...

A tutti coloro che hanno creduto in noi……. La lunga

by user

on
Category: Documents
19

views

Report

Comments

Transcript

A tutti coloro che hanno creduto in noi……. La lunga
A tutti coloro che hanno creduto in noi…….
La lunga avventura dei cavalli del Bisbino ha raggiunto il primo grande traguardo: il trasferimento
del branco in Valle d’Intelvi. Questo obiettivo rappresenta il 6° e ultimo step del progetto
presentato dalle Giacche Verdi del Gruppo Intelvese, nel novembre 2009, presso la Provincia di
Como e accolto da tutti gli interessati come unica possibilità percorribile per la soluzione del
“problema”.
Nei 18 mesi precedenti la transumanza sono state scritte centinaia di pagine per raccontare la loro
storia, monitorato giornalmente i cavalli, messi in campo strumenti di ogni tipo per portare a
termine ogni singola fase, analizzato e dotati di microchip tutti gli esemplari, foraggiato i cavalli e
pulito le zone recintate e ……. tantissime altre cose che, nel loro insieme, quantificano l’enorme
impegno profuso.
Ma tutto questo non lo abbiamo fatto da soli, non era nelle nostre possibilità affrontarlo da soli ed è
quindi giusto e doveroso far giungere, a tutti coloro che hanno speso anche un solo minuto del loro
tempo, un sincero e dovuto
RINGRAZIAMENTO
per il contributo offerto in questa nobile causa:
o Alla Provincia di Como, nelle persone dell’Assessore Dario Bianchi e del dott. Marco
Testa, Funzionario Responsabile per i Grandi Eventi, che hanno creduto nel progetto senza
mai disattendere le aspettative di tutti coloro che hanno creduto nel loro apporto e che
cercano nelle istituzioni un partner disponibile, sempre pronto ad affrontare problematiche e
tematiche di ogni genere adottando soluzioni adeguate.
o Alla Prefettura di Como, garante delle operazioni, che ha permesso a tutte le parti
coinvolte di muoversi concretamente nel rispetto dei ruoli e dei tempi, sollecitando all’uopo
le scadenze predisposte per la conclusione di ogni singola fase.
o Alla Comunità Montana Lario Intelvese, nelle persone del Dr. Oscar Gandola e del Dr.
Spadoni, che hanno svolto un ruolo determinante per la fase di analisi dei soggetti e per il
reperimento dei terreni, in Valle d’Intelvi, da assegnare a pascolo per i nostri amici del
Bisbino.
o Alla ASL di competenza, nella persona del Dr. Marelli che ha coordinato le operazioni
relative alla profilassi veterinaria eseguita all’interno del recinto in Monti di Lenno
o Al Sindaco del Comune di Lanzo, D.ssa Patrizia Zanotta e ai suoi Assessori che sin da
subito si sono dimostrati sensibili alla problematica loro sottoposta mettendo a disposizione
per i cavalli del Bisbino svariati ettari di terreno, limitrofo alla struttura Giacche Verdi, per il
ricovero del branco durante la stagione invernale.
o Al Sindaco e ai Municipali del Comune di Breggia che, in seguito ai risultati ottenuti
nella gestione dell’emergenza cavalli del Bisbino ha deciso di appoggiare l’azione
dell’Associazione omonima con un contributo in denaro da destinare al mantenimento del
branco.
o Alla signora Deborah Elmi, per aver risposto con solerzia e sensibilità rare al nostro grido
di aiuto, quando, lo scorso autunno, eravamo alla ricerca disperata di un terreno dove
ricoverare i cavalli per l’inverno.
o Al caro amico Fazio, squisito confinante di Monti di Lenno, che ci ha sostenuto e aiutato
durante il soggiorno dei cavalli all’interno della recinzione, limitrofa alla sua abitazione.
o Ai volontari della Protezione Civile, LUPI sez. Cinofila di Como, al loro Responsabile
Guido e al caro amico Mirco che, per tutto l’inverno hanno provveduto con i loro mezzi, a
monitorare e trasportare il foraggio in quota, dentro e fuori la recinzione e a farci da guide
lungo i sentieri del monte Bisbino, loro territorio di addestramento.
o All’Associazione Cacciatori della Provincia di Como che, tramite alcuni dei suoi
rappresentanti, con velocità sorprendente, su incarico della Provincia di Como, ha recintato
tutto il terreno messo a disposizione dalla famiglia Elmi in territorio di Moltrasio, località
Monti di Lenno.
o Al Guardacaccia Terzaghi e al prezioso Giovanni della Provincia di Como intervenuti per
