...

Scarica scheda descrittiva - osservatorio del paesaggio dei parchi

by user

on
Category: Documents
13

views

Report

Comments

Transcript

Scarica scheda descrittiva - osservatorio del paesaggio dei parchi
LA RETE DELLE STRUTTURE RURALI DI PREGIO / Castello della Rotta (Moncalieri)
Il castello e la cascina detti “della Rotta”, sono localizzati nella parte pianeggiante del territorio rurale del
Comune di Moncalieri.
Quello che oggi si presenta come un edificio rurale, impostato secondo un tipico impianto a corte chiusa e
pianta rettangolare, rappresenta un “casale fortificato” di matrice medioevale, come il castello del Drosso, la
cascina Vernea a Nichelino e la cascina della Gorra a Carignano. Tali “casali”, di proprietà di signorie locali,
costituivano baluardi difensivi della giurisdizione territoriale della Comunità di Moncalieri.
Il Catasto Rabbini del territorio del Comune di Moncalieri, redatto nel 1866, censisce sul foglio VIII la
“Cascina Rotta” come “casa rurale” e “cappella”, di proprietà dei fratelli Giuseppe ed Angelo Perona. I terreni
circostanti sono destinati a “boschi d’alto fusto dolce”, “prati irrigui” e “pascoli irrigui”.
Il manufatto edilizio, che rappresenta un riferimento visivo sul territorio, è costituito dal torrione centrale con
portale d’ingresso alla corte, concluso da una copertura a padiglione su cui svetta un campanile a vela. Nelle
operazioni di rilievo dell’area esso venne utilizzato come punto trigonometrico. Uno schizzo dal vero di parte
del prospetto, che ricorda per molti versi l’opera del D’Andrade, rileva la presenza di strutture di sostegno di
un ponte levatoio, oggi scomparso, che attraversava il fossato. Di esso rimangono visibili sulla facciata
d’ingresso le feritoie di passaggio delle catene e del cordame di sostegno.
Il prospetto è caratterizzato dalla presenza dei fori “pontai” del cantiere originario. Le aperture finestrate a
bifora con stampella centrale e soprastante arco a sesto acuto, le monofore, tamponate e non,
contraddistinguono la facciata, unitamente alla linea di sottogronda in elementi laterizi con funzione
decorativa. È tuttora visibile il locale nei secoli passati adibito a cappella, con volta a crociera e
costolonatura. All’interno della corte della casa rurale sono invece riconoscibili i “casi da terra”.
OSSERVATORIO DEL PAESAGGIO DEI PARCHI DEL PO E DELLA COLLINA TORINESE
Testi a cura di Mario Silvio Ainardi e Marcella Dalmasso
OSSERVATORIO DEL PAESAGGIO DEI PARCHI DEL PO E DELLA COLLINA TORINESE
Testi a cura di Mario Silvio Ainardi e Marcella Dalmasso
Fly UP