...

Rock `n` roll – Basi pratiche

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

Rock `n` roll – Basi pratiche
Rock ’n’ roll
Basi pratiche
UFSPO
2532 Macolin
Ufficio federale dello sport UFSPO
Sommario
Il concetto della motricità sportiva
Condizione fisica e preparazione funzionale
Concezione dell’insegnamento
Tecnica dei passi
Figure di base
Posizioni di danza
Figure evolute
Complementi
3
4
5
8
14
15
25
27
Bibliografia
28
Il concetto della motricità
sportiva
dai ballerini principianti …
… agli acrobati esperti!
Visto dall’esterno, il rock ’n’ roll acrobatico appare come una disciplina ludica e un po’ «folle»,
che lascia libero corso all’esuberanza. Quest’aspetto, fascinante per i giovani, non deve però farci
dimenticare che si tratta in realtà di uno sport complesso, che richiede molteplici e complete qualità
di coordinazione e capacità tecniche, come pure un’ottima condizione fisica. Sono necessari diversi
anni di pratica per padroneggiare tutti gli aspetti, dal passo di base dei principianti alle acrobazie
vertiginose degli esperti. La costruzione e l’assimilazione metodiche delle tecniche fondamentali
permettono di garantire solide basi senza le quali non sarebbe possibile raggiungere il massimo
grado, il più affascinante.
Nel quaderno d’allenamento del monitore G+S troverai un programma d’apprendimento del rock
’n’ roll acrobatico, che spazia dall’età scolastica all’età adulta. Questo programma, il cui scopo è
di permettere ai monitori di organizzare il proprio insegnamento a lungo termine, vuole essere un
aiuto per definire obiettivi realistici e scegliere giudiziosamente la materia d’insegnamento. I limiti
d’età sono dati a titolo indicativo. In definitiva, sono le capacità individuali, lo stato di crescita e la
costituzione dei ballerini che determinano le loro capacità d’apprendimento e le loro prestazioni.
Occorre inoltre considerare il livello medio generale del gruppo.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 3
Condizione fisica e preparazione funzionale
Come per numerose altre discipline sportive, per praticare il rock ’n’ roll acrobatico è necessaria
una buona condizione fisica. Tuttavia, essa non basta: deve essere completata da una preparazione
funzionale specifica, che consiste in una preparazione del corpo in generale, nel mantenimento
e nel miglioramento delle capacità dell’apparato locomotore attivo (cfr. i fascicoli «Allenamento
della condizione fisica (basato sulla pratica» e «Preparazione funzionale»).
Nel rock ’n’ roll, tutti i movimenti di ballo e tutte le figure acrobatiche si basano sull’alternanza
tensione-distensione dei diversi segmenti corporei. Il problema del portamento si ritrova come un
filo conduttore durante tutto l’allenamento, sia nel ballo sia nelle figure acrobatiche. La messa in
tensione e la distensione dei muscoli rivestono dunque un ruolo fondamentale. La preparazione
funzionale permette di realizzare in modo coscienzioso ed economico l’alternanza tensionedistensione. La qualità del movimento e del portamento contribuiscono non solo al successo
dell’elemento, bensì anche alla sua estetica. È perciò consigliato, oltre all’allenamento di ballo
abituale, sviluppare e migliorare il portamento e il mantenimento del corpo con numerosi esercizi
fisici specifici.
La qualità e l’estetica del movimento dipendono dal portamento del corpo.
4 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Concezione dell’insegnamento
Utilizzazione della musica
La musica è un fattore stimolante, molto efficace nell’apprendimento. È perciò opportuno insegnare il più spesso possibile il rock ’n’ roll con la musica (alternare con brevi
sequenze tecniche). Tale metodo presenta un doppio vantaggio: la musica favorisce
fin dall’inizio lo sviluppo della qualità di differenziazione degli allievi (i quali devono
ascoltarla e adattarsi ad essa) e favorisce la sincronizzazione tra i partner (adattamento
al partner) – a condizione, ben intesi, che la melodia sia chiaramente strutturata e
abbia un ritmo semplice. La musica deve quindi essere adattata alle possibilità degli
allievi. Si comincia così con una musica piuttosto lenta, di cui si aumenterà poco a
poco la velocità. (Anche una musica troppo lenta può impedire i movimenti!)
Capacità di differenziazione: soprattutto
tramite la musica!
Allenamento del ritmo
Il ritmo fornisce la struttura temporale dello svolgimento del passo e stabilisce i punti
di riferimento sui quali sono accentuati alcuni movimenti. Permette ai due partner,
nonché alle coppie che ballano in gruppo, di sincronizzarsi facilmente. Il ritmo riveste
un ruolo essenziale anche nell’acrobazia, nella sincronizzazione dei due partner al
momento della presa di slancio. È quindi necessario prestare la massima attenzione alla
qualità del ritmo degli allievi. È possibile inserire in diversi momenti dell’allenamento –
riscaldamento, fase di decontrazione durante l’allenamento tecnico, allenamento della
condizione fisica alla fine di una lezione, ecc. – un blocco d’insegnamento chiamato
«allenamento ritmico».
Capacità di ritmizzazione: indispensabile!
Forme d’organizzazione / Linea e posizione di danza
L’insegnamento del rock ’n’ roll può avvenire sulla base di diverse forme d’organizzazione – disposizione e ripartizione degli allievi in palestra (cfr. fascicolo Basi
teoriche, pag. 20). Quando s’introducono elementi tecnici, è ad esempio vivamente
consigliato assumere una disposizione in linea, che aiuta i partecipanti ad orientarsi
nello spazio. Grazie a questa ripartizione degli allievi, il monitore dispone di una
migliore visione d’assieme. Gli errori grossolani possono così essere individuati più
rapidamente e corretti in modo generale. Per le altre parti della lezione, come pure
per altri tipi d’allenamento, occorrerà scegliere la disposizione – due linee, cerchio,
sparpagliati o altro – in funzione degli effetti voluti (vedere bene la monitrice, vedere
bene le altre coppie, poter cambiare partner, ecc.). Una disposizione giudiziosa aiuta
inoltre i ballerini ad orientarsi e permette loro di mantenere più facilmente la linea di
danza. Ricordiamo che, secondo i criteri del regolamento della SRRC, il rock ’n’ roll
si balla su una linea, definita dalla prima figura ballata e dalla sua perpendicolare.
