...

Disco di rottura DONADON tipo STD

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Disco di rottura DONADON tipo STD
1
2
3
4
5
CATALOGO 2013
1. Presentazione Donadon SDD
2. Dispositivi di sicurezza a disco di rottura
3. Dischi di rottura serie NS NanoScored
a. SCD/NS
Disco NanoScored
b. SCR/NS
Disco NanoScored inverso
c. Y90/NS
Disco inverso
d. Dischi NS NanoScored per applicazioni sanitarie
4. Dischi di rottura metallici
a. SCD Disco microinciso
b. SCR Disco microinciso inverso
c. Y90 Disco inverso
d. STD Disco solido
DCD Disco composito
e. DIF Disco da montare tra flange
f. LPD Disco per bassa pressione
g. TCD Disco composito per trasporto
h. Unità Sigillate
i. SU/T Saldate
ii. SU/M Avvitate
i. Dischi certificati ATEX
j. Rivestimenti ed Esecuzioni speciali
5. Dischi di rottura Grafite
a. GM Disco monoblocco
b. GR Disco sostituibile con portadisco
c. GA Disco in grafite montato in anello di acciaio
6. Portadischi e supporti
a. Portadischi
i. HI
ii. AZ60
iii. Sanitari
iv. GR
v. GA
b. Supporti
7. Pannelli di sfogo
a. Rettangolari
b. Circolari
c. Pannelli certificati ATEX
8. Segnalatori
a. SVT / AT
Elettrico
b. IRP
Elettrico
c. NAM03/HT Magnetico
d. NAM05
Induttivo
e. OFI 04
Ottico
f. OFI 07
Ottico
9. Valvole di sicurezza
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
7
10
13
14
15
16
17
pag.
pag
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
18
19
20
21
22
23
24
25
26
pag. 27
pag. 28
pag. 29
pag. 30
pag. 31
pag. 32
pag. 33
pag. 34
pag. 35
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
pag.
36
37
38
39
40
40
41
6
Presentazione Donadon SDD
Dischi di rottura e pannelli di sfogo sono i prodotti principali di Donadon Safety Discs and
Devices Srl (in breve, “Donadon SDD”), lo specialista assoluto con più di 60 anni di esperienza
nella produzione di Dischi di rottura.
La gamma di produzione di dispositivi di sicurezza per la protezione degli impianti dalle variazioni
di pressione include:
 dischi di rottura in acciaio inossidabile, leghe speciali, Nichel, Titanio, Tantalio e grafite;
 pannelli di sfogo per la protezione degli impianti con rischio di esplosione;
 segnalatori di rottura anche per ambienti con atmosfera esplosiva.
Donadon SDD presenta anche una vasta gamma di valvole di sicurezza in modo da offrire ai clienti
un servizio integrato. Da gennaio 2008 Donadon SDD opera in un nuovo stabilimento, dotato di
nuove attrezzature produttive e di collaudo che permettono di:





mantenere la qualità dei prodotti al massimo
livello
sviluppare nuovi modelli all’avanguardia
della tecnologia,
offrire un elevatissimo livello di servizio
(evasione di commesse personalizzate in solo
due settimane e possibilità di soddisfare in
pochi giorni le richieste di ricambi più
urgenti)
aumentare la capacità produttiva in linea con
le crescenti richieste del mercato
continuare ad offrire un listino molto
competitivo
Negli anni successivi Donadon
SDD ha continuato ad
investire nello sviluppo di
nuove tecnologie di
produzione ed in particolare
nella fabbricazione con
processo integralmente laser
della nuova serie di dischi NS
NanoScored che costituisce
una innovazione sostanziale ed
all’avanguardia della
tecnologia mondiale.
7
Donadon SDD ha anche investito in
nuovi impianti di produzione di
ultima tecnologia e in strumenti di
progettazione e controllo quali il
software Solidworks ed una macchina
di misura OGP in grado di misurare e
fotografare con la definizione di 1
micron
Donadon SDD produce dischi con pressione di rottura da 5 millibar a 4000 bar, anche in funzione
del diametro e del materiale.
I sistemi di prova sono in grado di collaudare i
dischi fino al diametro DN 900 e alla
temperatura di 500°C.
L’organizzazione e le procedure sono
improntate ad assicurare la costante
realizzazione di prodotti di alta qualità, in linea
con la norma ISO 9001-2000. I prodotti sono
certificati PED (Direttiva Europea 97/23/CE) ed
ATEX (Direttiva Europea 94/9/CE).
Il servizio tecnico e il servizio commerciale
sono in grado di assistere efficientemente i
clienti e di sviluppare le soluzioni corrette e più
economiche.
La
dimensione
aziendale
ridotta
e
completamente dedicata a prodotti per la
sicurezza degli impianti permette di offrire
elasticità produttiva e organizzativa in
grado di soddisfare sia la domanda di serie
o sia le esigenze speciali.
8
Vantaggi dei dischi di rottura Donadon SDD
 Produzione su specifica del cliente
campo di costruzione 0%
 Produzione con macchine laser di
alta precisione controllate da
computer
 Elevata precisione anche per
pressioni di rottura basse
 Consegna in 2 – 3 settimane
 Consegne urgenti di dischi di
ricambio in pochi giorni
 Gamma completa sia per
pressione di rottura che per
diametro
 Vendita in tutto il mondo
 Prezzo competitivo
Supporto tecnico
Scelta del modello di disco di rottura, pannello di sfogo
e segnalatore di rottura
Il Servizio tecnico Donadon SDD, esaminate le esigenze
del cliente, elabora la proposta tecnica più appropriata e
suggerisce il tipo di disco, pannello o segnalatore di
rottura da installare
Scelta dei materiali di dischi, pannelli ed accessori
Donadon SDD è in grado di realizzare dischi di rottura ed
accessori in una vasta gamma di materiali e di consigliare
il cliente quelli con migliore compatibilità con i fluidi di
processo
Dimensionamento
Donadon SDD supporta i clienti nel dimensionamento dei dischi di rottura e dei pannelli di sfogo
applicando le equazioni definite nelle norme internazionali. Tuttavia il cliente è responsabile della
definizione dei parametri da utilizzare.
Pezzi speciali
Il Servizio Tecnico Donadon SDD è a disposizione
della clientela per risolvere in modo efficiente le
richieste di prodotti non standard.
Donadon SDD è disponibile a progettare in
collaborazione con i clienti ed a costruire pezzi
speciali per soddisfare esigenze specifiche.
9
Dispositivi di Sicurezza a Disco di Rottura
Impianti, serbatoi, reattori, silos e qualsiasi altro genere di
apparecchiature che lavorano in pressione possono essere
danneggiate o distrutte dall’incontrollato insorgere di
sovrapressione. Per proteggere le apparecchiature, ma
soprattutto le persone, sono utilizzati dispositivi di sicurezza
che permettono di eliminare l’eccesso di pressione, fornendo un
adeguato efflusso di fluido dall’apparecchiatura protetta.
