALEINTERFORZE PER LA SICUREZZA PERSONALE
-ALLA DIREZIONE CENTRALE PER GLI AFFARI GENERALI
DELLA POLIZIA DI STATO
- ALLA DIREZIONE CENTRALE DELLA POLIZIA CRIMINALE
-ALLA DIREZIONE CENTRALE ANTICRIMINE DELLA POLIZIA DI STATO
- ALLA DIREZIONE CENTRALE DELLA POLIZIA DI PREVENZIONE
-ALLA DIREZIONE CENTRALE DELL'IMMIGRAZIONE
E DELLA POLIZIA DELLE FRONTIERE
- ALLA DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE,
FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI
E PER l REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO
- ALLA DIREZIONE CENTRALE PER l SERVIZI ANTIDROGA
-ALLA DIREZIONE CENTRALE PER GLI ISTITUTr DI ISTRUZIONE
- ALLA DIREZIONE CENTRALE DI SANITA'
- ALLA DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI TECNICO-LOGISTICJ
E DELLA GESTIONE PATRIMONIALE
-ALLA DIREZIONE CENTRALE DEI SERVIZI DI RAGIONERIA
-ALLA DIREZIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA
- ALLA SCUOLA SUPERIORE DJ POLIZIA
ALLA SCUOLA DI PERFEZIONAMENTO PER LE FORZE DI POLIZIA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
MOD. 4 P.S.C
NIOOULAI'IIO
IHTmNO JM
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE
Servizio Dirigenti, Direttivi ed Ispettori
-2e. per conoscenza:
-ALLA SEGRETERIA PARTICOLARE DEL CAPO DELLA POLIZIA
DIRETTORE GENERALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA
-ALLA SEGRETERIA DEL VICE CAPO DELLA POLIZIA
CON FUNZIONI VICARI E
-ALLA SEGRETERIA DEL VICE CAPO DELLA POLIZIA
PREPOSTO ALL'A TTIV!TA' DI COORDINAMENTO E
PIANIFICAZIONE DELLE FORZE DI POLIZIA
- ALLA SEGRETERIA DEL VICE CAPO DELLA POLIZIA
DIRETTORE CENTRALE DELLA POLIZIA CRIMINALE
ROMA
ROMA
ROMA
ROMA
§
-
-
-
-
-
-
-
Al SIGG. QUESTORI DELLA REPUBBLICA
AL SIG. DIRIGENTE DELL'UFFICIO PRESIDENZIALE
DELLA POLIZIA DI STATO PRESSO LA SOVRINTENDENZA
CENTRALE DEI SERVIZI DI SICUREZZA DELLA
PRESIDENZA DELLA REPUBBLICA
AL SIG. DJRJGENTE DELL'ISPETTORATO DI
PUBBLICA SICUREZZA PRESSO IL VATICANO
AL SIG. DIRJGENTE DELL'ISPETTORATO DI
PUBBLICA SICUREZZA PRESSO IL SENATO
DELLA REPUBBLICA
AL SIG. DIRIGENTE DELL'ISPETTORATO DI
PUBBLlCA SICUREZZA PRESSO LA CAMERA DEI DEPUTATI
AL SIG. DIRIGENTE DELL'ISPETTORATO DI
PUBBLJCA SICUREZZA PRESSO LA PRESIDENZA DEL
CONSIGLIO DEI MINISTRI- PALAZZO CHIO!
