...

16_20 eric pearl_016_020 SIRIO 373

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

16_20 eric pearl_016_020 SIRIO 373
16_20 eric pearl_016_020 SIRIO 373 31/03/14 16:14 Pagina 16
a
v
i
s
u
l
c
s
e
a
t
s
Intervi
Eric Pearl
RICONNETTERSI
PER GUARIRE
Esiste una realtà spirituale più ampia, costituita da
energia vivente, con la quale possiamo imparare
a connetterci e che può favorire la nostra guarigione,
a tutti i livelli, e anche quella dell'intero pianeta. Ad affermarlo
è il dottor Eric Pearl, guaritore di fama mondiale, e creatore della Reconnection
di Anna Maria Morsucci e Roberto La Ricca
Lei sostiene che la malattia
Quando un uomo va oltre gli schemi della nordel corpo è espressione di
malità è destinato ad attirarsi scetticismo e diffiuna disarmonia energetica, e
denza ma anche molta curiosità e seguito. È il caso
che si può ottenere la guarigione
del dottor Eric Pearl, fondatore e divulgatore di
del paziente attraverso la riconfama mondiale della Reconnection, un processo di
nessione. Di che cosa si tratta?
guarigione energetica attraverso la riconnessione
dei meridiani del corpo ai meridiani energetici della
È qualcosa di estremamente semTerra e dell’Universo. Secondo il dottor Pearl oggi
plice. Con la riconnessione siamo
siamo di fronte a una “pioggia” di nuove frequenze
noi che ci riconnettiamo a quella che
energetiche di guarigione che agiscono direttamente
è la nostra interezza originaria, con le
sulla frequenza vibratoria del nostro Dna. E ognuno di
nostra diverse vite e torniamo alla luce.
noi può ottenere la “guarigione” riconnettendosi con la
La luce da cui arriviamo e a cui ritornerefonte da cui proviene questa energia universale. Pearl,
mo. E nel fare esperienza di questo passaggio
che prima di dedicarsi alla riconnessione aveva uno
verso la nostra interezza diventiamo più coestudio di chiropratico a Los Angeles molto avviato, vanta
renti e più armonici e arriviamo a delle vibraal suo attivo migliaia di “guarigioni”, milioni di copie
zioni sempre più alte. E le densità nella nostra
vendute in tutto il mondo del suo libro “The Reconnection,
persona, che potevano manifestarsi con interfeguarisci gli altri, guarisci te stesso” (in Italia edito da
renze nello stato di salute, nell’evoluzione di vita,
Mylife) e un esercito di più di 75mila operatori della reconnelle relazioni o nella carriera, non hanno più nulla
nessione che operano in 60 paesi. “La riconnessione è un
a cui aggrapparsi. Man mano che queste densità si
processo che ci riconnette con la pienezza dell’universo e con la
sciolgono diveniamo sempre più armoniosi, sempre
nostra vera essenza” ci ha spiegato Eric Pearl, che abbiamo
più in linea con la nostra luce. Anche se la prima
incontrato in occasione del seminario che ha tenuto a
evidenza di tutto questo può apparire una guarigione
Milano “ma non è necessario ammalarsi per ricevere una
fisica la riconnessione interviene anche sulla nostra espanguarigione ovvero per continuare nella nostra evoluzione
sione personale, a livello mondiale e portando un contributo
e per espanderci”.
all’evoluzione dell’intero Universo.
16
16_20 eric pearl_016_020 SIRIO 373 31/03/14 16:14 Pagina 17
I
Nei suoi libri
racconta di una
zingara conosciuta
sulla spiaggia che si
offrì per “rimettere in connessione i meridiani del corpo
con la griglia che si forma tra i
pianeti e che ci mette in contatto con
le stelle e gli altri corpi celesti”. E
che lei nonostante lo scetticismo accettò. Da lì iniziò a sentirsi diverso.
Pensa che tutti possano accedere a
questo processo?
È una domanda semplice ma che
contiene diversi punti. La donna sulla
spiaggia non faceva riconnessioni. È
come se le avessero dato una chiave
e lei dovesse trovare la serratura che
andava bene per quella chiave. E
guarda caso io ero proprio la serratura
di quella porta che si è aperta dopo
che è stata inserita la chiave. Il dono
non ero io ma quello che è passato
attraverso quella porta dopo che è
stata aperta. Quando una persona
meravigliosa entra da una porta, il
dono non è la porta ma quello che ci
passa attraverso. Io sono stato solo
un mezzo.
Questo è stato capace di farlo lei.
Forse non è possibile per tutti...
È accaduto a me solo per una frazione
di secondo. Il dono subito dopo essere
passato attraverso di me è stato continuamente condiviso con le persone
con cui sono entrato in contatto. Il
dono era diventare una prosecuzione
di quella porta e fare in modo che anche altre persone potessero passarvi.