Allo stesso modo e’ possibile proteggere le apparecchiature dai
rischi causati da depressione.
Il disco di rottura oltre ad adattarsi ad ogni tipo di esigenza, si
rivela particolarmente idoneo o addirittura indispensabile per
bassissime e altissime pressioni, alla presenza di fluidi tossici o
costosi, poiché non consente perdite di esercizio, è
un’apparecchiatura sicura e senza problemi di manutenzione e
molto economica.
10
Dischi di rottura e valvole di sicurezza
I dispositivi di sicurezza più utilizzati sono i dischi di rottura e le valvole di sicurezza che, con
caratteristiche costruttive e di funzionamento diverse, riescono ad ottenere lo stesso obiettivo.
Le principali caratteristiche dei due tipi di dispositivi sono confrontate nella tabella seguente.
APPARECCHIATURA
DISCO DI ROTTURA
Tipo di dispositivo
Posizione di montaggio
Comportamento al cessare della
sovrapressione
Protegge dalla sovrapressione
Protegge dalla depressione
Verifica periodica della taratura
Possibilità di variazione taratura
Taratura inferiore a 0,1 BAR
Taratura superiore a 500 BAR
Disponibilità di diametri
Disponibilità di materiali
Manutenzione
Costi
Perdite in esercizio
Semplice
Ogni posizione
Non richiude. Il disco
deve essere sostituito
Sì
Sì
Non richiesta
No
Sì
Sì
Elevata
Elevata
Minima
Contenuti
No
VALVOLE DI
SICUREZZA
Meccanico
Solo verticale
Richiude
Sì
No
Richiesta
Sì
No
No
Limitata
Limitata
Elevata
Elevati
Possibili
Valvole di sicurezza e dischi di rottura possono essere usati separatamente come dispositivi di
sicurezza primari o possono essere usati in congiuntamente
Le combinazioni possibili sono:
Disco e valvola in parallelo: il disco costituisce un dispositivo di sicurezza supplementare (normalmente
è tarato ad una pressione leggermente superiore a quella della valvola). Applicazione tipica:
protezione di serbatoi di gas liquefatti.
Disco a valle della valvola: il disco protegge la valvola da fluidi corrosivi presenti nel condotto di
scarico
Disco a monte della valvola: questa soluzione è la più frequente e permette di combinare i lati
positivi di entrambi i dispositivi: la tenuta ermetica del disco e la richiusura della valvola di
sicurezza. Inoltre il disco protegge la valvola isolandola da prodotti corrosivi o incrostanti e
riducendo la necessità di manutenzione del dispositivo più costoso e delicato. I vantaggi sono:
 Protezione della valvola da fluidi corrosivi o incrostanti
 Eliminazione di perdite dovute alla corrosione o allo sporcamente della sede della valvola
(molto importante per fluidi pericolosi)
 Riduzione dei costi di manutenzione della valvola (pulizia e taratura)
 Riduzione del costo della valvola perché può essere fabbricata in materiali più economici
 Possibilità di provare il corretto funzionamento della valvola senza fermare l’impianto e
senza smontare la valvola
Il disco è normalmente tarato alla stessa pressione della valvola; l’accumulo di pressione fra disco e
valvola deve essere evitato e lo spazio fra i due dispositivi controllato e svuotabile
11
Modelli di Disco di rottura
I dischi di rottura si possono suddividere in:
 In metallo
o Convenzionali
o Inversi o convessi
 In grafite.
La scelta del tipo di disco dipende dalle condizioni di esercizio cui è sottoposta l’apparecchiatura da
proteggere:
 I dischi metallici convenzionali presentano una superficie piana o concava sottoposta
all’azione della pressione. La rottura avviene quando la pressione/depressione vince la
resistenza meccanica del materiale, dopo aver progressivamente aumentato la bombatura del
disco.
 I dischi metallici inversi presentano una superficie convessa, sottoposta all’azione della
pressione: la forma del disco non subisce modifiche per la pressione sino al raggiungimento
del punto di rottura.
 I dischi in grafite sono indicati per fluidi aggressivi ed alte temperature. L’impiego è
normalmente limitato a pressioni basse e medie.
Le pressioni di rottura minime e massime realizzabili sono in funzione di:
 Modello del disco
 Dimensione
 Materiale
Le temperature di esercizio minime e massime sono in funzione del materiale del disco come da
tabella seguente:
DISCHI DI ROTTURA
Materiale
Acciaio Inossidabile AISI 304
Acciaio Inossidabile AISI 304L
Acciaio Inossidabile AISI 316
Acciaio Inossidabile AISI 316L
Acciaio Inossidabile AISI 321
Nichel 200
Monel 400
Inconel 600
Hastelloy C276
Titanio
Rame
Alluminio
T max.
280°C
280°C
315°C
315°C
315°C
400°C
427°C
427°C
480°C
300°C
200°C
260°C
T min.
-196°C
-196°C
-196°C
-196°C
-196°C
-196°C
-196°C
-196°C
-196°C
-60°C
-10°C
-10°C
Le temperature di esercizio dei dischi con membrana sono anche in funzione del materiale della
membrana.
MEMBRANE DI TENUTA
MATERIALE
Tipo
Elastomero
"
"
Acciaio Inossidabile
Alluminio
Rame
Sigla
PTFE
FEP
MYLAR
ASTM A 240 316L
ASTM B 209
ASTM B 569
LIMITI D'IMPIEGO
T max.
T min.
260°C
--204°C
--110°C
--315°C
-196°C
260°C
-10°C
200°C
-10°C
12
Dischi di rottura DONADON serie NS NanoScored
Donadon SDD presenta la nuova serie di dischi di rottura NS NanoScored, un ulteriore sviluppo
della sua tecnologia innovativa per la produzione di dischi di rottura incisi.
La serie di dischi di rottura NS Nanoscored comprende sia dischi a tensione (convessi) come i
dischi Donadon SCD/NS sia dischi a compressione (reverse) come i dischi Donadon SCR/NS (a
spicchi) o i dischi Donadon Y90/NS (ad apertura sulla circonferenza)
I dischi di rottura della serie NS Nanoscored sono completamente metallici e adatti a tutte le
applicazioni.
