...

Capitolo IV - Il contributo di Roccanova nelle due guerre mondiali

by user

on
Category: Documents
25

views

Report

Comments

Transcript

Capitolo IV - Il contributo di Roccanova nelle due guerre mondiali
CAPITOLO IV
IL CONTRIBUTO DI ROCCANOVA
NELLE DUE GUERRE MONDIALI
“Che il loro sacrificio non sia sterile mai, oltre al
compianto ravvivi negli animi
un desiderio di pace”
(Sacrario dei caduti di Roccanova)
Dati relativi alla I guerra mondiale
Roccanova
Abitanti: 2215
Morti e dispersi: 37
Mutilati ed invalidi: 8
Decorati al valore: 6
Mutilati e Invalidi
De Risi Rocco
Fabbrucini Giuseppe
Arcomano Vito
Panetta Rocco
Donnauro Vito
Scarano Pietro
Figliuolo Francesco
Napoli Rocco
67
Decorati
Sergente Montecarlo Antonio
1 medaglia d‘Argento
Tenente medico Continanza Francesco
2 medaglie di bronzo
Sergente Alaggio Paolo Raffaele
1 medaglia di bronzo
Soldato Fortunato Giuseppe
1 medaglia di bronzo
Soldato Fiore Ercole
1 medaglia di bronzo
Soldato Napoli Pasquale
1 medaglia di bronzo
68
Tra i decorati merita una nota particolare Francesco
Continanza, affettuosamente chiamato dai suoi concittadini
“Don Ciccio”, stimato ed ammirato da tutti per l’impegno professionale, culturale e sociale.
Nato a Roccanova il 27 luglio 1890, si era laureato nel 1915
in medicina e chirurgia nell’Università di Napoli.
Fu ufficiale medico durante la guerra del 1915-18, quando
fu catturato dai tedeschi e deportato nei campi di concentramento, conobbe Eugenio Pacelli, il futuro Papa Pio XII. Fu in seguito insignito dal Governo Italiano di due medaglie di bronzo,
una medaglia d’argento della Croce Rossa italiana e due croci al
valore militare per la sua pronta disponibilità a prestare servizio
in difesa della patria.
Dieci anni dopo, nel 1925, ricevette l’onorificenza di “Cavaliere
della Legion d’Onore”(il più alto riconoscimento che viene assegnato
dal Presidente della Repubblica Francese) per essersi distinto
nella Battaglia della Marna.
Per molti anni ha esercitato la professione di medico a
Roccanova con coscienza e solidarietà verso i bisognosi. È stato
profondo studioso di medicina, psicologia, di storia, di politica,
di religione. È morto nel 1961 a Salerno, dove si era trasferito tre
anni prima. L’Amministrazione Comunale di Roccanova, gli ha intitolato, nel 1998, la Biblioteca Comunale, che è tra le più rilevanti in Basilicata e ha in programma di intitolargli una via del paese.
Caduti e dispersi
“Lottarono e morirono per la nostra libertà”
(Sacrario dei caduti di Roccanova)
Caduti
Tenente Damiano Ettore nato il 21/01/1895 morto il
04/04/1917 (Ospedale campoN°167 per ferite riportate in combattimento). 63° R.G.T. fanteria –Medaglia d’argento al V.M.
Tenente De Marinis Giovanni nato il 02/09/1894 morto il
06/05/1917 sul campo. 1° R.G.T. – Artiglieria da fortezza.
Sergente Montecarlo Antonio nato il 19/03/1892 morto il
26/07/1915 Monte Seibusi.134° R.G.T. fanteria –Medaglia d’argento al. V.M.
Caporale D’Arino Vincenzo nato il 31/07/1891 morto il
21/06/1916 Altopiano dei Sette comuni.
Caporale Greco Senatro nato il 03/07/1885 morto il
14/01/1918 (prigioniero in Austria) 29° R.G.T. fanteria.
Soldato Melfi Francesco nato il 27/01/1897 morto il
11/10/1918 Monte Valbella.
69
Caporale Racioppi Rocco nato il 27/07/1897 morto il
16/12/1918 Ospedale del campo N°212.
Soldato Albano Antonio nato il 29/09/1888 morto il
29/06/1916 Sagrado.
Soldato Castelluccio Donato nato il 03/03/1897 morto il
27/10/1918 Sermaglia.
