...

PREMESSA Il sistema fieristico si può considerare

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

PREMESSA Il sistema fieristico si può considerare
PREMESSA
Il sistema fieristico si può considerare un complesso articolato poiché combina dinamiche
economiche, territoriali, politiche e culturali. Dal punto di vista economico, le fiere sono il
principale strumento per sviluppare domanda e offerta di beni e servizi con ritorni di
fatturato e acquisizione di quote di mercato per le aziende anche nel breve periodo.
Dal punto di vista territoriale, esse definiscono un territorio non solo per lo spazio che
occupano, ma soprattutto attraverso le reti di relazioni che creano.
Il legame tra Centro Fiere e territorio è fondamentale per l’economia regionale e prevede
uno scambio reciproco di risorse, competenze e professionalità.
Il valore creato da una manifestazione fieristica, si rivela in diversi livelli di indotto:
• indotto di primo livello: comprende i servizi destinati agli utenti della rassegna
(visitatori ed espositori), quali parcheggi, infrastrutture, ecc;
• indotto di secondo livello: fa riferimento a coloro che forniscono servizi al mondo
fieristico come allestitori, società di catering, società di servizi, società che organizzano
eventi, ecc;
• indotto per il territorio: riguarda lo sviluppo del territorio che è strettamente collegato
allo sviluppo del sistema fieristico ospitato in quell’area.
La sfida che investe in pieno il sistema fiere va letta nel contesto più generale dello
sviluppo e degli stimoli delle capacità competitive. Con occhio particolare e attento alle
piccole e medie imprese che sono la struttura portante e un motore straordinario.
Se per i grandi centri fieristici si è assistito ad una sorta di “deregolamentazione” in cui la
libera concorrenza ha portato ad un sovrapporsi di manifestazioni che rischiano però di
frazionare l’offerta, la situazione dei piccoli centri fieristici risulta meno complessa e
ancora “a portata d’azienda”. Appurato che comunque oggi risulta difficile, se non
impossibile, organizzare una fiera pensando che sia l’unica sul nostro territorio e che
riuscire a far quadrare un bilancio di una manifestazione per le molteplici variabili che lo
caratterizzano è molto difficile, la caratteristica di “provincialità” di una fiera e la capacità
di rimanere “a misura d’uomo” sono qualità che creano ancora appeal tra i piccoli e medi
imprenditori, carburante insostituibile per il motore di un polo espositivo.
Parlare del polo fieristico di Grosseto, dunque e delle fiere di conseguenza, è parlare di
sviluppo di questo territorio con tutte le positive ricadute sull’occupazione e sull’indotto.
Il Centro Fiere di Grosseto nasce con l'obiettivo unico di far sviluppare il territorio
provinciale con le sue attività e rappresenta l’unica infrastruttura idonea e a norma della
provincia di Grosseto e non solo, adatta a realizzare eventi che prevedono la presenza in
contemporanea di un elevato numero di persone.
Per la ridotta superficie coperta (padiglione espositivi), il Centro Fiere del Madonnino è
adatto per manifestazioni Outdoor, quindi con attività che si concentrano nei periodi in
cui viene immaginato un clima mite.
Le attività esercitate sono ad alto rischio in quanto la variabilità climatica, va direttamente
ad incidere sui risultati economici e non solo delle manifestazione organizzate.
1
I programmi promozionali 2016
I programmi promozionali 2016 sono stati elaborati in stretta attinenza con i seguenti criteri:
1. Caratteristiche della infrastruttura fieristica
2. Stagionalità
3. Consolidamento e miglioramento eventi già in programma
4. Nuovi eventi su settori trainanti l'economia locale
5. Partnership e collaborazioni con Enti Fiera di riferimento
6. Affitto dell'Infrastruttura fieristica per eventi organizzati da terzi
 Caratteristiche dell'infrastruttura fieristica
Il quartiere fieristico del Madonnino, interessa complessivamente una vasta area di circa
75.000 mq di cui 50.000 mq già dotati delle necessarie opere infrastrutturali di urbanizzazione . L'area è completamente delimitata e recintata e la porzione urbanizzata è provvista
di un impianto di illuminazione a norma per le manifestazioni che si svolgono in notturna
ed è provvista di regolare Certificazione Antincendio.
Sull'area sono stati realizzate tre manufatti:
1. Edificio ad uso biglietteria che è posto in prossimità dell’ingresso principale, lungo
la strada comunale
2. Edificio ad uso espositivo direzionale è stato realizzato su due livelli diversificando
le specifiche destinazioni d'uso, al piano terra troviamo la sala espositiva di 333 mq
ed un locale bar di 39,33 mq, i servizi igienici ad uso sia espositori che visitatori ed
alcuni locali ad uso magazzino, al piano secondo oltre agli uffici troviamo la sala
convegni con 80 sedute.
3. Padiglione espositivo che si compone di due livelli con una superficie espositiva di
1.700 mq, oltre ai sevizi igienici ed alcuni locali ad uso magazzino.
SUPERFICIE ESPOSITIVA TOTALE 75.000 MQ.
SUPERFICIE ESPOSITIVA
SCOPERTA
25.000
SUPERFICIE ESPOSITIVA
COPERTA
2.000
48.000
AREA NON URBANIZZATA
2
 Stagionalità
Per la ridotta superficie coperta (padiglione espositivi), il Centro Fiere del Madonnino è
adatto per manifestazioni Outdoor, quindi con attività che si concentrano nei periodi in
cui si prevede un clima mite.
Grossetofiere organizzerà le sue manifestazioni di maggiore dimensione nel periodo che
va da metà marzo a fine maggio e da settembre a fine ottobre. Nel periodo invernale sarà
possibile organizzare esposizioni a tema specifico all'interno nei padiglioni del Centro
Fiere. Le uniche manifestazioni che potranno essere realizzate in estate sono gli spettacoli
in notturna (es. concerti).
 Consolidamento e miglioramento degli eventi già in programma.
Le fiere sono attività dinamiche ed il consolidamento dei risultati sono la diretta
conseguenza del loro miglioramento. Per ogni edizione fieristica necessariamente
dovranno essere realizzati eventi collaterali di settore ed attività ed attrazioni innovative,
per fornire validi motivi sia agli espositori che ai visitatori per confermare la loro
presenza.
