...

Catullo, carme 8. Metro: Trimetro giambico scazonte (o coliambo

by user

on
Category: Documents
11

views

Report

Comments

Transcript

Catullo, carme 8. Metro: Trimetro giambico scazonte (o coliambo
Catullo, carme 8.
Metro:
Trimetro giambico scazonte (o coliambo):
_
_
_
∪ −é ∪ − ∪ −é ∪ − ∪ −é −é ∪
N.B.: alcuni metricisti accentano tutti e sei i "piedi" giambici; riportiamo a titolo di esempio il primo verso
accentato in questo modo:
Misèr Catùlle, dèsinàs inèptìre.
C'è poi chi propone di accentare solo i "piedi" pari, ottenendo la seguente pronuncia:
Miser Catùlle, desinàs ineptìre.
La pronuncia più diffusa è però quella che accenta solo i tre "piedi" dispari più il piede "zoppo" finale.
Misèr Catulle, dèsinas inèptìre,
et quòd vides perìsse perditùm dùcas.
Fulsère quondam càndidi tibì sòles,
Povero Catullo, smetti di fare lo stupido,
e quel che vedi essere morto, considera(lo) morto.
Brillarono un giorno per te giorni felici [soli
splendenti],
cum vèntitabas quò puella dùcèbat,
amàta nobis quàntum amabitùr nùlla.
i
quando solevi andare dove ti portava la ragazza
amata da me [noi] quanto nessuna sarà amata.
Ib ìlla multa tùm iocosa fìèbant,
Là si facevano quei molti giochi (d’amore)
quae tù volebas nèc puella nòlèbat.
che tu volevi e lei non rifiutava.
Fulsère vere càndidi tibì sòles.
Nunc iam ìlla non vult: tù quoque, impotèns, nòli,
Brillarono davvero per te giorni felici [soli splendenti].
Adesso lei non vuole più: (e) tu pure, (anche se) non
ci riesci, non volere,
nec quaè fugit sectàre, nec misèr vìve,
e non inseguire (lei) che fugge, e non vivere infelice,
sed òbstinata mènte perfer, òbdùra.
ma con animo ostinato sopporta, resisti.
Valè, puella, iàm Catullus òbdùrat,
Addio, ragazza: ormai Catullo resiste,
nec tè requiret nèc rogabit ìnvìtam.
e non ti cercherà, e non pregherà (te) che non vuoi.
At tù dolebis, cùm rogaberìs nùlla.
Scelèsta, vae te! Quaè tibi manèt vìta?
Ma tu soffrirai, quando non sarai (più) cercata.
Disgraziata, guai a te! Che vita ti rimane?
Chi ora si avvicinerà a te? A chi sembrerai bella?
Quis nùnc te adibit? Cùi videberìs bèlla?
Chi ora amerai? Di chi si dirà che sei [sarai detta
Quem nùnc amabis? Cùius esse dìcèris?
essere]?
Quem bàsiabis? Cùi labella mòrdèbis?
Chi bacerai? A chi morderai le labbra?
At tù, Catulle, dèstinatus òbdùra.
Ma tu, Catullo, non cedere, resisti [risoluto resisti].
Fly UP