AL SIG. DIRIGENTE DELL'ISPETTORATO DI
PUBBLICA SICUREZZA "PALAZZO VIMINALE"
AL SIG. DIRIGENTE DELL'UFFICIO SPECIALE DI
PUBBLICA SICUREZZA PRESSO LA REGIONE SICILIANA
Al SIGG. DIRIGENTI DEI COMPARTIMENTI DI
POLIZIA STRADALE
Al SIGG. DIRIGENTI DI DEI COMPARTIMENTI DI
POLIZIA FERROVIARIA
Al SIGG. DIRIGENTI DELLE ZONE POLIZIA FRONTIERA
Al SIGG. DIRJGENTI DEI COMPARTIMENTI DI
POLIZIA POSTALE E DELLE TELECOMUNICAZIONI
AI SIGG. DIRIGENTI DEl REPARTI MOBILI DELLA POLIZIA DI STATO
AI SIGG. DIRIGENTI DEI GABINETTI
INTERREGIONALI DI POLIZIA SCIENTIFICA
AL SIG. DIRIGENTE DEL CENTRO DJ COORDINAMENTO
DEI SERVIZI A CAVALLO E CINOFILI DELLA POLIZIA DI STATO
=LORO SEDI=
=ROMA=
=ROMA=
=ROMA=
=ROMA=
=ROMA=
=ROMA=
=PALERMO=
=LORO SEDI=
=LORO SEDI=
=LORO SEDI=
=LORO SEDI=
=LORO SEDI=
=LORO SEDI=
=ROMA=
MCD. 4 P.S.C
' MClDULARIO
IHTH?NO 31.'1
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER LE RISORSE UMANE
Servizio Dirigenti, Direttivi ed Ispettori
-3- AI SIGG. DIRIGENTI DEI REPARTI VOLO DELLA
=LORO SEDI=
POLIZIA DI STATO
- AL SIG. DIRETTORE DEL CENTRO NAUTICO E
=LA SPEZIA=
SOMMOZZATORI DELLA POLIZIA DI STATO
AI SIGG. DIRIGENTI DEI REPARTI
=LORO SEDI=
PREVENZIONE CRIMINE
AT SIGG. DIRETTORI DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE,
DI PERFEZIONAMENTO E CENTRI DI ADDESTRAMENTO
=LORO SEDI=
DELLA POLIZIA DI STATO
- AL SIG. DIRETTORE DEL CENTRO ELETTRONICO NAZIONALE
=NAPOLI=
DELLA POLIZIA DI STATO
AI SIGG. DIRETTORI DEI SERVIZI TECNICO-LOGISTICI E
=LORO SEDI=
PATRIMONIALI
- AI SIGG. DIRIGENTI DELLE ZONE
=LORO SEDI=
TELECOMUNICAZIONI
AI SIGG. DIRETTORI DEGLI AUTOCENTRI DELLA
=LORO SEDI=
POLIZIA DI STATO
- Al SIGG. DIRETTORI DEI CENTRI DI RACCOLTA
=LORO SEDI=
REGIONALI ED INTERREGIONALI V. E. C. A.
CENTRO
RACCOLTA
ARMI
AL SIGNOR DIRETTORE DELLO STABILIMENTO E
=SENIGALLIA=
PROT. N. 333-C/ -2"D/Sez. 1"/ 9044-B- SI COMUNICA CHE LA COMMISSIONE PER IL
PERSONALE APPARTENENTE AL RUOLO DEGLI ISPETTORI DELLA POLIZIA DI STATO,
DI CUI ALL'ART. 69 DEL D.P.R. 24.4.1982, N. 335, NELLA SEDUTA DEL 25.10.2012, HA
PROCEDUTO ALLA DETERMINAZIONE DEI CRITERI DI MASSIMA DA ADOTTARE
NEGLI SCRUTINI PER MERITO ASSOLUTO E MERITO COMPARATIVO RELATIVI
ALL'ANNO 2012 PER LA PROMOZIONE ALLE QUALIFICHE DI ISPETTORE, ISPETTORE
CAPO ED ISPETTORE SUPERIORE, ·soSTITUTO UFFICIALE DI PUBBLICA SICUREZZA
DEL RUOLO DEGLI ISPETTORI DELLA l'OLIZIA DI STATO. DETTI CRITERI SONO STATI
APPROVATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE NELLA SEDUTA DEL 29.01.2013.
SI PREGA DI PORTARE A CONOSCENZA DI QUANTO SOPRA TUTTO IL PERSONALE
INTERESSATO, INFORMANDOLO CHE I CRITERI SONO CONSULTABLI ALLA VOCE
SCRUTINI, SUL PORTALE http://doppiavela.poliziadistato.it. PEL CAPO DELLA POLIZIA
DIRETTORE GENERALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA - IL DIRETTORE CENTRALE
DELLE RISORSE UMANE AIELLO
FIRMA DI CHI AUTORIZZA
NOME COMP.: Murgia
Te!. 75215
'?iff,NE
5)
determinazione dei criteri di massima da adottare negli scrutini per merito
assoluto e merito comparativo relativi all'anno 2012, per la promozione alle
qualifiche di ispettore, ispettore capo ed ispettore superiore, sostituto
ufficiale di pubblica sicurezza del ruolo degli ispettori della Polizia di Stato.