I principali vantaggi sono:
 accuratezza
 affidabilità
 resistente alla frammentazione anche per pressione di scoppio elevata
 pressione di rottura inferiore a 0,5 bar g (7 psi g) anche per DN 25
 disponibile in diametri da DN 10 a DN 600
 Flessibilità di materiali: acciaio inossidabile, Nickel, Inconel, Monel, Hastelloy, Titanio,
Tantalio
 Flessibilità di disegno
a. A compressione (reverse buckling) con 6 o più incisioni radiali (modello SCR/NS)
b. A compressione (reverse buckling) con incisione perimetrale (modello Y90/NS)
c. A tensione (forward acting) con 6 o più incisioni (modello SCD/NS)
 Per portadischi standard o sanitari (Tri-clamp)
 Tolleranza standard +/- 5% su tutta la gamma
 Tolleranza ridotta a richiesta del cliente
La nuova tecnologia di produzione sviluppata da Donadon SDD permette di fabbricare dischi di
rottura incisi anche con materiali di spessore molto basso (in pratica qualsiasi spessore disponibile
industrialmente) mantenendo alta affidabilità e bassa tolleranza.
E’ quindi possibile estendere il campo di pressioni di rottura disponibili a pressioni più basse di
quelle tradizionali.
13
Disco di rottura DONADON NanoScored tipo SCD/NS
Il disco di rottura Donadon SCD/NS è un disco con sezione tarata di tipo microinciso a forma di spicchio
caratterizzato dalla presenza di 6 o più
incisioni radiali.
Questo permette un’apertura più
completa ed una maggiore resistenza
al distacco dei petali. Ciò rende il
disco di rottura Donadon SCD/NS
particolarmente adatto ad alte
pressioni di scoppio.
E’ adatto al servizio con gas e liquidi
anche in condizioni di pressione
cicliche e pulsanti senza che ne sia
pregiudicata la sicurezza.
Il disco SCD/NS risponde alla sovra-pressione in millesimi di secondo senza frammentazione.
Particolarmente adatto per la protezione delle valvole di sicurezza.
Il disco di rottura Donadon NanoScored tipo SCD/NS consente rapporti tra pressione di esercizio e di rottura
sino all’85% ed un’ottima esistenza alla corrosione. Una maggiore protezione può essere ottenuta tramite
rivestimento in PTFE.
Inoltre i dischi SCD/NS possono in molti casi essere assoggettati a condizioni di vuoto assoluto senza
necessità di supporti.
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
SCD/NS
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Tantalio
No
DN 10 – DN 600
0,45 - 80 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Da – 196°C fino a 480°C
85 %
HI o AZ 60 con sede piana o conica; sanitario con sede piana
No
Si
Si
Ottima
Disponibile
SVT/AT o NAM 03HT o OFI
Si
14
Disco di rottura DONADON NanoScored tipo SCR/NS
Il disco di rottura Donadon SCR/NS è un disco a compressione o inverso con sezione tarata di tipo
microinciso a forma di spicchio caratterizzato dalla
presenza di 6 o più incisioni radiali.
Questo permette un’apertura più completa e una
maggiore resistenza al distacco dei petali. Ciò
rende il disco di rottura Donadon SCR/NS adatto
sia alte che a basse pressioni di scoppio.
E’ adatto al servizio con gas e liquidi anche in
condizioni di pressione cicliche e pulsanti senza
che ne sia pregiudicata la sicurezza.
Il disco SCR/NS risponde alla sovra-pressione in
millesimi di secondo senza frammentazione.
Particolarmente adatto per la protezione delle valvole di sicurezza.
Il disco di rottura Donadon Nanoscored tipo SCR/NS consente rapporti tra pressione di esercizio e di rottura
sino al 90% e un’ottima resistenza alla corrosione. Una maggiore protezione può essere ottenuta tramite
rivestimento in PTFE.
Inoltre i dischi SCR/NS possono in molti casi essere assoggettati a condizioni di vuoto assoluto senza
necessità di supporti.
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
SCR/NS
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Tantalio
No
DN 25 – DN 600
0,45 - 80 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Da – 196°C fino a 480°C
90 %
HI
No
Si
Si
Ottima
Non necessario
SVT/AT o NAM 03HT o OFI
Si
15
Disco di rottura DONADON Nanoscored tipo Y90/NS
Il disco di rottura Donadon tipo Y90/NS è un disco a compressione o inverso. microinciso lungo la
circonferenza.
Il disco tipo Y90/NS rappresenta l’alta
tecnologia del settore: la bombatura del
disco convesso non è modificata dalla
pressione di esercizio se non al
raggiungimento della pressione di
inversione. Ciò consente al dispositivo di
operare con rapporti tra pressione di
esercizio e pressione di rottura fino al 90%, e
di resistere a migliaia di cicli senza che ne
sia pregiudicata l’affidabilità.
Al momento dell’inversione l’apertura del
disco avviene in pochi millesimi di secondo
lungo la linea di incisione evitando formazione di frammenti e con apertura totale.
Il disco tipo Y90/NS subisce meno le variazioni di temperatura rispetto ai dischi convenzionali, di
conseguenza si rivela particolarmente adatto per applicazioni che prevedono ampie oscillazioni di
temperatura.
Particolarmente indicato per servizio con gas e liquidi e per isolare valvole di sicurezza.
L’ampia disponibilità di materiali e la consistenza degli spessori utilizzati consentono al disco tipo
Y90/NS una elevata resistenza alla corrosione; una maggiore protezione può essere ottenuta tramite
rivestimento in PTFE applicabile al lato processo.
Non richiede supporto per il vuoto.
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
Y90/NS
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Tantalio, Rame
No
DN 25 – DN 400
0,45 - 70 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Da – 196°C fino a 480°C
90 %
HI
No
Si
Si
Ottima
Non necessario
SVT/AT o NAM 03HT o OFI
Si
16
Dischi di rottura Donadon NS NanoScored per
applicazioni sanitarie
I dischi di rottura Donadon NS NanoScored sono particolarmente adatti per applicazioni asettiche
nelle industrie Farmaceutiche, Alimentari e Biotecnologiche, per impianti con tecnologia C.I.P.
(cleaning in place) e S.I.P. (steaming in place), e produzioni conformi alle Norme di Buona
Fabbricazione o Good
Manufacturing Practices
(GMP).
I dischi di rottura Donadon
NS NanoScored possono
essere inseriti in raccordi
tipo Clamp ( sanitari, TriClamp, ecc.) e sono
interamente costruiti in
metallo
(acciaio
inossidabile AISI 316L o
altre leghe secondo le
esigenze del cliente) e
presentano una superficie
liscia a contatto del processo
La tecnologia NS NanoScored permette di realizzare dischi di rottura con un ampio spettro di
pressioni di rottura per tutti i diametri.
In molti casi i dischi Donadon NS NanoScored possono essere realizzati con resistenza al vuoto
intrinseca, senza necessità di supporti.
Particolarmente
significativa
è
la
disponibilità di dischi per applicazioni
non-PED (pressione inferiore a 0,5 barg) e
resistenti al vuoto per diametri 1” ½ (DN
40) e superiori.
