...

Progetto “Tutti i bambini vanno bene a scuola” (realizzato in

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

Progetto “Tutti i bambini vanno bene a scuola” (realizzato in
Progetto “Tutti i bambini vanno bene a scuola”
(realizzato in collaborazione con l’ULSS n. 4
dell’Alto Vicentino).
Scopo
Intercettare precocemente, già nelle classi
prime della Scuola Primaria, gli alunni con
disturbi specifici dell’apprendimento
Progetto “Tutti i bambini vanno bene a scuola”
 formazione specifica dei docenti
 realizzazione di una didattica compensativa
 individuazione, nella persona della Funzione
Strumentale per l’Integrazione, di un referente
per i DSA
Progetto “Tutti i bambini vanno bene a scuola”
Dopo cinque anni di applicazione del progetto,
quando i primi alunni sottoposti allo screening sono giunti
alla Scuola Secondaria di Primo Grado
……
richiesta di docenti e di genitori di individuare alcune
modalità che permettessero di proseguire alla Scuola
Secondaria tale “presa in incarico” progettando per gli alunni
un cammino di vera autonomia scolastica tesa alla
realizzazione del proprio successo formativo e di vita
personale.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Scopo
Realizzare un cammino di vera autonomia scolastica per contribuire
alla realizzazione del successo formativo e di vita personale degli
alunni con DSA
Come?
Formando alunni e docenti all’uso delle tecnologie
specifiche per DSA
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Sono stati attivati degli incontri all’interno del gruppo di lavoro
handicap che hanno permesso a
 genitori,
 insegnanti
 operatori dell’ ULSS
di confrontarsi e di far emergere
tensioni, aspettative e proposte.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Genitori e insegnanti, sostenuti anche dalle
riflessioni degli operatori dell’ULSS…
hanno evidenziato come problema-preoccupazione principale
autonomia nello studio da parte dei ragazzi con DSA.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Il Progetto, presentato al Collegio dei Docenti e
successivamente al Consiglio d’Istituto nel mese di giugno
dell’a.s. 2007-2008 per essere inserito nel POF, si è
realizzato a partire da settembre dell’anno scolastico
successivo (2008-2009) con il finanziamento e l’appoggio del
CTI Alto Vicentino.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
L’idea del progetto ha visto la collaborazione di due
Funzioni Strumentali d’Istituto:
quella per l’Integrazione (dott.sa Caterina Scapin)
quella per l’Informatica (dott. Paolo Rizzato).
Integrazione di diverse competenze tra Disturbi
dell’Apprendimento e uso delle Tecnologie informatiche.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Genitori, docenti e operatori ULSS
Per i docenti
corso su "Disturbi dell’apprendimento e innovazione
tecnologica" condotto da entrambe le FS e costituito da tre
incontri di due ore ciascuno svolti tra ottobre e novembre:
il primo: concetto di DSA, misure compensative e dispensative,
mappe, normativa, costruzione di un Percorso Didattico per
DSA;
il secondo: punti di forza e le criticità dell’uso delle
tecnologie e conoscenza di software specifici per DSA
(compreso l’uso dei testi in formato digitale);
il terzo: simulazioni di lezione-tipo, tra didattica compensativa
e tecnologia applicata.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Parallelamente si è realizzato un corso serale per …
… genitori: seguono i figli nei compiti a casa
… operatori ULSS (sono intervenuti un psicologo e due
logopediste): l’esigenza è nata da una loro necessità per dare
con più consapevolezza le indicazioni previste sia nella diagnosi
“si consiglia l’uso del computer” sia negli incontri di
restituzione con genitori e docenti.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Gli alunni
Si sono identificati n.7 alunni nella Scuola Secondaria di Primo
grado di Torrebelvicino e n.5 in quella di Valli del Pasubio.
DIAGNOSI
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Metodologia
Tutoraggio
Cooerative-learning
alternando momenti di lezioni frontale con esercitazioni
personali …
… potenziamento di numerose strategie metacognitive tra cui
la capacità di analisi e sintesi che costituiscono competenze
fondamentali per la loro caratteristica sia di trasferibilità nelle
diverse discipline che per il loro utilizzo nello studio personale.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
La verifica del corso
• Costante confronto con gli alunni durante il corso e
gli incontri di verifica con genitori e docenti
controllo continuo del lavoro
 Due questionari in modo tale da avere degli elementi
sufficientemente oggettivi relativamente alla situazione
iniziale e a quella finale.
Il corso è costituito da 6 moduli di due ore ciascuno
Modulo n. 1
Accoglienza e
somministrazione
questionario
Modulo n. 2
Le competenze di
base 1
Modulo n. 3
Le competenze di
base 2
Obiettivi
Attività previste
Presentazione reciproca dei
partecipanti
Presentazione degli obiettivi del
programma
Si lavora sull'accoglienza e sulle
personali competenze.
Elaborazione strategie metacognitive
Consegna cartellina contenente fogli per appunti, penna, copia
presentazione progetto in PPT, n. 1 cd;
Compilazione questionario “Cosa so e mi piace fare”;
Restituzione questionario; riflessione sulle risposte
Conoscenza principali strumenti
tecnologici: utilizzo della tastiera;
utilizzo Word in funzioni base; file
in formato PDF, TXT, RTF;
Breve presentazione degli strumenti che si propongono; consegna
materiale riassuntivo della lezione; esercitazioni a computer.