Le attività di Grossetofiere si concentreranno sulla realizzazione diretta di manifestazioni
che le permetteranno di interfacciarsi direttamente con allestitori, espositori e visitatori,
senza l'intermediazione dell’organizzatore dell’evento. Un effetto positivo che deriva
sicuramente dall’attività di pianificazione diretta di eventi, è il guadagno in termini di
prestigio che viene associato al Centro Fiere. Le fiere organizzate direttamente sono il vero
patrimonio da difendere, sono paragonabili ad un tesoro che non va fatto svalutare ,
dentro la sua cassaforte rappresentata dal Centro Fiere
 Nuovi eventi sui settori trainanti l'economia locale
Nel rispetto dei propri scopi sociali le attività di Grossetofiere devono essere strettamente
legate ai settori che caratterizzano il sistema economico locale e nel 2016 gli sforzi si
concentreranno sulla realizzazione di un nuovo grande evento sul turismo.
 Affitto dell'infrastruttura per eventi fieristici organizzati da terzi
Il Centro Fiere è una struttura polifunzionale quindi adatta non solo alla manifestazioni
fieristiche ma ad eventi di ogni genere e si colloca alla perfezione nel mercato delle
location ideali per le attività di pubblico spettacolo. Sono stati instaurate trattative con
importanti società per l'organizzazione di concerti che se si concretizzeranno, produrranno
ricavi sicuri e allungheranno il periodo di attività del Centro Fiere.
 Partnership con Enti Fiera di riferimento
Le collaborazioni con Organizzazioni fieristiche internazionali in grado di veicolare sul
Centro Fiere, manifestazioni settoriali che trovano una ottimale collocazione nel territorio
maremmano sono indispensabili. L'organizzazione nel Centro Fiere grossetano, di format
collaudati come avvenuto con il Game Fair nell'anno 2015, producono un successo
immediato con la massima riduzione di rischi.
Da questi criteri nasce il seguente palinsesto delle attività del Centro Fiere grossetano e
degli eventi organizzati direttamente Grossetofiere
3
PERIODO
19/20 marzo
22/25 aprile
Prima settimana maggio
27/28/29 maggio
Prima quindicina luglio
8/9 ottobre
12/13 novembre
24/26/31 dicembre
TITOLO EVENTO
Mostra scambio
38° Fiera del Madonnino
Buy Tuscany on road
Game Fair Italia
Spettacolo Musicale
AMO!
Oltre Idea sposi
Eventi danzanti
TIPOLOGIA
manifestazione fieristica
manifestazione fieristica
Work Shop
manifestazione fieristica
Concerto
manifestazione fieristica
manifestazione settoriale
intrattenimento
TITOLO EVENTO
ORGANIZZATORE
Mostra scambio
organizzazione diretta
38° Fiera del Madonnino
organizzazione diretta
Buy Tuscany Maremma
collaborazione con Toscana Promozione
Game Fair Italia
collaborazione con Game Fair Italia
Spettacolo Musicale
altra società
AMO!
organizzazione diretta
Oltre Idea sposi
organizzazione diretta
Eventi danzanti
altra società
Alle attività elencate si aggiungeranno altre piccole iniziative organizzate da terzi come i
convegni, piccole fiere, esposizioni, che anche se di ridotta entità , producono piccoli utili
per Grossetofiere
Mission
La razionalizzazione delle risorse disponibili degli Enti pubblici che detengono il 78% del
capitale sociale di Grossetofiere, portano a formulare alcune riflessioni che inducono
alcuni cambiamenti sulla mission societaria.
Se lo scopo di Grossetofiere è quello di promuovere le attività locali i soci pubblici
dovranno investire con risorse proprie in quanto la ricaduta incide sul territorio e non sui
bilanci di Grossetofiere. Se l'obiettivo è quello di mantenere solida la situazione finanziaria
facendo riferimento diretto ai bilanci societari, dovranno essere effettuate scelte strategiche
diverse rispetto alla mission originaria.
Per semplificare il concetto espresso portiamo un esempio sulla manifestazione più
grande, la Fiera del Madonnino:
a. Mission pubblica: Grossetofiere organizza rassegne zootecniche durante la fiera, non
producono ritorni diretti, ma promuovono il sistema allevatoriale locale che è in profonda
crisi
b. Mission imprenditoriale: Grossetofiere investe proprie risorse in spettacoli di
intrattenimento, ponendosi l'obiettivo di riportare le famiglie alla fiera del Madonnino,
diventata troppo tecnica e poco divertente per il visitatore occasionale; risultato auspicato,
una maggiore emissione di biglietti e ritorni economici diretti nel breve e nel medio
periodo.
4
Rispetto al panorama fieristico regionale Grossetofiere, eccetto sporadici casi, ha sempre
svolto le sue funzioni in autofinanziamento e forse solo oggi ci accorgiamo che è il suo
punto di forza, ma se in futuro la compagine sociale pubblica capisse fino in fondo
l'importanza strategica della società, con le possibili ricadute sullo sviluppo territoriale,
motivo per cui fu realizzato il Centro Fiere, l'effetto promozionale potrebbe essere ancora
più forte e decisivo sul sistema economico locale.
Grossetofiere guarda avanti con ottimismo, grazie alle sue attività migliora ogni anno
l'infrastruttura fieristica, creando servizi sempre più rispondenti alle richieste e necessità
degli espositori, rendendo ancora più accogliente quella che può essere considerata la
culla delle attività economiche, arricchendo di conseguenza il capitale sociale.
Grossetofiere fino a quando le sue risorse lo permetteranno , conserverà al meglio il
quartiere fieristico, ma è anche giusto aprire un confronto con i soci per capire come
questa infrastruttura sarà mantenuta in futuro e valutare alla luce dei risultati le
possibilità di migliorarla e renderla ulteriormente competitiva.
