...

impianti prefabbricati per il trattamento delle acque di prima pioggia

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

impianti prefabbricati per il trattamento delle acque di prima pioggia
2
IMPIANTI PREFABBRICATI
PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
EURO MEC S.r.l.
Via Parigi, 1/B - 46047 Porto Mantovano (MN) - Tel. +39 (0)376 443211 - Fax +39 (0)376 443299
E-mail: [email protected] - www.euromec.net
ESPERIENZA E QUALITÀ
PER L’AMBIENTE
EURO MEC opera a livello nazionale ed internazionale
nella progettazione, realizzazione e gestione di impianti,
apparecchiature e tecnologie per il trattamento dell’acqua,
disegnati e forniti nel rispetto dei più elevati standard di qualità
e sicurezza.
Questi sistemi vengono utilizzati per la produzione di acqua
potabile, la raccolta ed il trattamento di acque reflue civili ed
industriali e la raccolta e il trattamento delle acque meteoriche
con particolare specializzazione in:
•grandi impianti di depurazione delle acque reflue
•impianti prefabbricati di depurazione delle acque reflue
•impianti e apparecchiature di trattamento acque meteoriche
•impianti e trattamento acqua primarie potabili e desalinizzazione
•unità mobili di potabilizzazione
•impianti mobili campali
•impianti industriali e lavori speciali
•sistemi di fognatura in pressione
•sistemi di filtrazione
•macchine per l’ecologia
•gestione degli impianti
EURO MEC è altamente qualificato nella progettazione e
costruzione di impianti al servizio della seguente potenziale
clientela:
•Industrie Tessili
•Industrie chimiche e farmaceutiche
•Acciaierie, fonderie e centri siderurgici
•Raffinerie di petrolio
•Aziende agricole: allevamenti, coltivazioni e trasformazione
dei prodotti (quarta gamma)
•Aziende agroalimentari: caseifici, salumifici, cantine vinicole
•Macelli
•Centri commerciali ed aree fieristiche
•Hotel, residence, villaggi turistici
•Officine meccaniche, autolavaggi e aree di servizio, stazioni
distribuzione carburante, depositi di carburanti, piazzali
di stoccaggio materiali, discariche, parcheggi, strade e
autostrade
•Enti pubblici e governativi: ospedali, case di riposo, aeroporti,
porti, corpi militari, enti gestioni acque, enti ambientali, comitati
della cooperazione internazionale
•Organismi non governativi: agenzie umanitarie, agenzie per le
emergenze
•Studi di progettazione
•Imprese di costruzione
Vi invitiamo a visitare il sito www.euromec.net dove si
possono trovare e scaricare ulteriori informazioni.
italian made
Certificazioni
Gli impianti e le apparecchiature fornite da EURO MEC s.r.l.
vengono scelti secondo gli standard più elevati di qualità e
sicurezza.
S.O.A. CQOP
ISO 14001
BS OHSAS 18001
ISO 9001
1
INDICE
2
Impianti di separazione idrocarburi
Pag. 4
Impianti di trattamento acque di prima pioggia
Pag. 5
Impianti con pulizia automatica dei bacini di stoccaggio
Pag. 7
SCHEDE TECNICHE
Impianti trattamento acque meteoriche e separatori idrocarburi
Scolmantori monoblocco parallelepipedi per acque di prima pioggia
Serie SSP
Pag.10
Scolmantori monoblocco cilindrici per acque di prima pioggia
Serie SSP/A
Pag.12
Separatori monoblocco per stazioni di servizio, parcheggi auto, demolizioni auto, box
Serie SO/P
Pag.14
Separatori monoblocco per autofficine e lavaggi
Serie SO/L
Pag.16
Separatori monoblocco per autorimesse coperte
Serie SO/C
Pag.18
Separatori oli minerali per stazioni di servizio, parcheggi auto, demolizioni auto, box
Serie SA/P
Pag.20
Separatori oli minerali per autofficine e lavaggi
Serie SA/L
Pag.22
Separatori oli minerali per autorimesse coperte
Serie SA/C
Pag.24
Impianti di trattamento acque di prima pioggia per superfici da 600 a 5000 mq
Serie IPP/B
Pag.26
Impianti di trattamento acque di prima pioggia ad anelli componibili per superfici
da 4000 a 10000 mq
Serie IPP/AA
Pag.28
Impianti di trattamento acque di prima pioggia monoblocco parallelepipedi per superfici mq
da 1000 a 40000
Serie IPP/AM
Pag.30
Impianti di trattamento acque di pioggia monoblocco parallelepipedi per grandi superfici
Serie IPP/GS-FC
Pag.32
Impianti di trattamento acque di pioggia monoblocco parallelepipedi per grandi superfici
Serie IPP/GS-PL
Pag.34
Separatori oli minerali per piccole utenze NG 1,5
Serie DISOPAC
Pag.36
Separatori oli minerali per piccole utenze NG 3
Serie DISOMEC
Pag.38
Separatori oli minerali per piccole superfici
Serie SA/PU
Pag.40
3
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
IMPIANTI DI SEPARAZIONE
IDROCARBURI
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC sono dimensionati
secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano il rispetto dei
parametri di accettabilità previsti dal Decreto Legislativo n.152
del 03.04.06 per gli scarichi in fognatura pubblica o in
acque superficiali, limitatamente alle sostanze flottanti, ai solidi
sedimentabili e idrocarburi.
SEPARATORI PER STAZIONI DI SERVIZIO,
PARCHEGGI AUTO, DEMOLIZIONI AUTO, BOX.
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC serie SO/P ed SA/P
vengono utilizzati per depurare le acque provenienti dai piazzali
di stazioni di servizio, di parcheggio e/o demolizioni auto,
inquinate principalmente da perdite involontarie delle autovetture
in sosta con presenza di oli minerali, sabbie e terriccio.
Il programma di produzione prevede le seguenti tipologie costruttive:
•Separatori prefabbricati monoblocco in c.a. (serie SO/P).
•Separatori prefabbricati monoblocco ad anelli componibili in
c.a. (serie SA/P).
•Separatori prefabbricati monoblocco ad anelli a bicchiere
componibili in c.a. (serie SA/PU).
SEPARATORI PER AUTOFFICINE E LAVAGGI
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC serie SO/L e SA/L
vengono utilizzati per depurare le acque provenienti dal lavaggio
delle superfici pavimentate e delle autovetture, nelle autofficine
e negli autolavaggi, inquinate principalmente da oli, sostanze
grasse e sabbia.
Per evitare che arrivino allo scarico tracce anche minime di oli,
è prevista una sezione di filtrazione finale costituita da pannelli
oleoassorbenti.
Il programma di produzione prevede le seguenti tipologie costruttive:
•Separatori prefabbricati monoblocco in c.a. (serie SO/L).
•Separatori prefabbricati monoblocco ad anelli componibili in
c.a. (serie SA/L).
SEPARATORI PER AUTORIMESSE COPERTE
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC serie SO/C, SA/C e
DISOPAC vengono utilizzati per depurare le acque provenienti
dal lavaggio delle superfici pavimentate delle autorimesse
coperte (silos), inquinate principalmente da perdite involontarie
delle autovetture in sosta con presenza di oli minerali, sabbie e
terriccio.
Il programma di produzione prevede le seguenti tipologie costruttive:
•Separatori prefabbricati monoblocco in c.a. (serie SO/C).
•Separatori prefabbricati ad anelli componibili in c.a. (serie
SA/C).
•Separatori prefabbricati monoblocco in c.a. (serie DISOPAC).
4
IMPIANTI DI TRATTAMENTO ACQUE
DI PRIMA PIOGGIA
SCOLMATORI PER ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
Gli scolmatori per acque di prima pioggia tipo EURO MEC
serie SSP vengono utilizzati come previsto dalla L. R. n.26 della
Regione Lombardia del 12.12.03 e s.m.i. e sono necessari
per controllare le acque in arrivo alle reti fognarie consentendo
di smaltirle attraverso l’infiltrazione naturale nel terreno, senza
inquinare le falde sotterranee, separando le acque di prima
pioggia che vengono inviate alla fognatura o all’impianto di
depurazione.
Il programma di produzione prevede le seguenti tipologie costruttive:
•Scolmatore prefabbricato di tipo monoblocco parallelepipedo
in c.a. (serie SSP).
•Scolmatore prefabbricato di tipo monoblocco cilindrico in c.a.
(serie SSP/A).
TRATTAMENTO IN CONTINUO DI TUTTE LE ACQUE
(PICCOLE SUPERFICI DA 0 A 3000 mq.)
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC
serie IPP/C vengono impiegati a servizio generalmente di
piccole superfici e prevedono il trattamento in continuo di tutta
la portata affluente mediante dissabbiatura iniziale e successiva
separazione oli e idrocarburi completa di filtro a coalescenza.
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC
serie IPP/C sono costituiti da vasche prefabbricate circolari ad
anelli componibili in c.a. con solette di copertura di tipo carrabile
e chiusini in ghisa classe D400.
5
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
TRATTAMENTO CON SISTEMA DI INSTALLAZIONE
IN BY-PASS (MEDIE SUPERFICI 1000 A 4000 mq.)
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC serie
IPP/B vengono impiegati a servizio di medie superfici e prevedono
il trattamento parzializzato delle acque di prima pioggia
mediante l’impiego di un apposito scolmatore iniziale seguito da
dissabbiatura e successiva separazione oli e idrocarburi completa
o meno di filtro a coalescenza.
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC serie
IPP/B sono costituiti da vasche prefabbricate circolari ad anelli
componibili in c.a. con solette di copertura di tipo carrabile e
chiusini in ghisa classe D400.
TRATTAMENTO CON BACINI DI STOCCAGGIO
(GRANDI SUPERFICI DA 4000 A OLTRE 50.000 mq.)
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC serie
IPP/AA vengono impiegati a servizio delle medie e grandi superfici
e sono dimensionati e strutturati secondo il D.Lgs. 152/2006 e
prevedono la separazione delle acque di prima pioggia ed il
loro stoccaggio in appositi bacini di ritenzione dai quali vengono
pompate a portata limitata e costante alla fognatura pubblica
in circa 48 ore come previsto dalle norme. A valle delle vasche
di prima pioggia tipo EURO MEC serie IPP/AA possono essere
montati separatori di oli muniti di filtro a coalescenza dimensionati
secondo norme EN 858-1.
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC serie
IPP/AA sono costituiti da vasche prefabbricate circolari ad anelli
componibili in c.a. con solette di copertura di tipo carrabile e chiusini
in ghisa classe D400, o tipo EURO MEC serie IPP/AM con vasche
monoblocco in c.a., o realizzate in opera in getto di c.a.
Impianto di trattamento acque di prima pioggia tipo in continuo.
TRATTAMENTO IN CONTINUO PER GRANDI SUPERFICI
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC serie
IPP/GS vengono impiegati a servizio delle grandi superfici e sono
dimensionati e strutturati secondo la norma UNI EN 858 1 e 2.
Sono costituiti da vasche prefabbricate monoblocco parallelepipede
in c.a. con solette di copertura di tipo carrabile e chiusini in ghisa
classe D400.
Impianto di trattamento acque di prima pioggia per grandi superfici tipo IPP/GS
6
IMPIANTI CON PULIZIA
AUTOMATICA DEI BACINI
DI STOCCAGGIO
I bacini di ritenzione e di prima pioggia sono realizzati
generalmente con vasche a pianta rettangolare o circolare, con
fondo inclinato per favorire l’accumulo dei solidi sedimentabili e
delle morchie galleggianti in un unico punto.
L’operazione di lavaggio avviene a vasca vuota prima che lo sporco
depositato provochi incrostazioni ed emanazione di cattivi odori.
La pulizia automatica dei bacini è assicurata dalla vasca di
lavaggio tipo EURO MEC serie VL; con funzionamento senza
energia elettrica e priva totalmente di manutenzione.
Può essere alimentata con acqua di rete, acqua di fiume o acqua
depurata.
Il corpo della vasca di lavaggio, di forma particolare e sospeso
nel punto più alto del bacino, si gira automaticamente per lo
spostamento del baricentro quando viene riempito con acqua
pulita.
L’acqua che si riversa dal muro di caduta viene deviata sul fondo
del bacino con grande impatto generando un’elevata velocità e
il conseguente trascinamento dei solidi sedimentabili su tutta la
lunghezza del bacino.
Così sciacquate le sostanze e le impurità presenti nel bacino
vengono inviate al pozzetto per la raccolta ed estrazione.
L’estrazione dei liquami accumulati nei bacini di ritenzione, viene
effettuato in automatico con pompe sommerse alloggiate in
apposito pozzetto nella parte più profonda della vasca e devono
essere in grado di assicurare lo svuotamento lento e totale del
bacino.
Le apparecchiature vengono eseguite con costruzioni robuste e
dato l’ambiente particolarmente corrosivo, esclusivamente con
acciaio inox AISI 304 e sono garantite per un funzionamento
sicuro nel tempo e privo di qualsiasi manutenzione.
