...

Regolamento Tecnico per Bersaglio Mobile

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

Regolamento Tecnico per Bersaglio Mobile
calciol o
U.I.T.S.
UNIONE ITALIANA TIRO A SEGNO
REGOLAMENTO TECNICO
PER BERSAGLIO MOBILE
50m e10m
SOMMARIO
- 200 -
10.1.0
Norme generali
10.2.0
Sicurezza
10.3.0
Caratteristiche dei poligoni e dei bersagli (vedi R.T.G.)
10.4.0
Equipaggiamenti e munizioni
10.5.0
Competizioni ufficiali
10.6.0
Procedure e regole di competizione
10.7.0
Assegnazione linee di tiro
10.8.0
Inceppamenti
10.9.0
Regole di condotta per tiratori e dirigenti
10.10.0
Controllo equipaggiamenti
10.11.0
Procedure di classifica (vedi 6.7.0)
10.12.0
Parità nelle classifiche
10.13.0
Reclami e appelli
10.14.0
Comma a disposizione per l’inserimento di regole a completamento
10.15.0
Tabella riepilogativa specifiche tecniche
10.16.0
Tabella illustrativa
10.17.0
Indice
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.1.0
NORME GENERALI
10.1.1
Queste norme fanno parte del Regolamento Tecnico dell’UITS e si devono applicare in
tutte le gare di Bersaglio Mobile a 50 e 10 metri.
10.1.2
Ogni tiratore, accompagnatore e ufficiale di gara deve conoscere bene il regolamento
UITS e deve assicurarsi che sia osservato. E’ responsabilità di ogni tiratore osservare i
regolamenti.
10.1.3
Le regole si riferiscono a tiratori destri, per i tiratori mancini vale il contrario.
10.1.4
A meno che le regole non siano applicate specificamente per uomini e donne, esse
devono essere applicate, in maniera uniforme, per entrambi, in ogni gara per uomini e
donne.
10.2.0
SICUREZZA
LA SICUREZZA E’ DI FONDAMENTALE IMPORTANZA
10.2.1
La sicurezza richiede continua ed attenta cura nel maneggio delle armi e cautela negli
spostamenti all'interno del poligono. La sicurezza sulla linea di tiro dipende in massima
parte dalle situazioni locali; eventuali ulteriori prescrizioni di sicurezza possono essere
stabilite dall’Organizzazione. L’Organizzazione deve conoscere i principi della sicurezza
sulle linee e adottare i necessari provvedimenti per applicarli. Il Comitato Organizzatore
(Direzione di Gara) detiene la responsabilità della sicurezza. I Membri di Giuria e
Membri della Direzione di Tiro, gli accompagnatori delle squadre ed i tiratori devono
essere informati sull’esistenza di particolari norme di sicurezza.
10.2.2
La sicurezza degli spettatori, degli operatori di poligono e dei tiratori richiede continua
attenzione nel maneggio delle armi e prudenza durante gli spostamenti all'interno del
poligono. L'autodisciplina è necessaria da parte di tutti. In caso che tale autodisciplina
sia carente, è compito degli Ufficiali di Gara farla osservare ed è dovere dei tiratori e
degli accompagnatori collaborare in tale finalità.
10.2.3
Nell'interesse della sicurezza, un membro della Giuria o un Ufficiale di gara può fermare
il tiro in qualsiasi momento. I tiratori e gli accompagnatori sono obbligati ad informare gli
Ufficiali di Gara o i membri della Giuria su qualsiasi situazione pericolosa o su
qualunque cosa che possa causare un incidente.
10.2.4
Un addetto al controllo degli equipaggiamenti, o un Membro di Giuria può prelevare
l'equipaggiamento di un tiratore (carabina compresa) per procedere a dei controlli senza
il suo consenso, ma informandolo ed in sua presenza. Comunque devono essere
sempre intrapresi immediati provvedimenti quando è messa in discussione la sicurezza.
10.2.5
Per garantire la sicurezza, tutte le carabine devono essere maneggiate con la massima
cura in ogni momento. La carabina non può essere rimossa dalla linea di tiro durante la
gara salvo che con il permesso degli Ufficiali di Gara.
10.2.5.1
Mentre il tiratore è sulla linea di tiro, la carabina deve essere sempre rivolta in una
direzione sicura. Anche se la carabina è dotata di caricatore, essa può essere caricata
soltanto con una cartuccia. Quando non si sta sparando effettivamente, tutte le carabine
devono essere scariche e l'otturatore o lo sportellino deve essere aperto. L'otturatore o
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 201 -
lo sportellino di caricamento non deve essere chiuso finché la carabina non è puntata in
direzione sicura verso il bersaglio o il terrapieno.
10.2.5.2
Prima che il tiratore lasci la piazzola di tiro, deve assicurarsi (e l'Ufficiale di Gara deve
verificare) che l'otturatore sia aperto e che non sia stata inserita in camera di cartuccia o
nel caricatore una cartuccia o un piombino. Se il tiratore ripone la sua carabina o la
rimuove dal pancone di tiro senza aver richiesto l'ispezione dell'arma da parte
dell'Ufficiale di Gara, egli può essere squalificato.
10.2.5.3
Il tiro a secco ed esercizi di puntamento sono ammessi se si è ottenuto il permesso
dell'Ufficiale di Gara. Ciò può avvenire soltanto sulla linea di tiro assegnata o in un'area
appositamente indicata. Non è consentito Il maneggio delle carabine quando il
personale di poligono sta operando nell'area antistante la linea del fuoco.
10.2.5.3.1 Per tiro a secco si intende l'azionare il meccanismo armato di scatto di una carabina a
fuoco con cartuccia inerte o bossolo oppure l'azionare il meccanismo di scatto delle
carabine ad aria fornite dell'accorgimento che consente di tirare il grilletto senza la
fuoriuscita di gas o aria.
10.2.5.4
Le carabine possono essere caricate solo sulla linea di tiro e solo dopo che sia stato
impartito il comando "START" o "CARICATE". In tutti gli altri momenti, le carabine
devono essere tenute scariche.
10.2.5.5
Se un tiratore spara un colpo prima del comando “START”, o dopo il comando “STOP ”
o ”SCARICATE”, egli può essere squalificato se è implicata la sicurezza.
10.2.5.6
L'arma può essere riposta solo dopo che le cartucce e/o il caricatore siano stati rimossi
e l'otturatore sia aperto ed in posizione tale da scoprire la camera di cartuccia. Le
carabine ad aria o gas devono evidenziare le condizioni di sicurezza con la leva di
caricamento e/o lo sportellino aperti.
10.2.6
Quando è stato impartito il comando o il segnale di STOP, tutti i tiratori devono smettere
di sparare immediatamente. Quando è stato impartito il comando SCARICATE, tutti i
tiratori devono scaricare le loro carabine e metterle in sicurezza (per scaricare le
carabine ad aria o gas, necessita chiedere l’autorizzazione al Direttore di Tiro). Il tiro
può essere ripreso solo dopo che sia stato dato nuovamente l'appropriato comando o il
segnale di "START".
10.2.7
Il Direttore di Tiro (DT) o altri Ufficiali di Gara designati hanno la responsabilità di dare i
comandi “START”, “STOP” , “SCARICATE” e gli ulteriori comandi necessari. Il
Direttore di Tiro deve anche assicurarsi che i comandi vengano eseguiti e che le armi
siano maneggiate in condizioni di sicurezza.
10.2.8
Protezione acustica
Si raccomanda a tutti i tiratori ed a tutte le altre persone che dovessero trovarsi nei
pressi delle linee del fuoco di usare tappi, cuffie o altre protezioni dell’udito equivalenti. I
tiratori non possono usare cuffie o protezioni che incorporino qualsiasi tipo di apparati
riceventi.
10.2.9
- 202 -
Protezione degli Occhi
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
Si consiglia a tutti i tiratori di indossare gli occhiali per il tiro o comunque dei
dispositivi per la protezione dell' occhio mentre si sta sparando.
10.3.0
CARATTERISTICHE DEI POLIGONI E DEI BERSAGLI
Le norme sugli impianti e sui bersagli sono dettagliatamente descritte nel
Regolamento Tecnico Generale (cfr RTG 6.3.0).
10.4.0
EQUIPAGGIAMENTI E MUNIZIONI
10.4.1
Norme Generali
10.4.1.1
I tiratori devono usare soltanto equipaggiamenti ed accessori conformi al
Regolamento UITS. Tutto ciò (carabina, attrezzatura, equipaggiamento, accessori,
ecc) che possa costituire per il tiratore un illecito vantaggio rispetto agli altri e che non
è riportato nel presente Regolamento o che sia in contrasto con lo spirito del
Regolamento UITS è vietato. Il tiratore è responsabile della presentazione, prima
dell'inizio della gara, del proprio equipaggiamento all'Ufficio controllo equipaggiamenti
per l'ispezione e l'approvazione. Gli accompagnatori sono ugualmente responsabili
della conformità al presente Regolamento Tecnico dell'abbigliamento e
dell'attrezzatura dei tiratori. La giuria può esaminare in qualsiasi momento
l’equipaggiamento e i materiali del tiratore.
10.4.1.2
Le bandierine segnavento sono vietate.
10.4.1.3
Apparecchi riproduttori di suono
10.4.1.4
Possono essere utilizzati solo apparecchi per la riduzione del rumore. Durante le
gare e gli allenamenti, é proibito l'uso di radio, registratori, e qualunque altro tipo di
sistema per la produzione di suoni o comunicazioni.
10.4.1.5
All’interno dell’area riservata alla competizione, é proibito l'uso di telefoni mobili, dei
walkie-talkie o di dispositivi simili da parte dei concorrenti, degli allenatori e degli
accompagnatori. I telefoni mobili (cellulari) devono essere spenti.
10.4.1.6
E’ vietato fumare nello stand di tiro e nella zona riservata agli spettatori.
10.4.1.7
E’ vietato l’uso di flash finché la gara non è terminata.
10.4.2
Norme generali per 50 e 10 metri (vedere tabella 10.15.0)
10.4.2.1
Tutte le carabine conformi alle regole che seguono sono autorizzate.
10.4.2.1.1
Il peso complessivo di carabina e cannocchiale non deve superare Kg. 5,5.
10.4.2.1.2
E’ permesso un calciolo regolabile. La curvatura del calciolo (concava o convessa)
non deve superare una profondità di mm 20. L’altezza del calciolo non deve superare
mm 150. La misurazione della profondità del calciolo verrà effettuata parallelamente
all’asse della canna, mentre la misurazione della sua altezza verrà effettuata ad
angolo retto rispetto all’asse della canna (vedi tabella 10.15.0). La parte più bassa del
calciolo, nella posizione più abbassata possibile, non deve estendersi più di 200 mm
al di sotto dell’asse della canna (vedi tabella 10.15.0).
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 203 -
10.4.2.1.3
Organi di mira.
L’asse del cannocchiale non deve essere a più di 75 mm al di sopra dell’asse della
canna
10.4.2.1.3.1
Carabine a 50 metri
Sono consentiti tutti gli organi di mira.