Prossimo investimento: realizzazione Area Verde
5
Area verde 1° stralcio Elenco opere
1. Preparazione dell'area, comprendente diserbo selettivo, scotico del manto erboso
attuale, lavorazione superficiale del suolo andante e localizzata più profonda con
miniescavatore per l'impianto di specie arboree, regimazione idrica superficiale senza
opere murarie
2. Impianto di area prativa, comprendente livellamento, preparazione del letto di semina e
diserbo selettivo, concimazione, fornitura seme e semina, irrigazione nei successivi 30
giorni per attecchimento, prodotto antiformiche e risarcimento di aree non attecchite
3. Impianto di specie arboree ed arbustive di taglia media, densità medio-bassa (300-350
piante/ettaro), compresa fornitura, scavo, drenaggio, concimazione, irrigazione fino a
completo attecchimento
4. Impianto di irrigazione automatizzato con irrigatori dinamici e statici alla densità
minima di un irrigatore ogni 30 mq circa, esclusa la fornitura della pompa ma compreso il
programmatore, il quadro elettrico con rispettivo alloggiamento e quant'altro per il
collegamento alla stazione di pompaggio: al metro quadrato
5. Arredi come panchine, vari tipi di sedute, superfici di appoggio, elementi di pergola,
escluse fontane o altri giochi d'acqua, intensità di interventi media: al metro quadrato di
superficie lorda dell'area verde
6. Pavimentazioni e fondo per vialetti
COMPAGINE SOCIALE
0,00464
0,04239
0,16484
C.C.I.A.A
0,00654
0,47023
COMUNE GROSSETO
PROVINCIA GROSSETO
0,15013
ALTRI COMUNI
ISTITUTI BANCARI
0,16121
ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA
ALTRO
6
Manifestazioni organizzate
direttamente
7
Le auto e le moto storiche sono oggi l’unica testimonianza che può ancora farci pensare
alle automobili come a una meravigliosa invenzione (e non un mero dato di fatto) e a
quanta strada sia stata fatta a partire dalle prime intuizioni in questo campo. L’interesse
del settore collezionismo è in costante crescita, e questo è giustificato da una precisa logica:
la vettura storica è oggi più che mai vista come bene rifugio, oggetto fuori dal tempo, al
riparo dall'inflazione e dai capricci delle Borse. Così diventa "normale" sborsare per una
Fiat 1100 in versione torpedo con sedili di vimini 38.000 euro o 7.000 euro per una Vespa
dei primi anni Cinquanta.
Ad appassionarsi di auto storiche non sono solo più i professionisti e i collezionisti a
tempo pieno, ma anche i privati di ogni età. Forse il successo delle auto storiche sta
proprio nel loro fascino senza età, in quella capacità di riportare in vita "i bei tempi", la
nostalgia della giovinezza, i ricordi infantili. Poesia a parte, quello delle auto d'epoca è un
mercato in crescita, con un movimento commerciale e culturale le cui dimensioni si
identificano con il volume dei mercati e delle fiere automobilistiche di settore, e dei ritrovi.
La Mostra Scambio di Grossetofiere sta assumendo, con il passare degli anni, sempre più
peso tra gli avvenimenti del settore in Toscana, forte di una costante crescita sia degli
appassionati che la visitano, che degli espositori, che l’hanno inserita tra gli appuntamenti
irrinunciabili per il loro business. La Mostra Scambio è un prezioso momento di confronto
tra i tantissimi estimatori che approfittano di questa occasione per ritrovarsi, scambiarsi
pezzi quasi introvabili, condividere esperienze e curiosare tra i numerosi stand che ad
ogni edizione vengono allestite nell’area espositiva del Centro Fiere.
8
Come cambierà la manifestazione.
 Layout
Sarà completamente rinnovato il Layout della manifestazione, invertendo completamente i
settori della manifestazione:
1. Il mercato dei pezzi di ricambio e degli oggetti d'epoca sarà collocato in posizione
centrale.
2. Il piano terra del padiglione espositivo sarà riservato agli espositori dei pezzi di
ricambio d'epoca mentre il primo piano ospiterà il modellismo.
3. Lo spazio circostante alla palazzina direzionale sarà riservato al parcheggio delle
auto d'epoca in vendita ed in esposizione e all'arrivo dei raduni.
9
4. L'area spettacoli sarà realizzata alle spalle del mercato e si prevede la realizzazione
di una tribuna da 500 posti con poltroncine.
 Museo
Cuore pulsante della manifestazione rimane il museo delle auto storiche che ogni anno
subisce un restyling completo e
che
viene
allestito
nel
padiglione
direzionale
del
centro fiere.
Un ambiente che ben si adatta a
questo scopo e che grazie ad
ampi spazi, ampie vetrate e cura
architettonica riesce sempre a
mettere in risalto i diversi
aspetti e le peculiarità dei
modelli esposti. Un mondo
magico che affascina il pubblico
di ogni età.
Per l'edizione 2016 il museo sarà ulteriormente ampliato, riservando la grande sala
espositiva
della
palazzina
espositivo
direzionale alle auto d'epoca la
sala
conferenze appositamente allestita per ospitare
le biciclette d'epoca
10
e come novità assoluta, verrà collegata una tensostruttura in maniera da creare un corpo
unico dove sarà allestito il museo delle moto storiche.
I numeri della Mostra Scambio Auto, Moto e Collezionismo d’Epoca
Superficie Totale mq.36.500
16000
15000
14000
12000
10000
10000
8000
Area esterna eventi spettacoli
7000
Aera espos.scoperta
6000
4000
2000
0
Area espos.coperta
3000
1500
Area musei
Area espos.mezzi d'epoca esterna
11
Principali Eventi collaterali in Programma
Free style: ormai da qualche anno le acrobazie sulle due ruote sono un appuntamento
imperdibile per i visitatori.
Gimkana auto storiche: il fascino delle “storiche signore” tra gli stand della fiera.
Attrezzature e macchine agricole d’epoca: un passio indietro nel tempo per comprendere
come si lavorava nei campi.
Iniziative motoristiche e raduni: Come ogni anno Grossetofiere si avvarrà della
collaborazione di Amas e Fiat Club 500 a cui verrà destinata un’area dove i soci del club
sfileranno durante la kermesse a bordo della propria 500.
Il Museo delle auto e del Modellismo: è il cuore della fiera, il “sancta sanctorum” l’area
che accoglie i gioielli del passato, dove il tempo sembra fermarsi ma che al tempo stesso,
ogni anno, cambia e si rinnova.
Auto tuning – Drive and sound: forse non tutti conoscono questa “disciplina” ma in tanti,
tantissimi già la praticano. Si tratta di allestire impianti stereo di altissima qualità su
vetture tradizionali o modificate nella carrozzeria.
Dati tecnici
Periodo: 19/20 marzo 2016
Ingresso al pubblico: 09,30 - 18,00 continuato.
Prezzi: biglietto € 7,00 (ridotto: € 3,00).
Categorie merceologiche: Pezzi di ricambio auto e moto, mobili ed oggetti di antiquariato,
modellismo, libri e libretti di circolazione d’epoca, manifesti d’epoca, servizi, componenti
e accessori auto e moto, auto e moto nuove.