I dischi Donadon NS NanoScored per
raccordi Clamp possono essere sia
convenzionali (a tensione) come SCD/NS
sia reverse (a compressione) come
SCR/NS e Y90/NS. In tutti i casi aprono
completamente senza frammentazione.
Le guarnizioni standard sono in PTFE
certificato FDA.
17
Disco di rottura DONADON tipo SCD
Il disco di rottura Donadon SCD è un disco con sezione tarata di tipo microinciso a forma di spicchio
caratterizzato dalla presenza di 6 incisioni invece di 4.
Questo permette un’apertura più completa ed una maggiore
resistenza al distacco dei petali. Ciò rende il disco di rottura
Donadon SCD particolarmente adatto ad alte pressioni di
scoppio.
E’ adatto al servizio con gas e liquidi anche in condizioni di
pressione cicliche e pulsanti senza che ne sia pregiudicata la
sicurezza.
Il disco SCD
risponde alla
sovra-pressione in
millesimi di
secondo senza frammentazione.
Particolarmente adatto per la protezione delle valvole di sicurezza.
Lo spessore consistente del materiale impiegato per la costruzione
di questo disco consente rapporti tra pressione di esercizio e di
rottura sino all’85% ed un’ottima esistenza alla corrosione. Una
maggiore protezione può essere ottenuta tramite rivestimento in PTFE.
Inoltre i dischi SCD possono in molti casi essere assoggettati a condizioni di vuoto assoluto senza necessità
di supporti.
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
SCD
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Tantalio
No
DN 10 – DN 600
2 - 80 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 450°C
85 %
HI o AZ 60 con sede piana o conica; sanitario con sede piana
No
Si
Si
Ottima
Disponibile
SVT/AT o NAM 03HT o OFI
Si
18
Disco di rottura DONADON tipo SCR
Il disco di rottura Donadon SCR è un disco a compressione o inverso con sezione tarata di tipo
microinciso a forma di spicchio caratterizzato dalla presenza di 6
incisioni invece di 4.
Questo permette un’apertura più completa e una maggiore resistenza
al distacco dei petali. Ciò rende il disco di rottura Donadon SCR
particolarmente adatto ad alte pressioni di scoppio.
E’ adatto al servizio con gas e liquidi anche in condizioni di
pressione cicliche e pulsanti senza che ne sia pregiudicata la
sicurezza.
Il disco SCR risponde alla sovra-pressione in millesimi di secondo
senza frammentazione.
Particolarmente adatto per
la protezione delle valvole di sicurezza.
Lo spessore consistente del materiale impiegato per la costruzione
di questo disco consente rapporti tra pressione di esercizio e di
rottura sino al 90% e un’ottima resistenza alla corrosione. Una
maggiore protezione può essere ottenuta tramite rivestimento in
PTFE.
Inoltre i dischi SCR possono in molti casi essere assoggettati a
condizioni di vuoto assoluto senza necessità di supporti.
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE
(ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
SCR
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Tantalio
No
DN 25 – DN 600
2 - 80 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 480°C
90 %
Y90
No
Si
Si
Ottima
Disponibile
SVT/AT o NAM 03HT o OFI
Si
19
Disco di rottura DONADON tipo Y90
Il disco di rottura Donadon tipo Y90 è un disco a compressione o inverso. microinciso lungo la
circonferenza.
Il disco tipo Y90 rappresenta l’alta tecnologia del settore: la
bombatura del disco convesso non è modificata dalla pressione di
esercizio se non al raggiungimento della pressione di inversione.
Ciò consente al dispositivo di operare con rapporti tra pressione
di esercizio e pressione di rottura fino al 90%, e di resistere a
migliaia di cicli senza che ne sia pregiudicata l’affidabilità.
Al momento dell’inversione l’apertura del disco avviene in pochi
millesimi di secondo lungo la linea di incisione evitando formazione di frammenti e con apertura
totale.
Il disco tipo Y90 subisce meno le variazioni di temperatura
rispetto ai dischi convenzionali, di conseguenza si rivela
particolarmente adatto per applicazioni che prevedono ampie
oscillazioni di temperatura.
Particolarmente indicato per servizio con gas e liquidi e per isolare
valvole di sicurezza.
L’ampia disponibilità di materiali e la consistenza degli spessori
utilizzati consentono al disco tipo Y90 una elevata resistenza alla corrosione; una maggiore
protezione può essere ottenuta tramite rivestimento in PTFE applicabile al lato processo.
Non richiede supporto per il vuoto.
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
Y90
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Tantalio, Rame
No
DN 25 – DN 400
1,3 - 70 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 450°C
90 %
Y90
No
Si
Si
Ottima
Non necessario
SVT/AT o NAM 03HT o OFI
Si
20
Disco di rottura DONADON tipo STD
Il disco di rottura Donadon STD è un disco concavo convenzionale con sezione tarata di tipo solido.
E’ un sistema di protezione semplice ed
affidabile, adatto al servizio con gas e liquidi
anche in condizioni di pressione cicliche e
pulsanti
Il disco STD risponde alla sovra-pressione in
millesimi di secondo.
Sono disponibili supporti per il vuoto e per la
contro-pressione
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
STD
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Tantalio, Rame
No
DN 15 – DN 900
6 - 4000 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 450°C
70 %
HI o AZ 60 con sede piana o conica; sanitario con sede piana
Si
No
No
Ottima
Disponibile
SVT/AT
Si
21
Disco di rottura DONADON tipo DCD
Il disco di rottura Donadon DCD è un disco concavo composito; è formato da tre parti:
 una sezione metallica intagliata e forata
 una membrana di tenuta (normalmente in PTFE,
ma disponibile in un’ampia gamma di materiali)
 un fondello di protezione
Eccellente per
servizio con gas
e liquidi in
condizioni
statiche, ottimo
per basse
pressioni
Il disco DCD
risponde alla sovrapressione in
millesimi di secondo
con apertura totale e senza frammentazione.
E’ pertanto adatto alla protezione di valvole.
Sono disponibili supporti per il vuoto e per la contropressione
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
DCD
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Rame
PTFE, FEP, Mylar, Acciaio inossidabile, Alluminio
DN 15 – DN 900
0,01 – 100 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 315°C
80 %
HI o AZ 60 con sede piana o conica; sanitario con sede piana
No (solo membrana)
Si
Si
Buona – può essere protetto con membrana
Disponibile
SVT/AT o IPR o NAM 03HT o OFI
Membrana di protezione; rivestimento in PTFE
22
Disco di rottura DONADON tipo DIF
Il disco di rottura Donadon DIF è un disco concavo composito; è formato da quattro parti:
 una sezione metallica intagliata e forata
 una membrana di tenuta (normalmente in
PTFE, ma disponibile in un’ampia gamma di
materiali)
 un fondello di protezione
 un anello di taratura
Questo disco è stato creato per essere inserito tra
flange
Eccellente per servizio con gas e liquidi in
condizioni statiche, ottimo per basse pressioni
Il disco DIF risponde alla sovra-pressione in
millesimi di secondo con apertura totale. E’ pertanto adatto alla protezione di valvole.