10.4.2.1.3.2
Carabine a 10 metri
Sono consentiti tutti gli organi di mira ad eccezione del sistema ottico (cannocchiale)
che deve avere una lunghezza massima di 300 mm e un potere di ingrandimento
(non regolabile) di 4x con una tolleranza di +0,4x.
10.4.2.1.4
Tranne nel caso in cui il cannocchiale si sia danneggiato per guasto meccanico o
ottico esso non può essere sostituito tra le corse lente e veloci. La taratura del
cannocchiale è consentita purché non ritardi il tiro.
10.4.2.1.5
Sono consentiti solo contrappesi con un raggio massimo di 60 mm posti intorno
all’asse della canna. Non possono essere aggiunti o tolti dopo il controllo dell’arma e
dell’equipaggiamento. Devono essere contrassegnati dal controllo equipaggiamenti.
10.4.2.2
La stessa arma, compresi mirini, cannocchiale, pesi aggiunti e sistema di scatto,
deve essere usata sia per le corse lente che veloci.
10.4.2.3
La carabina deve essere caricata con un solo pallino.
10.4.2.3.1
Se la carabina è stata accidentalmente caricata con più di un pallino:
10.4.2.3.1.1
se il tiratore si rende conto dell’accaduto, egli deve alzare la mano libera per indicare
al commissario che ha un problema, il commissario controlla lo scaricamento della
carabina e nessuna penalità verrà inflitta. Nessun tempo supplementare sarà
accordato, il tiratore potrà continuare regolarmente la sua prova.
10.4.2.3.2
Se il tiratore non si accorge di aver caricato due pallini e/o continua senza segnalare
il problema verrà applicata la seguente procedura:
10.4.2.3.2.1
se se si rilevano due (2) colpi sul bersaglio, il punteggio da accreditare al tiratore sarà
quello corrispondente al colpo con il valore più alto e il secondo colpo sarà annullato;
10.4.2.3.2.2
se sul bersaglio appare uno (1) solo colpo, questo verrà conteggiato.
10.4.3
Specialità a 50 m.
10.4.3.1
La resistenza del grilletto allo scatto deve essere almeno 500 g; la resistenza del
grilletto deve essere verificata con la canna in posizione verticale.
10.4.3.2
La lunghezza della canna, misurata dalla parte posteriore dell’otturatore chiuso con il
percussore sganciato, alla fine della canna, compresa ogni prolunga (facente parte o
no della canna) non deve superare 1000 mm.
10.4.3.3
Sono consentite solo munizioni a percussione anulare cal. 5,6 mm long rifle (.22” LR).
- 204 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.4.4
Specialità a 10 metri
10.4.4.1
Il peso dello scatto è libero. Non si può usare lo steker.
10.4.4.2
La lunghezza della canna, misurata dalla parte posteriore della meccanica alla fine
della canna, compresa ogni prolunga (facente parte o no della canna) non deve
superare 1000 mm.
10.4.5
Eliminato
10.4.6
Munizioni
Sono consentiti proiettili, di piombo o di altro materiale morbido, di qualsiasi forma
con un diametro massimo di mm 4,5 (.177”).
10.4.7
Regole concernenti l’abbigliamento
10.4.7.1
È responsabilità del Tiratore presentarsi negli stand di tiro vestito in modo
appropriato ad un pubblico avvenimento.
10.4.7.1.1
Durante la cerimonia di premiazione o le altre Cerimonie, gli atleti si devono
presentare nelle loro tute da ginnastica sociali o con divisa sociale completa. I
componenti della stessa squadra devono essersi vestiti alla stessa maniera.
10.4.7.1.2
L’uso di qualsiasi dispositivo speciale, accessori o abbigliamento che possa
sostenere e/o immobilizzare gambe, corpo o braccia è vietato. Ciò al fine di evitare
che la prestazione del tiratore sia migliorata con l’uso di abbigliamenti speciali.
10.4.7.2
Nastro indicatore
10.4.7.2.1
Il nastro indicatore ufficiale della UITS deve essere utilizzato per permettere
all’Ufficiale di Gara o al Membro della Giuria di verificare la posizione del calciolo
della carabina. Le disposizioni UITS prevedono che il nastro indicatore debba
essere:
10.4.7.2.1.1
lungo 250 mm, largo 30 mm, di colore giallo, bordato di nero.
10.4.7.2.1.2
applicato in modo permanente sul lato destro (sinistro per i tiratori mancini)
dell’indumento esterno.
10.4.7.2.2
La corretta posizione del nastro indicatore deve essere controllata come segue:
10.4.7.2.2.1
qualsiasi tasca dell’indumento esterno deve essere vuota;
10.4.7.2.2.2
il braccio destro (sinistro per i mancini) posto in posizione verticale ed aderente al
corpo, deve costituire con l’avambraccio, piegato in posizione ascendente, un
angolo completamente chiuso. La spalla non deve essere sollevata;
10.4.7.2.2.3
il nastro indicatore deve essere collocato in modo permanente, in posizione
orizzontale, al di sotto della punta del gomito.
10.4.7.2.3
Prima della gara, il nastro indicatore deve essere verificato dall’Ufficio Controllo
Equipaggiamenti che vi applica il bollino di controllo e lo registra sulla scheda di
controllo equipaggiamenti.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 205 -
10.4.7.3
Eliminato
10.4.7.4
Il numero di gara deve essere indossato da tutti i tiratori, attaccato sulla schiena, al
di sopra della cintura, per tutto il tempo della competizione e degli allenamenti. Se il
tiratore non porta il numero di gara egli non potrà né cominciare né proseguire il tiro.
10.4.7.5
TUTTI I TIRATORI DEVONO ADEGUARSI alle disposizioni UITS, in ordine a
marchi, sponsorizzazioni e pubblicità di produttori di abbigliamento da tiro.
10.4.7.6
Sono permessi solo gli schermi laterali (singoli o da entrambi i lati) attaccati al
cappello, o al berretto, o agli occhiali, o sulla fascia per la testa, che non superano i
40 mm di altezza (A). Questi schermi non possono estendersi in avanti oltre la linea
virtuale centrale della fronte.
10.4.7.6.1
E’ permesso posizionare una copertura sull’occhio che non mira larga non più di 30
mm (B).
.
10.4.7.6.2
10.5.0
UFFICIALI DI GARA
Per sovrintendere allo svolgimento di una gara, deve essere nominata una Giuria di
Gara. Deve essere nominata una Giuria di classifica per sovrintendere punteggi e
classifiche.
10.5.1
Compiti e responsabilità del Direttore di Tiro
Per ogni settore specifico, deve essere nominato un Direttore di Tiro che:
10.5.1.1
è responsabile di tutti gli Ufficiali di Gara e del personale operante negli stand di tiro;
è responsabile della corretta conduzione delle attività di tiro e, dove è attivo il
controllo centralizzato, è responsabile di tutti i comandi di gara impartiti;
10.5.1.2
è responsabile della cooperazione dei componenti la Direzione di Tiro nei confronti
della Giuria;
- 206 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.5.1.3
assume le decisioni per la rapida risoluzione di qualsiasi guasto tecnico e per
rendere disponibile il personale e il materiale necessario per eventuali riparazioni.
Deve, inoltre, risolvere personalmente tutte le difficoltà non risolvibili dagli Ufficiali di
Gara del suo stand. Un esperto delle riparazioni deve essere in permanenza a
disposizione del D.T. nel caso debbano essere effettuati interventi particolari o
supplementari;
10.5.1.4
è responsabile, in collaborazione con il Direttore dell'Ufficio Classifica, dell'efficace e
rapido conteggio dei punti di tutti i bersagli;
10.5.1.5
partecipa, se necessario, al sorteggio per l'assegnazione delle linee di tiro.
10.5.1.6
Compiti e responsabilità del Vice direttore di tiro
Se la gara si svolge in più settori si deve nominare un vice direttore di tiro. Sostituirà
il Direttore di Tiro in sua assenza.
10.5.2
Compiti e responsabilità del Commissario di Tiro
10.5.2.1
E’ responsabile verso il Direttore di Tiro della condotta della gara nello stand a lui
affidato. Questo in permanente cooperazione con la Giuria. Egli è responsabile delle
seguenti operazioni:
10.5.2.2
chiama i tiratori e annuncia i risultati provvisori;
10.5.2.3
controlla il nome ed il numero di gara dei tiratori assicurandosi che corrispondono a
quelli della Start List, del Registro di Poligono e delle Schede di Tiro. Se possibile
queste operazioni devono essere completate prima dell’inizio del tempo di
preparazione.
10.5.2.4
si assicura che la carabina, i pesi e il cannocchiale siano stati esaminati ed approvati
dall’Ufficio Controllo Armi e Equipaggiamenti e che nulla è stato modificato dopo il
controllo;
10.5.2.5
da i necessari comandi di gara;
10.5.2.6
sorveglia continuamente la posizione di tiro “PRONTO” e “POSIZIONE DI TIRO”;
10.5.2.7
è responsabile del coordinamento tra i marcatori, quando si usano i bersagli di carta, e
tutti gli altri Ufficiali di gara;
10.5.2.8
controlla che tutte le operazioni relative ai bersagli siano corrette;
10.5.2.9
riceve e trasmette alla Giuria i reclami;
10.5.2.10
registra tutti i disturbi, azioni disciplinari, malfunzionamenti, tempi supplementari di
gara, ripetizioni etc. sul registro di gara.
10.5.3
Compiti e funzioni del Commissario marcatore – Bersagli di carta.
10.5.3.1
Controlla l’iscrizione sulla lista dei turni di tiro, la scheda di tiro per assicurarsi che il
nome del tiratore, il numero di gara e quello dello stand di tiro concordino.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 207 -
10.5.3.2
Trascrive il risultato e lo confronta con il monitor TV, se utilizzato. La trascrizione dei
punti sulla scheda di tiro deve essere fatta in maniera che l’Ufficio controllo e classifica
possa identificare i passaggi a destra e a sinistra.
10.5.4
Compiti e funzioni del Commissario di linea ove necessario
10.5.4.1
Il commissario di linea deve posizionarsi in modo da poter vedere se il tiratore è pronto
e sentire il suo annuncio di “pronto”. Egli deve essere in grado di osservare il sistema
di segnalazione del punteggio dopo ciascun tiro, vedere il punteggio e nello stesso
tempo osservare il segnale di partenza del bersaglio.
10.5.4.2
Il commissario di linea manovra il tasto di partenza, il tasto di arresto e quello per
cambiare la velocità della corsa da lenta a veloce. Qualora non vi sia un programma
elettronico per le corse miste la manovra manuale dovrà essere eseguita dopo un
piano di corse approvato dalla Giuria.
