...

Bonus per i giovani, un`occasione persa

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Bonus per i giovani, un`occasione persa
13
LA PROVINCIA
LUNEDÌ 22 FEBBRAIO 2016
I dibattiti
de L’Ordine
Bonus per i giovani, un’occasione persa
Il punto. Esclusi dal contributo utilizzabile per attività culturali gli extracomunitari nati e cresciuti in Italia
«L'integrazione passa attraverso la scuola ma anche la possibilità di frequentare mostre, musei, spettacoli»
GUGLIELMO GIUMELLI
La legge di stabilità
2016, approvata il 22 dicembre scorso, ha stanziato 290
milioni da spendere in attività
culturali. È un bonus di 500
euro che 570.959 giovani, che
nel 2016 avranno 18 anni, dovranno spendere in attività
culturali. Vuole favorire la
fruizione di tali attività contenendone i costi. Sarà interessante verificare come tale bonus sarà stato utilizzato dai
giovani e in quale misura verso
attività culturali e, soprattutto, dai giovani che altrimenti
non avrebbe potuto frequentare luoghi e momenti culturali.
Legge miope
È una legge “miope” però. Ha
escluso dalla fruizione del bonus (comma 780) i giovani extracomunitari, nati e cresciuti
in Italia, frequentanti la scuola italiana che, probabilmente,
chiederanno la cittadinanza.
Una grande opportunità persa
per realizzare un passo forte
in direzione dell’integrazione
culturale di questi nuovi cittadini italiani.
Caratterizza la scuola italiana un approccio inclusivo.
Accoglie minori stranieri regolari e ne favorisce l’integrazione già in giovane età. I docenti giocano un ruolo determinante nel processo di integrazione e di assimilazione.
Formano gli studenti extracomunitari, futuri cittadini italiani, insegnando loro la nostra cultura, la nostra storia,
facendo seguire loro lo stesso
percorso degli studenti italiani. Educano tutti gli studenti
alla convivenza facendo loro
conoscere lingue, abitudini e
culture diverse e, quindi, a vivere in un mondo sempre più
globalizzato. Si rimarca che la
scuola è il luogo di apprendimento della lingua italiana,
che per molti studenti extracomunitari è la chiave forte
per potersi integrare e raggiungere mobilità sociale. È
un processo che dovrebbe
sempre essere accompagnato
da altre attività.
Il bonus avrebbe potuto offrire anche agli studenti extra-
1 Sono 570.959
i neodiciottenni che
avranno 500 euro
a disposizione
per il 2016
12
1 Colpisce
e qualche
parlamentare
non abbia emendato
il comma 780
comunitari opportunità per
visitare mostre, musei, città,
frequentare spettacoli teatrali
altro ancora e, quindi, poter
approfondire la cultura italiana.
Integrazione ed esclusione
La scuola è un luogo forte per
avviare il processo di integrazione di chi è appena arrivato
in Italia. L’esclusione dei futuri diciottenni extracomunitari
dal bonus di 500 euro indebolisce la sfida dell’integrazione
dei giovani extracomunitari
che frequentano la scuola e
che molto probabilmente rimarranno in Italia anche dopo
la conclusione della loro carriera scolastica.
La legge di stabilità 2016 è
stata approvata in via de-finitiva e, quindi, non più modificabile.
Colpisce che qualche parlamentare non abbia emendato
il comma 780. Si deve evitare
che questa discriminazione
possa ripetersi. Favoriscono
una maggiore integrazione
anche incentivi economici
non discriminanti offrendo
opportunità anche agli studenti stranieri di conoscere e
amare, assieme agli italiani la
cultura italiana e, forse, offrire
anche l’occasione per invogliare gli studenti italiani (e,
tramite loro, i familiari) a conoscere la cultura del proprio
compagno di banco. .
Giovani e cultura, binomio da sostenere
Fly UP