7
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
Impianti per il trattamento delle acque
meteoriche per piccole, medie e grandi
superfici dimensionati e standardizzati sulle
Specifiche Tecniche Regionali in conformità
alle Direttive Europee.
Trattamento di disoleazione, prima pioggia,
seconda pioggia e regolazione delle
portate in fognatura.
Sistemi di pulizia automatica delle vasche
volano.
8
SCHEDE
TECNICHE
9
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SCOLMATORI MONOBLOCCO PARALLELEPIPEDI
PER ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
Serie SSP
10
COSA SONO GLI SCOLMATORI MONOBLOCCO
PARALLELEPIPEDI PER ACQUE
DI PRIMA PIOGGIA SERIE SSP
Gli scolmatori monoblocco parallelepipedi per acque di prima
pioggia tipo EURO MEC serie SSP vengono utilizzati per
limitare l‘inquinamento e il depauperamento delle risorse idriche
sotterranee, trattando le acque di prima pioggia e sono costituite
da una vasca monoblocco parallelepipeda in calcestruzzo
armato ad alta resistenza per assicurare una assenza totale di
perdite e di infiltrazioni nel terreno, con copertura completamente
carrabile e chiusini di ispezione in calcestruzzo.
L‘installazione può essere effettuata anche in presenza di acqua
di falda.
Gli scolmatori monoblocco parallelepipedi per acque di prima
pioggia tipo EURO MEC serie SSP sono necessari per controllare
le acque in arrivo alle reti fognarie, permettendo di smaltirle
attraverso l‘infiltrazione naturale nel terreno, senza inquinarne le
falde sotterranee, separando le acque di prima pioggia destinate
alla fognatura o all‘impianto di depurazione.
Vengono considerate acque di prima pioggia (in riferimento al
decreto legislativo 152/2006), quelle acque che per ogni evento
meteorico corrispondono alla precipitazione di 5 mm (pari a 50
mc/ha) distribuita uniformemente sull‘area complessiva scolante
servita dalla rete di drenaggio. Per poter calcolare dette portate
si è stabilito che tale dato si ottenga in 15 minuti.
Si prendono in considerazione i seguenti coefficienti di afflusso: 1
per le superfici coperte, lastricate o impermeabilizzate e 0,3 per
superfici permeabili di qualunque tipo, escludendo dal calcolo le
aree coltivate.
COME FUNZIONANO GLI SCOLMATORI
MONOBLOCCO PARALLELEPIPEDI PER ACQUE
DI PRIMA PIOGGIA SERIE SSP
Le acque di prima pioggia il cui inquinamento è dato dalle
sabbie, dagli oli e da idrocarburi, vengono separate dalle
successive acque di pioggia il cui inquinamento è pressochè
irrilevante, da uno stramazzo tarato tipo “Cipolletti”, studiato
secondo il “coefficiente udometrico” che confronta il “coefficiente
di afflusso orario” tenuto conto di una precipitazione di pioggia
pari a 15 minuti sull‘area del bacino e il “coefficiente di ritardo”
che tiene conto dell‘area del bacino stesso, della pendenza della
rete e dell‘invaso.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato ad alta resistenza
Chiusini:
calcestruzzo (a richiesta ghisa classe D 400)
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di scolmatore monoblocco parallelepipedo per
acque di prima pioggia tipo EURO MEC serie SSP, realizzato
da azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO
14001, OHSAS 18001, costruito in calcestruzzo armato ad alta
resistenza, con copertura di tipo carrabile, completo di chiusini
di ispezione a passo d‘uomo in calcestruzzo, munito nel suo
interno di soglia con stramazzo tipo “Cipolletti” opportunamente
dimensionata”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
MODELLO
SSP 10
SSP 20
SSP 30
SSP 40
SSP 50
SSP 60
SSP 70
SSP 80
SSP 90
SSP 100
SSP 110
SSP 120
SSP 130
SSP 140
SSP 150
SUPERFICIECOEFFICIENTE LATO
ALTEZZA
SCOLANTEUDOMETRICO
L
H
mq.l/s cm cm
1000
0,7
130 x 130
150
2000
1,4
130 x 130
150
3000
2,1
130 x 130
150
4000
2,8
130 x 130
150
5000
3,5
160 x 160
150
6000
4,2
160 x 160
150
7000
4,9
160 x 160
150
8000
5,6
160 x 160
150
9000
6,3
160 x 160
150
10000
7,0
160 x 160
150
11000
7,7
200 x 200
150
12000
8,4
200 x 200
150
13000
9,1
200 x 200
150
14000
9,8
200 x 200
150
15000
10,5
200 x 200
150
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
PESO
q.li
18
18
18
18
28
28
28
28
28
28
50
50
50
50
50
11
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SCOLMATORI MONOBLOCCO CILINDRICI
PER ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
Serie SSP/A
12
COSA SONO GLI SCOLMATORI
MONOBLOCCO CILINDRICI PER ACQUE
DI PRIMA PIOGGIA SERIE SSP/A
Gli scolmatori monoblocco cilindrici per acque di prima
pioggia tipo EURO MEC serie SSP/A vengono utilizzati per
limitare l‘inquinamento e il depauperamento delle risorse idriche
sotterranee, trattando le acque di prima pioggia e sono costituite
da una vasca monoblocco cilindrica in calcestruzzo armato ad
alta resistenza per assicurare una assenza totale di perdite e di
infiltrazioni nel terreno, con copertura completamente carrabile e
chiusini di ispezione in acciaio zincato o in ghisa classe D 400.
L‘installazione può essere effettuata anche in presenza di acqua
di falda.
Gli scolmatori monoblocco cilindrici per acque di prima pioggia
tipo EURO MEC serie SSP/A sono necessari per controllare
le acque in arrivo alle reti fognarie, permettendo di smaltirle
attraverso l‘infiltrazione naturale nel terreno, senza inquinarne le
falde sotterranee, separando le acque di prima pioggia destinate
alla fognatura o all‘impianto di depurazione.
Vengono considerate acque di prima pioggia (in riferimento al
decreto legislativo 152/2006), quelle acque che per ogni evento
meteorico corrispondono alla precipitazione di 5 mm (pari a 50
mc/ha) distribuita uniformemente sull‘area complessiva scolante
servita dalla rete di drenaggio. Per poter calcolare dette portate
si è stabilito che tale dato si ottenga in 15 minuti.
Si prendono in considerazione i seguenti coefficienti di afflusso: 1
per le superfici coperte, lastricate o impermeabilizzate e 0,3 per
superfici permeabili di qualunque tipo, escludendo dal calcolo le
aree coltivate.
COME FUNZIONANO GLI SCOLMATORI
MONOBLOCCO CILINDRICI PER ACQUE
DI PRIMA PIOGGIA SERIE SSP/A
Le acque di prima pioggia il cui inquinamento è dato dalle
sabbie, dagli oli e da idrocarburi, vengono separate dalle
successive acque di pioggia il cui inquinamento è pressochè
irrilevante, da uno stramazzo tarato tipo “Cipolletti”, studiato
secondo il “coefficiente udometrico” che confronta il “coefficiente
di afflusso orario” tenuto conto di una precipitazione di pioggia
pari a 15 minuti sull‘area del bacino e il “coefficiente di ritardo”
che tiene conto dell‘area del bacino stesso, della pendenza della
rete e dell‘invaso.
MATERIALI IMPIEGATI
calcestruzzo armato vibrato ad alta resistenza
Vasche:
Su richiesta: acciaio verniciato
vetroresina
acciaio zincato a caldo
Chiusini:
(a richiesta ghisa classe D 400)
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di scolmatore monoblocco cilindrico per acque di
prima pioggia tipo EURO MEC serie SSP/A, realizzato da
azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO
14001, OHSAS 18001, costruito in calcestruzzo armato ad alta
resistenza, con copertura di tipo carrabile, completo di chiusini
di ispezione a passo d‘uomo in calcestruzzo, munito nel suo
interno di soglia con stramazzo tipo “Cipolletti” opportunamente
dimensionata”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
MODELLO
SSP/A 150
SSP/A 200
SUPERFICIEDIAMETRO ALTEZZA
PESO
DI SCOLO
D
H
mqcmcmq.li
1000 ÷ 8000
165
118
21
7000 ÷ 15000
220
129
46
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
Tutti i modelli hanno copertura carrabile.
13
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI OLI ED IDROCARBURI
MONOBLOCCO
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie SO/P
COSA SONO I SEPARATORI OLI ED IDROCARBURI
MONOBLOCCO SERIE SO/P
I separatori monoblocco prefabbricati tipo EURO MEC serie
SO/P sono progettati e dimensionati secondo le Norme EN 8581, ed assicurano il rispetto dei parametri di accettabilità previsti
dal Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in
fognatura pubblica o in acque superficiali, limitatamente alle
sostanze flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per depurare le acque provenienti da strade, autostrade,
zone di transito, piazzali di stazioni di servizio, di parcheggio
e/o demolizioni auto, inquinate principalmente da perdite
involontarie delle autovetture in sosta con presenza di oli minerali,
sabbie e terriccio.
Gli impianti di trattamento acque di pioggia tipo EURO MEC serie
SO/P sono costruiti con vasche monoblocco parallelepipede
con fondo piano in calcestruzzo armato ad alta resistenza in
accordo con il D.M. 14.01.2008, per garantire una assenza
totale di perdite e di infiltrazioni e possono essere installati anche
in presenza di acque di falda nello scavo.
La vasca è separata all’interno in due zone: quella di dissabbiatura
e quella di separazione oli con filtro a coalescenza munito di
dispositivo di scarico con otturatore a galleggiante; questo per
impedire la fuoriuscita di oli quando la camera di raccolta è
completamente riempita.
14
COME FUNZIONANO I SEPARATORI OLI ED
IDROCARBURI MONOBLOCCO
L’inquinamento prodotto dal dilavamento di acque meteoriche
è dovuto essenzialmente alla presenza di sabbia, terriccio ed
oli minerali leggeri. I piazzali interessati alle precipitazioni
meteoriche devono essere opportunamente predisposti per
favorire il convogliamento delle stesse in un unico punto in cui
verrà posizionato il separatore. Arrivate al separatore le acque di
pioggia iniziano il trattamento nella sezione di dissabbiatura per
un tempo ottimale per consentire la separazione dalle sostanze
sedimentabili. Le acque così pretrattate vengono avviate attraverso
la sezione di separazione oli, dove subiscono una flottazione
delle sostanze leggere, le quali vengono raccolte in una apposita
camera, una volta risalite in superficie. Per le acque di scarico
che devono rientrare nei limiti di accettabilità previsti dal D.
Lgs. n.152/06, scarico in acque superficiali, viene impiegato
il filtro a coalescenza. Con questo sistema le microparticelle di
oli aderiscono ad un particolare materiale coalescente (effetto di
assorbimento) e, dopo essersi unite tra loro aumentano la loro
dimensione (effetto di coalescenza), e quindi ne viene favorita
la flottazione in superficie. Lo scarico del separatore viene
automaticamente chiuso da un otturatore a galleggiante per
impedire la fuoriuscita dell‘olio quando questultimo arriva ad un
determinato livello nella camera di raccolta.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza Rck>400kg/cmq
Chiusini:
ghisa classe D 400 (opzionali)
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore in continuo tipo EURO MEC serie
SO/P, realizzato da azienda munita di certificazioni di qualità
ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001 e dimensionato
secondo il sistema S II I P della normativa UNI EN 858 PARTE
1 e 2, di classe 1, marchiato CE, prefabbricato monoblocco
parallelepipedo in calcestruzzo armato ad alta resistenza, per il
trattamento di acque provenienti da strade, stazioni di servizio,
parcheggi e/o demolizioni auto, box, , suddiviso al suo interno
in due comparti uno di dissabbiatura e uno di separazione
olii, completo di deflettori in acciaio inox, filtro a coalescenza,
dispositivo di scarico munito di otturatore a galleggiante con
soletta di copertura completa ispezioni a passo d‘uomo”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
UNITÀ
DESCRIZIONE
DI
MISURA
Portata nominale
l/s
Lunghezza vasca (L)
cm
Larghezza vasca (W)
cm
Altezza vasca (H)
cm
Peso
q.li
Diametro tubazione ingresso/uscita
mm
Filtro a coalescenza
n.
Diametro filtro a coalescenza
mm
Quota scorrimento in ingresso (r.e.s.)*
cm
Quota scorrimento in uscita (r.e.s.)*
cm
MODELLO
SO/P SO/PSO/P SO/PSO/PSO/P SO/P SO/PSO/P SO/P
NG 6 NG 10 NG 15 NG 20 NG 30 NG 40 NG 50 NG 65 NG 80 NG 100
6
10
15
20
30
40
50
65
80
100
160
250
250
325
400
400
550
650
750
950
140
160
200
250
250
250
250
250
250
250
166
166
216
216
216
266
266
266
266
266
33
59
84
116
144
157
203
240
277
358
160
160
200
200
250
300
300
300
300
400
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
160
160
200
200
250
300
300
300
300
400
46
46
46
56
56
56
56
56
66
66
59
59
59
69
69
69
69
69
79
79
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
ACCESSORI OPZIONALI:
- Copertura delle vasche atta a traffico pesante.