10.5.5
Compiti e funzioni del Commissario ai bersagli – Bersagli di carta
Il Commissario ai bersagli e un assistente devono trovarsi su ciascun lato di ogni stand
usato per la competizione. Il Commissario ai bersagli deve:
10.5.5.1
assicurarsi che i bersagli giusti siano montati sul portabersagli nell’ordine indicato;
10.5.5.2
posizionare correttamente i mezzi bersagli o le visuali ridotte dei 50 m. Chiudere
correttamente i fori dei proiettili. Stabilire il ritmo della segnalazione del punteggio. etc.,
così come richiesto dalla regola 10.6.3.9.1;
10.5.5.3
esaminare il bersaglio dopo ogni corsa e assicurarsi che ogni colpo venga segnalato
correttamente sia per il valore che per la posizione;
10.5.5.4
assicurarsi che il bersaglio sia rivolto nella corretta direzione prima di ogni corsa;
10.5.5.5
dare, quando indica il punteggio, il valore più basso al foro che è vicino all’anello del
punteggio;
10.5.5.6
alla conclusione di ogni serie si devono togliere i bersagli dal portabersagli, riporli in un
contenitore sicuro in attesa di essere portati all’Ufficio Classifica. L’addetto al trasporto
dei bersagli deve trasmetterli, insieme al foglio di osservazioni, al più tardi dopo che il
secondo tiratore ha finito di tirare (vedi 6.7.8).
10.5.5.7
I fori dei colpi di prova su bersagli a 50 m devono essere chiusi con un bollino nero.
10.5.5.8
Ogni serie inizia con 4 colpi di prova, se il tiratore non li tira dovrà essere posto un
bollino nero sul bersaglio corrispondente al di fuori degli anelli di punteggio.
10.5.5.9
I colpi di gara sui bersagli a 50 m devono essere chiusi con un bollino trasparente. I
bollini dovrebbero essere applicati in modo da non coprire le righe questo per
consentire all’Ufficio Classifica la valutazione del colpo. L’ultimo colpo sul bersaglio
non sarà chiuso.
10.5.6
Regole specifiche per le competizioni a 10 m.
10.5.6.1
A seconda del sistema usato, il cambio dei bersagli può essere effettuato da un
Commissario ai bersagli o da un assistente purché essi abbiano una adeguata
- 208 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
protezione di sicurezza. Il Commissario e il suo assistente sono responsabili del
cambio dei bersagli nei tempi e nei ritmi previsti dal regolamento ( vedi 10.6.3.9 e
10.6.3.9.1).
10.5.7
Ufficiale tecnico – Bersagli elettronici.
E’ incaricato del funzionamento dei bersagli elettronici. Può consigliare l’Ufficiale di
gara e il membro della Giuria, ma non può prendere nessuna decisione.
10.6.0
SPECIALITA’ DI TIRO PROCEDURE e REGOLE di GARA.
10.6.1
Posizione
10.6.1.1
Fino al momento che una qualsiasi parte del bersaglio comincia a essere visibile
nell’apertura, il tiratore deve assumere la posizione di PRONTO, tenendo la carabina
con entrambe le mani in modo che l’estremità inferiore del calcio sia all’altezza o sotto
il nastro indicatore fissato sulla giacca di tiro. Il nastro indicatore, conforme alla regola
10.4.7.2, deve essere visibile dal membro della Giuria o dal Commissario di tiro
(Ufficiale di gara) quando il tiratore è nella posizione di pronto.
10.6.1.2
La posizione di tiro è in piedi senza supporti. Il calcio della carabina dovrà essere
tenuto contro la spalla (parte superiore del torace). La carabina sarà sostenuta solo
con entrambe le mani. Il braccio sinistro (destro per i mancini) non deve appoggiarsi al
fianco o sul torace. Il tiratore deve prendere una posizione in relazione al banco, tavolo
o muro in modo tale che sia chiaramente visibile che questi non gli diano comunque
alcun appoggio. Non è consentito l’uso della cinghia.
10.6.1.3
La corsa è il tempo nel quale è visibile il bersaglio nella apertura. Il tempo della corsa
deve iniziare quando appare la prima parte del bersaglio e finire quando l’ultima parte
del bersaglio raggiunge il muro opposto.
10.6.2
Gare a 50 m e 10 m
10.6.2.1
50 m e 10 m, 30 + 30 colpi (uomini e juniores uomini)
10.6.2.1.1
4 colpi di prova e 30 colpi di corsa lenta, ognuna in 5.00 secondi (+0.20 secondi)
10.6.2.1.2
4 colpi di prova e 30 colpi di corsa veloce, ognuna in 2.50 secondi (+0.10 secondi)
10.6.2.2
10 m, 20 + 20 colpi (donne e juniores donne)
10.6.2.2.1
4 colpi di prova e 20 colpi di corsa lenta, ognuna in 5.0 secondi (+0.2 secondi)
10.6.2.2.2
4 colpi di prova e 20 colpi di corsa veloce, ognuna in 2.5 secondi (+0.1 secondi)
10.6.2.3
50 m e 10 m, 40 colpi corse miste (uomini e juniores uomini)
10.6.2.3.1
La gara sarà effettuata in due serie di 4 colpi di prova (1 corsa lenta e 1 corsa veloce
per ciascun lato) e 20 colpi di corsa mista.
10.6.2.3.2
Ciascuna corsa mista deve avere 10 corse lente e 10 corse veloci per ciascun lato,
disposte in modo che il tiratore debba tirare un uguale numero di corse per ogni
velocità da ciascun lato. Le corse devono essere mischiate in modo tale che sia
improbabile che il tiratore possa prevedere se la corsa successiva sarà lenta o veloce.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 209 -
Non ci devono essere più di 5 corse di seguito (combinate destra o sinistra) con la
stessa velocità.
10.6.2.4
10 m corse miste (donne e juniores donne) vanno eseguite secondo le regole
10.6.2.3.1 e 10.6.2.3.2.
10.6.2.5
Tutte le gare possono essere effettuate in uno o due giorni, a seconda del numero
degli iscritti. Se la gara è programmata in 2 giorni una serie completa dovrà essere
tirata in ciascun giorno.
10.6.3
Regole di competizione
10.6.3.1
Se il tiratore ha tirato il suo primo colpo di prova e deve ritirarsi egli non può essere
sostituito. Questa regola si applica anche per gare in più parti o in più giorni.
10.6.3.2
Il tiratore deve sparare nella sua postazione di tiro solo e senza assistenza. Egli non
deve essere disturbato fintanto che si comporti conformemente alle regole di
competizione e sicurezza.
10.6.3.3
Prima dell’inizio della gara il primo tiratore deve avere l’opportunità di eseguire una
intera serie con tiro a secco prima della serie di gara. Se il tiratore non vuole tirare la
serie completa è tuttavia necessario completare tutte le corse.
10.6.3.3.1
Durante un campionato il comitato organizzatore deve cominciare le prove della
giornata facendo tirare a un aprigara (qualcuno non in gara) una intera serie prima
dell’inizio del tempo ufficiale in modo che il primo concorrente possa eseguire la
ripresa di tiro a secco nelle condizioni di gara.
10.6.3.3.2
Solo il successivo tiratore può sparare a secco nel posto prestabilito nella linea di tiro.
10.6.3.4
Le serie di gara iniziano sempre con una corsa da destra a sinistra.
10.6.3.4.1
Si può sparare solo un colpo per ciascuna corsa.
10.6.3.5
Segnalazione dei colpi.
10.6.3.5.1
Si possono usare diversi metodi per segnalare il punteggio e la posizione dei colpi. Il
metodo usato deve permettere al tiratore di essere la certo del valore e della posizione
del colpo.
10.6.3.5.2
E’ consentito, in ogni competizione, l’uso di TV o simili apparecchiature elettroniche
che consentano di vedere il valore del colpo e la sua posizione. E’ obbligatorio l’uso di
tali apparecchiature nei Campionati Italiani (UITS).
10.6.3.5.3
Il tiratore non è tenuto a usare il TV monitor. Se egli non lo usa deve accettare il
metodo alternativo per l’indicazione del valore del punto e della sua posizione.
10.6.3.5.4
Se un tiratore vede una discrepanza nella segnalazione del valore del colpo e della
sua posizione, tra il monitor e il metodo alternativo, può richiedere la ripetizione del
segnale, ma non ha diritto ad un altro tiro anche se il primo segnale era errato. Se
viene richiesta la ripetizione del segnale, questa deve avvenire prima di continuare a
sparare.
- 210 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.6.3.6
Dopo che il tiratore è stato chiamato sulla linea di tiro gli dovranno essere accordati 2
minuti di preparazione prima che sia dato il primo “PRONTO”.
10.6.3.6.1
Quando il tiratore ha terminato la sua preparazione nella linea di tiro, egli deve
chiamare “PRONTO” prima di ogni tiro di prova ed anche prima del primo colpo della
serie. Il Direttore di tiro deve far partire il bersaglio immediatamente, se il bersaglio non
appare entro 4 secondi, dopo che sia stato dato l’ordine di partenza o dopo il
completamento delle indicazioni del punteggio, il Direttore di tiro deve interrompere il
tiro e assicurarsi che l’apparecchiatura e il tiratore siano pronti, dopo ciò farà ripartire il
bersaglio. Se il bersaglio è partito prima che il tiratore abbia chiamato “PRONTO” egli
può astenersi dallo sparare. Tuttavia se spara il punteggio gli verrà attribuito.
10.6.3.6.2
Se il Direttore di tiro si accorge che il tiratore si attarda senza motivo prima di chiamare
“PRONTO” o a prendere la posizione di pronto verranno presi i seguenti
provvedimenti:
−
la prima volta avrà una AMMONIZIONE per ritardo della gara;
−
la seconda volta avrà una DETRAZIONE di 2 (due) punti;
−
ogni successiva violazione potrebbe comportare la SQUALIFICA da parte della
Giuria.
10.6.3.7
Dopo aver completato le corse di prova il tiratore può avere una pausa di non più di 60
secondi per regolare il suo cannocchiale/linee di mira. Le serie di gara avranno inizio
secondo le regole 10.6.3.6.1.
10.6.3.8
Dopo ogni corsa il valore e la posizione di ogni colpo deve essere mostrato per un
minimo di 4 secondi. Il termine della indicazione del punteggio è sempre il segnale al
tiratore per la continuazione della serie.
10.6.3.9
E’ necessario avere un tempo e ritmo costante nell’indicazione del punteggio, nel
metodo di indicazione del punteggio e nel metodo di cambio dei bersagli (vedi
10.6.3.6.1).
10.6.3.9.1
Nelle gare a 50 m, dopo il completamento della corsa, le operazioni relative alla
valutazione del colpo, la sua segnalazione e la preparazione del bersaglio per la corsa
successiva, devono essere completate in non più di 12 secondi, e il tiratore deve
essere pronto in non più di 18 secondi per la partenza della successiva corsa.
10.6.3.9.2
Nelle gare a 10 m, dopo il completamento della corsa, le operazioni relative alla
segnalazione del colpo e la preparazione del bersaglio per la corsa successiva devono
essere completate in non più di 18 secondi, e il tiratore deve essere pronto in non più
di 20 secondi per la partenza della corsa successiva.
10.6.3.9.3
Il Direttore di tiro e il membro della Giuria devono controllare attentamente i tempi di 18
e 20 secondi rispettivamente e penalizzare il tiratore che non rispetta queste regole,
immediatamente secondo quanto previsto dalla regola 10.9.6.
