...

Prova Invalsi d`italiano classe prima N°1

by user

on
Category: Documents
13

views

Report

Comments

Transcript

Prova Invalsi d`italiano classe prima N°1
VOLUME 1
PER LA PROVA
INVALSI
Unità 1
Il pulcino cosmico
La fiaba
Cognome
Nome
Classe
Questa fiaba avvicina un elemento tradizionale (un animale
parlante) a due elementi moderni: la tecnologia e il desiderio
fantascientifico di anticipare il futuro. Il racconto è fantastico
e pure un po’ surreale, ma riesce a trasmettere comunque un
messaggio: i ragazzi vanno preparati a un futuro diverso.
Data
CHI L’HA SCRITTO?
Gianni Rodari (1920-1980),
è uno dei maggiori scrittori
italiani per l’infanzia del secolo
scorso. Tra le numerosissime
opere ricordiamo: Novelle fatte
a macchina, Filastrocche in
cielo e in terra, C’era una volta
il barone Lamberto.
DA DOVE È TRATTO?
Da Favole al telefono.
DI CHE COSA PARLA?
Di un pulcino proveniente da
Marte Ottavo, in missione sulla
Terra per individuare i terrestri
che sbarcheranno sul suo
pianeta venticinque anni dopo.
COME NE PARLA?
Rodari rinnova lo schema della
fiaba, inserendo elementi
nuovi, più vicini al mondo
moderno e alla mentalità dei
ragazzi di oggi.
1. cosmico: che viene dal
cosmo, cioè dall’universo.
L’anno scorso a Pasqua, in casa del professor Tibolla, dall’uovo di cioccolata sapete cosa saltò fuori? Sorpresa: un pulcino
cosmico1, simile in tutto ai pulcini terrestri, ma con un berretto da capitano in testa e un’antenna della televisione sul berretto.
Il professore, la signora Luisa e i bambini fecero tutti insieme: “Oh”,
e dopo questo oh non trovarono più parole.
Il pulcino si guardava intorno con aria malcontenta.
– Come siete indietro su questo pianeta, – osservò, – qui è appena
Pasqua; da noi, su Marte Ottavo, è già mercoledì.
– Di questo mese? – domandò il professor Tibolla.
– Ci mancherebbe! Mercoledì del mese venturo. Ma con gli anni
siamo avanti di venticinque.
Il pulcino cosmico fece quattro passi in su e in giù per sgranchirsi
le gambe, e borbottava: – Che seccatura! Che brutta seccatura.
– Cos’è che la preoccupa? – domandò la signora Luisa.
– Avete rotto l’uovo volante e io non potrò tornare su Marte Ottavo.
– Ma noi l’uovo l’abbiamo comprato in pasticceria.
– Voi non sapete niente. Questo uovo, in realtà, è una nave spaziale,
travestita da uovo di Pasqua, e io sono il suo comandante, travestito da
pulcino.
– E l’equipaggio?
– Sono io anche l’equipaggio. Ma ora sarò degradato. Mi faranno
per lo meno colonnello.
– Be’, colonnello è più che capitano.
– Da voi, perché avete i gradi alla rovescia. Da noi il grado più alto
è cittadino semplice. Ma lasciamo perdere. La mia missione è fallita.
– Potremmo dirle che ci dispiace, ma non sappiamo di che missione
si trattava.
– Ah, non lo so nemmeno io. Io dovevo soltanto aspettare in quella
vetrina fin che il nostro agente segreto si fosse fatto vivo.
– Interessante, – disse il professore, – avete anche degli agenti segreti sulla Terra. E se andassimo a raccontarlo alla polizia?
– Ma sì, andate in giro a parlare di un pulcino cosmico, e vi farete
ridere dietro.
5
10
15
20
25
30
1
Volume 1 - Per la prova Invalsi
U1 - La fiaba
– Giusto anche questo. Allora, giacché siamo tra noi, ci dica qualcosa di più su quegli agenti segreti.
– Essi sono incaricati di individuare i terrestri che sbarcheranno su
Marte Ottavo tra venticinque anni.
– È piuttosto buffo. Noi, per adesso, non sappiamo nemmeno dove
si trovi Marte Ottavo.
– Lei dimentica, caro professore, che lassù siamo avanti col tempo