Sono inoltre richiesti: il mantenimento del corpo e una posizione di danza corretti
(testa in posizione eretta, guardarsi).
Capacità d’orientamento: ritrovare
facilmente la linea di danza!
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 5
Scelta delle figure
Visto il numero di figure diverse mostrate durante l’insegnamento, è
opportuno adottare il principio «quanto meno, tanto meglio!» e concentrarsi in primo luogo sulla qualità piuttosto che sulla quantità! Alcune
figure di base eseguite correttamente, accompagnate da qualche figura
più evoluta, bastano già per creare un futuro programma personale adattato al proprio stile di danza. Se si padroneggiano tecnicamente le figure
di base è possibile inventare e utilizzare senza difficoltà nuovi elementi.
Gli esercizi di combinazione e di variazione arricchiscono il repertorio
dei movimenti esistente. Un repertorio con poche figure di danza, ma
variato e ballato alla perfezione, permette di aumentare la fiducia in sé.
Presentazione dei programmi
Guidare e seguire
nel rock ’n’ roll:
tutto un programma!
6 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Non appena gli allievi padroneggiano due o tre figure di danza, il monitore dovrebbe incoraggiarli a presentare un piccolo programma. Il collegamento delle singole figure costituisce infatti una sfida motivante. Altri
vantaggi: lo sviluppo della capacità di concentrazione e l’allenamento
della memoria. La transizione da una figura all’altra deve essere semplice
e logica. Spesso, sono i piccoli dettagli (movimento della testa e delle
braccia) o alcuni accenti complementari (stop, variazioni di kick ecc.)
che testimoniano effettivamente la differenza di qualità a livello della
tecnica di base.
Correzioni
Indispensabile per l’insegnamento efficace del rock ’n’ roll acrobatico, la correzione – se giudiziosa
e fatta in modo opportuno – deve permettere di ottenere la forma tecnica corretta del movimento,
come pure la sua qualità estetica. Vi sono tuttavia alcuni punti da osservare:
•Procedere, nei lavori in gruppo, unicamente a correzioni globali; eliminare gli errori più grossolani e più frequenti. Evitare, in un primo momento, le correzioni individuali.
•Formulare correzioni in modo costruttivo: proporre miglioramenti piuttosto che elencare
gli errori.
•Correggere i due partner in modo alternato. In generale entrambi commettono errori. •Correggere un solo errore per volta: per i ballerini è così più facile concentrare la propria
attenzione su una modifica precisa del loro movimento.
•Utilizzare poche parole! La dimostrazione è ben più efficace che le parole!
•Cercare di ottenere rapidamente una forma grossolana che permetta di eseguire la figura
e accontentarsi di quanto ottenuto in un primo momento. Infatti, se s’in­siste troppo a lungo
sullo stesso errore, i ballerini possono demotivarsi totalmente.
Più i movimenti diventano complessi – è il caso, in particolare, con le acrobazie – più diventa
necessaria una strategia di correzione elaborata.
Strategia di correzione
Metodo
Esempio
Proposte d’esercizi
Valutazione critica della
figura o dell’acrobazia
Figura acrobatica
«schiena contro
schiena»
• Esercizi per migliorare il portamento del
corpo
Analisi del movimento
e individuazione
dell’errore
Partner OK, ma il corpo
della dama è piegato
Scelta degli esercizi
correttivi
Tema: ruotare all’indietro + appoggio
rovesciato
Allenamento complementare mirato
Lezione complementare di ginnastica con
l’ausilio degli attrezzi
• Esercizi di mantenimento con il partner
(per es.: la dama appoggia il viso parallela­mente al suolo, il partner le tiene la
gamba sinistra e poi la gamba destra in
modo alternato ➝ la dama deve mantenere la sua posizione)
Effetto desiderato
Movimento di bilancia
attivo basato sulle
anche
• Salire all’appoggio rovesciato con l’aiuto
del partner (controllare il portamento
del busto)
NO
• Creazione dello «Streuli» (ruotare all’indietro e salire all’appoggio rovesciato)
riferendosi alla ginnastica agli attrezzi
Miglioramento
ottenuto?
SÌ
• Esercizi di portamento sul pallone medicinale (per es.: appoggiare la pancia sul
pallone, mani piatte sul suolo, bilanciarsi
e ruotare in avanti ➝ contrazione attiva
del busto)
• Allenamento acrobatico con accompagnamento acustico del movimento da parte
del monitore (per es. «... e teso!»)
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 7
Tecnica dei passi
Forme di passi di base
Il passo ufficiale utilizzato in competizione e prescritto dal regolamento della federazione SRRC (Swiss Rock ’n’
roll Confederation) è un passo saltato, particolarmente atletico, e non può più essere paragonato al passo di
danza degli anni 50. Questo passo, moderno e molto dinamico, è chiamato «passo di rock ’n’ roll». Tuttavia,
esis­tono altre forme di passi, che possiamo adottare per facilitare l’apprendimento, in particolare con i più
giovani, oppure per variare i movimenti e diversificare l’insegnamento. Questi tipi di passi non saltati, che
corrispondono ai balli degli anni 50, derivano dalla stessa famiglia e hanno dato origine al passo di rock ’n’
roll. Per questo motivo la loro pratica è pure sostenuta dalla SRRC. Tra queste forme troviamo in particolare
il boogie-woogie e il jive-rock.