10.6.3.9.4
E’ violazione alle regole 10.6.3.9.1 o 10.6.3.9.2 quando il tiratore non spara ad un
bersaglio. In questo caso gli verrà assegnato uno zero.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 211 -
10.6.3.9.5
Quando il tiratore spara e il colpo non colpisce il bersaglio ed egli reclama che non era
pronto quando il bersaglio è partito, il colpo verrà registrato come colpo mancato, e
non gli sarà permesso di ripetere il colpo.
10.6.3.9.6
Il tempo limite di 18 secondi (50 m), 20 secondi (10 m) comincia quando il bersaglio
sparisce alla fine di ogni corsa. Il tempo finisce quando il bersaglio comincia la corsa di
ritorno.
10.6.3.9.7
La Giuria deve verificare l’esattezza dei tempi dei bersagli durante la competizione.
10.6.3.10
Se il bersaglio è partito dal lato sbagliato o con la coda in avanti (al contrario), la corsa
dovrà essere cancellata e ripetuta anche se il tiratore ha sparato.
10.6.3.11
Nel caso che si verificasse qualsiasi fatto che potrebbe essere pericoloso, arrecare
disturbo al tiratore o interferire con la gara, il Direttore di Tiro deve interrompere il tiro.
Se il tiratore dovesse sparare al momento del comando, egli può richiedere la
cancellazione della corsa.
10.6.3.12
Se una serie è interrotta per più di 5 minuti o il tiratore deve spostarsi in un’altra linea
di tiro, egli può chiedere 2 tiri di prova in più (4 nelle corse miste). In questo caso il
Direttore di Tiro annuncia “TIRI DI PROVA” e il segnalatore deve essere avvisato. I tiri
liberi devono cominciare dallo stesso lato in cui la serie sarebbe continuata dopo
l’interruzione. Se non viene richiesto nessun tiro di prova la serie riprenderà da dove
era stata interrotta.
10.6.3.13
Se il tiratore non riesce a sparare durante una corsa, verrà segnalato un colpo
mancato, a meno che venga applicata una regola che autorizzi il tiratore a ripete il tiro
(vedi Regole 10.6.3.6.1, 10.6.3.11, 10.8.2)
10.6.3.14
Nel caso che il Direttore di Tiro dimentichi di fermare il tiro nei casi previsti dalle regole
10.6.3.6.1, 10.6.3.10, 10.6.3.11 il tiratore può alzare il braccio e dire “STOP”, purché
non sia stato egli stesso la causa di quelle situazioni. Il Direttore di Tiro deve
interrompere immediatamente il tiro. Se il Direttore di Tiro ritiene che l’azione del
tiratore è giustificata il tiro può riprendere dopo un controllo della situazione effettuato
secondo le regole 10.6.3.6.1 e 10.6.3.10 rispettivamente. Se il tiratore non è
giustificato il Direttore di Tiro deve dare l’ordine di ripetere la corsa e il tiratore sarà
penalizzato di due punti sul punteggio di quel colpo.
10.6.3.15
Colpi mancanti
10.6.3.15.1 Tutti i colpi tirati prima della apparizione del bersaglio saranno registrati come
mancanti. Il bersaglio verrà fatto partire senza ripetere il colpo. Il colpo mancato verrà
indicato con una “Z” sul bersaglio, sulla scheda di tiro e sul registro di gara.
10.6.3.15.2 I colpi al di fuori degli anelli dei punti saranno registrati come zeri e indicati con una
“X”.
10.6.3.15.3 Se il tiratore non spara, la corsa verrà registrata come zero e indicata con un “─“.
10.6.3.15.4 I colpi che non raggiungono il bersaglio saranno registrati come zero e indicati con una
“Z”.
10.6.3.15.5 I colpi ovalizzati o di rimbalzo devono essere registrati come zero.
- 212 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.6.3.16
Colpi mancanti e penalità nelle gare a 10 m.
10.6.3.16.1 Il tiratore non può scaricare gas propellente dalla sua carabina (vedi 10.2.5.3.1 e
10.6.3.3). Per la prima infrazione verranno detratti 2 punti dal punteggio del successivo
colpo. Per la seconda infrazione il tiratore sarà squalificato dalla competizione.
10.6.3.16.2 Dopo che il primo bersaglio di gara è stato messo in posizione, ogni rilascio di gas
propellente senza che un pallino abbia raggiunto il bersaglio verrà considerato colpo
mancante.
10.6.3.16.3 E’ responsabilità del tiratore di assicurarsi che la sua carabina sia carica del gas
propellente prima dell’inizio della gara. Se durante la gara egli ha una insufficiente
quantità di gas propellente per continuare, gli sarà concesso un massimo di 5 minuti
per ricaricare la bomboletta. Egli potrà quindi continuare la serie, ma senza ulteriori
colpi di prova.
10.6.3.17
Bersagli elettronici
10.6.3.17.1 Durante l'allenamento i tiratori devono familiarizzare con i pulsanti di controllo
dell'apparecchiatura elettronica che riporta la forma del bersaglio sullo schermo del
monitor (è possibile operare con lo ZOOM).
10.6.3.17.2 Non è permesso oscurare il monitor o qualsiasi parte dello schermo. L’intero
schermo deve essere visibile dalla Giuria e dal personale dello stand.
10.6.3.17.3 I tiratori e gli ufficiali di stand non devono toccare il pannello di controllo della
stampante e/o la striscia con il risultato prima della fine della ripresa o gara, eccetto
quando autorizzati dalla Giuria. Prima di lasciare la linea di tiro il tiratore deve firmare il
nastro (vicino al punteggio totale).
10.6.3.17.4 Quando un tiratore non firma la striscia un membro della Giuria o il Direttore di tiro
devono siglarla per consentire il suo invio all’Ufficio Classifiche.
10.6.3.17.5 Controbersagli (10 m e 50 m bersagli elettronici)
Quando vengono usati bersagli elettronici devono essere posizionati, dietro i bersagli,
dei controbersagli che devono essere cambiati dopo ogni ripresa (ad eccezione dei 10
m dove la striscia di carta nera e la copertura bianca formano l’area di punteggio).
10.6.4
Infrazioni e regole di disciplina
10.6.4.1
La Giuria ha il diritto di esaminare in qualsiasi momento, anche durante la gara, la
carabina, l’equipaggiamento, la posizione, etc… del tiratore. Durante la gara
l’intervento non dovrà avvenire mentre il tiratore sta tirando un colpo. Tuttavia un
intervento immediato deve essere eseguito nel caso sia interessata la sicurezza.
10.6.4.2
Se un tiratore inizia la gara con una carabina o equipaggiamento non approvati
dall’Ufficio Controllo Armi ed Equipaggiamenti, deve essere penalizzato con la
deduzione di 2 punti dal risultato della prima serie di gara (a 50 m dal punteggio
totale). Egli non deve avere il permesso di continuare finché la carabina o
l’equipaggiamento non siano stati approvati dall’Ufficio Controllo Armi ed
Equipaggiamenti. Potrà riprendere a sparare nell’ora determinata dalla Giuria.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 213 -
10.6.4.3
Il tiratore non deve eccedere il tempo di preparazione di 2 minuti senza giustificato
motivo o aspettare più di 60 secondi, dopo la conclusione dei tiri di prova, per iniziare i
colpi di gara. Dopo ulteriori 30 secondi deve essere fatto partire il bersaglio e il risultato
conteggiato, sia che il tiratore sia in posizione di tiro o no.
10.6.4.4
Se il tiratore non si presenta al momento stabilito con l’equipaggiamento approvato, il
Direttore di Tiro deve chiamarlo ad alta voce per 3 volte in un (1) minuto. Se non si
presenta, deve avere un nuovo turno di tiro e gli devono essere dedotti due (2) punti
dal punteggio totale. Tuttavia se la Giuria si convince che la ragione del ritardo non
dipende dal tiratore, non verrà applicata nessuna penalità.
10.6.4.5
Se l’equipaggiamento del tiratore è passato dall’Ufficio Controllo Armi ed
Equipaggiamenti, ma il tiratore non è in grado di presentare la scheda del controllo
all’inizio della gara, egli può cominciare, ma sarà penalizzato con una deduzione di 2
punti dalla prima serie (a 50 m dal totale della ripresa), se lui (o il suo allenatore o
accompagnatore ufficiale) non ottiene la conferma che l’equipaggiamento è
precedentemente passato dall’Ufficio Controllo Armi ed Equipaggiamenti, prima del
termine ufficiale della gara. E’ responsabilità del tiratore (o del suo allenatore o
dirigente) recarsi all’Ufficio Controllo Armi ed Equipaggiamenti a tal proposito. Non
verrà concesso nessun tempo supplementare per questo evento.
10.6.4.6
Il tiratore che viola le regole 10.6.1.1 e 10.6.1.2 (posizione di tiro) dovrà avere una
AMMONIZIONE dopo la prima infrazione. Se l’infrazione si ripete la Giuria può
penalizzarlo ritenendo il colpo o i colpi come mancanti. L’AMMONIZIONE può essere
data dal Direttore di tiro ma la Giuria deve esserne informata.
10.6.4.7
Tutte le penalità (ammonizioni, deduzione di punti, squalifiche), concessioni di tempo
supplementare, ripetizioni di corse e colpi di prova in più devono essere indicati in
modo chiaro e leggibile sul Registro di gara. Il Registro deve essere firmato dal
Direttore di tiro e dalla Giuria per informare l’Ufficio Classifica di quanto avvenuto.
10.7.0
ASSEGNAZIONE LINEE DI TIRO
10.7.1
Principi di base per l’assegnazione delle linee di tiro.
10.7.1.1
I tiratori individuali e le squadre devono poter sparare nelle condizioni il più possibile
uguali.
10.7.1.1.1
I tiratori di una stessa squadra non devono essere collocati in linee di tiro adiacenti.
10.7.1.1.2
I tiratori di una stessa squadra devono essere ripartiti nel modo più equilibrato
possibile nei turni di gara.
10.7.2
Ogni tiratore deve sparare, per tutta la gara, nella linea di tiro che gli è stata
assegnata. Ogni cambiamento dell’assegnazione della linea di tiro può essere fatto
solo se la Giuria decide che le condizioni di tiro sono differenti, come, per esempio,
condizioni di luce diverse. Ogni cambio di linea non deve essere in contrasto con la
regola 10.7.3
10.7.3
Se la gara si svolge in due giorni, l’ordine di tiro del secondo giorno deve essere
nell’ordine inverso di quello della classifica alla fine del primo giorno di gara. Così, il
tiratore all’ultimo posto in classifica alla fine del primo giorno spara per primo nel
- 214 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
secondo giorno, e il tiratore al primo posto in classifica alla fine del primo giorno spara
per ultimo nel secondo giorno.
10.7.4
Se la gara si svolge in un (1) giorno, l’ordine di tiro della seconda ripresa deve
rimanere lo stesso della prima ripresa.
10.8.0
INCEPPAMENTI
10.8.1
Se il tiratore ha problemi tecnici con la carabina o le munizioni, tali da rendere
impossibile sparare, la carabina deve essere posta sul banco o tavolo senza essere
più toccata. Deve essere chiamato il Direttore di Tiro che dovrà verificare
l’inceppamento o il difetto della carabina. Il Direttore di Tiro deve interrompere la serie
delle corse e cronometrare la durata della interruzione.