In base a quanto disposto dall'art. 69 del d.P.R. 24.4.1982, n. 335, questa
Commissione per il ruolo degli ispettori, all'inizio di ogni anno, deve proporre al
Consiglio di Amministrazione di cui all'art. 68 del citato d.P.R., per l'approvazione, i
criteri di massima che dovnumo essere seguiti negli scrutini per merito assoluto e
merito comparativo.
Il Consesso, prende atto che con decreto legislativo n. 197 in data
12.05.1995 (in G.U. Suppl. Ord. n. l?? del27.5.1995) è stato approvato il testo recante
"Riordinamento delle carriere del personale non direttivo della Polizia di Stato", ai
sensi dell'art. 3 della legge delega 6 marzo 1992, n. 216 e della legge 29 aprile 1995, n.
130.
Il Collegio osserva che il cennato testo ha innovato sensibilmente le
disposizioni sull'ordinamento del personale della Polizia di Stato che espleta
funzioni di polizia, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 24 aprile 1982, n.
335, in relazione anche alle modalità di accesso e di passaggio im le varie qualifiche.
La Commissione prende atto che il ruolo degli ispettori della Polizia di
Stato è articolato in quattro qualifiche (art. 25 d.P.R. 335/1982, come sostituito
dall'art. 3 del d.lgs. 197/95):
- vice ispettore
-ispettore
- ispettore capo
-ispettore superiore, sostituto ufficiale di pubblica sicurezza.
Con decreto legislativo del 28.02.2001, n. 53 (in G.U. Suppl. Ord. n. 63
del16.03.2001) è stato approvato il testo recante "DISPOSIZIONI INTEGRATIVE E
CORRETTIVE AL DECRETO LEGISLATIVO 12.05.1995, N. 197, IN MATERIA DI
RIORDINO DELLE CARRIERE DEL PERSONALE NON DIRETTIVO DELLA
POLIZIA DI STATO".
Il Collegio precisa che con il citato d.lgs. 53/2001, all'articolo 3, comma
l, lettera d, ha modificato l'articolo 3, comma 8, primo capoverso, del decreto
legislativo 12.05.1995, n. 197, stabilendo che all'articolo 31 del d. P.R. 335/1982, le
parole "mediante sc111tinio per merito comparativo" siano sostituite da: "mediante
scrutinio per merito assoluto"
Premesso quanto sopra, la Commissione procede ad illustrare gli
scrutini per la progressione in carriera del personale appartenente al ruolo degli
ispettori della Polizia di Stato.
SCRUTINIO PER MERITO ASSOLUTO
La Commissione prende atto che con lo scrutinio per merito assoluto si
procede per la promozione dalla qualifica di vice ispettore a quella di ispettore e da
quella di ispettore ad ispettore capo.
PROMOZIONE ALLA QUALIFICA DI ISPETTORE
L'art. 28 del d.P.R. 335/1982, come sostituito dall'art. 3 del d.lgs.197/95,
prevede che la promozione alla qualifica di ispettore si consegue, a ruolo aperto,
mediante scrutinio per melito assoluto, al quale è ammesso il personale con qualifica
di vice ispettore che abbia compiuto almeno 2 anni di effettivo servizio nella
qualifica stessa, oltre al periodo di frequenza del corso di formazione (art. 53 della
legge 1.4.1981, n. 121).
Visto il disposto dell'art. 61 del d.P.R. n. 335/1982, il Collegio propone
che le promozioni per merito assoluto siano conferite secondo l'ordine di ruolo, al
personale ritenuto meritevole per capacità professionale e che abbia prestato e
presti servizio senza demerito.
PROMOZIONE ALLA QUALIFICA DI ISPETTORE CAPO
L'art. 31 del d.P.R. 24.4.1982, n. 335, così come sostituito dall'art. 3 del
d.lgs. 197/95, e, da ultimo, come modificato dal d.lgs. del 53/2001, prevede che la
promozione alla qualifica di ispettore capo si consegue, a ruolo aperto, mediante
scrutinio per merito assoluto al quale è ammesso il personale con la qualifica di
ispettore che abbia compiuto almeno 7 anni di effettivo servizio nella qualifica
stessa.
