...

Il soccorritore d`ambulanza

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Il soccorritore d`ambulanza
LA CENTRALE
OPERATIVA
118
di
VARESE
DPR 27 marzo 1992
Atto di indirizzo e coordinamento alle regioni per la
determinazione dei livelli di assistenza sanitaria di emergenza.
Art.3 comma 1
“La Centrale Operativa garantisce il coordinamento di
tutti gli interventi nell’ ambito territoriale di
riferimento…”
Art.5 comma 2
“L’attività di soccorso sanitario costituisce competenza
esclusiva del SSN”. Il governo determina gli standard
tipologici e di dotazione dei mezzi di soccorso e i requisiti
professionali del personale di bordo…”
DPR 27 marzo 1992
• La C.O. è generalmente organizzata su base
provinciale
• Alla C.O. si accede con numero unico 118
(tutti i precedenti numeri devono essere
superati)
• In C.O. è presente un medico con compiti di
coordinamento (Anestesista-Rianimatore)
• In C.O. lavorano Infermieri Professionali ed
Operatori Tecnici.
Il DPR 27 marzo 1992
( art.12 comma 1 “..all’ attuazione di quanto disposto nel
presente atto provvedono le Regioni.”)
affida alle Regioni il compito di determinare:
• il numero
• la distribuzione
• il personale dei mezzi di soccorso sanitario
SULLA BASE DI ALCUNI DATI STATISTICI
Il DPR 27 marzo 1992
distingue i mezzi di intervento sanitario in:
AMBULANZE BLS (Basic Life Support)
3 soccorritori
AMBULANZE BLS + IP
2 soccorritori + 1 Infermiere Professionale
VLV (Veicoli Leggeri Veloci) o mezzi ALS (Advanced
Life Support)
1 autista + 1 I.P. + 1 medico
ANNO 2002…
OGNI GIORNO ….
320
124
SOCCORSI
CHIAMATE
ANNO 2004…
OGNI GIORNO ….
480
170
SOCCORSI
CHIAMATE
Il territorio
• Km 1198
• Comuni 141
• Popolazione 1.200.000
RISORSE
MEZZI
2 AUTOMEDICA h 24
2 AUTOMEDICHE h 12
16 AMBULANZE BLS h 24
4 AMBULANZE BLS h12
33 AMBULANZE “a gettone”
OSPEDALI
2 EAS
2 DEA
4 PS
3 PPI
I mezzi di soccorso
appartengono
alle Associazioni che si
convenzionano con il 118
IL PERSONALE ATTUALE DELLA C.O.
• 1 RESPONSABILE DEL SSUEm 118
• 6 MEDICI ANESTESISTI-RIANIMATORI
• 1 COORDINATORE A.F.D.
• 19 INFERMIERI PROFESSIONALI
• 7 OPERATORI TECNICI CRI
I SOCCORRITORI DIPENDONO DALLE ASSOCIAZIONI
PROTOCOLLI OPERATIVI
DEL SSUEm 118
RICEZIONE
DELLA CHIAMATA
VALUTAZIONE DELL’EVENTO
ATTIVAZIONE
DEI MEZZI SANITARI
ATTIVAZIONE
112 – 113 – 115 – ECC.
IN BASE ALL’EVENTO
RICONTATTARE L’UTENTE
ATTESA DI COMUNICAZIONI DAL PRIMO MEZZO
DISPATCH
DA DOVE CHIAMA ?
COSA SUCCEDE
(EVENTO MEDICO)
SE LO CHIAMA RISPONDE ?
NO
SEMBRA CHE RESPIRI ?
HA DOLORE TORACICO ?
E’ SUDATO ?
HA MALATTIE NOTE ?
MI LASCI IL NOMINATIVO
SI
INVIO
VLV
INVIO VLV PATOLOGIE MEDICHE
• PAZIENTE INCOSCIENTE
• INSUFFICIENZA RESPIRATORIA GRAVE
• STATO DI SHOCK
• DOLORE TORACICO TIPICO
• BAMBINI IN CONDIZIONI CRITICHE
• APERTURA APPARTAMENTO
DISPATCH
DA DOVE CHIAMA ?
COSA SUCCEDE
(EVENTO TRAUMATICO)
QUANTI VEICOLI SONO COINVOLTI ?
NUMERO
ELEVATO
QUANTI SONO I FERITI ?
CI SONO MEZZI PESANTI ?
CI SONO FERITI INCASTRATI ?