Sono disponibili supporti per il vuoto e per la contro-pressione
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX).
Disco di rottura DONADON tipo DIF a doppia protezione
Il disco DIF può essere realizzato anche per la contemporanea protezione da pressione e
depressione. In questo caso il DIF DOPPIO è costituto da due dischi calibrati, una membrana in
PTFE e due anelli di taratura. La pressione di intervento può essere uguale in entrambe le direzioni
o differente (entro limiti da valutare in base alle condizioni di esercizio). In questo caso l’area di
passaggio del disco con pressione di rottura inferiore è ridotta
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
DIF
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Rame
PTFE, FEP, Mylar, Acciaio inossidabile, Alluminio
DN 15 – DN 900
0,01 – 5 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 315°C
80 %
Montaggio diretto tra flange
No (solo membrana)
Si
Si
Buona – può essere protetto con membrana
Disponibile
SVT/AT o IRP o NAM 03HT o OFI (con distanziale)
Membrana di protezione; rivestimento in PTFE
23
Disco di rottura DONADON modello LPD
Donadon SDD ha messo a punto i dischi modello LPD, una
soluzione semplice, affidabile, accurata ed economica per
applicazioni che richiedono protezione da pressioni (positive o
negative) molto basse.
Il loro uso principale è nella protezione contro i rischi di
implosione o rottura di serbatoi di stoccaggio o processo, cisterne
e silos con bassa resistenza strutturale, e quindi in grado di
sopportare solo lievi pressioni e depressioni.
Un settore di particolare interesse è quello dei fermentatori
per la produzione di biogas.
Il disco di rottura Donadon LPD è un disco piano composito; è formato da quattro parti:
 una sezione metallica intagliata e forata
 una membrana di tenuta (normalmente in PTFE, ma disponibile in un’ampia gamma di
materiali)
 un fondello di protezione
 un anello di taratura con lame per facilitare la rottura della membrana
I dischi Donadon SDD tipo LPD si aprono senza frammentazione ed evitano la contaminazione del
prodotto. I dischi LPD possono essere personalizzati per risolvere applicazioni e specifiche non
standard
I dischi LPD possono essere forniti con:
 Doppia protezione (pressione/vuoto)
 Supporto per vuoto o contropressione
 Segnalatore di rottura
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
LPD
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel,
Titanio, Rame
PTFE
DN 50 – DN 500
5 – 500 millibar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 260°C
80 %
Montaggio diretto tra flange
No (solo membrana)
Si
Si
Buona – può essere protetto con rivestimento
Disponibile
OFI (con distanziale)
Si
24
Disco di rottura DONADON tipo TCD
Il disco di rottura Donadon TCD è un disco concavo composito; è formato da quattro parti:
 una sezione metallica intagliata e forata
 una membrana di tenuta (normalmente
in PTFE, ma disponibile in un’ampia gamma di
materiali)
 un fondello di protezione
 un anello di taratura
Questo disco è stato progettato appositamente
per essere montato su serbatoi per camion o
carri ferroviari, contenenti liquidi e gas in
condizioni statiche, cicliche e pulsanti.
Il disco TCD risponde alla sovra-pressione in
millesimi di secondo con apertura totale.
E’ pertanto adatto alla protezione di valvole.
Sono disponibili supporti per il vuoto e per la contro-pressione
Disponibile in esecuzione conforme alla direttiva 94/9/CE (ATEX)
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
TCD
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel, Rame
PTFE, FEP, Mylar, Acciaio inossidabile, Alluminio, Rame
DN 50 – DN 65 – DN 80
3,75 e 4,84 bar g a 20°C
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 315°C
80 %
HI con sede piana
No (solo membrana)
Si
Si
Buona – può essere protetto con membrana
Disponibile
SVT/AT o NAM 03HT o OFI (con distanziale)
Membrana di protezione
25
Unità sigillate DONADON tipo SU
Le unità sigillate Donadon SU sono formate da un raccordo filettato in uno o due pezzi contenente
un disco di rottura calibrato..
Sono progettate per rendere facile ed affidabile il montaggio in impianto di dischi di piccola
dimensione che risulterebbero di difficile manipolazione in assenza di personale specializzato.
Il disco può essere saldato al raccordo (tipo SU/T) oppure inserito in un contenitore filettato e
sigillato (tipo SU/M)
Le unità sigillate SU/T e SU/M sono adatte al servizio con gas e liquidi anche in condizioni di
pressione cicliche e pulsanti
Le unità sigillate SU/T e SU/M rispondono alla sovra-pressione in millesimi di secondo e sono
raccomandate per proteggere impianti, apparecchiature e recipienti.
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
SU/T e SU/M
Acciaio inossidabile, Alluminio, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel, Rame
No
DN 3 – DN 40
20 - 4000 bar g (in funzione del materiale e del diametro)
da +/- 5 % a +/- 20%
Fino a 450°C
80 %
Incluso
Si
No
No
Ottima
No
No
Si
26
Dischi di rottura certificati ATEX
Donadon SDD produce dischi di rottura in
esecuzione conforme alla Direttiva Europea
94/9/CE (ATEX) con certificato Ex II 2 GD che
pertanto possono essere utilizzati in ambienti in
cui possono essere presenti atmosfere
potenzialmente esplosive (ambienti classificati di
categoria 1, 21, 2 e 22).
Sono disponibili in esecuzione ATEX i dischi
della serie NS NanoScored e quelli tipo SCD, SCR
DCD, DIF, TCD e Y90.
Per queste applicazioni possono essere abbinati gli
indicatori di rottura Donadon SDD certificati
secondo la Direttiva Europea 94/9/CE (ATEX)
27
Rivestimenti ed Esecuzioni speciali
Donadon SDD offre anche una grande varietà di esecuzioni speciali e rivestimenti.
Fra questi:
 rivestimenti in fluoropolimero di dischi e portadischi
 portadischi in PTFE caricato
 dischi e portadischi in metalli speciali
 esecuzioni speciali a filo diametro esterno flange
 portadischi pre-serrati
 esecuzioni a tenuta provata e certificata
Inoltre il servizio tecnico di Donadon SDD è a disposizioni dei clienti per proporre soluzioni
personalizzate ad esigenze specifiche
28
Disco di rottura DONADON tipo GM
Il disco di rottura Donadon tipo GM, di grafite monoblocco è un disco versatile adatto per
innumerevoli applicazioni, e può essere inserito
direttamente tra flange.