Le tre forme di passi di base descritte qui sono tutte costruite su 6 tempi di una musica la cui misura a 4⁄4
rimane invariata. Occorre quindi contare 1 misura e 1⁄2 per compiere un passo di base completo. Queste tre
forme si distinguono comunque per il numero di contatti – 6, 8 o 9 – con il suolo:
•boogie-woogie (passo di 6 e passo di 8)
•jive-rock (passo di 8)
•rock ’n’ roll (passo di 9 saltato)
Boogie-woogie
Nel boogie-woogie vengono usati due passi di base:
Passo di 6
Tap PassoTap PassoTap
Passo
+
1+2+3
+ 4+ 5+6
Da
dds s ds
Ca
ssd d sd
Da = dama; Ca = cavaliere; d = destra; s = sinistra; + = alzare
Passo di 8
Passoalter -nato Passoalter-nato
Passo
Passo
+ 1e2
+3 e
4
+ 5+
6
Da
d
s
d
s
d
s
d
s
Ca
s
d
s
d
s
d
s
d
Da = dama; Ca = cavaliere; d = destra; s = sinistra; + = alzare
Il passo di 6 si adatta molto bene – in quanto forma preparatoria – alla costruzione del passo di 8. Vi è pure
la possibilità di usarlo come forma definitiva o di inserirlo a profitto come variante in un programma di un
passo di 8.
Il modulo di formazione complementare «Dal lindy-hop al rock ’n’ roll passando dal boogie-woogie» tratta in
modo completo e dettagliato il passo e le figure del boogie-woogie e del lindy-hop (che non sono citati qui).
8 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Jive-rock per variare o come tappa per l’apprendimento.
Jive-rock
Il jive-rock corrisponde al passo di rock ’n’ roll degli anni 50. Non bisogna confonderlo con l’attuale jive dei
balli latino-americani, anche se il passo di base presenta delle analogie.
Passo
Passo
Passo alter-nato
Passoalter-nato
+ 1 + 2+ 3 e 4+ 5e 6
Da
d
s
d
s
d
s
d
s
G
s
d
s
d
s
d
s
d
Da = dama; Ca = cavaliere; d = destra; s = sinistra; + = alzare
Il jive-rock richiede meno qualità d’equilibrio rispetto al rock ’n’ roll e permette di lavorare più lentamente. Le
numerose difficoltà di coordinazione riscontrate dai principianti – in particolare dai bambini – sono ridotte.
Essi riescono così ad anticipare più facilmente il concatenamento delle figure. Considerato dal punto di vista
di una progressione metodologica che va dal più facile al più difficile, il jive-rock si presta bene a una prima
tappa dell’apprendimento del rock ’n’ roll. Offre inoltre una gran libertà di movimento: gli spostamenti (passo
e passo alternato) possono essere eseguiti in avanti, indietro, sul lato o perfino in diagonale. Si possono anche
creare nuove varianti di passi combinando elementi provenienti dal boogie-woogie e dal rock ’n’ roll.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 9
Rock ’n’ roll
Il passo di rock ’n’ roll si scompone in due movimenti fondamentali chiamati «kick» e «hop». Il
passo di 9 saltato caratteristico del rock ’n’ roll praticato in competizione è costruito su una successione di kick e di hop. Come per i passi visti in precedenza, questa successione è asimmetrica,
in modo che il passo della dama e quello del cavaliere corrispondono quando li si guarda in uno
specchio (la dama e il cavaliere sono uno l’immagine dell’altro).
Movimento di kick
Nel rock ’n’ roll ogni movimento di kick (lanciare) comprende quattro fasi successive:
1
solllevare per
2
kick
3
solllevare per
4
posare
La coscia della
gamba che viene
lanciata è sollevata
all’orizzontale.
La parte inferiore
della gamba resta
sciolta verso il basso.
Estensione completa
della gamba del
kick. Alla fine
del movimento,
la gamba forma
una linea retta.
La gamba del kick
ritorna quasi alla
posizione finale
della fase 1
(sollevare per il kick).
La gamba del kick
è posata e riprende
il peso del corpo.
L’altezza del kick è personale e dipende dall’effetto voluto per la figura, dalla distanza tra i partner,
dalla moda del momento ecc. Tuttavia, deve essere mantenuto il portamento del corpo; occorre così
evitare che un kick inadeguato impedisca di mantenere il portamento. L’estetica e la qualità del movimento rivestono pure un ruolo importante.
Movimento di hop
Con il passo saltato, la gamba d’appoggio saltella leggermente. Questo tipo di saltello è chiamato
«hop». L’hop può essere eseguito sul posto o grazie ad uno spostamento, con uno stacco visibile del piede o semplicemente un alleggerimento che gli permette di scivolare. Generalmente,
un movimento di kick è accompagnato da due movimenti di hop. Come indicato qui sopra, al
momento del sollevamento (1) la gamba d’appoggio esegue il movimento di salita dello hop.
In seguito, il movimento di discesa dello hop avviene contemporaneamente al kick (2), ciò che
permette di posare la gamba d’appoggio.
1
sollevare per
2
kick
HOP
3
sollevare per
4
posare
HOP
Gli spin sono in genere effettuati durante l’alleggerimento o lo stacco, reso possibile dai movimenti
di hop. Il movimento di hop facilita pure lo spostamento. Il carattere «stazionario» del passo di
base deve però essere mantenuto. Un leggero contatto del tallone del piede d’appoggio con il
suolo è possibile, senza tuttavia mettere il peso del corpo.
10 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Apprendimento dei movimenti di base
È facile inserire nelle fasi di riscaldamento/messa in moto, come pure di perfezionamento ritmico,
delle forme di gioco e d’esercizio utili all’introduzione o al perfezionamento dei movimenti di
base specifici al rock ’n’ roll. Numerose forme di kick e di saltelli in avanti, indietro e di lato (con
battiti delle mani, rotazioni sul posto regolate da segnalazioni diverse, sia individualmente che in
coppia o in gruppo) possono essere introdotte sotto forma isolata o ludica. Queste forme diverse
costituiscono così fin dall’inizio un’esperienza e un aiuto didattico per gli esercizi successivi. La
velocità della musica deve essere adeguata alle capacità dei ballerini: un ritmo troppo veloce impedisce di raggiungere un’armonia tra la velocità d’esecuzione, l’accentuazione dei movimenti e
la musica. Anche un ritmo troppo lento può rivelarsi un fattore di disturbo.