Immaginiamo di essere in un edificio
estremamente caldo, soffocante e fuori
c’è una brezza molto piacevole. Io
sono la porta di quell’edificio ma il
dono non sono io, è la brezza. Quindi
se io apro la porta e per questo entra
la brezza, anche se la porta l’ho aperta
io, il dono non è la porta ma la brezza.
E poi man mano altre persone aprono
altre porte fino a far passare sempre
più brezza...
E la prima porta non è più speciale
rispetto a tutte le altre che poi si
sono aperte?
No, perché tutte le porte lasciano entrare la stessa piacevolissima brezza.
C’è questa tendenza a vedermi come
una persona speciale. In realtà probabilmente sono stato speciale e unico
per una frazione di secondo, ma tutti
gli altri possono diventarlo.
17
16_20 eric pearl_016_020 SIRIO 373 31/03/14 16:14 Pagina 18
a
t
s
i
v
r
e
Int
Il parere della scienza
re il supporto in
La guarigione riconnettiva sembra trova
atori delle uniricerc
i
Alcun
.
alcune recenti teorie della fisica
enze ed hanno
frequ
te
ques
ato
studi
o
hann
icane
versità amer
Schwartz,
Gary
bili.
tifica
quan
visto che sono monitorabili,
direttore del
,
ologo
neur
co,
medi
,
logia
psico
di
professore
olezza e salute
Laboratorio per l'avanzamento della consapev
che l’energia
re
prova
a
ito
riusc
è
a,
rizon
dell'A
sità
dell’univer
monitorata.
e
esser
può
altro
inviata da un uomo verso un
Lei ha avuto una lunga carriera
come chiropratico prima di dedicarsi alla riconnessione. Oggi come
si definisce?
Lei dà per scontato che io inizialmente mi sia definito un chiropratico. Era un aspetto della mia vita.
Tutti noi siamo come dei diamanti
e in alcune fasi della vita ci concentriamo su alcune particolari facce
del diamante. In quel momento ero
concentrato su quella faccia che mi
faceva dire che ero un chiropratico.
Ma non credo che questo mi definisse. L’attività di chiropratico serve
a rimuovere le interferenze tra cervello e corpo in modo tale che il
paziente possa ritornare a una situazione di equilibrio. Viene praticata a livello fisico. La guarigione
riconnettiva è una versione più
espansa a livello universale di questo
tipo di pratica. E si realizza senza
contatto. La guarigione riconnettiva
permette di avere accesso a una
da un elettrocarLe onde energetiche del cuore, misurate
rali del ricevente,
celeb
onde
sulle
o
imon
impr
si
a,
amm
diogr
bio di energia
scam
Lo
ma.
gram
efalo
oenc
misurate da un elettr
nudo. Ma c’è
io
occh
dunque esiste anche se non visibile ad
convergenza
la
che
o
ngon
soste
i
tistic
di più. Alcuni fisici quan
cambiando,
stia
sia
della Terra con quella della nostra Galas
ndo nuove
attiva
o
stian
si
fica
modi
ta
e che in virtù di ques
frequenze dagli effetti tutti da verificare.
manifestazione espansa di energia, luce
ed informazione; e quando viene introdotta nel corpo della persona le fa
ricordare di essere a sua volta una manifestazione espansa di energia, luce e
informazione. Questo allontana le interferenze e riporta il corpo in uno stato
di equilibrio. Pensiamo che ci sia un ritorno della funzionalità del braccio,
dell’occhio, ma in realtà è un ritorno a
un naturale stato di equilibrio.
In che cosa la sua tecnica di guarigione
si differenzia dalle altre? Se qualcuno
conosce e pratica le altre può fare la
riconnessione?
Le tecniche di guarigione energetica
che conosciamo, vecchie e nuove, sono
piene di falsità. C’è una tecnica che
dice “ti devi muovere, spostare in direzione oraria”, un’altra che dice “no,
no, devi spostarti in direzione antioraria”. Un’altra ancora: “devi passare attraverso sette livelli di liquido trasparente”; un’altra: “serve un liquido più
denso”. Una dice di togliere tutte le
negatività in una bacinella d’acqua,
un’altra che ci vuole anche il sale. Dobbiamo demistificare il processo di guarigione e permettere che diventi chiaro
e semplice per tutti. E se non siamo disposti a farlo chiediamoci perché. Le
tecniche di guarigione energetica che
ognuno ha già praticato svolgono un
ruolo molto importante perché aiutano
a trovare un equilibrio. Sono come le
rotelline che si mettono alla bicicletta
per imparare ad andarci. E come le rotelline alla bicicletta, quando abbiamo
imparato ad andarci, diventano un limite. Per essere veramente capaci di
andare in bicicletta dobbiamo abbandonarle. Le tecniche arrivano a un
punto e poi possono diventare una limitazione se non siamo in grado di toglierle. La guarigione riconnettiva in
realtà non è una tecnica, non lo è mai
stata. Il suo scopo è mostrarci il modo
per rimuovere le rotelline e quindi di
trascendere le tecniche.