10.8.2
Se il Direttore di Tiro, dopo aver esaminato l’arma e le munizioni, stabilisce che
l’inceppamento non è stato causato dal tiratore, la corsa sarà ripetuta.
10.8.3
L’inceppamento viene considerato AMMESSO al tiratore se:
10.8.3.1
la carabina viene trovata disarmata (percussore sganciato), la camera di scoppio
contiene una cartuccia dello stesso tipo usato normalmente dal tiratore, la cartuccia
mostra chiaramente il segno della percussione e la pallottola non ha lasciato la canna;
oppure,
10.8.3.2
la ragione per la quale non ha sparato è dovuta ad un cattivo funzionamento non
causato, verosimilmente, dal tiratore o non ragionevolmente previsto da Lui.
10.8.4
Se il Direttore di Tiro determina che l’inceppamento è stato causato dal tiratore, verrà
assegnato un colpo mancato (zero).
10.8.5
L’inceppamento viene considerato NON AMMESSO al tiratore se:
10.8.5.1
egli non ha posato la carabina sul banco o sul tavolo;
10.8.5.2
ha cambiato qualcosa sulla carabina prima di posarla sul tavolo;
10.8.5.3
la sicura non è stata tolta;
10.8.5.4
l’otturatore non è stato completamente chiuso;
10.8.5.5
la carabina non è stata caricata;
10.8.5.6
la carabina è stata caricata con un tipo di cartuccia sbagliata.
10.8.6
Dopo l’interruzione dovuta a inceppamento della carabina o munizione difettosa, il
Direttore di Tiro può ordinare di riparare la carabina o sostituire le munizioni, se
l’inceppamento (malfunzionamento) può essere eliminato entro 5 minuti, si potrà
proseguire nel tiro. Se la riparazione prende più di 5 minuti, il tiratore ha diritto a
riprendere a sparare immediatamente con un’altra carabina che sia stata approvata
dall’Ufficio controllo armi ed equipaggiamenti o fermarsi per riparare la carabina. Il
Direttore di Tiro, in accordo con la giuria, dovrà decidere quando il tiratore può
continuare la sua serie dopo che la carabina è stata riparata, o con un’altra carabina
se la riparazione risulta impossibile. La serie sarà ripresa dal punto in cui si era
interrotta, secondo la regola 10.6.3.12.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 215 -
10.8.6.1
Il Direttore di Tiro continuerà la serie come se il tiratore non si fosse fermato, ciò per
consentire al successivo tiratore di completare il suo tiro a secco.
10.8.7
Difetti agli organi di mira (cannocchiale)
10.8.7.1
Se durante i tiri di prova il tiratore si accorge che un difetto al cannocchiale non può
essere corretto con una regolazione, la Giura può concedere di cambiarlo se ne è
disponibile un altro approvato dall’Ufficio Controllo Armi ed Equipaggiamenti. Dopo il
cambio il tiratore ha diritto ai colpi di prova secondo la regola 10.6.3.12.
10.8.7.2
Il tiratore non può avere ripetizioni o ulteriori colpi di prova se il Direttore di Tiro
constata che la montatura del cannocchiale non era stata ben fissata.
10.8.7.3
Se il cannocchiale si allenta durante una serie di gara perché non era stato ben
fissato, tutti i colpi devono essere registrati come validi.
10.8.8
Guasti agli impianti elettronici a 10 m.
10.8.8.1
Se riguarda il guasto di tutti gli impianti del settore (vale anche per i bersagli
convenzionali) (vedi anche la regola 10.6.3.12)
10.8.8.1.1
Il tempo di gara trascorso deve essere registrato dal Direttore di Tiro e dalla Giuria.
10.8.8.1.2
Tutti i colpi di gara completati da ciascun tiratore devono essere computati e registrati.
Nel caso venga a mancare la corrente nello stand può essere necessario attenderne il
ritorno per poter rilevare il numero dei colpi registrati nel bersaglio. Non è necessario
che vengono registrati sul monitor.
10.8.8.1.3
Dopo che il guasto è stato riparato e tutto lo stand è operativo, ai tiratori sarà concesso
un (1) minuto di preparazione per consentirgli di riprendere la sua posizione. Il
momento della ripresa del tiro deve essere annunciato, tramite altoparlante, 5 minuti
prima. Al termine del tempo di preparazione ai tiratori saranno concessi quattro colpi di
prova (2 corse a sinistra; 2 corse a destra) (regola 10.6.3.6.1). I tiri di prova devono
iniziare dalla stessa parte da dove la serie riprenderà dopo l’interruzione. Dopo i colpi
di prova saranno accordati 30 secondi di pausa. Dopo i colpi di prova e la pausa la
serie riprenderà da dove si era interrotta.
10.8.8.2
Nel caso di guasto ad un solo bersaglio.
10.8.8.2.1
Se un solo bersaglio cessa di funzionare si deve applicare la stessa procedura usata
per i bersagli convenzionali (vedi anche la regola 10.6.3.12 interruzioni).
10.8.8.3
Reclami concernenti la errata registrazione o visione del colpo sul monitor di un
sistema di bersaglio elettronico.
10.8.8.3.1
Il tiratore deve immediatamente informarne il più vicino Commissario di tiro. il
Commissario di Tiro deve prendere nota per iscritto dell’ora del reclamo. Uno o più
membri della Giuria devono andare sulla linea di tiro.
10.8.8.3.2
Al tiratore sarà comandato di tirare un colpo sul suo bersaglio. Il tiratore deve chiamare
“PRONTO”.
10.8.8.3.3
Se il valore e la posizione del colpo vengono registrati e visualizzati nel monitor, il
tiratore sarà comandato di continuare la gara. Il valore e la posizione del tiro
- 216 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
supplementare devono essere registrati. L’ora di quando è stato sparato il colpo
supplementare, il numero d’ordine del colpo (avendo incluso il tiro oggetto del
reclamo), il suo valore e posizione e il numero della linea di tiro devono essere
trasmessi per iscritto alla Giuria e registrati nel Registro di gara e nel Rapporto
d’incidente (IR).
10.8.8.3.4
Al temine di questa serie di gara, la Giuria esaminerà la registrazione del calcolatore
del bersaglio elettronico e la banda di controllo nera. Un Membro della Giuria deve
esaminare avanti e dietro il bersaglio elettronico e registrare la posizione di ogni colpo
al di fuori della visuale nera. Egli deve anche prendere il controbersaglio posto alle
spalle del bersaglio (50 metri). Con l’aiuto di queste informazioni, del tempo del tiro
supplementare e della sua posizione, la Giuria determinerà se tutti i colpi compresi
quelli supplementari, sono stati registrati dal calcolatore.
10.8.8.3.5
Se tutti i colpi sono stati regolarmente registrati, il colpo contestato sarà conteggiato al
tiratore, cosi come lo sarà il colpo sparato immediatamente dopo (colpo
supplementare), ma l’ultimo colpo tirato (eccedente la gara) sarà annullato.
10.8.8.3.6
Se il colpo contestato non è registrato nella memoria del calcolatore, o sulla banda
nera, o nella zona dove i colpi non vengono registrati, o altrove, al tiratore verranno
conteggiati solo i colpi regolarmente registrati con l’esclusione del colpo
supplementare.
10.8.8.3.7
Se il colpo supplementare colpisce il bersaglio (10.8.8.3.2) e non è registrato o non
compare sul monitor e il Bersaglio elettronico non può essere riparato entro 5 minuti, il
tiratore sarà spostato in una linea di tiro di riserva. Gli saranno concessi due (2) minuti
per riprendere la sua posizione e concessi dei colpi di prova (regola 10.6.3.12). Poi
ripeterà i due (2) colpi di gara che non erano stati registrati o visualizzati nel
precedente impianto e sparerà i rimanenti colpi della serie. Al tiratore verranno
conteggiati tutti i colpi comparsi sul monitor del primo bersaglio più tutti i colpi di gara
correttamente sparati che compariranno sul secondo bersaglio. Se i due colpi
supplementari verranno poi ritrovati nella memoria del calcolatore essi saranno
annullati.
10.9.0
REGOLE DI CONDOTTA PER I TIRATORI E UFFICIALI.
10.9.1
Rumori o voci alte non sono permessi in vicinanza della linea di tiro. Ufficiali di gara,
membri della Giuria, Dirigenti e tiratori devono limitare le loro conversazioni a
questioni relative alla gara quando si trovano vicino a chi sta gareggiando.
10.9.2
Ciascuna squadra deve avere un capo squadra con la responsabilità di mantenere la
disciplina all’interno della squadra. Un tiratore può essere designato come capo
squadra. Il capo squadra deve cooperare per tutto il tempo con gli Ufficiali di gara
nell’interesse della sicurezza, nel buon andamento della gara e del mantenimento di
una buona condotta sportiva. Il capo squadra è responsabile di tutti gli atti ufficiali
concernenti la squadra.
10.9.3
Il capo squadra ha la responsabilità di:
10.9.3.1
completare le iscrizioni necessarie rispondendo correttamente a tutte le informazioni
richieste e presentarle ai funzionari designati entro il limiti di tempo indicati;
10.9.3.2
conoscere bene il programma di gara;
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 217 -
10.9.3.3
avendo la lista dei componenti la squadra, assicurarsi che i tiratori siano pronti a
sparare nella linea di tiro designata, alla giusta ora e con l’equipaggiamento
controllato;
10.9.3.4
prendere visione dei risultati e presentare gli eventuali reclami;
10.9.3.5
osservare quanto contenuto nei comunicati provvisori e in quelli ufficiali, i punteggi e gli
annunci;
10.9.3.6
ricevere le informazioni ufficiali richieste e trasmetterle ai membri della squadra.
10.9.4
Il tiratore deve presentarsi, pronto a sparare, nella linea di tiro assegnatagli, alla
giusta ora, con l’equipaggiamento approvato.
10.9.5
Aiuti, suggerimenti, assistenza durante la gara.
Quando il tiratore si trova nella linea di tiro è proibita qualsiasi forma di assistenza.
Nella linea di tiro il tiratore può parlare solo con un membro della Giuria o con un
Ufficiale di gara.
10.9.5.1
Se il tiratore desidera parlare con qualcun altro, deve scaricare la carabina, lasciarla
in sicurezza sulla linea di tiro (se possibile sul banco della linea di tiro). Nel caso di una
carabina con otturatore questo deve essere aperto o tirato indietro. Il tiratore può
lasciare la linea di tiro solo dopo aver avvertito l’Ufficiale di gara e senza disturbare gli
altri tiratori.
10.9.5.2
Se un responsabile della squadra desidera parlare con un suo tiratore che si trova
nella linea di tiro, non può rivolgersi direttamente al tiratore, ma avere l’autorizzazione
del Direttore di Tiro o di un membro della Giuria i quali chiameranno il tiratore fuori
dalla linea di tiro.
10.9.5.3
Se un dirigente della squadra o un tiratore viola la regola concernente l’assistenza,
deve essere, per la prima volta, ammonito. Se la violazione si ripete devono essere
detratti due (2) punti dal punteggio del tiratore e il dirigente deve allontanarsi dalle
vicinanze della linea di tiro.