Punti di ristoro: saranno tre, uno all’interno della palazzina direzionale nello spazio
adibito a bar, uno nel piazzale espositivo adibito a pizzeria e una postazione mobile
adibita a self service.
Parcheggi visitatori: gratuiti
12
Forte di una popolarità indiscussa acquisita nel corso dei suoi 38 anni di vita, la Fiera del
Madonnino è entrata a far parte di quegli appuntamenti che non necessitano di
presentazione ma fanno parte del bagaglio di tradizioni locali. Lo charme che la fiera
riscuote tra il pubblico è così alta che in pochi vogliono perdersi una giornata tra gli oltre
300 stand. Ed il fatto che per i grossetani sia diventata la Festa del 25 aprile la dice davvero
tutta su come si sia radicata tra le consuetudini irrinunciabili.
La Fiera del Madonnino nel 2016 potrà contare su un calendario favorevole con due giorni
festivi nel suo periodo di svolgimento. Poter contare su due giornate festive è
particolarmente importante in quanto è proprio in questi giorni che si concentra il maggior
afflusso di visitatori.
Grossetofiere punterà dunque nel 2016 a migliorare le presenze dell'edizione precedente,
proprio in virtù di una giornata festiva in più; per raggiungere questo obiettivo metterà in
atto una importante campagna promo/pubblicitaria destinata agli operatori commerciali.
Negli ultimi anni la fiera ha assunto connotati “più professionali” offrendo spazi,
attrezzature e logistica di prim’ordine. Anche nel 2016 si presenterà suddivisa in una
superficie coperta, rappresentata dai padiglioni esistenti nell’area e da tensostrutture
montate per l’occasione e da una parte scoperta che va ad occupare gran parte dell’area
fieristica.
Con l’obiettivo di spostare l’interesse dei grandi marchi costruttori direttamente sulla
fiera del Madonnino sfruttando il binomio “Casa Madre” concessionario per raggiungere
il massimo dei risultati, senza alterare gli equilibri che rappresentano il punto di forza
della manifestazione sono stati consolidati i rapporti con Federunacoma la società che
organizza ogni due anni il colosso fieristico dedicato alle macchine e macchinari agricoli,
Eima.
La fiera del Madonnino riesce a spostare l'attenzione di numerosi operatori sul Centro
Fiere grossetano, potendo vantare il primato di unica manifestazione fieristica di
riferimento per il mondo agricolo organizzata in Toscana.
13
Le novità della manifestazione.
 Layout
Per la caratteristica dinamica della fiera,
prevedere un layout allo stato attuale
risulta molto difficile. Se permangono le
condizioni della passata edizione sarà
confermata, la disposizione degli spazi
espositivi , con la sua impostazione
ordinata, dove il settore macchina e
macchinari agricoli, occuperà lo spazio centrale e principale della manifestazione,
andando ad occupare il 70% della superficie espositiva scoperta.
 Nuovi eventi collaterali
Sulla spinta dei risultati acquisiti con la
Rassegna nazionale dei bovini di razza
Chianina, per non tralasciare un settore di
estrema importanza per il territorio
maremmano quale quello allevatoriale,
una volta reperite le risorse finanziarie
necessarie, sarà riproposta una mostra
zootecnica.
Dalle prime indicazione pervenute dalle
Associazioni di categoria di competenza si
ipotizza una rassegna sul settore
Ovi/caprino.
Con lo scopo di far sostare i visitatori più a
lungo possibile all'interno della fiera e
ricreare lo spirito festoso che animava la
rassegna del Madonnino, saranno organizzati
eventi di intrattenimento all'interno del Ring
permanente per gli spettacoli.
14
 Organizzazione Pullman
Con lo scopo di aumentare il numero di operatori e tecnici del settore agricolo che
visiteranno la fiera in considerazione che la Fiera del Madonnino è l'unica rassegna in
Toscana per quanto riguarda le tecnologie meccaniche per l'agricoltura, se individuate le
necessarie risorse finanziarie, sarà concesso un contributo, in favore dei concessionari,
degli espositori e delle associazioni che organizzeranno pullman nei giorni feriali dalle
rispettive località al Centro Fiere.
I numeri della 38°Fiera del Madonnino
Totale area espositiva mq.62.120
42800
45.000
40.000
35.000
30.000
Area espositori scoperta
25.000
Padiglioni muratura
20.000
Tendostrutture e gazebo
15.000
Area ring spettacoli
Area manifestazioni zootecniche
10.000
7320
5.000
7000
2000
3000
0
Espositori Complessivi n. 320
n.130 dalla provincia di Grosseto
n. 87 dalla Regione Toscana
n. 103 da altre Regioni
350
320
300
300
250
200
150
100
50
0
122130
Espositori 2014
84 87
TOTALI
Provincia GR
Regione
Toscana
87 103
Espositori 2015
Altre
Regioni
15
Dati tecnici
Periodo: 22-25 aprile 2016
Ingresso al pubblico: dalle ore 9,00 alle ore 18,00
Prezzi: biglietto € 7,00 (ridotto: € 3,00).
Categorie merceologiche: Area coperta: Artigianato, Abbigliamento, Calzature e
pelletteria, Alimenti e bevande, Articoli da regalo, Attrezzature per ufficio, Casalinghi ed
affini, Attrezzature e prodotti per il commercio-comunità, alberghi, Elettronica,
Elettrotecnica, Informatica, Mobili e arredamenti, Servizi in genere. Area scoperta:
Agricoltura e zootecnia, Macchine ed attrezzature agricole, Edilizia macchine e materiali,
Florovivaismo e giardinaggio, Macchine strumenti e Tecnologie per l’industria, , Veicoli,
Trasporti e relative attrezzature, Idraulica impianti di riscaldamento e condizionamento.
Bus navetta gratuito da e per Grosseto: per ogni giorno della fiera a cadenza oraria, dalle
ore 9,00 alle ore 16,30 con partenza dalla stazione e con fermate in via della Repubblica
(Velodromo), Via Senese, Ospedale.
Punti di ristoro: saranno tre, uno all’interno della palazzina direzionale nello spazio
adibito a bar, uno nel piazzale espositivo adibito a pizzeria ed un ristorante situato lungo
il lato ovest della fiera
Bar e gelaterie: sono sette dislocate nei vari settori della fiera
Baby Parking: un’area attrezzata presidiata da personale qualificato dove poter regalare ai
bambini un momento di svago e di divertimento.