Visto il disposto dell'art. 61 del d.P.R. 335/1982, la Commissione
propone che le promozioni per merito assoluto siano conferite secondo l'ordine di
ruolo, al personale ritenuto meritevole per capacità professionale e che abbia
prestato e presti servizio senza demerito.
SCRUTINIO PER MERITO COMPARATIVO
il Consesso prende atto che con lo scrutinio per merito comparativo si
procede per la promozione dalla qualifica di ispettore capo a quella di ispettore
supeliore, sostituto ufficiale di pubblica sicurezza.
PROMOZIONE AD ISPETTORE SUPERIORE, S.U.P.S.
L'art. 31 bis, 1" comma, del d.P.R. 335/1982, introdotto dall'art. 3 del
d.lgs. 197/95, prevede che la promozione alla qualifica di ispettore superiore, s.u.p.s.
si consegue:
a) nel limite del 50% dei posti disponibili al 31 dicembre di ogni anno, mediante
scrutinio per merito comparativo al quale è ammesso il personale con qualifica
di ispettore capo con almeno 8 anni di effettivo servizio nella qualifica stessa;
b) per il restante 50% dei posti mediante concorso annuale per titoli di servizio ed
esami, riservato al personale che alla data del 31 dicembre di ciascun anno,
riveste la qualifica di ispettore capo ed è in possesso del titolo di studio previsto
dall'art. 52 della legge 1.4.1981, n. 121 (modalità fissate con decreto ministeriale).
Le promozioni deconono dal l o gennaio dell'anno successivo a quello
nel quale si sono verificate le vacanze. Il personale, che abbia superato il concorso di
cui alla lettera b dell'art. 31 bis, segue in ruolo il personale di cui alla lettera a della
stessa disposizione.
Gli scrutini per merito comparativo, a norma dell'art. 61 del d.P.R.
335/1982, consistono nel giudizio della completa personalità dell'impiegato emesso
sulla base dei titoli risultanti dal fascicolo personale e dallo stato matricolare, con
particolare riferimento ai rapporti informativi e relativi giudizi complessivi. Si deve
altresì tener conto degli incarichi e dei servizi svolti e della qualità delle funzioni,
con particolare riferimento alla competenza professionale dimostrata ed al grado di
responsabilità assunte, anche in relazione alla sede di servizio.
La Commissione a tale riguardo propone di prendere in considerazione
i titoli degli scrutinabili con liferimento all'ultimo quinquennio utile dei rapporti
informativi, quindi con l'esclusione dei titoli dell'anno solare in corso alla data cui si
riferisce lo scrutinio, fatta eccezione per i lavmi originali elaborati per il servizio, le
pubblicazioni scientifiche redatte ed i titoli di studio e di abilitazione professionale
non obbligatori per i quali si prescinde da ogni limite di tempo.
Qualora si ritenga di escludere dalla valutazione determinati titoli
risultanti dal fascicolo personale e dalla scheda personale, saranno indicati nel
verbale i motivi della determinazione negativa.
n Collegio propone che i titoli di cui sopra vengano suddivisi nelle
categorie sottoindicate con il punteggio complessivo a fianco di ciascuna indicato:
CATEGORIA l"
RAPPORTI INFORMATIVI E GIUDIZI COMPLESSIVI PER IL QUINQuENNIO
TOTALE FINO A PUNTI 55
La Commissione per quanto attiene ai rapporti informativi, redatti ai
sensi dell'art. 62 e seguenti del d.P.R. 335/1982, si propone di attribuire al complesso
degli elementi di giudizio valutabili numericamente, secondo Io schema di cui
all'allegata "TABELLA 1", un punteggio pari a 1/6, di modo che, ave la somma dei
coefficienti parziali sia pari alla valutazione massima di 60/60 si assegnerà un
punteggio pari a punti 10.