Conoscenza principali strumenti
tecnologici: sintesi vocale; scanner;
uso e impostazione glossario; file
audio; uso calcolatrice
Breve presentazione degli strumenti che si propongono; consegna
materiale riassuntivo della lezione; esercitazioni al computer.
Modulo n. 4
Conoscenza principali funzioni del
Conoscenza software software
Breve presentazione del software da parte del tutor d'aula; consegna
materiale riassuntivo della lezione; esercitazioni al computer.
specifico
Modulo n. 5
Utilizzo software
specifico in attività
didattiche
Utilizzo principali funzioni del
software in ambiente didattico
Esercitazioni al computer; produzione di attività da inserire nel
raccoglitore come esplicativi anche delle procedure e strategie utilizzate.
Modulo n. 6
Utilizzo software
specifico in attività
didattiche
Utilizzo principali funzioni del
software in ambiente didattico
Esercitazioni al computer; produzione di attività da inserire nel
raccoglitore come esplicativi anche delle procedure e strategie utilizzate.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
A conclusione del corso il GH, in base al questionario
finale, ha evidenziato la necessità di realizzare, nel
successivo anno scolastico, un secondo livello
Scopo
consentire ad alcuni alunni di consolidare le nuove
competenze e per altri di potenziarle con programmi
più adatti allo studio personale e quindi anche più
complessi da gestire.
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Dal mese di febbraio (a.s. 2009-2010)con le stesse
caratteristiche del primo, si è realizzato il secondo corso
che ha affrontato soprattutto esercitazioni
sull’utilizzo di programmi più adatti ad aiutare i
ragazzi nello studio personale e nella gestione dei
testi in formato digitale.
Il secondo livello è costituito da 10 moduli di due ore
ciascuno
Modulo n. 1
Accoglienza e
Verifica
Obiettivi
Attività previste
Presentazione reciproca dei
partecipanti
Presentazione degli obiettivi
del programma
Si lavora sull'accoglienza e
sulle personali competenze
rispetto le conoscenze date il
corso precedente.
Elaborazione strategie
metacognitive
Presentazione PPT sui programmi e rispettive funzioni
presentato il corso precedente
Modulo n. 2
Conoscenza principali
Le competenze di strumenti tecnologici: utilizzo
base 1
della tastiera 10 Dita; CMap;
creazione di file audio; file
PDF e lettura
Esercitazione con 10 Dita per 10-15 minuti;uso di word
per formattazionedoc-docx-pdf-rtf; settaggio sintesi
vocale; costruire mappa e creare di essa il file audio;
impostare un file PDF e suddividerlo in più file
Modulo n. 3
Conoscenza principali
Le competenze di strumenti tecnologici: ,
base 2
comprensione testo
Esercitazioni al computer con 10 dita Lettura con
Balabolka di testo ( selezionato, dalla memoria di copia);
pannello dizionari, modifica pronuncia, strumenti ( ripeti
testo) opzioni( impostazioni); lettura di un testo;
individuazione paragrafo di testo-assegrare segnalibrocostruzione mappa
Modulo n. 4
Conoscenza principali
Conoscenza
funzioni del software : Clipsoftware specifico Claxson;
Esercitazioni al computer con 10 dita Punti forza e
criticità di Clip-Claxson con esercitazione; concetti
principali per costruire una mappa
Modulo n. 5
Utilizzo software
specifico in
attività didattiche
Conoscenza principali funzioni
del software : PDF-X Change;
lettura con Clip-Claxson;
differenza tra Clip-Claxson e
Balabolka
Esercitazioni al computer con 10 dita; funzioni PDF-X
ch’ange ( mano, cattura, seleziona, copia, segnalibri);
lettura con Clip-Claxson e inserimento segnalibro; dal
sito, lettura con Clip-Claxson e Balabolka
Modulo n. 6
Utilizzo software
specifico in
attività didattiche
Utilizzo principali funzioni del
software in ambiente didattico
PDF X Change; metodo di
studio
Esercitazioni al computer con 10 Dita; funzioni PDF X
Change con Clip-Claxson; cosa vuol dire essere un buon
ascoltatore; costruire mappa del buon ascoltatore usando
file immagine in PDF X Change; inserire timbri
Modulo n. 7
Utilizzo software
specifico in
attività didattiche
Utilizzo principali funzioni del
software in ambiente didattico
PDF X Change; differenza tra
Clip-Claxson e Balabolka
Esercitazioni al computer con 10 Dita; funzioni PDF X
Change con Clip-Claxson; inserire timbri; dal testo di
storia, lettura con Clip-Claxson e Balabolka ( con
possibilità di inserire vocabolario)
Modulo n. 8
Utilizzo software
specifico in
attività didattiche
Utilizzo principali funzioni del
software in ambiente didattico
doPDF; differenza tra ClipClaxson e Balabolka
Esercitazioni al computer con 10 Dita; doPDF (
installazione e utilizzo) con esercitazione di divisione del
libro digitale; dal testo di storia, lettura con ClipClaxson e Balabolka ( con possibilità di inserire
vocabolario)
Modulo n. 9
Utilizzo principali funzioni del Esercitazioni al computer con 10 Dita; come pianificare il
Utilizzo software software in ambiente didattico mio lavoro.
specifico in
C-map e metodo di studio
attività didattiche
Modulo n. 10
Utilizzo software
specifico in
attività didattiche
Utilizzo principali funzioni del Esercitazioni al computer con 10 Dita; come pianifico il
software in ambiente didattico mio lavoro e su questo costruisco una mappa che poi la
PDF X Change; metodo di
traduco in file audio
studio
Progetto “Io imparo 1 e 2 ”
Questa esperienza non è rimasta però un’attività locale
e grazie alla sensibilità del Responsabile dell’Ufficio
Interventi
Educativi
dell’Ufficio
Scolastico
Territoriale diVicenza, prof. Flavio Fogarolo, ha trovato
realizzazione in molte scuole della provincia di
Vicenza.
Fly UP