Parcheggi: ampi e comodi parcheggi completamente gratuiti
16
AMO! – Agricultural Machinery Opportunity, è una rassegna dedicata ai mezzi
meccanici, alle attrezzature e alle tecnologie per la raccolta delle olive.
La manifestazione è nata nel 2013, da un'idea condivisa con le associazioni UNACMA e
FederUnacoma (Federazione nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura).
La Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura, organizza i grandi
eventi: Eima International, esposizione internazionale di macchine per l'agricoltura ed il
giardinaggio che si svolge nel quartiere fieristico di Bologna ogni due anni, Eima Show, ,
EimaAgrimach esposizione di macchine agricole - che si svolge a Lari, Pusa, New Delhi
(INDIA ), Agrilevante esposizione internazionale delle Macchine Agricole impianti e tecnologie per la filiera agricola.
Unacma riunisce le Associazioni dei Commercianti Macchine Agricole e macchine da
giardino costituite dai soci con doppia veste (territoriali e nazionali).
Organizzata da Grossetofiere Spa, la rassegna si rivolge al pubblico degli agricoltori, dei
contoterzisti e dei tecnici della Toscana e delle Regioni del Centro Italia, e si articola in due
distinte sezioni: AMOUSATO!, AMOLIVA!
AMOUSATO! da risposte concrete al mercato dei macchinari agricoli usati, che nelle
vendite rappresentano in numero di pezzi il doppio del nuovo, e che vede domanda e
offerta in forte fermento, soprattutto per quanto riguarda la necessità di ovviare alla messa
a norma e ai nuovi interventi legislativi sulla revisione. AMOUSATO! Si rivolge
principalmente all’Italia centrale, dove il sistema agricolo è molto frammentato ed il
piccolo agricoltore non può permettersi l’acquisto di macchinari nuovi. Perciò
AMOUSATO! nasce per soddisfare due diverse esigenze: quella dei Rivenditori, di far
conoscere il proprio parco macchine usate e degli Agricoltori di sostituire i propri
macchinari obsoleti o usurati.
AMOLIVA! fa fronte all’esigenza del mercato di un evento face-to-face in grado di presentare le
migliori tecnologie per la raccolta delle olive, proprio a ridosso dell’inizio della stagione dedicata a
tale attività in Toscana, Umbria e nell’Alto Lazio. AMOLIVA! si rivolge direttamente agli
operatori delle Province di Grosseto, Livorno, Siena, Perugia, Viterbo e Rieti dove la superficie
adibita ad oliveto supera i 70.000 circa in totale ettari con una produzione, secondo i dati ISTAT,
superiore a 800.000 quintali.
Pur essendo l’ultima nata nel calendario delle manifestazioni fieristiche dedicate
all’agricoltura e alla meccanizzazione, l’AMO! presenta credenziali di tutto rispetto, con
3.800 mq di superficie espositiva.
17
Una fiera mirata e altamente specializzata, la cui formula ha premiato negli anni passati
gli sforzi organizzativi di Grossetofiere e soprattutto le aziende che hanno creduto nel
progetto . Il consenso ottenuto dagli espositori dimostra ancora una volta come le
manifestazioni fieristiche organizzate nel Centro Fiere grossetano funzionino e
rappresentino un’ importante sostegno all’imprenditoria locale.
La manifestazione realizzata in autofinanziamento da Grossetofiere che nasce con
l'esclusivo scopo di fornire un servizio diretto agli operatori del comparto Agricolo, con
tariffe promozionali per gli espositori e l'ingresso gratuito per il pubblico , si presenta
come un vero e proprio B2B per gli agricoltori.
Le novità della manifestazione.
 Layout
E' difficile migliorare il layout 2015 che ha occupato una superficie espositiva quasi doppia
rispetto l'anno precedente. I limiti di questa manifestazione, unica nel suo genere sul
territorio nazionale, sono gli elevati costi di trasporto per i rivenditori contro i bassi ricavi
degli eventuali ricavi dalle vendite, di conseguenza risulta improbabile allargare le
adesioni, salvo eccezioni, ad aziende che provengono da fuori il territorio provinciale.
Se Federunacoma (EIMA), deciderà di investire sul settore della meccanizzazione per la
raccolta delle olive con nuove adesioni e la necessità di ulteriori spazi espositivi coperti, il
lay out sarà spostato dalla sua posizione originaria centrale, verso il padiglione espositivo.
18
 Progetto Pilota
L'idea iniziale non ancora perseguita, ma non accantonata, è quella di trasferire insieme a
Federunacoma e Unacma il progetto AMO! su altri centri fiera, visto il successo della
formula e l'impossibilità di allargare le adesioni ad aziende di altre province.
I numeri della fiera
Totale area espositiva mq.6.000
5500
6.000
5.000
4.000
Macchine e macchinari agricoli
usati
3.000
Macchine per la raccolta olive
2.000
1.000
500
0
Dati tecnici
Periodo: 8/9 ottobre 2016
Ingresso al pubblico: dalle ore 9,00 alle ore 18,00
Prezzi: ingresso gratuito
Categorie merceologiche: trattori agricoli, attrezzature per olivicoltura, accessori per
trattori, accessori in genere, attacchi in genere, agricoltura -allevamento, rimorchi agricoli,
attrezzature agricole, trasporto agricolo, ricambi, attacchi, macchinari industriali,
autocarri, macchine movimento terra.
Parcheggi: gratuiti all'interno del Centro Fiere
19
Dopo la fortunatissima prima edizione, Grossetofiere ha deciso di continuare ad investire
nella sua organizzazione, per offrire all'aziende essenzialmente della provincia grossetana,
la possibilità di promuovere le proprie attività direttamente a contatto con i possibili
acquirenti.
Sarà riprodotta nel padiglione fieristico del Centro Fiere l'atmosfera di festa, di colori e di
emozioni che sono proprie dei matrimoni, indirizzando il visitatore in un percorso
obbligato diviso in settori merceologici, verso la ricerca di opportunità .
Sarà una fiera dinamica ricca di eventi e dimostrazioni a cui potranno partecipare i futuri
sposi. Le aziende espositrici saranno invitate oltre a presentare le proprie offerte, a far
provare direttamente le proprie produzioni e/o servizi.
La manifestazione di Grossetofiere non si vuole fermare al comparto delle cerimonie,
andando anche "oltre", con un'esposizione di tutto ciò che può essere utile agli sposi,
anche successivamente alla giornata nunziale.