CI SONO FERITI INCOSCIENTI ?
IN BASE ALLA DINAMICA
INVIO
SI
VLV
INVIO VLV PATOLOGIE TRAUMATICHE
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
PAZIENTE INCOSCIENTE
PAZIENTE PEDIATRICO
INCASTRATO
AMPUTATO
USTIONATO
MEZZO PESANTE/CISTERNA
PEDONE INVESTITO
ROLL OVER
PAZIENTE EIETTATO/SBALZATO
CADUTA DA > 4 m
IL VLV VIENE INVIATO DIRETTAMENTE SUL
LUOGO DELL’ EVENTO O EFFETTUA IL
RENDEZ-VOUS CON L’ AMBULANZA
IL FINE E’ RIDURRE IL F.T.I. (INTERVALLO
LIBERO DA TERAPIA)
il tempo che il medico del 118 impiega per
raggiungere il pz. deve essere inferiore a quello
che il pz. impiegherebbe per raggiungere il
medico del P.S.
L’INVIO
DEL VLV E DELL’ELICOTTERO
VIENE STABILITO
SOLO ED
ESCLUSIVAMENTE
DALLA CENTRALE OPERATIVA
COMUNICAZIONI CON
LA C.O.
Comunicazioni con la C.O.118
• COMUNICARE sempre lo “stato del mezzo”
(uscita-sul posto-partenza-in ospedale-in rientro-in sede)
• COMUNICARE (se possibile telefonicamente)
la valutazione degli scenari traumatici o
complessi
1°
• COMUNICARE (se possibile telefonicamente)
dati clinici e parametri del paziente
2°
COMUNICAZIONI CON LA C.O.118
• Comunicare poche cose chiare e certe
(informazioni imprecise cambiano
l’esito del soccorso !)
• utilizzare LA RADIO per comunicare lo
stato del mezzo
• utilizzare IL TELEFONO per comunicare
“dati sensibili” (anagrafici e clinici)
TUTTE LE COMUNICAZIONI
DEL VLV CON LA C.O.118
DEVONO ESSERE EFFETTUATE
TRAMITE IL
NUMERO VERDE
800 19 33 44
Comunicazioni con la C.O. 118
Il codice colore e l’ospedale di
destinazione vengono concordati con
la Centrale Operativa 118 in base alle
informazioni fornite
ANAMNESI
QUADRO CLINICO
PRECEDENTI RICOVERI
SITUAZIONE VIABILISTICA
ECC.
I CODICI COLORE
MEDICO
TRAUMATICO
MEDICO
TRAUMATICO
MEDICO
TRAUMATICO
MEDICO
TRAUMATICO
MEDICO
TRAUMATICO
NON CRITICO
POCO CRITICO
MEDIAMENTE CRITICO
MOLTO CRITICO
PAZIENTE DECEDUTO
I CODICI COLORE
MEDICO
TRAUMATICO
MEDICO
TRAUMATICO
MEDICO
TRAUMATICO
MEDICO
TRAUMATICO
Tutte le situazioni non critiche
Segni vitali stabili, ustioni inf a 18% della sup.
corporea
Ferite contenute, fratture minori
Emorragie contenibile,ustioni ( inf a 27% della
sup corporea, intossicazioni coscienti
Traumi coscienti, ferite toraciche e addominali senza
dispnea, traumi vertebrali, polifratturati
Arresto cardiaco e/o resp, emorragie
incontenib.,shock, ustioni, intossicazioni in coma
Traumi in coma, ferite toraciche e addominali con
dispnea
MEDICO
TRAUMATICO
Paziente Deceduto
DEFINIZIONE
DEI RUOLI
Definizione dei ruoli
Per una corretta gestione del servizio è
indispensabile che ogni membro dell’
equipaggio abbia ben chiaro cosa deve fare.
DEFINIRE PRIMA E CHIARAMENTE
CHI FA CHE COSA
per evitare inutili sovrapposizioni o
pericolose omissioni
IL TEAM LEADER
È RESPONSABILE DI EQUIPAGGIO E PAZIENTE
Soccorritore più esperto
oppure se presente
Infermiere Professionale
oppure se presente
Medico: responsabile di tutte le azioni
effettuate sul pz (anche se da altri)
CULPA IN VIGILANDO art.2047-2048
RESPONSABILITA’ PER FATTO DEGLI AUSILIARI art. 1228
IL TEAM LEADER decide
(e ne risponde)
• CHI soccorrere ed in che ordine
• QUALI presidi utilizzare
• COSA comunicare alla centrale
E’ L’ UNICO REFERENTE PER LE ALTRE FIGURE
PROFESSIONALI IMPEGNATE NEL SOCCORSO
(VVFF, P.S., CNSAS, ECC.)