10.9.6
Penalità per violazione alle norme del regolamento.
10.9.6.1
Nel caso di violazione delle norme o inosservanza dei comandi impartiti dagli Ufficiali
di gara o dalla Giuria, si comminano le seguenti penalità a cura della Giuria o di un suo
membro:
10.9.6.2
l’ammonizione a un tiratore deve essere data in modo che non ci siano dubbi sul
fatto che si tratta di una AMMONIZIONE ufficiale e deve essere mostrato il cartellino
giallo, comunque non è necessario far precedere da una ammonizione le altre
penalizzazioni. Questa deve essere registrata sul Rapporto d’incidente e annotata sul
Registro di Gara da un membro della Giuria;
10.9.6.3
la detrazione di punti dal punteggio deve essere decisa da almeno due (2) membri
della Giuria mostrando il cartellino verde con la scritta DETRAZIONE. Questa deve
essere registrata nel Rapporto d’incidente, segnalata sulla striscia della stampante e
annotata nel Registro di Gara da un membro della Giuria;
- 218 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.9.6.4
la squalifica, mostrando all’interessato un cartellino rosso su cui è scritto
SQUALIFICA. Questo provvedimento può essere adottato unicamente con decisione
della maggioranza della Giuria.
10.9.6.5
Le dimensioni dei cartellini delle penalità devono essere approssimativamente 70 mm
X 100 mm.
10.9.6.6
La Giuria dovrà normalmente graduare le detrazioni nel seguente modo:
10.9.6.6.1
in caso di palese violazione al regolamento (arma, abbigliamento, posizione,
assistenza, etc.) deve essere data per la prima volta l’AMMONIZIONE ufficiale, per
dare al tiratore l’opportunità di correggersi. Quando possibile l’ammonizione deve
essere data durante l’allenamento pre gara o i colpi di prova. Se il tiratore non
corregge l’errore nel tempo stabilito dalla Giuria, devono essere detratti due (2) punti
dal suo punteggio; se persiste nell’errore deve essere squalificato;
10.9.6.6.2
nel caso di violazione occulta al Regolamento, quando l’infrazione è deliberatamente
simulata, deve essere comminata la squalifica;
10.9.6.6.3
se un tiratore ostacola un altro tiratore in modo antisportivo quando quest’ultimo sta
sparando, devono essergli detratti due (2) punti, se l’incidente si ripete deve essere
comminata la squalifica;
10.9.6.6.4
nel caso che un tiratore, chiamato a dare spiegazioni su un incidente, desse
volontariamente delle false indicazioni, devono essergli dedotti due (2) punti. Nei casi
gravi potrà essere squalificato;
10.9.6.6.5
se un tiratore maneggia la propria carabina in modo pericoloso o viola qualsiasi
regola di sicurezza, può essere squalificato dalla Giuria;
10.9.6.6.6
se il Direttore di Tiro o la Giuria ritengono che il tiratore ritardi la gara con l’intenzione
di ottenere uno sleale vantaggio, questi deve essere ammonito da un membro della
Giuria. Per ogni ulteriore ripetizione dell’errore saranno dedotti due (2) punti dal
punteggio.
10.9.7
Tutte le irregolarità, le penalizzazioni, mancanze, inceppamenti, concessione di tempo
supplementare, colpi o serie ripetuti, annullamento di colpi, etc. dovranno essere
chiaramente registrati
sul Rapporto d’incidente (IR) (vedi modello alla fine del Regolamento),
Registro di Gara,
sulla striscia della stampante,
sul bersaglio,
sulla scheda di tiro (bersagli di carta)
dal Direttore di tiro e/o da un membro della Giuria per portarli alla attenzione
dell’Ufficio Classifica.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 219 -
10.9.8
Le detrazioni di punteggio dovranno sempre essere effettuate nella serie in cui si
sono verificati gli errori. Nel caso di una detrazione generica essa dovrà essere
effettuata sul colpo(i) di più basso valore della prima serie.
10.10.0
CONTROLLO EQUIPAGGIAMENTI
10.10.1
Il Comitato Organizzatore deve fornire una serie completa di calibri e strumenti di
controllo per armi ed equipaggiamenti prima e durante lo svolgimento delle gare.
10.10.2
Il Comitato Organizzatore deve informare i responsabili delle squadre e i tiratori, con
sufficiente anticipo rispetto all’inizio della competizione, dell’orario e del luogo ove
sarà effettuato il controllo armi ed equipaggiamenti.
10.10.3
L’Ufficio Controllo Equipaggiamenti sarà assistito e supervisionato da un membro
della Giuria.
10.10.4
L’Ufficio Controllo Equipaggiamenti deve registrare il nome del tiratore, la fabbrica, il
numero di serie e il calibro di ciascuna arma approvata.
10.10.5
Tutte le armi ed equipaggiamenti approvati dovranno essere marcati con un sigillo o
bollino. L’approvazione dovrà inoltre essere indicata sulla scheda di controllo.
10.10.5.1
Le carabine esaminate devono essere marcate in modo tale che il cambio del
cannocchiale e/o l’aggiunta di pesi compensativi, effettuati dopo il controllo, possa
essere facilmente riconoscibile.
10.10.6
Dopo l’approvazione, prima o durante la gara, l'equipaggiamento non deve essere
alterato in nessun modo che possa essere in contrasto con le norme regolamentari.
10.10.7
Se sorgono dubbi al riguardo, l'equipaggiamento deve essere riportato al controllo
per una nuova ispezione ed approvazione.
10.10.8
L’approvazione di ogni equipaggiamento è valida solo per la gara in cui è stata
effettuata l’ispezione.
10.11.0
PROCEDURE DI CLASSIFICA (bersagli di carta) vedi 6.7.0
10.12.0
PARITA’ NELLE CLASSIFICHE
10.12.1
Parità individuali nelle gare a 50 m e 10 m.
La parità tra tiratori che hanno conseguito il punteggio massimo ottenibile non sarà
risolta.
10.12.1.1
Parità dal 1° al 3° posto
Se due o più tiratori hanno lo stesso punteggio, la parità per i primi tre posti deve
essere decisa con uno spareggio effettuato sotto il controllo della Giuria.
Lo spareggio (shoot off) consiste in due (2) colpi di prova uno (1) a sinistra e uno (1)
a destra e in due (2) colpi di gara uno (1) a sinistra e uno (1) a destra in 2,5 secondi
(corsa veloce) su comando per tutti i colpi di gara.
- 220 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.12.1.1.1
Nel caso di ulteriore parità lo spareggio continuerà fino a che la parità non sarà
risolta. Una volta che la parità per il terzo posto è risolta, quella per i successivi
posti sarà risolta secondo la regola 10.12.1.2
10.12.1.1.2
Regole per lo spareggio
10.12.1.1.2.1
Lo spareggio deve avere inizio il più presto possibile dopo la fine del tempo per
eventuali reclami. Se lo spareggio non viene effettuato nel momento previsto in
precedenza e formalmente annunciato, i tiratori interessati devono rimanere in
contatto col il Direttore di Tiro aspettando che sia annunciata l’ora e il luogo dello
svolgimento dello spareggio.
10.12.1.1.2.2
I tiratori aventi lo stesso punteggio devono essere posizionati su linee di tiro
adiacenti, attribuite per sorteggio sotto la supervisione della Giuria. Se più tiratori
hanno uguale punteggio la sequenza di tiro sarà determinata da sorteggio.
Quando molti tiratori devono effettuare lo spareggio per un posto le prove avranno
inizio dalla posizione in classifica più bassa, seguite dalle altre finché tutti gli
spareggi saranno risolti.
10.12.1.1.2.3
Se un tiratore non si presenta per effettuare uno spareggio sarà classificato ultimo
in quello spareggio. Se due o più tiratori non si presentano allo spareggio essi
saranno classificati secondo le regole previste per gli spareggi individuali dal 4°
posto.
10.12.1.1.2.4
Durante lo spareggio, inceppamenti e altre irregolarità devono essere trattate
secondo quanto previsto dal Regolamento, ma è consentito un solo inceppamento
durante lo svolgimento dello spareggio, ogni ripetizione o completamento deve
essere eseguita immediatamente.
10.12.1.2
Parità dal 4° posto, se non risolti da alcuno spareggio devono essere decisi
da:
10.12.1.2.1
Gare a 10 m
10.12.1.2.1.1
Il punteggio più elevato dell’ultima serie di 10 colpi, andando all’indietro per serie di
10 colpi finché la parità è risolta.
10.12.1.2.1.2
Il più lato numero di 10, 9, 8 etc.
10.12.1.2.1.3
Il più alto numero di “mouches”.
10.12.1.2.1.4
Se la parità persiste i tiratori saranno classificati allo stesso posto in ordine
alfabetico.
10.12.1.2.2
Gara a 50 m
10.12.1.2.2.1
Bersaglio mobile (30 + 30) 50 m
10.12.1.2.2.1.1
Miglior totale della corsa rapida.
10.12.1.2.2.1.2
Confrontando i colpi di valore più basso della gara. Il tiratore che avrà il punto/i più
basso sarà dichiarato perdente.
10.12.1.2.2.1.3
Se la parità permane i tiratori saranno classificati allo stesso posto.
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 221 -
10.12.1.2.2.2
Bersaglio Mobile corse Miste 50 m
10.12.1.2.2.2.1
Miglior totale della 2a prova.
10.12.1.2.2.2.2
Confrontando i colpi di valore più basso della gara. Il tiratore che avrà il punto/i più
basso sarà dichiarato perdente.
10.12.1.2.2.2.3
Se la parità permane i tiratori saranno classificati allo stesso posto.
10.12.2
Parità di squadre
10.12.2.1
Parità di squadre nelle gare a 10 m.
Nelle gare a squadre la parità deve essere risolta sommando i risultati dei
componenti la squadra e seguendo le procedure descritte nelle Regole per le
parità individuali (10.12.1.2.1)
10.12.2.2
Parità di squadra nelle gare a 50 m.
Nelle gare a squadre la parità deve essere risolta sommando i risultati dei
componenti la squadra e seguendo le procedure descritte nelle Regole per le
parità individuali (10.12.1.2.2)
10.13.0
Reclami e appelli
10.13.1
Tassa per reclami:
10.13.1.1
reclami come da P.S.F.;
10.13.1.2
appelli come da P.S.F..
10.13.2
Reclami verbali
10.13.2.1
Ogni tiratore o dirigente ha il diritto di presentare reclamo, immediatamente e
verbalmente, contro le condizioni della gara e le decisioni o i provvedimenti presi,
con un Ufficiale di gara, il Direttore di Tiro o un membro di Giuria. Tali reclami
possono concernere le seguenti materie e la tassa diviene esigibile:
10.13.2.2
se un tiratore o un dirigente ritengono che il Regolamento di tiro, le Regole del
programma di gara non sono rispettate durante la gara;
10.13.2.3
se un tiratore o un dirigente non è d’accordo con una decisione o provvedimento
preso da un Ufficiale di gara, un Direttore di tiro o da un membro della Giuria;
10.13.2.4
se un tiratore è stato danneggiato o disturbato da un altro o altri tiratori, Ufficiali di
gara, spettatori, giornalisti o altre persone o cause;
10.13.2.5
se un tiratore ha dovuto interrompere il tiro per lungo tempo a causa di una rottura
degli impianti, di chiarimenti su irregolarità o altre cause;
10.13.2.6
se il tiratore nota delle irregolarità riguardanti i tempi di tiro: troppo corti o la non
apparizione del bersaglio nei tempi specifici.