Un occhio di riguardo sarà diretto verso i principali wedding planners che saranno invitati
e sollecitati a partecipare alla manifestazione, con lo scopo di portare in Maremma anche i
matrimoni che generalmente si celebrano fuori dalla provincia grossetana, promuovendo
in maniera diretta tutto il territorio ed in particolare il settore turistico ricettivo.
 Layout
La fiera si svolgerà nel padiglione espositivo
del centro fiere, l'esposizione occuperà i due
livelli della struttura.
Nel 1° livello che rappresenta la principale sala
espositiva di 800 mq, saranno realizzati n° 30
stand m. 3x3 con due lati aperti disposti su due
file centrali, 8 stand m. 3x3 e 2 stand 5x3 con un
lato aperto.
20
Nel 2° livello, soppalco di 600 mq, disposto su due aree collegate, saranno realizzati 30
stand m 3x2, e due grandi aree da destinare
alle dimostrazioni e agli eventi collaterali. In
questo livello sarà ricavato il Bar/ tavola
calda a servizio degli espositori e visitatori
della fiera.
Eventi collaterali e dimostrazioni
“La genesi di una torta, decorazione artistica per matrimoni”
"Le proprietà del miele e suo uso in pasticceria" - degustazione guidata
“Dimostrazione, Il Cake Desing”
“Cerimoniale di un Matrimonio, mise en place, menù, regole base”
21
“Sfilata di abiti da sposa”
“Sinfonia di bollicine di Maremma ”
per tutti i visitatori degustazione gratuita di vini spumanti prodotti dalle aziende locali
accompagnata da musica dal vivo Arpa e Violino
“Il Pozzo dei Desideri”
CONCORSO AD ESTRAZIONE
ritira il tagliando all’ingresso, scrivi la tua frase d’amore e potrai vincere un cofanetto
soggiorno/esperienza per due persone
22
“Il Matrimonio fonte di ispirazione per i pittori”
Dati tecnici
Il periodo
Periodo: 12/13 novembre 2016
Ingresso al pubblico: Sabato 12 novembre dalle ore 11,00 alle ore 14,00 riservato agli
operatori, dalle 14,30 alle ore 20,00 aperto al pubblico.
Domenica 16 novembre dalle ore 11,00 alle ore 20,00.
Prezzi: ingresso gratuito
Categorie merceologiche: Abbigliamento Sposi e Cerimonia, Calzature e Accessori,
Oreficeria, Cosmetica/Coiffeur, Bomboniere e Confetteria, Pasticcerie, Catering e
Banquetting, Ristoranti, Location e Strutture ricettive, Fiori, Musica e Intrattenimento,
Fotografi e Videomaker, Regalistica, Articoli e Accessori per La Casa, Wedding Planner,
Autonoleggio, Agenzie Di Viaggio, Agenzie Immobiliari, Società di servizio, Accessori per
la casa
Parcheggi: gratuiti all'interno del Centro Fiere
23
Manifestazioni organizzate
in Collaborazione

GAME FAIR ITALIA

TOSCANA PROMOZIONE
24
Game Fair Italia è una società che per oggetto l'organizzazioni di mostre, convegni, fiere e
di ogni altra manifestazione a carattere culturale e popolare aventi attinenza con caccia,
pesca ed ogni altra attività ricreativa o sportiva inerente l'impegno del tempo libero.
Le quote sono possedute da
Fiera di Vicenza è leader in Italia nell’organizzazione di Eventi fieristici e tra i player più dinamici a livello globale. E’
considerata top player nel mondo per il settore orafo-gioielliero grazie alla Manifestazione VICENZAORO, brand
esportato alle più prestigiose fiere internazionali: Hong Kong, Las Vegas, San Paolo, Mumbai e Dubai. L’expertise e il
know-how d’eccellenza della Società riguardano anche gli Eventi dell’area Lifestyle&Innovation, riferiti a diversi comparti: comfort e stile di casa, hunting, target sports e individual protection, pesca, sport all’aria aperta, mostre-Atelier
dedicate alla manualità creativa, innovazione tecnologica nel settore medico-farmaceutico, motori e bicicletta, turismo
universale. Oltre che come Business Hub, Fiera di Vicenza agisce come Cultural Hub, favorendo la cultura imprenditoriale Made in Italy, la circolazione di idee e informazioni per la crescita del sistema economico, con un’attenzione particolare agli aspetti della responsabilità sociale d’impresa. Nel nuovo Centro Congressi, spazio multifunzionale e tecnologicamente avanzato, accoglie grandi congressi, workshop, seminari ed eventi formativi di livello nazionale e internazionale. Con un team di 88 dipendenti, nel 2014 Fiera di Vicenza ha organizzato direttamente 16 Manifestazioni internazionali e nazionali nelle aree Jewellery e Lifestyle&Innovation. La Società ha anche allestito oltre 100 tra convegni, assemblee, meeting e seminari, alcuni di profilo internazionale.
Il C.N.C.N., Comitato Nazionale Caccia e Natura, è un’organizzazione senza scopo di lucro fondata nel 1986 per iniziativa di operatori del settore, cacciatori e dell’associazione industriale del comparto A.N.P.A.M., con lo scopo di promuovere la cultura e la pratica della caccia sostenibile, intesa come un’attività venatoria rispettosa e attiva nei confronti
della tutela dell’ambiente e dei suoi equilibri, moderna in quanto coerente con le evoluzioni sociali e in linea con i parametri internazionali Il C.N.C.N. è impegnato per rivalutare la funzione dell'attività venatoria in termini culturali, sociali e di impatto positivo per le economie locali e per l'ambiente naturale: il C.N.C.N. ha una visione europea della caccia, intesa come attività ecosostenibile. Un'attenzione particolare è posta al tema della cacciagione come alternativa sana
e sostenibile nell'alimentazione moderna.
25
Il Game Fair è un evento nato in Inghilterra nel 1950 per iniziativa di un'organizzazione di
gentiluomini di campagna con l'obiettivo di valorizzare la cultura rurale, riunendo periodicamente tutti gli amanti della caccia, dei cani, dei cavalli e della vita in campagna. Attualmente questa manifestazione è presente in Inghilterra, Francia, Spagna,Stati Uniti e
Italia
Game Fair Italia si è confermata punto di riferimento per le aziende e gli appassionati del
mondo country, delle attività e delle discipline sportive all’aria aperta. Per la prima volta è
stata organizzata nel Centro fiere di Grosseto, 30 maggio al 1° giugno 2015, facendo registrare 35mila visitatori e 180 espositori, in crescita di circa il 6% rispetto al 2014, con la
presenza, tra gli altri, dei top brand del comparto armi e caccia. Risultati di successo, che
premiano sia la gestione della società organizzatrice GFI Srl, costituita nel 2013 da Fiera di
Vicenza Spa e CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura) con l’obiettivo di promuovere
una nuova cultura delle attività all’aria aperta, sia la scelta degli organizzatori di svolgere
l’edizione 2015 a Grosseto, in collaborazione con Grossetofiere Spa.