Soldato Chiacchio Giovanni nato il 21/03/1897 morto il
01/05/1917 Ospedale di campo N°0100.
Soldato Conte Francesco nato il 19/07/1890 morto il
16/01/1916 Ospedale di campo N°011.
Soldato Costantino Rocco nato il 02/01/1884 morto il
05/04/1918 Bondeno Ferrarese.
Soldato Cudemo Salvatore nato il 17/12/1895 morto il
07/09/1915 Ospedale campo N°107.
Soldato D’Arino Antonio nato il 23/08/1890 morto il
05/10/1918 Per ferite riportate in combattimento.
Soldato D’Arino Francesco nato il 17/08/1889 morto il
04/07/1916 Per malattia (Roccanova).
Soldato De Paola Giovanni nato il 10/04/1890 morto il
21/06/1916 Altipiani dei Sette comuni.
Soldato De Pierro Vincenzo nato il 28/03/1895 morto il
13/06/1917 Brindisi (per malattia).
70
Soldato Durante Giuseppe nato il 12/02/1895 morto il
02/11/1916 Sul campo.
Soldato Fortunato Giuseppe nato il 05/01/1895 morto il
08/10/1918 Montegrappa.
Soldato Lilli Vito nato il 16/07/1894 morto il 14/05/1917
Zagera.
Soldato Marchese Raffaele nato il 30706/1898 morto il
28/11/1917 Monte Pertica.
Soldato Napoli Giuseppe nato il 14/02/1896 morto il
05/07/1917 Spezia (per malattia)
Soldato Pandolci Salvatore nato il 23/12/1892 morto il
10/05/1917 Macedonia (Grecia).
Soldato Pricolo Antonio nato il 01/07/1895 morto il
21/10/1915 Redipuglia.
Soldato Pricolo Nicola nato il 27/12/1895 morto il 01/11/1916
Segeti.
Soldato Pugliese Giuseppe nato il 19/12/1892 morto il
26/02/1917 Noali.
Soldato Pugliese Prospero nato il 24/03/1892 morto il
20/07/1916 Sul campo.
Soldato Tedesco Giuseppe nato il 23/11/1895 morto il
01/01/1918 Roccanova.
Soldato Totaro Antonio nato il 17/12/1893 morto il
29/08/1918 prigionia Austria .
Soldato De Celso Rocco nato il 28/03/1896 morto il
18/06/1916 Bosco dei Laghetti.
71
Soldato Cudemo Giuseppe nato il 17/03/1881. Scomparso
in prigionia in Austria.
Soldato Fortunato Francesco nato il 10/02/1889 morto il
22/10/1915 Bosco Cappuccio.
Soldato Fortunato Vincenzo nato il 12/01/1896 morto il
24/11/1916 affondamento nave.
Soldato Ferrara Giuseppe nato il 27/10/1881 morto il
11/09/1917 Bainsizza.
Soldato Grillo Angelo nato il 09/12/1893 morto il 08/11/1918
Ospedale campo N°332.
Soldato Grillo Rocco nato il 16/03/1896 morto il 02/07/1916
Montepasupio.
Soldato Lo Bosco Giovanni nato il 24/11/1893 morto il
24/01/1916 Oslavia.
Caduti nella seconda guerra mondiale
Alaggio Alfonso nato a Roccanova il 21/02/1919. Appartenente
all’arma fanteria-carristi;grado Sergente Maggiore.Ha prestato servizio in Jugoslavia (Montenegro) e sul fronte Italo-francese.Fu decorato con due croci al merito nella campagna del 1940-43 e nella guerra di liberazione.Deportato in Germania dal settembre del
1943 al 25 aprile del 1945.
72
Bulfaro Francesco nato il 23/04/1921 a Roccanova.
Appartenente alla prima compagnia.Durante un combattimento avvenuto il 18 dicembre 1942 in Russia fu riconosciuto tra i militari e ne fu accertata la morte e la prigionia.
D’Arino Antonio nato a Roccanova l’11 gennaio 1917.
Appartenente all’arma fanteria;grado Sergente. Ha prestato servizio dal 30 agosto 1937 al 20 settembre 1945 ed ha partecipato alle operazioni di guerra alpino-occidentale e successivamente
nei Balcani. Ha ricevuto due croci al merito di guerra per la campagna del 1940-43 e per la guerra di liberazione. Deportato in
Germania dal 10 settembre 1943 al 9 maggio 1945. È deceduto a
Torino l’11 giugno 1968.
De Pascale Rocco nato a Roccanova il 3 marzo 1913 da