- Dispositivo di allarme elettronico visivo per massimo livello camera raccolta oli.
- Serbatoio separato e sistema di raccolta oli.
- Valvola di esclusione flusso in ingresso.
15
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI MONOBLOCCO
PER AUTOFFICINE E LAVAGGI
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie SO/L
COSA SONO I SEPARATORI MONOBLOCCO
PER AUTOFFICINE E LAVAGGI SERIE SO/L
I separatori monoblocco prefabbricati tipo EURO MEC serie
SO/L sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed
assicurano il rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal
Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in
fognatura pubblica o in acque superficiali, limitatamente alle
sostanze flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per depurare le acque provenienti dal lavaggio delle
superfici pavimentate e delle autovetture, nelle autofficine e negli
autolavaggi, inquinate principalmente da oli, sostanze grasse e
sabbia.
I separatori monoblocco prefabbricati tipo EURO MEC serie SO/L
sono costruiti con vasca rettangolare monoblocco con fondo
piano in calcestruzzo armato ad alta resistenza per garantire una
assenza totale di perdite e di infiltrazioni nel terreno e possono
essere installati anche in presenza di acque di falda nello scavo.
La vasca è separata all‘interno in due zone: quella di dissabbiatura
e quella di separazione oli.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione
a passo d‘uomo in calcestruzzo.
I separatori monoblocco prefabbricati tipo EURO MEC serie SO/L
vengono completati con l‘utilizzo del filtro a coalescenza per
poterne separare anche le microparticelle di olio in sospensione.
Tutti i modelli della serie SO/L sono muniti inoltre di dispositivo
di scarico con otturatore a galleggiante; questo per impedire la
fuoriuscita di oli quando la camera di raccolta è completamente
riempita.
Completa la fornitura di questi manufatti la sezione di
filtrazione finale composta da pannelli oleoassorbenti che
intercettano eventuali residui di oli prima di immettere le acque,
precedentemente trattate, allo scarico.
16
COME FUNZIONANO I SEPARATORI MONOBLOCCO
PER AUTOFFICINE E LAVAGGI SERIE SO/L
Le acque dei vari lavaggi, vengono dirottate in un punto preciso
e introdotte nel separatore per il loro trattamento, prima di essere
convogliate nel ricettore finale.
Arrivate al separatore, le acque iniziano il trattamento nella sezione
di dissabbiatura o di separazione fanghi per un tempo ottimale
per consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili.
Le acque così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione
di separazione oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze
leggere, le quali vengono raccolte in una apposita camera, una
volta risalite in superficie.
Quest’ultima sezione è munita di filtro a coalescenza. Con questo
sistema le microparticelle di oli aderiscono ad un particolare
materiale coalescente (effetto di assorbimento) e, dopo essersi unite
tra loro aumentano la loro dimensione (effetto di coalescenza), e
quindi ne viene favorita la flottazione in superficie.
Lo scarico del separatore viene automaticamente chiuso da un
otturatore a galleggiante per impedire la fuoriuscita dell‘olio
quando quest‘ultimo arriva ad un determinato livello nella camera
di raccolta.
Per prevenire detto livello massimo, su richiesta può essere fornito
un lampeggiante o un avvisatore acustico che indica la necessità
di intervento di manutenzione e di smaltimento degli oli.
Per evitare che arrivino allo scarico tracce anche minime di
oli, è prevista a completamento della fornitura, una sezione di
filtrazione finale costituita da pannelli oleoassorbenti.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza
Chiusini:calcestruzzo
acciaio zincato a caldo
Su richiesta:
acciaio inox AISI 304
ghisa classe D 400
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie SO/L, realizzato
da azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO
14001, OHSAS 18001 e dimensionato secondo quanto
prescritto dalle Norme EN 858-1, di classe 1, marchiato CE,
prefabbricato monoblocco parallelepipedo, per il trattamento
di acque provenienti da lavaggio delle superfici pavimentate
e delle autovetture, nelle autofficine e negli autolavaggi, in
calcestruzzo armato ad alta resistenza, suddiviso al suo interno
in due comparti uno di dissabbiatura e uno di separazione
oli, completo di deflettori in acciaio inox, filtro a coalescenza,
dispositivo di scarico munito di otturatore a galleggiante con
copertura carrabile atta a traffico pesante, completa di chiusini di
ispezione a passo d‘uomo.
La fornitura comprende inoltre la sezione di filtrazione finale
composta da pannelli oleoassorbenti che intercettano eventuali
residui di oli prima di immettere le acque, precedentemente
trattate, allo scarico”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
Scarico in fognatura pubblica - Modelli dimensionati secondo le norme EN 858-1
PORTATA
SISTEMA
DIM. SEPARATORE
MODELLO
l/sAUTO/D DI
cm
LAVAGGIO B A H
SO/L-2 NG6
6
80
3 spazzole
140
160
166
SO/L-4 NG 10
10
240
tunnel
160
250
166
DIM. POZZETTO
cm
LATO H
50X50
66
50X50
66
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
La scelta del modello viene determinata in base ai seguenti dati conosciuti:
- portata istantanea punti di lavaggio,
- numero di autovetture lavate giornalmente,
- sistema di lavaggio utilizzato.
17
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI MONOBLOCCO
PER AUTORIMESSE COPERTE
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie SO/C
COSA SONO I SEPARATORI MONOBLOCCO
PER AUTORIMESSE COPERTE SERIE SO/C
I separatori monoblocco prefabbricati tipo EURO MEC serie SO/C
sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano il
rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto Legislativo
n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in fognatura pubblica o in
acque superficiali, limitatamente alle sostanze flottanti e ai solidi
sedimentabili.
Utilizzati per depurare le acque provenienti dal lavaggio delle
superfici pavimentate delle autorimesse coperte (silos), inquinate
principalmente da perdite involontarie delle autovetture in sosta con
presenza di oli minerali, sabbie e terriccio.
I separatori monoblocco prefabbricati tipo EURO MEC serie
SO/C sono costruiti con vasca rettangolare monoblocco con
fondo piano in calcestruzzo armato ad alta resistenza per garantire
una assenza totale di perdite e di infiltrazioni nel terreno e possono
essere installati anche in presenza di acque di falda nello scavo.
La vasca è separata all‘interno in due zone: quella di dissabbiatura
e quella di separazione oli.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione
a passo d‘uomo in calcestruzzo.
I separatori monoblocco prefabbricati tipo EURO MEC serie
SO/C, impiegati per depurare i liquami scaricati in acque
superficiali (Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06), vengono
completati con l‘utilizzo del filtro a coalescenza per poterne
separare anche le microparticelle di olio in sospensione.
Tutti i modelli della serie SO/C sono muniti inoltre di dispositivo
di scarico con otturatore a galleggiante; questo per impedire la
fuoriuscita di oli quando la camera di raccolta è completamente
riempita.
18
COME FUNZIONANO I SEPARATORI MONOBLOCCO
PER AUTORIMESSE COPERTE SERIE SO/C
Le acque provenienti dagli idranti occorrenti per legge per il
lavaggio dei pavimenti, vengono dirottate in un punto preciso e
introdotte nel separatore per il loro trattamento, prima di essere
convogliate nel ricettore finale.
Arrivate al separatore, le acque iniziano il trattamento nella sezione
di dissabbiatura o di separazione fanghi per un tempo ottimale per
consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili.
Le acque così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione
di separazione oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze
leggere, le quali vengono raccolte in una apposita camera, una
volta risalite in superficie.
Per le acque di scarico che devono rientrare nei limiti di
accettabilità previsti dal D. Lgs. n. 152 del 03.04.06, scarico
in acque superficiali, viene impiegato il filtro a coalescenza. Con
questo sistema le microparticelle di oli aderiscono ad un particolare
materiale coalescente (effetto di assorbimento) e, dopo essersi unite
tra loro aumentano la loro dimensione (effetto di coalescenza), e
quindi ne viene favorita la flottazione in superficie.
Lo scarico del separatore viene automaticamente chiuso da
un otturatore a galleggiante per impedire la fuoriuscita dell‘olio
quando quest‘ultimo arriva ad un determinato livello nella camera
di raccolta.
MATERIALI IMPIEGATI
calcestruzzo armato vibrato
Vasche:
ad alta resistenza
Chiusini:calcestruzzo
Su richiesta:
acciaio zincato a caldo
acciaio inox AISI 304
ghisa classe D 400
Carpenteria interna: acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie SO/C, realizzato
da azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO
14001, OHSAS 18001 e dimensionato secondo quanto
prescritto dalle Norme EN 858-1, di classe 1, marchiato CE,
prefabbricato monoblocco parallelepipedo, per il trattamento
di acque provenienti dal lavaggio delle superfici pavimentate
delle autorimesse coperte (silos), in calcestruzzo armato ad
alta resistenza, suddiviso al suo interno in due comparti uno di
dissabbiatura e uno di separazione oli, completo di deflettori in
acciaio inox, filtro a coalescenza, dispositivo di scarico munito
di otturatore a galleggiante con copertura carrabile atta a traffico
pesante, completa di chiusini di ispezione a passo d‘uomo”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
DATI DI PROGETTO:
SCARICO FOGNATURE
SCARICO ACQUE
SUPERFICIALI
Superficie per auto
s = 25 mq
s = 25 mq
Inquinamento max all‘entrata da oli minerali
E = 125 mg/l
E = 125 mg/l
Rendimento di depurazione
n = 92%
n = 97%
Inquinamento max all‘uscita da oli minerali
D = 10 mg/l
D = 5 mg/l
MODELLO
UNITÀ
DESCRIZIONE
DISO/C SO/C SO/C SO/C SO/C
MISURA6
10
15
20
30
Portata nominale
l/s
6
10
15
20
30
Superficie servita
mq.
3000
4500
6000
9000
15000
N. max di auto
N
100
150
200
300
500
Larghezza esterna
B
cm
140
160
200
250
250
Lunghezza esterna
A
cm
160
250
250
325
400
Altezza totale
H
cm
166
166
216
216
216
Diametro tubazione in/out
mm
160
160
200
200
250
Quota di ingresso
cm
46
46
46
56
56
Quota di uscita
cm
59
59
59
69
69
Peso complessivo
q.li
33
59
84
116
144
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
La scelta del separatore idoneo viene determinata in base alla conoscenza della portata nominale o in alternativa alla superficie di
raccolta delle acque di lavaggio o dal numero di autovetture parcheggiate.
Per lo scarico in acque superficiali (Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06) è necessario l’impiego del filtro a coalescenza.
19
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI OLI MINERALI
PER STAZIONI DI SERVIZIO, PARCHEGGI AUTO,
DEMOLIZIONI AUTO, BOX
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie SA/P
COSA SONO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER STAZIONI DI SERVIZIO, PARCHEGGI AUTO,
DEMOLIZIONI AUTO, BOX SERIE SA/P
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/P
sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano
il rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto
Legislativo n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in fognatura
pubblica o in acque superficiali, limitatamente alle sostanze
flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per depurare le acque provenienti dai piazzali di
stazioni di servizio, di parcheggio e/o demolizioni auto,
inquinate principalmente da perdite involontarie delle autovetture
in sosta con presenza di oli minerali, sabbie e terriccio.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/P
sono costruiti con vasche circolari con fondo piano in calcestruzzo
armato ad alta resistenza.
L’impianto prevede due bacini distinti: quello di dissabbiatura e
quello di separazione oli.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione
a passo d‘uomo in ghisa classe D 400.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/P,
impiegati per depurare i liquami scaricati in acque superficiali
(Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06), vengono completati
con l‘utilizzo del filtro a coalescenza per poterne separare anche
le microparticelle di olio in sospensione.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/P
sono muniti di dispositivo di scarico con otturatore a galleggiante;
questo per impedire la fuoriuscita di oli quando la camera di
raccolta è completamente riempita.
20
COME FUNZIONANO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER STAZIONI DI SERVIZIO, PARCHEGGI AUTO,
DEMOLIZIONI AUTO, BOX SERIE SA/P
I piazzali interessati alle precipitazioni meteoriche devono essere
opportunatamente predisposti per favorire il convogliamento delle
stesse in un unico punto in cui verrà posizionato il separatore.
Arrivate al separatore, le acque iniziano il trattamento nella sezione
di dissabbiatura o di separazione fanghi per un tempo ottimale
per consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili.
Le acque così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione
di separazione oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze
leggere, le quali vengono raccolte in una apposita camera, una
volta risalite in superficie.
Per le acque di scarico che devono rientrare nei limiti di accettabilità
previsti dal Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06, scarico
in acque superficiali, viene impiegato il filtro a coalescenza.