L’esclusivo format di Country Festival italiano ha saputo coinvolgere operatori del settore,
appassionati del country life e famiglie grazie ad una qualificata offerta espositiva, agli oltre 250 eventi in programma dedicati ad equitazione, cinofilia, tiro sportivo e attività outdoor, in un’area fieristica ben attrezzata di 30 ettari complessivi, suddivisa in 10 settori:
Area Espositiva, Ring Spettacoli, Ring Cani, Ring Dimostrazioni, Ring Sfilate, Levrieropoli,
Coursing Bassotti, Area Cani da ferma, Arena Benelli.
Game Fair Italia 2015 si anche è distinta per i qualificati convegni in programma. Tra questi, l’incontro “Ambiente, legalità, nutrizione. Fauna selvatica come risorsa”, organizzato da
CNCN in collaborazione con Fiera di Vicenza e Grossetofiere, ha visto la firma
dell’accordo tra ISPRA, Legambiente, Federcaccia, Arcicaccia e Anuu. La collaborazione
permetterà di avere in Italia diffusi e aggiornati dati scientifici e georeferenziati, sulla base
dei quali costruire la sfida della migliore governance della fauna selvatica, ridurre i conflitti con le attività umane ed esaltare la ricchezza dell’intreccio tra biodiversità e potenzialità
territoriali.
A preludio della Manifestazione, venerdì 29 maggio si è svolta a Grosseto la sesta edizione
del “Game Fair Award”, premio giornalistico e culturale ideato dalla giornalista Rossana
Tosto e promosso da GFI. I premi sono stati assegnati a giornalisti di testate nazionali, locali e specialistiche, a personaggi della cultura e istituzioni che si sono distinti nel raccontare e mettere in risalto le grandi bellezze dell’Italia, secondo il tema dei Game Fair Award
2015 “Territori, talenti e tradizioni nell'arte della parola e delle immagini”.
Game Fair Italia ha riservato grande attenzione al mondo della cinofilia attraverso numerose dimostrazioni ed esibizioni. Spazio all’antichissimo lavoro della pastorizia, portato in
scena dagli allievi di Liuba Musso, famosi per le dimostrazioni di Sheep Dog, così come
all’importante attività sociale del recupero di persone disperse grazie all’aiuto dei cani,
con le simulazione dell’associazione Dog Park il Casalone. Esibizioni di Splash Dog, A
Tutto Fresbee e Disc Dog hanno divertito i più piccoli, coinvolti assieme ai genitori anche
nel programma educativo “Di te mi Fido” patrocinato dall’Enci Junior Club, dedicato al
corretto approccio del bambino con i cani sconosciuti, alla corretta gestione del cane di casa, alla storia del cane e ai vari sistemi di addestramento.
26
Gli appassionati di cinofilia venatoria hanno potuto ammirare gli esemplari canini più belli durante le sfilate, le dimostrazioni di riporto e conduzione di Retriever, Epagneul Breton, Segugi Maremmani, Grifon Bleu, Spaniel, Bracchi Francesi e Levrieri. Game Fair 2015
ha inoltre ospitato le equipe nazionali vincenti della Coppa Europa per cani da ferma continentali ed inglesi.
L’equitazione è da sempre un punto di forza di Game Fair con le sue variegate e coinvolgenti attività. Sul Ring Spettacoli si sono alternati gli show dei cavalli spagnoli e dei Butteri maremmani, le dimostrazioni di monta da lavoro, guida e conduzione del gregge, le
performance degli artisti del Roman Riding e di Gigaritmik, unico esempio italiano di abbinamento tra ginnastica ritmica ed equitazione, e la Horse & Hound Parade, durante la
quale i cavalieri hanno mostrato le diverse andature dei loro fidati cavalli. La Manifestazione ha visto la presenza di Rudi Bellini, uno degli artisti più prestigiosi del panorama internazionale del mondo equestre, che ha intrattenuto il pubblico con una serie di spettacoli
di altissimo livello e dal grande fascino. Inoltre, per i bambini desiderosi di avvicinarsi
all’equitazione si è svolto il tradizionale Battesimo della Sella.
Molto partecipata anche l’area dedicata al Tiro Sportivo. Il campione Renato Lamera ha intrattenuto gli appassionati di tiro al piattello con le sue performance di precisione, mentre
chi ha voluto mettersi direttamente alla prova ha potuto provare, affiancato da esperti, le
armi delle più prestigiose case armiere sulle 12 linee di tiro a disposizione. Al tiro a piattello si sono affiancate anche le attività di tiro dinamico sportivo, tiro con replica western e
avancarica, tiro a palla e tiro con l’arco, tiro con la fionda e ad aria compressa, tiro virtuale
con il laser shot.
Da sempre Game Fair rende omaggio anche all’antica tradizione della falconeria con il
gruppo I Falconieri del Re: nel corso di un entusiasmante spettacolo, i falconieri a piedi e a
cavallo hanno esibito le loro abilità e quelle dei volatili.
Le novità della manifestazione
La grande sintonia tra la società Game Fair Italia e Grossetofiere e gli ottimi risultati ottenuti, hanno rafforzato i rapporti tra le due società, tanto da prevedere per l'edizione 2016,
un maggior coinvolgimento di Grossetofiere anche nella fase operativa preparatoria, oltre
che nella fornitura di tutti i servizi necessari allo svolgimento della manifestazione.
Dal Consiglio di Amministrazione di Game Fair Italia viene auspicato l'ingresso in società
di Grossetofiere che garantirebbe anche in futuro, la permanenza sul territorio grossetano
di questa prestigiosa manifestazione.