Come funziona la guarigione riconnettiva
Obiettivo della Reconnection è riconnettere i filamenti del Dna, una molecola
complessa costituita da due filamenti connessi tra loro da una spirale a doppia
elica. La scienza ci insegna che ogni essere umano ha questi filamenti in ogni molecola di Dna presente nel corpo e che questa configurazione rappresenta la base
del nostro codice genetico. Ciò che la scienza non dice, e che invece sostiene Eric
Pearl, è che una volta probabilmente avevamo 12 filamenti di Dna e con esse
molte informazioni supplementari. Perciò la Reconnection ricollega i filamenti
permettendo alla persona di entrare in contatto con ciò che una volta era, con
una parte più espansa di sé. La guarigione riconnettiva non richiede contatto tra
la persona che la pratica e chi la riceve. Può essere usata per ottenere la
18
16_20 eric pearl_016_020 SIRIO 373 31/03/14 16:14 Pagina 19
Lei parla di un grande spostamento di età che noi staremmo vivendo.
Che cosa significa questo e quali opportunità può portare?
Le ha già portate. Ci siamo proprio dentro. L’opportunità è quella di
vederle. In passato erano nascoste dall’illusione del tempo e dello spazio.
Noi siamo in una sorta di bolla, di palloncino quadridimensionale che è
fatto di lunghezza, altezza, profondità e tempo. Dentro questo palloncino
c’è l’energia. E il palloncino è la nostra esistenza. Fuori c’è l’universo,
infinito, multidimensionale. Oggi il tempo si muove più velocemente
e contemporaneamente in tutte le direzioni. Si sta espandendo.
E dato il che il tempo fa parte del palloncino, questo significa che il
palloncino si sta espandendo. E come con un palloncino: man
mano che lo gonfiamo diventa più sottile e la superficie più tesa,
più trasparente e permeabile. Così la nostra coscienza si espande.
Le tecniche energetiche che avevamo usato in passato si sono concentrate sull’energia che stava dentro il palloncino. Ma oggi man
mano che lasciano andare le nostre tecniche possiamo accedere
accediamo all’interezza dell’energia.
Dice che la riconnessione permette di accedere a un’energia
nuova per il nostro pianeta. Che cosa intende?
Come ha spiegato la fisica quantistica il tempo è un’illusione.
Perciò man mano che il nostro palloncino tende a rarefarsi e si
dissolve, libera l’energia che c’era dentro che incomincia a mischiarsi e a interagire con tutto quello che c’è fuori nell’universo.
In questo le frequenze sembrano essere nuove per il nostro
pianeta. Perché se da una parte è vero che questa energia
c’è sempre stata, prima esisteva fuori dal palloncino.
Man mano che ci mischiamo con questa
energia diventiamo sempre più degli
esseri senza tempo, che è la nostra
vera natura. Ieri ho incontrato
uno dei nostri ricercatori italiani
più noti e abbiamo parlato del
perché c’è tanto interesse sulla
guarigione riconnettiva. Credo che
uno dei principali motivi è perché
le guarigioni sono istantanee e tendono
a essere durature. Sembra che il tempo non
sia una limitazione o un’interferenza.
guarigione del corpo, della mente e dello spirito. Attraverso
dei movimenti effettuati con le mani l'operatore di riconnessione
immette le frequenze energetiche che entrano in vibrazione
con le frequenze del Dna della persona. Le mani vengono
usate come “bacchetta magica” per far passare l'energia. E
infatti la prima cosa che insegna Pearl nei suoi seminari è
proprio l'attivazione delle mani in modo che l'operatore possa
imparare e riconoscere e a ricevere l'energia guaritrice e farla
passare attraverso di lui. Una sessione di Guarigione Riconnettiva dura tra i 30 e i 40 minuti e sono normalmente racco-
mandate da una a tre sessioni al massimo. Alla persona che
riceve un trattamento di riconessione viene chiesto di sdraiarsi
su un lettino per massaggi, completamente vestita. A quel
punto l'operatore inizia a lavorare intorno a lui senza toccarlo.
Alcune persone riferiscono che durante la sessione provano
una profonda sensazione di pace e di rilassamento e sensazioni
fisiche. Le sessioni di guarigione riconnettiva possono anche
essere effettuate a distanza (per i bambini, gli animali, le
persone in ospedale o nei casi in cui i pazienti non possano
essere visitati di persona).
19
16_20 eric pearl_016_020 SIRIO 373 31/03/14 16:14 Pagina 20
a
t
s
i
v
r
e
Int
I suoi seminari hanno un prezzo
piuttosto alto. Come si pone
di fronte a una persona che
non può pagare?