Giuseppe e Chiurazzo Maria.Celibe.Appartenente al primo gruppo del quattordicesimo reggimento artiglieria.Deceduto il 18 dicembre 1940 nei pressi di Lunati alle ore 13:30 all’età di 28 anni
in seguito a scheggia di granata nemica in varie parti del corpo.
Sepolto a Lunati.
De Risi Rocco nato il 05-03-1920 morto nel 1942 Grecia.
Gallo Salvatore nato il 20-10-1922 morto il 13-06-1946
Rudrio (per malattia).
Greco Alessandro nato il 20-02-1916 Disperso in Russia.
Miraglia Emiddio Antonio nato a Roccanova il 13/04/1920.
Appartenente all’arma fanteria;grado soldato.Ha prestato servizio nei Balcani e sul fronte russo. Fu decorato con croce al merito per la campagna del 1940-43 e per la guerra di liberazione.
Deceduto a Roccanova il 14 marzo 1987.
Miraglia Raffaele nato il 07-08-1922 Disperso in Russia.
Novelli Vincenzo nato il 05-01-1924 Disperso a Foggia durante un bombardamento aereo.
73
Padula Andrea nato il 22-02-1915 Disperso in Russia.
Padula Pasquale nato il 09-01-1921 Disperso in Russia.
Sofia Paolo nato il 10-04-1923, morto nell’ospedale da campo n. 33 in Albania.
Totaro Vincenzo nato il 26-02-1921 morto il 09-07-1943 per
malattia contratta in guerra.
74
Albano Rocco partito da Roccanova come semplice soldato, giunse in Albania e dopo l’armistizio dell’8/09/1943 fu fatto
prigioniero dei tedeschi, fu deportato nel campo di concentramento.
Esercitò il lavoro di calzolaio per conto dei tedeschi, morì per deperimento organico il 12/03/1944.
75
76
Arcomano Nicola
Nato il 06-11-1911 morto il 02-04-1945 nel campo di prigionia diFullen (Germania).
Consiglio Rocco
Soldato Partigiano, promosso comandante di plotone, caduto
eroicamente in Albania nel 1944 l’otto luglio durante l’assalto di
Ceerenez di Dibra come certificato dal governo democratico albanese il 16 marzo 1945.
Una testimonianza del suo eroismo in guerra è fornita dal capitano Mario Fantacci che così lo ricorda: “eravamo giunti ormai alla fine del luglio 1944. In un villaggio incontrai il commissario del battaglione Gramsci, D’Angelo Alfredo, che mi dette la triste notizia della morte in combattimento del comandante Cardinali. Come sempre, primo fra i primi, con l’entusiasmo ed il coraggio che gli erano abituali, egli
si era lanciato, alla testa di una compagnia, contro una munitissima posizione tedesca e mentre assaporava la gioia della vittoria, essendo il nemico in fuga, venne colpito alla fronte da una raffica di mitragliatrice
che lo fulminò all’istante. Il partigiano Consiglio Rocco di Roccanova
(Potenza), visto cadere il proprio comandante corse verso di lui, nel tentativo di soccorrerlo o di recuperarne il cadavere ma una nuova raffica
troncò il suo gesto generoso e la sua vita. Scompariva con Cordinali il
più valoroso dei partigiani italiani in Albania”.
77
78
Marchese Pasquale
Nato a Roccanova il 17 gennaio 1914. Appartenente alla prima compagnia.Fu chiamato come semplice soldato in Rodi
Geo. Deceduto sul fronte Greco-Albanese il 4 dicembre 1940 all’età di ventisei anni in seguito a ferita da arma da fuoco riportata in combattimento.
Panetta Domenico
Nato a Roccanova il 10 novembre 1924. Partito nel 1942
per Roma come Carabiniere; trasferito a Bari per circa un anno.
Partì con tutto il battaglione per Treviso. Il comando di guerra avvisò la famiglia della malattia contratta. Fu trasferito all’ospedale
di Roma dove morì il 31 marzo 1946.
79
Albano Rocco (vedi pag. 75) intento a scrivere una lettera dal fronte
greco-albanese
Fly UP