27
I numeri della fiera
TOTALE AREA ESPOSITIVA MQ.285.000
135000
150.000
Parcheggi visitatori
Area eventi con ring
100.000
70000
50.000
Area dimostrazioni
50000
Area linee di tiro
3000 17000
0
10000
Area espositori
Area servizi/scuderie
 Espositori n° 180
 Visitatori 2015 n° 35.000
 Linee di tiro n°14
 Tiro dinamico sportivo
 Tiro con replica western
 Tiro avancarica
 Tiro a palla
 Altre aree di tiro
 Tiro con l'arco
 Tiro con la fionda
 Tiro aria compressa
 Tiro laser
 Soft Air
 Laser tag
Dati tecnici
Periodo: 27/29 maggio 2016
Ingresso al pubblico: dalle ore 9,00 alle ore 18,30
Settori di riferimento: Caccia, tiro sportivo, cinofilia, cavalli.
I Temi degli eventi: Dimostrazioni cinofile, Il mondo del cavallo, Falconeria, Rievocazioni
storiche.
I visitatori: 60% appassionati, 25% accompagnatori, 15%pubblico generalista.
Biglietti: Intero 12,00 €, Ridotto 9,00 € bambini dai 6 ai 12 anni, possessori di licenza di caccia e
pesca e abitanti di Grosseto e provincia
Gruppi 7,00 € da 20 persone in su
Famiglia 27,00 € 3 persone di cui almeno 1 minore
Famiglia 36,00 € 4 persone di cui almeno 2 minori
28
1° Edizione Buy Tuscany on the road
Buy Tuscany on the road è il primo evento internazionale B2B che sarà organizzato da Regione Toscana e Toscana Promozione in collaborazione con Grossetofiere per favorire, direttamente sul territorio maremmano, l’incontro tra l’offerta Toscana e la domanda internazionale. Un’opportunità unica per gli imprenditori del turismo toscano di incontrare
una selezione di operatori esteri invitati e di presentare loro le proprie proposte.
Gli incontri in modalità B2B, avranno luogo previa organizzazione di agenda di appuntamenti personalizzata per ciascun partecipante. Gli operatori toscani disporranno di una
postazione lavorativa fissa, all'interno di aree distinte per prodotto turistico corrispondenti
alle seguenti tipologie di offerta:
1. Country & Flavours ( agriturismo, turismo wine&food)
2. Relax & Wellness ( terme e benessere)
3. Sun & Sea ( balneare )
4. Active& Outdoor ( golf, trekking, biking, turismo natura, attività nei parchi)
La suddivisione delle aree vuole identificare in maniera più mirata l'offerta turistica toscana, tralasciando volutamente la tipologia Art Cities & Town ben rappresentata nell'edizione che si svolge a Firenze nella stazione Leopolda. Sarà abbinata al B2B una giornata formativa, pensata e realizzata per far crescere le capacità imprenditoriali delle aziende e portarle a conoscenza delle nuove forme di promozione turistica.
La location scelta, ideale per rappresentare al meglio il territorio maremmano, sarà l'azienda regionale dell'Alberese nel cuore del Parco naturale dell'Uccellina, il periodo sarà la
prima settimana di maggio.
Periodo: prima settimana di maggio 2016
Luogo: Azienda Regionale dell'Alberese
L'Azienda regionale dell'Alberese è una delle maggiori aziende regionali italiane, si estende per circa 4.600 ettari dei quali 700 di pineta e circa 2.000 di bosco.
L'azienda depositaria di una storia millenaria rappresenta al meglio il patrimonio naturalistico e artistico della Maremma con le recenti ristrutturazioni della Villa Granducale, l'Abazia di S. Rabano, la Torre di Collelungo e i Magazzini Lorenesi.
Accanto alla storia, la tradizione. All’Azienda di Alberese, resiste ancora un mestiere antico che appartiene all’immaginario collettivo della Maremma: il buttero. La presenza di
grandi spazi e di mandrie di animali bradi rende necessario e insostituibile il lavoro del
buttero, che la Regione Toscana stessa ha inserito tra gli antichi mestieri a rischio di scomparsa.
29
Il Buy Tuscany on the road si svolgerà nel granaio Lorenese, il grande edificio ottocentesco
ubicato a pochi chilometri dal mare in Località Spergolaia, accanto alle stalle da cui ogni
mattina i butteri partono per controllare le mandrie ai pascoli.
Attraverso l'intervento di recupero attuato sono state colte e sfruttate con sapienza le potenzialità dell'immobile che, mantenendo la propria identità storica e la struttura architettonica originaria, è stato convertito in un centro per mostre e convegni.
Comunicato stampa - Regione Toscana
Il Buy Tuscany di Firenze numeri e cifre ( 12/13 ottobre 2015 )
Oltre 130 buyer da tutto il mondo (in rappresentanza di 27 Paesi) e 110 seller toscani, per un totale
di circa 3 mila incontri. Sono i numeri dell'8a edizione di Buy Tuscany che si è svolta alla Stazione
Leopolda, a Firenze. L'evento è stato ideato, per far incontrare offerta turistica regionale e compratori internazionali. "Un'altra edizione di Buy Tuscany in archivio – ha detto l'assessore al turismo
Stefano Ciuoffo – con risultati oltremodo positivi e che fanno ben sperare per il turismo toscano. I
primi frutti li abbiamo già raccolti in questo 2015 che per la Toscana si sta rivelando molto redditizio per tutto il settore. L'evento è cresciuto nei numeri e nell'apprezzamento degli operatori
tanto che dal 2016 raddoppierà: il prossimo maggio, infatti, si terrà il primo 'Buy Tuscany
On The Road', un'edizione primaverile che, di anno in anno, si terrà in un territorio diverso per favorire una maggior conoscenza diretta, da parte dei buyer, dell'ampia offerta turistica regionale e delle peculiarità dei singoli territori. La prima edizione è prevista in
Maremma". Dei circa 3000 incontri svolti, 2.300 erano quelli programmati nelle settimane di preparazione e che hanno preceduto le giornate di evento; 700 invece quelli spontanei derivanti dalle
direct call generate da seller e buyer durante l'evento stesso, incontri spontanei favoriti dalla Mobile
App che è stata utilizzata da tutti i soggetti nel corso della due giorni. Grande la soddisfazione degli
operatori, testimoniata dai risultati raccolti attraverso la Mobile App: oltre 1.000 gli incontri votati
live, tre quarti degli operatori stessi hanno assegnato il massimo dei voti all'utilità dell'incontro, oltre il 60%, sempre degli incontri, votati come potenziali accordi commerciali, quasi unanime (98%)
il giudizio positivo (massimo punteggio) sull'organizzazione dell'evento e sull'efficacia dei servizi
offerti.
30
31
Fly UP