Riscaldamento/Messa in moto
Allenamento ritmico
Obiettivi
• Raccogliere le prime esperienze motorie
• Vivere motivati e senza obbligo le parti
che in seguito dovranno essere esercitate
rigorosamente
• Stabilire le relazioni con il partner e il
gruppo in un’atmosfera simpatica
• Adattamento più sicuro dei movimenti
di base al ritmo imposto dalla musica
Contenuto
• Movimenti di base del rock ’n’ roll
• Forme di coordinazione
• Ritmo
• Stretching
• Esercizi complementari di coordinazione
con dei kick e dei movimenti delle braccia
Passo di rock ’n’ roll
Il passo di 9 saltato (in seguito passo saltato) si compone essenzialmente di movimenti di base
kick e hop visti in precedenza, come pure del «kick ball change» (KBC) tipico del passo saltato.
KickBall Change Kick
Posare
Kick
Posare
+
1a 2+
3 +
4+5 +6
Da
d
d
s
d
d
s
s
Ca
s
s
d
s
s
d
d
Da = dama; Ca = cavaliere; d = destra; s = sinistra; + = alzare
Il kick ball change viene eseguito all’inizio del passo; lo schema motorio ritmico rispetto al kick
d’appoggio è modificato come segue: la sequenza ritmica del kick ball change ha la stessa durata
di un movimento di kick (sollevare per kick = ¼, sollevare per posare = ¼). Tuttavia, nell’ambito
del movimento KBC, i singoli movimenti sono spostati nel tempo. Al momento di posare la gamba
del kick, l’altra gamba viene sollevata e poi immediatamente posata. Del resto, è grazie a questa
caratteristica che si è arrivati al nome inglese di kick ball change, per analogia con il «calcioavampiede-cambio» del calcista.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 11
e
uno a
due
e tre
e quattro e
cinquee
sei
Passo di rock ’n’ roll: kick ball change + kick + kick. Questo è il passo del cavaliere. Per il passo della dama: invertire gamba destra e gamba sinistra.
La numerazione del passo di rock ’n’ roll è effettuata nel modo seguente
KickBall
Change KickPosareKickPosare
+ 1
Numerazione:e uno
a
2
+
3
+
a
due
e
tre
e
4
quattro
+
5
e cinque
+
6
e
sei
Il dettaglio d’ogni movimento è indicato nella tabella seguente
Num.
Dama
Cavaliere
+
1
a
2
gd:
gd:
pd:
ps:
sollevare, gs: hop
kick
posare vicino al ps, gs: avanzare
posare e caricare
gs: sollevare, gd: hop
gs: kick
ps: posare vicino al pd, gd: avanzare
pd: posare e caricare
+
3
+
4
gd:
gd:
gd:
pd:
sollevare, gs: hop
kick
sollevare, gs: hop
posare e caricare
gs:
gs:
gs:
ps:
sollevare, gd: hop
kick
sollevare, gd: hop
posare e caricare
+
5
+
6
gs:
gs:
gs:
ps:
sollevare, gd: hop
kick
sollevare, gd: hop
posare e caricare
gd:
gd:
gd:
pd:
sollevare, gs: hop
kick
sollevare, gs: hop
posare e caricare
Num. = numerazione; gd/gs = gamba destra/gamba sinistra; pd/ps = piede destro/piede sinistro
Portamento del corpo
Il portamento generale del corpo è retto e statico. Ciò significa che – soprattutto nelle varianti del
passo saltato – i movimenti d’oscillazione della parte superiore del corpo devono essere attutiti
con le caviglie, le ginocchia e le anche.
Condotta delle braccia
Il movimento delle braccia è sempre controllato. Il movimento del braccio libero è accentuato sul
lato o verso l’alto. Ciò avviene generalmente durante il kick 1 (contare: +1a2, la sottolineatura
indica il momento dell’esecuzione del movimento) di una figura di base. Gli accenti per la condotta
delle braccia possono essere messi su altri kick.
12 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Apprendimento del passo di rock ’n’ roll
In un primo tempo, diverse combinazioni di passi e di kick possono essere introdotti ed esercitati (cfr. parte
precedente «Apprendimento dei movimenti di base») nell’ambito del riscaldamento e dell’allenamento ritmico.
Si consiglia in particolare di combinare le musiche del boogie-woogie, del jive-rock e del rock ’n’ roll, appena
le nozioni di base sono sufficienti e si vogliono sviluppare le capacità coordinative. Questa combinazione di
passi di base, soprattutto orientata sul vissuto, può essere sottolineata da alcune variazioni musicali, ma il
ritmo deve assolutamente essere adeguato alle capacità dei ballerini.
In un secondo tempo, al momento dell’introduzione tecnica del passo di rock ’n’ roll, si cercherà di ottenere
dapprima l’esecuzione corretta del kick, in seguito quella del kick ball change. L’impiego di un modello a 6
passi – senza kick ball change – permette di imparare e di comporre successioni complete di passi: il kick ball
change viene allora sostituito da 2 passi («passo passo»).
Quando il movimento di kick viene padroneggiato nella sua forma elementare, si cercherà di completarlo con i
rispettivi hop (cfr. schema del passo di rock ’n’ roll, passo +3 a +6). Con questo passo si possono intraprendere
i primi tentativi in direzione della creazione di figure.
Infine, si completerà il passo di base introducendo il kick ball change, ciò che permetterà in particolare di
raggiungere una più grande mobilità nello spazio. Infatti, nelle figure, i grandi spostamenti si effettuano in
generale sul kick ball change. È dunque importante esigere che il movimento di kick nel kick ball change
(+1a2) – la sottolineatura indica il momento dell’esecuzione del movimento – sia sempre chiaramente visibile!
