...

senza vergogna - controcomunicando

by user

on
Category: Documents
124

views

Report

Comments

Transcript

senza vergogna - controcomunicando
SENZA VERGOGNA:
CGIL-CISL-UIL E UGL PRELEVANO 25 EURO DALLA
BUSTA PAGA DEI NON ISCRITTI
Anche stavolta Slc-Fistel-Uilcom e UGL pretendono un contributo di 25 euro dei
lavoratori non iscritti ai sindacati stipulanti il CCNL per le spese da esse sostenute “sia per
la preparazione che per la gestione delle trattative" del contratto.
Questi sindacati somigliano sempre più ai voraci partiti politici nazionali che dappertutto si
adoperano per carpire soldi allo stato (quindi ai cittadini), con la differenza che qui li
chiedono/pretendono direttamente ai lavoratori….. Ma per cosa ?
Le spese di trasferta per le trattative sono interamente a carico delle aziende, se poi le RSU
hanno bisogno di confrontarsi, è abitudine della controparte concedere pause anche di ore per
poter valutare separatamente quanto è oggetto di discussione. Se poi serve un giorno intero di
confronto (situazione abbastanza rara ed evitabile se ben organizzati) ci sono le generose
quote degli iscritti che sostengono, spesso loro malgrado, questi pachidermi di pseudorappresentanza sindacale….
Perciò appena viene fuori una pretesa del genere, qualche lavoratore parla, giustamente, di
“NUOVO FURTO IN BUSTA PAGA”…. Anche perché se è lecito chiedere un contributo (anche
se, vista la qualità del “prodotto” ci vuole veramente coraggio solo a chiederlo), la pretesa del
silenzio assenso è un tentativo di furto con destrezza bello e buono….
Ovviamente tale scelta è dettata dalla perfetta conoscenza del fatto che spontaneamente
NESSUNO gli darebbe un cent per contratti che si dimostrano da decenni un costante, più o
meno lento, arretramento dei diritti e un altrettanto costante calo del potere d’acquisto delle
buste paga dei lavoratori, insomma una sconfitta su tutti i fronti… !!!
Lato azienda è singolare come collabori ad una richiesta con evidenti aspetti di “illegittimità”,
tra l’altro a favore (in teoria) di una controparte! Infatti agli iscritti della CUB rifiuta la
trattenuta in busta paga come cessione del quinto (questo si, previsto dalla legge) e siamo
costretti a far causa (vittoriosa) per far valere un diritto… vorrà dire qualcosa tutto ciò ?
Se qualcuno ha ancora qualche dubbio, provi a chiedere all’azienda di fare un’analoga
trattenuta con il meccanismo del silenzio/assenso ad esempio per l’ospedale pediatrico Meyer,
per l’UNICEF o per qualsiasi altra associazione benefica (questa si!) per vedere se l’azienda lo
farà……!!!
I lavoratori che non vogliono pagare la “tassa” di 25 euro a Cgil-Cisl-Uil e UGL devono darne
comunicazione alle aziende entro il 30 giugno; se una persona se ne dimentica si troverà
automaticamente la trattenuta in busta in paga.... ignobile! Si rafforza nuovamente la
convergenza di interessi esistente tra il sindacalismo confederale e le aziende che fanno da
esattrici della tassa pro Cgil-Cisl-Uil e UGL.
I lavoratori che non vogliono la trattenuta, devono comunicare la non volontà di
pagare i 25 euro (riproporz. per i part/time) alle aziende; a questo scopo Telecom
ha predisposto un collegamento al portale di Accenture per esprimere il proprio
dissenso, se però il sistema non rilascia copia cartacea del modello, consegnare
al proprio punto delega quello cartaceo e farsi firmare una copia per ricevuta.
Federazione Lavoratori Metalmeccanici Uniti–
Uniti–Confederazione Unitaria
nitaria di Base
Firenze,
Firenze, Via Guelfa,
Guelfa, 148/r tel./fax 055/3200938
055/3200938 email: [email protected],
Fly UP