Con questo sistema le microparticelle di oli aderiscono ad un
particolare materiale coalescente (effetto di assorbimento) e,
dopo essersi unite tra loro aumentano la loro dimensione (effetto
di coalescenza), e quindi ne viene favorita la flottazione in
superficie. Lo scarico del separatore viene automaticamente
chiuso da un otturatore a galleggiante per impedire la fuoriuscita
dell‘olio quando quest‘ultimo arriva ad un determinato livello nella
camera di raccolta.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza
Chiusini:
ghisa classe D 400
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie SA/P realizzato da
azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO 14001,
OHSAS 18001 e dimensionato secondo quanto prescritto dalle
Norme EN 858-1, classe 1, marchiato CE, prefabbricato per
il trattamento di acque provenienti da stazioni di servizio, da
parcheggi e/o demolizioni auto, box, in calcestruzzo armato
ad alta resistenza, suddiviso in due bacini: uno di dissabbiatura
e uno di separazione oli, completi di deflettori in acciaio inox,
filtro a coalescenza, dispositivo di scarico munito di otturatore
a galleggiante con copertura carrabile atta a traffico pesante,
completi di chiusini di ispezione a passo d‘uomo in ghisa classe
D 400”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
DATI DI PROGETTO:
SCARICO FOGNATURE
SCARICO ACQUE
SUPERFICIALI
Superficie per auto
s = 25 mq
s = 25 mq
Inquinamento max all’entrata da oli minerali
E = 125 mg/l
E = 125 mg/l
Rendimento di depurazione
n = 92%
n = 97%
Inquinamento max all’uscita da oli minerali
D = 10 mg/l
D = 5 mg/l
MODELLO
UNITÀ
DESCRIZIONE DI SA/PSA/PSA/PSA/PSA/PSA/PSA/PSA/PSA/P
MISURA NG 4
NG 6
NG 8 NG 10 NG 15 NG 20 NG 30 NG 40 NG 50
Portata nominale
l/s
4,00
6,00
8,00
10,00
15,00
20,00
30,00 40,00
50,00
N. max auto parcheggiate
N.
8
12
16
18-20
28
36
56
72
92
Volume dissabbiatore
l
1300
2000
3000
3000
5400
7000
7000
6500
8100
Volume disoleatore
l
990
1900
1900
1900
3700
3700
5300
6400
8000
Volume raccolta olio
l
150
235
235
235
600
600
750
1300
1600
Dimensioni dissabbiatore Ext
(*)
- diametro D1
cm
-
160
162
162
220
220
220
250
250
- altezza H1
cm
-
175
220
270
230
280
280
235
285
Dimensioni disoleatore Ext
(*)
- diametro D2
cm
160
160
160
160
220
220
220
250
250
- altezza H2
cm
175
175
175
175
180
180
230
235
285
Diametro tubazioni ing/usc
mm
160
160
160
160
200
200
250
300
300
Quota ingresso/in
cm
41
39
39
39
50
50
55
60
65
Quota uscita/out
cm
43
43
43
43
54
54
59
64
70
Peso complessivo
q.li
30
60
58
63
120
130
138
166
210
Peso del pezzo più pesante
q.li
22
22
22
22
30
30
30
60
80
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
(*) Versione integrata in bacino monoblocco.
21
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI OLI MINERALI
PER AUTOFFICINE E LAVAGGI
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie SA/L
COSA SONO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER AUTOFFICINE E LAVAGGI SERIE SA/L
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/L
sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano
il rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto
Legislativo n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in fognatura
pubblica o in acque superficiali, limitatamente alle sostanze
flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per depurare le acque provenienti dal lavaggio delle
superfici pavimentate e delle autovetture, nelle autofficine e negli
autolavaggi, inquinate principalmente da oli, sostanze grasse e
sabbia.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/L
sono costruiti con vasche circolari con fondo piano in calcestruzzo
armato ad alta resistenza.
L’impianto prevede due bacini distinti: quello di dissabbiatura e
quello di separazione oli.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione
a passo d‘uomo in ghisa classe D 400.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/L
possono essere completati con l‘utilizzo del filtro a coalescenza
per poterne separare anche le microparticelle di olio in
sospensione.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/L
sono muniti di dispositivo di scarico con otturatore a galleggiante;
questo per impedire la fuoriuscita di oli quando la camera di
raccolta è completamente riempita.
Completa la fornitura di questi manufatti la sezione di
filtrazione finale composta da pannelli oleoassorbenti che
intercettano eventuali residui di oli prima di immettere le acque,
precedentemente trattate, allo scarico.
22
COME FUNZIONANO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER AUTOFFICINE E LAVAGGI SERIE SA/L
Le acque dei vari lavaggi, vengono dirottate in un punto preciso
e introdotte nel separatore per il loro trattamento, prima di essere
convogliate nel ricettore finale.
Arrivate al separatore, le acque iniziano il trattamento nella sezione
di dissabbiatura o di separazione fanghi per un tempo ottimale
per consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili.
Le acque così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione di
separazione oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze
leggere, le quali vengono raccolte in una apposita camera, una
volta risalite in superficie.
Quest’ultima sezione è munita di filtro a coalescenza. Con questo
sistema le microparticelle di oli aderiscono ad un particolare
materiale coalescente (effetto di assorbimento) e, dopo essersi unite
tra loro aumentano la loro dimensione (effetto di coalescenza), e
quindi ne viene favorita la flottazione in superficie.
Lo scarico del separatore viene automaticamente chiuso da un
otturatore a galleggiante per impedire la fuoriuscita dell‘olio
quando quest‘ultimo arriva ad un determinato livello nella camera
di raccolta. Per prevenire detto livello massimo, su richiesta può
essere fornito un lampeggiante o un avvisatore acustico che
indica la necessità di intervento di manutenzione e di smaltimento
degli oli.
Per evitare che arrivino allo scarico tracce anche minime di
oli, è prevista a completamento della fornitura, una sezione di
filtrazione finale costituita da pannelli oleoassorbenti.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza
ghisa classe D 400
Chiusini:
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie SA/L realizzato da
azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO 14001,
OHSAS 18001 e dimensionato secondo quanto prescritto dalle
Norme EN 858-1, classe 1, marchiato CE, prefabbricato per
il trattamento di acque provenienti da lavaggio delle superfici
pavimentate e delle autovetture, nelle autofficine e negli
autolavaggi, in calcestruzzo armato ad alta resistenza, suddiviso in
due bacini: uno di dissabbiatura e uno di separazione oli, completi
di deflettori in acciaio inox, filtro a coalescenza, dispositivo di
scarico munito di otturatore a galleggiante con copertura carrabile
atta a traffico pesante, completi di chiusini di ispezione a passo
d‘uomo in ghisa classe D 400. La fornitura comprende inoltre la
sezione di filtrazione finale composta da pannelli oleoassorbenti
che intercettano eventuali residui di oli prima di immettere le acque,
precedentemente trattate, allo scarico”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
PORTATA AUTO SISTEMA DIMENSIONI DIMENSIONI
POZZETTO
PESO
PESO PEZZO
MODELLO
NOMIN.LAVATE
DI
DISSABBIAT.
DISOLEAT.
FIBRE
COMPLESS.
PIÙ
l/s
N/dLAVAGGIO
cm
cm
cm
q.li
PESANTE
D1 H1D2H2B3H3
q.li
SA/L-1 NG 4
4,00
30
Idropulitrice
(*)
(*)
160
175
50
66
33
22
SA/L-2 NG 6
6,00
80
Portale 3
160
175
160
175
50
66
63
22
spazzole
SA/L-3 NG 8
8,00
160
Portale 5
162
220
160
175
50
66
61
22
spazzole
SA/L-4 NG 10 10,00
240
tunnel
162
270
160
175
50
66
66
22
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
La scelta del modello viene determinata in base ai seguenti dati conosciuti:
- portata istantanea punti di lavaggio,
- numero di autovetture lavate giornalmente,
- sistema di lavaggio utilizzato.
(*) Versione integrata in bacino monoblocco.
23
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI OLI MINERALI
PER AUTORIMESSE COPERTE
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie SA/C
COSA SONO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER AUTORIMESSE COPERTE SERIE SA/C
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/C
sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano
il rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto
Legislativo n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in fognatura
pubblica o in acque superficiali, limitatamente alle sostanze
flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per depurare le acque provenienti dal lavaggio delle
superfici pavimentate delle autorimesse coperte (silos), inquinate
principalmente da perdite involontarie delle autovetture in sosta
con presenza di oli minerali, sabbie e terriccio.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/C
sono costruiti con vasche circolari con fondo piano in calcestruzzo
armato ad alta resistenza.
L’impianto prevede due bacini distinti: quello di dissabbiatura e
quello di separazione oli.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione
a passo d‘uomo in ghisa classe D 400.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/C,
impiegati per depurare i liquami scaricati in acque superficiali
(Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06), vengono completati
con l‘utilizzo del filtro a coalescenza per poterne separare anche
le microparticelle di olio in sospensione.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie SA/C
sono muniti di dispositivo di scarico con otturatore a galleggiante;
questo per impedire la fuoriuscita di oli quando la camera di
raccolta è completamente riempita.
24
COME FUNZIONANO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER AUTORIMESSE COPERTE SERIE SA/C
Le acque provenienti dagli idranti occorrenti per legge per il
lavaggio dei pavimenti, vengono dirottate in un punto preciso e
introdotte nel separatore per il loro trattamento, prima di essere
convogliate nel ricettore finale.
Arrivate al separatore, le acque iniziano il trattamento nella sezione
di dissabbiatura o di separazione fanghi per un tempo ottimale
per consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili.
Le acque così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione
di separazione oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze
leggere, le quali vengono raccolte in una apposita camera, una
volta risalite in superficie.
Per le acque di scarico che devono rientrare nei limiti di
accettabilità previsti dal Decreto Legislativo n.152 del
03.04.06, scarico in acque superficiali, viene impiegato il
filtro a coalescenza. Con questo sistema le microparticelle di oli
aderiscono ad un particolare materiale coalescente (effetto di
assorbimento) e, dopo essersi unite tra loro aumentano la loro
dimensione (effetto di coalescenza), e quindi ne viene favorita la
flottazione in superficie.
Lo scarico del separatore viene automaticamente chiuso da un
otturatore a galleggiante per impedire la fuoriuscita dell‘olio
quando quest‘ultimo arriva ad un determinato livello nella camera
di raccolta.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza
ghisa classe D 400
Chiusini:
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie SA/C realizzato
da azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO
14001, OHSAS 18001 e dimensionato secondo quanto
prescritto dalle Norme EN 858-1, classe 1, marchiato CE,
prefabbricato per il trattamento di acque provenienti dal
lavaggio delle superfici pavimentate delle autorimesse coperte
(silos), in calcestruzzo armato ad alta resistenza, suddiviso in due
bacini: uno di dissabbiatura e uno di separazione oli, completi
di deflettori in acciaio inox, filtro a coalescenza, dispositivo
di scarico munito di otturatore a galleggiante con copertura
carrabile atta a traffico pesante, completi di chiusini di ispezione
a passo d‘uomo in ghisa classe D 400”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
DATI DI PROGETTO:
SCARICO FOGNATURE
SCARICO ACQUE
SUPERFICIALI
Superficie per auto
s = 25 mq
s = 25 mq
Inquinamento max all’entrata da oli minerali
E = 125 mg/l
E = 125 mg/l
Rendimento di depurazione
n = 97%
n = 92%
Inquinamento max all’uscita da oli minerali
D = 10 mg/l
D = 5 mg/l
MODELLO
UNITÀ
DESCRIZIONE DI SA/CSA/CSA/CSA/CSA/CSA/CSA/CSA/CSA/C
MISURA NG 4
NG 6
NG 8 NG 10 NG 15 NG 20 NG 30 NG 40 NG 50
l/s
4,00
6,00
8,00
10,00
15,00
20,00
30,00 40,00
50,00
Portata nominale
Superficie servita, max
N. max auto parcheggiate
Volume dissabbiatore
Volume disoleatore
Volume raccolta olio
Dimensioni dissabbiatore Ext
- diametro - altezza Dimensioni disoleatore Ext
- diametro - altezza Diametro tubazioni ing/usc
Quota ingresso/in
Quota uscita/out
Peso complessivo
Peso del pezzo più pesante
D1
H1
D2
H2
mq
N.
l
l
l
cm
cm
cm
cm
mm
cm
cm
q.li
q.li
2000
80
1300
990
150
(*)
-
-
(*)
160
175
160
41
43
30
22
3000
120
2000
1900
235
4000
200
3000
1900
235
5000
200
3000
1900
235
7500
300
5400
3700
600
10000
400
7000
3700
600
15000
600
7000
5300
750
20000
800
6500
6400
1300
25000
1000
8100
8000
2000
160
175
162
220
162
270
220
230
220
280
220
280
250
285
250
285
160
175
160
39
43
60
22
160
175
160
39
43
58
22
160
175
160
39
43
63
22
220
180
200
50
54
120
30
220
180
200
50
54
130
30
220
230
250
55
59
138
30
250
235
300
60
64
166
30
250
285
300
65
70
210
90
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
(*) Versione integrata in bacino monoblocco.
25
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
IMPIANTI TRATTAMENTO
ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
Impianti per medie superfici con trattamento delle acque di prima pioggia
con sistema di installazione in By-pass
Serie IPP/B
COSA SONO GLI IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA
SERIE IPP/B
Gli impianti di trattamento acque di prima pioggia tipo EUROMEC
serie IPP/B, sono progettati secondo le prescrizioni della Legge
Regionale n. 26 del 12.12.03 e s.m.i. e consentono di limitare
l’inquinamento e l’impoverimento delle falde sotterranee.