Controllo e miglioramenti
Per assicurarsi che gli elementi fondamentali siano stati acquisiti correttamente e che vi sia una progressione
dell’apprendimento, sono necessari controlli regolari. Devono essere effettuati ad intervalli precisi e nel momento in cui i requisiti diventano indispensabili per progredire. È inutile voler costruire su basi incerte e se
sussistono ancora esitazioni. Quando i controlli attestano delle lacune, si tratta di istituire misure correttive
per ottenere al più presto i miglioramenti senza i quali la progressione diventerebbe difficile. Le valutazioni
devono essere pianificate contemporaneamente all’insegnamento.
Le tappe che indicano il raggiungimento di obiettivi intermediari nella progressione a più lungo termine costituiscono momenti chiave e sono ideali per introdurre questi test di capacità. La monitrice ottiene un feedback
diretto delle possibilità attuali dei ballerini e può rendersi conto se è possibile continuare ad acquisire elementi
o se è necessario apportare miglioramenti a ciò che è già stato imparato, prima di proseguire. Senza volerne
fare un esame di passaggio rigoroso e troppo serio – la valutazione deve innanzitutto servire alla monitrice
per meglio indirizzare i contenuti della sua lezione – è possibile effettuare questi controlli in modo ludico e
stimolante, per esempio sotto forma di piccoli concorsi interni.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 13
Figure di base
Definizione e panoramica delle figure di base del rock ’n’ roll
Con figure di base – o figure di danza semplici – intendiamo tutte le figure in cui lo schema dei
passi corrisponde perfettamente a un’unità di passo (1 misura e ½ = 6 tempi) e che rispettano
la forma di base: +1a2 +3+4 +5+6 (KBC kick kick). Nell’ambito dello schema di base si possono
inserire diversi spostamenti e rotazioni. La posizione di danza e dell’appoggio delle mani possono
cambiare.
Per tutte le figure di danza descritte valgono le regole seguenti:
•La dama balla generalmente sulla linea, il cavaliere si sposta per lasciare passare la dama.
•Il cavaliere indica chiaramente alla dama quale figura vorrebbe che lei effettuasse, non
a voce, bensì con una breve trazione della mano di guida e con una posizione d’anticipo
del corpo.
•Tutte le figure di danza si effettuano su una linea di danza e la sua perpendicolare se la figura
lo esige (non si effettuano figure in tutte le direzioni!).
Categorie di figure di base
Cambio di posto
• cambio posto aperto
• cambio posto della dama
• cambio posto del cavaliere
• cambio di mano
• cambio lei e lui
Cambio di linea
• pancino ¼ di giro
• cambio posto della dama ¾ di giro
• ¾ di giro attorno alla vita
Spin
• spin (rotazione individuale della dama)
• rientri e uscite
Figure faccia a faccia
• pancino
Giro attorno alla vita
• passaggio della dama attorno al cavaliere (giro completo)
14 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Posizioni di danza
(secondo Siemsen, Reinbek 1986)
Nel rock ’n’ roll, la posizione di base consiste in un faccia a faccia, la mano sinistra del cavaliere tiene la mano
destra della dama. La distanza tra la dama e il cavaliere deve essere sufficiente per permettere il kick. Le altre
posizioni di danza dipendono dall’entrata e dall’uscita delle differenti figure. A tal riguardo, occorre precisare
che è necessario adattare il modo di prendere la mano alla posizione di danza.
Posizione di danza di base
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 15
Posizione di danza / Esempio d’applicazione
Aperta faccia a faccia
Cambio di mano per spin
Entrata per rientro
Faccia a faccia, vicini uno all’altro
Figura «mulino a vento» (cambio di
posto aperto, presa con 2 mani)
Chiusa
Entrata per la figura «mezza
cintura»
Faccia a faccia, vicini uno
all’altro
Entrata della figura acrobatica
«candela»
Aperta faccia a faccia
Entrata e uscita per la figura
«pancino»
Uno dietro l’altro
Entrata dello spin di schiena
Aperta faccia a faccia
Figura «guidata»; braccio sinistro
in alto: cambio di posto del Ca con
due mani; braccio destro in alto:
spin guidato Da
Uno dietro l’altro
Entrata della figura acrobatica
«caduta all’indietro sotto braccio
del ballerino»
Entrata della figura acrobatica
«piatto»
Uno accanto all’altro
Figure di danza libere
Posizioni dopo i rientri o
prima delle uscite
16 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Cambio posto
I cambi posto sono tra gli elementi più utilizzati nel rock ’n’ roll. Eseguiti con rapidità e perfezione, essi conferiscono al
programma di danza velocità e dinamismo.
Cambio posto aperto
Inizio / Fine: posizione faccia a faccia aperta, la ms del cavaliere prende la md della dama. Rotazione a destra per dama e
cavaliere.
Cambio posto dama
Inizio / Fine: posizione faccia a faccia aperta, la ms del cavaliere prende la md della dama.
Guida: primo impulso sul +1a2, al +1a2 il braccio sinistro è tenuto alto, al +3+4 il cavaliere guida la dama nel ½ giro e al
+5+6 riporta il suo braccio sinistro alla posizione iniziale.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 17
Cambio posto cavaliere
Inizio / Fine: posizione faccia a faccia aperta, la ms del cavaliere prende la md della dama.
Guida: il cavaliere facilita alla dama il cambio posto alzando nel momento giusto il braccio di guida a sinistra (+1a2). La
rotazione del cavaliere viene effettuata principalmente sul +3+4 e sul +5+6 il suo braccio sinistro ritorna alla posizione iniziale.
Cambio posto con cambio di mano
Inizio / Fine: posizione faccia a faccia aperta, la ms del cavaliere prende la md della dama.
Guida: primo impulso sul +1a2 ; al primo cambio di mano sul +1a2, il cavaliere prende con la sua mano destra la parte superiore
(il dorso) della mano destra della dama e la porta dietro la sua schiena; al secondo cambio di mano sul +3+4, la mano sinistra
del cavaliere riprende la mano destra della dama (dietro la sua schiena).
18 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Cambio posto lei + lui
Inizio / Fine: posizione faccia a faccia aperta, la ms del cavaliere prende la md della dama.