- 222 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.13.2.7
Gli Ufficiali di gara, i Direttori di tiro e i membri della Giuria devono prendere in
considerazione immediatamente i reclami verbali. Essi possono prendere subito le
misure necessarie per rimediare agli inconvenienti o rimettere il reclamo alla Giuria per
una decisione collegiale. In questo caso il Direttore di tiro o un membro della Giuria
possono interrompere il tiro per il tempo necessario.
10.13.3
Reclami scritti
Ogni tiratore o dirigente che non sia d’accordo con le azioni o decisioni prese su un
reclamo verbale può presentare un reclamo scritto alla Giuria. Ogni tiratore o dirigente
ha inoltre il diritto di presentare un reclamo scritto senza aver presentato prima quello
verbale. Tutti i reclami scritti devono essere presentati non più tardi di 30 minuti di
quando è accaduto il fatto.
10.13.3.1
Il Comitato Organizzatore deve fornire i moduli da usare per la presentazione dei
reclami scritti (vedi Allegati RG 3.8.0).
10.13.3.2
Le decisioni concernenti i reclami scritti devono essere prese dalla maggioranza della
Giuria.
10.13.4
Reclami sui risultati
In tutte l’evenienze l’Ufficio Classifica deve impiegare il MODULO PR per i reclami
avversi al risultato (vedi Allegati RTbm).
10.13.4.1
Tempo per il reclamo
10.13.4.1.1 Tutti i reclami concernenti il punteggio devono essere presentati entro 20 minuti a
partire dal momento della pubblicazione dei risultati ufficiali. Il tempo limite per la
presentazione del reclamo deve essere indicato sul tabellone dei risultati subito dopo
aver terminato la trascrizione dei risultati. L’Ufficio presso cui va presentato il reclamo
deve essere pubblicato nel programma di gara.
10.13.4.2
Risultati su bersagli elettronici
Se un tiratore contesta il valore di un colpo o di una serie il reclamo sarà accettato
solo quando sia presentato prima del successivo colpo o prima che il tiratore che
segue prenda il suo posto sulla linea di tiro. Se si tratta dell’ultimo colpo o non ci sono
altri tiratori, il valore del colpo deve essere contestato entro tre (3) minuti.
10.13.4.2.1 Se il reclamo è concernente il valore di un colpo, al tiratore verrà richiesto di tirare un
altro colpo alla fine della gara affinché questo colpo sia conteggiato se il reclamo è
accettato e non può essere determinato il corretto valore del colpo contestato.
10.13.4.2.2 Se il reclamo riguardante il valore di un colpo diverso da zero o di una mancata
registrazione non è accettato verranno comminati due (2) punti di penalità e la tassa di
reclamo (vedi PSF e/o PdG) è trattenuta.
10.13.4.3
Bersagli di carta
10.13.4.3.1 Quando vengono usati bersagli di carta un tiratore o un dirigente possono presentare
reclamo se ritengono che un colpo non sia stato valutato o registrato correttamente,
tranne quando il valore del colpo sia stato determinato con l’uso del calibro che è
definitivo e non può essere contestato. Il reclamo sul punteggio può essere presentato
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 223 -
solo se il valore del colpo è stato determinato senza l’uso del calibro o quando ci sia
un errore di registrazione sulla scheda di tiro. Si applica la stessa penalità prevista per
i bersagli elettronici (10.13.4.2.2).
10.13.4.3.2 Quando vengono usati bersagli di carta un tiratore o un dirigente hanno il diritto di
visionare il foro del colpo contestato, ma non è permesso toccare il bersaglio.
10.13.5
Le decisioni della Giuria di classifica sul valore o numero di un colpo su un bersaglio
sono definitive e senza appello.
10.13.6
Appelli
10.13.6.1
In caso di disaccordo con una decisione della Giuria la questione può essere portata
alla Giuria d’Appello. Questo appello deve essere presentato per iscritto dal Capo
squadra o da un suo rappresentante non più tardi di un’ora da quando è stata
annunciata la decisione della Giuria (vedi RG 3.8.0). In particolari casi il tempo di
presentazione dell’appello può essere esteso a 24 ore su decisione della Giuria
d’appello. Una tale decisione può posporre le cerimonia di premiazione per la gara
oggetto dell’appello.
10.13.6.2
Le decisioni della Giuria d’Appello sono definitive.
10.13.7
Copia di tutte le decisioni concernenti i reclami scritti e gli appelli devono essere
inoltrate dal Comitato organizzatore o dal Delegato Tecnico alla Segretaria Generale
della UITS insieme alla relazione ed ai risultati per consentirne l'esame da parte della
Commissione Ufficiali di Gara.
10.14.0
Eliminato
- 224 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.15.0
Gara
Bersaglio Mobile: Tabella riepilogativa specifiche tecniche
Peso massimo
5,5 Kg
incluso
cannocchiale
Peso
scatto
Libero, senza
doppio grilletto
Bersaglio
mobile
10 metri
Calciolo
Cannocchiale
Contrappesi
Munizioni
Colpi di gara
Corsa mista
Bersagli
Altezza
dall’asse della
canna: dal
punto più
basso
200 mm
Qualunque
cannocchiale
massimo 4
ingrandimenti
non variabile
(tolleranza + 0.4
x)
Fino a un
raggio di
60 mm
4,5 mm
(.177”)
Uomini:
Non è
permesso
nessun
cambio di
fucile tra la
corsa lenta e
veloce
6.3.2.7.2
Lunghezza:
massima
150 mm
Altezza/
Lunghezza
della curvature
Massimo
20mm
30 corsa veloce
Donne:
30 corsa lenta
30 corsa veloce
Lunghezza:
massimo
300 mm
Bersaglio
mobile
10 metri
corsa mista
Bersaglio
mobile
50 metri
30 corsa lenta
40 corsa mista
5,5 Kg
incluso
cannocchiale
500 grammi,
senza doppio
grilletto
Qualunque
cannocchiale
Lunghezza:
nessuna
restrizione
Fino a un
raggio di
60 mm
5,6 mm
(.22” lr)
30 corsa lenta
6.3.2.7.1
30 corsa veloce
40 colpi corsa
mista
Bersaglio
mobile
50 metri
corsa mista
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 225 -
10.16.0
Bersaglio mobile: Tabella illustrativa
Carabina
a
Lunghezza massima canna compreso ogni accessorio 1000 mm.
10 metri
Carabina
Lunghezza massima misurata dal retro dell’otturatore in posizione scaricata all’esterno del sistema, inclusa ogni
a
50 metri estensione non oltre 1000 mm.
Punta del gomito
=
la parte superiore
del nastro di
indicazione
ufficiale ISSF
(lunghezza 250 mm
altezza 30 mm)
Regolabile
- 226 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
Misure in mm
IR
RAPPORTO INCIDENTE
Rapporto n°:
(deve essere riportato sul Registro di Gara)
Data dell’evento:
Gara
Ora dell’evento:
Turno
N° linea
Nominativo del Tiratore
N° pettorale:
Firma del Commissario
di tiro
Firma del Direttore di
Tiro
Firma Addetto Ufficio
Classifica
Firma Direttore
Ufficio Classifica
Firma del Membro di
Giuria
Articoli del Regolamento
Ripresa:
Sezione/Gruppo
Breve esposizione della vicenda:
Nominativo
Serie:
Ora:
Nominativo
Ora:
Nominativo
Ora:
Nominativo
Ora:
Nominativo
Ora:
Riferimento:
Nota: Una volta che il documento è stato compilato dagli Ufficiali di Gara, deve essere
immediatamente trasmesso all’Ufficio Classifica.
La Direzione di Gara, ricevuto il reclamo, deve immediatamente inviarlo all’Ufficio Classifica
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
- 227 -
RECLAMO PUNTEGGIO
UFFICIO CLASSIFICA
PR
Gara:
Eliminatorie/
Turno:
Qualificazioni:
Risultato Provvisorio pubblicato
Ora:
da(nome):
Termine ultimo per il reclamo ore:
Ora:
Argomento del reclamo
Reclamo presentato da:
Ora di consegna del
reclamo
Esito del reclamo
Firma del Direttore di Tiro
Ora:
Firma del Direttore Ufficio
Ora:
Classifica
Firma dell’Ufficiale tecnico alle
Ora:
Classifiche
Nota: Una volta che il documento è stato compilato dagli Ufficiali di Gara, deve essere
immediatamente trasmesso all’Ufficio Classifica.
- 228 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.17.0
INDICE Regolamento Bersaglio Mobile
10 m – Specialità a 10 m
10 m – Lunghezza della canna
10 m – Munizioni
10 m – Peso dello scatto
10 m – Posizionamento bersagli
50 m – Specialità a 50 m
50 m – Lunghezza della canna
50 m – Munizioni
50 m – Peso dello scatto
Allentamento del cannocchiale
Ammonizione - registrazione sul Rapporto d'Incidente
Ammonizione - Termini di contestazione - cartellino giallo
Aperta violazione delle regole
Appelli
Applicazione Regole
Applicazioni delle norme al Bersaglio Mobile a 10 m e 50 m
Apri gara
Assegnazione linee di tiro
Assistenza da parte del dirigente della squadra
Assistenza durante la competizione
Avvertenze sulle sponsorizzazioni
Bandierine segnavento
Bersaglio elettronico
Calcio regolabile
Cambiamento della linea di tiro
Cambio del cannocchiale durante la gara
Cambio di linea
Cambio di munizioni
Cannocchiale danneggiato
Cannocchiale non fissato correttamente
Caposquadra
Carabina o equipaggiamento non approvato
Caratteristiche dei poligoni e dei bersagli (vedi R.T.G.)
Cartucce usate - stesse cartucce
Chi infligge le penalità
Colpi a 50 metri - otturazione
Colpi a secco
Colpi a secco prima della gara
Colpi al di fuori degli anelli dei punti
Colpi che non raggiungono il bersaglio
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.4.4
10.4.4.2
10.4.6
10.4.4.1
10.5.5.10.1
10.4.3
10.4.3.2
10.4.3.3
10.4.3.1
10.8.7.3
10.9.6.2
10.9.6.2
10.9.6.6.1
10.13.6
10.1.4
10.1.1
10.6.3.3.1
10.7.0
10.9.5.3
10.9.5
10.4.7.5
10.4.1.2
10.6.3.17
10.4.2.1.2
10.7.2
10.8.7.1
10.7.2
10.8.6
10.4.2.1.4
10.8.7.2
10.9.2
10.6.4.2
10.3.0
10.4.2.2
10.9.6.1
10.5.5.9
10.6.3.3
10.6.3.3
10.6.3.15.2
10.6.3.15.4
- 229 -
Colpi di prova a 50 m
Colpi di prova in più
Colpi di rimbalzo
Colpi mancanti
Colpi mancanti e penalità nelle gare a 10 metri.