di venticinque anni. Per esempio sappiamo già che il capitano dell’astronave terrestre che giungerà su Marte Ottavo si chiamerà Gino.
– Toh, – disse il figlio maggiore del professor Tibolla, – proprio
come me.
– Pura coincidenza, – sentenziò il cosmo-pulcino. – Si chiamerà
Gino e avrà trentatré anni. Dunque, in questo momento, sulla Terra, ha
esattamente otto anni.
– Guarda, guarda, – disse Gino, – proprio la mia età.
– Non mi interrompere continuamente, – esclamò con severità il
comandante dell’uovo spaziale. – Come stavo spiegandovi, noi dobbiamo trovare questo Gino e gli altri membri dell’equipaggio futuro,
per sorvegliarli, senza che se ne accorgano, e per educarli come si
deve.
– Cosa, cosa? – fece il professore. – Forse noi non li educhiamo
bene i nostri bambini?
– Mica tanto. Primo, non li abituate all’idea che dovranno viaggiare
tra le stelle; secondo, non insegnate loro che sono cittadini dell’universo; terzo, non insegnate loro che la parola nemico, fuori della Terra,
non esiste; quarto...
– Scusi comandante, – lo interruppe la signora Luisa, – come si
chiama di cognome quel vostro Gino?
– Prego, vostro, non nostro. Si chiama Tibolla. Gino Tibolla.
– Ma sono io! – saltò su il figlio del professore. – Urrà!
– Urrà che cosa? – esclamò la signora Luisa. – Non crederai che tuo
padre e io ti permetteremo...
Ma il pulcino cosmico era già volato in braccio a Gino.
– Urrà! Missione compiuta! Tra venticinque anni potrò tornare a
casa anch’io.
– E l’uovo? – domandò con un sospiro la sorellina di Gino.
– Ma lo mangiamo subito, naturalmente.
E così fu fatto.
da G. Rodari, Favole al telefono, Edizioni EL, San Dorligo della Valle 1993
2
35
40
45
50
55
60
65
70
Volume 1 - Per la prova Invalsi
U1 - La fiaba
1. Dove si svolge la vicenda?
A. In una casa.
B. In una pasticceria.
C. Su una navicella spaziale.
D. Su Marte Ottavo.
2. Che cosa significa l’espressione dopo questo oh non trovarono più parole, alla riga 6?
A. Che non sapevano con quale lingua rispondere al pulcino.
B. Che rimasero senza parole per lo stupore.
C. Che il pulcino non li lasciava parlare.
D. Che ritenevano il pulcino una sorpresa sgradita.
3. Nella frase avete i gradi alla rovescia (riga 25), la parola gradi si riferisce:
A. all’unità di misura degli angoli.
B. all’unità di misura della temperatura.
C. all’essere in grado di compiere una missione.
D. alla posizione occupata in una gerarchia.
4. Quale tra le seguenti frasi ha lo stesso significato di quella riportata alle righe 27-28:
Potremmo dirle che ci dispiace ma non sappiamo di che missione si trattava.
A. Potremmo dirle che ci dispiace perché sappiamo di che missione si trattava.
B. Se sapessimo di che missione si tratta, potremmo dirle che ci dispiace.
C. Anche se non sappiamo di che missione si tratta, possiamo dirle che ci dispiace.
D. Non le diciamo che ci dispiace finché non sappiamo di che missione si tratta.
5. Nella stessa frase, il pronome -le contenuto in dirle:
A. significa a lei ed è riferito a una persona di genere femminile.
B. significa a lei ed è riferito al pulcino.
C. significa loro ed è riferito a più persone di genere femminile.
D. significa esse ed è riferito a più oggetti.
6. Perché il professor Tibolla non può riferire alla polizia la storia del pulcino?
A. Perché nessuno gli crederebbe.
B. Perché teme gli agenti segreti.
C. Perché pensa che si tratti di un’allucinazione.
D. Perché non vuole deludere i suoi figli.
7. Alla riga 35, giacché può essere sostituito con:
A. perché.
B. dunque.
C. quindi.
D. poiché.
3
Volume 1 - Per la prova Invalsi
U1 - La fiaba
8. Perché alla riga 63 il pulcino ripete il pronome vostro?