IL SOCCORRITORE
• VALUTA IL PAZIENTE
• PRATICA IL BLS
•
(liberazione delle vie aereeM.C.E.)
ventilazione-
• SOMMINISTRA O2
• MONITORIZZA IL PZ. (ECG,StO2,P.A.)
• MOBILIZZA IN MODO ATRAUMATICO
• COLLABORA CON MEDICO ED I.P. NELLE MANOVRE
INVASIVE
L’ INFERMIERE
(attua tutte le manovre proprie del soccorritore)
+
• INCANNULA VENE PERIFERICHE E SOMMINISTRA LIQUIDI
• PREPARA E SOMMINISTRA FARMACI ( prescritti o su atti
medico delegati)
• DEFIBRILLA ( protocollo)
IL MEDICO (1)
( attua tutte le manovre proprie del soccorritore e
dell’ I.P.)
+
FORMULA DIAGNOSI
DECIDE LA TERAPIA
INCANNULA VENE CENTRALI
PROVVEDE AL CONTROLLO INVASIVO DELLE VIE AEREE
(intubazione, tracheotomia)
• EFFETTUA IL DRENAGGIO TORACICO
• ATTUA QUALUNQUE ATTO MEDICO-CHIRURGICO CHE
RITENGA UTILE AL PZ.
•
•
•
•
IL MEDICO (2)
CERTIFICA
• LA MORTE
• LA NECESSITA’ DI T.S.O.
• REFERTO E RAPPORTO
IL SSUEm 118
controllando:
1) distribuzione dei mezzi
2) formazione del personale
3) attivazione delle risorse
ha come scopo……………...
•Prima……..
1. Ricezione della chiamata c/o sede CRI –
ANPAs - CB
2. Invio di un’ambulanza BLS
- preparazione del soccorritore “diversificata”
3. Gestione della scena
4. Comunicazione con la propria sede
- informazioni “personalizzate”
Senti, mandami subito un po’
di ambulanze. Anche i pompieri.
Guarda che qui è un disastro.
Fate in fretta
Senti,questo qua è
tutto rotto
lo porto a Luino !
5. Arrivo nell’ospedale più vicino
6. Assenza di medicalizzazione
7. Assenza di informazioni dettagliate su:
-dinamica dell’evento
-dati clinici
paziente in “fase di compenso”
CADUTA ACCIDENTALE
8. Ritardata diagnosi e
terapia
Inadeguatezza dei mezzi
diagnostico-terapeutici
Adesso……..
1. Ricezione della chiamata dalla C.O.118
2. Dispatch
3. Invio del mezzo più idoneo
Soccorritori / Infermiere / Medico
4. Invio di corpi tecnici
5. Gestione della scena
6. Comunicazioni con C.O. 118
- informazioni complete ed uniformi
Chiamo dalla VA 281 si tratta di
uno scontro frontale ad alta velocità
tra un’auto ed un camion, ci sono 4 feriti: 2 lievi,già usciti dai mezzi, 1 incastrato ed 1 eiettato a ca 5 m.
Chiamo dalla VA 281 il pz è caduto da
ca 4 m di altezza. E’ incosciente,respira
(8 atti al min.-torace simmetrico),il polso
radiale è presente (45 bpm-ritmico),reagisce al dolore(classe P),ha otorragia e
sospetta frattura di femore dx.
8. Invio all’ ospedale più idoneo
9. Invio sul posto o rendez-vous con
mezzo ALS
10. Allertamento dell’ ospedale
11. Informazioni dettagliate su
MECCANISMO DI LESIONE
DATI CLINICI
INDICE DI SOSPETTO
INDIVIDUAZIONE TEMPESTIVA DELLE
LESIONI
TRATTAMENTO!
12. Diagnosi e terapia
CORRETTA-TEMPESTIVA-EFFICACE
Caduta > 5m sui talloni – pz adulto
Cosciente-FR 28-fc 125-PA 110/70
Possibile lesione rachide lombareemoperitoneo da rottura sovraepatiche
Esami di routine + Rx rachide lombare +
ecografia/TC
?
Fly UP