Con il loro impiego viene controllato il convogliamento delle acque
meteoriche nelle reti fognarie, favorendone lo smaltimento in loco
separando le acque di prima pioggia.
Sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano il
rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto Legislativo
n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in fognatura pubblica o in
acque superficiali, limitatamente alle sostanze flottanti e ai solidi
sedimentabili.
Utilizzati per depurare le acque provenienti dai piazzali di stazioni
di servizio, di parcheggio e/o demolizioni auto, inquinate
principalmente da perdite involontarie delle autovetture in sosta con
presenza di oli minerali, sabbie e terriccio.
Gli impianti di trattamento acque di prima pioggia tipo EURO MEC
serie IPP/B sono costruiti con vasche circolari con fondo piano in
calcestruzzo armato ad alta resistenza.
L’impianto prevede tre bacini distinti: uno di scolmatura, quello di
dissabbiatura e quello di separazione oli con filtro a coalescenza e
muniti di dispositivo di scarico con otturatore a galleggiante; questo
per impedire la fuoriuscita di oli quando la camera di raccolta è
completamente riempita.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione a
passo d‘uomo in ghisa classe D 400.
26
COME FUNZIONANO GLI IMPIANTI DI PRIMA
PIOGGIA SERIE IPP/B
L’inquinamento prodotto dal dilavamento di acque meteoriche
è dovuto essenzialmente alla presenza di sabbia, terriccio ed oli
minerali leggeri.
Le acque provenienti dai diversi punti dei piazzali vengono immesse
nel pozzetto scolmatore dove tramite soglie tarate in base alla
superficie servita vengono separate le “acque di prima pioggia”
dalle successive che essendo diluite come carico inquinante possono
essere inviate direttamente al corpo ricettore attraverso il by-pass.
I piazzali interessati alle precipitazioni meteoriche devono essere
opportunatamente predisposti per favorire il convogliamento delle
stesse in un unico punto in cui verrà posizionato il separatore.
Le acque di prima pioggia iniziano il trattamento nella sezione di
dissabbiatura o di separazione fanghi per un tempo ottimale per
consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili. Le acque
così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione di separazione
oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze leggere.
Per le acque di scarico che devono rientrare nei limiti di accettabilità
previsti dal Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06, scarico in
acque superficiali, viene impiegato il filtro a coalescenza. Con
questo sistema le microparticelle di oli aderiscono ad un particolare
materiale coalescente (effetto di assorbimento) e, dopo essersi unite
tra loro aumentano la loro dimensione (effetto di coalescenza), e
quindi ne viene favorita la flottazione in superficie.
Lo scarico del separatore viene automaticamente chiuso da un
otturatore a galleggiante per impedire la fuoriuscita dell‘olio quando
quest‘ultimo arriva ad un determinato livello nella camera di raccolta.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza
Chiusini:
ghisa classe D 400
Carpenteria interna: acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
Fornitura di impianto di trattamento acque di prima pioggia tipo
EURO MEC serie IPP/B per il trattamento delle acque di prima
pioggia con by-pass, realizzato da azienda munita di certificazioni
di qualità ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001e dimensionato
secondo quanto prescritto dalle Norme EN 858-1, costituito da
vasche prefabbricate di tipo cilindriche in c.a. ad alta resistenza
suddiviso in tre bacini: uno di scolmatura, uno di dissabbiatura e
uno di separazione oli, completo di deflettori in acciaio inox, filtro a
coalescenza, dispositivo di scarico munito di otturatore a galleggiante
con copertura carrabile atta a traffico pesante, completa di chiusini
di ispezione a passo d’uomo in ghisa classe D400”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
DATI DI PROGETTO:
SCARICO FOGNATURE
SCARICO ACQUE
SUPERFICIALI
Inquinamento max all’entrata da oli minerali
E = 125 mg/l
E = 125 mg/l
Rendimento di depurazione
n = 92%
n = 97%
Inquinamento max all’uscita da oli minerali
D = 5 mg/l
D = 10 mg/l
UNITÀ
DESCRIZIONEDI
MISURA
Portata nominale
l/s
Volume dissabbiatore
l
Volume disoleatore
l
Volume raccolta olio
l
Dimensioni scolmatore
- diametro esterno
D1
m
- altezza esterna
H1
m
Dimensioni dissabbiatore
- diametro
D2
m
- altezza
H2
m
Dimensioni disoleatore
- diametro
D3
m
- altezza
H3
m
Diametro tubazioni ing/usc
mm
Quota ingresso
cm
Quota uscita
cm
Peso complessivo
q.li
Peso del pezzo più pesante
q.li
MODELLO
IPP/BIPP/BIPP/BIPP/BIPP/BIPP/BIPP/B
NG 6
NG 10
NG 15
NG 20
NG 30
NG 40
NG 50
6,00
10,00
15,00
20,00
30,00
40,00
50,00
2000
3800
5400
7000
7000
6500
8100
1900
1900
3700
3700
5300
6400
8000
235
235
600
600
750
1300
1600
1,62
1,20
1,62
1,20
1,62
1,20
2,20
1,30
2,20
1,30
2,20
1,30
2,20
1,30
1,60
1,75
1,62
2,70
2,20
2,30
2,20
2,80
2,20
2,80
2,50
2,35
2,50
2,85
1,60
1,75
160
54
90
82
22
1,60
1,75
160
54
90
85
22
2,20
1,80
200
54
90
142
30
2,20
1,80
200
78
102
176
30
2,20
2,30
250
78
102
184
30
2,50
2,35
300
78
102
212
60
2,50
2,85
300
80
104
256
80
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
27
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
AD ANELLI COMPONIBILI
PER SUPERFICI DA 4000 a 10000 mq
Impianti per medie superfici con trattamento delle acque di prima pioggia
con sistema a bacini di accumulo
Serie IPP/AA
COSA SONO GLI IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA AD
ANELLI COMPONIBILI PER SUPERFICI DA 4000
A 10000 mq SERIE IPP/AA
Gli impianti di trattamento acque di prima pioggia tipo EURO MEC
serie IPP/AA, sono progettati secondo le prescrizioni del D. Lgs.
152/2006.
Correttamente impiegati riducono l’inquinamento e l’impoverimento
delle falde acquifere sotterranee, in quanto consentono di convogliare
le acque meteoriche nelle reti fognarie o direttamente in loco, previa
separazione delle acque di prima pioggia che vengono stoccate in
appositi bacini di ritenzione, dai quali vengono pompate a portata
limitata e costante, come previsto dalla normativa in circa 48 ore,
alla fognatura o all’impianto di trattamento finale.
A valle delle vasche di prima pioggia EURO MEC serie IPP/AA,
possono essere montati separatori di oli, dimensionati sulla portata
equalizzata muniti di filtro a coalescenza e dimensionati secondo
norme EN 858-1.
Gli impianti di trattamento acque di prima pioggia tipo EURO MEC
serie IPP/AA sono costruiti con vasche circolari ad anelli componibili
in calcestruzzo armato ad alta resistenza.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione a
passo d‘uomo in ghisa classe D 400.
28
COME FUNZIONANO GLI IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA
AD ANELLI COMPONIBILI PER SUPERFICI DA 4000 A
10000 mq SERIE IPP/AA
Le acque di prima pioggia che vengono raccolte negli impianti
EURO MEC serie IPP/AA, vengono smaltite nella rete fognaria a
portata controllata.
L’evacuazione dei volumi di acqua di prima pioggia deve avvenire,
secondo le normative, in un tempo minimo previsto tra un evento e
l’altro di circa 48 ore.
L’inizio della precipitazione e il conseguente riempimento del bacino,
viene rilevato da un’apparecchiatura elettronica che ne memorizza
il dato e, dopo un certo tempo programmabile, mette in funzione la
pompa di sollevamento a portata controllata.
Quando nel bacino viene raggiunto il livello massimo, pari al
volume scaricato di acque inquinate di “prima pioggia”, un
particolare dispositivo blocca l’immissione nella vasca deviando
così le successive acque diluite direttamente al pozzo perdente o nel
corso d’acqua superficiale.
I liquami stoccati vengono evacuati tramite una pompa di
sollevamento a portata costante controllata elettronicamente.
Prima dell’immissione nella fognatura, o al depuratore centralizzato,
i liquami possono essere pretrattati con trattamento di disoleazione
con o senza filtri a coalescenza o impianto di tipo chimico-fisico.
MATERIALI IMPIEGATI
calcestruzzo armato vibrato
Vasche:
ad alta resistenza
Chiusini:
ghisa classe D 400
Carpenteria interna: acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di impianto di trattamento acque di prima pioggia ad
anelli componibili tipo EURO MEC serie IPP/AA per il trattamento
delle acque di prima pioggia con bacini di accumulo realizzato da
azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO 14001,
OHSAS 18001, dimensionato secondo quanto prescritto del D.
Lgs. 152/2006, realizzato con vasche prefabbricate ad anelli
componibili in c.a. ad alta resistenza di tipo carrabile da automezzi
pesanti, complete di bocchelli di collegamento fondo vasche in
PVC, ispezioni a passo d’uomo con chiusini in ghisa classe D400,
equipaggiate all’interno di valvole antiriflusso e separazione acque
di prima pioggia in AISI 304, elettropompa sommergibile di
sollevamento acque stoccate completa di piede di accoppiamento
automatico alla tubazione di mandata, sensore di controllo livello
a principio conduttivo, quadro elettrico di comando e protezione a
logica elettronica programmabile (PLC) da interno.
La fornitura comprende inoltre la sezione di dissabbiatura e
disoleatura tipo EURO MEC serie SA/PU con vasche in c.a.
dimensionata secondo le norme EN 858-1 di classe 1, munita di
filtro a coalescenza e valvola otturatrice a galleggiante con copertura
carrabile atta a traffico pesante, completa di chiusini di ispezione a
passo d’uomo in ghisa classe D400”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
MODELLO
UNITÀ
DESCRIZIONE DI IPP/AAIPP/AAIPP/AAIPP/AAIPP/AAIPP/AAIPP/AA
MISURA
40005000600070008000900010000
Superficie piazzale
mq
4000
5000
6000
7000
8000
9000
10000
Volume acque di prima pioggia mc
20
25
30
35
40
45
50
Portata istantanea
l/s
22,20
27,77
33,33
38,88
44,44
49,99
55,55
N. bacini previsti
n.
3
3
3
3
3
3
3
- diametro
D1
cm
220
220
220
324
324
324
324
- altezza
H1
cm
279
329
379
260
260
335
335
Tipo separatore previsto
-
SA/PU NG8 SA/PU NG8 SA/PU NG8 SA/PU NG8 SA/PU NG8 SA/PU NG8 SA/PU NG8
- diametro
D2
cm
220
220
220
220
220
220
220
- altezza
H2
cm
129
129
129
129
129
129
129
Portata nominale
l/s
8
8
8
8
8
8
8
Potenza installata
kW
1,2
1,2
1,2
1,2
1,2
1,2
1,2
Peso complessivo
q.li
159
185
211
447
447
507
507
Peso del pezzo più pesante
q.li
30
30
30
26
26
26
26
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
29
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
IMPIANTI TRATTAMENTOACQUE DI PRIMA PIOGGIA
MONOBLOCCO PARALLELEPIPEDI
PER SUPERFICI DA 1000 a 40000 mq
Impianti per grandi superfici con trattamento delle acque di prima pioggia
con sistema a bacini di accumulo
Serie IPP/AM
COSA SONO GLI IMPIANTI DI PRIMA PIOGGIA
MONOBLOCCO PARALLELEPIPEDI PER SUPERFICI
DA 1000 A 40000 mq SERIE IPP/AM
Gli impianti di trattamento acque di prima pioggia tipo EURO MEC
serie IPP/AM, sono progettati secondo le prescrizioni del D. Lgs.
152/2006.
Correttamente impiegati riducono l’inquinamento e l’impoverimento
delle falde acquifere sotterranee, in quanto consentono di convogliare
le acque meteoriche nelle reti fognarie o direttamente in loco, previa
separazione delle acque di prima pioggia che vengono stoccate in
appositi bacini di ritenzione, dai quali vengono pompate a portata
limitata e costante, come previsto dalla normativa in circa 48 ore,
alla fognatura o all’impianto di trattamento finale.
A valle delle vasche di prima pioggia EURO MEC serie IPP/AM,
possono essere montati separatori di oli, dimensionati sulla portata
equalizzata muniti di filtro a coalescenza e dimensionati secondo
norme EN 858-1.
Gli impianti di trattamento acque di prima pioggia tipo EURO MEC
serie IPP/AM sono costruiti con vasche monoblocco parallelepipede
in calcestruzzo armato ad alta resistenza.
La copertura è di tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione a
passo d‘uomo in ghisa classe D 400.