Colpi ovalizzati
Colpi tirati prima dell'apparizione del bersaglio
Colpo mancato - violazione del tempo di presentazione in linea
Colpo non sparato - colpo mancato
Commissario di fossa
Commissario di linea
Competizioni ufficiali
Completamento della corsa a 10 m 18 sec / 20 sec
Completamento della corsa a 50 m 18 sec / 20 sec
Conoscenza delle Regole
Contatti del responsabile della squadra con il tiratore
Contatti del tiratore con chiunque
Contrappesi
Contro bersagli per bersagli elettronici
Controllo equipaggiamento
Controllo equipaggiamento - informazioni al tiratore e alle squadre di tiro
Controllo equipaggiamento - marcatura dell'equipaggiamento e della carabina
Controllo equipaggiamento - nuova ispezione
Controllo equipaggiamento - obblighi del Comitato Organizzatore
Controllo equipaggiamento - registrazione
Controllo equipaggiamento - supervisione della giuria
Controllo equipaggiamento - validità
Corsa
Decisioni della Giuria di Classifica
Deduzione di punti - cartellino verde
Deduzione di punti - inizio gara con carabina o equipaggiamento non approvato
Deduzione di punti - nella serie
Deduzione di punti - non presentarsi all'orario previsto
Deduzione di punti - ostacolo ad altro tiratore
Deduzione di punti - palese violazione delle Regole
Deduzione di punti - per interruzione del tiro non giustificata
Deduzione di punti - produzione della scheda di controllo
Deduzione di punti - Registrazione sul Rapporto di incidente
Deduzione di punti per false informazioni
Deduzione di punti per scarico gas propellente
Deduzione di punti per violazione regole sull'assistenza
- 230 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.5.5.7
10.6.3.12
10.6.3.15.5
10.6.3.15
10.6.3.16
10.6.3.15.5
10.6.3.15.1
10.6.3.9.4
10.6.3.13
10.5.5
10.5.4
10.5.0
10.6.3.9.2
10.6.3.9.1
10.1.2
10.9.5.2
10.9.5.1
10.4.2.1.5
10.6.3.17.5
10.10.0
10.10.2
10.10.5
10.10.7
10.10.1
10.10.4
10.10.3
10.10.8
10.6.1.3
10.13.5
10.9.6.3
10.6.4.2
10.9.8
10.6.4.4
10.9.6.6.3
10.9.6.6.1
10.6.3.14
10.6.4.5
10.9.6.3
10.9.6.6.4
10.6.3.16.1
10.9.5.3
Difetti agli organi di mira
Direttore di stand
Direttore di tiro
Diritti della Giuria
Equipaggiamento e munizioni
Fermare il tiro - richiesto dal tiratore - giustificato
Fermare il tiro - richiesto dal tiratore - non giustificato
Fermare il tiro da parte del Direttore di tiro
Firma della striscia di registrazione del bersaglio elettronico
Flash di macchine fotografiche
Fumare
Gara - malfunzionamento causato dal tiratore
Gare
Gare femminili
Giuria
Grandezza dei cartellini di penalità
Guasti agli impianti elettronici a 10 m
Guasto a tutti gli impianti del settore
Guasto ad un singolo bersaglio
Immobilizzazione o riduzione movimenti
Inceppamenti
Inceppamento - causato dal tiratore
Inceppamento - non causato dal tiratore
Inceppamento imputabile al tiratore
Informazioni false
Informazioni sulle penalità
Inizio delle serie
Insufficiente quantità di propellente aria o gas
Interruzione di serie
Interruzione di tiro
Ispezione - armi, equipaggiamento, posizione
Ispezione da parte della giuria - ulteriore colpo
Linee di tiro di riserva
Mancanza del gas propellente durante la gara a 10 m
Mancata presentazione scheda controllo armi ed equipaggiamento
Modifiche dell'equipaggiamento dopo il controllo
Monitor - utilizzo da parte del tiratore
Mostrare il colpo al tiratore
Nastro indicatore
Non fermare il tiro
Non presentarsi all'orario in precedenza assegnato
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.8.7
10.5.2
10.5.1
10.4.1.1
10.4.0
10.6.3.14
10.6.3.14
10.6.3.11
10.6.3.17.4
10.4.1.7
10.4.1.6
10.8.4
10.6.2
10.1.4
10.5.0
10.9.6.5
10.8.8
10.8.8.1
10.8.8.2
10.4.7.1.2
10.8.0
10.8.3
10.8.2
10.8.5
10.9.6.6.4
10.6.4.7
10.6.3.4
10.6.3.16.3
10.6.3.12
10.6.3.11
10.6.4.1
10.8.8.3.4
10.8.8.3.7
10.6.3.16.1
10.6.4.5
10.10.6
10.6.3.17.2
10.6.3.8
10.4.7.2
10.6.3.14
10.6.4.4
- 231 -
Norme generali Bersagli Mobile
Norme generali per 50 e 10 metri
Norme generali per 50 e 10 metri
Numero di colpi per corsa
Numero di gara
Occultamento delle violazioni delle Regole
Ordine dei tiratori - competizione che si svolge in 1 giorno
Ordine dei tiratori - competizione che si svolge in 2 giorni
10.1.0
10.15.0
10.4.2
10.6.3.4.1
10.4.7.4
10.9.9.6.2
10.7.4
10.7.3
10.4.2.1.3
Organi di mira
10.8.7
Organi di mira - Difetti agli organi di mira
10.4.2.1.3.2
Organi di mira gare a 10 m
10.4.2.1.3.1
Organi di mira gare a 50 m
Ostacolare un altro tiratore
10.9.6.6.3
Parità dal 4° posto
10.12.1.2
Parità dal 4° posto - gare 10 m
10.12.1.2.1
Parità dal 4° posto - gare 50 m
10.12.1.2.2
Parità di squadre
10.12.2
Parità individuali - punteggio perfetto
10.12.1
Parità individuali per i primi tre posti
10.12.1.1
10.12.0
Parità nelle classifiche norme generali
Parlare vicino alle linee di tiro
10.9.1
Partenza del bersaglio
10.6.3.6.1
Partenza del bersaglio dal lato sbagliato
10.6.3.10
Penalità per violazione delle Regole
10.9.6
Pesi
10.4.2.1.1
Posizione
10.6.1
Posizione - posizione non corretta
10.6.4.6
Posizione del tiratore
10.6.1.2
Posizione del tiratore - posizione non corretta
10.6.4.6
Presenza del tiratore durante la cerimonia
10.4.7.1.1
Presenza del tiratore sulla linea di tiro
10.4.7.1
Problemi tecnici della carabina e delle munizioni
10.8.1
Procedure di gara - Vedere regole tecniche
10.11.0
PRONTO pronunciare prima del colpo
10.6.3.6.1
PRONTO pronunciare prima del primo colpo di gara
10.6.3.6.1
Proteste scritte
10.13.3
Proteste verbali
10.13.2
Rapporto d'incidente
10.9.7
Reclami concernenti l'errata registrazione o visione del colpo (bersaglio elettronico) 10.8.8.3
Reclami e appelli
10.13.0
Reclami in gara
10.13.4
- 232 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
Reclami in gara - bersagli di carta
Reclami in gara - bersagli elettronici
Reclami scritti
Reclami verbali
Registrazione del tiratore
Registrazione della Giuria - ulteriore colpo
Registrazione di mancata registrazione o visualizzazione del colpo
Registrazione sul Rapporto d'incidente
Regola per shoot off (in caso di parità)
Regole concernenti l'abbigliamento
Regole di competizione
Regole di condotta di tiratori e squadre
Responsabilità del caposquadra
Rifiuto del bersaglio
Riparazione della carabina
Ripresa del tiro dopo un inceppamento o malfunzionamento della carabina
Riproduttori di suoni (radio, registratori, etc.)
Ritiro del tiratore
Ritmo
Ritmo - controllo del Direttore di tiro e il membro della Giuria
Schermi laterali
Segnalazione dei colpi
Sostituzione del tiratore
Spirito di gara
Sponsorizzazioni
Sponsorizzazioni
Spostamento nella posizione di tiro di riserva
Squalifica - cartellino rosso
Squalifica - ostacolare un altro tiratore
Squalifica - violazione delle Regole di sicurezza
Squalifica - violazione occulta del Regolamento
Squalifica del tiratore
Squalifica del tiratore
Svolgimento della gara in 1 giorno
Svolgimento della gara in 2 giorno
Svolgimento gare in uno (1) / due (2) giorni
Tabella attrezzature
Tassa per reclami e appelli
Telefoni cellulari
Tempi - 50 / 10 m
Tempi per i reclami
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.13.4.3
10.13.4.2
10.13.3
10.13.2
10.9.4
10.8.8.3.3
10.8.8.3.3
10.9.7
10.12.1.1.1
10.4.7
10.6.3
10.9.0
10.9.3
10.6.3.6.1
10.8.6
10.8.6
10.4.1.3
10.6.3.1
10.6.3.9
10.6.3.9.3
10.4.7.6
10.6.3.5
10.6.3.1
10.4.1.1
10.4.7.5
10.4.7.5
10.8.8.3.7
10.9.6.4
10.9.6.6.3
10.9.6.6.5
10.9.6.6.2
10.9.6.6.6
10.6.3.6.2
10.7.4
10.7.3
10.6.2.5
10.16.0
10.13.1
10.4.1.5
10.6.3.9.6
10.13.4.1
- 233 -
Tempo di preparazione
Tempo di preparazione eccessivo
Tempo supplementare per regolazione cannocchiale dopo colpi di prova
Tiratore
Tiratore - dopo il PRONTO
Tiratore - non PRONTO
Tiratore procedure e regole di competizione
Tiratori destri e mancini
Tiratori destri e mancini
Ufficiale tecnico bersagli elettronici
Ulteriore colpo - annullamento dell'ultimo colpo di gara (colpo extra)
Ulteriore colpo - colpo comandato
Ulteriore colpo - conteggiato per colpo non registrato
Ulteriore colpo - conteggio
Ulteriore colpo - non registrato o visualizzato sul monitor
Ulteriore colpo - registrato o visualizzato sul monitor
Uso sleale di materiali che possono avvantaggiare rispetto agli altri
Verifica dei tempi
Vice Direttore di tiro
Violazione delle regole di comportamento
Violazioni
Violazioni e Regole Disciplinari
- 234 -
Regolamento Tecnico Bersaglio Mobile
Edizione 2007 (Prima Stampa 11/2007)
10.6.3.6
10.6.4.3
10.6.3.7
10.6.3.2
10.6.3.6.1
10.6.3.9.5
10.6.0
10.1.3
10.1.3
10.5.6
10.8.8.3.5
10.8.8.3.2
10.8.8.3.6
10.8.8.3.5
10.8.8.3.7
10.8.8.3.3
10.4.1.1
10.6.3.9.7
10.5.1.6
10.9.6.6.5
10.9.6.6
10.6.4
Fly UP