Guida: primo impulso sul +1a2 ; al +1a2 il braccio sinistro del cavaliere resta alzato, al +3+4 egli conduce la dama nella
rotazione, poi tra il +5+6 egli effettua il suo ½ giro a sinistra.
Cambio di linea
Le figure che permettono di cambiare la linea di danza sono piccoli elementi molto pratici in un programma di danza, e
possono essere inseriti a volontà in funzione delle figure scelte e dell’effetto desiderato (per es.: orientarsi verso il pubblico durante le gare). Possiamo scegliere questi elementi tra quelli descritti qui sotto o inventare le proprie varianti. Tutti
i cambi di linea proposti qui iniziano e terminano in posizione faccia a faccia aperta, la mano sinistra del cavaliere prende
la mano destra della dama.
Pancino ¼ di giro
Contrariamente ai cambi di posto, il cavaliere non si sposta davanti alla dama nel pancino 1⁄4 di giro. Lascia che la dama si
avvicini, per allontanarla dopo aver eseguito insieme ¼ di giro a destra.
Guida: primo impulso sul +1a2, poi sul +1a2, la mano destra del cavaliere si posa sull’anca sinistra della dama; al +3+4
la coppia effettua ¼ di giro a destra (il cavaliere sul posto, la dama ad angolo retto), al +5+6 la mano destra del cavaliere
guida la dama in posizione faccia a faccia aperta.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 19
Cambio posto dama ¾ di giro
Guida: primo impulso sul +1a2; poi sul +1a2, il braccio sinistro del cavaliere è sollevato; al +3+4 la dama inizia ¼ di giro
verso sinistra e il cavaliere verso destra; al +3+4 la dama termina il suo ¾ di giro e al +5+6 il cavaliere riporta la dama in
posizione di faccia a faccia aperta tramite una pressione del suo braccio sinistro.
¾ di giro attorno alla vita
Questa figura è una versione semplificata del giro attorno alla vita descritto in seguito. Questo cambio di linea può anche
essere considerato una variante del giro attorno alla vita e può essere utilizzato per arricchire l’allenamento dei principianti.
Guida: primo impulso sul +1a2; fino al +1a2, il cavaliere porta la mano destra della dama sul suo ventre (liberare) e il suo
braccio destro (dall’alto) sulla schiena della dama; al +3+4, la dama gira attorno al cavaliere appoggiando il suo braccio sul
tronco; contemporaneamente il braccio destro del cavaliere spinge energicamente la dama dietro la sua schiena; sul +3+4
la dama effettua ¾ di giro a destra e sul +3+4 il cavaliere effettua ¼ di giro a sinistra, poi prende al +5+6 la mano destra
della dama con la sua mano sinistra. Le coppie più abili possono effettuare sul +5+6 ¼ di giro supplementare e completare
il giro della dama verso destra.
20 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Gli spin
Spin (rotazione individuale della dama)
Nella forma mostrata qui, al momento dello stacco dello spin, la dama si appoggia sul piede sinistro e il cavaliere su quello
destro. Il giro completo è effettuato senza contatto delle mani. Questa forma d’esecuzione esige dai ballerini un’eccellente
padronanza dell’equilibrio, della posizione e del portamento.
Inizio: posizione faccia a faccia aperta, la ms del cavaliere prende la md della dama.
Fine: posizione faccia a faccia aperta, presa mano nella mano a destra.
Guida: primo impulso sul +1a2; sul +3+4 il cavaliere tende il suo braccio verso la dama presentando il palmo della mano,
sul quale lei potrà appoggiare la sua mano destra sul +3+4 per girare (lei stacca la sua rotazione con un movimento accentuato della gamba destra).
Per la presa di mano iniziale e/o finale sono possibili altre varianti.
Varianti e osservazioni
Tra le molteplici varianti di spin possiamo citare in modo non esaustivo:
•L’Italo spin (spin guidato): il cavaliere guida con la sua mano destra la mano destra della dama; le due braccia destre
vengono dunque alzate sopra la testa della dama. Le coppie più abili sono in grado di eseguire un doppio Italo spin.
•Spin guidato con presa a mani incrociate (braccia destre in alto).
•Spin individuale per ognuno (nelle coppie più abili ognuno effettua anche in questo caso un doppio giro).
•Gli spin possono essere eseguiti dalla dama e/o dal cavaliere.
•In generale, la rotazione si effettua sul +3+4.
•Inserite nelle figure che presentano grandi spostamenti, le rotazioni devono essere eseguite
possibilmente sul posto e con la testa eretta.
•Gli spin possono essere effettuati liberamente o guidati con l’appoggio della mano. Durante le rotazioni con guida,
le dita della persona che gira, devono girare nella mano del partner.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 21
Rientri e uscite
Variante B
Il rientro della dama sul lato destro del cavaliere – un passo di base, posizione di passeggio fianco a fianco, sguardo nella
stessa direzione – può essere introdotto con diverse posizioni delle mani.
A P artendo dalla posizione di base (Ca ms + Da md), la dama può rientrare con ½ giro a destra (verso il partner) o con
½ giro a sinistra (allontanandosi dal partner, sotto il suo braccio sinistro). Nei due casi, il cavaliere frena la dama mettendo la sua mano destra libera attorno alla vita della dama.
B In posizione presa mano nella mano, la dama effettua ½ giro a sinistra. La mano destra del cavaliere gira allora con la
mano destra della dama. Alla fine della rotazione, il cavaliere frena la dama attorno alla vita e prende, partendo dal
basso, la mano della dama con la sua mano sinistra.
L’uscita della dama (un passo di base) si effettua nello stesso modo oppure con un giro a destra della dama sotto il braccio
sinistro (A: in posizione di danza di base, B: con presa incrociata).
22 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Figure faccia a faccia
Pancino
Inizio / Fine: posizione faccia a faccia aperta: la ms del cavaliere prende la md della dama o presa doppia.
Guida: primo impulso sul +1a2; al +1a2, le mani frenano il movimento di riscontro; sul +3+4 i ballerini si respingono
aiutandosi con le mani.