30
COME FUNZIONANO GLI IMPIANTI DI PRIMA
PIOGGIA MONOBLOCCO PARALLELEPIPEDI
PER SUPERFICI DA 1000 A 40000 mq SERIE IPP/AM
Le acque di prima pioggia che vengono raccolte negli impianti
EURO MEC serie IPP/AM, vengono smaltite nella rete fognaria a
portata controllata.
L’evacuazione dei volumi di acqua di prima pioggia deve avvenire,
secondo le normative, in un tempo minimo previsto tra un evento e
l’altro di circa 48 ore.
L’inizio della precipitazione e il conseguente riempimento del bacino,
viene rilevato da un’apparecchiatura elettronica che ne memorizza
il dato e, dopo un certo tempo programmabile, mette in funzione la
pompa di sollevamento a portata controllata.
Quando nel bacino viene raggiunto il livello massimo, pari al volume
scaricato di acque inquinate di “prima pioggia”, un particolare
dispositivo blocca l’immissione nella vasca deviando così le
successive acque diluite direttamente al pozzo perdente o nel corso
d’acqua superficiale.
I liquami stoccati vengono evacuati tramite una pompa di
sollevamento a portata costante controllata elettronicamente.
Prima dell’immissione nella fognatura, o al depuratore centralizzato,
i liquami possono essere pretrattati con trattamento di disoleazione
con o senza filtri a coalescenza o impianto di tipo chimico-fisico.
MATERIALI IMPIEGATI
calcestruzzo armato vibrato
Vasche:
ad alta resistenza
Chiusini:
ghisa classe D 400
Carpenteria interna: acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di impianto di trattamento acque di prima pioggia con
vasche monoblocco parallelepipede tipo EURO MEC serie IPP/
AM per il trattamento delle acque di prima pioggia con bacini
di accumulo realizzato da azienda munita di certificazioni di
qualità ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001, dimensionato
secondo quanto prescritto del D. Lgs. 152/2006, realizzato con
vasche prefabbricate tipo monoblocco in c.a. ad alta resistenza
di tipo carrabile da automezzi pesanti, complete di bocchelli di
collegamento fondo vasche in PVC, ispezioni a passo d’uomo con
chiusini in ghisa classe D400, equipaggiate all’interno di valvole
antiriflusso e separazione acque di prima pioggia in AISI 304,
elettropompa sommergibile di sollevamento acque stoccate completa
di piede di accoppiamento automatico alla tubazione di mandata,
sensore di controllo livello a principio conduttivo, quadro elettrico di
comando e protezione a logica elettronica programmabile (PLC) da
interno.
La fornitura comprende inoltre la sezione di dissabbiatura e
disoleatura tipo EURO MEC serie SA/PU con vasche in c.a.
dimensionata secondo le norme EN 858-1, di classe 1, munita di
filtro a coalescenza e valvola otturatrice a galleggiante con copertura
carrabile atta a traffico pesante, completa di chiusini di ispezione a
passo d’uomo in ghisa classe D400”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
SUPERFICIE VOLUME I° NUMERO
VASCA
TIPO
MODELLO
PIOGGIA BACINI larghezzalunghezza altezza
Pesi SEPARATORE*
m2m3
m m
m q.liSA/PU
IPP/AM 1000
1.000
5
1
-
2,5 (diametro)
2,35
90
NG 8
IPP/AM 2000
2.000
10
1
-
2,5 (diametro)
2,85
110
NG 8
IPP/AM 3000
3.000
15
1
2,5
3,25
2,7
138
NG 8
IPP/AM 3500
3.500
17,5
1
2,5
4,0
2,7
165
NG 8
IPP/AM 4000
4.000
20
1
2,5
4,5
2,7
184
NG 8
IPP /AM 5000
5.000
25
1
2,5
5,5
2,7
215
NG 8
IPP/AM 6000
6.000
30
1
2,5
6,5
2,7
254
NG 8
IPP/AM 7000
7.000
35
1
2,5
7,5
2,7
293
NG 8
IPP/AM 8000
8.000
40
1
2,5
9,5
2,7
358
NG 8
IPP/AM 9000
9.000
45
1
2,5
9,5
2,7
358
NG 8
IPP/AM 10000
10.000
50
2
2,5
5,5
2,7
430
NG 8
IPP/AM 12000
12.000
60
2
2,5
6,5
2,7
508
NG 8
IPP/AM 14000
14.000
70
2
2,5
7,5
2,7
586
NG 8
1
2,5
7,5
2,7
IPP/AM 16000
16.000
80
651
NG 8
1
2,5
9,5
2,7
IPP/AM 18000
18.000
90
2
2,5
9,5
2,7
716
NG 8
1
2,5
6,5
2,7
IPP/AM 20000
20.000
100
840
NG 8
2
2,5
7,5
2,7
IPP/AM 26000
26.000
130
3
2,5
9,5
2,7
1074
NG 8
IPP/AM 30000
30.000
150
5
2,5
6,5
2,7
1270
NG 8
IPP/AM 36000
36.000
180
4
2,5
9,5
2,7
1432
NG 8
1
2,5
4,5
2,7
IPP/AM 40000
40.000
200
1616
NG 8
4
2,5
9,5
2,7
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
(*) Separatore idrocarburi tipo SA/PU con filtro a coalescenza opzionale.
31
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA
MONOBLOCCO PARALLELEPIPEDI
PER GRANDI SUPERFICI
Impianti per grandi superfici per il trattamento delle acque di prima pioggia
in continuo con disoleatore con filtri a coalescenza.
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie IPP/GS-FC
32
COSA SONO GLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO
PER GRANDI SUPERFICI SERIE IPP/GS-FC
Gli impianti di trattamento acque di pioggia IPP/GS - FC, per
grandi superfici sono progettati e dimensionati secondo le Norme
EN 858-1 ed assicurano il rispetto dei parametri di accettabilità
previsti dal Decreto Legislativo n. 152 del 03.04.06, per gli
scarichi in fognatura pubblica o in acque superficiali, limitatamente
alle sostanze flottanti ed ai solidi sedimentabili.
Con il loro impiego viene controllato il convogliamento delle
acque meteoriche nelle reti fognarie, favorendone lo smaltimento
in loco.
Utilizzati per depurare le acque provenienti da strade, autostrade,
zone di transito, piazzali di stazioni di servizio, di parcheggi e/o
demolizioni auto, inquinate principalmente da perdite involontarie
delle autovetture in sosta con presenza di oli minerali, sabbie e
terriccio.
Gli impianti di trattamento acque di pioggia tipo EURO MEC
serie IPP/GS - FC sono costruiti con vasche monoblocco
parallelepipede con fondo piano in calcestruzzo armato ad alta
resistenza in accordo con il D.M. 14/01/2008.
L’impianto prevede due bacini distinti: uno di dissabbiatura e uno
di separazione oli con filtro a coalescenza munito di dispositivo
di scarico con otturatore a galleggiante; questo per impedire la
fuoriuscita di oli quando la camera di raccolta è completamente
riempita.
MATERIALI IMPIEGATI
calcestruzzo armato vibrato
Vasche:
ad alta resistenza Rck>400 kg/cmq
Chiusini:
ghisa classe D 400 (opzionali)
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
COME FUNZIONANO GLI IMPIANTI DI PIOGGIA
PER GRANDI SUPERFICI SERIE IPP/GS-FC
L’inquinamento prodotto dal dilavamento di acque meteoriche
è dovuto essenzialmente alla presenza di sabbia, terriccio ed
oli minerali leggeri. I piazzali interessati alle precipitazioni
meteoriche devono essere opportunamente predisposti per
favorire il convogliamento delle stesse in un unico punto in cui
verrà posizionato il separatore. Le acque di pioggia iniziano il
trattamento nella sezione di dissabbiatura per un tempo ottimale
per consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili. Le
acque così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione di
separazione oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze
leggere.
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore in continuo tipo EURO MEC serie IPP/
GS-FC, realizzato da azienda munita di certificazioni di qualità
ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001 e dimensionato
secondo il sistema S II I P della normativa UNI EN 858 PARTE
1e 2 di classe 1, marchiato CE, prefabbricato monoblocco
parallelepipedo in calcestruzzo armato ad alta resistenza, per il
trattamento di acque provenienti da strade, stazioni di servizio,
parcheggi e/o demolizioni auto, box, suddiviso al suo interno
in due comparti uno di dissabbiatura e uno di separazione
olii, completo di deflettori in acciaio inox, filtro a coalescenza,
dispositivo di scarico munito di otturatore a galleggiante con
soletta di copertura completa ispezioni a passo d‘uomo”.
Per le acque di scarico che devono rientrare nei limiti di accettabilità
previsti dal DLgs. n.152/06, scarico in acque superficiali,
viene impiegato il filtro a coalescenza. Con questo sistema le
microparticelle di olio aderiscono ad un particolare materiale
coalescente (effetto di assorbimento) e, dopo essersi unite tra
loro, aumentano la loro dimensione (effetto di coalescenza), e
quindi ne viene favorita la flottazione in superficie. Lo scarico
del separatore viene automaticamente chiuso da un otturatore a
galleggiante per impedire la fuoriuscita dell‘olio quando quest
ultimo arriva ad un determinato livello nella camera di raccolta.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
MODELLO
UNITÀ
DESCRIZIONE
DI IPP/GSIPP/GS IPP/GS IPP/GS IPP/GS
MISURA
NG 125
NG 150
NG 200
NG 300
NG 400
Portata nominale
l/s
125
150
200
300
400
N. vasche dissabbiatura
n.
1
1
1
2
2
Dimensioni cad.una vasca
- lunghezza (L1)
cm
550
650
750
650
750
- larghezza (W)
cm
250
250
250
250
250
- altezza (H)
cm
266
266
266
266
266
- peso
q.li
203
240
277
240
277
N. vasche disoleazione
n.
1
1
1
2
2
Dimensioni cad.una vasca
- lunghezza (L2)
cm
400
400
450
400
450
- larghezza (W)
cm
250
250
250
250
250
- altezza (H)
cm
266
266
266
266
266
- peso
q.li
157
157
175
157
175
Diametro tubazione ingresso
mm
400
400
400
400
400
Filtri a coalescenza
n.
2
2
2
4
4
Diametro cad.uno filtro coalescenza
mm
300
300
300
300
300
Quota scorrimento in ingresso (r.e.s.)*
cm
63
63
63
63
63
Quota scorrimento in uscita (r.e.s.)*
cm
77
77
77
77
77
*(r.e.s.) = rispetto estradosso soletta - I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
ACCESSORI OPZIONALI:
- Copertura delle vasche atta a traffico pesante.
- Dispositivo di allarme elettronico visivo per massimo livello camera raccolta oli.
- Serbatoio separato e sistema di raccolta oli.
- Valvola di esclusione flusso in ingresso.
33
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
IMPIANTI TRATTAMENTO ACQUE DI PIOGGIA
MONOBLOCCO PARALLELEPIPEDI
PER GRANDI SUPERFICI
Impianti per grandi superfici per il trattamento delle acque di prima pioggia
in continuo con disoleatore a pacchi lamellari.
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie IPP/GS-PL
COSA SONO GLI IMPIANTI DI TRATTAMENTO
PER GRANDI SUPERFICI SERIE IPP/GS-PL
Gli impianti di trattamento acque di pioggia IPP/GS - PL, per
grandi superfici sono progettati e dimensionati secondo le Norme
EN 858-1 ed assicurano il rispetto dei parametri di accettabilità
previsti dal Decreto Legislativo n. 152 del 03.04.06, per gli
scarichi in fognatura pubblica o in acque superficiali, limitatamente
alle sostanze flottanti ed ai solidi sedimentabili.
Con il loro impiego viene controllato il convogliamento delle
acque meteoriche nelle reti fognarie, favorendone lo smaltimento
in loco.
Utilizzati per depurare le acque provenienti da strade, autostrade,
zone di transito, piazzali di stazioni di servizio, di parcheggi e/o
demolizioni auto, inquinate principalmente da perdite involontarie
delle autovetture in sosta con presenza di oli minerali, sabbie e
terriccio.
Gli impianti di trattamento acque di pioggia tipo EURO MEC serie
IPP/GS sono costruiti con vasche monoblocco parallelepipede
con fondo piano in calcestruzzo armato ad alta resistenza in
accordo con il D.M. 14/01/2008.
L’impianto prevede due bacini distinti: uno di dissabbiatura e uno
di separazione oli con pacchi lamellari munito di dispositivo con
otturatore a galleggiante, questo per impedire la fuoriuscita di oli
quando la camera di raccolta è completamente riempita.
34
COME FUNZIONANO GLI IMPIANTI DI PIOGGIA
PER GRANDI SUPERFICI SERIE IPP/GS-PL
L’inquinamento prodotto dal dilavamento di acque meteoriche
è dovuto essenzialmente alla presenza di sabbia, terriccio ed
oli minerali leggeri. I piazzali interessati alle precipitazioni
meteoriche devono essere opportunamente predisposti per
favorire il convogliamento delle stesse in un unico punto in cui
verrà posizionato il separatore. Le acque di pioggia iniziano il
trattamento nella sezione di dissabbiatura per un tempo ottimale
per consentire la separazione dalle sostanze sedimentabili. Le
acque così pretrattate vengono avviate attraverso la sezione di
separazione oli, dove subiscono una flottazione delle sostanze
leggere.