A. Per esprimere disprezzo nei confronti di Gino.
B. Per far notare alla mamma che Gino è suo figlio.
C. Per sottolineare che Gino è un terrestre e non appartiene al suo popolo.
D. Per sottolineare che Gino non gli appartiene.
9. Che cosa significa l’espressione saltò su, alla riga 64?
A. Esclamò sorpreso.
B. Si arrabbiò.
C. Si preoccupò.
D. Si svegliò di colpo.
10. Come potrebbe concludersi la frase della signora Luisa, alle righe 65-66:
Non crederai che tuo padre e io ti permetteremo…
A. di fare amicizia con un pulcino.
B. di viaggiare tra le stelle.
C. di mangiare l’uovo di cioccolato.
D. di conoscere agenti segreti di un altro pianeta.
11. Qual è lo scopo della missione del pulcino?
A. Raccontare ai terrestri che cosa accadrà nel futuro.
B. Aspettare nella vetrina che l’agente segreto si faccia vivo.
C. Evitare che i terrestri sbarchino su Marte Ottavo.
D. Controllare l’educazione dei bambini terrestri.
12. Quando il pulcino tornerà su Marte Ottavo?
A. Subito, perché ha compiuto la sua missione.
B. 25 anni più tardi, insieme a Gino.
C. Non appena avrà riparato la sua nave spaziale.
D. Mai, perché la famiglia Tibolla ha intenzione di mangiare l’uovo – navicella spaziale.
13. Quali tra i seguenti aggettivi rappresentano meglio il pulcino?
A. Timido e impaurito.
B. Allegro e spensierato.
C. Determinato e deciso.
D. Arrabbiato e maleducato.
14. Il brano che hai letto è ambientato:
A. in un mondo fantastico, nel futuro.
B. nel mondo reale, nel futuro.
C. su un altro pianeta, nel futuro.
D. nel mondo reale, nel presente.
4
U1 - La fiaba
Volume 1 - Per la prova Invalsi
15. Quale idea di futuro trasmette la fiaba?
A. Il futuro sarà pericoloso perché tutti saranno controllati da agenti segreti.
B. Il futuro sarà un tempo di pace per tutto l’universo.
C. Il futuro sarà un tempo di scoperte astronomiche che ci faranno individuare pianeti ora sconosciuti.
D. Il futuro sarà caratterizzato dalla tecnologia che ci permetterà di viaggiare per il cosmo.
Quesiti di Grammatica
1B. Il passato remoto attivo del verbo interrompere, alla terza persona singolare è:
A. interrompè.
B. interrompette.
C. interruppe.
D. interrompe.
2B. Il nome televisione è composto da visione e dal prefissoide tele-, che indica lontano, a distanza.
Quale tra le parole seguenti non è formata con lo stesso prefissoide?
A. Telefono.
B. Teleria.
C. Teletrasporto.
D. Teleferica.
3B. Quale, tra i seguenti predicati, è di forma passiva?
A. Era volato.
B. Potrò tornare.
C. È fallita.
D. Sarò degradato.
4B. Quale, tra i seguenti nomi, è un diminutivo?
A. Bambino.
B. Sorellina.
C. Cittadino.
D. Pulcino.
5B. Qual è il plurale di questo uovo?
A. Queste uova.
B. Questi uovi.
C. Quest’uova.
D. Questi uovo.
5
Volume 1 - Per la prova Invalsi
U1 - La fiaba
6B. Nella frase ha esattamente otto anni (righe 47-48), esattamente è:
A. locuzione avverbiale.
B. avverbio di tempo.
C. avverbio di modo.
D. aggettivo qualificativo.
7B. Primo…, secondo…, terzo… (righe 57-60) sono:
A. aggettivi numerali ordinali.
B. sostantivi.
C. aggettivi numerali cardinali.
D. avverbi.
8B. Nella frase Cos’è che la preoccupa?, la è:
A. un articolo determinativo femminile.
B. un pronome personale.
C. un pronome dimostrativo.
D. un articolo indeterminativo.
9B. Nella frase Missione compiuta! (riga 68), compiuta è:
A. un aggettivo.
B. un nome.
C. un avverbio.
D. un participio.
10B. Inserisci nella frase il pronome relativo adatto: Il terrestre ........................ il pulcino conosce molte informazioni è Gino Tibolla.
A. che.
B. al quale.
C. di cui.
D. con il quale.
6
Fly UP