I dischi di rottura in grafite sono caratterizzati
dalla resistenza a fluidi aggressivi, anche ad alta
temperatura, e dalla bassa sensibilità della
pressione di rottura al variare della temperatura.
Il materiale impiegato è costituito da grafite
purissima
impregna
ta con
resine
fenoliche
in modo
da
ottenere un prodotto impermeabile.
L’apertura di questo disco è immediata e totale ma con
frammentazione
È previsto il supporto per il vuoto per pressioni di rottura
inferiori a 1,7 BAR; per tarature superiori, il disco è autosupportante
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
GM
Grafite
No
DN 15 – DN 300
0,017 – 10 bar g (in funzione del diametro)
da +/- 5 % a +/- 10%
Fino a 165°C
80 %
Incluso
Si
No
No
Buona
Disponibile
SVT/AT (con distanziale)
Si
29
Disco di rottura DONADON tipo GR
Il disco di rottura sostituibile Donadon tipo GR è montato in un portadisco in grafite o metallo.
Questo disco è versatile, adatto a innumerevoli
applicazioni.
I dischi di rottura in grafite sono caratterizzati
dalla resistenza a fluidi aggressivi, specialmente
se ad alta temperatura, e dalla bassa sensibilità
della pressione di rottura al variare della
temperatura. Il materiale impiegato è costituito
da grafite purissima impregnata con resine
fenoliche in modo da ottenere un prodotto
impermeabile. L’apertura di questo disco è
immediata e totale ma con frammentazione.
È previsto il supporto per il vuoto per pressioni di rottura inferiori a 1,7 BAR; per tarature superiori,
il disco è auto-supportante.
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
GR
Grafite
No
DN 25 – DN 200
0,07 – 10 bar g (in funzione del diametro)
da +/- 5 % a +/- 10%
Fino a 165°C
80 %
GR
Si
No
No
Buona
Disponibile
SVT/AT
Si
30
Disco di rottura DONADON tipo GA
Il disco di rottura Donadon tipo GA è un disco in grafite montato in un anello di acciaio
inossidabile o altro metallo che può essere
inserito direttamente tra flange.
Questo disco è molto versatile poiché unisce,
alla resistenza meccanica di un portadisco di
acciaio, le caratteristiche dei dischi in grafite
(resistenza a fluidi aggressivi, specialmente se
ad alta temperatura, e bassa sensibilità della
pressione di rottura al variare della
temperatura)..
Il materiale impiegato per il disco è costituito da
grafite purissima impregnata con resine fenoliche in
modo da ottenere un prodotto impermeabile.
L’apertura di questo disco è immediata e totale ma
con frammentazione
È previsto il supporto per il vuoto per pressioni di
rottura inferiori a 1,7 BAR; per tarature superiori, il
disco è auto-supportante.
Caratteristiche Tecniche
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Contenitore
Frammentazione
ATEX
Impiego sotto valvola
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
GA
Grafite
No
DN 25 – DN 300
0,07 – 13 bar g (in funzione del diametro)
da +/- 5 % a +/- 10%
Fino a 165 °C
80 %
Incluso
Si
No
No
Buona
Disponibile
SVT/AT
Si
31
Portadischi
I portadischi Donadon sono progettati per conseguire la massima affidabilità nell’uso dei dischi di
rottura Donadon.
I modelli previsti per il montaggio tra flange (HI, e GR) hanno:
 diametro interno tale da permettere la totale apertura del
disco ed il passaggio totale sull’area nominale di scarico
 diametro esterno tangente ai bulloni in modo da facilitare il
centraggio sulle flange.
I dischi inversi (o a compressione)
modello SCR/NS, Y90/NS, SCR
e Y90 si montano in portadischi dimensionati in modo da
proteggere completamente la calotta del disco e permettere
l‘apertura del disco. Pertanto le dimensioni possono essere superiori
ai portadischi HI standard.
I materiali standard sono: Acciaio al carbonio, AISI 316L, Nichel,
Monel, Inconel, Hastelloy. Esecuzioni speciali sono possibili in
Titanio o Tantalio o con rivestimento in PTFE o in PTFE caricato vetro. Hanno inoltre due piastrine
di assemblaggio. in acciaio inox.
Il portadisco Donadon AZ60 è progettato per essere inserito
direttamente sulla tubazione. E’ composto da due parti flangiate,
completo di bulloni in acciaio, con la possibilità di avere
all’estremità diversi tipi di attacchi:
 filettati femmina o maschio NPT o GAS,
 a saldare di testa,
 a tasca da saldare.
Il portadisco “Sanitario” o “clamp” in acciaio inossidabile con
finitura interna accuratissima (< 0,6 Ra) permette una bassa
contaminazione particellare, basse turbolenze e basse perdite di
carico. E’ indicato per le industrie alimentari, casearie, cosmetiche e
farmaceutiche
Il portadisco GR in grafite è progettato per il montaggio dei dischi
grafite sostituibili GR
in
Caratteristiche Tecniche
Tipo
HI
AZ60
GR
Sanitario
Dischi
SCR/NS, SCD/NS,
Y90/NS, SCD, SCR,
Y90, STD,DCD,
TCD,
SCR/NS, SCD/NS,
Y90/NS, SCD, SCR,
Y90, STD,DCD
DN
15 - 900
PN
6 - 160
tenuta
Piana o
conica
Accessori
Nippli, raccordi a T,
valvola di eccesso di flusso
6 - 100
Fino a
400
bar
Piana o
conica
Nippli, raccordi a T,
valvola di eccesso di flusso
GR
STD, SCD, DCD
25 -200
½” – 12”
6 - 10
6
Piana
Piana
32
Supporti per vuoto o contropressione
1
2
3
I
4
4
5
Nei casi in cui il disco di rottura è esposto a vuoto o contropressione può essere necessario
rinforzarlo con un supporto di disegno e resistenza adeguati.
La scelta del tipo di supporto è determinata dal tipo di disco e dalle condizioni operative
I supporti per il vuoto e/o per contropressione forniti da Donadon SDD sono di cinque tipi:
1.
2.
3.
4.
5.
Grigliato piano
Grigliato bombato
Alettato
Intagliato a spicchi
Intagliato lungo la circonferenza
Caratteristiche Tecniche
Tipo
Grigliato
Alettato
Materiali Acciaio inossidabile, Nichel, Hastelloy, Inconel, Monel.
Dimensioni
15 - 900
32 - 400
Passaggio
Ridotto
Ridotto
Intagliato
15 - 800
Totale
33
Pannelli di sfogo tipo PS/R e PS/C
I pannelli di sfogo Donadon PS/R (rettangolare) e PS/C (circolare) sono pannelli compositi a
tensione formati da tre parti:
 sezione metallica tarata
 membrana di tenuta (normalmente in PTFE)
 fondello di protezione
inoltre possono essere forniti di supporto per il vuoto.