Per le acque di scarico che devono rientrare nei limiti di
accettabilità previsti dal DLgs. n.152/06, scarico in acque
superficiali, vengono impiegati i pacchi lamellari.
Questo sistema permette di aumentare la superficie effettiva
di flottazione e favorire quindi l’aggregazione delle particelle
leggere facilitandone la risalita. All’interno della sezione di
disoleazione è installata una valvola con otturatore a galleggiante
che interrompe il flusso dell’acqua ed impedisce la fuoriuscita
dell‘olio quando questultimo arriva ad un determinato livello nella
camera di raccolta.
MATERIALI IMPIEGATI
calcestruzzo armato vibrato
Vasche:
ad alta resistenza Rck>400 kg/cmq
Chiusini:
ghisa classe D 400 (opzionali)
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore in continuo tipo EURO MEC serie IPP/
GS-PL, realizzato da azienda munita di certificazioni di qualità
ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001 e dimensionato
secondo il sistema S II I P della normativa UNI EN 858 PARTE
1 e 2 di classe 1, marchiato CE, prefabbricato monoblocco
parallelepipedo in calcestruzzo armato ad alta resistenza, per il
trattamento di acque provenienti da strade, stazioni di servizio,
parcheggi e/o demolizioni auto, box, suddiviso al suo interno
in due comparti uno di dissabbiatura e uno di separazione
olii, completo di deflettori in acciaio inox, filtro a coalescenza,
dispositivo di scarico munito di otturatore a galleggiante con
soletta di copertura completa ispezioni a passo d‘uomo”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
UNITÀ
DESCRIZIONE
DI
MISURA
Portata nominale
l/s
N. vasche dissabbiatura
n.
Dimensioni cad.una vasca
- lunghezza (L1)
cm
- larghezza (W)
cm
- altezza (H)
cm
- peso
q.li
N. vasche disoleazione
n.
Dimensioni cad.una vasca
- lunghezza (L2)
cm
- larghezza (W)
cm
- altezza (H)
cm
- peso
q.li
Diametro tubazione ingresso
mm
Pacchi lamellari
n.
Quota scorrimento in ingresso (r.e.s.)*
cm
Quota scorrimento in uscita (r.e.s.)*
cm
MODELLO
IPP/GS PL
NG 100
100
1
450
250
266
184
1
IPP/GS PL
NG 125
125
1
550
250
266
203
1
IPP/GS PL
NG 150
150
1
650
250
266
240
1
IPP/GS PL
NG 200
200
1
750
250
266
277
1
IPP/GS PL
NG 300
300
2
650
250
266
240
2
IPP/GS PL
NG 400
400
2
325
250
266
148
400
1
63
77
400
250
266
157
400
1
63
77
400
250
266
157
400
1
63
77
450
250
266
175
400
1
63
77
400
250
266
157
400
1
63
77
450
250
266
175
400
1
63
77
750
250
266
277
2
*(r.e.s.) = rispetto estradosso soletta - I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
ACCESSORI OPZIONALI:
- Copertura delle vasche atta a traffico pesante.
- Dispositivo di allarme elettronico visivo per massimo livello camera raccolta oli.
- Serbatoio separato e sistema di raccolta oli.
- Valvola di esclusione flusso in ingresso.
35
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI OLI MINERALI
PER PICCOLE UTENZE
Separatore oli e idrocarburi monoblocco portata max. nominale 1,5 l/s.
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie DISOPAC
COSA SONO I SEPARATORI OLI MINERALI PER
PICCOLE UTENZE SERIE DISOPAC
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC serie DISOPAC sono
dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano
il rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto
Legislativo n.152 del 03.04.06 limitatamente alle sostanze
flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per trattare le acque provenienti da piazzali di stazioni
di servizio, parcheggi, autolavaggi, autofficine, autorimesse
coperte, inquinate principalmente da oli minerali, sabbie e
terriccio.
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC serie DISOPAC sono
costruiti con vasche monoblocco in calcestruzzo armato ad alta
resistenza.
L’impianto è realizzato in un unico bacino suddiviso all’interno
in due vani rispettivamente il primo di dissabbiatura e prima
disoleatura e il secondo di disoleatura fine ed è completo inoltre di
pacco lamellare in materiale sintetico insensibile agli idrocarburi
e valvola otturatrice a galleggiante, chiusino di ispezione in
lamiera d’acciaio zincato a caldo.
36
COME FUNZIONANO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER PICCOLE UTENZE SERIE DISOPAC
Il trattamento delle acque in arrivo al separatore inizia nel
comparto di dissabbiatura, dimensionato per un tempo ottimale
per ottenere una efficace sedimentazione dei fanghi pesanti e
una prima disoleazione.
Le acque così pretrattate vengono avviate alla successiva fase di
separazione, dove per flottazione naturale le sostanze leggere
affiorano in superficie.
Tra le due camere è inserito un particolare filtro a pacco
lamellare in materiale sintetico, che ha le proprietà di separare
le microparticelle di oli in sospensione, mediante effetto a
“coalescenza”:
Con questo particolare dispositivo è possibile ottenere allo scarico
i limiti di accettabilità previsti dal Decreto Legislativo n.152 del
03.04.06 per sversamento in acque superficiali.
L’apparecchiatura è inoltre dotata di una particolare valvola
otturatrice a galleggiante, che chiude automaticamente lo
scarico quando il livello dell’olio nella camera di raccolta arriva
al massimo livello impedendone così la fuoriuscita.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza
Chiusini:
acciaio zincato a caldo
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
Pacco lamellare: polipropilene
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie DISOPAC, realizzato
da azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO
14001, OHSAS 18001 e dimensionato secondo quanto
prescritto dalle Norme EN 858-1, di classe 1 marchiato CE, di
tipo prefabbricato monoblocco in calcestruzzo ad alta resistenza
idoneo per il trattamento di acque provenienti da stazioni di
servizio, piazzali di parcheggio, autorimesse coperte, completo di
equipaggiamento interno composto da deflettore in acciaio inox,
comparto di filtrazione con pacco lamellare in materiale sintetico
insensibile all’azione degli idrocarburi, dispositivo di scarico munito
di otturatore a galleggiante e soletta di copertura con chiusino di
ispezione in lamiera zincata a caldo”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
Impianto per stazioni di servizio, parcheggi (DISOPAC/P)
PORTATA
NOMINALE
l/s
SUPERFICIE
SERVITA MAX
mq
1,5
200
MAX DI
DIMENSIONI SEPARATORE
AUTO
n.
Lunghezza L1 cm Larghezza L2 cm Altezza H1 cm
10
120
100
100
PESO
SEPARATORE
q.li
15
Impianto per autolavaggi e officine con idropulitrici (DISOPAC/L)
PORTATA
AUTO/D
DIMENSIONI SEPARATORE
NOMINALE
l/s
Lunghezza LI cm
Larghezza L2 cm
Altezza H1 cm
1,5
15
120
100
100
PESO
SEPARATORE
q.li
15
Impianto per autorimesse coperte (DISOPAC/C)
PORTATA
NOMINALE
l/s
SUPERFICIE
SERVITA MAX
mq
1,5
1700
MAX DI
DIMENSIONI SEPARATORE
AUTO
n.
Lunghezza L1 cm Larghezza L2 cm Altezza H1 cm
60
120
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
100
100
PESO
SEPARATORE
q.li
15
37
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI OLI MINERALI
PER PICCOLE UTENZE
Separatore oli e idrocarburi monoblocco portata max. nominale 3 l/s (NG3)
Serie DISOMEC
COSA SONO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER PICCOLE UTENZE SERIE DISOMEC
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC serie DISOMEC
sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed assicurano
il rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto
Legislativo n.152 del 03.04.06 limitatamente alle sostanze
flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per trattare le acque provenienti da piazzali di stazioni
di servizio, parcheggi, autolavaggi, autofficine, autorimesse
coperte, inquinate principalmente da oli minerali, sabbie e
terriccio.
I separatori prefabbricati tipo EURO MEC serie DISOMEC sono
costruiti con vasche cilindriche monoblocco ad asse verticale in
calcestruzzo armato ad alta resistenza.
L’impianto è realizzato in un unico bacino suddiviso all’interno
in quattro vani, rispettivamente: di dissabbiatura, di disoleatura,
camera di raccolta oli, ispezione e scarico acque depurate. La
copertura è di tipo carrabile, completo di chiusini di ispezione in
ghisa classe D400.
Per lo scarico in acque superficiali, i separatori serie DISOMEC
vengono completati da un filtro a coalescenza per separare
anche le microparticelle di oli in sospensione.
38
COME FUNZIONANO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER PICCOLE UTENZE SERIE DISOMEC
Il trattamento delle acque in arrivo al separatore inizia nel
comparto di dissabbiatura, dimensionato per un tempo ottimale
per ottenere una efficace sedimentazione dei fanghi pesanti e
una prima disoleazione.
Le acque così pretrattate vengono avviate alla successiva fase di
separazione, dove per flottazione naturale le sostanze leggere
affiorano in superficie.
Saltuariamente, mediante una valvola opportuna, gli oli e
idrocarburi
presenti in superficie vengono raccolti da una canaletta sfioratrice
e inviati nel comparto di stoccaggio, equipaggiato con un
dispositivo elettrico di allarme che segnala il raggiungimento del
livello massimo di riempimento.
Per le acque di scarico che devono rientrare nei limiti di
accettabilità previsti dal D. Lgs. n. 152 del 03.04.06, scarico
in acque superficiali, viene impiegato il filtro a coalescenza.
Con questo sistema le microparticelle di oli aderiscono ad un
particolare materiale coalescente (effetto di assorbimento) e,
dopo essersi unite tra loro aumentano la loro dimensione (effetto
di coalescenza), favorendone la flottazione in superficie.
MATERIALI IMPIEGATI
Vasche:
calcestruzzo armato vibrato
ad alta resistenza
Chiusini:
ghisa classe D 400
acciaio zincato a caldo
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie DISOMEC,
grandezza nominale NG4, realizzato da azienda munita di
certificazioni di qualità ISO 9001, ISO 14001, OHSAS 18001
e dimensionato secondo quanto prescritto dalle Norme EN
858-1, di tipo prefabbricato monoblocco in calcestruzzo ad
alta resistenza idoneo per il trattamento di acque provenienti da
stazioni di servizio, piazzali di parcheggio, autorimesse coperte,
suddiviso al suo interno in quattro vani di cui uno di dissabbiatura,
uno di disoleatura, uno di scarico e una quarta zona di stoccaggio
oli, completo di setti interni, canaletta dentata in AISI 304,
soletta carrabile e chiusini di ispezione in ghisa classe D400,
predisposizione per centralina di allarme raggiungimento max.
livello camera oli con sonda di tipo galleggiante in materiale
insensibile agli idrocarburi”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
Impianto per stazioni di servizio, parcheggi (DISOMEC/P)
PORTATA
SUPERFICIE
NOMINALE SERVITA MAX
l/s
mq
3,00
300
MAX DI
AUTO
n
12
DIMENSIONI
SEPARATORE
diam.cm
altezza cm
165
168
DIMENSIONI POZZETTO (*)
FILTRO A COALESCENZA
lato cm
H cm
80 x 80
96
PESO
SEPARATORE
q.li
28
Impianto per autolavaggi e officine con idropulitrici (DISOMEC/L)
PORTATA
AUTO/D
DIMENSIONI
DIMENSIONI POZZETTO DIMENSIONI POZZETTO
PESO
NOMINALE
FILTRO A COALESCENZA FIBRE OLEOASSORBENTI SEPARATORE
l/s
diam. cm altezza cm
lato cm
altezza cm
lato cm
H cm
q.li
3,00
30
165
168
80 x 80
96
50 x 50
60
28
Impianto per autorimesse coperte (DISOMEC/C)
PORTATA
SUPERFICIE
NOMINALE SERVITA MAX
l/s
mq
3,00
2000
MAX DI
AUTO
n
80
DIMENSIONI
SEPARATORE
diam.cm
altezza cm
165
168
DIMENSIONI POZZETTO (*)
FILTRO A COALESCENZA
lato cm
H cm
80 x 80
96
PESO
SEPARATORE
q.li
28
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
(*) Per scarico in corso d’acqua superficiale.
Il separatore oli minerali serie DISOMEC è equipaggiato con sonda di rilevamento max. livello camera olio. Come fornitura opzionale
è disponibile una centralina elettronica di allarme con avvisatore ottico e sonoro predisposta per telecontrollo.
39
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SEPARATORI OLI MINERALI
PER PICCOLE SUPERFICI
Sistema per piccole superfici con trattamento delle acque meteoriche in continuo.
CONFORME UNI EN 858 marcatura
Serie SA/PU
COSA SONO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER PIAZZALI IMPERMEABILIZZATI SERIE SA/PU
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie
SA/PU sono dimensionati secondo le Norme EN 858-1, ed
assicurano il rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal
Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in
fognatura pubblica o in acque superficiali, limitatamente alle
sostanze flottanti e ai solidi sedimentabili.