Tutto nella vita può essere
ricondotto al nostro sistema
di valori e alle nostre priorità.
Non è una cosa rara che una
persona venga da me e mentre dice che non può pagare
il seminario gli suoni il cellulare per programmare la seduta dal parrucchiere. Allora
dobbiamo chiederci a che punto
è la riconnessione nel nostro sistema di valori. Vediamo un anello
che ci piace, mettiamo da parte i
soldi per comprarlo, decidiamo di andare a scuola mettiamo da parte i soldi
per l’istruzione. Il mio seminario dà la
possibilità di diventare un operatore di
guarigione riconnettiva e ovviamente
di supportare noi e altri nel processo di
guarigione. Se una persona è veramente
motivata a farlo può aspettare un po’
per la vacanza o per farsi la tinta dal
parrucchiere.
Il suo libro The Reconnetion è uscito
alcuni anni fa. Da allora è cambiato
qualcosa nella sua pratica?
Ciò che rende la riconnessione quello
che è sono le leggi universali che la
guidano. La sua filosofia non è altro
che la manifestazione della verità. E la
verità non cambia. Non c’è nulla di diverso. Tuttavia come qualunque cosa
viva, e la riconnessione è una cosa viva,
Chi è Eric Pearl
citato
Eric Pearl ha eser
sione di
es
of
pr
la
ni
per 12 an
un grupdo
an
a qu
chiropratico fino
dire che
a
ò
izi
in
i
nt
po di suoi pazie
e mani
su
le
ro corpo
sentivano sul lo
l racar
Pe
a.
av
cc
to
li
anche se lui non r due mesi gli si rii pe
conta che le man e e provò strane senich
sc
ve
di
no
essere
copriro
zienti dissero di
sazioni. I suoi pa guariti da gravi malattie.
”
“miracolosamente ha cominciato a curare i
to
Da quel momen esto modo. Pearl ha insequ
i del monsuoi pazienti in
ione in molti paes
gnato la riconness to a parlare alle Nazioni
do ed è stato invia ni sono state pubio
Unite. Le sue lez riviste, tra cui
blicate su molte
.
il New York Times
continua a espandersi. La consapevolezza si espande e quello che permettiamo a noi stessi di vedere e di provare.
Più vediamo e più conosciamo e più
permettiamo a noi stessi di vedere.
Lei racconta di aver assistito a oltre 50
canalizzazioni da parte di suoi pazienti
che le portavano messaggi di entità.
Molte risalgono agli anni ‘90 e anticipavano che in questi anni il nostro
pianeta avrebbe attraversato delle fasi
critiche. A che punto siamo?
Quello che mi è stato riportato è un
messaggio universale, non una previsione di catastrofi. Anche perché non
credo in un destino manifesto e pre-
costituito. Quello che ci è stato detto è
di diventare consapevoli delle nostre
scelte. Le cose che scegliamo ci portano
alla vita che abbiamo. Se fosse un monito sarebbe “rimani conscio di quello
che fai”.
Sirio nasce come rivista di Astrologia.
Cosa pensa di questa materia?
L’Astrologia offre agli individui una
comprensione approfondita della vita
che si sono scelti, e anche di quelle passate. Mi affascinano anche i suoi diversi
approcci e le comprensioni profonde
che ognuno ha portato. Ma non credo
che l’oroscopo di una persona indichi
un percorso già stabilito. Può indicare
quello che ci siamo scelti nel passato
per arrivare a vivere l’oggi. Una delle
espressioni che più mi piacciono è “viviamo in un universo di libero arbitrio,
che ci piaccia o no”.
Il tema di nascita
Eric Pearl è Scorpione, Ascendente Vergine. Nel sua tema
di nascita si nota subito uno stellium tra Luna-GiovePlutone fortemente legato alla “guarigione energetica”. Plutone è significatore delle “frequenze”, la Luna evidenzia le
capacità di ricezione, Giove va inteso come “benessere” e
insegnamento. L'Ascendente Vergine si trova spesso in persone che si occupano di cura. Una congiunzione tra Mercurio
e Nettuno evidenzia la capacità comunicativa e l’aspetto
medianico. Urano in quadratura ai due indica la difficoltà a
20
far camminare sullo stesso piano tecnica e rivelazione fideistica. Una quadratura tra Venere in Sagittario e lo
stellium limita l’affettività e la congiunzione tra Sole e
Saturno gli fa privilegiare l’aspetto “scientifico” e pratico,
consapevole della portata “rivoluzionaria” del messaggio.
Attualmente è alle prese con il ritorno di Saturno sulla sua
posizione natale: c’è da pensare che stia meditando decisioni
rispetto ai modi di diffondere di ciò che gli è “stato donato”
e che stia lavorando su nuove strutture organizzative.
Fly UP