Giro attorno alla vita
Giro attorno alla vita (giro completo)
Inizio / Fine: posizione faccia a faccia aperta, la ms del cavaliere prende la md della dama.
Guida: primo impulso sul +1a2 ; fino al +1a2, il cavaliere porta il braccio destro della dama sul suo ventre (liberare); contemporaneamente, egli passa il suo braccio destro (dall’alto) dietro la schiena della dama; al +3+4 la dama inizia la sua
rotazione attorno al cavaliere aiutandosi con il suo braccio sul ventre del cavaliere (lasciar scivolare); con il suo braccio
destro, il cavaliere aiuta la dama a girare (guida della dama molto vicina al cavaliere); tra +3+4 la dama effettua un giro
completo attorno al cavaliere, che tiene con la sua mano sinistra la mano destra della dama fino al +5+6.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 23
Combinazioni di figure e modelli di programmi
La combinazione di figure di base (figure semplici) permette di creare nuovi elementi attrattivi. Esempi:
Spin di schiena
1. Come per il «cambio posto con cambio di mano» (md della dama nella md del cavaliere), il cavaliere
conduce la dama dietro la schiena (ambedue hanno lo sguardo rivolto nella stessa direzione).
2. Come per lo spin (il cavaliere tira la dama verso di sé), lo spin di schiena fa sì che la dama si appoggi
contro la schiena del partner. Il cavaliere effettua sul +3+4 ½ giro a sinistra per ritornare alla posizione
faccia a faccia aperta. Variante: la dama effettua due spin, il cavaliere si gira con il secondo.
Figura guidata
1. Spin della dama con cambio di mano.
2. Rientro della dama con «presa mano nella mano» in posizione di passeggio (mano destra alla vita, mano
sinistra del cavaliere tiene dal basso la mano sinistra della dama).
3. Uscita con presa mano nella mano (½ giro a destra della dama sotto il braccio sinistro del cavaliere) in posizione faccia a faccia aperta (alla fine, il braccio sinistro di ambedue incrocia il braccio destro di ambedue).
4. Cambio posto cavaliere, presa doppia incrociata (braccio destro di ambedue in alto).
5. Spin guidato a due mani (vedi la variante 2 spin): dopo l’impulso per la rotazione della dama, la mano
sinistra di lui e di lei si staccano, mentre la mano destra di lui e di lei restano in posizione mano nella mano.
6. Spin con cambio di mano all’uscita (la mano sinistra del cavaliere tiene la mano destra della dama).
Varianti
Dopo 5, non staccare le mani, ripetere 4. e 5. (adatta come figura in un programma di principianti).
Il grado di difficoltà di un programma non dipende solo dal numero di figure presentate, ma anche dal loro
concatenamento e dal loro ampliamento (spin complementari e doppi click, kick ad altezze differenti). La
velocità della musica deve sempre essere adattata al livello di capacità dei ballerini. I tre modelli di programma
proposti qui contengono esclusivamente le figure semplici del rock ’n’ roll descritte finora, come pure la loro
combinazione. Essi possono inoltre essere adottati per esercitare il boogie-woogie o il jive-rock. Tutti i programmi costruiti sulle figure di base, iniziano e finiscono in posizione faccia a faccia aperta, la mano destra
della dama nella mano sinistra del cavaliere (posizione di danza di base).
Esempi di programmi
Principianti
Medi
Avanzati
1. Cambio posto aperto
2. Cambio posto cavaliere
3. Cambio posto dama
4. Pancino con ¼ di giro
5. Figura guidata
6. Cambio posto dama
7. Spin di schiena
8. Pancino
9. ¾ di giro attorno alla vita
1. Cambio posto dama
2. Pancino ¼ di giro
3. Figura guidata
4. Cambio posto dama con ¾ di giro
5. Pancino
6. Cambio posto lei + lui
7. 3⁄4 di giro attorno alla vita (con
rotazione completa supplementare
della dama a destra)
8. Spin di schiena
9. Cambio posto cavaliere (con rotazione completa supplementare
della dama a destra)
1. Cambio posto dama
2. ¾ di giro attorno alla vita (con
rotazione completa supplementare
della dama a destra)
3. Spin di schiena
4. Giro attorno alla vita
5. Pancino
6. Cambio posto dama (con due
doppi kick del cavaliere)
7. Figura guidata (con il primo spin
doppio della dama e del cavaliere)
8. Cambio posto lei + lui
Riprendere da 1. a 9. ecc.
Riprendere da 1. a 9. ecc.
Riprendere da 1. a 8. ecc.
24 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Figure evolute
Definizione e visione d’assieme
Contrariamente alle figure di base descritte al capitolo precedente, le figure evolute non sono legate a uno
schema temporale stabilito (figure di base a 6 tempi = 1 misura e ½) o a una forma invariabile (+1a2 +3+4
+5+6 = KBC kick kick).
Le varianti e le combinazioni di figure di base descritte in precedenza devono essere considerate – in senso
stretto – come facenti parte delle figure evolute.
Non esiste, come per le figure di base, un elenco di figure evolute. Infatti, ciò è impossibile a causa della gran
varietà di queste figure. Ci limiteremo dunque a indicare alcune direzioni possibili nella creazione di figure
evolute di rock ’n’ roll. La visione d’assieme che segue non vuole dunque essere in nessun caso esaustiva.
Figure evolute di rock ’n’ roll
Figure semplici
Lo schema dei passi (kick ball change kick
kick) resta invariato nel tempo.
Figure complesse
Lo schema dei passi viene esteso tramite
l’aggiunta di stop (break) e/o di kick.
Figure di base
con variazioni
nella tecnica di
base (ad esempio
doppio kick).
Figure di base
riunite (combinazioni).
Figure di danza
aperte o chiuse
con combinazioni
di passi più
importanti.
Figure di base
(combinazioni)
con stop e figure
corporee (elementi
di jazz o presi da
altre danze).
Esempio
Esempio
Esempio
Esempio
Cambio posto
dama con doppio
kick per il cavaliere
(o ambedue)
Figura guidata
Spin di schiena
Combinazione
di kick, passi incrociati, stop e spin
Kick ball + «salto»
e uno stop (con
elementi di jazz)
per il kick
Assai di frequente incontriamo in una figura la combinazione di questi diversi elementi.
