...

Comune Cagliari News - Lo «scandalo-piscina» finirà alla Corte dei

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

Comune Cagliari News - Lo «scandalo-piscina» finirà alla Corte dei
LO «SCANDALO-PISCINA» FINIRÀ ALLA CORTE DEI CONTI
Fonte: La Nuova Sardegna
15 ottobre 2008
URL della pagina: http://www.comunecagliarinews.it/rassegnastampa.php?pagina=2589
Data scaricamento: 6 luglio 2016, 17:38
MERCOLEDÌ, 15 OTTOBRE 2008
Pagina 1 - Cagliari
Comune, lopposizione annuncia un esposto ai giudici amministrativi: non faranno tutto quello che
vogliono
La struttura è stata affidata alla Fin con una spesa per il Municipio di oltre 240mila euro allanno
CAGLIARI. Il caso della piscina olimpionica finirà alla Corte dei conti. Il centrosinistra è deciso ad
andare sino in fondo. «Si tratta di uno scandalo talmente grosso che è difficile pensare che la
Corte dei conti non se ne interessi», precisa Ninni Depau, capo gruppo del Pd in consiglio
comunale, nel commentare la firma della convenzione tra il Comune e la Federazione italiana
nuoto (Fin) per la gestione della piscina olimpionica di Terramaini. «Non è possibile - continua
Depau - che una simile assegnazione venga fatta senza un bando di gara considerando che
costerà allamministrazione 240mila euro allanno per nove anni. Con in più il fatto che cerano altre
manifestazioni di interesse a costo zero».
La Corte dei conti, continua Depau, «è intervenuta diverse altre volte sul Comune». E ora in vari
settori del centrosinistra si dice già che sarà inevitabile una comunicazione alla magistratura
contabile «perchè la Giunta non può comportarsi con una simile discrezionalità».
I 240mila euro che saranno dati alla Fin sono presenti nel contratto di gestione in quanto «i costi
della struttura sono molto alti e ammontano a circa un milione di euro allanno», aveva precisato
lamministrazione. Un fatto che lopposizione, e non solo, ha considerato del tutto anomalo. Il
Comune ha risposto affermando che la Fin dà una serie di garanzie che le altri operatori non
danno, per il ruolo che ricopre in campo nazionale: per gli obiettivi di sviluppo del nuoto che si
pone il Comune. Ma la constatazione che venga dato un pagamento a chi gestisce e non
Comune Cagliari News - Testata giornalistica quotidiana del Comune di Cagliari
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari in data 05.12.2005 al n. 31/05 - Direttore responsabile: Gianfranco Luigi Quartu.
P. IVA 00147990923 - www.comunecagliarinews.it
Pagina 1 di 2
viceversa è «decisamente inusuale» anche perchè ci sono state altre società, tra cui la Fipasas,
che avevano proposto una gestione a costo zero della piscina.
Lamministrazione, che sabato aveva fatto una conferenza stampa per presentare la firma del
contratto di affidamento, ha giustificato la scelta della Fin anche perchè alla Federazione italiana
nuoto «è riconosciuta» da parte delle Federazioni sportive nazionali «valenza pubblicistica».
Inoltre il prestigio della Fin, secondo i responsabili politici del palazzo di via Roma, ne fa
linterlocutore privilegiato «alla costruzione di un Centro federale permanente per la preparazione
sportiva e di un Centro per laddestramento dei nuclei di protezione civile di salvamento». In più la
Fin contribuirà alla «creazione locale del Centro federale nuoto».
Ma la minoranza ha ormai dissotterrato lascia di guerra. E in una interrogazione, oltre a
denunciare laffidamento di un bene pubblico pagando, ha fatto presente che il presidente della
Fin è un senatore eletto nelle liste del Pdl. Poi ha rispolverato tutto «il tortuoso iter» adottato della
piscina e chiesto «se, quando è stata deliberata la realizzazione» della struttura, «sia stato
predisposto un piano di fattibilità finanziaria e gestionale?». Inoltre linterrogazione precisa che
tutta la progettazione è stata fatta dagli uffici comunali «che non sono in grado di rispondere con
la necessaria celerità neppure allattività ordinaria nel campo urbanistico ed edilizio».
La storia ha anche punti non del tutto chiari. Nello stesso documento comunale si afferma che
«lamministrazione comunale, pur individuando la Fin quale interlocutore unico (perchè il solo a
ciò titolato) per un affidamento diretto», con una delibera del consiglio comunale del 2007 «ha
approvato laffidamento in gestione della piscina a soggetti privati». Da qui la richiesta di
presentare manifestazioni di interesse (a cui hanno partecipato quattro società). A questo punto e
visto che sin dallinizio la Fin era considerata «unico interlocuttore», la richiesta pubblica
accennata pare un contentino (forse a qualcuno della maggioranza), mentre la scelta era già
stata fatta. «A me sembra - commenta Depau - che la richiesta di interesse pubblico, una volta
che avevano deciso per la Fin, sia stato un atto protettivo per lamministrazione, ma le crepe sono
evidenti».
Infine cè il problema dei cinque disabili impiegati nella piscina, sollevato anche dal consigliere
comunale e regionale Marco Espa: «Che fine faranno visto che il contratto stipulato con la Fin
non prevede il proseguimento dellincarico lavorativo di detti operatori, il cui contratto scade a fine
dicembre?». Una «dimenticanza sospetta» dato che linserimento delle cinque persone con
disabilità come bagnini rappresenta «uno dei pochi, ma importantissimi, progetti sperimentali di
inserimento di categorie svantaggiate». (r.p.)
Comune Cagliari News - Testata giornalistica quotidiana del Comune di Cagliari
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Cagliari in data 05.12.2005 al n. 31/05 - Direttore responsabile: Gianfranco Luigi Quartu.
P. IVA 00147990923 - www.comunecagliarinews.it
Pagina 2 di 2
Fly UP