Il Collegio propone, inoltre, che possa essere attribuito un ulteriore
punteggio aggiuntivo fino a punti "l", da determinarsi in ragione di 1/2 dell'eventuale
punteggio aggiuntivo attribuito dall'organo competente ad esprimere il giudizio
complessivo al personale che già abbia riportato il coefficiente massimo di 60/60.
CATEGORIAli"
INCARICHI E SERVIZI SVOLTI
Fino al massimo di 0,50 per ogni incarico
TOTALE FINO A PUNTI 4
La Commissione, ai sensi dell'art. 67 del d.P.R. 3.05.1957, n. 686,
propone che gli incarichi valuta bili sono quelli conferiti con formale provvedimento
dell'Amministrazione di appartenenza o di quella presso cui l'impiegato presta
servizio (cui si ritiene possano essere equiparati quelli conferiti da altre
Arnministrazimù, su specifica segnalazione del dipendente con formale
provvedimento dei medesinù orgmù dell'amministrazione di appartenenza o di
quella presso cui l'impiegato presta servizio), che non rientrino nelle normali
mansioni di ufficio, ovvero determinino un rilevante aggravio di lavoro o
presuppongano una particolare competenza giuridica, amministrativa, economica o
tecnica, o l'assunzione di particolari responsabilità.
Si rende, inoltre, necessario determinare il quadro complessivo degli
incarichi che possono risultm·e funzionali alla selezione del personale in possesso
della qualifica di ispettore capo della Polizia di Stato nell'ottica del conferimento
della promozione alla qualifica apicale.
Pertanto il Collegio propone di assegnare a ciascun incarico ricompreso
nell'allegata "TABELLA 2" un punteggio fino a punti 0.50, secondo le indicazioni
della stessa tabella, purché l'incarico stesso non sia esplicitaillente indicato quale
diretta conseguenza delle specifiche funzioni svolte presso l'ufficio di appartenenza
in base a fonti normative o regolaillentari ovvero in generale a provvedimenti di
natura organizzativa.
Al fine, quindi, di razionalizzare ed equilibrm·e la distribuzione del
punteggio cha fa capo alla Categoria II, la Commissione ritiene di individuare le
seguenti quattro categorie in cui ripm·tire i possibili titoli oggetto di esaille,
prevedendo per ciascuna di esse un punteggio massimo di punti 1.00:
Cat. II- A
Incarichi pm·ticolari svolti presso la sede di servizio;
Cat. II - B.
lncariclù di insegnamento;
Cat. II- C.
Incarichi di partecipazione a comitati e gruppi di lavoro;
Cat. II- D.
Ulteriori incmiclù particolm·i.
Per quanto concerne, in generale, gli incmiclù che, pur oggetto di
distinti provvedimenti di conferimento, comportino nella sostanza la ripetizione di
una medesima attività, il punteggio derivante dalla summenzionata tabella verrà
attribuito un'unica volta per ciascun anno solare.
Per quanto riguarda gli incarichi di docenza, pur nella consapevolezza
che sulla effettiva gravosità degli incarichi possa incidere una pluralità di circostanze
non tutte desumibili dagli atti matricolari, ed in mancanza di un sistema di
rilevazione del grado di professionalità ed efficacia con cui gli stessi sono stati svolti,
il punteggio indicato nella medesima tabella verrà attribuito per ciascun corso in
relazione alla sola tipologia dello stesso, prescindendo, ad esempio, dal numero
delle materie o di quello delle ore di insegnamento.
CATEGORIA ill"
ALTRI TrTOLI
TOTALE FINO A PUNTI 11
a) Lavori originali elaborati per il servizio:
fino a punti 0,50 per singolo lavoro
fino a complessivi punti 1,50.
I lavori originali elaborati per il servizio sono quelli che l'impiegato abbia svolto
nell'esercizio delle proprie attribuzioni o per speciale incarico conferitogli
dall'Amministrazione di appartenenza o da quella presso cui l'impiegato presta
servizio e che, pertanto, vertano su problemi giuridici, amministrativi, economici
o tecnici o su questioni di particolare rilievo attinenti ai servizi
dell'Amministrazione.
b) Pubblicazioni scientifiche:
fino a punti 0,50 per singolo lavoro
fino a complessivi punti 1,00.