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 25
Nel suo regolamento di competizione, la federazione SRRC
impone alcune regole da rispettare per quanto riguarda
alla creazione di figure. Il regolamento è, in realtà, poco
restrittivo: lascia un grande spazio all’immaginazione e alla
realizzazione di nuove figure. Il rock ’n’ roll acrobatico è uno
sport in continua evoluzione. Ciò che oggi è attuale, domani
può già essere desueto. Con l’emergere di nuove idee, di
nuove tendenze che derivano dagli effetti della moda, e
l’influenza di altre discipline sportive, le figure diventano
sempre più complicate e originali. Allo stesso tempo si assiste ad un aumento della qualità tecnica, che permette ai
ballerini un’esecuzione più rapida e più precisa delle figure.
Apprendimento delle figure di base
e delle figure evolute di rock ’n’ roll
Al momento dell’introduzione di nuovi modelli di movimenti, opteremo per la dimostrazione pratica – le parole
sono meno efficaci! – e lasceremo che gli allievi imitino i
movimenti presentati. La procedura seguente è proposta a
titolo d’esempio:
•Mostrare e imitare: permettere agli allievi di riconoscere
il carattere della figura.
•Sperimentare lo svolgimento del movimento (spostamento, rotazione, guida, cambiamento di mano) senza
il passo di base.
•Imparare la successione dei passi (impiego della tecnica
dei passi nei suoi diversi svolgimenti, senza musica).
•Imparare lo svolgimento globale di movimento con
la numerazione corrispondente (senza musica).
•Introdurre la musica (lenta all’inizio).
•Perfezionare e stabilire un legame con una figura o altri
elementi conosciuti.
La pratica dimostra che i migliori risultati si ottengono combinando gli aspetti tecnici e ludici! Una volta si padroneggiano
le figure nella loro forma elementare, è opportuno dedicare
tempo per ottenere un portamento corretto del corpo e
un movimento armonioso delle braccia, elementi essenziali
dell’aspetto estetico delle figure ballate.
Le figure appena imparate devono essere collegate tra loro
abbastanza presto, allo scopo di favorire il controllo ritmico
della transizione da una figura all’altra.
26 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Per quanto riguarda l’apprendimento e l’allenamento delle
figure evolute, è senz’altro possibile adottare una procedura
simile. Occorre tuttavia essere sicuri che le basi siano solide.
Tali basi devono permettere ai ballerini di imparare, rapidamente e con successo, gli elementi più difficili contenuti in
queste figure. Anche le fasi d’apprendimento si susseguono
in modo logico per le figure complicate:
1. Riconoscere le caratteristiche della figura
2. Apprendere le successioni dei movimenti
3. Apprendere gli spin e la guida
4. Apprendere la successione dei passi
5. Apprendere le posizioni del corpo e delle mani
6. Apprendere lo svolgimento generale dei movimenti
7. Apprendere la numerazione
8. Utilizzare la musica
9. Perfezionare
Queste tappe (1-9) possono variare secondo le caratteristiche della figura, il livello del gruppo d’apprendimento e la
personalità del monitore.
In generale, sia per le figure semplici sia per quelle complicate, ed anche per l’apprendimento delle acrobazie, applicheremo il principio seguente:
«Dal facile al difficile,
dal noto all’ignoto»
Complementi
Lo spazio limitato di quest’opuscolo non ci permette di trattare alcuni aspetti essenziali dell’apprendimento
e della pratica del rock ’n’ roll acrobatico. L’acrobazia e la coreografia, in particolare, avrebbero meritato un
ampio spazio in questo manuale. Questi contenuti importanti sono stati trasferiti nei moduli di formazione
complementare. Alcuni di questi moduli sono obbligatori per il proseguimento della formazione, altri invece
sono facoltativi e altri, d’interesse generale, possono essere in comune con altre discipline. Citiamo qui i moduli
di formazione specifici del rock ’n’ roll acrobatico:
•Basi dell’acrobazia
•Coreografia per il rock ’n’ roll
•Insegnamento del rock ’n’ roll
•Forme ludiche per il rock ’n’ roll
•Rock ’n’ roll Story (lindy-hop, boogie-woogie e rock ’n’ roll)
•Acrobazie per avanzati
Incoraggiamo vivamente i monitori e le monitrici di rock ’n’ roll acrobatico a proseguire la loro formazione
partecipando a diversi di questi moduli.
A tutti i monitori e tutte le monitrici che iniziano la loro attività nell’ambito di G+S, auguriamo grandi soddisfazioni
e felicità nell’insegnamento e nella pratica di questa fantastica disciplina sportiva!
Rock ’n’ roll – Basi pratiche 27
Bibliografia
In italiano
Regazzoni, G., Rossi, M.A., & Maggioni, A. (1998). L’ABC del ballo moderno.
Milano: A. Mondadori.
In francese
Delannet, M. (1997). Du rock au rock acrobatique. Chatenay-Malabry: AEEPS.
In tedesco
Rosenberg, S. (2004). Handbuch für Rock ’n’ Roll (2., überarb. Aufl.). Aachen:
Meyer & Meyer.
28 Rock ’n’ roll – Basi pratiche
Autore: Gianni Fiorucci
Responsabile del progetto: Mariella Markmann
Traduzione: Nathalie Perroud
Fotografie: Daniel Käsermann, Peter Battanta
Illustrazioni: Monique Marzo
Layout: Media didattici SUFSM
Edizione: 2012, seconda ristampa, senza modifiche del contenuto
Editore Ufficio federale dello sport UFSPO
Internet: www.ufspo.ch, www.gioventuesport.ch
Ordinazioni: [email protected]
N° di ordinazione: 30.571.510 i
Tutti i diritti riservati. Riproduzione e diffusione di ogni tipo, anche parziali, sono
possibili solo previa autorizzazione dell’editore e con indicazione della fonte.
Fly UP