Sono adatti per servizio con gas in
condizioni statiche, pulsanti e cicliche.
Normalmente hanno pressione di
sfogo molto bassa (standard 0,1 barg).
I pannelli PS/R e PS/C sono montati prevalentemente su collettori di
polveri, essiccatori, canali, silos, separatori, miscelatori, elevatori,
depuratori d’aria e setacci.
Il loro montaggio può avvenire tra intelaiature saldate, di profili
non lavorati in acciaio al carbonio o acciaio inossidabile. Non
sono necessari intelaiature lavorate a macchina o dispendiosi
contenitori.
Possono essere forniti in esecuzione ATEX (PS/EX) e certificati
Ex II D e Ex II GD. Possono pertanto essere utilizzati in ambienti
in cui sono presenti atmosfere potenzialmente esplosive (zone
classificate 0, 20, 1, 21 2, e 20 secondo la Direttiva Europea
94/9/CE (ATEX)).
Come indicatore di rottura può essere utilizzato Donadon IRP a sicurezza intrinseca certificato Ex II
1GD Eex ia IIC T6.
Caratteristiche tecniche standard
(altre dimensioni, materiali, e pressioni di rottura a richiesta)
Modello
Materiali
Membrana
Dimensioni
PS/R e PS/C
Acciaio inossidabile
PTFE
PS/R: Min: 300x300 - Max: 1120x1120
PS/C: Min: 250 - Max: 900
Pressione di rottura
Tolleranza
Temperatura di esercizio
Margine operativo
Frammentazione
ATEX
Resistenza a corrosione
Supporto per vuoto
Indicatore di rottura
Rivestimenti
0,1 bar g
+/- 10 %
Fino a 315°C
50 - 70 %
No (solo membrana)
Si
Buona – può essere protetto con membrana
Disponibile
IRP
Membrana di protezione
34
Pannelli certificati ATEX
Donadon SDD produce pannelli di sfogo in esecuzione
conforme alla Direttiva Europea 94/9/CE (ATEX) con
certificato Ex II D, e Ex II GD. Possono pertanto essere
utilizzati in ambienti in cui sono presenti atmosfere
potenzialmente esplosive (zone classificate 0, 20, 1, 21 2, e
20).
Per queste applicazioni può essere abbinato il sensore IRP a
sicurezza intrinseca, certificato secondo la Direttiva Europea
94/9/CE (ATEX) Ex II 1GD Eex ia IIC T6
35
Segnalatore di rottura tipo SVT/AT
Il segnalatore di rottura tipo SVT/AT è uno strumento semplice ed efficace per il rilevamento
dell’avvenuta frattura del disco di rottura.
Il rilevatore si installa tra il contenitore lato
scarico e la flangia a valle del dispositivo di
sicurezza in sostituzione della guarnizione
tradizionale.
I cavi del segnalatore di allarme vanno
collegati al sistema di sicurezza dell’impianto
tramite una barriera intrinsecamente sicura e
conforme alle caratteristiche elettriche del
sensore (voltaggio massimo 24V AC/DC e
corrente massima 150mA) ed alla
classificazione della zona.
Alla rottura del disco il circuito in argento del segnalatore SVT/AT viene distrutto e di conseguenza
il flusso della corrente interrotto, permettendo alle apparecchiature collegate di segnalare l’avvenuta
apertura del disco di rottura.
Il segnalatore SV/AT è classificato come “materiale elettrico semplice” ed è conforme alla
Direttiva Europea 94/9/CE (ATEX). La zona in cui può essere installato dipende dal tipo di
barriera:

barriera Eex ia > zone 0; 20; 1; 21; 2; 22

barriera Eex ib > zone 1; 21; 2; 22
Caratteristiche Tecniche
Diametro nominale
Pressione minima:
Spessore:
Temperatura
Guarnizioni
Membrana
Circuito stampato
Resistenza Max
Tensione Max:
Intensità Max
Cavo:
DN 25-40-50
DN 80
DN 100
da DN 150 a DN 600
DN 25 - 600
0,34 bar
0,21 bar
0,14 bar
0,07 bar
5 mm
da -40 a +200°C
Asbestos Free
Poliimmide
argento
20 OHM
24 V CA/CC
150 mA
2 metri bipolare, schermato
36
Segnalatore di rottura tipo Donadon IRP
Il segnalatore di rottura tipo Donadon IRP è uno strumento semplice ed efficace per il rilevamento
dell’avvenuta frattura dei pannelli di sfogo.
Il rilevatore è installato in fase di costruzione del
pannello ed è dotato di un cavo di 2 metri.
Il cavo del segnalatore di allarme va collegato al
sistema di sicurezza dell’impianto tramite una
barriera intrinsecamente sicura e conforme alle
caratteristiche elettriche del sensore (voltaggio
massimo 24V AC/DC e corrente massima
150mA) ed alla classificazione della zona.
Alla rottura del pannello il circuito elettrico del
segnalatore IRP viene interrotto, permettendo
alle apparecchiature collegate di segnalare
l’avvenuta apertura del dispositivo di sicurezza.
Il segnalatore IRP è classificato come “materiale elettrico semplice” ed è conforme alla Direttiva
Europea 94/9/CE (ATEX). La zona in cui può essere installato dipende dal tipo di barriera:

barriera Eex ia > zone 0; 20; 1; 21; 2; 22

barriera Eex ib > zone 1; 21; 2; 22
L’installazione deve essere conforme alla norma EN 60079-14
Caratteristiche Tecniche
Temperatura
Membrana
Circuito
Resistenza Max
Tensione Max:
Intensità Max
Cavo
Da -40°C a +200°C
Poliimmide
Rame
20 Ohm
24 V CA/CC
150 mA
2 metri bipolare, schermato
37
Segnalatore di rottura magnetico tipo
Donadon NAM 03/HT
Il segnalatore di rottura tipo Donadon NAM 03/HT è raccomandato per l’uso con dischi di rottura
Donadon SDD.
Il segnalatore NAM 03/HT è costituito da:


un sensore di prossimità magnetico che
si installa in un apposito alloggiamento
filettato nel portadisco a valle del disco
di rottura e ne rileva l’apertura
e da un attuatore dotato di magnete
permanente fornito insieme al disco.
Quando il disco si apre il magnete viene
spostato ed il sensore attivato. I dischi di
ricambio sono forniti con un nuovo attuatore.