Utilizzati per trattare le acque provenienti da piazzali
impermeabilizzati, inquinate principalmente da oli minerali,
sabbie e terriccio.
I separatori oli minerali prefabbricati tipo EURO MEC serie
SA/PU sono costruiti con vasche cilindriche ad asse verticale in
calcestruzzo armato ad alta resistenza.
L’impianto è realizzato in un unico bacino cilindrico dotato di
deflettore per il liquame in ingresso e di valvola otturatrice con
filtro a coalescenza per il liquame in uscita. La copertura è di
tipo carrabile, completa di chiusini di ispezione in ghisa classe
D400.
40
COME FUNZIONANO I SEPARATORI OLI MINERALI
PER PIAZZALI IMPERMEABILIZZATI SERIE SA/PU
Le acque in arrivo al separatore, in regime di calma, depositano
le sostanze più pesanti sul fondo (trattamento di dissabbiatura)
e, allo stesso tempo, subiscono una flottazione delle sostanze
leggere che risalgono in superficie. Lo scarico viene chiuso
automaticamente da un otturatore a galleggiante per impedire la
fuoriuscita dell’olio quando quest’ultimo arriva ad un determinato
livello nella camera di raccolta.
L’impianto è equipaggiato inoltre con filtro a coalescenza
(Decreto Legislativo n.152 del 03.04.06 per gli scarichi in
fognatura pubblica o in acque superficiali). Con questo sistema
le microparticelle di oli aderiscono ad un particolare materiale
coalescente (effetto di assorbimento) e, dopo essersi unite tra loro
aumentano la loro dimensione (effetto di coalescenza), e quidi ne
viene favorita la flottazione in superficie.
MATERIALI IMPIEGATI
calcestruzzo armato vibrato
Vasche:
ad alta resistenza
Chiusini:
ghisa classe D 400
acciaio zincato a caldo
Carpenteria interna:acciaio inox AISI 304
VOCE DI CAPITOLATO
“Fornitura di separatore tipo EURO MEC serie SA/PU realizzato
da azienda munita di certificazioni di qualità ISO 9001, ISO
14001, OHSAS 18001 e dimensionato secondo quanto
prescritto dalle Norme EN 858-1, classe 1, marchiato CE,
prefabbricato per il trattamento di acque provenienti piazzali
impermeabilizzati, in calcestruzzo armato ad alta resistenza,
completo all’interno di deflettore in AISI per il liquame in entrata
e di valvola otturatrice con filtro a coalescenza per il liquame in
uscita, soletta carrabile e chiusini di ispezione a passo d‘uomo in
ghisa classe D 400”.
STANDARD DI FABBRICAZIONE
MODELLO
UNITÀ
DESCRIZIONE
DI
SA/PU NG SA/PU NG SA/PU NG SA/PU NG SA/PU NG SA/PU NG
MISURA4
8
10
15
20
25
l/s
4
8,00
10,00
15,00
20,00
25,00
Portata nominale
N. max auto parcheggiate
N.
8
16
20
28
36
44
Volume disoleatore
l
1900
2400
3800
5300
7500
10000
Dimensioni separatore
- diametro
D
m
1,60
2,20
2,20
2,20
2,50
2,50
- altezza
H
m
1,75
1,30
1,80
2,30
235
285
Diametro tubazioni ing/usc
mm
160
160
160
200
250
250
Peso complessivo
q.li
30
46
56
64
90
110
Peso del pezzo più pesante
q.li
22
30
30
30
60
80
I valori riportati sono a titolo informativo. La società EURO MEC s.r.l. si riserva di variarli in qualunque momento.
41
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
42
43
IMPIANTI PREFABBRICATI PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
SPECIALE AUTOSTRADE
Gli impianti di trattamento acque meteoriche tipo EURO MEC serie IPP/GS-PL, per grandi superfici sono convenientemente utilizzati per depurare le acque di pioggia provenienti dalle autostrade inquinate principalmente da
sostanze derivanti dal traffico
autoveicoli, oli minerali, sabbie
e terriccio, o più pericolosamente da sversamento accidentale
di liquami pericolosi in caso di
incidenti.
Gli impianti di trattamento acque di pioggia IPP/GS-PL, per
grandi superfici sono progettati
e dimensionati secondo le Norme EN 858-1 ed assicurano il
rispetto dei parametri di accettabilità previsti dal Decreto Legislativo n. 152 del 03.04.06, per gli scarichi in fognatura pubblica
o in acque superficiali, limitatamente alle sostanze flottanti ed ai
solidi sedimentabili.
Con il loro impiego viene controllato il convogliamento delle acque meteoriche nelle reti fognarie, favorendone lo smaltimento
in loco.
Gli impianti di trattamento acque di pioggia tipo EURO MEC
serie IPP/GS sono costituiti con vasche monoblocco parallelepipede con fondo piano in calcestruzzo armato ad alta resistenza
in accordo con il D.M. 14/01/2008.
L’impianto prevede due bacini distinti: uno di dissabbiatura e uno
di separazione oli con pacchi lamellari munito di dispositivo con
attuatore a galleggiante, questo per impedire la fuoriuscita di oli
quanto la camera di raccolta è completamente riempita.
44
VASCHE DI ONDA NERA
In caso di sversamento accidentale di liquami inquinanti provenienti dalla sede stradale (ad esempio per un incidente di un’autobotte trasportante sostanze chimiche), è necessario l’impiego
di una particolare vasca di “sicurezza stradale” detta anche di
“onda nera” avente lo scopo di intercettare ed accumulare le
sostanze pericolose fuoriuscite.
In pratica, secondo una modalità ampiamente sperimentata,
quando ad esempio una autocisterna trasportante sostanze chimiche viene coinvolta in un incidente che ne provoca la fuoriuscita
dei liquami pericolosi, la centrale operativa della Società di Gestione Autostrada comanda da remoto l’apertura della paratoia
normalmente chiusa alloggiata dentro la vasca di “onda nera”
più prossima all’incidente permettendo così di raccogliere in tempo reale i liquami pericolosi provenienti dalla sede stradale. A
fine sversamento dell’inquinante e a vasca d’onda nera piena,
l’operatore addetto comanda la chiusura della paratoia e il successivo prelevamento e smaltimento dell’inquinante accumulato
con idonea autobotte.
Nel caso del passante di Mestre (VE), EURO MEC ha progettato
l’intero sistema ed ha effettuato la fornitura e posa in opera del
sistema di telecontrollo via radio con le relative centraline locali
nonché le vasche di “onda nera” adeguatamente equipaggiate.
Gli impianti di sicurezza stradale, o “vasche di onda nera”, progettati e costruiti da EURO MEC, sono composti dalla vasca prefabbricata monoblocco parallelepipeda con fondo piano in calcestruzzo ad alta resistenza opportunamente rivestita all’interno
con resina protettiva ed equipaggiata con paratoia motorizzata
con attuatore tipo sommergibile comandata da centralina elettronica asservita da telecontrollo remoto.
IMPIANTI DI SOLLEVAMENTO ACQUE METEORICHE
NEI SOTTOPASSI AUTOSTRADALI
I sottopassi autostradali devono essere equipaggiati con opportune vasche di accumulo e sollevamento acque meteoriche posizionate nelle zone più depresse e opportunamente dimensionate
con volume di accumulo secondo quanto prescritto nel D.P.C.M.
16/05/2003, in particolare per garantire la piena transitabilità
del tratto stradale nei 120 minuti successivi ad una eventuale
avaria del sistema di sollevamento acque.
La separazione della portata convogliata alla vasca di accumulo
tra le acque di prima e seconda pioggia avviene all’interno della
vasca stessa.
Gli impianti di sollevamento acque meteoriche per sottopassi autostradali progettati e costruiti da EURO MEC, sono composti dalla vasca prefabbricata monoblocco parallelepipeda con fondo
piano in calcestruzzo ad alta resistenza opportunamente rivestita
all’interno con resina protettiva ed equipaggiata di norma con n.
3 elettropompe di tipo sommergibile delle quali una di completa
riserva, gruppo elettrogeno di emergenza, impianto semaforico
e, su richiesta, impianto di messaggistica variabile.
Referenze
Euro Mec è società leader nella progettazione e realizzazione di impianti di trattamento acque di prima pioggia ed acque
meteoriche dove vanta una ricca lista di referenze soprattutto tra
Gestori di Reti Autostradali, Enti Portuali ed Aeroporti, Imprese di
costruzioni Autostradali.
In particolare:
• Autostrada del Brennero S.p.A.
• Società delle Autostrade di Venezia e Padova S.p.A.
• Autostrada Serravalle – Milano – Ponte Chiasso S.p.A.
• Autovie Venete S.p.A.
• Autostrada BS-VR-VI-PD S.p.A.
• Autostrada Centro Padana S.p.A.
• ANAS S.p.A.
• Aeroporto Cristoforo Colombo S.p.A. Genova
• Autorità Portuale Cremona S.p.A.
• Fiera Milano S.p.A.
45
GESTIONE
IMPIANTI
ASSISTENZA TECNICA
Allo scopo di fornire al cliente un servizio ottimale EURO MEC si
è dotata di un servizio post-vendita con personale competente ed
adeguati mezzi operativi.
Ad ogni proposta di vendita viene offerto un contratto di Assistenza
Tecnica Programmata, in modo che gli impianti forniti ed installati
possano garantire i migliori risultati come limiti di accettabilità allo
scarico e una continua efficienza nel tempo, offrendo inoltre la
consulenza di personale qualificato per i rapporti con gli enti di
controllo.
Il contratto prevede il controllo e la manutenzione dell’impianto una
o due volte all’anno a scadenza semestrale o diversamente in base
alle esigenze del cliente, con esclusione dei pezzi di ricambio
se necessari, la pulizia e lo smaltimento dei fanghi di risulta e gli
interventi di straordinaria manutenzione.
Il costo delle analisi è compreso nel contratto di assistenza tecnica.
Il ns. tecnico compilerà per ogni visita un “rapporto di intervento
tecnico programmato” con evidenziato lo stato di efficienza degli
impianti.
INTERVENTI PREVISTI NEL CONTRATTO STANDARD
Ogni tipologia di impianto necessita di interventi programmati
come di seguito riportato:
Impianti di prima pioggia:
•Pulizia e verifica funzionale sonda
•Verifica meccanica tubazioni e setti deflettori
•Verifica funzionamento valvola antiriflusso
•Verifica programma di svuotamento automatico dei bacini
Impianti di separazione idrocarburi:
•Verifica e pulizia del filtro a coalescenza
•Verifica di funzionamento dell’otturatore a galleggiante
•Verifica meccanica tubazioni e setti deflettori
•Verifica vasca di separazione fanghi e vasca oli
Impianti biologici di piccola taglia:
•Verifica fanghi in vasca di sgrossatura
•Verifica concentrazione fanghi in ossidazione
•Verifica tubazioni, deflettori ed elettrosoffianti
•Verifica quadro elettrico e orologio programmatore
•Misura assorbimento elettrico apparecchiature
Impianti biologici di medie dimensioni ed industriali:
•Assistenza nella fase di avvio nuovo impianto fino alla messa a
regime
•Gestione completa o supervisione alla gestione se effettuata
con personale dipendente del cliente
•Gestione programmata degli impianti con verifica dei parametri
di processo e controlli analitici in campo e in laboratorio
•Verifica di funzionamento delle apparecchiature con interventi
di ordinaria e straordinaria manutenzione
•Servizio di reperibilità 24 ore su 24
•Consulenza amministrativa per pratiche in campo ambientale
ed autorizzazioni allo scarico
•Attività di consulenza ed assistenza nei rapporti con gli enti
preposti di controllo
•Corsi di formazione per personale di conduzione
•Servizio completo di analisi acque e fanghi
46
47
CATALOGO GENERALE
48
1
IMPIANTI PREFABBRICATI
DI DEPURAZIONE
DELLE ACQUE REFLUE
2
IMPIANTI PREFABBRICATI
PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE DI PRIMA PIOGGIA
3
IMPIANTI PREFABBRICATI
PER IL TRATTAMENTO
DELLE ACQUE PRIMARIE,
POTABILI E DESALINIZZAZIONE
4
UNITÀ MOBILI
DI POTABILIZZAZIONE
5
IMPIANTI PREFABBRICATI
IN POLIETILENE
6
IMPIANTI MOBILI CAMPALI
7
IMPIANTI DI SANIFICAZIONE
AD OZONO
8
OIL & GAS DIVISION
SISTEMI DI FILTRAZIONE
9
IMPIANTI DI TRATTAMENTO ACQUE
PER L’industria tessile
10
IMPIANTI DI TRATTAMENTO ACQUE
PER L’industria SIDERURGICA
11
GESTIONE IMPIANTI
1
IMPIANTI PREFABBRICATI
DI DEPURAZIONE
DELLE ACQUE REFLUE
EURO MEC S.r.l.
Via Parigi, 1/B - 46047 Porto Mantovano (MN) - Tel. +39 (0)376 443211 - Fax +39 (0)376 443299
E-mail: [email protected] - www.euromec.net
Fly UP