Si intendono tali soltanto quelle relative alle discipline giuridiche, amministrative,
economiche e tecniche, attinenti all'attività ed ai serv1z1 propri
dell'Amministrazione di appartenenza e che costituiscano un contributo
apprezzabile alla dottrina ovvero alla pratica professionale e che siano edite a
stampa.
c) Corsi professionali:
fino a complessivi punti 3,00.
Sono valutati i corsi professionali, ad esclusione dei corsi di aggiornamento e dei
seminari, che si siano conclusi con esami e giudizi con le seguenti valutazioni di
merito o analoghe:
l. punti 0,50 per un giudizio complessivo di "OTTIMO" ovvero valutazio!le
superiore a 8,49/10 ovvero 25,49/30;
2. punti 0,25 per un giudizio complessivo di "BUONO" ovvero valutazione
complessiva da 7 a 8,49/lO ovvero da 20,50 a 25,49 /30;
3. punti 0,15 per un giudizio complessivo di "SUFFICIENTE", "CON PROFITTO",
"ESITO FAVOREVOLE", "IDONEITA"', "POSITIVO", ovvero valutazione
complessiva inferiore a 7/10 ovvero 20,50/30.
d) Titoli di studio e di abilitazione professionale non obbligatori:
fino a complessivi punti 2,50
per ciascuno dei sottonotati titoli di studio e di abilitazione professionale non
obbligatori eventualmente conseguiti verrà attribuito il punteggio che segue:
l. Laurea
1.50
2. Laurea triennale
0.70
3. Laurea specialistica e/ o magistrale (*)
1.50
4. Diploma di specializzazione
0,10
5. Corsi di perfe;z;ionamento e di specializzazione post lrmream
6. Corsi di specializzazione in materie giuridiche, economiche e tecrùche
7. Abilitazione all'esercizio della professione legale o di procuratore legale
8. Abilitazione all'insegnamento di materie giuridiche, economiche o tecrùche
(*) Per quanto riguarda In prima lnuren specialistica e/o magistrale, si precisa
che il relativo punteggio assorbe quello della laurea biennale.
e) ParticolaJ:i riconoscimenti nazionali:
fino a complessivi punti 3,00
1. -Medaglia d'oro al Valor Militare o Civile
2. - Medaglia d'argento al Valor Militare o Civile
3. -Medaglia di bronzo al Valor Militare o Civile
4. - Attestato di merito speciale
5. -Encomio Solenne
6. -Encomio
7. - Parola di lode
8. -Attestato di pubblica benemerenza
0,50
0,05
0,10
0,10
2,00
1,75
1,50
1,50
0.75
0,50
0,25
0,25
CATEGORIA N"
COEFFICIENTE DI ANZIANITA'
TOTALE FINO A PUNTI 6
La Commissione osserva che verrà attribuito 1,00 punto per ogrù anno
di effettivo servizio prestato nella qualifica immediatamente inferiore a quella da
conferire oltre l'anzianità minima prescritta per l'ammissione allo scrutinio e per non
più di sei anni purché il dipendente abbia riportato un giudizio complessivo non
inferiore a distinto.
CATEGORIA V"
QUALITA' DELLE FUNZIONI, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA
COMPETENZA
PROFESSIONALE
DIMOSTRATA,
AL
GRADO
DI
RESPONSABILITA' ASSUNTA, ALL'ATTITUDINE AD ASSUMERE MAGGIORI
RESPONSABILITA' E AD ASSOLVERE LE FUNZIONI DELLA QUALIFICA DA
CONFERIRE, ALLA STIMA ED AL PRESTIGIO GODUTI NEGLI AMBIENTI
ESTERNI ED INTERNI. SI TERRA' CONTO ANCHE DELLA SEDE DI SERVIZIO
SOTTO IL PROFILO DELL'IMPEGNO PROFESSIONALE
TOTALE FINO A PUNTI 24
Il Collegio propone di valutare la qualità delle funziorù svolte durante
tutto il corso della carriera ed il complesso degli elementi risultanti dal fascicolo
personale, seguendo, in particolare modo, i sottoindicati parametri di riferimento:
Cat. V"- A. Qualità delle funzioni svolte con riguardo alla rilevanza dell'ufficio,
della sede ed al grado di responsabilità assunta anche con riferimento
alla mobilità dimostrata nel corso della carriera
fino a punti 12.00
,
Cat. V"- B.