Il sensore NAM 03/HT a sicurezza intrinseca è certificato ATEX II 2GD EEx m II T4/T6 e ATEX
II 1GD EEx ia II T3/T6 può pertanto essere utilizzato in ambienti in cui la presenza di atmosfere
potenzialmente esplosive è continua (zone classificate 0; 20 e 1; 21 e 2; 22 secondo la Direttiva
Europea 94/9/CE (ATEX)).
NAM 03/HT è normalmente fornito con cavo bipolare di 2 metri classe C2. Grado di protezione
IP67. I cavi del segnalatore di allarme vanno collegati al sistema di sicurezza dell’impianto tramite
una barriera adatta


barriera Eex ia > zone 0; 20 ; 1; 21; 2; 22
barriera Eex ib > zone 1; 21; 2; 22
Caratteristiche Tecniche
Tipo
Utilizzo per dischi di diametro nominale
Temperatura di uso continuo
Materiale a contatto con il fluido di processo
Potenza massima commutabile
Tensione massima commutabile
Corrente massima commutabile
Resina di incapsulazione
Cavo elettrico
Grado di protezione
NAM 03/HT
Minimo DN 25
Min -20°C / Max +200 °C
Quelli del disco e portadisco
10 W – 12 VA
60 VDC
0,4 A
Silicone
2 metri bipolare
IP 67
38
Segnalatore di rottura induttivo tipo Donadon NAM 05
Il segnalatore di rottura induttivo tipo NAM 05 è consigliato per installazione su dischi di rottura e
pannelli di sfogo.
NAM 05 è costituito da:
 un sensore di prossimità induttivo
che si installa a valle del disco o pannello
 e da un attuatore fornito insieme al
disco o pannello;
Quando il disco o pannello apre l’attuatore
viene spostato ed il sensore
invia un segnale al sistema di sicurezza
dell’impianto.
I dischi o pannelli di ricambio sono forniti
con un nuovo attuatore.
Il sensore NAM 05 a sicurezza intrinseca è certificato ATEX II 1G Eex ia IIC T6 e ATEX II 1D
Ex iaD 20 T 108 °C e può pertanto essere utilizzato in ambienti in cui son presenti atmosfere
potenzialmente esplosive (ambienti classificati zona 0, 20, 1, 21, 2, 22 secondo la Direttiva Europea
94/9/CE (ATEX)).
La zona in cui può essere installato dipende anche dal tipo di barriera:

barriera Eex ia > zone 0; 20 ; 1; 21; 2; 22
barriera Eex ib > zone 1; 21; 2; 22

NAM 05 è normalmente fornito con 2m di cavo al silicone che va collegato al sistema di sicurezza
dell’impianto tramite una barriera standard a sicurezza intrinseca.
Caratteristiche Tecniche
Tipo
Utilizzo per dischi di diametro nominale
Pressione max sul lato a valle
Temperatura di uso continuo
Materiale a contatto con il fluido (lato scarico)
Alimentazione
Consumo
Capacità intrinseca
Induttanza intrinseca
Sezione del cavo
Grado di protezione
Protezione da ignizione
NAM 05
Minimo DN 25
1 bar g
Min. – 25°C / Max +100 °C
PPS; Ryton R4
8 VDC
1 – 3 mA
36 nF
43 H
0,34 mm2
IP 68
Sicurezza intrinseca
39
Segnalatori di rottura tipo Donadon OFI 04 e OFI 07
I segnalatori di rottura ottici tipo Donadon
OFI sono strumenti semplici ed efficaci per il
rilevamento dell’avvenuta frattura di dischi di
rottura.
I terminali delle fibre ottiche sono installati
sul portadisco in posizione opportuna e
collegati ad un amplificatore.
Quando il disco rompe interrompe il
passaggio del raggio fra le due fibre ottiche ed
invia un segnale al sistema di sicurezza
dell’impianto.
Se l’amplificatore si trova in zona classificata ATEX 1, 21, 2, 22 deve essere installato all’interno di
una scatola certificata Exd e alimentato con corrente continua a 12 – 24 V tramite barriera Eex ia.
Non vi sono apparecchi elettrici o in movimento a contatto con l’apparecchiatura da controllare e
non rappresentano sorgente di innesco.
I segnalatori OFI 04 e OFI 07 non vengono danneggiati dall’apertura del disco e pertanto possono
essere riutilizzati indefinitamente; è solo consigliabile la pulizia dei vetrini di protezione.
Gli indicatori OFI 04 e OFI 07 segnalano l’apertura del disco per gli opportuni interventi di
manutenzione e sostituzione; nel caso in cui sia richiesto l’utilizzo come dispositivo di sicurezza per
comandare l’intervento di altri apparecchi, Vi preghiamo di rivolgerVi al ns Servizio Tecnico.
Caratteristiche Tecniche
Tipo
Temperatura
Fibra ottica
Raggio di curvatura minimo
Alimentazione amplificatore
Consumo amplificatore
Tempo di risposta
Alloggiamento
OFI 04
Da -55°C a +115°C
Plastica
R25
12 – 24 VDC
35 mA max
0,5 msec
Resina ABS
OFI 07
Da -40°C a +300°C
Vetro con protezione acciaio
R23
12 – 24 VDC
35 mA max
0,5 msec
Resina ABS
40
Valvola di sicurezza + Disco di rottura
Valvole di sicurezza e dischi di rottura possono essere usati separatamente come dispositivi di
sicurezza primari o possono essere usati in congiuntamente
Le combinazioni possibili sono:
 Disco e valvola in parallelo: il disco costituisce un dispositivo di sicurezza supplementare
(normalmente è tarato ad una pressione leggermente superiore a quella della valvola).
Applicazione tipica: protezione di serbatoi di gas liquefatti.
 Disco a valle della valvola: il disco protegge la valvola da fluidi corrosivi presenti nel
condotto di scarico
 Disco a monte della valvola: questa soluzione permette di combinare i lati positivi di
entrambi i dispositivi: la tenuta ermetica del disco e la richiusura della valvola di sicurezza.
Inoltre il disco protegge la valvola isolandola da prodotti corrosivi o incrostanti e riducendo
la necessità di manutenzione del dispositivo più costoso e delicato. I vantaggi sono:
 Protezione della valvola da fluidi corrosivi o incrostanti
 Eliminazione di perdite dovute alla corrosione o allo sporcamente della sede della
valvola (molto importante per fluidi pericolosi)
 Riduzione dei costi di manutenzione della valvola (pulizia e taratura)
 Riduzione del costo della valvola perché può essere fabbricata in materiali più
economici
 Possibilità di provare il corretto funzionamento della valvola senza fermare l’impianto e
senza smontare la valvola
Il disco è normalmente tarato alla stessa pressione della valvola; l’accumulo di pressione fra
disco e valvola deve essere evitato e lo spazio fra i due dispositivi controllato e svuotabile
41
Fly UP