la sedazione a distanza dei soggetti che presentavano riluttanza nella fase di prelievo del
sangue e posizionamento dei microchip, nonché in supporto, pronti ad intervenire, durante la
fase della transumanza.
o Alle Associazioni Italiane e Svizzere che sin dall’inizio, insieme a noi, si sono mosse con
tutte le loro forze per la riuscita dell’intero progetto:
o Gli AMICI DEI CAMOSCI del Monte Generoso – Arch. Tita e Luigia Carloni
O ATRA/CDA (Associazione Svizzera contro la vivisezione) – Max e Simona Mombelli
O ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) sede di Como – Marco Marelli
O LAV (Lega italiana Antivivisezione) – sede di Como – Avv. Massimo Pivi
o OIPA (Organizzazione Internazionale di Protezione Animali) – Cristina Gusmeo
o SPAB (Società di Protezione Animali di Bellinzona)
e a tutti i loro iscritti e simpatizzanti i quali, attraverso le loro donazioni, hanno contribuito
concretamente al sostegno dei cavalli del Bisbino, permettendoci di acquistare foraggio per
tutto l’inverno.
o A tutti i soci fondatori dell’Associazione Cavalli del Bisbino Onlus e soprattutto alla sua
Presidente, Dr.ssa Maria Chiara Lietti che, con coraggio e tenacia, hanno sempre creduto,
fino all’ultimo, di potercela fare.
o Ai volontari di Protezione Civile di Ronago, carissimi e preziosissimi amici e colleghi che,
condotti dal loro responsabile Ugo Falchi, sono accorsi senza esitazione alla nostra richiesta
di supporto in occasione della transumanza, mettendo a disposizione gli automezzi,
l’attrezzatura radio e la loro professionalità.
o A colleghi Giacche Verdi dei Gruppi Parco del Ticino e Valcamonica giunti in appoggio
al Gruppo Intelvese e ai rispettivi capi gruppo Daniele Scocchia, Martino Filippi e
PierFranco Tonolli.
o Alla Giacca Verde Soldati Graziano, ideatore e pianificatore del percorso della
transumanza ma soprattutto ai figli Fabio e Roberto Soldati, al genero Marco Peduzzi e al
loro amico Gianfranco Lanzani che, a cavallo delle loro moto da trial, hanno reso
realizzabile la transumanza. Senza la loro presenza non avremmo raggiunto tale risultato.
o A tutti i giornalisti della televisione e della carta stampata, italiani, svizzeri, tedeschi e
chissà di quale altri paesi che, con i loro servizi, hanno contribuito a diffondere questa storia
dando risonanza internazionale al caso e tenendo sempre alta l’attenzione dell’opinione
pubblica:
o RAI 3, RAI 2 e RAI 1
o RTSI, SRG, SSR
o Televisione della Svizzera Romanda
o Espansione TV
o TeleTicino
o Ticino on-line
o Corriere della Sera
o La Provincia
o Il Giorno
o La Regione Ticino
o Il Corriere del Ticino
o Cavallo Magazine
o L’informatore
o Sonntag Blick
o NZZ (Neuer Zürcher Zeitung) di Zurigo
o Agenzia di stampa T-PRESS
e altri…..
o Infine a tutti i volontari, provenienti da ogni parte, esperti e non che, per semplice amore
verso questi splendidi animali, hanno voluto dare il loro contributo durante la fase più
difficile e delicata: la transumanza dei Cavalli del Bisbino. Grazie a:
Arienti Rudy
Cianti Elisabetta
Elmi Deborah
Elmi Micol
Filippi Martino
Indimeo
Annamaria
Maranesi Ornella
Mazza Francesco
Rimoldi Patricia
Romerio Paolo
Scocchia Andrea
Scocchia Daniele
Soldati Graziano
Tonolli Pierfranc
Andreotti Anton.
Bazzurri Simona
Bergna Tornelli A.
Bertoni Ingrid
Bianchi Alessandro
Bosello Andrea
Brunatti Sharon
Caccia Massimo
Camporesi Anna
Canova Ornella
Carloni Luigia
Carloni Tita
Cometta Claudio
Conza Francesco
Costantini Riccardo
De Palma Claudia
Falchi Ugo
Falchi Matteo
Falchi Daniel
5 volont. di P.C.
Gamboni Gea
Gamboni Marina
Gamboni Silvia
Garzoni Ursula
Giacosa Aldo
Giulini Andrea
Gusmeo Cristina
Keller Damaris
Leggieri Tommaso
Maggi Martina
Marelli Marco
Molinari Claudio
Molteni Max
Mombelli Simona
Mombelli Veronica
Muzenhardt Jürgen
Picozzi Tiziano
Piero Sesana
Poppen Wolfang
Quaglietta Alessia
Risse Antoine
Romerio Paolo
Rüedi Jeannette
Scacchi Manuela
Serritiello Rita
Sulmoni Lanfranco
Traversa Fabio
Valsangiacomo C.
Con la speranza di aver ricordato tutti, rivolgo il miei più vivi ringraziamenti per il magnifico
lavoro di squadra e auguro ad ognuno di voi un buon proseguimento di giornata. Cari saluti
Lanzo d’Intelvi, 8 giugno 2010
A.N.Gi.V Lombardia
Il Presidente ad interim
Arch. Antonio Cianti
Fly UP