Anzianità nel precedente ruolo di sovrintendente antecedente all'l.09.1995
fino a punti 4.00
con più di 7 armi
punti 4.00
con 6 anni e meno di 7
punti 3.50
con 5 armi e meno di 6
punti 3.00
con 4 armi e meno di 5
punti 2.50
con 3 anni e meno di 4
punti 2.00
con 2 anni e meno di 3
punti 1.50
con l anno e meno di 2
punti 1.00
con meno di l anno
punti 0.50
Cat. V"- C.
Attitudine a svolgere mansioni superiori tenendo conto della
completa personalità dello scrutinando, anche con riferimento agli
aspetti disciplinari, e della disponibilità dimostrata verso le esigenze
di servizio
fino a punti 8.00
li coefficiente complessivo mrnuno per l'idoneità alla promozione,
conformemente all'art. 62 del Regolamento del Testo Unico delle disposizioni
concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, viene fissato in misura pari a
punti 60/100.
La Commissione precisa che il presente argomento dell'ordine del
giorno verrà proposto per l'approvazione da parte del Consiglio di
Amministrazione.
MOO. 4 P.S.C
MDDU!.AI?IO
u·nmr.Jo JM
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
COMMISSIONE PER IL PERSONALE DEL RUOLO DEGL!ISPEITORI DELLA POLIZIA DI STATO
(arL 69, d.P.R., 24.04.I9B2, n. 335)
TABELLA l
CATEGORIA lA
Rapporti informativi e giudizi complessivi del quin.quennio
Totale fino a punti 55
GIUDIZIO COMPLESSIVO
OTTIMO
DISTINTO
BUONO
MEDIOCRE
Punteggio attribuito nel
rapporto informativo
60+2
60+1
60
59
58
57
56
55
54
53
52
51
50
49
48
47
46
45
44
43
42
41
40
39
38
37
36
35
34
33
32
31
30
29
28
27
26
Punteggio da attribuire in
sede di scrutinio per
merito comparativo
11.00
10.50
10.00
09.83
09.66
09.50
09.33
09.16
09.00
08.83
08.66
08.50
08.33
08.16
08.00
07.83
07.66
07.50
07.33
07.16
07.00
06.83
06.66
06.50
06.33
06.16
06.00
05.83
05.66
05.50
05.33
05.16
05.00
04.83
04.66
04.50
04.33
MOD. 4 P.S.C
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
COMMISSIONE PER IL PERSONALE DEL RUOLO DEGU ISPEITORI DELLA POLIZIA D! STATO
(nrt. 69, d.P.R. 24.04. I982, n. 335)
TABELLA2
CATEGORIA II"
INCARICHI E SERVIZI SVOLTI
Totale fmo a punti 4
Categoria Il- A -Incarichi particolari. svolti presso la sede di servizio
-(fino a punti l)
INCARICO
Addetto o sostituto responsabile di Segr_eteria di Sicurezza
Addetto al servizio di prevenzione e protezione (legge 626/1994)
Addetto al trattamento dei dati personali (legge 196/2003)
PUNTI
0.10
0.10
0.10
Categoria Il- B -Incarichi di insegnamento -_(fino a E_unti l).
INCARICO
Docente per corsi per agenti, assistenti e sovrintendenti
Docente per corsi per ispettori
Docente di ed. fisica, difesa personale, addestramento formale e
materie tecniche (tutte le qualifiche)
PUNTI
0.10
0.10
0.10
Categoria Il- C -Incarichi di partecipazione a comitati e gruppi di lavoro
{fino a punti l)
INCARICO
Coordinatore di comitati e/o gruppi di lavoro
Componente di comitati e/ o !'.' U}J}Ji di lavoro
PUNTI
0.20
0.10
Categoria Il- D - lnterl.orl. incarichi particolari.
{fino a punti l)
INCARICO
Relatore a congressi/ convegni su incarico dell'amministrazione
Amministratore di rete
Rappresentante dell'Amministrazione nei procedimenti giudiziari
Altri incarichi che esulino dalle normali mansioni di ufficio, svolto per
conto dell'Amministrazione
PUNTI
0.10
0.20
0.20
0.10
Fly UP